In Italia una famiglia su due non sente la ripresa economica

In Italia pochissimi si permettono qualche lusso. Gli altri faticano e sperano di non perdere il lavoro

La stabilità economica in Italia è per molti ancora un miraggio. Sono i dati a dirlo, fotografando una realtà in cui il 56% delle famiglie, poco più di una su due, non si sente per nulla sicura della propria situazione finanziaria e in cui il 14% del totale, quasi due su dieci, non riesce neppure a coprire le spese indispensabili.

La rilevazione è di Swg e Confesercenti e prova a dare un ritratto dell'ultimo trimestre, utilizzando una scala che da 1 a 100 valuta la Solidità economica, e che per il mese di maggio si ferma a 55 punti, in crescita di due su dicembre 2014, ma immobile rispetto a febbraio.

Ma di che cosa hanno paura davvero le famiglie? Prima di tutto di perdere il lavoro. Sei su dieci temono che se un parente si trovasse disoccupato le cose peggiorerebbero per loro drammaticamente, e due italiani su tre pensano che nel futuro imminente non aumenteranno i propri consumi. Evidente il disagio legato al reddito: metà degli italiani non riescono a coprire le spese.

Soltanto il 2% del totale ammette di vivere piuttosto agiatamente e di potersi anche concedere alcuni lussi. Per gli altri la situazione è decisamente diversa.

Commenti

Zizzigo

Sab, 16/05/2015 - 11:48

La "ripresa" a me s'è ripresa più di 100mila euro di tasse, dai miei risparmi, in quattro anni. Ancora un po' e dichiarerò bancarotta per eccesso di ripresa. Per favore, alzate i piedoni dall'acceleratore!

Max Devilman

Sab, 16/05/2015 - 11:49

Il problema principale è il lavoro, e l'industria. Il PD sta distruggendo entrambi per motivi elettorali, a loro interessa esclusivamente la salvaguardia del pubblico impiego che è il loro bacino elettorale, per far questo non bada a spese, non fa tagli, non toglie gli sprechi, crea il jobs act SOLO per il lavoro privato. Il lavoro nel pubblico impiego è merce di scambio elettorale, voto di scambio, soprattutto nel sud italia dove manca un vero e proprio tessuto industriale. Manca perchè allo stato e a una certa politica fa comodo comprare i voti per mantenere il potere. La sinistra non crea lavoro, lo distrugge, senza lavoro non ci sono i consumi, non ci sono i soldi per le pensioni e la sanità e tutto entra in una spirale negativa. Ma gli elettori del PD tranquilli e sicuri al loro posto statale trovato da qualcun altro questo non importa.

linoalo1

Sab, 16/05/2015 - 12:11

Tranquilli,dopo un Temporale,volenti o nolenti,viene sempre il Sereno!Renzi o non Renzi!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 16/05/2015 - 12:28

ma i scemi di sinistra stanno crepando? :-) no, non credo, anzi, vengono spesso qui a rompere i cxxxxxxi....

Iacobellig

Sab, 16/05/2015 - 13:04

ed è vero! la ripresa esiste solo nella mente del ragazzino incompetente oltre che inadeguato, che è stato messo, senza essere stato eletto, a governare il Paese!

Ritratto di conteZorro..

conteZorro..

Sab, 16/05/2015 - 13:38

la ripresa no, solo il botto

alox

Sab, 16/05/2015 - 13:55

La ripresa non e’ possibile in Italia: HANNO DATO 4 ANNI AL LEADER DEL CENTRO DESTRA! Chi ha il coraggio di investire con le/i Boccassini ancora al potere? Solo degli ignoranti (senza nessun offesa) che non sanno l’italiano ed un minimo di storia recente( Cinesi, Africani etc ripeto senza offesa) o le grosse multinazonali (queste non avendo neanche l’anima, chiudono con un segno meno!).... gente ed entita’ che della Giustizia Italiana non gli frega: mica hanno aspirazioni di cariche istituzionali o politiche! Gli imprenditori Italiani, vanno o vorrebbero andarsene in terre libere, mica sono fessi!

luigi.muzzi

Sab, 16/05/2015 - 14:23

il 56% non si sente sicura... il rimanente ha votato PD...

marcogd

Sab, 16/05/2015 - 14:31

Ripresa? Eh!come no! è come nelle strisce delle Sturmtruppen: per i problemi della truppa,la soluzione è il Sergente che ordina a gran voce:"State allegri!" e tutti i soldatini a sbellicarsi: "ah!ah!eh!eh!aha!ah!" ma fra le lacrime...Sì, ma intanto continuano a ridere. Ma d'altro canto, finché riusciremo a mettere almeno un piatto di pastasciutta in tavola la sera, accetteremo di sbellicarci a ogni comando del ducetto e della sua combricola.Chi se ne frega dei figli, in questo paesucolo? le prossime Amministrative lo dimostreranno, il PD sarà sempre l'avversario da battere,e finché ci sarà anche solo una persona a dare il voto a questa disgrazia,significherà fallimento della realtà e fine del futuro.

Magnum500

Sab, 16/05/2015 - 15:25

Assurdo come certi rimangono meravigliati per uno 0,1% di ripresa,manco fosse un solido 5%.. Ah già a Renzi basta poco per cantare vittoria....

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 17/05/2015 - 03:57

La ripresa esiste solo nella mente malata dei ministri !!! Dopo 4 anni di governi ladri gli Italiani sono diventati più poveri !!! Se non abbassate le tasse e semplificate le procedure abolendola burocrazia inutile l'Italia diventerà il primo paese dell'Africa !!!

unosolo

Dom, 17/05/2015 - 15:51

La ripresa non si vede certamente per il semplice fatto che si lavora (almeno chi ha il lavoro )altri sono impegnati a risparmiare e i pensionati a sperare i nipotini e mante ere vivo il senso della famiglia allargata ,le spese aumentano e si deve pur andare avanti ed ecco che finito lo stipendio o la pensione si corre a portare i nipotini al parco . Si risparmiata ma il governo che ha scagionato le tasse lungo il percorso legislativo ci intacca la pensione che vediamo scendere mese per mese da gennaio ci ha tolto 87 euro , poveri noi e siamo a maggio figuriamoci a dicembre re ..

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 18/05/2015 - 17:50

tutte storie: la ripresa è assolutamente in atto: quelli che non se ne accorgono sono tutti assurdi traditori del popolo: le tasse lo ha detto Renzi, sono diminuite ed i pensionati sono tutti straricchi : addirittura pagati troppo: giusto quindi tassarli in modo adeguato : deve essere dunque felice chi muore di fame !