Ecco con chi si sono schierati i senatori a vita di Napolitano

Dopo aver votato la decadenza, Rubbia e Cattaneo si iscrivono nel Psi. Abbado e Piano restano nel Misto coi vendoliani

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con Renzo Piano

Nominati ad agosto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per rafforzare i numeri di Enrico Letta, i senatori a vita si sono a lungo tenuti lontani da Palazzo Madama. Si sono risvegliati solo il 27 novembre, in occasione del passaggio in Aula del voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi da senatore. Di solito assenteisti, hanno deciso di contribuire con il proprio voto alla cacciata del Cavaliere dal parlamento. Devono averci provato gusto. Tanto che adesso hanno deciso di prendere una posizione politica tra i banchi di Palazzo Madama.

Nel giorno della decadenza di Berlusconi il senatore forzista Sandro Bondi ha condannato duramente il comportamento dei senatori a vita nominati a Re Giorgio. A far storcere il naso ai più è stato il protagonismo dei quattro in un giorno tanto cruciale per il futuro politico di Berlusconi. "Vergognatevi - aveva tuonato Bondi - chiedo ai colleghi senatori se ritengono opportuno e accettabile se coloro che sono stati di recente nominati senatori a vita che non si sono contraddistinti per una loro presenza fattiva siano oggi presenti per un voto come questo sulla decadenza del leader del centrodestra italiano". Già il voto contro Berlusconi era stato un chiaro segnale del proprio credo politico. Adesso, però, due dei quattro hanno deciso di formalizzare questa "appartenenza" prendendo una netta posizione politica. Come scrive La Stampa, Carlo Rubbia ed Elena Cattaneo hanno formalizzato il proprio passaggio al gruppo per le autonomie Psi. "Il merito, la scienza, la cultura, la ricerca sono le leve più autentiche - ha dichiarato il segretario del Psi Riccardo Nencini - per far ripartire l’Italia e renderla competitiva sul piano internazionale". Soddisfatto anche nrico Buemi, capogruppo del Psi in commissione Giustizia: "Con la loro presenza, la nostra rappresentanza parlamentare assume un particolare ed elevato significato, che sarà senz’altro utile al Paese".

Claudio Abbado e Renzo Piano non hanno condiviso la scelta presa da Rubbia e Cattaneo e sono rimasti al Misto dove sono confluiti i sette senatori del Sel e i cinque fuoriusciti dal Movimento 5 Stello dopo le epurazioni volute da Beppe Grillo.

Commenti
Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 02/12/2013 - 18:41

La musica è sempre la stessa. Sono quattro socialcomunisti in più, pagati A VITA da tutti i cittadini ma a servizio di una parte sola. E si pensi quanto costerà allo Stato solo la cinquantenne (alla quale augurare comunque lunga vita). Chissà mai se qualcuno abolirà questa insulsa prerogativa del Capo dello Stato di designare senatori a piacimento.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 02/12/2013 - 18:47

Buffoni.

Gius1

Lun, 02/12/2013 - 18:50

be ! si sapeva che napolitano occupassse quei posti con dei sinistri.IL PEGGIOR PRESIDENTE DI SEMPRE

scipione

Lun, 02/12/2013 - 18:51

Costoro ,il 27 novembre ,hanno dimostrato di essere grandi non solo nel loro mestiere, ma di essere anche GRANDI UOMINI.Qualcuno si aspettava che si iscrivessero,smaccatamente, al gruppo PD ?

marco46

Lun, 02/12/2013 - 18:57

Era ovvio, e se non bastano questi quattro a puntellare il governo al senato, alle porte del quirinale pronti sono altri quattro per essere nominati sonatori questa è la democrazia secondo i cattokomunisti.

dondomenico

Lun, 02/12/2013 - 20:10

Sai quanto glie ne frega a questi! Piove o nevica, calma piatta o vento...sono cazzi nostri, non loro! Loro se ne fregano, 20.000 euro al mese vita natural durante pagati da noi! Grazie a George

Maria Rosa

Lun, 02/12/2013 - 20:44

e questi hanno fatto grande l'Italia nel mondo?

disalvod

Lun, 02/12/2013 - 20:59

A CHE COSA SERVONO I SENATORE A VITA?PERCHE' NON ABOLIRLI?

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Lun, 02/12/2013 - 21:06

Ma che senso ha nominare senatori a vita personaggi che, seppure importanti, non risultano al disopra delle parti politiche e raramente partecipano alle sedute della camera. Solo Napolitano conosce il senso della scelta e dovrebbe vergognarsi difronte ai cittadini.

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 02/12/2013 - 21:19

senatori a vita o di merda ?? ..Allons enfants de la Patrie, Le jour de gloire est arrivé! Contre nous de la tyrannie,L’étendard sanglant est levé! L’étendard sanglant est levé!Entendez-vous dans les campagnes Mugir ces féroces soldats? Ils viennent jusque dans nos bras Egorger nos fils et nos compagne...Qu’un sang impur Abreuve nos sillons!

Ritratto di maurofe

maurofe

Lun, 02/12/2013 - 23:10

È sicuramente singolare che negli ultimi 20 anni e forse più, tutti i senatori a vita nominati dai vari Presidenti della Repubblica "superpartes" come indica la costituzione, siano meritevoli personaggi sempre di sinistra...forse di destra non c'è nessuno meritevole.....

gualtiero_tucson

Lun, 02/12/2013 - 23:16

Faccio presente che Elena Cattaneo e Carlo Rubbia non hanno votato la decadenza di Berlusconi ma sono risultati assenti (fonte: http://parlamento17.openpolis.it/)

Triatec

Mar, 03/12/2013 - 00:02

Dove si sono collocati? Si sono collocati tra i furbi, tra quelli che vivono, senza provare vergogna, sulle spalle di gente che fa fatica ad arrivare a fine mese. E' una vergogna tutta italiana che, essendo una carica onorifica, non dovrebbe essere remunerata.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 03/12/2013 - 00:21

La dimostrazione della mancanza di senso dello stato da parte del nostro CAPO COMUNISTA l'abbiamo con l'abuso della sua prerogativa di nominare senatori a vita. Prima è soggiaciuto al ricatto di Monti CONCEDENDOGLI UNA CARICA IMMERITATA PER PAGARE la sciagurata prestazione di presidente del consiglio. Poi si è permesso di nominarne QUATTRO SCIENZIATI SINISTROIDI PER AUMENTARE IL PESO DEL PD IN SENATO. E QUESTO SAREBBE UN PRESIDENTE SUPER PARTES?

jaaaar

Mar, 03/12/2013 - 06:59

Rubbia, Abbado e Piano almeno sono persone che hanno fatto qualcosa. Ma la Cattaneo? Questa nomina di Napolitano è ridicola, scandalosa, offensiva contro l'Italia. Se anche doveva nominare una donna per motivi di quote rosa, c'era ben di meglio

electric

Mar, 03/12/2013 - 07:30

Grazie a Napolitano, la sinistra si è ritrovata 4 senatori in più. E come se un arbitro disonesto assegnasse a inizio partita 4 rigori inesistenti a una delle 2 squadre. Complimenti Napolitano, dove l'hai imparata la democrazia, nei gulag sovietici?

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Lun, 08/12/2014 - 21:02

Basta critiche al Capo dello Stato, rientra nei suoi legittimi diritti. Se ritenete che le nomine di una cinquantenne a SENATORE A VITA non sia corretta prendetevela con l'Imperatore Romano Caligola che nel 47 A.C. elesse senatore a vita il suo cavallo Marcaurelio. Speriamo che se la cavi. Buon pranzo a tutti con pane e cipolla. Spunta il sol dell'Avvenir !

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Mar, 09/12/2014 - 10:30

Per @disalvol che sostiene: …….Lun, 02/12/2013 - 20:59 A CHE COSA SERVONO I SENATORE A VITA?PERCHE' NON ABOLIRLI? Errata Corrige. “”ACCETTIAMOLI”” come dice il Grande Covatta! OK’ Buon pranzo pane e cipolla.