Unica italiana alle elementari: "Ero emarginata dagli stranieri"

La bambina unica italiana in una classe con 18 stranieri a Modena. La denuncia della madre: "Mia figlia discriminata dagli stranieri perché cristiana"

Chiamatela integrazione. O forse no. Non chiamatela affatto. Perché c'è veramente poco di intelligente nel costringere una bambina italiana a ritrovarsi sola in una classe di stranieri. E non serve neppure aggrapparsi al solito ritornello "gli altri alunni hanno solo un nome diverso, ma sono nati in Italia". E lo spiega bene la storia di una bimba di Modena, costretta ad abbandonare la scuola elementare perché rimasta unica bandiera nostrana in un'aula di vessilli multinazionali.

Riavvolgiamo il nastro. La settimana scorsa Rosaria, madre di una bambina che frequenta (anzi, frequentava) la seconda classe dell'istituto Cittadella a Modena, si è decisa a rendere nota ai giornali la paradossale situazione in cui si ritrovava sua figlia: sola in una classe con 18 immigrati. "Io non ho paura dello straniero - aveva raccontato la donna - ma vorrei che la scuola funzionasse correttamente. Nella situazione che si è venuta a creare è invece impossibile lavorare". Su di lei, come prevedibile, si sono riversate le polemiche di chi considera la sua protesta lesa maestà contro i principi dello ius soli ("chi nasce in Italia è italiano").

E invece bisognerebbe fermarsi ad ascoltare le parole di Rosaria. E riflettere. Intervistata ieri mattina ad Agorà su Rai3, la donna ha cercato di spiegare il disagio suo e di sua figlia nel vivere ghettizzata in una classe multiculturale. "Erano tutti di razze diverse - dice - rumeni, marocchini, turchi, filippini, cinesi, portoricani. Lei era l'unica italiana e veniva emarginata dagli altri bambini". Invece di ascoltare le sue ragioni, la conduttrice si concentra su un termine (razza) il cui solo suono fa accapponare la pelle ai buonisti. Non è però questo il punto. Il turbamento di Rosaria è reale. È il malessere di una mamma la cui figlia "alla fine veniva esclusa, perché quando faceva ricreazione lei era l'unica che si doveva integrare in mezzo agli altri bimbi stranieri. Ma noi viviamo in Italia...".

Le parole della madre smontano lo ius soli più di quanto non possano fare i numeri traballanti al Senato. Non sono i marmocchi il grattacapo, ma le famiglie in cui vivono. Che il più delle volte continuano a far crescere i figli secondo la loro cultura, senza cercare vera integrazione. "Il mio problema non sono i bambini - spiega la donna - perché tutti sono uguali. Il problema sono i genitori e come li educano. Mia figlia aveva invitato molti compagni a casa per fare i compiti insieme, solo che è sempre stato un 'no' continuo perché lei non era della loro stessa religione. Noi da piccoli abbiamo fatto i compiti con altri amici di scuola, a lei invece le era proibito perché è cattolica". "Era ghettizzata?", chiede la conduttrice. "Esatto, gli unici amici che poteva farsi erano quelli del catechismo".

Minoranza. È questa l'unica parola capace di descrivere ciò che ha vissuto la bimba modenese. Sentirsi minoranza in casa propria e rischiare pure di rimetterci in termine di formazione. "Alla fine della prima avevano iniziato a scrivere in corsivo e ora sono tornati a scrivere in corsivo maiuscolo", fa notare infatti la donna. "E quest'anno si è aggiunto un bimbo che non sa parlare la lingua italiana".

Subito dopo le proteste scatenate sui giornali, Rosaria ha ottenuto dal provveditorato il cambio scuola della figlia. Anche per lei è una sconfitta, visto che alla fine del primo anno era stata l'unica madre (su 5) a rimanere in quella classe. "Vorremmo però che la scuola fosse un posto dove davvero si pratica l’integrazione - spiega con la chiarezza di chi ragiona senza preconcetti - Una classe concepita in questo modo significa non avere minimamente presente quello che succede tra i nostri ragazzi. Non c'è integrazione perché al di fuori della scuola nessuno si viene ad integrare con mia figlia".

Commenti
Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mar, 17/10/2017 - 10:24

naturalmente per il Mullah Bergoglione va tutto bene cosi'

19gig50

Mar, 17/10/2017 - 10:26

Questa è una Nazione vergognosa.

Libertà75

Mar, 17/10/2017 - 10:29

ennesima denuncia di cristianofobia, e il governo che fa?

mutuo

Mar, 17/10/2017 - 10:30

Non avendo altri appigli la conduttrice ha pensato bene di evidenziare la parola Razza, per cercare di delegittimare la mamma. La situazione della bambina dimostra se pur ce n'era la necessità, che l'integrazione non la vogliono gli immigrati. Vengono in Italia perchè nel loro paese muoiono di fame, perchè hanno regimi dittatoriali, ma sono fanatici nel conservare la loro cultura. Se sono così orgogliosi potevano benissimo restare nei loro paesi tanto amati, o trasferirsi in paesi ricchisimi e con la loro stessa cultura e religione. Nessuno li ha chiamati in Italia.

perseveranza

Mar, 17/10/2017 - 10:33

Situazione inevitabile vista l'invasione cui siamo stati sottoposti. E sarà sempre peggio. E Berlusconi parla ancora di "moderati"? Qui ci vuole una inversione decisa di rotta altro che moderazione.

fedeverità

Mar, 17/10/2017 - 10:35

Tutti fuori!

giovanni951

Mar, 17/10/2017 - 10:40

una razza sicuramente esiste ed è quella degli idioti....ed è anche la più numerosa.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 17/10/2017 - 10:43

beh davvero niente male come "progetto di integrazione" per quello che sinistra e pd ci hanno voluto far credere; qui tra qualche anno più che integrazione sarà possibile parlare di INVASIONE completata con successo ai danni degli ITALIANI. Ma daltronde, che altro è possibile dire di CHI non ha saputo difendere la propria terra e i propri valori culturali da quella che, a tutti gli effetti, si stà rivelando un invasione seppur subdola e silente ?

ghorio

Mar, 17/10/2017 - 10:43

Il problema è uno solo: se gli italiani non si sposano e non fanno figli questa è la prospettiva. Quando all'accondiscendenza musulmana, la sensazione è che gli insegnanti applicano la teoria di favorire che gli dà la possibilità di lavorare, altrimenti saremmo alla disoccupazione anche in questo settore. Il detto longanesiano"Tengo famiglia" è sempre attuale.

amicomuffo

Mar, 17/10/2017 - 10:45

tranquilli, gli italiani finiranno nelle riserve, come gli indiani d'America! Diverremo animali da baraccone!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 17/10/2017 - 10:49

......Modena!!!....Pfui!!!!

roberto.morici

Mar, 17/10/2017 - 10:57

Mi consenta, Signora Rosaria. Non è che la sua figliola si sarebbe trovata in difficoltà a comunicare con i nuovi piccoli amici, non conoscendo la loro lingua ritardando, quindi, il "suo" processo di integrazione alla loro diversa cultura?

Tms

Mar, 17/10/2017 - 10:59

beh, forse ancora non ha capito come funziona l'integrazione: siamo noi che dobbiamo togliere le croci, siamo noi che dobbiamo smettere di mangiare il salame, siamo noi che dobbiamo coprire le statue, è la figlia che si deve integrare in loro, non il contrario.

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Mar, 17/10/2017 - 11:10

Bravi modenesi, continuate a votare PD.

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 17/10/2017 - 11:17

arrivano tutti qui a fare i padroni a casa nostra !!! e vogliono dargli pure lo IUS SOLI ....Puro suicidio della nostra civiltà

CarlSchmidt

Mar, 17/10/2017 - 11:20

Una conferma importante che l'integrazione passa per la cultura e non per il luogo di nascita. In più, la religione musulmana è un potente fattore di separazione, voluto dagli stessi musulmani. E' importante rendersene conto e adottare scelte che impediscano il crearsi di condizioni favorevoli a questo estremismo culturale/religioso.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 17/10/2017 - 11:32

oggi non ho linea con i censori !

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 17/10/2017 - 11:38

questo governo ci ha reso tutti stranieri in Patria e si prepara a sottomerci ai 'cittadinati'. La domanda è: sono cxxxxxi o venduti?

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mar, 17/10/2017 - 11:43

La parte che più mi preoccupa di quest'articolo è la seguente "...Come noi da piccoli abbiamo fatto i compiti con altri compagni di scuola a lei le era proibito perché non era della stessa religione, ma era di religione cattolica...". Riuscite a comprendere la portata di queste parole?

clod46

Mar, 17/10/2017 - 11:44

Tutto questo dipende dall'immigrazione incontrollata che sta avvenendo nel nostro paese, perché se ci fosse stato un controllo serio dell'immigrazione come è avvenuto per gli emigranti italiani nel recente passato verso gli altri stati, tutto questo non si verificherebbe. Io ricordo i molti amici emigrati quando ritornavano in patria mostravano con orgoglio il modo di vivere che avevano appreso dal paese ospitante, che sicuramente era molto diverso dalle abitudini delle misere campagne da dove partivano i nostri connazionali. Ecco qui si poteva parlare di integrazione vera, non quella che paventano questi nostri ottusi governanti a cui facciamo di tutto cuore gli auguri di tornare presto alla loro case e di non tornare più a governare.

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mar, 17/10/2017 - 11:44

giovanni951 - non riesco a capire il nesso con la questione trattata nell'articolo. Quindi stando al suo commento gli stranieri sono tutti idioti?

maria angela gobbi

Mar, 17/10/2017 - 11:45

ho già detto e ridetto-e mi piacerebbe sapere come sono valutati gli alunni NON italiani---poverini qui....poverini là.... e alle Medie e alle Superiori .... i musulmani fanno EdMusicale?le bambine idem EdFisica?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 17/10/2017 - 12:04

la buona scuola el renzi..e della sinistra

Ritratto di Shark-65

Shark-65

Mar, 17/10/2017 - 12:17

La conduttrice, se proprio non voleva schierarsi dalla parte più "ragionevole" della questione doveva almeno evitare di fare la moralista. Cosa c'entrava ribadire il concetto di "Razza" o, addirittura, dire che comunque quei bambini sono nati in italia e quindi italiani come la bambina vessata dalle istituzioni? Mi piacerebbe vedere se ci fosse sua nipote in quella situazione... Già i nostri studenti, rispetto a quelli di altri paesi, finiscono il percorso scolastico obbligatorio che parlano a malapena l'italiano, figuriamoci questa bimba tra 5 anni che cosa avrà imparato del programma scolastico. Che senso ha inserire 1 italiano in una classe di stranieri?

illupodeicieli

Mar, 17/10/2017 - 12:34

Pensavo che i filippini fossero , per lo più, cattolici: portoricani e rumeni non lo so. Marocchini e turchi, ok, musulmani; cinesi ...boh? In ogni caso non è di oggi una storia come questa:il punto è che anche alle medie, se ci andranno, questi stranieri non è mica detto che abbiano imparato l'italiano, e a comunicare: sopratutto se hanno insegnanti donne, i maschi musulmani non le rispettano.

agosvac

Mar, 17/10/2017 - 12:41

Ma siamo sicuri che la squola( così scriverebbe la signora fedeli dato il suo grado di istruzione!) voluta dal ministro dell'istruzione funzioni nel modo corretto????? Come si può consentire un'aula con tutti stranieri tranne una povera bimba italiana??? Certo non è che se la mangino, ma con chi potrebbe dialogare visto che nessuno degli stranieri conosce l'italiano??? Ci vuole un minimo d'intelligenza nell'organizzare le aule scolastiche.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 17/10/2017 - 13:00

Mi risulta che anche i bambini di "razza" rumena, filippina e portoricana siano cristiani...

ItaliaSvegliati

Mar, 17/10/2017 - 13:15

Li avete voluti, li avete VOTATI, E ADESSO TENETEVELI... CON TUTTI I PDIOTI,!!!!

Malacappa

Mar, 17/10/2017 - 13:32

Cacciamoli siamo ancora in tempo,sti soggetti non sono qui per integrarsi ma bensi'per dominarci recuperiamo il nostro paese

Raoul Pontalti

Mar, 17/10/2017 - 14:36

@Cinghiale rispondo a Te perché mi hanno cassato il commento che sbugiarda la signora.. E' una bufala! romeni (maggIoritari), portoricani e filippini sono cristiani (ortodossi i primi, cattolici gli altri salve le solite eccezioni protestanti), i cinesi sono per lo più buddhisti o confuciani, dunque solo turchi e marocchini sono islamici in quella classe e dubito che rappresentino la maggioranza. Poi vi il solito scimunito che parla di immigrazione incontrollata quando si tratta chiaramente di schiavi fatti entrare per la gioia dei padroni da tutti i governi compresi quelli olgettin-leghisti.

napolitame

Mar, 17/10/2017 - 14:43

"il governo che fa?" fa quello che deve fare. fa schifo.

giovanni235

Mar, 17/10/2017 - 14:58

Questo è il futuro che spetta agli italiani.Con i governanti porci che ci ritroviamo non c'è altra via possibile.

gisto

Mar, 17/10/2017 - 15:07

La "razza" esiste,è il modo con cui viene utilizzata che è sbagliato.E' un modo per poter classificare gruppi di popolazioni con stessi caratteri somatici.Ad esempio io amo tutti i cani di qualsiasi "razza".Amo tutti gli uomini di qualsiasi razza e non sopporto tutti gli uomini maleducati,violenti,strafottenti,intolleranti di qualsiasi razza siano.

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 17/10/2017 - 15:23

la sinistra ha un tarlo nella testa.. un obiettivo finale cui aspira dai tempi di una rivoluzione mai compiuta ed oggi a portata di mano.- far giungere qui i milioni di bimbi africani ed inserirli nelle nostre scuole. far giungere milioni di africani ammalati e dar loro le cure necessarie. far giungere milioni di affamati avventurieri bisognosi e sistemarli nelle nostre case dandogli un mensile. ai milioni stufi del sole caldo africano spettano i nostri hotel magari con piscina. mi fermo qui...ma la realtà va oltre.- una sinistra Malata..come malata è la base su cui si fonda la religione islamica. e il mondo (sano) deve fare i conti con queste due Patologie.

mutuo

Mar, 17/10/2017 - 15:35

X Dreame_66 @ Dalla tua precisazione affiora inconfutabilmente la tua cultura "sinistra". Non ti preoccupare però fra qualche decennio capirai i danni che avrà provocato la cultura sinistrorsa. Saluti

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 17/10/2017 - 16:24

Visto che l'integrazione esiste? Da parte degli italiani, però!!!!! Che delusione.

killkoms

Mar, 17/10/2017 - 16:37

questa è l'integrazione di cui la sinistra si ampie la bocca!

Tuthankamon

Mar, 17/10/2017 - 17:10

Che schifo di Paese! Sapete dove vi potete mettere lo ius soli? Interrompere l'immigrazione incontrollata con ogni mezzo; scoraggiare le partenze all'origine; espellere in massa e senza esitazione; mandare a casa i politici e i giudici che non fanno il nostro interesse! È tardi!

Lugar

Mar, 17/10/2017 - 17:27

Se vogliamo vedere, gli italiani non fanno più figli per ovvi motivi economici, i pochi giovani rimasti vanno via pertanto ci rimagono i vecchi e gli immigrati. Tra 10 anni saranno soli immigrati, e la religione di stato sarà l'Islam.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 17/10/2017 - 17:52

mutuo: non nascondo di essere rimasto attonito di fronte ad una donna (peggio... una madre) che parla di "razza" riferendosi a dei bambini. Ribadisco inoltre (non è una mia opinione ma un fatto) che rumeni, filippini e portoricani sono cristiani per la stragrande maggioranza. Se per te confutare parole che denotano cattiveria e ignoranza significa avere una cultura "sinistra" resto sinistro tutta la vita. P.S. Mi spiace sinceramente per la povera bambina ma io stesso avrei parecchie riserve nel consentire a mia figlia di frequentare la casa di tali persone.

fabioerre64

Mar, 17/10/2017 - 18:23

Ho provato a scrivere ciò che hanno poi scritto Dreamer 66 e Raoul Pontalti ma, come spesso succede, non sono stato pubblicato... adesso, nella speranza di venire pubblicato, vorrei dire a mutuo che io sono di destra ma Dreamer 66 ha ragione, i rumeni, i filippini ed i portoricani sono cristiani in maggior percentuale persino di noi italiani, i cinesi sono atei e buddisti, di mussulmani ci sono solamente i marocchini ed i turchi. Resta il fatto che considero allucinante che in Italia ci possa essere una classe con 1 solo bambino italiano su 19, anche io, pur non essendo razzista, avrei tolto mia figlia da una tale classe, ma non certo per problemi di religione.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 17/10/2017 - 18:32

Li avete voluti e accolti e ora vi lamentate? Per chiarimenti chiedete al PD.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 17/10/2017 - 18:41

Dreamer_66 17:52 scrive . "non nascondo di essere rimasto attonito di fronte ad una donna (peggio... una madre) che parla di "razza" riferendosi a dei bambini" - - - Con tutta la migliore predisposizione mentale, non riesco sinceramente a capire questa mania di criminalizzare da un po' di tempo parole che prima non suscitavano alcuna reazione negativa. "Razza" non va bene (e solo se riferita a bambini) ? Cosa doveva dire al posto di "Erano tutti di razze diverse" per non incorrere nelle ire funeste ? Stirpe, etnia, nazionalità o cos'altro ?

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 17/10/2017 - 18:50

Razza non è (almeno non si dice), ma qualcuno illuminato mi dica qual è la parola giusta per definire le differenze di colore, fisiognomica, statura, ecc, che esistono tra gli esseri umani. "Non è razza, è..." Grazie dell'aiuto, attendo fiducioso. Sekhmet.

Maura S.

Mar, 17/10/2017 - 18:58

xRaul Pontalti. = Sono loro che hanno deciso di venire in Italia e naturalmente essendo migranti se la prendono con gli italiani, anzi con i nostri ragazzi. Sono mesi che lei ci sta rompendo i zxxxxxi con i suoi commenti tutti contro noi italiani VERI. Dopo l'ultima guerra l'Italia si è rimessa in piedi da sola, senza l'aiuto di questa a maramaglia che pretendono tutti i servizi, pagati dai soliti pantaloni, senza adattarsi alla nostra costituzione. Noi non li vogliamo, ognuno a casa sua, , e speriamo chela svolta dell'Austria sarà una sferzata agli altri altri paesi per riprendersi la situazione in mano.

mariolino50

Mar, 17/10/2017 - 19:01

Dreamer_66 Perchè la parola razza è un'offesa, sui libri di antropologia cè scritto così, tre gruppi bianca, gialla e nera, divisi poi in tanti sottogruppi. Le piace di più dire etnia, la sostanza non cambia, le differenze fisiche si vedono a occhio, e quelle interne appena aprono bocca, specialmente i muslim, provare per credere.

Maura S.

Mar, 17/10/2017 - 19:06

xdreamer_66 = Non è solamente un fatto di religione, questi personaggi vengono in Italia e pretendono di comandare. IO che ho girato metà mondo da quando ancora adolescente, non ho mai preteso di alzare la cresta in un paese che non era il mio. Immagino un suo figlio, se ne avesse uno, in una classe di stranieri, perché stranieri lo sono, e gli stranieri all'estero di solito si uniscono per estraniare il ragazzo originario del paese. Le sue conclusione sono un insulto alla nostra RAZZA ( italianità)

effecal

Mar, 17/10/2017 - 20:05

i pdioti buonisti della minkia distruggono tutto quello che gli passa fra le mani. Veramente brutta gente.

Una-mattina-mi-...

Mar, 17/10/2017 - 20:34

DENUNCIARE IMMEDIATAMENTE TUTTI I GENITORI DEGLI STRANIERI PER ISTIGAZIONE ALA DISCRIMINAZIONE E VIOLAZIONE DELLA LEGGE MANCINO

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 17/10/2017 - 20:34

Dobbiamo solo ringraziare la sinistra e i beceri buonisti.

paolinopierino

Mar, 17/10/2017 - 20:42

Questa povera bambina non è certo l'unica obbligata dalla feccia del PD solo per danari tanti e voti tanti a frequentare in Italia la scuola in un dove lei è l'unica italiana La feccia umana che governa illegalmente questo paese, era bello una volta ,oggi è immondo ha imposto l'invasione in maggioranza di gentaglia di gentaglia chi paga per questo schifo? I nostri figli e nipoti che sono obbligati a frequentare scuole piene di stranieri Bologna è messa uguale,lo schifo continua Siamo razzisti ? No siamo solo patrioti l'Italia agli italiani

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 17/10/2017 - 22:16

Ma loro, gli stranieri non si possono accusare di razzismo, vero? Solo gli italiani? Diktact comunista?

Tarantasio

Mar, 17/10/2017 - 22:57

il futuro è qui, vita da colonizzati prima e da schiavizzati poi...

gianni59

Mar, 17/10/2017 - 23:12

chi la fa l'aspetti....

gianni59

Mar, 17/10/2017 - 23:14

una volta al nord non si invitavano i meridionali a casa, ora è tutto normale (anzi la maggior parte dei "nordici" sono di origine meridionale). Mi sembra che col tempo l'emarginazione sia finita e l'Italia esista ancora......

apostrofo

Mer, 18/10/2017 - 00:00

E' inutile protestare contro il governo. E' successo esattamente quello che voleva. E non finisce qui. Ci saranno le elezioni. Indovinate a chi daranno il voto i neoitaliani ? Questa è una vittoria elettorale, e non solo, il cui progetto parte da lontano. Napolitano ne sa qualcosa

Popi46

Mer, 18/10/2017 - 07:03

Gianni5999999,svegliati! I meridionali ingiustamente allora trattati erano italiani con la nostra storia e la nostra cultura...IO NON VOGLIO INTEGRARMI CON CHI PRATICA L'INFIBULAZIONE (ad esempio)

Silviovimangiatutti

Mer, 18/10/2017 - 07:07

Speriamo che gli Italiani ricomincino a fare figli. Più dei genitori islamici.

parsifal25

Mer, 18/10/2017 - 08:20

Il mio timore è che ci sono conduttrici come questa pagate con i soldi dello stato su tv di stato.

bludgeon

Mer, 18/10/2017 - 08:30

Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur...... continuiamo a discutere , continuiamo....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 18/10/2017 - 09:12

la bambina doveva integrarsi ai "nuovi" italiani.fedeverità no tutti fuori fuori il PD sarà sufficiente.

carpa1

Mer, 18/10/2017 - 10:15

(parte 1 di 2)Purtroppo abbiamo pure una razza che, dichiarandosi impropriamente italiana, rema contro il nostro paese. E’ la razza, e bisogna dirlo ben chiaro, di quegli schifosi individui anti italiani che frequentano anche la nostra classe (del giornale) e che trovano tutte le scuse più strampalate per difendere l’indifendibile: l’invasione di clandestini voluta e finanziata da una becera sinistra che da troppo tempo si permette di scialacquare le tasse pagate dagli italiani per mantenere non chi avrebbe diritto di “protezione internazionale” (scusa venduta da sempre come un qualunque prodotto scaduto di televendita), bensì individui senza arte né parte in cerca del paese del bengodi quando, invece, se veramente nei rispettivi paesi hanno difficoltà a vivere, dovrebbero là rimboccarsi le maniche come hanno sempre fatto gli italiani a suo tempo.

carpa1

Mer, 18/10/2017 - 10:16

(parte 2 di 2)L’Italia, uscita massacrata da due guerre devastanti, ha forse mandato i suoi cittadini in giro per il mondo, come clandestini, ad occupare gratuitamente tutto l’occupabile? O non hanno forse gli italiani (quelli veri) lavorato sodo per ricostruire il paese? I parolai lazzaroni e parassiti li abbiamo avuti e li abbiamo ancora tra di noi, da sempre li manteniamo e destiniamo loro continuamente risorse nella illusoria speranza che si ravvedano ed imparino a camminare con le loro gambe; però questi cialtroni ci bastano ed avanzano e non possiamo permetterci di continuare ad ingrossare le loro fila con clandestini provenienti da ogni dove e, per di più, arroganti e totalmente irrispettosi di leggi, usi, costumi e valori del popolo italiano.