Gli immigrati contro la sinistra: "Non votate le unioni civili"

Viaggio nella multietnica viale Padova a Milano per capire cosa ne pensano gli immigrati delle nozze gay

Gli immigrati contro la sinistra: "Non votate le unioni civili"

Si fa un gran parlare delle minoranze, siano esse etniche, sessuali o religiose. Anzi, a dirla tutta, il dibattito pubblico in Italia, negli ultimi tempi, sembra essere incentrato quasi esclusivamente sulle minoranze: a partire dai musulmani, dopo le stragi di Parigi e ancora prima con l’11 settembre; degli omosessuali da quando si parla di unioni civili; e infine degli ebrei, a proposito della rinnovata ondata di antisemitismo. Ebbene, queste minoranze spesso si trovano a dover convivere, talvolta nello stesso quartiere o addirittura nello stesso edificio.

Così, spinti dalla curiosità su cosa rappresenti una minoranza per un’altra minoranza, ci siamo avventurati per le strade della multietnica via Padova, a Milano. L'esperimento, questa volta, ha coinvolto gli omosessuali con i rispettivi (pretesi) diritti e gli immigrati con le proprie (lecite) posizioni. Una sola domanda ci ha guidato in questa ricerca: “Cosa pensano gli immigrati delle unioni gay?”. Ma ancor prima di questa domanda, un altro dubbio ci attanagliava: “Perché nessuno chiede mai agli immigrati cosa ne pensano delle leggi italiane?”; e soprattutto “Perché la sinistra accoglie e tutela gli immigrati ma non sta mai a sentire ciò che ha da dire?”. Coloro che si trovassero a sostenere entrambe le minoranze dovranno, prima o poi, fare i conti con il cortocircuito che si può ingenerare nel sostenere tutto e il contrario di tutto.

Nella maggioranza dei casi, alla domanda suddetta, se fossero favorevoli o contrari alle unioni civili, la risposta è stata un netto no: “Crediamo che la famiglia sia sacra e che la società cresca attraverso l’unione di maschi e femmine”, ha detto Benaissa Bounegab, figura importante nella comunità islamica di Milano; “Se a me non piace la legge italiana, me ne vado via”, ha fatto sapere un altro intervistato egiziano, anche lui contrario. Stessa risposta anche dalla comunità sudamericana: “Dio ci ha creato maschio e femmina, non ha creato un mezzo maschio e una mezza femmina”, ha affermato una signora peruviana. E ancora “Se chiedi a qualsiasi musulmano ti dice la stessa cosa”, chiosa un signore, parlando a nome di tutti i musulmani.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti