Trascinò donna in metro, reintegrato il macchinista

Atac ha reintegrato il macchinista sospeso dopo che una donna, rimasta incastrata nella porta del vagone, è stata trascinata dalla metro

È stato reintegrato il macchinista che a luglio era alla guida del treno della metropolitana B quando una donna era rimasta incastrata nella porta del vagone ed era stata trascinata per diversi metri, riportando numerose fratture.

"Atac ha concluso l'indagine interna e revocherà il provvedimento di sospensione a carico del macchinista", dicono dalla società, secondo cui l'uomo ha "alcune responsabilità", ma non ci sono gli estremi per licenziarlo, anche se "Atac valuterà eventuali ulteriori provvedimenti in funzione delle conclusioni dell'inchiesta aperta dalla magistratura".

La municipalizzata dei trasporti di Roma ha però precisato che "il dipendente non sarà impiegato nel servizio passeggeri, ma nella manovra dei treni in deposito". All'uomo, infatti. è stata sospesa l'abilitazione a guidare nel servizio di linea "fino ad eventuale nuovo accertamento d'idoneità".

Commenti
Ritratto di mircea69

mircea69

Mer, 06/12/2017 - 08:44

Atac sa bene che in Italia spadroneggiano i sindacati. Guai a mettersi contro.

BALDONIUS

Mer, 06/12/2017 - 08:57

In qualsiasi azienda privata uno così, per MOLTO meno sarebbe stato mandato a casa seduta stante. Invece all'Atac per essere licenziati cosa si deve fare? E poi ci prendono per i fondelli col fatto di risanare l'Azienda? Non c'è speranza e soprattutto non c'è la volontà.

Happy1937

Mer, 06/12/2017 - 10:14

Cosi`potrà trascinare qualche altra persona. Speriamo che la prossima volta si tratti di qualche capo/a sindacalista.