Fassina, la pecora nera del Pd

La dichiarazione sull'evasione di sopravvivenza è solo l'ultima di una serie di sortite esplosive. Da Bettini a Veltroni, da Ichino a Letta, passando per Monti e Renzi: il viceministro si è scontrato con tutti i pezzi grossi del Pd. E non solo

Il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina

Stefano Fassina è lo scapigliato del Pd. Non solo per la chioma scomposta e per il disordine e l'anticonformismo che ha più volte sfoggiato nelle sue esternazioni pubbliche, ma soprattutto per la naturalezza con la quale sciorina frasi capaci di scatenare baraonde all'interno del suo partito.

La dichiarazione sull'evasione di sopravvivenza è solo l'ultima di una serie di sortite esplosive. Chiamatele gaffe o rotture di tabù, ma la sostanza non cambia: Fassina da tempo è la pecora nera del Pd. Perché dice le cose che non si dovrebbero dire, perché sbaglia i tempi, perché non misura le parole e non calcola le potenziali reazioni. Ma lui, forse, è così: scapigliato. O, al contrario, crede di essere uno dei pochi conoscitori della realtà. Al netto dell'ontologia fassiniana, quel che è indubbio è che l'ex responsabile economico del Pd ha più volte minato il campo democratico.

Si è scontrato praticamente con tutti i dirigenti di peso. E cominciò a farlo fin da subito, poco dopo la nomina di membro della segreteria nazionale. Era febbraio 2010 e il primo bersaglio si chiamava Sergio Chiamparino, reo di aver sentenziato il fallimento del Pd e di aver proposto l'apertura del "cantiere Nuovo Ulivo che vada da Casini a Vendola”. Proposta bocciata prima da Bersani, subito dopo da Fassina, che ha inserito il sindaco di Torino nella generazione ''tupperware, che nell'incapacità di misurarsi sui contenuti, continua a introdurre sul mercato elettorale nuovi contenitori''.

Goffredo Bettini continuò la riflessione politica sul Riformista e l'aitante Fassina, sprezzante e incurante del ruolo e dell'esperienza dell'interlocutore, ribatté in questo modo: "Chiacchiericcio politicista, Bettini deve uscire dai palazzi e dai salotti del centro di Roma e fare un giro tra i lavoratori”. Putiferio. ''È davvero paradossale che Fassina, che nella vita ha fatto solo attività nei centri studi e che grazie all'attività meramente scientifica è stato cooptato nella segreteria nazionale del Pd, ora raccomandi a Bettini di fare un politica che esca da una dimensione elitaria”, gli rispose il deputato del Pd Massimo Pompili, membro della Direzione regionale del Lazio. 

Erano le prime avvisaglie di un carattere turbolento e fuori dagli schemi. Poi fu la volta di Sergio Cofferati. Era il 5 gennaio 2011 quando l'allievo di Visco si scagliò contro l'ex sindacalista, colpevole di aver sostenuto la posizione della Fiom nella polemica con la segretaria della Cgil Susanna Camusso sulla vicenda Fiat: “Chi fa politica, soprattutto quando è stato leader sindacale, dovrebbe ricordarsi di rispettare l'autonomia delle parti sociali. Ciascuno deve fare il suo mestiere terreno della democrazia e delle condizioni del lavoro''.

E che dire di Pietro Ichino? “Una linea ha il 2%, l’altra il 98 per cento. Io capisco Ichino. Lui rappresenta quel 2% e per farlo valere, per difenderlo ha bisogno di andare sui giornali tutti i giorni", tuonò Fassina. Era il tempo delle critiche alla Bce, delle bocciature delle politiche di rigore e austerità, del pronunciamento della parola crescita, fino ad allora un tabù nella sinistra. Parole che scatenarono la bufera in seno al Pd. La componente liberal del Pd, guidata da Enzo Bianco, Ludina Barzini, Andrea Marcucci, Pietro Ichino e Luigi De Sena chiese nel novembre 2011 le sue dimissioni. Motivo? “Criticare aspramente la linea di rigore e sviluppo assunta prima dalla Banca d’Italia e poi dalla Bce, bollare come liberiste posizioni liberal come quella del senatore Ichino, prospettare soluzioni ispirate alle vecchie culture politiche del secolo passato, non è compatibile con il dovere di rappresentare il complesso delle posizioni assunte dal Pd". Per fortuna Bersani non diede ascolto alla mozione di sfiducia e Fassina si salvò. L'ex studente della Bocconi non ebbe problemi nemmeno a dare del berlusconiano a Walter Veltroni. "La posizione del Pd sul mercato del lavoro e sull’art.18 è diversa dalla tua, ovviamente legittima, ma minoritaria e più vicina alla linea del ‘pensiero unico’ e alle proposte del centrodestra (è una constatazione non un’ inaccettabile accusa di intelligenza con il nemico)", puntò il dito Fassina.

E ancora: le critiche al governo Monti, la rottamazione della sua agenda e la richiesta di voto anticipato che scatenò il panico nel Pd e l'ira di Enrico Letta, strenuo sostenitore del professore. Quest'ultimo poi cercò la vendetta - invano - invitando Bersani a silenziare Fassina. Il braccio destro del segretario se l'è presa poi anche con Renzi, definito un ex portaborse, naturalmente con Berlusconi e col Pdl - celebre la frase rivolta ai giovani: “Meglio fumarsi una canna che votare Pdl”. Insomma, Fassina è un florilegio di ziz­zanie seminate. Incontrollate, come la sua capigliatura.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 26/07/2013 - 15:21

i soliti cretini che il PD sforna a getto continuo... ma bersani li batte tutti, è stato il più cretino di tutti :-) ora vedremo chi sarà cosi cretino da premere il grilletto del suicidio :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 26/07/2013 - 15:23

complimenti, comunisti, continuate cosi: probabilmente per il 15 agosto sarete estinti. troppo caldo nuoce alla cervice dei delicati comunisti :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 26/07/2013 - 15:27

più diventano cretini, e meglio è per noi e per Berlusconi: così sarà più facile vincere :-) l'idiozia e il masochismo sono proprio caratteristiche del PD comunista e mafioso!!

Ritratto di bruno1947

bruno1947

Ven, 26/07/2013 - 15:28

Povero fassina appena apre bocca -tutti contro-- ha detto sola la verità

procto

Ven, 26/07/2013 - 15:32

gli manca solo un avviso di garanzia per aver tutti i requisiti per entrare nel PDL. Pessimo soggetto, perfetto solo per far inabissare il centro-sinistra

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Ven, 26/07/2013 - 15:33

Le pecore nere sono degne, più degli altri, di considerazione! Vale più chi si omologa al 'già detto' e al 'così è e basta' o chi, pagando, ha il coraggio di dire ciò che pensa secondo logica e ragione? Infausta condizione quella delle pecore nere (io appartengo alla categoria), ma una cosa è certa: non devono fare i conti con la propria coscienza!

Libertà75

Ven, 26/07/2013 - 15:33

Almeno dice la sua che ha pensato e non parla per copione come molti politici (di destra, centro e sinistra).

cameo44

Ven, 26/07/2013 - 15:38

Che la sinistra sia nemica della verità è notorio ha sempre vissuto di propaganda oggi tutti contro Fassina solo perchè ha detto una grande verità dato che oltre ai tanti evasori abituali in questo momento di crisi molti evadono perchè non in grado di pagare è semplicemente ver gognoso ed immorale che bisogna lavorare sette mesi per lo Stato e solo cinque mesi per se stessi il Premier Letta ha detto che le tasse sono alte perchè non tutti li pagano ma la Cga di mestre lo ha smenti to perchè l'eccessivo peso fiscale è dovuto ai tanti sprechi alle tan te caste da mantenere come tutti gli enti inutili come gli sprechi nel la sanità che si acquistano macchinari per svariati milioni ma mai mes si in uso come le tante catterdale nel deserto e mentre si continuano a chiedere sacrifici ai soliti nulla si fa per bloccare le tariffe come RCA ENEL C/C Bancari Acqua carburanti e tanto altro ancora come pensano questi signori politici di portarci fuori dalla crisi se con tinuano ad aumentare il peso fiscale e nonostante ciò e la riduzione di tanti servizi il debito publico aumenta

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 26/07/2013 - 15:47

Il problema italiano é che il Paese vive nella oppressione della menzogna e con questa solo troverá la repressione, la miseria, la fame, la insoddisfazione e la rabbia. La menzogna é quella del comunismo che, dovrebbe essere chiaro giá da piú di 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino, serve da sempre solo all´apparato burocratico mafioso statale per la oppressione parassita sopra la pelle dei Lavoratori ... Dovrebbe essere ormai tutto molto chiaro ma in Italia non lo é. Non lo puó essere fino a quando la cultura dominante sará quella della conservazione e della raccapricciante reazione di quanti ancora saldamente al potere si sono serviti della rivoltante menzogna per conquistare posizioni nella scala sociale e farsi schifosamente grassi. ... Un dramma che succede solo in Italia, la patria della mafia e del fascismo nel mondo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 26/07/2013 - 15:48

Il problema italiano é che il Paese vive nella oppressione della menzogna e con questa solo troverá la repressione, la miseria, la fame, la insoddisfazione e la rabbia. La menzogna é quella del comunismo che, dovrebbe essere chiaro giá da piú di 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino, serve da sempre solo all´apparato burocratico mafioso statale per la oppressione parassita sopra la pelle dei Lavoratori ... Dovrebbe essere ormai tutto molto chiaro ma in Italia non lo é. Non lo puó essere fino a quando la cultura dominante sará quella della conservazione e della raccapricciante reazione di quanti ancora saldamente al potere si sono serviti della rivoltante menzogna per conquistare posizioni nella scala sociale e farsi schifosamente grassi. ... Un dramma che succede solo in Italia, la patria della mafia e del fascismo nel mondo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 26/07/2013 - 15:51

Quanta povertá in questa destra italiana. Una dichiarazione che non conta niente in mezzo ai luoghi comuni della menzogna comunista ... Ma a questa povera destra italiana basta e avanza... !!!

angelomaria

Ven, 26/07/2013 - 15:51

basta vederlo e sai con chi hai ha che fare!!!

Rossana Rossi

Ven, 26/07/2013 - 15:51

Una volta tanto che ne dicono una giusta........

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 26/07/2013 - 15:52

Il problema italiano é che il Paese vive nella oppressione della menzogna e con questa solo troverá la repressione, la miseria, la fame, la insoddisfazione e la rabbia. La menzogna é quella del comunismo che, dovrebbe essere chiaro giá da piú di 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino, serve da sempre solo all´apparato burocratico mafioso statale per la oppressione parassita sopra la pelle dei Lavoratori ... Dovrebbe essere ormai tutto molto chiaro ma in Italia non lo é. Non lo puó essere fino a quando la cultura dominante sará quella della conservazione e della raccapricciante reazione di quanti ancora saldamente al potere si sono serviti della rivoltante menzogna per conquistare posizioni nella scala sociale e farsi schifosamente grassi. ... Un dramma che succede solo in Italia, la patria della mafia e del fascismo nel mondo.

maranjù

Ven, 26/07/2013 - 15:53

il " Stefano Fassina Pensiero " è esatto . questa cosa potrebbe essere di sinistra ; l'ha detta uno di sinistra . perché alla sinistra non sta bene, perché ha detto la verità ? ma bravi , ma bene !!! state nel vostro labirinto di primarie , congressi , segretari ecc. forse tra un altro secolo troverete le via d’uscita . saluti

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 26/07/2013 - 15:55

Il problema italiano é che il Paese vive nella oppressione della menzogna e con questa solo troverá la repressione, la miseria, la fame, la insoddisfazione e la rabbia. La menzogna é quella del comunismo che, dovrebbe essere chiaro giá da piú di 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino, serve da sempre solo all´apparato burocratico mafioso statale per la oppressione parassita sopra la pelle dei Lavoratori ... Dovrebbe essere ormai tutto molto chiaro ma in Italia non lo é. Non lo puó essere fino a quando la cultura dominante sará quella della conservazione e della raccapricciante reazione di quanti ancora saldamente al potere si sono serviti della rivoltante menzogna per conquistare posizioni nella scala sociale e farsi schifosamente grassi. ... Un dramma che succede solo in Italia, la patria della mafia e del fascismo nel mondo ... La faccia da bronzo é tanta. Si parla di "futuro" del partito ... della menzogna !!!

maranjù

Ven, 26/07/2013 - 15:55

avvoti nelle bandiere rosse non ne escono più . EWWIVA !

Roberto Casnati

Ven, 26/07/2013 - 15:55

Fassina? Forse l'unico essere pensante del PD! L'evasione? Una bufala dei governi di sinistra! Ogni volta che un governo non sa governare agita lo spauracchio dell'evasione, ma, dico, se foste capaci di governare evasione scomparirebbe, come? Ma per esempio creando "contrasto d'interessi con la deducibilità di tutte, ma proprio TUTTE, le spese sostenute da un privato cittadino per vivere conti a fatti lo stato ci guadagnerebbe. Il fatto è che nessuno vuole ridurre l'evasione in questo modo, come avviene in ogni paese civile dove i cittadini non sono dei sudditi. I PD per primi hanno troppi interessi evasivi da difendere! E.G. le COOP che oltre ad evadere, pagano la metà (dico LA META') delle tasse che paga qualsivoglia impresa! E poi c'è la Chiesa Cattolica, maestra d'evasione! E poi ci sono i sindcalisti che hanno doppio stipendio e che pagano le tasse su uno solo! E poi ...e poi...troppi privilegi da salvaguardare! Oltre a questo "l'evasione" è una solenne bufala! Perché? Ma è semplice! A bocce ferme, ovvero "costanza" d'evasione, l'ammontare globale aumenta via via che aumenta la pressione fiscale! In sostanza se il cittadino X nel 1990 doveva al fisco lire 1000, con addizionali, multe, sovrapprezzi ed incremento, soprattutto incremento, dell'imposizione, oggi si ritrova ad avere almeno 1.000.000 di euro di tasse e contributi non versati, mentre, in realtà, i contributi non versati, erano e sono, di lire 1000! Letta & C. ancora una volta, incapaci di governare, ci raccontano un sacco di balle!

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Ven, 26/07/2013 - 15:56

...non centra un tubo..ma qualcuno ha qualche aggiornamento sulla vicenda MPS?..cerco cerco ma non trovo uno straccio d'articolo che dica anche 2 parole..

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Ven, 26/07/2013 - 15:58

***Emerge sempre più l'indole maligna e bavosa dei parassiti sinistri e sindacalisti che si nutrono dei poveri diavoli che piegando la schiena sudano il salario per mantenerli tenendo essi sempre sotto torchio. Stipendio sindacale con trattenute a loro agio su milioni di buste paga e dei pensionati e...via andare. Gli altri tutti ladri. Ci sono milioni di persone che in Italia, si arrangiano in proprio. I leggendari idraulici, gli elettricisti, i barbieri, i piccoli commercianti, i falegnami, i mungitori di vacche, i piccoli agricoltori, i rappresentanti di commercio spremuti come limoni da enasarco inps e tutto il resto, ecc ecc. Queste categorie se guadagnassero 15/20 mila euro l'anno, non basterebbero per far fronte alle tasse da elargire. Se poi falliscono son solo problemi loro e si arrangiassero e se non ci riescono si suicidassero pure. DELINQUENTI! Voi dovreste andare tutti in Cina a spalar il letame a 30 euro al mese esentasse. Kanker sociale e ladri di korte! Finirà prima o poi, azz se finirà!*

ilbarzo

Ven, 26/07/2013 - 15:59

Fassina,uomo e politico da me mai apprezzato e che adesso dopo la sua uscita sull'evasione fiscale,ho cambiato completamente opinione,ed apprezzo il fatto che lo stesso,sia rimasto fermo nel suo intendo,non arretrando di un solo millimetro nonostante fosse stato attaccato da tutto il partito,che poi andando a frucare,ci si accorge che anch'essi,coloro che lo hanno criticato la pensano esattamente come lui.Solo non intendono ammetterlo per non smentire la loro vigliaccaggine .Fassina, certa gente dovresti evitarla,invece di condividerne le idee.

Ritratto di ashton68

ashton68

Ven, 26/07/2013 - 16:05

Con ogni evidenza il cretino non è Fassina; diciamo che si è distratto e gli è scappata la verità! Ma come???? Ma è PAZZO????? Sono 70 anni che partigiani e loro progenie comunista, avendo il monopolio di istruzione e cultura, cinema, musica e letteratura, propagandano che i ricchi e i padroni sono il male assoluto, che chi ha qualcosa in più l'ha necessariamente rubato od evaso, che il totem è la redistribuzione della ricchezza (rubando sempre più soldi dalle tasche ormai sfondate di chi lavora per darli a chi preferisce non lavorare ed essere assistito), e questo ora che fà? Viene a dire che in certi casi non pagare le tasse serve a far sopravvivere la propria attività e la propria famiglia? Ma allora non ha capito niente! Se gli italiani capiscono di essere stati sempre presi in giro, chi voterà più la sinistra? Come si potranno poi continuare a riciclare i compagni, dopo il '68 e gli anni di piombo, visto che ormai ci sono più sindacalisti che aziende? Di nuovo saranno mandati in magistratura? C'è l'enorme rischio che debbano per la prima volta lavorare! E se lavorando e sudando per davvero nel mondo reale capissero che ha ragione Fassina? No, non scherziamo, troppo pericoloso! Fra poco Berlusconi sarà centenario, chi si potrà accusare? Non si vorranno per davvero fare processi contro i criminali, i ladri e gli assassini? E che tornaconto politico si avrebbe? E se cala la sinistra in Italia, chi impedirà a quei pazzi del centrodestra di riformare la giustizia in linea con uno Stato di diritto, con una separazione delle carriere ed una limitazione dell'indipendenza della magistratura come in qualsivoglia Stato occidentale? Dai non scherziamo neanche. Rischieremmo davvero di diventare un paese serio! Sia mai!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 26/07/2013 - 16:11

cameo44, la battuta di Fassina è soltanto una constatazione e comprensione del fenomeno dell'evasione di "sopravvivenza", non è certo una giustificazione e tantomeno una incentivazione all'evasione, come lui stesso ha detto. In Germania l'economia sommersa praticamente non esiste, e sa perchè? Perchè quando un imprenditore o un professionista guadagna tanto poco da trovarsi di fronte all'alternativa fra evadere il fisco (per sopravvivere) o cambiare attività o cercare nuovi mercati, lì non hanno dubbi. Non evadono il fisco, e per "sopravvivere" cambiano attività o cercano nuovi mercati. Da noi è ben diverso, tanti invocano l'evasione fiscale come un diritto, come una sorta di assistenzialismo di Stato paragonabile al fancazzismo di tanti impiegati pubblici che vivono alle spalle della collettività ... E non creda poi che tagliare drasticamente la macchina della p.a. sia l'unica strada per migliorare l'efficienza dell'economia: il bilancio dello Stato è fatto di entrate (fiscali) e di uscite (spese), per migliorarlo bisogna ridurre le spese, ma anche accrescere o almeno non ridurre le entrate, fermorestando che la pressione fiscale va ridotta ...

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 26/07/2013 - 16:11

@No Luigipiscio - cerca meglio allora perché la GdF ha scoperto giusto qualche giorno fa bei fondi accantonati in quel di San Marino dai dirigenti di MPS...

linoalo1

Ven, 26/07/2013 - 16:13

O è la pecora nera perchè dice la verità?Verità che i PDuisti non vogliono ammettere perchè contro i loro Comandamenti?Ormai,il povero Fassina,è segnato e può anche ritirarsi a vita privata!Perchè?Perche,i PDuisti,sono fatti così!Chi non la pensa come loro,viene scomunicato!Scommettiamo?Lino.

gi.lit

Ven, 26/07/2013 - 16:15

Fassina non ha difeso l'evasione. Ha semplicemente fatto rilevare che oltre certi limiti può diventare insostenibile per le piccole imprese. E invece, per i soliti fondamentalisti del Pd l'evasione va perseguita in qualunque caso. A riprova che certi sputasentenze non hanno la più lontana idea di cosa significhi lavorare in proprio, specie in tempi come questi.

coccolino

Ven, 26/07/2013 - 16:16

...e questo dimostra che anche fra di loro ci può essere chi ragiona...

Lucius Iunius Brutus

Ven, 26/07/2013 - 16:18

Leggo che Saccomanni abbia appena detto che si pagherà di nuovo l'IRPEF sulle seconde case, in aggiunta all'IMU, dichiarata sostitutiva. Questa aggressione al risparmio nel mattone, tenuto a disposizione per mille motivi (non farsi distruggere la casa dall'inquilino, evitare le beghe della morosità e delle cause, avere figli prossimi al matrimonio, pensare di trasferirsi lì per altri mille motivi, ecc.), se sarà fatta passare dal PDL, sarà considerata una beffa da far pagare cara alle prossime elezioni. Già è intollerabile, dopo l'istigazione all'insulto contro Brunetta, che il PDL resti in aula quando presiede la Boldrini....

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 26/07/2013 - 16:19

@ilbarzo - cambi opinione troppo rapidamente. Da uno come Fassina che non ha MAI fatto niente nella vita non ci si può aspettare niente di buono. Non sa nemmeno cosa voglia dire lavorare in un'azienda: uscito dalla Bocconi nessuna azienda l'ha mai voluto, ha fatto per qualche tempo l'usciere in un dipartimento secondario dell'FMI per finire a fare l'economista del PD. Leggi il suo curriculum che è veramete da ridere. E un soggetto del genere è adesso pure al governo ... Auguri italiani.

Lucius Iunius Brutus

Ven, 26/07/2013 - 16:21

Sulla boutade di Fassina, badate che i Komunisti sono maestri nell'arte di abbindolare per far voti. Dai gay ai clandestini, fino ai cittadini massacrati dalle LORO tasse!! Dire e smentire, il gioco delle correnti, portare la lotta all'interno del partito.... SVEGLIAAAAAAAAAAAAA!

herbavoliox

Ven, 26/07/2013 - 16:23

Ha detto semplicemente la verità. Capisco faccia male e non oso pensare che possa toccare le coscienze marce che avete ma, almeno, ascoltate e ponete rimedi seri. Siete lì per fare questo non per prendere sovvenzioni a fondo perduto! Siete semplicemente penosi e dei veri poveracci.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 26/07/2013 - 16:57

@No Luigipiscio cerca, continua a cercare, almeno eviti di fare altro.

roliboni258

Ven, 26/07/2013 - 16:58

anche questo e' una testa calda

furetto78

Ven, 26/07/2013 - 16:58

Non facciamo i finti moralisti. Non è vero che nel 90% dei casi è così? Basta succhiare soldi ad artigiani, piccole e medie imprese. Andate a prenderli ai grossi imprenditori che vivono di sussidi statali e portano i soldi all'estero. Altro che scudo fiscale. Vanno fatti rientrare tutti e senza sconti. O devono campare bene solo le solite 10 famiglie italiane e i nostri cari parlamentari? Il Pdl cosa fa? In 10 anni ha reso l'Agenzia delle Entrate peggio della Santa Inquisizione. O la finiscono di spennare sempre le solite categorie (ormai allo stremo) o il Pdl (anche se cambia nome) alle prossime elezioni prenderà una sacrosanta bastonata. Governa da 2 anni con il Pd. Indecente!!!!!

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Ven, 26/07/2013 - 17:16

Rosse o nere per me son sempre pecore.

swiller

Ven, 26/07/2013 - 17:37

Pecora nera...... si Renzi.

Azzurro Azzurro

Ven, 26/07/2013 - 17:47

pisistrato Ti do ragione in parte. Se uno come Fassina (disogna superare il capitalismo...si ma aggiungo io..in che modo?) dice finalmente la verita', non sara' vero?

unosolo

Ven, 26/07/2013 - 18:06

quanta evasione legalizzata abbiamo ma non si vuole fermare , quante persone prestano la loro opera a più datori , quanti datori di lavoro hanno tutto il personale in regola , quanti fatturano tutti i lavori spostando operai da un cantiere ad una abitazione privata , quanti piccoli venditori nei mercatini non rilasciano scontrini anche per piccole somme . Quanti controllori fanno il loro lavoro , magari come prevenzione senza multare , ma solo con la presenza nei mercatini tutti farebbero scontrini a iosa , non si vuole fermare l'evasione.

americanboy

Ven, 26/07/2013 - 19:17

Fassina ha avuto il coraggio di dire una verità sacrosanta!Lo sappiamo da tempo che è così.Specialmente gli incapaci che ci governano.Per non parlare dei debiti della PA,che costringono imprenditori al fallimento o al suicidio.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 26/07/2013 - 20:10

@Azzurro Azzurro - se tu fossi il proprietario di un fast-food ci metteresti come general manager un soggetto che non ha mai fatto un panino ? Non credo, come farebbe a controllarne la qualità ? Quindi, tornando a Fassina, indipendentemente dall'affermazione che ha fatto, piuttosto che fare il vice ministro dell'economia dovrebbe fare il lavoratore socialmente (in)utile controllando l'affrancatura dei biglietti del tram in modo da evitare che faccia danni al paese. Per quanto riguarda il capitalismo che va superato, non mi voglio inoltrare in ragionamenti Zen come la decrescita felice ed altre amenità, rilevo semplicemente che il capitalismo e la globalizzazione, pur con disuguaglianze e distinguo, hanno tirato fuori dalla povertà quasi due miliardi e mezzo di persone nel mondo che prima vivevano di sussistenza e non mi sembra che altri sistemi abbiano determinato un simile incremento di benessere nel mondo. Il rovescio della medaglia è che l'economia di un paese come l'Italia abituato a non lavorare da 30 anni o al massimo ad esportare pentole e padelle negli altri paesi UE va ovviamente completamente ripensata.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Ven, 26/07/2013 - 20:56

Ahaha il PD si disintegra da solo non c'è nemmeno bisogno di intervenire ;-)

gentlemen

Ven, 26/07/2013 - 21:12

Anche nel Partito Dementi, qualcuno comincia a capire...

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 26/07/2013 - 21:41

se quanato detto da Fassina non va bene ai capi del PD, vuol dire che ha ragione "

ilbarzo

Ven, 26/07/2013 - 22:39

Cambiare opinione nei confronti di una persona e' normalissimo e non significa adularla,ne tanto meno condividerne le idee.In quel partito(comunista) molti di essi, la pensano esattaamente come Fassina in merito all'evasione fiscale,solo che quest'ultimo ha avuto il coraggio ed il buon senso di ammetterlo esplicitamente,cosa che i loro compagni pur condividendone le idee,non lo farebbero mai,per il timore di andare contro-corrente,ed essere a sua volta contestati dai compagni.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 27/07/2013 - 00:12

Cerchiamo di non confonderci. TRINARICIUTO E' E TRINARICIUTO RIMANE.

packy52

Sab, 27/07/2013 - 18:15

questo luminare dell'economia è uno strenuo, insieme ai suoi compagni di casta , assertore e propugnatore della tassazione sulla casa degli italiani !!! ... a prescindere !!! ...perché chi è proprietrio della propria casa è ricco ed evasore !!! in particolare chi ha una casa che supera i 150 mq !! la casa di 149 mq può essere rivestita di lamine d'oro e ricoperta di gauguin, picasso ecc. ... non paga !!! a 151 mq. anche se tinteggiata con pittura a tempera di pessima qualità è da considerarsi di lusso !!! ... e quindi da tassare !!! ....ancora pochi mesi in mano a peersonaggi del genere ed è veramente finita!!! fassina ....sono disponibile a qualsiasi confronto pubblico con te !!!!dove vuoi e quando vuoi !!!

packy52

Sab, 27/07/2013 - 18:20

l'unica speranza di salvezza per l'italia è la disintegrazione del PD !! che si stia avvicinando !!!??

LAMBRO

Dom, 28/07/2013 - 05:35

Poveretto!! Però doveva saperlo che sarebbe stato epurato!! E' ancora fortunato che vive in Italia !! Fosse in Cina avrebbe avuto un incidente .... mortale!

Carmine Pirozzi

Gio, 01/08/2013 - 15:25

NO! Io credo che l'On. Stefano Fassina, sia per il PD la pecora nera, perché dice cose che la sinistra NON VUOLE CHE SI DICANO, anche se corrispondono alla verità!!!

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Sab, 04/01/2014 - 20:38

Uno che ha il coraggio di non sottomettersi alla nomenclatura! Basta con le prese di posizione dettate dall'alto! Un parlamentare dovrebbe essere libero di esprimersi a propria coscienza. Pur non appartenente alla mia area politica, ONORE a FASSINA l'unica voce sensibile e pragmatica che fa politica pensando con la propria testa.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 04/01/2014 - 20:57

No Luigipiscio..non so come hai fatto..il tuo nick + logo li avevo creati io...però ti cedo molto volentieri il Copyright..mi raccomando fanne buon uso..;-)

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 04/01/2014 - 21:03

Secondo me è il più furbo della compagnia..ha fatto come Capello quando era allenatore dell'Inghilterra..ha capito che tira una brutta aria.. e ha pensato bene di trovare una scusa per mollare il colpo..furbo il komunistello!!..i primi scricchioli di un governo infame!!

nebokid

Dom, 05/01/2014 - 17:35

Più che pecora nera.. e pecora rossa e fuori dal coro!

giugurta

Lun, 06/01/2014 - 01:16

Sia rottamato!