Abolizione finanziamento ai partiti: ddl rinviato

Il provvedimento per l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti non sarà più all’esame dell’aula di Montecitorio venerdì 26, come previsto da calendario

Su certe cose si va (giustamente) di fretta. Su altre, invece, si procede con lentezza. Come ha anticipato il Giornale, se per i cittadini è già pronta, con la riforma del Catasto, un'altra stangata sulla casa, il parlamento rinvia ancora i tagli al finanziamento pubblico dei partiti. Il ddl che abolisce il finanziamento diretto ai partiti non sarà in Aula il 26 luglio, come previsto. La Commissione affari costituzionali ha deciso di esaminare il testo contestualmente al ddl sulle riforme, cui viene però data la priorità, in modo da portarlo in Aula il 29 luglio. Per il ddl sui finanziamenti ai partiti, il termine slitta al 1° agosto. Nel corso di un ufficio di presidenza durato circa due ore in commissione, con un duro confronto tra maggioranza e opposizione, si è deciso di procedere contestualmente sui due ddl su riforme e finanziamento ai partiti, entrambi del governo, che sono in esame.

Il braccio di ferro

L'opposizione protesta: Movimento 5 Stelle e Sel hanno chiesto di rispettare i tempi e votare prima gli emendamenti al ddl sul finanziamento ai partiti. E hanno domandato che l’ufficio di presidenza della commissione Affari costituzionali si pronunciasse con un voto su questo punto. Ma i gruppi della maggioranza hanno accolto l’indicazione del governo a dare priorità al ddl costituzionale sulle riforme, pur procedendo contestualmente su entrambi i testi. I tempi, ad ogni modo, restano stretti. Per questa ragione la commissione Affari costituzionali è convocata in seduta notturna questa sera, trenta minuti dopo il termine dei lavori in Aula.

Gelmini: nessun rinvio

Maria Stella Gelmini, relatrice del provvedimento, rispedisce al mittente l'accusa dei 5 Stelle: "Da parte del governo - spiega Gelmini - è stata avanzata una proposta condivisa, ma non c’è nessuna volontà di rinviare né l’abolizione del finanziamento ai partiti né le riforme. Abbiamo deciso di procedere contestualmente, ponendo un termine ultimo perché non vogliamo dilazioni di nessuna sorta". Gelmini invita a stoppare le polemiche "sul rinvio: abbiamo chiesto contestualità ma non faremo melina". La Commissione, infatti, tornerà a riunirsi questa sera dopo l’aula, dove sono in votazione gli ordini del giorno al decreto Fare. Ma il Movimento 5 Stelle sta facendo ostruzionismo e, quindi, molto probabilmente anche l’aula andrà in notturna: ne consegue che la commissione Affari costituzionali della Camera rischia di riunirsi a notte inoltrata. Il ministro Quagliariello, tornando in commissione, al termine dei lavori spiega: "Mi è stato chiesto di ribadire quale fosse la posizione del governo", ovvero licenziare subito il ddl riforme. Protesta Sel: "E' grave che non abbiamo votato come chiesto da noi e da Cinque Stelle sul calendario dei lavori. C’è stata - lamenta il capogruppo Gennaro Migliore - una forzatura di Quagliariello quasi obbligata e il presidente Sisto, in maniera sbrigativa, ha assunto un orientamento senza voto. Noi volevamo fare prima il ddl sull’abolizione del finanziamento ai partiti".

Commenti

Dario40

Mer, 24/07/2013 - 18:15

basta chiacchere ! stiamo andando a ramengo e voi non volete rinunciare a niente. Dovete solo vergognarvi !!!!!!!!!!!!!!!

leo_polemico

Mer, 24/07/2013 - 18:17

Quando si tratta di rinunciare a "qualcosa", non importa se soldini o benefit, i nostri politici, indipendentemente dal colore politico, sono TUTTI d'accordo nel difendere, e non solo con i denti, a spada tratta, il loro tornaconto. I sacrifici li devono fare solo i cittadini, ma forse forse è meglio la definizione di "sudditi". VERGOGNA

Dario40

Mer, 24/07/2013 - 18:18

cara Maria Stella, ho letto le allucinanti dichiarazioni del vostro tesoriere Biancone ! Per favore spieghi a questo individuo che nel "Patto del Parlamentare" presentato in campagna elettorale era inclusa l'Abolizione del Finanziamento ai Partiti.

giosafat

Mer, 24/07/2013 - 18:28

I partiti sono come le metastasi tumorali. Ma se per estirpali sarà necessario demolire l'intero apparato non ci tireremo certo indietro. Riusciremo a liberarcene: la loro morte sarà la nostra vita.

Gianca59

Mer, 24/07/2013 - 18:31

Le uniche decisioni che vengono facili a questa casta che ci governa: fottere i soldi ai cittadini in modo diretto o indiretto e tenersi i soldi e le posizioni che hanno avuto per grazia ricevuta. Una vergogna !

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 24/07/2013 - 18:36

tattica facile: il rinvio serve per mettere in trappola i grulli del movimento. anzi, sono già in fallimento. per battere questi burattini di un buffone omicida e di un personaggio autistico, ci vuol poco :-)

Dario40

Mer, 24/07/2013 - 18:37

possibile che non ci sia un avvocato disposto a denunciare per truffa i Parlamentari di un Partito, che in campagna elettorale prometteva l'eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti ? Si può denunciare un venditore che ci ha venduto un'automobile affermando che avrebbe fatto 30 Km con 1 litro, o che raggiungeva i 300 Km all'ora, e poi non era vero, e non possiamo denunciare i Parlamentari che non mantengono quanto promesso . Coraggio avvocato prepara la denuncia !!!!!

herbavoliox

Mer, 24/07/2013 - 18:59

Non avevo dubbi sul fatto che si sarebbero tenuti i soldi! Povera gente... non sanno lavorare, sanno solo rubare.

Ritratto di Ban@nas.republic

Ban@nas.republic

Mer, 24/07/2013 - 19:17

finchè ci saranno BAN@NAS la nostra amata republic resterà un FULGIDO esempio di republic bananera

Ritratto di limick

limick

Mer, 24/07/2013 - 19:38

Le uniche leggi approvate finora sono quelle che non interessano a nessuno. Vuoi mettere la legge sull'omofobia o sui diritti dei figli naturali contro una nazione che va al fallimento? Non c'e' fretta, passera' prima la legge sulla cittadinanza ai clandestini, poi quella sulla depenalizzazione dello stupro, poi quella del legittimo impedimento a fermarsi a soccorrere uno appena investito, SIAMO ALLE COMICHE.

Cesare46

Mer, 24/07/2013 - 20:21

"PER ORA SI TENGONO I SOLDI" Su questo non avevo dubbi, se li terranno sempre. Io propongo a tutti gli Italiani di fare come loro. "TENIAMOCI I SOLDI ANCHE NOI". E' l'unica soluzione per non farci rapinare da questi politicanti. Teniamoci i nostri soldi poi ci sarà da ridere......

MEFEL68

Mer, 24/07/2013 - 20:24

Quando si tratta di rinunciare a qualche assurdo privilegio che non trova riscontro in nessun altro Paese d'Europa (se non del mondo occidentale)tutti i pretesti sono buoni. Occorre discuterli in commissione, bisogna raggiungere un accordo fra i partiti, bisogna nominare una Commissione che dopo attento e approfondito esame riferirà...,fino a che la provvida Consulta boccia tutto e, poichè ormai si è arrivati a fine legislatura, il provvedimento viene rimandato al nuovo Governo. E il giro ricomincia. Ormai il trucco è vecchio e, se non per onestà, ma per dignità sarebbe il caso che trovassero almeno qualche scusa più credibile. Gli italiani non sono degli imbecilli. Anche se la reiterazione del voto in loro favore farebbe pensare al contrario.

Cesare46

Mer, 24/07/2013 - 20:29

Dicono: lotta agli evasori perchè rubano i vostri soldi. 1° se dicono che in Italia si evade per circa 120 mld. dovrebbero anche sapere chi sono, altrimenti sono solo numeri campati in aria. 2° se sanno chi sono vadano a prenderli. 3° Se fossi un imprenditore ruberei piuttosto che farmeli rubare da questi politicanti. 4° Gli imprenditori (piccoli) non possono nemmeno rubare non c'è più niente da rubare. meditate popolo.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 24/07/2013 - 20:45

Per ora...si tengono i soldi...APPUNTO!!! GRAZIE!!

giottin

Mer, 24/07/2013 - 22:02

Lo hanno chiamato il decreto del fare e allora, per togliere il finanziamento ai partiti servono 5 dicesi cinque minuti, tutto il resto è melina per aggirare l'ostacolo e tenersi sotto altra forma il malloppo ancora più grosso!!!! Ladroni di stato!!!!

moshe

Mer, 24/07/2013 - 22:25

Alla luce di questi fatti, non si può condannare una persona perchè ha detto "Italia di merda".

SimSalaBim

Mer, 24/07/2013 - 22:47

Il braccio di ferro, m5s, sel che si dimenano tanto. Stando a questi partiti si dovrebbe finanziare tutti i partiti in modo privato. Mai che si preoccupassero di tener conto di quello che sarebbe poi, infatti sono in pochi a pensare che (un privato) possa agevolmente pilotare a suon di soldi l'esito delle elezioni future. Lo Stato è superpartes, il privato NO. Quindi.. complimenti a chi crede alle favole.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 25/07/2013 - 00:54

Finchè ci saranno in parlamento i TRINARICIUTI, che hanno come priorità l'approvazione di leggi come quella sull'omofobia, l'Italia resterà una nazione di mandolinisti che aspettano solo le toghe rosse per vincere le elezioni. LE PECORE ROSSE HANNO IMPARATO UN NUOVO BELATO: BANANAS, BANANAS, BANANAS.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 25/07/2013 - 05:18

PERCHE'QUALCUNO PENSAVA IL CONTRARIO????

duxducis

Gio, 25/07/2013 - 06:36

Il modo corretto per togliere di mezzo questi ladri e' andare in massa a denunciarli alle procure militari e chiedere, da cittadini, l'intervento dell'esercito a tutela dello Stato che risulta occupato da un gruppo di usurpatori che hanno preso il potere attraverso una legge elettorale incostituzionale.

Duka

Gio, 25/07/2013 - 06:50

Se questa "classe politica" non vuole essere classificata come classe dirigente dello stato delle banane DEVE rendersi credibile. Per ora è classificata LADRA e da li risalire la china per giungere alla rispettabilità ce ne vuole.

CARLINOB

Gio, 25/07/2013 - 08:05

Gelmini , ma come fai ad esere ancora in Parlamento??

m.m.f

Gio, 25/07/2013 - 08:07

.............ladroni corrotti ,ma siete fregati. la gente e le imprese finalmente hanno capito che da qui bisogna andarsene e di corsa.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 25/07/2013 - 08:22

eppoi qualcuno si chiede perche' gli italiani portano i loro risparmi all'estero...

Howl

Gio, 25/07/2013 - 08:32

No Grilli siamo onesti, continuare a mentire non fa onore a chi ( Il Giornale ) sostiene una parte ( il Pdl ) del governo ! Un fatto ( e non commento - quindi o è vero o è falso ) : IL M5S QUEI SOLDI NON LI PRENDE..........non tutti ( Pd - Pdl - Scelta Civica ) mentono continuamente. Mi dispiace ma è corretto dare atto della verità anche se fa onore all’avversario…….

cameo44

Gio, 25/07/2013 - 08:44

Come previsto per l'abolizione del finanziamento ai partiti si rimanda mentre se cè da mettere tasse bastano poche ore e poi si meravigliano quando si dice che tutti i politici sono uguali han no approvato il decreto "FARE" ma fare cosa? allo stato attuale dopo i primi cento giorni questo super Governo nulla ha fatto di concreto solo rinvii e promesse la produzione continua a diminuire si prevede ulteriore per dita di lavoro parlano di riforma del Catasto e di una imposta che in corpori tutto in sostituzione dell'IMU quindi come sempre si parla so lo di tassare per il resto nulla un Governo incapace di intervenire sulle tariffe in un momento in cui le famiglie sono in difficoltà aumentano i carburanti le tariffe RCA ecco cosa sono capaci i nostri governanti