Nobel, c'è Patti Smith al posto di Bob Dylan

La cantante si esibisce in "A Hard Rains A-Gonna Fall", ma si commuove e dimentica le parole

Gaffe per la cantante Patti Smith durante la cerimonia per la consegna dei premi Nobel a Stoccolma, dove è andata al posto di Bob Dylan che "per impegni precedenti" non ha ritirato di persona il premio per la Letteratura.

La cantante ha iniziato a cantare "A Hard Rains A-Gonna Fall" una canzone del menestrello americano, salvo interrompersi perché non ne ricordava più le parole, forse a causa del nervosissimo normale durante un’occasione così solenne e davanti a 1.500 invitati tra cui il gotha della scienza e della cultura e i reali di Svezia. Dopo aver chiesto scusa ha ripreso incoraggiata da un caldo applauso (guarda il video).

"Bob Dylan ha cambiato l'idea di poesia", ha affermato Horace Engdahl, membro dell'accademia di Svezia, nello spiegare le motivazioni del premio assegnato alla leggenda del rock. Dopo aver rievocato la tradizione poetica dei bardi, Engdahl ha spiegato come Dylan "si sia dedicato anima e corpo alla musica popolare americana del XX secolo, quella suonata dalle stazioni radio e sui dischi della gente comune". Ma nelle sue mani questo materiale "si è trasformato" diventando poesia. "E se c'è gente che mugugna nel mondo letterario, bisogna ricordar loro che gli dei non scrivono, ma danzano e cantano", ha aggiunto Engdahl, riferendosi alle critiche giunte da alcune parti per la scelta del cantautore.

Al momento non è chiaro quando il 75enne Dylan andrà a ritirare il premio che consiste in otto milioni di corone svedesi (circa 830mila euro), una medaglia d'oro e un diploma.

Commenti

manfredog

Dom, 11/12/2016 - 01:29

..il menestrello è sceso a..Patti (patti chiari..memoria corta..), ma sempre 'minestrello' rimane..!! mg. p.s.: non è chiaro quando andrà a ritirare il premio..!? State sicuri che ci manderà il suo 'amminestratore', per tutti i più accurati controlli..

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 11/12/2016 - 11:19

Quelli del Nobel devono mettere una clausola: che chi non viene personalmente a ritirare il premio (salvo, ovviamente, motivi gravi e provati) allora lo perde. Come succede nei concorsi pianistici, dove, chi non partecipa al concerto dei vincitori, perde il premio. Ma tanto, a chi ha il potere della lacrimuccia gli si perdona tutto.