Mps, la Germania all'attacco: "L'Italia rispetti le regole"

Il governo tedesco contro il decreto salva-risparmio: "Bce e Ue vigilino sull'Italia". E intima: "Azionisti e creditori siano i primi a subire perdite"

Si riaccende lo scontro tra la Germania e l'Italia. Ancora una volta da Berlino arriva un attacco durissimo a Palazzo Chigi per la gestione dell'emergenza banche, e in modo particolare del fallimento di Mps. Commentando il piano salva-risparmio italiano, il ministero delle Finanze tedesco invita la Bce e la Commissione europea a vigilare sule autorità italiane e ad assicurarsi che vengano rispettate le regole dell'Ue. Per Berlino la ricapitalizzazione precauzionale delle banche tramite il governo può concorrere alla soluzione dei problemi "soltanto in circostanze eccezionali" e "nel quadro di regole stringenti". Tra queste anche il fatto che azionisti e creditori siano i primi a subire perdite.

Al termine della prospettata operazione di ricapitalizzazione del Monte Paschi per 8,8 miliardi di euro, richiesta dalla Bce, il Tesoro dovrebbe avere una quota di capitale di circa il 70% della banca senese. Tale partecipazione sarebbe il risultato dell'impegno finanziario atteso dall'azionista pubblico, che più parti indicano in circa 6,5 miliardi di euro. Calcolando che agli 8,8 miliardi di aumento si deve aggiungere la capitalizzazione attuale in Borsa (442 milioni di euro prima della sospensione) il Mef avrebbe appunto poco più del 70% su un valore totale di Mps di 9,2 miliardi di euro. La Bce ha, infatti, alzato a 8,8 miliardi il fabbisogno di capitale per l'istituto senese. Fonti del Tesoro, però, hanno precisato che il perimetro del fondo salva-risparmio da 20 miliardi di euro istituito dal governo "è stato disegnato in modo ampiamente sufficiente a far fronte a tutte le esigenze di intervento che dovessero emergere dalle situazioni attualmente sotto osservazione da parte delle istituzioni". Il fabbisogno di capitale indicato dalla Bce, una volta soddisfatto dalla ricapitalizzazione precauzionale, ha lo scopo di consentire a Mps di trovarsi in condizioni tali da superare con successo, a fine 2018, uno scenario avverso come ipotizzato dagli stress test condotti quest'anno.

Il decreto salva-risparmio ha creato non pochi mal di pancia in Germania. Non solo all'interno del governo. "Mi aspetto che il governo tedesco dica che così non può andare. E che la Bce non accetti le misure di salvataggio", ha detto alla Bild Michael Fuchs, vice capogruppo dell'Unione (Cdu-Csu) al Bundestag. Una linea che, come fa notare l'Huffington Post, sui principali quotidiani nazionali. Secondo la Frankfurter Allgemeine Zeitung, il salvataggio di Mps contiene "pericolose tentazioni" che spingerebbero le banche a credere di "poter continuare come fatto finora". "I politici italiani abbiano timore a utilizzare le nuove regole - scrive il quotidiano di Francoforte - perché subirebbero perdite non solo gli investitori professionali ma anche 40.000 piccoli azionisti". La Germania teme, infatti, che le altre banche in crisi potrebbero pretendere aiuti pubblici.

Commenti

agosvac

Mer, 28/12/2016 - 17:31

Quali regole? Quelle che cruccolandia non ha mai rispettato?????

kallen1

Mer, 28/12/2016 - 17:39

Ma i crucchi dimenticano il salvataggio di Deutsche Bank? O a loro è permesso tutto come ai nostri PiDioti? Arroganti e presuntuosi

TECNOCRASH

Mer, 28/12/2016 - 17:55

È tutto molto chiaro! Prima l'Italia lo capisce meglio è. Siamo concorrenti, più della stessa Francia. Se noi abbiamo dei problemi, a loro le cose vanno meglio!

Legoland

Mer, 28/12/2016 - 17:55

Buonasera, ce ne ricorderemo quando avranno gli stessi problemi con la mitica deutsche bank ... ma per fare ciò dovremmo avere un governo politico importante e referenziato ... che al momento manca da anni oramai

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 28/12/2016 - 17:58

Beh, non hanno mica tutti i torti, stavolta, i krukki! Il fatto che gente come debenedetti, e altri sciacalli come lui ne escano senza rimetterci, mentre devono pagare tutti i cittadini italiani che non hanno mai speculato in vita loro, non è molto edificante!

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 28/12/2016 - 18:16

EEE BASTA LA CRUCCHIA FUORI DALLA UE!!! oppure lo FACCIAMO NOI!!

Miraldo

Mer, 28/12/2016 - 18:42

Inutile salvare il MPS fra 2 anni saremo al punto di partenza. La ricetta è portare via la sede da Siena e una pedata nel sedere al Pd e tutti i politici che le sono intorno............... Compresi quelli del M5s che stanno tessendo la rete, da buoni morti di fame.........

Fjr

Mer, 28/12/2016 - 19:04

@miraldo, prima ,molto prima del 2018,

Happy1937

Mer, 28/12/2016 - 19:18

E allora l'Italia non si faccia prendere per il naso. Recuperiamo, con trattenuta sui versamenti all'Europa, quanto ci e' costato il salvataggio delle scassatissime Banche Tedesche.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 28/12/2016 - 19:19

Premesso che i crucchi si devono fare una padellata di volatili "autoctoni",mps deve fallire e tutti i responsabili spogliati di ogni avere fino alla settima generazione (anche ascendente) e lasciati con le sole mutande..il ricavato servirà a rimborsare i derubati e lo Stato!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 28/12/2016 - 19:28

L'Italia rispetti le regole che la Germania non rispetta. Del resto.... siamo o non siamo SERVI ?

Ritratto di gangelini

gangelini

Mer, 28/12/2016 - 20:25

Banca Etruria, Popolare Vicenza e Veneto Banca fallite. Risparmi dei cittadini non targati PD volatilizzati. Se MPS fallisce i risparmi dei cittadini PD vanno in fumo, non si può fare, il sinistro cittadino è l'eletto che va coccolato, servito e riverito.

Ritratto di vraie55

vraie55

Gio, 29/12/2016 - 03:13

ohe' silenzio o vi mando dal Preside!

hellas

Gio, 29/12/2016 - 08:02

Come sempre i tedeschi fanno i prepotenti e si credono i proprietari dell'Unione Europea, in realtà un quarto reich a tutti gli effetti. Loro, quando si è trattato di tenere tutte le casse rurali, marce patocche , fuori dagli stress test, non ci sono andati per il sottile, e le loro banche sono strapiene di titoli spazzatura in pancia....Noi però come sempre siamo indifendibili, perché il Monte dei Paschi è stato massacrato dalla sinistra per una gestione clientelare di cui la sinistra è il suo elettorato toscano dovrebbero rispondere !

lavieenrose

Gio, 29/12/2016 - 08:54

sinceramente non so dare torto alla Germania per il caso MPS: ma per quale motivo tutta una nazione deve pagare per il fallimento della banca di un partito con tanto di omicidio/suicidio non ancora chiarito e con dirette responsabilità per mancato controllo della Banca d'Italia? Altro discorso poi il salvataggio delle banche tedesche, ma questo è un altro discorso.

merripol

Gio, 29/12/2016 - 09:03

Non importa da che pulpito vengono le critiche (in questo caso dalla Germania) all'operato del Governo italiano. Nel merito della questione con il salvataggio di stato si stanno violando le regole europee che prevedono prima che gli azionisti e gli obbligazionisti della banca si facciano carico della pessima gestione operativa del Monte dei Paschi. Del resto sono questi che hanno votato ed eletto gli amministatori incapaci. Ora la maggioranza di questi azionisti fanno riferimento a persone molto vicine al PD. Ed e' per questo motivo che non si vorrebbe far pagare (come del resto giustizia richiederebbe) agli azionisti il disavanzo enorme generato da una pessima gestione. Molto meglio accollare il tutto alla collettivita' italiana tutta. La critica tedesca in questo caso e' giusta e motivata.

Marcello.508

Gio, 29/12/2016 - 11:00

lavieenrose - La Merkel non ha fatto fare gli stress test alle banche regionali tedesche (in forte passivo) per poter poi giustificare (con un'economia falsamente "positiva") richieste di prestito dell'E.S.M. Non le pare che qui si viaggi con due pesi e e due misure? A me pare che il bue (tedesco) dia del cornuto all'asino (italiano) forzando la mano all'Ue! Un po' troppo.. o no?