L'Ue stoppa la fusione tra Bayer e Monsanto

La Commissione Ue apre un'indagine antitrust per il timore di un'eccessiva concentrazionenei settori di pesticidi, semenze e caratteri agronomici

È stata bloccata dalla Commissione europea la fusione tra Bayer e Monsanto.

L'Antitrust Ue ha infatti aperto un’indagine approfondita sull’acquisizione del colosso americano da parte del gruppo tedesco, bloccando di fatto l’operazione destinata a creare la più grande impresa al mondo per pesticidi, sementi e caratteri agronomici. I servizi antitrust della Commissione temono che la concentrazione riduca la concorrenza nei settori interessati.

L'operazione era stata avviata a febbraio dalla Bayer che aveva offerto circa 66 miliardi di euro e che rappresenta la più grande acquisizione della storia da parte di un gruppo tedesco. La decisione finale della Commissione europea è attesa per l'8 gennaio 2018.

Commenti

Divoll

Mar, 22/08/2017 - 17:01

Meno male! Una delle rarissime cose buone avvenute in ambito UE. Speriamo che non solo non si arrivi mai a questa fusione tra mostri, ma che i suddetti vengano portati in tribunale per tutte le sostanze tossiche, come i glifosati, che milioni di persone hanno ora nel proprio organismo grazie e frutta e verdura trattati con i pesticidi e i fertilizzanti chimici, falde acquifere contaminate, carni e pesce contaminati, aria e terreni avvelenati per i secoli a venire. Un danno incalcolabile, mentre i CEO di queste multinazionali arraffano stipendi e bonus miliardari.