Il Cavaliere all'opposizione sarebbe intoccabile

In una democrazia occidentale nessuno pensa di far arrestare il suo antagonista politico. Altrimenti saremmo come l'Egitto

Vorrei dire ai signori del Pdl che questo è il momento meno opportuno per litigare, offrendo agli avversari del Pd il destro per mascherare le loro beghe e spacciarle per apprezzabili manifestazioni di democrazia interna. Ma se proprio non possono fare a meno di scontrarsi, stavo per scrivere scannarsi, cerchino almeno di essere utili alla causa di Silvio Berlusconi, se non a quella del partito.
Mi scuso con i lettori se anch'io ricorro alle metafore ornitologiche, stucchevoli e abusate: i falchi, le colombe, i polli e i tacchini finora non hanno ottenuto granché. Nessuno di essi è riuscito a imporsi, e agli elettori è sfuggito il senso delle loro baruffe. Solo gli addetti ai lavori hanno capito, grosso modo, che le colombe sono più attaccate al governo, e relativi scranni, che non al Cavaliere; mentre ai falchi preme (a parole) la sopravvivenza del Cavaliere stesso e se ne infischiano di quella di Enrico Letta.
La divisione fra le due categorie di uccelli è profonda e rischia di degenerare in scissione. Scissione che a un certo punto sembrava inevitabile. Poi il pericolo è rientrato, ma non del tutto. Cosicché si paventa ancora la possibilità di un improvviso strappo, che sfocerebbe nella nascita di due partiti: uno strettamente berlusconiano e l'altro diversamente berlusconiano, capeggiato da Angelino Alfano o da un suo epigono. Ciò che, sotto il profilo politico, creerebbe gran confusione e disorientamento nell'elettorato di centrodestra, incapace di comprendere chi abbia ragione e chi torto.

Di qui il mio consiglio non richiesto ai volatili in questione: se sono talmente stolti da non riuscire ad andare d'accordo, trascurando il comune interesse, si separino subito - prima che sia troppo tardi - a vantaggio del vecchio leader, colui che li ha tolti dalla gabbia dell'anonimato spingendoli in Parlamento. Fra meno di tre settimane, infatti, il Senato voterà la decadenza di Berlusconi. Le intenzioni del Pd e del M5S sono note: fremono dal desiderio di liberarsi del collega che impedisce loro di dominare la scena. Pertanto si comporteranno di conseguenza. Silvio sarà buttato fuori. Poi dovrà fare i conti con la condanna definitiva rifilatagli dalla Cassazione. Inoltre affronterà altri processi. Un calvario.
L'ipotesi che venga triturato non è campata in aria. Qualora il destino si accanisse su di lui, sia le colombe sia i falchi sarebbero nei guai, cioè privi di una guida e soprattutto di un procacciatore di consensi ineguagliabile. Di qui l'esigenza che una parte cospicua del Pdl esca senza indugi dalla maggioranza delle larghe intese e la smetta di appoggiare l'esecutivo più insulso della storia repubblicana.

Il Cavaliere, prima che tutto precipiti, deve assolutamente diventare il capo dell'opposizione e battersi con foga contro Letta e i lettiani. Sono consapevole che la mossa sia impopolare a giudizio di molti, ma è necessaria per salvare il fondatore dell'unica forza politica antagonista della sinistra. Il ragionamento che induce a prendere sul serio questa strada è semplice: come potrebbe una democrazia occidentale, sorta sulle ceneri della dittatura fascista, arrestare - annientare, distruggere, eliminare - il capo dell'opposizione?

Quale figura farebbe l'Italia se si sbarazzasse del leader della minoranza parlamentare azionando leve giudiziarie che puzzano di tribunale speciale? Cose del genere sono degne delle peggiori satrapie, delle tirannie bananiere; possono giusto succedere in Egitto. Se invece Berlusconi (col suo Pdl) appoggia il governo che lo sbatte in galera, significa che collabora con i propri aguzzini. Meglio che crepi Sansone con tutti i filistei.

segue a pagina 5

di Vittorio Feltri

Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 10/11/2013 - 16:29

Se non è al comando della nazione nessuno lo vuol toccare. Per cui vada all'opposizione e mi raccomando prima di criticare qualcosa tenti di ricordarsi se è stato lui a farla, altrimenti ci farà la figura del vecchio non più arzillo. Vada, vada.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 10/11/2013 - 16:32

Il Cavaliere all'opposizione sarebbe intoccabile. Concordo in pieno il pensiero di Feltri , però io aggiungerei un piccolo particolare , se si ritirasse dalla politica sarebbe un vantaggio per tutti.

unosolo

Dom, 10/11/2013 - 16:35

mi trovo pienamente d'accordo , l'appoggio al Letta è stato voluto dalle colombe che se ne fregano del leader essi come sostengo da tempo , sono inchiodati al mantenimento della poltrona e delle cariche che occupano , al sentore della divisione sono rientrati nei ranghi ma mentono , almeno è quello che appare anche nelle interviste. Berlusconi deve restare unico leader in carica anche se decade ma da oggi deve essere antagonista vero e pretendere solo il suo programma senza indugi , La ripresa economica è quello che serve , oggi non abbiamo un governo amico delle imprese e tanto meno una magistratura che non capisce la gravità di assaltare le grandi aziende facendole fuggire dalla "ITALIA" , ci si deve dialogare e dar tempo alla ripresa o alla messa a norma di impianti di sicurezza se non ci sono ma non a chiudere le fabbriche , ci vogliono controlli seri sulla sicurezza che non avvengono in fabbriche amiche ma solo su alcune rispetto ad altre , se lo stato non recupera il lavoro presto rimaniamo solo con molti debiti , oggi sappiamo delle spese per mantenere la casta ma senza entrate chi paga i loro stipendi ? il problema non BERLUSCONI ma la sinistra che non vede oltre il loro interesse politico oggi ma domani ? basta con l'odio vogliamo un leader che punti sul la ripresa economica per avere soldi che girano .

moichiodi

Dom, 10/11/2013 - 16:37

"Il Cavaliere, prima che tutto precipiti, deve assolutamente diventare il capo dell'opposizione e battersi con foga contro Letta e i lettiani. Sono consapevole che la mossa sia impopolare a giudizio di molti, ma è necessaria per salvare il fondatore dell'unica forza politica antagonista della sinistra" una trama degna di agata christie. feltri il fruitore di pensione baby farnetica. l'italia non è l'egitto: berlusconi è stato condannato in terzo grado!

moichiodi

Dom, 10/11/2013 - 16:39

"Meglio che crepi Sansone con tutti i filistei" feltri ha mancato di chiudere l'articolo: viva l'italia!

Ritratto di randel

randel

Dom, 10/11/2013 - 16:40

Chi compie reati deve essere perseguito. Il concetto mi sembra chiaro caro Feltri. Tutto il resto è fumo e niente arrosto. E con tutti i volatili nominati in questo articolo.....un buon pasto è proprio auspicabile. Buon appetito.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 10/11/2013 - 16:54

Ma che opposizione, i pregiudicati vanno in carcere in altri paesi.

marco dal gesso

Dom, 10/11/2013 - 16:56

ai servizzi sociali, altro che leader dell'opposizione.

danielelupo

Dom, 10/11/2013 - 16:57

In una democrazia occidentale chi e' condannato non sta al governo ma a scontare la sua pena. In una democrazia occidentale i politici pensano al paese e non ai propri scontri intestini pensando solo a loro stessi. In una democrazia occidentale quando si vota qualcosa, la minoranza si adegua invece di stare sempre a lamentarsi perche' e' tutto male tranne quello che dice lei.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 10/11/2013 - 16:57

Caro Feltri non saremo l'egitto ma si dimentica che la nostra magistratura e' su quei livelli anzi peggio sotto il burchina, lo zambia ecc, quindi stia tranquillo, che con quelli al peggio non c'e fine...non ci speri

moichiodi

Dom, 10/11/2013 - 16:58

la "grande firma" in soldoni dice cosa c'entra l'italia, cosa c'entrano gli italiani (buoni solo quando votavano il pifferaio): che vadano a farsi f....., qui c'è da salvare l'uomo al quale devo la mia fortuna. feltri se scrive simili baggianate non sarà mai considerato un grande giornalista.

CALISESI MAURO

Dom, 10/11/2013 - 17:02

Una volta feci un elenco dei partiti e movimenti politici, che con il loro malaffare e incompetenza, hanno portato la nazione ( con la collaborazione entusiasta della maggioranza italica, sia chiaro )al disastro. Ne veniva fuori che nessuno era innocente e tutti erano responsabili incluso Berlusconi. Da decidere poi i gradi di colpevolezza e l'ipocrisia, piu' presente a sx. Peccato per le forze nuove entrate in parlamento, incapaci di essere efficaci. Il tutto porta ad una classe politica prona a tutti gli interessi meno che ai nostri. Qui va cambiato tutto, questo governo ancora di piu'. Si e' solo barcamenato a decidere cosa tassare o no, nessuna bozza di riforma iniziata.Ci stanno portando al fallimento dove in conclusione i cravattari mondiali ed europei ci spolperanno. Povera Nazione!! Mi viene a mente il film con Sordi, Il marchese del grillo, dove all'esecuzione del prete guerrigliero egli apostrofava il popolino che batteva le mani dandogli dei poveri di spirito e di sostanza. Aveva ragione siamo messi come allora.

citano39

Dom, 10/11/2013 - 17:05

Sarebbe una opposizione qualificata. Forza Silvio sono d'accordo con Feltri

alfredewinston

Dom, 10/11/2013 - 17:11

ti avevamo avvisato, l'ultimo treno è passato. ora è il tempo di grillo.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 10/11/2013 - 17:14

Con la bande di sinistrati che ci ritroviamo, siamo messi peggio che in Egitto !

Gianca59

Dom, 10/11/2013 - 17:15

Ma cosa servono queste ideuzze atte a tirare a campare in un' Italia in totale decadenza ? Si parla solo di guerriglie, posticini da campanella, io ti do questo e tu mi dai quello, etc etc …. E l' Italia nel frattempo che fine fa ?

Anselmo Masala

Dom, 10/11/2013 - 17:16

luigipiso:era da un po' di tempo che non ti si leggeva(restrizioni aziendali)???... e stavi facendo un figurone ahahahhahah

Anselmo Masala

Dom, 10/11/2013 - 17:18

antonio vivaldi:i dischirotti come te starati al massimo vanno nella monnezza!!!!

Ritratto di onollov35

onollov35

Dom, 10/11/2013 - 17:20

Bravo Vittorio, sono pienamente d'accordo con Te. Allontanarsi da questa alleanza e dai Democristiani.

Silvio B Parodi

Dom, 10/11/2013 - 17:22

Marco del gesso.......impara a scrivere, poi dire la tua.

rossini

Dom, 10/11/2013 - 17:42

L'idea è semplice e brillante. Berlusconi Capo dell'Opposizione. E ricordiamoci che, per fare questo, non è necessario essere in Parlamento. Tutt'altro, l'opposizione la si dirige molto meglio standone fuori. Addirittura stando all'estero come la storia ci insegna con gli esempi di Lenin, Mazzini, De Gaulle che, appunto dall'estero, guidarono ed organizzarono la rivolta contro il regime zarista, l'occupazione austriaca e l'occupazione nazista. E come in tempi più recenti ci dimostra addirittura Beppe Grillo. Berlusconi, stando all'opposizione e, persino stando agli arresti domiciliari, potrà dirigere al meglio la rivolta contro il colpo di Stato organizzato dai kattokomunisti fiancheggiati dalla Magistratura.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 10/11/2013 - 17:51

Caro Feltri non te ne sei accorto ma è dal 1994 che cercano di assassinare il capo dell'opposizione e puntare sui destini di Cuba e Corea del Nord. Solo il B. si è opposto alla dittatura burocratica delle corti e dei cortigiani ricchissimi, potentissimi, inamovibili, mai eletti da nessuno e che nessuno controlla. In Italia non comandano i governi, non servono a niente, non servono le elezioni, il popolo non è sovrano. L'Italia è una dittatura burocratica che dispone di innumerevoli Corti, CSM, Presidenti della Repubblica che prendono ordini da un altro organo burocratico, armato, la magistratura, anch'essa mai eletta da nessuno, che nessuno controlla e che che nessuno è capace di rimuovere. Assassinato il B. che a tutto questo si oppone, dal governo o no, tutto sarà come prima, più nessuna minaccia. Le tasse continueranno a far ricchi i soliti burocrati, i soliti magistrati e l'Italia tornerà ad essere in Europa quel piccolo paese degli inizi del 900. Prima del fascismo. Occhio!!

comase

Dom, 10/11/2013 - 17:57

I traditori sono delle canaglie da abbattere

G_Gavelli

Dom, 10/11/2013 - 18:08

Scusi Feltri, ma per reati comuni arrestano anche all'estero! Che diamine!

GilbertoVR

Dom, 10/11/2013 - 18:25

Non diciamo stupidaggini e non prendiamoci in giro. In tutti i paesi normali un delinquente condannatto e probabilmente ricondannabile non sarebbe sulla scena politica.

daniele66

Dom, 10/11/2013 - 19:06

Premesso che Feltri E' un gran giornalista ed e' fuor di dubbio,concordo in pieno con la sua opinione,sebbene per motivi diversi da quelli citati nell'articolo. L'appoggio esterno e' al momento la soluzione migliore,Fare cadere il governo significherebbe favorire M5S e Renzi. Lo facciano cadere loro,fermo restando che a mio avviso il governicchio cadra' da se e la campagna per le elezioni di primavera e' gia' iniziata. Il Cav decadra' ma non vedo minimamente come cio' possa o debba cambiare le cose. che sia in Parlamento o meno,non credo che gli italiani sani di mente appoggerebbero un Governo del partito iscrtto al PSE con l'appoggio di SEL e l'incognita Renzi. non vedo nemmeno un CD alternativo al Cav., a meno che non si voglia il tracollo alle prossime eezioni ed allora si che l'emigrazione dall' Italia diventerebbe paragonabile a quella del dopoguerra negli USA

carlo5

Dom, 10/11/2013 - 19:26

Caro Feltri siamo cosi' confusi che non ci capiamo piu' un c...... Lei ha ragione ma chi raccogliera' il guanto di sfida di una opposizione rinata? Questo e' il punto. Fare quadrato intorno a Berlusconi e' giusto ma essere Lui il capo la dice lunga sulla tenuta a distanza. Grillo ha un manipolo di novelli in addestramento e se lo puo' permettere. Berlusconi ha un esercito di parassiti che con il capo prossimo al viatico pensano ai c.... loro. Questa differenza, caro Feltri, e' un macigno ben piu' grande delle colonne di Sansone che Lei vaticina. Prima la riforma elettorale, la riforma presidenziale con un presidente eletto dal popolo poi il resto, prima un solo partito che governi, poi il resto, se cosi' come ora andassimo a votare sarebbe uno sfascio ed e' meglio una riforma corretta e stare all'opposizione che ritrovarsi con una troica di traditori (Alfano, Fini e Casini) che rifanno un ennesimo partito da due per cento, che condizionerebbe il governo come da settant'anni vediamo in questo disgraziato paese. Ci pensi Feltri e poi facciamo pure il cordone all'unico leader della destra. Il solo cordone lo strozzerebbe, ne stia certo.

Alessio2012

Dom, 10/11/2013 - 19:33

Vittorio... stai girando intorno al problema. Il problema è che questi magistrati vanno fermati! E basta!!!!

gedeone@libero.it

Dom, 10/11/2013 - 19:35

Caro Feltri, saremmo come l'Egitto??? Ma siamo molto peggio, in molte classifiche e segnatamente in quelle che riguardano la Giustizia siamo dietro al Burundi, altro che Egitto! Si metta bene in testa Direttore che la sinistra e loro magistratura "democratica" sono capaci di tutto e l'hanno in questi anni ampiamente ed esaustivamente dimostrato. Il Cavaliere deve togliere la fiducia al Governo perché c'è un limite a tutto; non si può stare con chi ti prende a calci e sputi in faccia più volte al giorno ogni santo giorno e, badi bene, questo non lo dice Berlusconi ma gli elettori di centrodestra che lo pensano e lo vogliono a stragrande maggioranza. Per quanto riguarda Alfano e soci, facciano come credono, se avranno forza sufficiente continuino pure ad appoggiare il Governo. Saranno poi gli elettori a giudicare il loro operato.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 10/11/2013 - 19:39

Feltri, si ricordi che i motivi per scusare tutto e il contrario di tutto si trovano al mercato. E allora dica a questi polli che le prossime mosse saranno: A)voto favorevole alla legge di stabilità; ottenuta questa, B)voto favorevole alla decadenza di Berlusconi; ottenuto questo, C)caduta del Governo Letta!!! A cosa serve continuare a sostenere Letta? A niente. Il governo cadrà lo stesso, perché il PD farà di tutto per sloggiare quelli del PDL (cosa aspettano, che glielo dicano in faccia?). E allora, sti polli, facciano così: boicottaggio dei lavori a tutti i livelli (dal comune, su, su, fino all'Europa) o, in alternativa, dimissioni in massa di tutti gli amministratori e di tutti i parlamentari, a tutti i livelli; contemporaneamente, facciano saltare il governo. Salveranno capra e cavoli: parafrasando Guareschi, la capra di Berlusconi e i cavoli del governo! Feltri, ma lei mi sta a sentire?

pgbassan

Dom, 10/11/2013 - 19:52

Ancor più che sottoscrivere in toto l'articolo di Feltri, affermo che il PDL non doveva appoggiare il governo dell'indegno (eufemismo) Monti e men che meno quello farlocco e inconsistente di Letta. Soprattutto dopo la condanna farsa definitiva. A casa questo governicchio che è anche il più raffazzonato e delirante della storia repubblicana. Segua tutto il PDL la scelta della Lega Nord, unica coerente sia con Monti che con Letta. Orgoglioso che le Lega si sia comportata così. Il Cav e il PDL avranno tutto da guadagnare e speriamo così anche l'Italia.

CARLOBERGAMO50

Dom, 10/11/2013 - 20:08

ORGANIZZIAMO UNA PIAZZA TASZIR COME A IL CAIRO. POTREBBE ESSERE UNA BUONA IDEA PENSARE ALLA "GRANDE". CHE IDEA PIAZZA MONTECITORIO.

Totonno58

Dom, 10/11/2013 - 20:10

veramente qui nessuno pensa di far arrestare Berlusconi...dopo quello che ha combinato si è tolto da mezzo da solo...

Ritratto di mohamed.rashidalmaktum

mohamed.rashida...

Dom, 10/11/2013 - 20:58

Ma basta, sempre intrappolati con questa infinita telenovela anni '80 con Berlusca protagonista e i giovani vecchi Renzi e Letta coprotagonisti...ma a nessuno viene voglia di cambiare canale, ghe sboro?

Ritratto di marmolada

marmolada

Dom, 10/11/2013 - 22:47

moichiodi, prima di tutto si pulisca la bava dalla bocca. In secondo luogo Le ricordo che il M5S è "capitanato da Grillo che è un pregiudicato per omicidio colposo. Se non bastasse il "suo" caro delinquente Ing. De Maledetti ha rubato allo Stato Italiano 260 milioni di euro e a differenza di Silvio, condannato a 4 anni etc etc. perchè "avrebbe" rubato 4/7 milioni, il suo De Maledetti è stato condannato a risarcire lo stato della stessa cifra senza nessuna condanna penale!! Quindi la prego sin "moichiodi" prima di parlare a vanvera sbrodolando stupidaggini, inizi a stare zitto e si informi meglio!!

Prameri

Dom, 10/11/2013 - 23:48

Benissimo, V. Feltri! Fra le cose che non capisco c'è questo: le colombe per stabilità, per ubbidienza al presidente Napolitano e per la propria carriera personale intendono restare a garanzia di stabilità anche se di immobilità del governo. In realtà stanno aspettando l'eredità elettorale di Berlusconi ma questo significherebbe essere totalmente ciechi. I voti per loro crollerebbero a una cifra percentuale. Gli onorevoli parlamentari ubbidiscono a Berlusconi? O ad Alfano, Quagliariello, Lupi e Cicchito? Se ubbidiscono a Berlusconi non è il momento di passare all'opposizione? Visto che peggio di così questo governo non può fare. Aspettiamo che la povertà ci spinga a emigrare in Sud America, in Germania, in Africa, ovunque ci sia lavoro?

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 11/11/2013 - 00:06

D'accordo in pieno con quanto scrive Feltri. Opposizione dura, senza concedere nulla e fuori dalle palle tutta quella pletora di opportunisti, che devono tutto a Berlusconi e adesso lo pugnalano alle spalle. E non dobbiamo aver paura di renzi, perchè sarà annientato dai suoi stessi compagni che, come al solito, si rivolteranno gli uni contro gli altri in un eterno gioco al massacro. Noi dobbiamo solo restare uniti e aspettare che passino i loro cadaveri. Intanto romano prodi lo abbiamo seppellito: amen!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 11/11/2013 - 00:30

Il ruolo di pompiere continua a mietere vittime. Anche Feltri cerca di far ragionare chi ha ormai buttato il cervello nella enorme ameba che ingloba i trinariciuti. CERCARE DI RAGIONARE CON COLORO CHE HANNO ASSUNTO IL RUOLO DI UTILI IDIOTI E' FATICA SPRECATA. SONO PERSI E VANNO SCARICATI.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 11/11/2013 - 08:33

Caro Cavaliere! cosa aspetta ad andare alla opposizione???'

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 11/11/2013 - 08:35

Carissimo Feltri, La leggo sempre con attenzione anche perché il più dellle volte siamo in perfetta sintonia. Come in queto caso. Vorrei, se possibile, aggiungere una precisazione, se Lei è d'accordo. Non crede che l'inizio della fine sia stato Fini? Con i suoi mal di pancia ha determinato la crisi che ha portato al governo tecnico e da lì... il diluvio. Certo, il PDL ha una grossissima responsabilità sulle conseguenze di quello che poi è stato, dal Novembre 2011 in poi. Con la sua sciagurata decisione di appoggiare prima il governo tecnico, dal quale si è smarcato a tempo scaduto, e poi , addirittura, il governo col PD, col quale continua a governare... Sono cose che, per un elettore di destra come me (e, credo, come Lei), pesano come macigni. Ma ciò che risulta veramente indigesto nel panorama di cose indigeribili, è il comportamento dei filogovernativi del PDL(come vede ho lasciato perdere l'ornitologia) che pretenderebbero di difendere Berlusconi dopo averlo fatto massacrare dagli aguzzini, anzi partecipando al macabro festino. Non crede?

info@licht-ital...

Gio, 14/11/2013 - 14:29

Caro Feltri , Lei non mi é assolutamente simpatico, poiche abbastanza borioso, Ha peró il pregio di dire sempre quello che pensa e chiaramente. Ha ragione: Berlusca deve farla finita coi "governativi" e rischiare di andare all'opposizione. Prima lo fa meglio é. Questo passo gli libererebbe finalmente le mani e potrebbe iniziare una furibonda opposizione contro il PD ( stiamo a veder cosa succede all'interno del PD, poiché anche li é un bel casino !). Peró deve muoversi il ns caro Berlusca!