A donne tre ministeri di pesoE per la prima volta la Giustizia italiana è "rosa"

Il professor Monti ha affidato a tre donne dicasteri di peso. <strong><a href="http://www.ilgiornale.it/interni/lavvocato_potenti_che_deve_cambiare_giu... target="_blank">Paola Severino, l'avvocato dei potenti</a> </strong>dovrà cambiare la Giustizia. <strong><a href="http://www.ilgiornale.it/interni/al_lavoro_mandare_casa_italiani_settant... target="_blank">Elsa Fornero al Lavoro</a></strong> per mandare a casa gli italiani a 70 anni

Interni, Giustizia e Lavoro. Sono i tre ministeri che Monti ha affidato alle donne. Dicasteri di peso. Il presidente del Consiglio ha voluto sottolineare questa sua scelta: "Sono affidati a personalità femminili ministeri di grande rilievo". Ma ricordiamo chi sono: al ministero degli Interni va Anna Maria Cancellieri, alla Giustizia Paola Severino, al Lavoro e Politiche Sociali, con delega alle Pari Opportunità, Elsa Fornero.

"La decisione di designare a ministeri chiave come quello degli Interni e quello della Giustizia due personalità come la Cancellieri e la Severino trovo che sia stata ottima", è il commento a caldo dell’ex guardasigilli Francesco Nitto Palma. "La Cancellieri è un prefetto eccellente - aggiunge - e una persona stimatissima. La Severino la conosco dai tempi dell’università ed è un ottimo penalista".

E con Paola Severino, tra i più noti penalisti italiani, per la prima volta una donna ricopre l'incarico di Guardasigilli. Non è nuova ai primati la Severino: è stata la prima donna, infatti, a diventare vicepresidente del Consiglio Superiore della magistratura militare (dal 30 luglio 1997 al 30 luglio 2001). E, da candidata dell'Udc, ha sfiorato la nomina a vicepresidente del Csm. La Severino, 63 anni, ha lavorato nell’entourage del professor Giovanni Maria Flick, ministro della Giustizia nel governo Prodi. E come avvocato ha difeso nomi di grosso calibro: Prodi (processo Cirio), il legale Fininvest Giovanni Acampora (processo Imi-Sir), l'imprenditore Francesco Romano Caltagirone e il prefetto Vincenzo Parisi.

Anna Maria Cancellieri, 67 anni, è prefetto dal 1993, con incarichi in città importanti quali Vicenza, Bergamo, Catania e Genova. In pensione dal 2009, è stata nominata commissario di Parma, dopo aver ricoperto il medesimo delicato incarico a Bologna. All'ombra delle Torri degli asinelli la Cancellieri ha riscosso un grande consenso, riconosciutole da destra e da sinistra.

Elsa Fornero, 63 anni, insegna economia all'Università di Torino ed è a capo del Cerp, uno dei maggiori centri studi sullo stato sociale in Italia e in Europa. Al suo attivo può vantare numerose ricerche su sistemi previdenziali, assicurazioni sulla vita e risparmio delle famiglie.