Gli immigrati contro la sinistra: "Non votate le unioni civili"

Viaggio nella multietnica viale Padova a Milano per capire cosa ne pensano gli immigrati delle nozze gay

Si fa un gran parlare delle minoranze, siano esse etniche, sessuali o religiose. Anzi, a dirla tutta, il dibattito pubblico in Italia, negli ultimi tempi, sembra essere incentrato quasi esclusivamente sulle minoranze: a partire dai musulmani, dopo le stragi di Parigi e ancora prima con l’11 settembre; degli omosessuali da quando si parla di unioni civili; e infine degli ebrei, a proposito della rinnovata ondata di antisemitismo. Ebbene, queste minoranze spesso si trovano a dover convivere, talvolta nello stesso quartiere o addirittura nello stesso edificio.

Così, spinti dalla curiosità su cosa rappresenti una minoranza per un’altra minoranza, ci siamo avventurati per le strade della multietnica via Padova, a Milano. L'esperimento, questa volta, ha coinvolto gli omosessuali con i rispettivi (pretesi) diritti e gli immigrati con le proprie (lecite) posizioni. Una sola domanda ci ha guidato in questa ricerca: “Cosa pensano gli immigrati delle unioni gay?”. Ma ancor prima di questa domanda, un altro dubbio ci attanagliava: “Perché nessuno chiede mai agli immigrati cosa ne pensano delle leggi italiane?”; e soprattutto “Perché la sinistra accoglie e tutela gli immigrati ma non sta mai a sentire ciò che ha da dire?”. Coloro che si trovassero a sostenere entrambe le minoranze dovranno, prima o poi, fare i conti con il cortocircuito che si può ingenerare nel sostenere tutto e il contrario di tutto.

Nella maggioranza dei casi, alla domanda suddetta, se fossero favorevoli o contrari alle unioni civili, la risposta è stata un netto no: “Crediamo che la famiglia sia sacra e che la società cresca attraverso l’unione di maschi e femmine”, ha detto Benaissa Bounegab, figura importante nella comunità islamica di Milano; “Se a me non piace la legge italiana, me ne vado via”, ha fatto sapere un altro intervistato egiziano, anche lui contrario. Stessa risposta anche dalla comunità sudamericana: “Dio ci ha creato maschio e femmina, non ha creato un mezzo maschio e una mezza femmina”, ha affermato una signora peruviana. E ancora “Se chiedi a qualsiasi musulmano ti dice la stessa cosa”, chiosa un signore, parlando a nome di tutti i musulmani.

Annunci

Commenti

edo1969

Sab, 30/01/2016 - 17:05

Articolo insensato: se il parlamento rappresentante del popolo sovrano vota la legge l'immigrato si adegua, oppure sella il cammello e torna al paesello. Se lasciamo fare a loro il problema diventa non tanto le unioni civili ma far mettere il burka alle donne. Non esageriamo, gente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 30/01/2016 - 17:09

RAZZISTI,OMOFOBI,LEGHISTI!!!!!lol lol Pax vobiscum.

Ritratto di RinaD.B

RinaD.B

Sab, 30/01/2016 - 17:19

Hanno perfettamente ragione... la signora al minuto 1:10 è stata sincera: molte persone sono contrarie alle unioni gay, ma hanno paura di dirlo perché passerebbero per omofobe. Siamo arrivati al punto che dire mamma e papà è considerato omofobo. Meglio dire: 2 mamme, 2 papà, o anche 3/4 mamme già che ci siamo. Per fortuna i "nuovi italiani" intervistati, han dimostrato che le leggi della natura e il buon senso prevalgono ancora

cgf

Sab, 30/01/2016 - 17:19

sono giorni che m'immagino Khalid Chaouki davanti ad una telecamera a rispondere alla domanda "lei è favorevole a legalizzare unioni omosex e adozioni per tali coppie?". sarei proprio curioso di sapere cosa risponde.

potaffo

Sab, 30/01/2016 - 17:20

La scoperta dell'acqua calda. E'ovvio che le prime teste a cadere per via dell'immigrazione selvaggia sono quelle di chi li ha fatti arrivare, é normale. Lo straniero arabo-musulmano o giù di li odia i radical chic, odia gli omosessuali e le altre razze e religioni.

Totonno58

Sab, 30/01/2016 - 17:23

Beh, w la libertà di espressione, buon passo verso l'integrazione però...chissenefrega!

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 30/01/2016 - 17:30

Son perfettamente d'accordo sulla definizione "preteso", a proposito di omosessuali, molto meno sul "lecito" degli extracomunitari. Chi vuol sovvertire, con pretese deliranti, tradizioni, usi e credenze di un popolo, chi vuol affossare umane e pacificamente ponderate consuetudini, per bassi interessi personali, non può avere la possibilità di "pretendere" leggi ad personam. Chiedere è lecito, prevaricare no! E basta!

venco

Sab, 30/01/2016 - 17:30

E' giusto che si ribellino contro i loro sostenitori sinistri.

denteavvelenato

Sab, 30/01/2016 - 17:30

Avetete scoperto l'acqua calda, basta leggersi certi commenti ai vostri articoli per capire che su molte cose gli immigrati islamici, e alcuni vostri lettori, la pensano uguale

Cheyenne

Sab, 30/01/2016 - 17:32

io sono contro l'adozione per i gay, ma che dobbiamo pure sottostare a quello che dicono gli invasori mi pare eccessivo

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 30/01/2016 - 17:36

Cosa volete che freghi agli immigrati delle nozze gay ? Sono dei disperati e non sanno come sbarcare il lunario e voi andate a chiedere un parere sulle nozze gay ? Se invece dicessero che sono favorevoli cambia forse qualcosa ?

Raoul Pontalti

Sab, 30/01/2016 - 17:38

E ora per fare dispetto agli islamici i bravi bananas si dichiarano favorevoli ai matrimoni e alle adozione degli omosessuali...

angeloceleste

Sab, 30/01/2016 - 17:53

forse, più che altro, bisognava chiedere cosa ne pensano della shaaria ...

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 30/01/2016 - 17:57

Carissimo PROF 17e38, non ci penso neanche lontanamente a dichiararmi quello che vorresti Tu. Pax vobiscum.

M_TRM

Sab, 30/01/2016 - 18:02

Cosa ne pensano gli immigrati delle leggi italiane? Non facciamo casino italico, sosteniamo sì o no che le nostre leggi sono le nostro leggi e gli immigrati vi si devono adeguare? Sì, e con forza. E allora non perdiamoci in inutili e stupide inchieste su cosa pensano gli immigrati delle nostre leggi: abbiamo bisogno di dare agli immigrati diritto di discutere e giudicare le nostre leggi per ottenere, comprare, barattare un supporto? Neanche per sogno: sono fortemente contrario alle unioni civili ma non mi prostituisco ideologicamente legittimando immigrati a giudicare le nostre leggi, la nostra cultura, i nostri costumi. È una questione di avere dei principi e di rispettarli, non di piegarli all'opportunismo del momento.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Sab, 30/01/2016 - 18:03

E cosa ci si aspettava intevistando i musulmani? Che fossero favorevoli alle unioni gay? In Iran e in altri regimi islamici, i gay li impiccano. Altrove sono condannati per il solo fatto di dichiararsi tali o frequentare altri gay. Da questi signori non aspettiamoci tolleranza, nè possibili paragoni con la civiltà occidentale.

lorenzovan

Sab, 30/01/2016 - 18:04

che bello...avete trovato i vostri alleati naturali...allah u akbar...lololololol

carlogmi

Sab, 30/01/2016 - 18:04

hernardo45 sei il fondo del cannone ?

Alessio2012

Sab, 30/01/2016 - 18:07

Povero Birocco... anche i disperati hanno un orgoglio e una dignità, non illuderti... non è come pensate voi sxxxxxxxxxi...

Pippo3

Sab, 30/01/2016 - 18:08

questi immigrati fanno considerazioni di buon senso, quello che manca ai sinistri radicalchic che lo hanno perso da tempo oppure non l'hanno mai avuto.

mila

Sab, 30/01/2016 - 18:10

@ Cheyenne -Se un invasore (poi non tutti gli extracomunitari o islamici lo sono, parecchi sono qui da tempo e lavorano onestamente) o un nemico su un argomento ha ragione bisogna riconoscerlo. Punto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 30/01/2016 - 18:12

Quelli che qui OGGI scrivono che non bisogna dargli ascolto,sono gli stessi che fino a IERI qui scrivevano che, SONO QUELLI CHE CI PAGANO LE PENSIONI!!!lol lol Pax vobiscum.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 30/01/2016 - 18:28

Non devono essere gli immigrati a suggerire agli italiani come regolarsi. Il loro parere non mi interessa, né a favore, né contro. Così come noi non andiamo in Arabia saudita a dire come devono trattare le donne. C'è un piccolo dettaglio che si continua a tralasciare; la pacifica convivenza si realizza quando popoli diversi, con lingua, cultura e tradizioni diverse, si tengono a debita distanza e, nel proprio ambito, decidono leggi e comportamenti secondo le proprie tradizioni. Ognuno stia a casa propria, nell'interesse di tutti.

zen39

Sab, 30/01/2016 - 18:38

I rapporti omosessuali portano ufficialmente alla pena di morte in nove stati islamici: Arabia Saudita, Iran, Nigeria, Mauritania, Pakistan, Sudan, Somalia, Somaliland e Yemen. Se ci sono fanatici immigrati sarà bene mettersi meno in mostra con queste manifestazioni si arriverebbe al paradosso della sinistra masochista: perorare entrambe le cause gay e migranti per contribuire a farle distruggere fra di loro.

cicciosenzaluce

Sab, 30/01/2016 - 18:47

Adesso gli immigrati vi fanno comodo,ma siete proprio dei poveri disgraziati !! Non sapete quello che scrivere,ma non esiste problema,con i deficienti che vi seguono,potete scrivere quello che volete.

cicciosenzaluce

Sab, 30/01/2016 - 18:50

Quel povero vecchio,col pannolone del vostro padrone,adesso e`favorevole ai gay,lo fosse diventato pure lui,chissa`dopo le esperienze avute con la brasiliana,puo`succedere.

martello carlo

Sab, 30/01/2016 - 18:52

censori ignoranti: ormai pubblicate solo i commenti che declassano per qualità i vostri lettori e la destra. Avete rovinato il capolavoro di Mario Giordano. Andate a quel paese, anzi all' inferno.

Ritratto di tokarev

tokarev

Sab, 30/01/2016 - 18:57

c'eravate tutti oggi a rivendicare la sharīʿa cristiano/islamica...tutti...gli interessi e i voti uniscono gli ipocriti...

vince50_19

Sab, 30/01/2016 - 19:09

Ovvio che, specie i musulmani, non vedano di buon occhio ste cose. Ma se questo governo in salsa cocomeriota pensa di integrare sta gente, mi sa che dovranno darsi una sana regolata ai neuroni. E sperare che non diventino maggioranza in terra nostra, sperarlo vivamente, visto che ancora qui esistono scelte liberali importanti per la democrazia; naturalmente quelle che non contrastano con la costituzione e le leggi che da essa discendono.

diesonne

Sab, 30/01/2016 - 19:09

diesone le rispste dei musulmani dovrebbero far riflettere quelli che affermano il contrario nella cosidetta europa civile-in che cosa consista la vera civiltà è tutta da scoprire e da vivere-quod bonum est tenete, il resto è da rifiutare

Linucs

Sab, 30/01/2016 - 19:12

E chi se ne sbatte di cosa pensano gli "immigrati" delle "unioni civili?"

Ritratto di pericle12

pericle12

Sab, 30/01/2016 - 19:38

franco.brezzi devo farle notare l'insensatezza del suo messaggio. RinaD.B le faccio notare l'insensatezza e la falsità del contenuto del suo messaggio, certo dovuta ad una ignoranza totale in merito di società e scienza. Lei evidentemente non conosce le leggi della natura, altrimenti converrebbe che l'omosessualità è ivi contenuta. Per di più il buon senso imporrebbe all'uomo di garantire solidarietà e diritti alle minoranze ostracizzate dal resto della società. In tal senso sono rivolti tutti i principi della Dichiarazione di Diritti dell'Uomo. Lei, inoltre, non si rende neanche conto che nessuno mai è stato additato di omofobia per aver nominato mamma e papà. Provi a riformulare il messaggio utilizzando quell'intelligenza che il suo Dio le ha donato. hernando45 noto che lei ribadisce l'insensato delirio delineato dall'articolo.

ziobeppe1951

Sab, 30/01/2016 - 19:39

Trombalti, finalmente ti esprimi con parole tue....l'avevamo capito zecca rossa

rossono

Sab, 30/01/2016 - 19:51

Raoul Pontalti Troppe bananas in bocca guarda che ne puoi sposare uno...

Ritratto di il navigante

il navigante

Sab, 30/01/2016 - 20:06

E' ora che questi immigrati aprano gli occhi e che capiscano che la cosiddetta sinistra italiana, è veramente...sinistra in tutti i sensi negativi della parola.

fisis

Sab, 30/01/2016 - 21:53

Ma che bella scoperta! Cosa pensavate potesse rispondere un immigrato islamico? Non per niente provengono da paesi dove lapidano le adultere e impiccano gli omosessuali. Perchè non chiedete a un "immigrato" magari un po' più evoluto culturalmente e civilmente, ad esempio a un americano?

ziobeppe1951

Sab, 30/01/2016 - 23:11

Pontalti e totonto...questi quando avranno voce in capitolo s'o ca.zzi vostri

blackbird

Dom, 31/01/2016 - 01:27

Questi arrivano da una cultura omofoba e repressiva nei confronti delle donne. Una volta naturalizzati e fatti votare, col cavolo che voterebbero l'attuale sinistra!

Ritratto di pericle12

pericle12

Dom, 31/01/2016 - 02:47

ziobeppe1951 forse non ha capito come si usa l'apostrofo. Nel caso in cui si voglia fare un troncamento, l'apostrofo prende il posto delle lettere troncate. Percui se vuol troncare "sono", deve scrivere "so'". Inoltre le faccio notare che è inutile la censura effettuata in cotal maniera: il punto deve prendere il posto di una lettera censurata, non essere semplicemente aggiunto a caso.

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Dom, 31/01/2016 - 07:07

Ma non è che sono più "intelligenti" di noi;solo solo meno sxxxxxi e pèiù onesti con se stessi. Questa volta sono con loro.

vince50_19

Dom, 31/01/2016 - 08:14

RinaD.B - Ha ragione. Tenga presente il fatto che la famiglia NON è un "fattore" ideologico MA antropologico. Credo che alla stragrande maggioranza dei gay non gliene importi granché di questo ddl, tanto che negli Usa ad es. queste cose sono sponsorizzate da chi vuole creare l'uomo SENZA IDENTITA per poi poterlo manovrare per le proprie desiderata. Questo sistema di sta allargando in tutto il mondo. La Goldman Sachs, Soros, la JPMorgan, la Rockefeller Foudation: questi sono alcuni poteri finanziari che vogliono "genderizzare" il mondo. Basta andare nel sito dell'UNAR (ufficio che dipende dalla p.d.c. dei ministri) per rendersi conto del NESSO fra lgbt e gender. Inutile che sta gente meni il can per l'aia e/o alla "buona fede" di molti di loro: ci sono menti "finissime" che virano in quel senso. Altrochè!

vince50_19

Dom, 31/01/2016 - 08:22

fisis - E' anche una questione di numeri: quanti sono gli americani (ammesso che siano tutti d'accordo con quello che lei vorrebbe far credere. E non lo sono) e quanti sono i musulmani? A parte che in Usa vi sono circa 25 milioni di musulmani su 320milioni di abitanti, i musulmani sparsi nel mondo sono circa 1,7 miliardi e in costante crescita. Magari si potrebbe promuovere un sondaggio "mondiale" però, stando a quello che dice il Corano, credo che la risposta sarà molto chiara, univoca e per lei deludente.