Vittima del Taharrush: "Mi hanno violentata e hanno tagliato il seno"

Un'altra vittima del gioco rituale arabo che umilia le donne per strada, noto come "Taharrush Gamea". La testimonianza della giovane aggredita: "Mi dicevano che ero una sgualdrina svedese"

Nathalie Hager stava tornando a casa quando, improvvisamente, un gruppo di uomini arabi l'ha aggredita fuori da una chiesa. Inutili i tentativi di respingere le aggressioni, la donna ha riportato diverse ferite.

Il vile attacco ha avuto luogo martedì scorso a Nora, una pittoresca cittadina a ovest di Stoccolma. "Mi hanno picchiata e tagliato parte del mio seno e nel frattempo mi davano della sgualdrina svedese", spiega Nathalie. La 29enne è sulla via di ritorno verso casa e si accorge che alla sue spalle c'è un gruppo di uomini che la pedinano. A quel punto, avendo capito le loro intenzioni, chiama il fidanzato e poi inizia a correre, ma dopo circa 100 metri gli uomini la raggiungono e l'incubo ha inizio.

Mi hanno sbattuta per terra e trascinata per i capelli in un vicolo. Non ricordavo che mi avessero picchiata, ma ho il viso ricoperto di lividi. Inoltre mi hanno scorticato il seno con un coltello o un rasoio, le ferite sono profonde ed evidenti. Sulle braccia, da dove mi hanno tenuta, ho dei grossi ematomi", racconta Nathalie. A causa dei forti colpi ricevuti sulla testa, la giovane svedese ha avuto vuoti di memoria momentanei. Miracolosamente, la ragazza riesce a divincolarsi e a scappare. Mentre fuggiva dagli aggressori vede il fidanzato a 50 metri di distanza ma a quel punto gli uomini erano già scappati. Subito dopo il triste episodio Nathalie si è recata in questura per denunciare i fatti. Stando alla sua testimonianza, i violentatori avevano tra i 30 e i 35 anni e parlavano un dialetto siriano. Uno di loro portava un cappellino da baseball e gli altri cappelli invernali. La ragazza ricorda i termini che le venivano rivolti: "Erano solo offensive: "sgualdrina svedese", "donnaccia" e così via. Nessuna di senso compiuto. Credo che non parlassero svedese a parte alcune parole, quindi ho immaginato fossero richiedenti asilo", conclude la giovane.

Annunci
Commenti

KAVA

Lun, 07/03/2016 - 12:39

Secondo la sua testimonianza parlavano un dialetto siriano? Com'è il dialetto siriano???

releone13

Lun, 07/03/2016 - 12:40

dunque...questi NON PARLAVANO SVEDESE....però lei ha capito che parlavano UN DIALETTO SIRIANO.....NEMMENO LA LINGUA SIRIANA, PROPRIO UN DIALETTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!......caspita....tutto questo mentre la violentavano.........che presenza di spirito!!!!

precisino54

Lun, 07/03/2016 - 12:44

Unico commento possibile: mai che ad essere vittime di questi selvaggi primitivi ci sia uno/a di quelli che li ha voluti. Ci siamo messi le serpi in seno, o meglio per gli interessi di qualcuno siamo arrivati a tutto ciò, e questo è il risultato|

ziobeppe1951

Lun, 07/03/2016 - 12:49

PAZZESCO...come si possa far entrare nella (fu) civile Europa, dei selvaggi trogloditi, ci vuole la pena di morte, vero elkid?

Raoul Pontalti

Lun, 07/03/2016 - 13:05

In Svezia la glottologia semitica è scienza diffusa e ben studiata e la sua applicazione offre anche la capacità di distinguere il dialetto siriano da quello irakeno piuttosto che libanese o palestinese....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 07/03/2016 - 13:29

ma le case e le donne di una sinistra buonista cos'hanno da farsi riconoscere per non essere bersagliati. Non sento mai un sinistrato che gli abbiano visitato casa o donna di sx che l'abbiano violentata...a sì forse una, a Ventimiglia, ma poi basta.

routier

Lun, 07/03/2016 - 13:38

Se non è una bufala, (ultimamente il credito giornalistico non è sempre ai vertici) cosa dire dei benpensanti, quando affermano che i Paesi comunitari che vogliono chiudere le frontiere sono antieuropei? I casi sono due: o non leggono le cronache quotidiane, o sono in malafede. (che è peggio)

corto lirazza

Lun, 07/03/2016 - 13:40

Piccole intemperanze di disperati fuggiti dalla guerra, dalle violenze e dalla fame. Fra un paio di secoli si integreranno

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 07/03/2016 - 13:54

I miei AUGURI SINCERI alla poverina che sotto shock probabilmente si è sbagliata : non era un dialetto siriano ma il grufolio dei pidioti sinsitrorsi che scassano la uallera anche su codesto Giornale!

lisanna

Lun, 07/03/2016 - 14:49

scusatela brutalità , ma spero che di questi episodi ce ne siano sempre di più : la Svezia vuole accogliere tutti i musulmani ? se li tenga! è il paese europeo col più alto tasso di antisemitismo (politico), è in vetta alle classifiche per il BDS, per la simpatia per Hamas, per la causa palestinese, e l'unico pericolo mondiale è Israele.Nascondendo le brutalità , come stanno facendo polizia e media,si avrà il risultato di aumentare il favore per i partiti xenofobi

moshe

Lun, 07/03/2016 - 15:20

C'è qualche partito SERIO che si può occupare di fare un referendum sull'introduzione della pena di morte?

gigi0000

Lun, 07/03/2016 - 15:47

La sola soluzione sono le bombe atomiche tattiche.

Raoul Pontalti

Lun, 07/03/2016 - 16:20

@moshe un partito serio in quanto tale non può proporre l'indizione di un referendum per l'introduzione della pena di morte in Italia perché, sorvolando sul fatto che i referendum propositivi esistono solo a livello locale, a) la Costituzione ha espressamente abolito la pena di morte; b) non esistesse il divieto esplicito costituzionale di reintroduzione della pena di morte esiste la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, sottoscritta dall'Italia, che ha abolito la pena di morte e infatti, eccettuata la Bielorussia che non fa parte del Consiglio d'Europa, tutti i paesi europei hanno abilito anche nominalmente la pena di morte (altra eccezione: la Russia che nominalmente non l'ha abolita ma di fatto sì in ottemperanza alla Convenzione). Si può discutere a livello accademico sulla pena di morte, ma politicamente no perché è abolita a livello europeo.

Blueray

Lun, 07/03/2016 - 16:24

La Svezia che sembra abbia sperimentato la castrazione chimica (come noto non definitiva) su soggetti pedofili, non riesce a fare altrettanto nei confronti di questi baldi giovani uomini in perenne crisi di astinenza? Oltretutto sembra che oltre alla libido abbassi di molto anche il tasso di violenza che spesso questi disperati esercitano per ripicca di non poter disporre delle donne a loro piacimento!

Aegnor

Lun, 07/03/2016 - 16:26

Tutta la mafia rossa europea oscura i siti che denunciano i crimini dei clandestini,tutto viene insabbiato,i crimini sono centinaia ma ne emergono il 5/6%,stranamente non sono altrettanto celeri nell'oscurare i siti fondamentalisti o quelli dei rom tipo"Uccidi un Italiano"

linoalo1

Lun, 07/03/2016 - 17:05

Sempre di più bisogna far valere:l'Europa ai Veri Europei!!!!

Ritratto di MaxVetter

MaxVetter

Lun, 07/03/2016 - 17:15

A quanti fanno battute sulla questione del dialetto siriano (particolare che ovviamente ha colpito pure me) offro una possibile spiegazione, dalla foto la vittima non mi sembra il prototipo della perfetta svedese, bionda e dagli occhi azzurri, magari è pure lei di orgine araba e questo potrebbe aver contribuito a scatenare la rabbia dei tizi in questione. Ma fino a che la polizia non la denunciasse per simulazione di reato per me la cosa è credibile e lei resta la vittima di questo brutto episodio. Non vi è mai capitato di trovarvi all'estero e sentire qualcuno che parlava in italiano con un forte accento dialettale e riconoscerlo? La lingua araba è comune a tutto il mondo arabo ed un arabo sa ben cogliere le inflessioni dialettali. Poi mi sono preso la briga di guardare su qualche giornale svedese e lì compare che la vittima ha rapporti con il mondo arabo, forse per lavoro e quindi altro motivo per riconoscere un'inflessione dialettale.

Una-mattina-mi-...

Lun, 07/03/2016 - 17:57

Ed ecco l'EUROPA COL SEGNO PIU'-Più aggressioni barbare da uomini selvatici

cabass

Lun, 07/03/2016 - 18:25

"Un giorno i loro costumi saranno i nostri." (L. Boldrini); "Sono una risorsa, ci pagheranno le pensioni." (II.VV.) PS: II.VV. significa "imbecilli vari".

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Lun, 07/03/2016 - 19:03

Raoul Pontalti le so tutte!!!!

Pinozzo

Lun, 07/03/2016 - 19:18

Pero' strano che ne parlino solo dei giornali online di estrema destra, siamo sicuri che non sia una bufala?

Una-mattina-mi-...

Lun, 07/03/2016 - 20:49

Caro Pinozzo, purtroppo le fonti citate sono le ultime che sfuggono alla censura, in attesa di un erdogan nostrano

Algenor

Lun, 07/03/2016 - 22:53

@Raul Pontalti, un partito o coalizione non puó indire un referendum sulla pena di morte ma se ha la maggioranza parlamentare puó cambiare la costituzione modificando i poteri della corte costituzionale perché lasci al parlamento la decisione finale sull'abrogazione o meno di una legge giudicata incostituzionale e sempre con le apposite procedure previste dall'art.138 puó modificare la costituzione stessa proprio nella parte riguardante la pena capitale. Quanto alla convenzione europea sui diritti dell'uomo si tratta di un trattato internazionale ed un paese puó denunciare un trattato internazionale ed abbandonarlo.

MauroPerna

Mar, 08/03/2016 - 01:15

Sono contrario all'immigrazione selvaggia che sta subendo l'Europa... come sono contrario però alle notizie FALSE (parlo in generale e non parlo di questa notizia!) che servono solo ad aumentare la paura (come se nn dovessimo già averla per motivi reali!!!). Entrando nel merito, non so se questa notizia sia falsa o meno...ma se cercate su Google Notizie o su internet non si trova alcuna traccia. Non dico che questo articolo sia falso, per carità....ma strano che nessuno ne parli.....bah...

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 08/03/2016 - 08:58

sara' difficile capire come si e' accorta che parlavano "dialetto siriano" ma al dj la di questo? profugo non vuol dire automaticamente brava persona..anzi potrebbero essere tutti delinquenti o quasi..non e' detto che se uno scappa da qualcosa o qualcuno..debba avere diritti a prescindere..chi sei? cosa hai fatto? cosa vuoi fare?