Una primavera di sforbiciate: arrivano i tagli sulle pensioni

Tra aprile e maggio scatterà il conguaglio sulle rivalutazioni e prelievo sugli assegni più alti. Ecco chi rischia il salasso

Sarà una primavera lacrime e sangue per i pensionati. Il governo infatti si prepara a tagliare gli assegni e a mettere in moto la macchina delle sforbiciate messa sul campo nella manovra varata dai gialloverdi. Di fatto il primo taglio, quello che rigurada il nuovo blocco sulle rivalutazioni degli assegni scatterà nel prossimo mese di aprile. Un taglio che potrebbe far risparmiare circa 2,2 miliardi di euro. Una mossa che ha suscitato non poche polemiche e che di fatto ha scatenato le proteste dei pensionati.

Ma il secondo taglio è quello più pesante: la sforbiciata delle pensioni d'oro. È quello il banco di prova più pesante per l'esecutivo che dovrà scontrarsi con una fetta di pensionati che già dallo scorso autunno dichiara guerra all'esecutivo. Il mese in cui dovrebbero scattare i tagli, secondo quanto riporta il Sole 24 Ore è quello di maggio. Un mese caldo che porta anche alle Elezioni Europee. Non è eslcuso che ci possa essere un ulteriore rinvio, ma con le esigenze di cassa che ha il governo difficilmente la sforbiciata potrà essere spostata in avanti. Inoltre c'è un altro dato spinoso e riguarda il conguaglio sui primi mesi dell'anno. Quando arriverà il taglio è altamente probabile che negli assegni mancheranno all'appello le quote sulle rivalutazioni di questi primi mesi dell'anno e anche quelle per le pensioni d'oro. Nei prossimi 5 anni di fatto i tagli saranno così predisposti: contributo del 15 per cento per la parte eccedente i 100.000 euro e fino a 130.000 euro, del 25 per cento per la parte eccedente 130.000 euro fino a 200.000 euro, del 30 per cento per la parte eccedente 200.000 euro fino a 350.000 euro, del 35 per cento per la parte eccedente 350.000 euro fino a 500.000 euro e del 40 per cento per la parte eccedente 500.000 euro. Una sforbiciata quella in arrivo che molto probabilmente riaprirà il fronte con i pensionati che dovranno fare i conti con l'ennesimo prelievo sui loro assegni.

Commenti

HappyFuture

Ven, 08/03/2019 - 23:08

Fatevi vedere da uno bravo...Vi state rovinando l'anima, per volgere tutto al NEGATIVO.

celuk

Ven, 08/03/2019 - 23:24

al lupo! al lupo!

lorenzovan

Ven, 08/03/2019 - 23:26

finalmente...se salvini riuscisse a far ricalcolare tutte le pemnsioni retributive su base contributiva...incluse le pesnioni baby e compagnia bella ..lo voterei tutta la vita

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 08/03/2019 - 23:29

Sforbiciate sulle pensioni dai 100 mila €urooo in su!!!! E chi le percepisceee!!!!jajajajajajaja.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 09/03/2019 - 08:12

Tanto per fare un esempio: il primo scaglione va da 100.000 a 130.000, il secondo da 130.000 a 200.000! Domanda: in quale scaglione sarà mai chi percepisce 130.000?

lappola

Sab, 09/03/2019 - 08:15

Avete voluto le stelle? Cosa credevate che fosse un albergo? Nemmeno un ospizio è ... Pensateci a Maggio .... !!!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 09/03/2019 - 08:22

Non posso credere che ci siano pensioni dai 100.000 ai 500.000 euro al mese!!! """QUALI STIPENDI PERCEPIVANO QUANDO (LAVORAVANO)"""!!! QUESTE PENSIONI, NON DOVREBBERO SUPERARE I 50.000 ANNUI, PERCHÈ NESSUNO MORENDO SI PORTA VIA IL SUO CAPITALE!!! """QUESTI DOVREBBERO ESSERE I FRUTTI DELLA "DEMOCRAZIA"? OPPURE QUESTA GENTE VIENE DA ALTRI PIANETI"""???

oracolodidelfo

Sab, 09/03/2019 - 09:31

Per ora, la mia pensione ha visto solo leggeri aumenti.......dopo le ladrate ed il blocco attuato dal 2011 in poi. Superfluo ricordare gli "attuatori"....

ilbelga

Sab, 09/03/2019 - 10:38

ORACOLODIDELFO: HAI TUTTA LA MIA SOLIDARIETA'. AGGIUNGEREI SE MI PERMETTI, CHE QUANDO VAI IN PENSIONE (NOI CON 40 ANNI, CHE ABBIAMO ROVINATO IL PAESE) NON CONTI PIU' UN CACCHIO E DIVENTI UN PESO PER LA SOCIETA'...QUESTO E' IL MESSAGGIO CHE POLITICI E GIORNALI E TV HANNO FATTO PASSARE DAVANTI GLI OCCHI DEI NOSTRI GIOVANI NIPOTI.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/03/2019 - 10:44

Non è un furto tagliare simili pensioni, che ridotti al mensile, paiono salari annuali per molti che lavorano ancora.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 09/03/2019 - 11:01

Bene. Ora chi ha pagato poco e prende tanto comincia a pagare invece di farsi pagare la pensione da quelli che pagano tanto e prenderanno poco.

Massimo Bernieri

Sab, 09/03/2019 - 12:03

AZO.Dirigenti di azienda o amministratori delegati che percepiscono 300.000/400.000 € stipendio anno e sono molti di più di quanto si possa pensare,o come il capo Polizia Gabrielli che mi pare sia attorno ai 600.000 € anno compenso(contro i circa 250.000 $ capo F.B.I)non crede che abbiano pensioni annue oltre i 100.000 €?Che si faccia una legge che ora con le pensioni legate ai contributi,oltre i 50.000 € anno non saranno versati contributi anche se uno percepisce 500.000 € anno.Non è che dopo INPS poi dice che mancheranno versamenti?

lorenzovan

Sab, 09/03/2019 - 12:45

il belga...se meno italiani avessero goduto di trattamenti troppo favorevoli colle pensioni..e mi ripeto..pensione retributive ..paghi 10 ricevi 10.000..con le pensioni baby..coll'andare in pensione dopo qualche decina di anni di "lavoro" coll'ultimo stipnedio..e potrei continuare,..ci sarebbero i soldi per dare lavoro e futuro a tutti i giovani di questo paese..Pensioni e sanita' sono il cancro che divora dall'interno il paese

moichiodi

Sab, 09/03/2019 - 13:08

Come al solito il giornale capovolge la realtà. "ma il secondo taglio è quello più pesante. Falso. Il mancato adeguamento delle pensioni basse vale 2 miliardi. Quello delle pensioni alte 400-500 mila. Come la fornero, presi i soldi dai pensionati.

Triatec

Sab, 09/03/2019 - 13:19

Non sarei assolutamente preoccupato se la mia pensione rientrasse tra quelle che subiranno una sforbiciata del 15 per cento, ancora meno preoccupato se la sforbiciata fosse del 35-40 per cento.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 09/03/2019 - 14:06

vediamo quando aumenteranno le pensioni minime o hanno raccontato delle palle per avere voti?

Triatec

Sab, 09/03/2019 - 16:05

Lacrime e sangue per chi, mensilmente, percepisce pensioni inferiori a mille euro, non certo da chi subirà questi tagli.

oracolodidelfo

Sab, 09/03/2019 - 17:38

lorenzovan 12,45 - se, se, se, se.....i contributi dei lavoratori fossero stati usati per la previdenza di chi li ha versati, potremmo andare in pensione ancora dopo 35 anni di lavoro come era nel passato. Il fatto è che i contributi per la previdenza sono stati usati dai nostri politici mascalzoni (salvo poche lodevoli eccezioni) per tappare tutte le falle possibili ed immaginabili causate dal loro malgoverno!