Subappalti su Tav e autostrade: raffica di arresti per corruzione

Nel mirino dei pm la Salerno-Reggio Calabria e l'alta velocità Milano-Genova. In manette 35 tra imprenditori e dirigenti. L'accusa è di corruzione e associazione a delinquere

Una raffica di arresti lungo tutto lo Stivale. Dal Lazio alla Lombardia, dal Piemonte alla Liguria. E ancora: Toscana, Abruzzo, Umbria e Calabria. Sin dalle prime luci dell'alba i carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno messo a soqquadro l'intero Paese facendo scattare le manette a trentacinque indagati e portando alla luce un vastissimo sistema di corruzione che oliava le Grandi Opere del Belpaese (guarda il video). "C'è una trasformazione della tangente - sottolinea il procuratore aggiunto a Roma, Paolo Ielo - da denaro ad assegnazione di lavori".

I trentacinque indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere, corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio e tentata estorsione. Accuse pesantissime che rifuardano la costruzione di snodi infrastruttuarali fondamentali per il sistema Italia. L'inchiesta "Amalgama", coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, e condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma, ha portato gli inquirenti a ipotizzare "una associazione per delinquere finalizzata al compimento di condotte corruttive per l'ottenimento di contratti di subappalto nell'ambito dei lavori per la realizzazione delle seguenti opere pubbliche". Secondo gli inquirenti, il responsabile dei lavori su importanti opere pubblichecertificava la regolarità delle opere, a prescindere da come venivano eseguite. E lo faceva per avere in cambio subappalti e forniture a società che a lui facevano riferimento, per un importo complessivo stimato dagli investigatori di oltre 5 milioni di euro. Il risultato? Lavori eseguiti con materiali scadenti e "cemento che sembra colla", come sottolinea uno degli indagati al telefono con un socio.

Nel mirino del sistema corruttivo erano finiti la tratta della Tav Milano-Genova-Terzo Valico Ferroviario dei Giovi, il sesto macrolotto dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria e la "People Mover" di Pisa. L'indagine ricostruisce le condotte illecite di un gruppo di persone costituito, organizzato e promosso da Giampiero De Michelis che, fino al dicembre dell'anno scorso, era il direttore dei lavori nell'ambito delle tre citate opere pubbliche e dal suo socio di fatto, Domenico Gallo, un imprenditore calabrese operante nel ramo delle costruzioni stradali, che si è avvalso del contributo di altre nove persone, tra cui anche alcuni funzionari del consorzio Cociv. Nella rete dei pm sono rimasti invischiati anche alcuni figli di politici. Mentre Giandomenico Monorchio, imprenditore di 46 anni, figlio dell'ex Ragioniere dello Stato Andrea, è finito in manette, risulta invece indagato Giuseppe Lunardi, figlio dell'ex ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Pietro. Monorchio è amministratore della Sintel, società incaricata della direzione dei lavori per la realizzazione della tratta dell'alta velocità Milano-Genova.

Nella realizzazione del Terzo Valico, per pilotare l'assegnazione dei lotti ad alcune società ed escluderne altre, i dirigenti preposti allo svolgimento delle gare indette dal general contractor facevano in modo che offerte anomale divenissero regolari in violazione ai principi della "par condicio". "In altri - spiegano gli inquirenti - si avvalevano della compiacenza di concorrenti di comodo, in realtà non interessati all'aggiudicazione della gara, per indirizzare direttamente l'assegnazione all'unico concorrente interessato". Un giro d'affari complessivo, quello relativo al Terzo Valico, di oltre 324 milioni di euro (guarda il video).

Commenti

Ernestinho

Mer, 26/10/2016 - 08:20

E ti pareva. Ma finirà, ancora una volta, a "tarallucci e vino"!

brunog

Mer, 26/10/2016 - 08:41

In galera ci metteri i magistrati perche' a loro interessa piu' quello che succede nella camera di Berlusconi mentre gli imprenditori con tessera PD la fanno franca. La corruzione e' un problema cronico, quello che viene a galla oggi e' solo la schiuma di superficie. Cantone se ci sei batti un colpo. Quando criminalita' e corruzione sono la causa della perdita del PIL dal 10% al 15% questi magistrati hanno scoperto l'acqua calda.

gneo58

Mer, 26/10/2016 - 08:43

che si cominci con l'eliminare i sub-appalti.

Kerenkeren

Mer, 26/10/2016 - 08:57

Bravi,hanno scoperto l'acqua calda ,da sempre i costi di costruzione sostenuti dallo stato,in Italia ,sono 3/4 volte superiori che in qualsiasi altro paese europeo.Solo ora ci si rende conto che c'è sotto qualcosa di losco e corruttivo?

cgf

Mer, 26/10/2016 - 09:09

Per l'EXPO bisogna attendere che vinca il NO il 4 dicembre? Del terremoto ad Amatrice si parla più? volendo...

Giampaolo Ferrari

Mer, 26/10/2016 - 09:17

Sembrerebbe una scoperta da questo articolo,nemmeno la carta igienica nelle scuole viene comprata senza pagare mance e mazzette.Proviamo a mettere una pena minima di trentanni per chi prende soldi nel pubblico impiego,trentuno per chi li da.Problema risolto amen.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 26/10/2016 - 09:22

Corruzione? Infiltrazioni mafiose? Ma stiamo parlando del Bel Paese? Mah! Secondo me qualcuno si sta confondendo! Bando agli scherzi: la domanda nasce spontanea. Perché si scopre sempre l'acqua calda e non si previene "mettendo un po' d'acqua fredda?"

unosolo

Mer, 26/10/2016 - 09:28

ora occorre un grande giudice e proseguire il lavoro , abbiamo assistito per anni a questi sbocchi , speriamo che finalmente si dia un vero segnale di legalità e la pretesa di essere onesti , i soldi che versiamo per i servizi che finiscono chissà come in certi altri giri, speriamo bene per il lavoro vero e serio di alcuni tutori della legalità.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 26/10/2016 - 09:29

l'unico fenomeno in crescita in italia sono le tasse e la corruzione

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Mer, 26/10/2016 - 09:29

Ormai se non paghi la tangente non puoi nemmeno fare l'idraulico del condominio

idleproc

Mer, 26/10/2016 - 09:36

Giampaolo Ferrari. Naaa... Basta legalizzare le lobby, andare avanti a "fondazioni" come volgliono fare i "democratici" di casa nostra copiando dagli USA e il reato scompare. Tutto regolare.

Ritratto di llull

llull

Mer, 26/10/2016 - 09:36

E quando, tra qualche anno, dovesse risultare che "il fatto non sussiste" oppure "il fatto non costituisce reato" riusciremo ad indignarci con la stessa foga con cui oggi ci scagliamo contro questi PRESUNTI colpevoli? Notizie recenti dimostrano di come tante inchieste con imputati eccellenti si sono poi - a distanza di anni - rivelate delle bufale, con dispendio di energie e di denaro pubblico.

Ritratto di bassfox

bassfox

Mer, 26/10/2016 - 09:45

corruzione ovunque, si spartiscono tutti i nostri denari prendendoci per il naso, ma la gente sa scendere in strada solo per respingere l'arrivo di una dozzina di disperati... complimenti!

Ernestinho

Mer, 26/10/2016 - 09:56

Ritento! Ci risiamo, ma non c'è da meravigliarsi, siamo in italia! Scommettiamo che finirà tutto a "tarallucci e vino?"

linoalo1

Mer, 26/10/2016 - 09:56

Io,nel mirino,metterei prima i Magistrati per la lentezza con cui si muovoo!!TAN ed Autostrada,sarebbero gia ultimate,se solo non si fossero messi di mezzo i Magistrati con le loro Lungaggini!!!Alla luce dei fatti,secondo logica,sarebbe meglio che tutte le Grandi Opere abbiano un Inizio ed una Fine e che,le eventuali corruzioni,vengano contestate e punite sempre e solo dopo la Fine dei Lavori!!!!E' così difficile da capire????Per Esempio:pensate all'EXPO!!!Se i Magistrati fossero intervenuti,come avrebbero voluto,durante la sua realizzazione,l'EXPO non si sarebbe tenuta!!!Non intervenendo,cosa è successo???Giudicate voi!!!I Magistrati,stanno intervenendo,giustamente,ma solo Oggi,ad un anno dalla sua chiusura naturale,alla faccia della tempestività!!!

Ernestinho

Mer, 26/10/2016 - 09:57

E vorrebbero pure fare "Il ponte sullo stretto!" Sai quante risate!

lawless

Mer, 26/10/2016 - 10:01

i sub appalti sono stati creati appositamente per favorire gli illeciti. Abolite i sub appalti e otterrete due cose immediate: spese inferiori e ridimensionamento del latrocinio

Duka

Mer, 26/10/2016 - 10:06

Beh con un presidente che si preoccupa maggiormente del JET personale che della miseria che ha creato in questo paese, è quasi normale che la corruzione imperi sovrana.

nopolcorrect

Mer, 26/10/2016 - 10:16

Ihhhh che sorpresa! Ma guarda un po'...e chi l'avrebbe mai detto? In Italia chi può ruba, questa è la regola ora ulteriormente confermata.

ghorio

Mer, 26/10/2016 - 10:27

Continuano gli arresti, si scrive e si parla del dilagare della corruzione e poi non vene risolta la questione. Tra l'altro il nuovo codice degli appalti rimarca la nostra specialità del burocratese.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 26/10/2016 - 10:29

E' la classica notizia fatta a 'bufalotta' in quanto creata da qualche rinomato bufalaste. Una panzana di quelle da pesce d'aprile, anche se siamo in ottobre. E' inverosimile perché in Italia, con le pene dure che abbiamo, cose simili non potrebbero mai accadere. In Italia la gente colpevole di qualcosa - principalmente di corruzione e associazione a delinquere - rimane in galera per anni. O forse sto confondendo con qualche altro paese dove le pene da scontare sono cose serie?

Vigar

Mer, 26/10/2016 - 10:35

Stiamo ancora parlando della salerno - reggio calabria? 50 ANNI, DICO 50!!! Ma ci rendiamo conto in che paese viviamo e che popolo siamo?

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mer, 26/10/2016 - 10:46

Non c'è niente da fare: ogni maestro ha un solo allievo, e questo gli diventa infedele perchè è destinato anche lui a diventare maestro. Nietzsche

Paolorux

Mer, 26/10/2016 - 10:47

Penso che il Ponte sullo Stretto sia un progetto ambizioso, di cui si parla da anni, necessario per lo sviluppo del Meridione. Insieme alla Salerno-Reggio Calabria, potrebbe rappresentare la spina dorsale su cui innestare il rilancio del Sud Italia....('Perle di Saggezza' di Gianfranco Librandi)

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 26/10/2016 - 10:59

Quindi aspettiamoci autostrade fatte con la sabbia al posto del cemento e binari in volgare ferro al posto di acciaio....meglio andare a piedi.

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Mer, 26/10/2016 - 11:10

Scusate, ma quando la Raggi disse che non voleva le Olimpiadi del mattone con tutte le mangerie e truffe che comportavano, cosa disse il "venditore di pentole"? Se non è capace a garantirne la regolarità, non è capace neppure di fare il sindaco. Allora conclusione quanti sindaci incapaci ci sono in itaglia? E molti sono del PD.

Libertà75

Mer, 26/10/2016 - 11:20

il solito magistrato di destra che rovina gli affari del PD?

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 26/10/2016 - 11:23

BRRR...E questi sgovernanti spingono per avere le olimpiadi a Roma e il ponte sullo stretto? C'è da rabbrividire.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mer, 26/10/2016 - 12:26

.Oltre a quanto detto bisogna gestire meglio la tempistica, se per un'opera pubblica occorrono ragionevolmente due anni bisogna da subito dichiararne almeno Otto con divieto assoluto di superare tale data. Quattro PER (x) è il fattore moltiplicativo necessario per un paese sottosviluppato come il nostro. Pure qua ci sono ampi margini di risparmio si potrebbero evitare cantieri tipo Salerno Reggio Calabria in ballo da più di 40anni e tantissimi altri. Oltre a tutto ciò e non meno importante, si potrebbero evitare tanti finti processi, spesso costosi come l'opera stessa, dove non si arriva a capo di nulla, e se ci si arriva il colpevole viene condannato ad un buffetto sulla guancia e nei casi più gravi ad una tiratina d'orecchi

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mer, 26/10/2016 - 12:37

Ah dimenticavo, cominciate a preparare ed allestire le aule dei tribunalii per i prossimi sicuri processi contro il maggnna maggna assolutamente certo nella ricostruzione conseguente al recente terremoto. W l'Italietta

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 26/10/2016 - 12:51

Impossibile.... in Italia ???? non e' mai successo :):):):):)

Marcello.Oltolina

Mer, 26/10/2016 - 12:59

Trascorrono i decenni, si alternano i governi ma la corruzione prolifera, senza sosta - è evidente che i parlamentari nazionali hanno dimostrato ampiamente di essere il problema e non la soluzione -

Albius50

Mer, 26/10/2016 - 13:02

La situazione ITALIANA ormai è allucinante; non ci rimane ormai che appaltare i lavori ad aziende STRANIERE meglio i CINESI; i lavori procederebbero speditamente CON I COSTI PATTUITI.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 26/10/2016 - 13:05

Ormai non fa più notizia; è la prassi consolidata. Così normale che il costo della tangente viene conteggiata fra le spese generali. Quando e se succederà che, per qualche miracolo, si scoprano opere pubbliche e appalti in cui non ci siano mazzette e corruzione, datene notizia. Quello sì, sarebbe un vero scoop. Roba da premio Pulitzer.

carpa1

Mer, 26/10/2016 - 13:45

Questa sì che è una novità!!!!! Chi l'avrebbe mai detto che ci potesse essere corruzione nelle grandi opere!!!!!!! E in quelle piccole? Magari più modesta, ma pur sempre di corruzione si tratta. Ormai, in questo paese di m..., se ci fossero delle istituzioni veramente credibili (a cominciare dlla magistratura), basterebbe assieme allla chiusura dei bandi di appalto, aprire contestualmente un'inchiesta sulla corruzione. Capito come ci avete ridotti?

carlottacharlie

Mer, 26/10/2016 - 13:46

Ciumbia, che acume!

unosolo

Mer, 26/10/2016 - 14:22

prima vengono presi e dopo scagionati se aderenti o hanno inclinazioni sinistre , è storia , 120 tutti puliti l'ultima , quindi o sono incapaci chi controlla o sono troppo coperti gli altri. non esistono alternative , i santi proteggono , sarà per questo che nei covi di latitanti e capi trovano sempre santini e vangeli .

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 26/10/2016 - 14:31

Da semplice cittadino..ammesso che io non sappia ne' leggere ne' scrivere..ma la puzza di qualcosa che non andava l'avevo capito da tanto tempo sulla TAV..ma i magistrati che hanno studiato molto piu' di me, l'avevano capito?..Macche'...neanche per sogno..neanche per scommessa...neanche per idea..mi sembra che la Giustizia in questo disgraziato paese non esista proprio...

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 26/10/2016 - 14:55

Immaginiamo come sarebbe l'opera del Ponte sullo Stretto ..povera Italia..

Luca63

Mer, 26/10/2016 - 15:09

Gli altri giornali stanno facendo dei nomi: Monorchio, Lunardi Jr (che tra l'altro non sono certo di area centro sinistra...). Anche a voi risultano?

COSIMODEBARI

Mer, 26/10/2016 - 15:33

La Salerno-Reggio Calabria hanno cominciato a costruirla, se ricordo bene, il 21 gennaio del 1962 e sarebbe completata entro la fine del 2016. Ovvero dopo 46 anni per costruire circa 450 km. E solo adesso, sul finire, o quasi, ecco le eventuali tangenti saltare da qualche viadotto. Sempre per restare in zona, è bene ricordare che la Napoli - Salerno si iniziò a costruire a giugno del 1929 (si proprio 1929) per essere terminata a luglio del 1961. Ovvero 32 anni per costruire circa 56 km.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 26/10/2016 - 15:49

IL SIGNOR CANTONE COSA CI STA A FARE? CHE STIPENDIO PRENDE PER NON FARE IL SUO LAVORO?

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 26/10/2016 - 17:16

Basterebbe abolite i subbappalti per le opere dello stato come committente, basterebbe abolire le gare d'appalto al ribasso. E sarebbe un gran passo avanti.

Ernestinho

Mer, 26/10/2016 - 17:39

Si difenderanno dicendo che erano buste con ... gli auguri. Seriamente, oltre a mettere in galera i corrotti, le società inquisite devono essere liquidateeee, crioè scolte!!

mariod6

Mer, 26/10/2016 - 18:47

Per caso c'è anche la Salini ?? Quello che se non si fa il ponte sullo stretto va via dall'Italia??

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Gio, 27/10/2016 - 12:22

Certo ed anche comprensibile che gli italiani quando possono evadono il fisco. Sono perfettamente consapevoli del fatto che la graduatoria della corruzione del Paese, che assorbe una enorme quantità di fondi pubblici, inizia dai Partiti Politici e finisce con la Pubblica Accusa, come chiaramente risultato in un recente sondaggio.Penso che l'evasione fiscale si auto ridimensionerebbe se la corruzione nel settore politico e nella PA venisse, una volta per tutte eradicata o ridotta ad un livello tollerabile come lo è nel resto dell'Europa del nord più civile ed emancipata.