Sconfitti e rabbiosi

De Benedetti detta la linea a La Repubblica: "Berlusconi e Grillo? Malformazioni"

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi con Carlo De Benedetti

Era già tutto previsto. Marcenaro profetico sul Foglio, ma questa volta bisogna ammettere che non è stata una gran fatica. Scriveva: di cosa parleranno tutte queste intelligenze alla Repubblica delle idee? Con tutto quello che hanno letto, le capacità che possiedono, con tutto ciò che sanno, la cultura sterminata, cosa penseranno? Semplice. Berlusconi merda. E così è stato. Il motivo è lo stesso da vent'anni. Non sopportano ciò che non riescono a controllare. E per loro il Cavaliere è l'anomalia delle anomalie. Al secondo posto in questa stagione c'è Grillo, che rappresenta la loro frustrazione numero due. Berlusconi gli ha rovinato la vittoria elettorale. Grillo ha rifiutato l'alleanza per disegnare la loro vendetta. Da allora hanno perso la bussola. Eppure il loro modo di pensare resta sempre lo stesso. Ecco i principi fondamentali.
Le tre regole d'oro dei salotti oligarchici: la verità siamo noi, ogni cambiamento va osteggiato con qualsiasi mezzo, chi non si adegua è un nemico. Questo è il vangelo di chi si è ritrovato alla Repubblica delle idee, la comunità della sinistra che ha in De Benedetti il suo padrone, in Scalfari il profeta e in Ezio Mauro il carovaniere. È tutta gente che parla in nome del popolo, ma lo disprezza. È la piazza di chi si sente superiore in nome di Dio, della Ragione e della Nazione. È il modo di pensare di una minoranza che pretende di parlare a nome di tutti. E ogni parola è una sentenza. Per farsene un'idea, basta ascoltare il padrone, Carlo De Benedetti.
Si parla di riforme e lui sancisce: il presidenzialismo non piace agli italiani. È un dogma, una rivelazione. Ipse dixit e gli italiani semmai si adegueranno. Ma questo è il meno. Il padrone dell'arcisalotto definisce anche chi e cosa sta in paradiso e chi va calpestato nel fango. «È importante vedere che la politica è al posto più alto e il presidenzialismo a quello più basso». Saranno contenti francesi e americani. Poi De Benedetti un giorno ci spiegherà esattamente cosa intende per politica. La partitocrazia? L'assemblearismo? La Repubblica delle idee? Parliamone. Poi aggiunge: «A un posto più basso ci sono Berlusconi e Grillo, ma quelle sono le malformazioni della società, quindi è giusto che stiano bassi». Ecco a voi la Repubblica dei dittatori (frustrati).

Commenti

buri

Ven, 07/06/2013 - 11:01

De Benedetti, oppure De Maledetti, come lo chiamavano a Ivrea quando, a suo tempo, affondò ll'Olivetti, conduce una battaglia senza esclusione di colpi contro Berlusconi e contro tutto quello che non accetta il suo pensiero, però visto che da tempo sta in Svizzera, perché non lascia decidere agli iitaliani il governo che vogliono?

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 07/06/2013 - 15:08

Chi ha per amico un simile soggetto ,e da EVITARE.Renzi oramai non incanti piu nemmeno le sirene.

Libertà75

Ven, 07/06/2013 - 15:11

@Salvatore Tramontano, non si abbasi a certi facili e doverosi insulti ("frustrati"). L'articolo era di per sè sufficiente a darci l'idea di come De Benedetti la pensi, lui come molti si dimenticano che in cabina elettorale non decide la Repubblica. Aggiungo: ma perché Renzi non parla mai del Forteto? la superiorità culturale è quella che disegna Vendola?

syntronik

Ven, 07/06/2013 - 15:17

Ma! Più che altro io li definirei la stupidita moderna delle idee del nulla, infatti con quelle idee, sono sempre divisi, e sempre perdenti, lasciamoli come sono non cambiateli, se loro si vedono alti, lasciateli guardare in basso, cosa pensate che vedano, con quell'ottica che hanno, al massimo vedono il colore della melma, dove stanno affondando sempre di piu, prima o poi arriveranno anche al mento.

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 07/06/2013 - 15:27

Però i danè del malformato se li è presi, eccome se se li è presi, e pure messi nel forziere elvetico.

benny.manocchia

Ven, 07/06/2013 - 15:37

De Benedetti e' odiato da tantissimi ebrei americani.In alcuni casi (specialmente a New York) lo definiscono un "imbroglione che sembra fare di tutto per zozzare il nome di noi ebrei". Odia Berlusconi perche' il cav.e' piu bravo,piu' popolare di lui. Scappa in Svizzera perche' capisce che tanta gente non ha dimenticato Ivrea e chissa'... Un italiano in USA Un americano in USA

pinux3

Ven, 07/06/2013 - 15:49

Capisco che vedere De Benedetti accanto a Renzi (che fino a ieri era un vostro "pupillo") vi possa mandare di traverso il pranzo ma, tant'è, fatevene una ragione...Quanto agli "sconfitti", beh, vedremo lunedì che sono gli "sconfitti"...

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Ven, 07/06/2013 - 15:54

non è ch'io abbia tanta fiducia in un qualche politico, che uso definire ' l'area dei furbi', mentre riesco a districarmi, e bene, dagli assaltatori della finanza; se poi risiedono in sfissera, ancora di più! -Devo dire che ho tentato di abituarmi alla repubblica dei sedicenti intellettuali (chi-i?)e non commento soltanto per quel rispetto che porto ai cronisti(obbligati dal redattore) e lavoro non ce n'è per chi esce da 'repubblica'!!! Quanto al tizio in essere ai vertici, si sporca abbondantemente da solo per meritare una qualche attenzione.

giovauriem

Ven, 07/06/2013 - 16:29

caro de benadetti,tu, scalfari e mauro,ve ne dovete fare una ragione,berlusconi è più alto(moralmente) di tutti e tre voi messi uno sull'altro(e anche con l'aggiunta di grillo il quoziente non cambia) e non solo moralmente ma anche per intelligenza,classe e inventiva,voi tre siete solo dei mediocri unti dal potere politico di sinistra e come tale siete merce di scambio,vi do un consiglio:createvi un nemico alla vostra portata di piccoli ,uomini,vi faccio qualche nome;prodi,bersani,fassino,veltroni,(stavo scrivendo dalema,ma baffino è più intelligente di voi 4)perchè alla fine sarà la somma che farà il totale e da berlusconi prenderete solo legnate

benny.manocchia

Ven, 07/06/2013 - 16:43

Se non mi credete, venite a New York e chiedete al capo degli ebrei di qui che cosa pensa di Ben Baruch... Un italiano in USA

Ritratto di drazen

drazen

Ven, 07/06/2013 - 17:57

Il bacio della morte!

hectorre

Ven, 07/06/2013 - 17:59

si è schierato dalla parte giusta(dipende dai punti di vista),se il suo cognome fosse un'altro(berlusconi....)sarebbe dietro le sbarre da decenni.........verità che tutti conoscono e che solo i sinistrati non vedono o fanno finta di non vedere.............da olivetti,banco ambrosiano,iri,tangentopoli...ecc...ecc.....nulla a confronto con il processo ruby!!! ci mancherebbe.....

killkoms

Ven, 07/06/2013 - 18:15

la"malformazione" è lui!un sodomizzatore della classe operaia che non ha mai pagato come meritava in quanto membro del popolo eletto,massone ed amico dei comunisti!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 07/06/2013 - 18:16

Ma De Benedetti lo sa che Berlusconi andrà al suo funerale?

killkoms

Ven, 07/06/2013 - 18:17

@pinux3,a me il tuo amico cdb mi fa schifo,ma non mi manda di traverso un bel niente!è il bischero di firenze che si attacca a tutto ciò che gli serve per arrivare dove vorrebbe!come quando andava da silvio ad arcore,di nascosto!

jambo.0783

Ven, 07/06/2013 - 18:29

Auguri a Renzi per il suo nuovo sponsor.Peggiore errore non poteva fare, essersi accompagnato con colui che non dice e non fa alcunché per il bene di questo paese ma sempre impegnato soltanto ad infangare i suoi nemici in affari, tenendosi ben nascosto dietro lo strumento di pressione della sua macchina del fango: giornale cosiddetto "repubblica".

viento2

Ven, 07/06/2013 - 18:41

pinux3- personalmente quando vedo lo svizzero mi viene da vomitare x quanto riguarda lunedi forse vincerete una battaglia ma la guerra la perderete

LAMBRO

Ven, 07/06/2013 - 18:54

Toscanaccio sei in brutta compagnia !!! sappi che io c'ero quando questo figuro mise sul lastrico 100000 persone . Poi è scappato in Svizzera e adesso vuole insegnarti come fregare , un'altra volta, gli Italiani.

viento2

Ven, 07/06/2013 - 18:55

hectorre- e si è dimenticato l'affare SME saltato x l'intervento di Berlusconi che evitò che fosse regalata allo svizzero da Prodi anzi lo svizzero ci guadagnava anche un bel pacco di miliardi e invece di processare i 2 compari processarono Berlusconi che evitò il regalo

Lofelo

Ven, 07/06/2013 - 19:01

Leggo commenti che non disdegnano la figura di De Benedetti: evidentemente sono di gratitudine per qualcosa di buono che ha fatto per il ns paese, per la ns società (non per la sua), per l'aperto e generoso apporto alla politica (evitando volgari discese)ed al progresso del paese, per aver posto i suoi interessi dopo quelli della comunità, per essere tanto moralmente autorevole da poter indicare chi sta in alto e chi sta in basso, per avergliele dette, e per dirgliele, al Berlusconi col suo imparziale quotidiano.......Ma se i risultati del su "nobile" impegno sono quelli sotto gli occhi di tutti, e che cioè politicamente sono 20 anni che non ottiene nulla.. allora bisogna concludere che, in politica, De Benedetti è un grandissimo, incallito, infaticabile e forse anche un po' gaudente fallito. Cara la mia sinistra (rottamatori compresi, che evidentemente non considerate De Benedetti un ferro vecchio) non andrai da nessuna parte se non avrai altri personaggi a cui sorridere. O meglio: rimarrai quel tot del paese, che passerà il tempo, come De Benedetti, incazzato ma senza vergognarsi della sua ininfluenza. E così potrai continuare a leggere la Repubblica e ad incazzarti con il Giornale.

foxxy81

Ven, 07/06/2013 - 19:02

Cari commentatori diffondete il verbo" non far acquistare prodotti del gruppo editoriale l espresso o ascoltare radiodj o deejaytv. Semplice si colpisce dove se lo meritano il danè Sarebbe bello barbapapà fuori dalle scatole!!!!!!!!!!!!

Silvio B Parodi

Ven, 07/06/2013 - 19:15

de maledetti sei un cretino ladro o se prefersci un ladro cretino

Silvio B Parodi

Ven, 07/06/2013 - 19:16

de maledetti sei un cretino ladro o se preferisci un ladro cretino

maubol@libero.it

Ven, 07/06/2013 - 19:42

Che coppia... alla faccia del rinnovamento!

Sapere Aude

Ven, 07/06/2013 - 19:46

Tramontano, vuole che De Benedetti spieghi cosa è per lui la politica? Glielo dico io: è semplicemente il mezzo, spesso indicibile e veloce, per raggiungere i suoi scopi. In confronto al suo nemico di sempre, lui crea e distrugge con l’obbiettivo di massimizzare i guadagni. Che faccia terra bruciata intorno a lui quando è necessario, lo considera un titolo di merito. Che degli ex-comunisti lo abbiano eletto a modello capitalista due sono le soluzioni: o sono dei pirla o lui sgancia parte del maltolto per essere lasciato in pace. Ça va sans dire!

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Ven, 07/06/2013 - 20:31

Bisogna sospettare anche di chi con Benedetti beve solo un caffè. A Renzi ormai non credo più. Peccato