Studenti in piazza per il clima: ​raduni in 123 Paesi

In Italia, 235 raduni organizzati. A Milano oltre 100mila studenti in piazza Duomo

Chiedono ai governi dei rispettivi Paesi politiche più incisive contro il riscaldamento globale, puntando soprattutto alla regolazione delle emissioni di gas serra, per salvaguardare il clima. Gli studenti di 123 diversi Paesi sono scesi in piazza, con manifestazioni in 2052 città, situate in ogni angolo del Pianeta.

Il tutto organizzato e trainato da Greta Thunberg, la 16enne che si batte per il clima, che qualche giorno fa aveva lanciato su Twitter un appello: "Il 15 marzo lo sciopero nelle scuole continua. Abbiamo bisogno di tutti. Passa parola!". E la parola non solo è stata diffusa, ma è stata anche accolta da studenti, ma anche dai professori e dai presidi delle scuole di tutto il mondo. Un evento mondiale da record, che passerà alla storia: Italia, Francia, Germania, Stati Uniti, Svezia e Gran Bretagna sono i Paesi più attivi.

Le scuole italiane sono quelle che hanno aderito maggiormente allo sciopero, con 235 raduni organizzati. A Milano, sono oltre 100mila gli studenti che da Largo Cairoli si stanno dirigendo in piazza Duomo, accompagnati da un cartello che recita "No time left": Non c'è più tempo, bisogna agire subito per salvare il Pianeta. L'arrivo della manifestazione era previsto in piazza della Scala, ma dato il numero di partecipanti si è dovuto ripiegare sulla ben più grande piazza del Duomo.

Al ponte degli Scalzi di Venezia, un grande striscione ricorda che "Siamo ancora in tempo", ma bisogna agire in fretta, prima che sia troppo tardi. Lì, il corteo studentesco è partito dalla stazione di Santa Lucia, per sfilare tra le calli del centro: "Vogliamo che multinazionali, compagnie miliardarie fermino la devastazione ambientale che i loro sistemi di produzione provoca. E mentre loro saranno impegnati su questo fronte a noi, che lottiamo e combattiamo per il qui e ora, spetterà la costruzione di un'alternativa, di un mondo realmente vivibile, sano, giusto", hanno spiegato a Repubblica gli organizzatori.

"Pazienza niente, studenti per l'ambiente": questo lo slogan che accompagna gli studenti bolognesi, dove insieme ai liceali e agli universitari camminano anche i bambini, accompagnati dai genitori e gli insegnanti. A Torino, invece, oltre 10mila giovani sono scesi in piazza, a sostegno della lotta per il clima, al grido di "Non si e' mai troppo piccoli per fare la differenza". A Firenze sono oltre 10mila gli alunni di scuole elementari, medie e superiori che si stanno radunando in piazza Santa Croce, al suono di cori: "Invertire la rotta è possibile" e "Vogliamo il pianeta più pulito".

Manifestazioni anche a Palermo, dove gli studenti hanno esposto striscioni con varie scritte: da "Ci siamo rotti i polmoni", a "È inutile conquistare la Luna per poi perdere la Terra", accompagnati dal coro "Se non cambierà, lotta dura sarà".

Lo sciopero globale e le manifestazioni sono sostenute anche dal Parlamento europeo, che chiedono ai governi dei singoli Paesi di intraprendere azioni concrete e rapide per non superare il limite climatico di 1,5°C.

Commenti
Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 15/03/2019 - 12:40

Dei poveretti ingenui. Col tempo capiranno.

jaguar

Ven, 15/03/2019 - 12:47

Quanti di questi ragazzi sono disposti a rinunciare al motorino, all'auto, ai mezzi pubblici per andare a scuola e a tutto il benessere dei nostri tempi? Nemmeno uno, semplicemente oggi era molto più comodo manifestare piuttosto che andare a scuola.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Ven, 15/03/2019 - 12:48

Diciamolo chiaro una volta per tutte. Agli studenti, del clima, non importa nulla e non sanno nulla. E' solo un pretesto per saltare la scuola e stare a zonzo un'intera giornata. Non solo. Gli studenti che sfilano lanciando slogan privi di senso e scritti da altri sono quegli stessi che lasciano le aule come latrine, conciano i bagni pubblici come nemmeno una mandria di elefanti, buttano cicche e cartacce per terra, deturpano i monumenti, devastano le piazze per un concerto, bestemmiano come scaricatori di porto di altri tempi, e mi fermo qui. Indicare poi una ragazzotta svedese viziata, saccente ed ignorante per il premio Nobel la dice lunga sulla follia collettiva che pervade i nostri tempi.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 15/03/2019 - 12:51

Bravi. Da domani l’aria è più pulita.

pinosala

Ven, 15/03/2019 - 12:52

Tanti burattini manovrati ai quali interessa solo "bigiare" la scuola.

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 15/03/2019 - 12:53

la causa è giusta, ma mi piacerebbe sapere quanti di questi contestatori, abituati a tutte le comodità e solitamente tenuti nella bambagia dalle famiglie al mattino fanno la doccia fredda per non inquinare e non riscaldare.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 15/03/2019 - 12:56

Ora il clima cambierà dopo questa manifestazione. Se no ne faranno un'altra per intimorirlo come si deve. Ma vogliamo scherzare? E' così che si fa per fare il tempo bello.

Trinky

Ven, 15/03/2019 - 13:01

Quando questi diversamente intelligenti faranno una dimostrazione la domenica forse saranno più credibili! Del reso parlano del clima ma come mai tutti fumano e scorrazzano su auto e moto?

agosvac

Ven, 15/03/2019 - 13:05

La cosa demenziale è che questi stessi ragazzi se non avessero i prodotti di quell'industria che deprecano, sarebbero del tutto finiti. Ma come credono che si facciano gli smartphone che sono il loro DIO??????? Tra l'altro sono così ignoranti da non capire che c'è un sacco di gente che li fomenta , la stessa gente che ci sta facendo sopra un casino di soldi e che vuole soltanto una cosa: sostituirsi a chi governa attualmente per fare danni ancora peggiori.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 15/03/2019 - 13:11

siete in 100.000 a milano? la macchina, il motorino, la barca, la caldaia per riscaldare la casa e il gas per cucinare l'avete? siete vestiti o nudi(sapete quanto petrolio occorre per costruire un paia di scarpe o un metro di stoffa?) mangiate, usate i mezzi pubblici? come siete arrivati al punto di partenza della manifestazione? sapete quanta gasolio ci vuole per movimentare treni, tram, pulman che avete usato oggi e quanti altri ne consumerete per ritornare a casa? il nemico della terra è uno solo, il petrolio, ma i petrolieri(multinazionali)sono troppo potenti per intimidirsi di una manifestazione del genere; la via d'uscita è solo una, non consumare nulla che viene prodotto con il petroli, ma purtroppo tutto nel mondo è prodotto con il petrolio; ci resterebbe solo l'acqua e l'aria ma anche questa è inquinata dal petrolio: cosa facciamo?

batracomiomachie

Ven, 15/03/2019 - 13:18

@commentatori OK il cambiamento climatico e' una cospirazione pluto-giudaico-massonica e Greta Thunberg e' un robot alieno. Ok tutto bello. Tuttavia, dato che a causa del clima due delle ultime tre annate hanno visto crollare la produzione di olive e quindi di olio in Italia, siete pregati di evitare finte manifestazioni di solidarieta' agli agricoltori italiani. Che voi sempre il popolo italiano prima, vero?

Ritratto di bimbo

bimbo

Ven, 15/03/2019 - 13:22

Non ho capito cosa manifestano il surriscaldamento globale? Se vogliono fare qualcosa dovrebbero abbassare la temperatura del sole, cosi si evita il troppo caldo..

Giorgio Colomba

Ven, 15/03/2019 - 13:33

Piccolo popolo bue (non) cresce.

gian paolo cardelli

Ven, 15/03/2019 - 13:57

Qualsiasi scusa, pur di non studiare...

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 15/03/2019 - 13:57

Se studiassero di più forse qualcuno di loro un domani potrebbe provare a risolvere il grande problema dell'inquinamento. Ma a un giorno di festa non si rinuncia. Solo buffoni pronti a non studiare. Bravi ignoranti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 15/03/2019 - 14:00

Se lo avessero fatto di domenica forse avrebbero contribuito, non andando a sciare o altra parte. Ma come si dice, inizi tu a non produrre gas serra, che noi continuiamo a fare le stesse cose che facevamo prima. Cominciate a non seguire le mode e tenere gli stessi capi di un anno o cinque anni fa, naturalmente ben pulite, che anche le industrie inquinano.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 15/03/2019 - 14:02

ccianno raggione ccianno..da domani niente più riscaldamenti nelle scuole ed a caasa loro,né elettricità,né trasporti pubblici e privati,né carne di qualsiasi tipo (allevamenti),tutto a km zero frutta e verdura e né ganja od hashish che inquinano!ACCHHH SOOO!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 15/03/2019 - 14:06

Fra 15 giorni chiedete di fare uno sciopero contro l'uccisione delle lucertole, raccontando qualche frottola e vedete se acconsentano a quello sciopero. Per me basta fare cagnara tutti insieme e non andare a scuola,loro acconsentono a tutto. Non si chiedono come questa volta a cosa sarà servita questa scemata con una giornata persa negli studi. Qui c'è qualcuno che vuole farsi i soldi e loro ignari sono il tramite.

Ritratto di pietrom

pietrom

Ven, 15/03/2019 - 14:12

Gli studenti vanno educati a ragionare con la propria testa, in modo scientifico, sulla base dei fatti e non delle chiacchiere. Fatto cio', vedrete che scenderanno in piazza per manifestare a favore dell'energia nucleare.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Ven, 15/03/2019 - 14:19

Quanto ti voglio bene Greta, mi fai ritornare giovane... Quando ero liceale negli anni '70, se si prevedeva che il compito in classe di greco avrebbe avuto per oggetto la traduzione di un brano di Senofonte (abbastanza semplice), per saltarlo bastava proclamare lo sciopero contro l'assassino squadristico degli eroici compagni "Fausto e Iaio". Se invece il pericolo era ben piu' grave, ovvero si stimava che la versione potesse riguardare un pezzo di Tucidide (tostissimo), occorreva dichiarare che il rischio neofascista era immediato, ed era necessaria la mobilitazione democratica e l'okkupazione della scuola contro il progetto di golpe militare di tipo cileno.

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 15/03/2019 - 15:17

Proposte concrete?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 15/03/2019 - 15:56

batracomioecc, guardi che l'anno scorso la produzione di olio in Toscana è andata molto bene ed è stato un anno molto regolare come stagioni. io l'olio lo produco, fra l'altro

batracomiomachie

Ven, 15/03/2019 - 17:43

@dr.Strange annate 2018 e 2016 come sono andate sig. produttore?

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 15/03/2019 - 19:33

da domani riprenderanno a farsi accompagnare a scuola dalla mamma col suv, che a sua volta ci va volentieri per far vedere alle altre mamme che lei l'ha messa bene.