Pace fiscale, lunedì è l'ultimo giorno per pagare

L'Agenzia delle entrate-riscossione ha dato inizio settimana entrante la data finale per pagare le rate delle cartelle

Ultimo giorno di pace fiscale. Stavolta per davvero. Lunedì prossimo, 9 dicembre, i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione-ter e al saldo e stralcio dovranno pagare la rata delle misure con cui veniva stabilito, per coloro i quali ne avevano fatto richiesta, della definizione agevolata delle cartelle esattoriali da pagare.

La cosiddetta tolleranza per i versamenti effettuati in ritardo era prevista per il 2 dicembre scorso, e attraverso i cosiddetti 5 giorni di tolleranza previsti dalla normativa vigente, la data slittava 7 dicembre che però, cadendo di sabato, ha fatto slittare tutto, appunto, a lunedì 9 dicembre. In una nota dell'Agenzia delle entrate-riscossione, si ricorda che il mancato, insufficiente o tardivo pagamento della rata determina l'inefficacia della definizione agevolata: il debito non potrà essere più rateizzato e riprenderanno le azioni di recupero.

La misura del saldo e stralcio (Legge n. 145/2018) prevede, per i contribuenti persone fisiche che versano in una situazione di grave e comprovata difficoltà economica (come, ad esempio, l'aver dichiarato un isee del nucleo familiare inferiore a 20 mila euro) di poter accedere alla rateizzazione delle cartelle per agevolarne il pagamento. La misura del rateo varia dal 16 al 35% dell’importo dovuto ed è già scontato di sanzioni e interessi.

Per quanto riguarda la rottamazione-ter la scadenza di presentazione della domanda con il modulo DA-2018 era fissata al 30 aprile 2019 con successiva riapertura fino al 31 luglio 2019. Il provvedimento, introdotto con il Decreto Legge n. 119/2018, prevede invece l’annullamento esclusivamente delle sanzioni e degli interessi di mora delle cartelle.

Per effettuare il pagamento delle cartelle di pace fiscale i contribuenti non dovranno necessariamente recarsi agli sportelli ma potranno anche utilizzare altri canali, tra cui quelli telematici, anche nelle giornate di sabato e domenica. Si potrà pagare in banca, agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, attraverso l'utilizzo del proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite le ricevitorie dei circuiti Sisal e Lottomatica. Inoltre, sarà possibile effettuare il pagamento possibile anche sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e con l'App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa.