Giletti querelato per aver detto il vero su Napoli

Massimo Giletti, il conduttore, si può rimproverare tutto tranne che di non sapere fare egregiamente il proprio mestiere di istigatore e aizzatore

In passato ci siamo già occupati dell'Arena, talk show pomeridiano della domenica, in onda su Raiuno, segnalandone pregi e difetti. A Massimo Giletti, il conduttore, si può rimproverare tutto tranne che di non sapere fare egregiamente il proprio mestiere di istigatore e aizzatore. Suole svolgere temi scottanti e ciò rende lo studio incandescente, cosicché gli ascolti schizzano in alto con grande soddisfazione dei responsabili dell'ex monopolio. Siamo costretti dagli eventi a riparlare di questo programma, dopo avere seguito l'ultima puntata, la scorsa domenica.A un certo punto Giletti, infervoratosi nella discussione sui macroscopici problemi di alcune metropoli italiane, per esempio la lacunosa nettezza urbana, ha espresso un pensiero su Napoli, condiviso dalla stragrande maggioranza perfino dei napoletani. Questo (cito testualmente): «Iniziate a fare andare avanti la vostra città, e mettetela a posto perché in vari punti è indecorosa, abbandonata a se stessa. Chi esca dalla stazione centrale trova nei dintorni vicoli pieni di rifiuti, e i cittadini onesti sono sempre in attesa che vengano puliti».

Cosa c'è di strano o di sbagliato in simile affermazione? Nulla. È arcinoto che alcune zone di Napoli - specialmente le meno centrali - sono infrequentabili per l'immondizia straripante. Ci fu un periodo, anni orsono, che cataste di schifezze inamovibili con mezzi ordinari avevano costretto l'amministrazione comunale a chiedere lo stato d'emergenza e l'intervento del governo. Si scatenarono polemiche feroci tra politici di diverso orientamento, i quali si accusavano a vicenda di incompetenza, incapacità, menefreghismo: un autentico scaricabarile. Alla fine, una soluzione (cretina) fu trovata. Anziché distruggere il pattume come usa nelle città civili, i cervelloni pubblici decisero di caricarlo su navi e di trasportarlo altrove, spendendo l'ira di dio per pagare inceneritori stranieri, non essendo funzionanti quelli campani. Ora non so se nel frattempo sia stato escogitato un modo più intelligente per togliere la sozzeria dalle strade, ma so che Giletti ha ragione da vendere: nei pressi della stazione la situazione è quella da lui sommariamente descritta.Allora mi domando perché il sindaco Luigi De Magistris abbia querelato il conduttore pretendendo un risarcimento di 10 milioni di euro. Risarcimento di che? Incomprensibile. Se io scrivo che la stazione Centrale di Milano è spesso presidiata da clochard e da poveri extracomunitari allo sbando mi limito a «fotografare» lo status quo, il che mi pare non sia vietato, dato che non contiene offese ma soltanto la rappresentazione della realtà. Personalmente, non ho nulla contro De Magistris, ma questi deve spiegare perché, invece, ce l'ha con Giletti, reo di aver raccontato correttamente ciò che ha constatato a Napoli.

La televisione e i giornali sono lo specchio di quanto accade e non possono essere accusati di alcunché se riproducono fedelmente i fatti. Chi cerca di intimidire i cronisti minacciandoli nel portafogli, commette un sopruso che andrebbe sanzionato dai giudici. In altri Paesi la cosiddetta «lite temeraria» viene punita, qui da noi non si sa nemmeno di che si tratti. Pertanto è una forma di divertimento assai diffusa intentare causa a coloro che per professione riferiscono, tramite i media, ciò di cui sono stati testimoni diretti o di cui hanno a disposizione la documentazione. Nel caso di Giletti, negare che egli sia stato scrupoloso nel sostenere che a Napoli la «monnezza» è una costante del paesaggio, è come dire che il Vesuvio è sparito.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Dom, 08/11/2015 - 10:36

Io sto con Giletti!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Dom, 08/11/2015 - 11:30

Dottor Feltri ha ragione da vendere nel difendere Giletti, il quale, nonostante tutto, fa bene il suo lavoro. Uno dei pochi che si salva in rai. De Magistris querela perché come sindaco si è sentito toccato, non offeso, ma toccato perché agli occhi dei più, compresi i miei, queste denunce mostrano incapacità amministrativa per non saper fronteggiare l'emergenza rifiuti che da decenni affligge il napoletano. Dalla casta da cui proviene e come tutti i suoi ex colleghi si sente intoccabile. Non è così caro sindaco.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Dom, 08/11/2015 - 11:35

Frequento Napoli regolarmente ; Giletti ha semplicemente detto il vero.Questo dovrebbe servire per provocare una reazione positive dal Comune : cioè pulire. Come si fa a negare l'evidenza di una situazione da terzo mondo.

Emiliotoscana

Dom, 08/11/2015 - 11:35

Non si può dire la verità,questo è il problema. Non funziona niente,regole zero,scuolabus tipo zone africane,questo il compagno de magistris non lo vede,è colpa di Giletti. CONTINUATE COSI'.e auguratevi che ritorni bassolino,il salvatore. Se era un politico di centrodestra era in carcere da 20 anni.

pgbassan

Dom, 08/11/2015 - 11:53

Si querela chi dice falsità. Si applaude chi dice Verità. Bravo Giletti e chiunque dice la Verità. napoli cambi e poi non si diranno più certe cose.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 08/11/2015 - 12:12

Non è soltanto la "questione monnezza" che mi fa schierare contro il - purtroppo - sindaco di Napoli.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 08/11/2015 - 12:43

E così non solo a Napoli abbondano l'immondizia, i delinquenti ed il degrado, abbondano anche gli ipocriti.

ottobrerosso

Dom, 08/11/2015 - 13:11

Beh direttore, alla fine di agosto sono stato a Napoli, zona Materdei quindi non centralissima; i cassonetti erano pieni ma venivano svuotati infatti, nonostante la temperatura di oltre 35 gradi, non si sentiva puzza d'immondizia comunque, vogliamo invitare Giletti a farsi un giro sulla metropolitana di Roma e un giretto alla stazione Termini?

giottin

Dom, 08/11/2015 - 13:29

Anche in questo caso rubo e faccio mia la frase di pannella quando dice che "i buoni a nulla sono capaci di tutto" ed il sindaco lo è!

diwa130

Dom, 08/11/2015 - 13:55

Una montagna di luoghi comuni e stereotipi ! Ma lei e Giletti, quando siete stati a Napoli l'ultima volta ? E' ovviamente molto più' difficile creare le condizioni per la raccolta differenziata a Napoli e dintorni, rispetto a Milano. Eppure e' stato fatto ed e' in corso d'opere. La informo che la città' e' molto più' pulita di Roma , dove non ci sono ostacoli "strutturali" o "culturali" (come sostiene lei, Giletti ed una vasta genia di gente in mala fede e che fa cattivo giornalismo). Non scriva banalità', si documenti e lo consigli anche a Giletti, che e' un buon professionista, ma in questo caso ha detto una emerita sciocchezza e l'ha detta pure male.

arcierenero

Dom, 08/11/2015 - 14:12

ma giggino doveva sparare l'ennesima caz....ta!

OPUSMANU

Dom, 08/11/2015 - 15:51

I napoletani sono strani, gli frequento e penso di conoscerli un pò. Quando parlano tra di loro sono i primi a criticare la loro Napoli, ma che uno straniero si permetta di farlo ...non è ammissibile. Riconosco un forte campanilismo.

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 08/11/2015 - 17:03

Giletti ha detto solo la verità. Chi lo accusa ha certamente qualche seria colpa di cui vergognarsi all'ennesima potenza.

mastra.20

Dom, 08/11/2015 - 18:28

Travaglio della RAI pur di fare ascolto ,,, un'altro falso moralista

Alessio2012

Dom, 08/11/2015 - 18:39

Giletti è il classico piemontese che difende Cuba o la Cambogia, e poi del sud Italia vede solo i difetti! Ma vieni a farti una pizza a Napoli, Gillett! Magari sarà un po' meglio del kebab di Torino, o sempre della pizza di Torino, che sa di cartone!

moshe

Dom, 08/11/2015 - 18:56

... come sempre, certe verità offedono. Se anzichè offendersi cominciassero ad andare a scuola di civiltà, sarebbe anche ora! I napoletani sono una delle categorie di esseri che hanno sputtanato l'Italia nel mondo.

semelor

Dom, 08/11/2015 - 20:36

Vedi Napoli e poi muori! Ti viene il colera oppure per mano di qualche lazzarone.

giovanni951

Dom, 08/11/2015 - 20:42

il fatto é che la veritá fa male. Soprattutto a chi dovrebbe fare qualcosa e fa poco o nulla. Poi c'é la maleducazione dei cittadini. Che non riguarda solo,napoli.

renato68

Dom, 08/11/2015 - 20:46

Sono un napoletano che vive nel quartiere di Pianura. Amo profondamente la mia città e devo dire tuttavia che trovo l'iniziativa di De Magistris di querelare Gilletti non solo stravagante ma anche ridicola. A Napoli molte cose offendono la dignità dei cittadini e non mi riferisco solo alla spazzatura ma anche al non funzionamento dei mezzi pubblici, strade piene di buche, polizia urbana che spesso non "vede" illeciti previsti dal codice della strada e tanti altri comportamenti che con la parola civiltà non hanno niente in comune. Risentirsi per delle critiche significa non solo avallare questo stato di cose, ma addirittura difenderlo. Napoli non ha bisogno di questi "avvocati" ma solo di persone che dimostrano di denderla migliore con i fatti e non con le chiacchiere.

elena34

Dom, 08/11/2015 - 22:20

Non si puo' dire la verita' su una citta' governata dalla sinistra. Perche'? Come sono suscettibili questi partenopei! Calmatevi , aiutate a tener pulita la vostra citta' non date sempre la colpa agli altri. Forza il lavoro nobilita!

cianciano

Lun, 09/11/2015 - 08:27

renato68. Sottoscrivo al 100% l'analisi fatta. Perfetta nell'insieme. Da quelle parti non hanno ancora capito che più si copre più tutto si degrada maggiormente.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 09/11/2015 - 09:19

De Magistris rappresenta perfettamente la napoletanità...

Ritratto di ..MissPiggy

..MissPiggy

Lun, 09/11/2015 - 09:40

vedi napoli e poi muori

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 09/11/2015 - 10:00

IO; DA NAPOLETANO VERACE NON DIFENDO LA MIA CITTÁ PERCHE É VERO CHE IN CERTI PUNTI NAPOLI É SPORCA; MA MOSTRATEMI IN ITALIA UNA CITTÁ CHE É PULITA?; É SI PERCHE SE INCOMINCIAMO DA MILANO DOVE GLI EXTRACOMUNITARI FANNO I LORO BISOGNI I MEZZO ALLE STRADE! FINO A ROMA DOVE QUESTA GENTE KAKA! PISCIA! É DOVE CI SONO CASSONETTI TALMENTE PIENI CHE ATTORI INVOCANO LA GENTE DI PULIRE LE STRADE; NOI TROVIAMO CITTÁ CHE SONO COSI SPORCHE DA FAR VOMITARE! É NON TUTTE QUESTE CITTÁ SI CHIAMANO "NAPOLI"!PERCIO GILETTI NON PUO MOSTRARE IN TV NAPOLI COME SINONIMO DI CITTÁ SPORCA; É SI "DIMENTICA" DI VEDERE LA REALTÁ ITALIANA!.

Ritratto di onollov35

onollov35

Lun, 09/11/2015 - 10:04

assurdo.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 17/11/2015 - 18:29

Avendo solo oggi letto l'articolo, dico a Feltri che "...di sbagliato in simile affermazione" c'è soprattutto il "Chi esca..." L'indicativo di uscire dopo il "Chi" sarebbe stato più consono e più sintatticamente corretto.

massmil

Sab, 28/11/2015 - 21:22

Ha detto la verità, ma ormai la verità non va più detta.