Il Tg1 dà la notizia che Letta è morto

La legge dei telegiornali recita: se il Tg5 supera il Tg1 significa che il governo sta per cadere

Durante la settimana che si sta per chiudere per due volte il Tg5 di Clemente Mimun ha battuto in ascolti il Tg1 di Mario Orfeo. Un fatto eccezionale che non accadeva da tempo. Complimenti ai bravi colleghi di Mediaset, a cui va il merito dei sorpassi, ma non è di giornalismo che vorrei parlare. Né di Auditel. C'è una legge non scritta che riguarda gli ascolti dei Tg e che non sbaglia mai. È tipo quella sulle ossa dei nonni: se lamentavano dolori voleva dire che arrivava il maltempo, e non c'era verso, altro che meteorologi di professione. Bene, la legge dei telegiornali recita: se il Tg5 supera il Tg1 significa che il governo sta per cadere. Il motivo è semplice. Come le ossa dei nonni con la pioggia, i telegiornali «ammiragli» di Rai e Mediaset registrano prima di altri che il clima politico sta cambiando e che sono in arrivo forti perturbazioni. I telespettatori ritengono, giustamente, che il Tg1 sia l'organo ufficiale del governo e lo seguono maggiormente se nel governo, e nella maggioranza che lo sostiene, c'è fiducia e aspettativa. Vogliono sapere cosa fa, come si muove, cosa pensano premier e ministri. Se viceversa il governo perde consenso, credibilità e autorevolezza, gli italiani si sentono presi in giro ad ascoltare tutte le sere che tutto va bene. In questo caso quanto sono bravi Letta e Saccomanni, quanto è bravo Napolitano e per fortuna che c'è lui a risolvere i nostri problemi e altre panzane tipo: la ripresa è iniziata, le tasse sono diminuite, l'euro è la nostra salvezza. Quando la distanza tra la verità raccontata dall'organo ufficiale e quella percepita dalla gente supera il livello di guardia, ecco che scatta il telecomando verso lidi meno partigiani e inquinati dal potere di turno. È il segnale. Del resto la tesi è confermata da un'altra legge che finora non ha mai fallito: se vuoi sapere ciò che accadrà nel Paese guarda quello che accade in Rai, è una bandiera che sventola anticipando il vento. Mi chiedo: se anche gli italiani più distratti si sono accorti che il governo non porta da nessuna parte e vive solo di menzogne, possibile che Napolitano non abbia capito che è finita e che il suo progetto di larghe intese deberlusconizzate è fallito nonostante gli inganni e l'enormità di forze messe in campo? Vuoi vedere che il motivo è più banale di quello che pensiamo, e cioè che il presidente alla sera guarda solo il Tg1 e pensa davvero che tutto stia filando liscio. Presidente, sveglia, sul Tg1 fanno vedere lei che dice che va tutto bene, non gli italiani sofferenti e incazzati. È solo un serpente che si mangia la coda, non la verità. Faccia una cosa, tanto per provare. Stasera guardi il Tg5. O se non se la sente, almeno dia un occhio fuori dalla finestra del lussuoso hotel (paghiamo noi, per lei e tutta la sua corte) di Milano dove alloggerà dopo aver assistito, dal palco reale ovviamente, alla prima della Scala. Se lo farà, ne scoprirà delle belle.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 07/12/2013 - 15:22

No, non è "morto", però non sta tanto bene.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 07/12/2013 - 16:49

Il governo Letta-Alfano-Saccomanni è uno dei più impopolari della storia della repubblica. Nato per volontà di Napolitano e tenuto in vita con l'aiuto del medesimo, la sua strategia è fare il meno possibile per durare il più possibile. In tempi di vacche grasse magari questa sarebbe anche una strategia legittima, oggi è semplicemente criminale.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 07/12/2013 - 16:56

Sallusti, quando c'era Minzolini al TG1 com'erano le notizie????? Ma che diavolo vai scrivendo? Aspetta e spera se speri in una caduta del governo ..........

isaiavito

Sab, 07/12/2013 - 17:29

"ecco che scatta il telecomando verso lidi meno partigiani e inquinati dal potere di turno" Cioè il TG5. sublime battutista sallusti

Zizzigo

Sab, 07/12/2013 - 17:31

Quando la gente è nauseata dalla continua propaganda filogovenativa, mentre è ben visibile che il Paese sta indiscutibilmente naufragando, cerca conferme delle proprie sensazioni. Certamente non le troverà nella RAI... ma, spesso, nemmeno nel TG5.

bluprince

Sab, 07/12/2013 - 17:36

@andrea626390: ma è mai possibile che qui in Italia, ogni volta che qualcuno - chiunque sia - si azzarda a dire una verità - una qualunque, qualunque sia - voi comunisti vi sentite in dovere di distruggerla dicendo l'esatto contrario??? Ma dove c...o sta scritta 'sta legge? Nei dieci comandamenti di Marx-Lenin-Dalema???

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Sab, 07/12/2013 - 18:37

Allucinante !! Il Tg1 notizie inquinate dai poteri forti. Tramontano ma ci vedi ? Ci senti ? I Tg mediaset informano liberamente Nooooo maiiiii. E ovvio che tu pensi che la gente sia scema, oppure scrivi certe cose per certe persone che credono e basta. Assurdo

Ritratto di monique

monique

Sab, 07/12/2013 - 19:03

hahaha che articolo demenziale

Gianca59

Sab, 07/12/2013 - 21:05

Dopo 7 mesi di coma ed elettroencefalogramma piatto, mi aspettavo questa notizia. RIP, amen.

robytopy

Dom, 08/12/2013 - 08:49

ma che dice Sallusti ? non sa che il tipo di utenza del Tg1 e del Tg5 è la stesso ? Semmai quella della Sette è da esaminare...

xgerico

Dom, 08/12/2013 - 09:18

Non è mica detto che se tuona poi si metta a piovere!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Dom, 08/12/2013 - 10:14

Il governo è non solo illegittimo (come ha espresso recentemente la Consulta), ma pure appeso ad un filo... Non credo Sallusti stia parlando a vanvera.

luigi civelli

Dom, 08/12/2013 - 14:05

Clemente Mimun? No grazie,meglio il Mago Otelma.

entropy

Dom, 08/12/2013 - 18:19

secondo me il ns amato Pipistrello ha fumato pesante stavolta; va a finire che consulta anche il polpo Paul.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Dom, 08/12/2013 - 20:41

L'unico telegiornale puntuale ed obiettivo era tg4. Poi però hanno tolto Fede ed è diventato un telegiornale comunista come tutti gli altri...

stefano.colussi

Dom, 08/12/2013 - 23:59

Letta è morto ??? in un certo senso è morto davvero. Stefano Colussi (Cervignano del Friuli)

avvfabiolazari

Lun, 09/12/2013 - 11:53

Egregio Direttore, Cadranno, tutti, come birilli. Già barcollano, Renzi segretario è una delle ultime polpette avvelenate che il regime ingoierà. Io sarei per un asse più movimentista FI-M5S. Renzi? Non so, il suo è un problema di identità politica atteso che del vecchio PD inteso come evoluzione del PCI non credo resterà nulla.C'è, per ora, il consenso, ma in quale senso?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 09/12/2013 - 13:30

Sallusti, ho visto le sue foto a Curmayeur con la sua bella. Complimenti per il cardigan

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 09/12/2013 - 16:26

@avvfabiolazzari,un asse m5s-fi?avvoca' meglio chiedere la clemenza della corte va....

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 09/12/2013 - 17:12

"Complimenti ai bravi colleghi di Mediaset, a cui va il merito dei sorpassi, ma non è di giornalismo che vorrei parlare.". Ecco bravo Sal, evita di parlare di cose che non conosci. Ma le zampe di gallina invece cosa dicono? E i fondi di caffè? Ma quanto stai messo male SAL!!

Atlantico

Lun, 09/12/2013 - 17:17

Ormai nel centrodestra è scoppiata una gravissima sindrome: tutti si dipingono la realtà come la vorrebbero ( ovvero, come la vorrebbe Silvio, naturalmente ! ). Ma state facendo i conti senza l'oste: oste che si chiama Matteo Renzi, non Massimo D'Alema. I tempi degli inciuci, dei favorini resi e contraccambiati, degli accordi sottobanco, dei patti davanti alla tavola di un'abitazione ai Parioli, sono tramontati per sempre: Renzi è diversissimo da D'Alema sarà una sorpresa per molti, per alcuni ovviamente indigesta. Attenzione Sallusti, il rottamatore non rottama solo nel PD ma anche fuori ...

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Lun, 09/12/2013 - 20:59

Si chiama libertà di pensiero, ma non ci pensi troppo perché altrimenti le sanguina il naso.

AttilaViga

Mar, 10/12/2013 - 10:25

La legge del contrappasso ha colpito ancora. Il vecchio partito comunista quello che rimaneva al netto degli intrallazzi con i poteri forti , con la vittoria di Renzi è stato mangiato in un sol boccone dal New democristiano Renzi, quindi hanno ammazzato Pablo , Pablo è morto, hai ragione Sal. Il governo letta è defunto.