Dagli stipendi dei prof all'Imu quante figuracce e dietrofront

Governo specialista dei passi indietro: dopo gli annunci arrivano sempre le smentite. Sul taglio delle tasse promesse mai mantenute, imprese e contribuenti a bocca asciutta

Roma - Dalla politica dei piccoli passi a quella dei passi indietro. Sostenere che l'esecutivo sia lento, animato da una prudenza che lo porta a utilizzare il cesello dove serve un martello pneumatico non basta più. Dalla scuola, all'Imu passando per il decreto Salva Roma, si moltiplicano i casi di retromarcia fuori tempo massimo. Se si considera la giornata di ieri, l'inversione a U sembra diventata la norma.

In poche ore, il governo ha dovuto tirare un tratto di penna su due provvedimenti che, di fatto, erano già scritti. Uno addirittura in vigore, cioè la trattenuta di 150 euro sugli stipendi degli insegnanti che hanno percepito uno scatto non dovuto. Prelievo per fare cassa, del quale la titolare dell'Educazione, il ministro Maria Chiara Carrozza, non era a conoscenza. Bocciato dal premier in modo tardivo e un po' diseducativo, visto che si parla di scuola.

Più in sordina ha cambiato corso anche l'innalzamento del tetto alle aliquote Tasi. Dato per scontato dal ministero dell'Economia (era il messaggio forte della recente intervista del ministro Fabrizio Saccomanni a Repubblica), doveva finire nel decreto «Imu-Bankitalia» sotto forma di emendamento, ma martedì sera è scivolato fuori per entrare nel decreto enti locali. Non è escluso che slitti ancora e finisca in un decreto ad hoc.

Tutto può succedere, dopo che - per la prima volta a memoria di cronista - un decreto (il Salva Roma) è stato ritirato mentre il Parlamento stava già votando la sua conversione in legge. Cioè - come sa qualunque studente di una scuola superiore dove si studiano i rudimenti del diritto - mentre era in vigore a tutti gli effetti. Intervento diretto del Quirinale. Per il governo è stata tutta colpa dei parlamentari che hanno riempito il provvedimento di misure che non avevano niente a che vedere con gli enti locali e il debito di Roma.

Peccato che le due misure più azzardate - cioè le penalizzazioni economiche per i comuni che ostacolano le slot machine negli esercizi pubblici e la norma che salvava i contratti di affitto d'oro stipulati dagli organi costituzionali a spese dei contribuenti - portassero la firma del relatore e quindi del governo.

Poi c'è l'ampio capitolo tasse. L'Imu doveva essere cancellata per il 2013. La prima rata è effettivamente andata. Poi la seconda, con un provvedimento ad hoc. Poi, all'improvviso, è spuntato un pezzetto della vecchia imposta a carico di molte famiglie e la seconda rata si è trasformata in mini Imu. Colpa dei sindaci che hanno aumentato l'aliquota, hanno spiegato dal governo. Poi l'Irpef-immobili. Quando la riforma della tassazione della casa era ancora in gestazione, dal ministero dell'economia trapelò il ritorno della casa (dalla seconda in poi) nell'imponibile delle imposte sulle persone fisiche. Palazzo Chigi smentì sonoramente. Salvo poi - con la nuova maggioranza senza Forza Italia- reintrodurre la batosta in versione ridotta: al 40% e solo per gli immobili che si trovano nello stesso comune della prima casa.

Navigazione a vista e virate improvvise. Non solo per evitare decisioni sgradite a contribuenti (ed elettori), come il prelievo sugli stipendi di maestri e professori. Il governo ha fatto diversi dietrofront anche su buone notizie. Come tutte le volte che le imprese sono rimaste a bocca asciutta. Il taglio del cuneo, troppo modesto e vanificato dagli aumenti degli acconti fiscali su Ires e Irap. Anche la cancellazione del superbollo sulle automobili di lusso - indiscrezione che aveva fatto gioire per pochi minuti tutti quelli che lavorano nel settore - è stata smentita. Il dato comune di tutti i dietrofront del governo di sinistra-centro è proprio quello. Riportare tutto al punto di partenza.

Commenti

gesmund@

Gio, 09/01/2014 - 08:44

Ma è una commedia! I comunisti sono maestri in questo. Alla fine alcuni hanno fatto la figura dei rigoristi di fronte all' UE, altri quella dei benefattori dei propri clienti in Italia, dove i prof sono quasi tutti, per non dire tutti, di sinistra (e i più fanatici, come le prof, bocciano gli studenti che imprudentemente si manifestano di destra).

Duka

Gio, 09/01/2014 - 08:50

Ma non si tratta di "figuracce" questa è incapacità pura. Fare il fighetta gironzolando per il mondo lo sanno fare tutti come pure cambiare rivoluzionare il proprio ufficio (Tendaggi e poltrone da nababbi) a spese degli altri lo sanno fare tutti. Quando invece si tratta di governare un paese le cose si complicano notevolmente perchè occorre mettere a disposizione il cervello. Questa compagine non è nemmeno l'armata brancaleone sono degli squinternati manipolati da un capo che sogna "soviet".

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/01/2014 - 09:05

Bravi! Bravi! Intelligentissimi questi comunisti! Non si rendono conto di essere cosi coglioni ! bravi! Il vostro governo di sinistra continua a fare figuracce una dopo l’altra! La più stupida è stata quella di letta, quando ha detto che le tasse diminuiranno, ma l’ha detto DOPO aver approvato con un decreto gli aumenti e aggiunto altre tasse! BRAVI BRAVI! COMPLIMENTI! Comunisti e sinistronzi da premio oscar come i migliori coglioni ! :-)

canaletto

Gio, 09/01/2014 - 09:07

IL GOVERNO E' IN STATO COMPLETAMENTE CONFUSIONALE E TUTTI QUELLIDELL'ARMATA ROSSA SONO COLPITI DA ICTUS CHE E' LA MALATTIA DEI COMUNISTI (TOGLIATTI, BERLINGUER ECC. TUTTI COLPITI DA ICTUS) BISOGNA MANDARLI TUTTI A CASA INVECE CHE CONTINUARE A SOSTENERLO CON STAMPELLE DI UN CENTRO DESTRA FASULLO E TRADITORE. OGNJI GIORNO CI VEDIAMO NUOVE TASSE E NUOVI AUMENTI E LA GENTE MUORE

enzo1944

Gio, 09/01/2014 - 09:32

lettino jr.,zerbino e cameriere del napoletano del Colle,insieme al tuo incapace predecessore monti,non vi vergognate a gestire il Governo del Paese,con la banda di ministri incapaci e veramente sciocchi,che manco si parlano tra di loro e con lei,massone letta??!!.....E' pur vero che siete pagati,oltre che dai Contribuenti Italiani,dalla massoneria europea e dalle Banche per cui lavorate da sempre(lettino jr-saccomanno-monti-napoletano,colaninna etc),ma queste figure di mxxxda davanti al mondo,dovrebbero per lo meno farvi venire un pò di amor proprio,.....ed il coraggio di dare le dimissioni!....ma poichè siete dei quaquaraquà,la sedia che occupate e che paga benissimo ogni fine mese,non la mollerete mai,politici ladroni e incapaci!!

cirociro

Gio, 09/01/2014 - 09:33

Se ho ben capito alcune migliaia di insegnati hanno percepito durante il 2013 emolumenti non dovuti. Al momento in cui è stata a prevista la loro la restituzione si è scatenato un inferno di polemiche per cui il Governo ha deciso che queste somme non verranno più richieste. Si desume quindi che gli insegnati faranno parte di una nuova categoria per cui la legalità in Italia non viene richiesta!

gneo58

Gio, 09/01/2014 - 09:33

tra poco il governo chiedera' la tassa di occupazione di suolo pubblico ai mendicanti - siamo ridotti cosi' perché sta gentaglia non sa piu' dove prendere i soldi per continuare a far la solita vita "senza pensieri" - lo stato incassa tutti i giorni che Dio manda in terra 2.5 miliandi di euro (duemiliardiecinquecentomilamilioni) tra tasse, bolli, accise ecc ecc. una cifra enorme che finisce in mille rivoli che vanno a perdersi nei meandri di una amministrazione pubblica che ormai sono convinto non sappia neppure dove i soldi finiscono. L'unica soluzione e' azzerare tutto e rincomincare da zero - chi se la sente ?

honhil

Gio, 09/01/2014 - 10:11

Il ministro dell’economia, un tecnico chiamato ad illuminare la Via del risanamento alla politica, cala le braca e confessa di essere «un mero esecutore», uno che aspettava «istruzioni che non (gli) sono pervenute». La cifra di questo governo dei pasticci e delle ritrattazioni continui sta tutta in quell’infantile scusa. E poiché un governo dell’emergenza di tutto ha bisogno, fuorché di un passacarte, o di uno di quei commessi di piano a cui Saccomanni ha fatto l’abitudine, se gli resta un minimo di dignità deve dimettersi . Immantinente.

LAMBRO

Gio, 09/01/2014 - 10:12

CI AVETE FATTO CASO CHE SIAMO IN MANO A GENTE NON IN GRADO DI CONOSCERE LA SITUAZIONE REALE NE DEI MINISTERI NE DEL PAESE? COME FANNO A FARE SE NON SANNO COSA FARE? UN MINISTRO DELL'ECONOMIA CHE NON E' IN GRADO DI GESTIRE IL SUO MINISTERO E' UNA BOMBA AD OROLOGERIA CHE PUO' FARE SOLO CAZZATE ... ESATTAMENTE CIO' CHE STA SUCCEDENDO!!! DEVE ANDARE A CASA ...... PUNTO!!

LAMBRO

Gio, 09/01/2014 - 10:13

CON QUESTI DILETTANTI ALLO SBARAGLIO LETTA PUO' SOLO ANDARE A CASA !!

eureka

Gio, 09/01/2014 - 10:30

E' mai possibile che pensino solo a togliere denaro ai cittadini? Perché non si diminuiscono i loro stipendi, con valori retroattivi di almeno 1000€ cadauno mensili? Ne verrebbe fuori un bel gruzzolo. Perché non incominciano da loro stessi visto che è la spesa maggiore degli italiani?

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Gio, 09/01/2014 - 10:30

Dilettanti allo sbaraglio !

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 09/01/2014 - 10:33

Dopo il disastro Bersani avevo SPERATO in Letta, un giovane apparso serio e preparato. Poi, un poco alla volta, ho capito che è un "democristiano comunistizzato": il peggio del peggio. Ma forse l'ombra che incombe su di lui da Firenze è anche peggiore. Ogni giorno Renzino ne spara una e il giorno dopo dice il contrario. Si pensi al Senato che lui vuole trasformare in una "Camera di secondo livello non più eletta dai cittadini" (da il Messaggero di ieri). Da ricovero, nella stanza accanto a quella del suo vecchio avversario.

Beaufou

Gio, 09/01/2014 - 10:42

Letta è un piccolo travet inadeguato che l'insipienza del vecchiardo del Colle ha portato ben oltre il suo livello di incompetenza. Ha sempre fatto del piccolo cabotaggio politico, senza nessuna competenza in nessun campo: si deve affidare a collaboratori e ministri che non è in grado neanche di valutare, e che si limita a sconfessare quando "si accorge che tutti si sono accorti" che stan combinando corbellerie, e a un apparato burocratico a cui, lungi dal dare direttive, non si azzarda neanche a chiedere come funziona. Ridateci Craxi, Andreotti, Spadolini e La Malfa (il vecchio).

Rossana Rossi

Gio, 09/01/2014 - 10:43

Incredibile come ci permettiamo ancora di sopportare questa banda di incapaci che governano SENZA ESSERE STATI ELETTI DA NESSUNO e che ci stanno massacrando a suon di tasse e gabelle. Ma cosa aspettiamo a mandarli a quel paese, che ci riducano tutti in mutande?........

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Gio, 09/01/2014 - 11:19

Senza bussola Cristiania:Governo o fiction? Quando il gatto dorme i Topi ballano! Dura dagli anni '60, che PCI-PDS-Pd Anm-Md con antitaliani; Editori, Finanzieri ha fatto scempio della Democrazia e Giustizia che in sintonia Quirinalizie e, guai a criticarli altrimenti finisci nei guai, vedi “ Io non cisto! ” Psi e Dc distrutti giornalisti in galera: chi Poteva e chi non poteva non sapere con nomine a Presidente del Consiglio, Capo di Stato e Consulta! Secondo voi, chi Consigliore di Craxi non poteva non sapere? Napolitano non poteva non sapere che a Taranto con la “ sua ” Ilva, si moriva? Un Parlamento surrogato contro la Carta che trasformano la Repubblica Parlamentare in Presidenziale contro il volere del Popolo: svendendo la Giustizia e il Potere Legislativo esautorato da “ Re Giorgio Marx I-II ” con diritto di chi deve vivere o chi morire con risultati disastrosi, seppure prof, ma somari in Economia, un Letta presuntuoso che un bambino avrebbe fatto meglio, visto il salasso! Avverate la profezia del mio amico dello Statista Bettino: “ I tempo è galantuomo! ” Costatiamo il disastro Economico, a L'Aquila che prende il volo del pedigree di “ Mani Pulite ”e chi, senza meritocrazia ha schiavizzato i vinti, ma chiedetevi: il Bel Paese, 5 potenza del mondo Economico e Milano da Bere, hanno questi primati quando si diceva che stava peggio? Meglio i Sinistri Napolitano-Monti-Letta er Topo, Anm-Md che negano il Diritto al Popolo senza pagarne il danno arrecato? Pensaci Giacomino. http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2014/01/09/senza-bussola-cristianiagoverno-o-fictionsenza-lavorolitalia-come-un-paese-dellest-panorama/ http://vincenzoaliasilcontadino.blogspot.it/2014/01/senza-bussola-cristianagoverno-o.html

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 09/01/2014 - 11:20

Più che governo del fare, sembra quello del disfare!

gneo58

Gio, 09/01/2014 - 11:21

per eureka - solo 1000 ? facciamo almeno 5-5000 - gli rimarrebbero sempre qualche migliaio di euro piu' che sufficienti per campare (la gente normale con 1500 euro di stipendio ci porta avanti la famiglia per un mese !) e se non gli bastano che vadano a ravattare nei cassonetti al mercato rionale

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 09/01/2014 - 11:32

Un consiglio: lasciate che il PD governi da solo, perché altrimenti le colpe degli errori commessi saranno sempre di coloro che governano con lui. E in più, ci facciamo quattro risate.

Ritratto di Riky65

Riky65

Gio, 09/01/2014 - 11:41

Soprattutto quante prese per i fondelli per noi popolo bue!

little hawks

Gio, 09/01/2014 - 12:11

I docenti delle nostre scuole da tempo sfornano giovani impreparati ed incapaci di sopravvivere alla concorrenza dei diplomati esteri, anche del terzo mondo. Tuttavia hanno ricevuto gli scatti di anzianità bloccati per tutti gli statali. Faccio presente che i nostri marò, per esempio, e così tutti gli eroi che si sacrificano generosamente per il nostro paese mal governato, come polizia carabinieri e forze armate non hanno avuto alcun aumento in busta paga dal 2010 ad oggi. Vergogna!

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Gio, 09/01/2014 - 12:12

Avete notato? Il mappamondo accanto a Letta è posizionato sull'Africa: è li che deve andare lui e tutto il governo, a casa della Kienge, che sarà felice di ospitarli

Ross60

Gio, 09/01/2014 - 12:22

CARO SILVIO SO CHE IN POLITICA BISOGNA PARLARE SENZA FARSI CAPIRE MA OGGI I TEMPI SONO CAMBIATI LA GENTE NON VUOLE SOLO SENTIRSI DIRE NOI DIMINUIREMO LE TASSE C'E DA CREARE LAVORO COSI NEL VAGO, MA FARE UN PROGRAMMA CREDIBILE CON PUNTI PRECISI DI ATTUAZIONE. CI SAREBBE UNA RICETTA CHE SE PORTATA AVANTI PORTEREBBE IL PAESE AD AVERE PIU' RISORSE PIU' LAVORO E UNA RIDUZIONE DRASTICA DELLE TASSE IL TUTTO FATTIBILE CON MOSSE BEN CHIARE. 1) RIDUZIONE DEI COSTI DELLA POLITICA E VIA GLI ENTI INUTILI MA QUESTO LO SA ANCHE UN BAMBINO DI 4 ANNI 2)IN ITALIA CI SONO A DETTA DI ESPERTI 157 MILIARDI DI EVASIONE FISCALE PERCHE' NON SI PROCEDE CON UNA SPECIE DI SANTORIA PARI AL 20 O 30% DELLE SOMME SOTTRATTE AL FISCO TEMPO 6 MESI X METTESI TUTTI A POSTO, CON L'IMPEGNO CHE TRASCORSO TALE TEMPO IL GOVERNO PORTI LE ALIQUETE DI TASSAZIONE DAL 18 AL 33%, DOPO DI CHEVI FRODA ANCORA O CHI VIENE PRESO A FRODARE 22 ANNI DI CARCERE CERTI SENZA SCONTI DI PENA NON STO PARLANDO DELLO SCONTRINO DELLE CARAMELLE O DEL CAFFE LI SI PUO' INTERVENIRE CON UNA MULTA MA DA 100.000 EURO IN SU. SENZA PENSARE CHE UN ATASSAZIONE AL 33% L'ITALIA DIVENTEREBBE APPETIBILE X CHI VUOLE FARE IMPRESA E MULTINAZZIONALI E VEDREMMO DIMINUIRE LA DISOCCUPASIONE. 3)PORTARE SUBITO L'IVA AL 19% X FERE RIPARTIRE I CONSUMI INTERNI

El Chapo Isidro

Gio, 09/01/2014 - 12:23

Certamente il governo letta è un governo di incapaci che prende un abbaglio dopo l'altro, ma in quanto a brutte figure froda italia non la batte nessuno, ad esempio le finte dimissioni dei parlamentari pdl date per finta sono diventate una pietra miliare della comicità mondiale...e che dire della famosa retromarcia su roma di berlusconi? E la casa a sua insaputa di scajola? E tremonti ministro dell'economia che si faceva dare lo stipendio in nero? E dove mettiamo alemanno, er batman e la polverini? E l'uveite finta da berlusconi? E razzi in qualsiasi intervista? E non parliamo delle piroette e dei salti mortali di cui berlusconi è il più grande, il più famoso rappresentante mondiale...

Accademico

Gio, 09/01/2014 - 12:32

Ma un "governo" che cotidie o quotidie smentisce se stesso che razza (eufemismo) di governo è?

roberto78

Gio, 09/01/2014 - 12:38

hanno commesso delle fesserie (sia prima che dopo la fuoriuscita di fi ..., anche se è molto più bello dire che sia tutta colpa dei comunisti...). Il problema più grosso è però legato al fatto che da anni le leggi vengono proclamate troppo tempo prima che vengano effettivamente "scritte": un po' per propaganda, un po' perchè l'informazione è diventata troppo rapida per i tempi della politica, fatto sta che ormai si assiste sistematicamente alla pubblicazione di bozze che poi vengono modificate milioni di volte (e ogni volta esponendosi a figuraccce, a dietrofront improvvisi e avvilenti)

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Gio, 09/01/2014 - 12:42

"Navigazione a vista e virate improvvise"? Magari! Per rimanere in similitudini marinaresche, questi mi fanno pensare al Titanic: mentre la nave affonda, loro ballano! Tanto, la scialuppe di salvataggio saranno riservate a loro, e ad affogare saranno i poveracci della terza classe.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/01/2014 - 13:01

el chapro, ad essere comico è lei. dice un sacco di scemenze senza senso.... :-) ma non c'è da meravigliarsi, i sinistronzi sono gente così.... direi dei coglioni...

Edda Buti

Gio, 09/01/2014 - 14:32

Che bravi illusionisti i nostri governanti. Pensano che noi non si sappia far di conto? 1+1 fa sempre 2 e non 0 come vogliono far credere loro.

carlomaria.giorgio

Gio, 09/01/2014 - 14:55

A naso, mi sembra che Saccomanni sia diventato il capro espiatorio di tutte le le mancanze del governo. Non esito a sospettare che siano i burocrati della P.A. che ce la mettano tutta per fare screditare il titolare del Ministero, che a parer mio non è che abbia delle colpe se viene sistematicamente boicottato.