Volo Palermo-Parigi: tenta di aprire portellone, bloccata da un poliziotto

L’espisodio su un volo Easyjet Palermo-Parigi: tragedia evitata dall'intervento di un poliziotto

Un poliziotto, Piero Pace, è riuscito a bloccare una donna francese che sul volo della Easyjet delle 10, Palermo-Parigi, aveva tentato di aprire il portellone dell’aereo. L’episodio è accaduto il 15 giugno, ma è stato reso noto solo oggi. L’agente era in volo quando ha notato che una passeggera francese di 35 anni aveva iniziato ad agitarsi. La donna improvvisamente si è scagliata contro il personale di bordo. Ha iniziato ad urlare creando il panico tra i passeggeri. I più spaventati i bambini che hanno iniziato a piangere. Di Pace insieme ad uno steward e un altro giovane ha bloccato la passeggera.

Sembrava tutto tornato alla normalità, quando la donna si è divincolata e si è diretta verso il portellone ed è stata nuovamente fermata. A questo punto l’equipaggio ha deciso di atterrare a Lione a consentire ai sanitari di prendere in carico la passeggera trasportandola in ospedale per un trattamento sanitario obbligatorio

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 01/07/2015 - 15:25

Se proprio voleva scendere, perchè fermarla.

roberto.morici

Mer, 01/07/2015 - 15:39

Le era sfuggita la fermata giusta?

franco-a-trier-D

Mer, 01/07/2015 - 17:16

PERCHè ANCHE GLI ALTRI LA AVREBBERO SEGUITA GZORZI.SAI COSA è UN RISUCCHIO DELL'ARIA?

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Mer, 01/07/2015 - 17:19

a volte per colpa di una crisi isterica succedono le peggiori disgrazie

redy_t

Mer, 01/07/2015 - 17:19

Avrà sentito i sermoni della nostra "Fatima" ....

Giorgio Rubiu

Mer, 01/07/2015 - 18:11

Qualche tempo fa c'è stato un passeggero che credeva di poter uscire, da un aereo di linea in volo a 10.000 metri d'altezza, a fumarsi una sigaretta. Per la signora credo che si sia trattato di crisi isterica da claustrofobia. Pare impossibile che ci sia un "gzorzi" che non sa quali siano gli effetti dell'aprire un varco in un ambiente pressurizzato. Basta un piccolo buco, che si trasformerebbe subito in una falla, dalla quale tutti i passeggeri sarebbero risucchiati all'esterno dove, a 10.000 metri di altezza (ma anche a 3.000 metri) le temperature sono tanto basse da provocare la morte per assideramento istantanea. Tra l'altro gli aerei di linea viaggiano a non meno di 900 km l'ora. Ha mai provato, "gzorzi", a scendere da un mezzo che si muove anche solo a 50 km l'ora? Provi e, se sopravviverà, sarò lieto di riparlarne.

franco-a-trier-D

Mer, 01/07/2015 - 21:05

piu che assideramento penso che salti la testa esploda morte istantanea altro che ipertensione.

cabass

Mer, 01/07/2015 - 22:41

Tutti questi intelligentoni non hanno capito che gzorzi era ironico??? Mah!