Vaticano, arrivano i documenti "contro" l'ideologia gender

Il Vaticano sta per rilasciare due documenti sulla cosiddetta "ideologia gender". Dopo Amoris Laetitia, arrivano altre linee guida. Ecco le anticipazioni

Il Vaticano è a lavoro per rilasciare due documenti sull'ideologia gender. La Congregazione per la Dottrina della Fede, che è presieduta da monsignor Ladaria, e la Congregazione per l'Educazione Cattolica, il cui prefetto è invece il cardinale Giuseppe Versaldi, stanno per diffondere due testi sulla tanto dibattuta teoria.

A darne notizia è il sito Lifesite News, che in questo articolo ha riportato come il fine della seconda pubblicazione citata non sia quello di entrare a gamba tesa nel dibattito culturale in corso, ma di insistere su "importanti principi educativi". Papa Francesco, del resto, ha più volte accusato il gender di essere portatore sano di una "colonizzazione ideologica". "C'è una guerra mondiale per distruggere il matrimonio, non con le armi ma con le idee", ha dichiarato il pontefice della Chiesa cattolica durante un incontro in Georgia due anni fa. Se c'è un aspetto per il quale Bergoglio non è quasi mai stato attaccato dai cosiddetti cattolici "tradizionalisti", questo è rappresentato proprio dalla lotta del papa nei confronti delle "arme ideologiche". "La Bibbia - ha sottolineato Francesco nello storico meeting di Tbilisi del 2016 - dice che Dio ha creato l'uomo e la donna a sua immagine, cioè l'uomo e la donna che si fanno una sola carne e sono così l'immagine di Dio". Quelle parole non furono seguite dalle consuete polemiche.

In una circostanza specifica Bergoglio è stato associato al gender in termini di "accettazione" di quella che sarebbe una vera e propria ideologia. Quando, nell'estate del 2015, l'ex arcivescovo di Buenos Aires, avrebbe in qualche modo invitato ad andare avanti e benedetto Francesca Pardi, autrice di libri come "Piccolo Uovo", "Piccola storia di una famiglia: perché hai due mamme?" e "Qual è il segreto di papà ?". Libri riguardanti storie e/o coppie omosessuali, insomma, che il pontefice argentino avrebbe in qualche modo avallato. La Santa Sede, in quell'occasione, fece sapere che: "La benedizione del Papa nella chiusa della lettera - che doveva restare privata e personale - è alla persona e non a eventuali insegnamenti non in linea con la dottrina della Chiesa sulla teoria del gender, che non è minimamente cambiata, come più volte ha ribadito anche recentemente il Santo Padre". La missiva, insomma, sarebbe stata strumentalizzata.

L'arcivescovo Vincenzo Zani, che è il segretario della Congregazione per l'Educazione del Vaticano, ha sottolineato, rispetto al documento che dovrebbe essere pubblicato nel corso dei prossimi mesi, come la Chiesa debba mantenere un ruolo centrale per l'educazione dell'uomo nella sua integrità. Zani, citando l'esortazione apostolica Amoris Laetitia, ha ribadito la condanna di una "società senza differenze sessuali". Il gender, quindi, contribuirebbe ad eliminare le stesse "basi antropologiche della famiglia".

Il Vaticano sembra deciso a rilasciare delle vere e proprie "linee guida" di contrasto educativo al gender. Nella recente lettera Placuit Deo, infine, monsignor Ladaria ha fatto riferimento agli avvertimenti di Papa Francesco sul gender contenuti in "Amoris Laetitia": un'esortazione apostolica che ha fatto molto discutere per l'accesso ai sacramenti per i divorziati risposati, ma che è molto chiara su argomenti come l'utero in affitto, le nozze tra coppie omosessuali e il diritto alla vita.

Commenti

tosco1

Ven, 16/03/2018 - 17:46

Io credo che la discussione sia tutta una messa in scena, e penso che,colui che usa dire "ma chi sono io per giudicare!" dara' il via libera anche a questa nuova liberalizzazione. Della serie: si fa del bene in tanti modi, ed essere molto rigidamente dottrinali non va di moda.

stefano751

Ven, 16/03/2018 - 20:33

Ma scusate, falsamente si attende cosa dice il Papa o i vescovi su alcune ideologie, ma non abbiamo ancora capito che Il Vangelo è il punto di riferimento e parla molto chiaro contro le ideologie gender, e quindi chi propaga queste ideologie è un eretico pericoloso. Ma dietro queste false ideologie che si stanno propagandando per distruggere la famiglia ci sono organizzazioni potentissime che vogliono distruggere il cristianesimo, fare a meno di Dio e robotizzare la famiglia: i figli si potranno comprare e farli in laboratorio, queste sono ideologie naziste e narcisistiche che porteranno il mondo alla rovina più della guerra atomica.