Pensioni, nuovo meccanismo: 15 lavori gravosi e 30 anni di contributi

Il governo apre alle modifiche dei requisiti. Così i lavori gravosi potranno essere esentati dal pensionamento a 67 anni: gli anni di contribuzione scendono da 36 a 30

Si tratta (ancora) sui lavori gravosi. E soprattutto si tratta sull'esenzione dallo scatto a 67 anni nell'età di pensionamento che entrerà in vigore nel 2019. Adesso il governo avrebbe aperto alle modifiche dei requisiti. "Gli anni di contribuzione necessari per poter accedere al beneficio - è il nuovo piano dell'esecutivo - scendono da 36 anni a 30 mentre gli anni per i quali i lavoratori dovranno dimostrare di aver esercitato una attività gravosa passano a sette su dieci rispetto ai sei su sette inizialmente previsti".

L'accordo non c'è ancora. Il governo sta trattando con i sindacati per far digerire l'ennesimo innalzamento dell'età pensionistica. Il premier Paolo Gentiloni ha presentato ai sindacati "un pacchetto di proposte" articolato in sette punti "che valgono circa 300 milioni di euro". Tra questi spiccano l'esenzione dell'adeguamento all'aspettativa di vita per 15 categorie di lavori gravosi, una commissione che studi la gravosità delle occupazioni che valuti la classificazione tra previdenza ed assistenza ai fini di una migliore separazione e la revisione meccanismo di calcolo dell' aspettativa di vita sulla base della media e non delle differenze di picco. Alle categorie di lavori gravosi, già individuate per l'accesso all'Ape social (operai dell'industria estrattiva, conduttori di gru, macchine di perforazione, conciatori, macchinisti ferroviari, camionisti, professori di scuola pre-primaria, facchini, addetti alla pulizia, ostetriche ospedaliere e assistenti per non autosufficienti) si aggiungono gli agricoltori, i siderurgici di secondo fuoco, i marittimi e i pescatori.

La partita è ancora aperta. L'esecutivo sembra disponibile a modificare il meccanismo di calcolo per stabilire quanto la speranza di vita allungherà negli anni il pensionamento dei lavoratori. Non solo. Ha anche aperto alla possibilità di calcolare, a partire dal 2021, la speranza di vita "come media del biennio da confrontare con quella del biennio precedente che dunque potrà tenere conto anche dell'eventualità di un calo nelle aspettative di vita anche se in questo caso il nuovo adeguamento all'età pensionabile si 'scaricherebbe' sul biennio successivo, cioè quattro anni dopo la rilevazione". In questo modo, poi, l'età di pensionamento non dovrebbe scendere, "semmai si bloccherebbe sull'età prevista dall'ultimo aggiornamento".

Commenti

Cesare007

Lun, 13/11/2017 - 12:42

Anche in Polonia hanno deciso di allungare gradualmente (!!!) l’età pensionabile fino a 65 anni perché non c’erano i soldi. Poi le elezioni sono state vinte dal governo di destra che ha sistemato la situazione (60 anni le donne e 65 gli uomini) e i soldi si sono trovati. Un miracolo?

jaguar

Lun, 13/11/2017 - 12:42

Resta sempre il fatto che dei buoni a nulla seduti dietro una scrivania e che non sanno cosa significa la parola lavoro, decidono quali categorie privilegiare rispetto ad altre. Francamente mi sembra una presa per i fondelli verso tutti gli altri lavoratori.

jaguar

Lun, 13/11/2017 - 13:16

Volevo aggiungere che ho lavorato per 40 anni nel settore metalmeccanico su macchine utensili, più precisamente sul tornio, macchina estremamente pericolosa, basta un attimo di distrazione e si può perdere anche la vita. Dopo tutti questi anni, ho avuto problemi alla schiena causati dalla postura e dal lavoro pesante, sono disoccupato, non posso fare la domanda di prepensionamento come precoce perché non rientro nella categoria di lavori usuranti o gravosi, e percepisco la disoccupazione. Capite bene che quando si legge la lista dei lavori gravosi, compilata da gente che di lavoro non sa nulla, a milioni di italiani girano molto le scatole.

rokko

Lun, 13/11/2017 - 13:54

Ma piuttosto che esentare alcune categorie di lavoratori dall'andare in pensione a 67 anni, non sarebbe meglio darsi da fare affinchè uno da una certa età in poi possa cambiare lavoro e/o mansione facilmente ?

unosolo

Lun, 13/11/2017 - 14:26

mettiamoci in testa una sola cosa : i politici veterani e non solo , mai rinunceranno ai loro diritti che si sono regalati con i soldi dei pensionati , essi vivono da parassiti e continueranno a prendersi il meglio e il più di tutto quello che gli interessa . tra votalizi , pensioni d'oro e più pensioni con più vitalizi essi mai cederanno un solo di quello che si sono regalati , a conti fatti ogni anno partono 15 miliardi per quei diritti e vizi dei politici , metteteci anche uffici , palazzi e rimborsi ovviamente ., loro vanno in pensione a ..?

unosolo

Lun, 13/11/2017 - 14:28

senza tagli allo spreco politico-istituzionale mai riusciremo ad andare in pensione prima dei 65 anni , se perseveriamo a mantenere certi politici al potere nel 2019 uscirà altra legge che porterà al pensionamento solo dopo aver ricevuto l'estrema unzione certificata !

curatola

Lun, 13/11/2017 - 14:48

il solito pasticcio all'italiana che accontenta e scontenta tutti.Nessun rigore,tutto flkttua e sfuma nel tempo.Trionfano le deroghe e le fasi transitorie.Poi è la solita cultura comunista di classe,l'identità persona-lavoro. la mansione anzichr il compito.la responsabilità e l'escusione.rcc. QUANTI DECENNI DOBBIAMO AXPETTARE PERCHè VENGABO CANCELLATE LE MALEFATTE DEI SINISTRI

Massimo Bernieri

Lun, 13/11/2017 - 15:31

Ricordo per l'ennesima volta che se abbiamo la legge Fornero è grazie anche ai voti del centro destra che nel governo Monti aveva la maggioranza.Poi Brunetta "siamo stati costretti a votarla..".Stessa cosa se ci saranno in questa manovra nuove tasse.Diranno "siamo stati costretti,ce lo ha chiesto l'Europa ecc" allora zitti e non protestate.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 13/11/2017 - 16:23

@Massimo Bernieri - l'hai detta grossa "Ricordo per l'ennesima volta che se abbiamo la legge Fornero è grazie anche ai voti del centro destra che nel governo Monti aveva la maggioranza." Ma dove te l'hanno detto? Ai centri sociali. Ritorna pure lì, non farti prendere per i fondelli da tutta Italia. Sei proprio un comunista invasato, appena ti tirano una scorreggia i tuoi amici, corri a prenderla. Difatti hanno votato a favore solo i traditori, che hanno governato con voi per 7 lunghi anni e sono tanti. noi staremo zitti perchè ce lo dici tu, (mamma che paura), ma tu sei contento di questo misfatto chiesto ottenuto e approvato dai tuoi amici?

Massimo Bernieri

Lun, 13/11/2017 - 16:54

Per Leonida55.Se fossi comunista non leggerei questo giornale.Nel governo Monti,i ministri erano "tecnici" ma il parlamento era quello uscito dalle elezioni 2008 con la maggioranza dei voti in entrambe le camere al centro destra:o sono state fatte elezioni prima del governo Monti?Poi un po' di educazione quando si scrive no?Il mio "state zitti.." non è per mancanza di democrazia ma quando il tuo partito non si oppone poi,non lamentarti.

bimbo

Lun, 13/11/2017 - 17:03

Giustissimo soprattutto i politici devono andare in pensione con il massimo contributivo e gli allegati vitalizzi con un termine minino di 10 anni di lavoro, tanto per quello che fanno..

Massimo Bernieri

Lun, 13/11/2017 - 17:18

Siccome qualcuno ha scritto che sono comunista,spero che nel 2018 vinca la coalizione di Berlusconi così abolirà la legge Fornero e non come con la mancata promessa di abolire la IRAP fatta nel 1998 quando era alla opposizione.

Trifus

Lun, 13/11/2017 - 17:26

leonida55 16:23, la lega non ha votato la legge Fornero. Però gli "invasati" accusano la lega di votare allo sfascio, perché quella legge con lo spread a 500 ci ha salvati, Alessandra Moretti (PD). Tratto dal programma Non è l'Arena di Gilletti. Oggi saremmo fuori dall'euro e andremmo a gonfie vele, Trifus (FDI). Tratto dal programma nonèpossibileandareavanticosì.

fenice56

Lun, 13/11/2017 - 18:27

Le maestre d'asilo ora si chiamano "professori di scuola pre-primaria"? All'asilo il lavoro è più usurante che nella scuola primaria, media e superiore??? Mi ricordo che già tanti anni fa il lavoro di insegnante era stato segnalato come "usurante"...ora non lo è piu?

asalvadore@gmail.com

Lun, 13/11/2017 - 20:03

C'É UN FATTO INDISCUTIBILE, L'iTALIA STA INVECCHIANDO E PERCIÓ AUMENTANO I PENSIONATI E CON LORE LA LORO ASPETTATIVA DI VITA. GIOCARE CONTRO QUESTI FATTI É FAR ESPLODERE IL SISTEMA PENSIONISTICO, INTRODURRE TANTE CONDIZIONI E SUBCONDIZIONI É UN INVITO A NOZZE PER I ABUSATORI ED É PROVOCHERÁ UNA SICURA INSUFFICENZA PER LE PENSIONI DEI GIOVANI DI OGGI.

tRHC

Lun, 13/11/2017 - 20:46

nei lavori gravosi non ho letto i lavoratori edili manovali,muratori piastrellisti carpentieri intonachini ecc...i nostri politici e i sindacati sanno che esistono?Sanno quantificare la loro gravosita'?

Eusebio

Mar, 14/11/2017 - 07:50

e i disoccupati di lungo periodo che hanno più di 60 anni e 40 di contributi dove li mettiamo?

Beppex58

Mar, 14/11/2017 - 07:52

Sono in perfetta sintonia con jaguar!! Burocrati parassiti ed incompetenti decidono del destino di gente, che come me, lavora da 39anni e che si godrà (per modo di dire) una pensione da miseria frutto del calcolo misto e passerà metà del tempo che gli resta da vivere nelle corsie di ospedali a fare esami......e poi la chiamano allungamento dell'aspettativa di vita!! Tutto questo grazie al PD partito dei lavoratori e dei sindacati che a tre mesi dall'elezioni fingono di interessarsi di chi li ha pagati da una vita! Vergogna!! Vergogna!!