Vittorio Sgarbi fa mea culpa: "Con Vendola ho sbagliato"

Il critico d'arte: "Ho molto riflettuto sulle mie intemperanti e violente riflessioni sulla vicenda di Nichi Vendola e del suo compagno. Non mi condivido"

Una sorta di mea culpa. Vittorio Sgarbi fa dietrofront su Nichi Vendola. "Ho molto riflettuto sulle mie intemperanti e violente riflessioni sulla vicenda di Nichi Vendola e del suo compagno. Non mi condivido", scrive il critico d'arte. Che poi ha aggiunto: "Non so se ho sbagliato, ma certamente mi sono occupato di questioni che non mi riguardano. Da questo punto di vista ho certamente sbagliato".

Tuttavia, Sgarbi non cambia la sua opinione: "La paternità e la maternità non sono un diritto, ricercarle con gli strumenti che oggi la scienza consente è una forma di egoismo".

Infine, Sgarbi scrive: "Che una coppia, come Vendola e il suo compagno sono, si preoccupi di aiutare un bambino che ha bisogno di loro, cercandolo, adottandolo, proteggendolo, rinunciando, loro adulti, al loro bisogno di avere un bambino fatto a loro immagine somiglianza. Questo è il mio pensiero. E mi dispiace la violenza in cui l'ho espresso nella prima versione".

Commenti

Agev

Lun, 07/03/2016 - 12:10

Infatti.. Chi chiede diritti è ancora schiavi .. Si pensa come uno schiavo e traduce una realtà da schiavo.. Chi nasce o diviene libero .. E' semplicemente Suo Onore e dovere ... Questa e solo questa è trasmutazione della realtà.. Il resto viene da se. Gaetano

MARCO 34

Lun, 07/03/2016 - 12:25

Non conosco ciò che Sgarbi ha detto o scritto prima di questo dietrofront, ma penso che forse sarebbe stato meglio pensarci prima. Anche molti assassini si pentono dopo...

milope.47

Lun, 07/03/2016 - 12:31

Ciao Sgarbi. Sulla tua prima opinione sono d'accordo. Sul tuo infine......devo ammettere che non ho capito niente!!!!.

MOSTARDELLIS

Lun, 07/03/2016 - 13:19

Caro Sgarbi, i due quel bambino lo hanno comprato su commissione, forse ti sfugge questo piccolo particolare...

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 07/03/2016 - 13:35

E se sti due fuffi avessero adottato un cane? Non era forse meglio?

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 07/03/2016 - 13:53

Questa “seconda versione” di Sgarbi sembra un responso della Sibilla e non è convincente. Sembra scritto sotto dettatura. Ricordiamoci che, di recente, proprio a causa di un suo messaggio su facebook, in merito alle unioni gay, ha ricevuto anche minacce di morte. Ecco cosa scrisse: “La famiglia è un padre ed una madre. E una madre non può essere uno con la barba o i baffi.”. Parole sante che non rinnega, ribadendo il concetto. Questa “seconda versione”, più morbida, sembra rilasciata giusto per placare l’ira delle associazioni gay ed evitare, forse, spiacevoli complicazioni. Teniamo presente, e non sottovalutiamone il pericolo, che ormai la lobby gay controlla i media. E mettersi contro, o solo fare dichiarazioni non favorevoli alla loro causa, è come toccare i fili dell’alta tensione.

Ritratto di Marco Marconon

Marco Marconon

Lun, 07/03/2016 - 14:35

Ok per Sgarbi, meglio tardi che mai. Impensabile da un personaggio così. Ma, infine, ne guadagna l'onestà intellettuale. Però, cari redattori, due paroline sul sindaco di Maddaloni, arrestata insieme a mezza giunta tutta di FI, tra tanti articoletti, non ci stanno? Danno l'orticaria gli arresti per tangenti di esponenti di FI?. Eppure dovreste esserci abituati.

fisis

Lun, 07/03/2016 - 15:25

Sgarbi sei deludente, questo moralismo bigotto e retrogrado non ti fa onore. La coppia gay ha tutto il diritto di avere i figli che vuole, con l'aiuto della scienza. Oltretutto, il fatto è avvenuto nel civile Canada, dove è del tutto legale.

milope.47

Lun, 07/03/2016 - 16:22

...nel " civile " Canada tutto è legale !. Anche assassinare la l'immoralità.

milope.47

Lun, 07/03/2016 - 17:10

xfisis. Ho appena deciso di trasferirmi in Canada per avere i figli che voglio. Vuoi - venire - con me?. Però sappi che io faccio solo l'attivo.

CIGNOBIANCO03

Lun, 07/03/2016 - 18:53

@GIANO.In una sola parola: PERFETTOOOOO!

fisis

Lun, 07/03/2016 - 20:44

@milope.47 Mi congratulo per il suo outing. Attivo o passivo, sempre omosessuale è, nel senso che predilige i rapporti con quelli del proprio sesso. Comunque, mi dispiace per lei, ha sbagliato indirizzo. Il fatto che io difenda i gay e il matrimonio omosessuale, non comporta necessariamente che io abbia questi gusti. Ma forse questi elementari processi logici non sono proprio alla sua portata.