Favia: "Pronto a dimettermi"

Il consigliere regionale dell'Emilia-Romagna, dopo il fuorionda trasmesso su Piazzapulita: il problema della democrazia all'interno del Movimento resta

Dopo la bufera, lo sfogo. Il consigliere regionale dell'Emilia-Romagna, Giovanni Favia, subito dopo il fuorionda trasmesso su Piazzapulita, si lascia andare su Facebook e commenta così: "Le liste del M5s, dalle comunali alle regionali, nascono spontaneamente ed in democrazia diretta. I suoi consiglieri agiscono in piena autonomia, con una libertà a disposizione che non ha eguali. Chi è così bravo da poterci dare lezioni? Nel mio sfogo del fuori onda parlando di assenza di democrazia, non attaccavo il Movimento, ma un problema che oggi abbiamo e che presto dovrà risolversi".

Di che problema parli Favia lo spiega subito: "Ovvero la mancanza di un network nazionale dove poter costruire collettivamente scelte e decisioni, comprese le inibizioni e le attribuzioni del logo. Questa falla concentra tutto in poche mani, seppur buone e fidate, generando una contraddizione che spesso sul territorio ci viene rinfacciata. Non è un problema di sfiducia, è un problema d’efficienza, d’organizzazione e di principio. Basta leggere il nostro non-statuto".

Inoltre, prosegue il consigliere grillino: "Se di questi ed altri dubbi non ne parlavo in pubblico, è perché, come tanti altri di noi, avevo ed ho fiducia nel superamento di queste criticità, come abbiamo sempre fatto in questi anni, evolvendoci costantemente. È stato un grave errore lasciarmi andare ad uno sfogo privato e scomposto, rubato da un cronista di cui mie ero fidato. Capita in famiglia, capita tra amici, capita al lavoro, anche tra persone che si vogliono bene, avere reazioni esagerate in momenti di tensione".

Poi, ha ricordato Favia: "A maggio, mese in cui mi fu fatta l’intervista, il MoVimento 5 Stelle dell’Emilia-Romagna era in ebollizione per l’espulsione di Valentino Tavolazzi di cui io ero un grande amico e che ho visto piangere. I miei rapporti con Gianroberto Casaleggio estremamente critici,
anche se la storia è molto lunga. Lo scherzo del destino è che proprio in prima serata mi ero sentito al telefono con lui, per la prima volta chiarendo alcune cose e dopo tanti mesi di chiusura comunicativa e di voci riportate da terzi, che forse hanno scavato ancor più un solco tra noi. Ma oggi è secondario. A prendermela col giornalista sarei ridicolo. La colpa è mia. Due anni in mezzo agli squali non mi
hanno fatto crescere sullo stomaco tutto quel pelo che serve per reggere la pressione che c’è oggi intorno al MoVimento. In questi anni, dando anima e corpo, credo d’aver portato tanta acqua al mulino del movimento. Ieri ne ho fatta drenare un po'. Non avete idea di quanto questo mi colpisca al cuore"
.

Infine, Favia ha concluso annunciando che "tra qualche mese, come ogni semestre, rassegnerò le mie dimissioni e saranno i cittadini dell’Emilia-Romagna tramite votazione, a valutare se respingerle o accettarle. P.S. è fantascienza ed un’offesa all’intelligenza pensare che un fuori onda, per me così degradante, potesse essere concordato".

Commenti

Claudio53

Ven, 07/09/2012 - 10:29

C'è sempre un posto in agricoltura per tipi cosi !!

Ritratto di maior

maior

Ven, 07/09/2012 - 10:56

Penso che Favia abbia detto quello che pensano i grillini pensanti e credenti a cominciare dal sindaco di Parma: essere dei mandati. I Casaleggio se si presentassero alle elezioni o in piazza,prenderebbero zero voti o secchiate di sterco in faccia, quindi avanti le facce pulite ed ingenue che fanno tenerezza e sfruttano il buonismo cattocomunista che esiste in Italia.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 07/09/2012 - 11:02

ormai il nemico non è piu DIPIETRO O I COMUNISTI complimenti a voi

minestrone

Ven, 07/09/2012 - 11:15

sei al 2° mandato !Ti dimettono presto!

minestrone

Ven, 07/09/2012 - 11:16

Scilipo del mi5

minestrone

Ven, 07/09/2012 - 11:17

Il Pd ti attende a braccia aperte

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Ven, 07/09/2012 - 11:19

In quale partito esiste la democrazia? C'è in tutti una facciata pulita, rassicurante, che deve portare voti e consenso, ma dietro, c'è in tutti, un direttorio di potere e di comando. Se ci fosse davvero democrazia, i rimborsi elettorali sarebbero più trasparenti... E non ci sarebbero tesorieri alla Lusi. D'altra parte, la stessa democrazia è un'invenzione per controllare il popolo. L'Italia è una Repubblica la cui sovranità appartiene al popolo.... Ditemi quale sovranità abbiamo... Abbiamo ceduto sovranità monetaria senza consultazione popolare! Bisogna viverci dentro x capire.

Ritratto di pacioccone

pacioccone

Ven, 07/09/2012 - 11:42

Mi sa che i grillini si siano un pò montati la testa e si vendano già i voti che ancora non hanno..da sbellicarsi. Secodo me alle nazionli si prenderanno un bel cartone in faccia..

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Ven, 07/09/2012 - 11:49

I pupari hanno mandato avanti giovani dalla faccia pulita, non compromessi con il letame partitico, pieni di entusiamo e di ideali. Ora ci sarà una rivolta che parte dalla base, e il M5S comincerà a sfaldarsi.

framont

Ven, 07/09/2012 - 12:20

LA DOMANDA NASCE SPONTANEA: NON è CHE QUESTI RAGAZZI PIENI DI ENTUSIASMO SIANO STATI STRUMENTALIZZATI E SFRUTTATI? MAH !?!

ffortini

Ven, 07/09/2012 - 13:27

Hai visto che aveva ragione Grillo? A parlare con i giornalisti sei rimasto fregato, ti hanno fatto parlare a ruota libera ed ora l'unico risultato e' che ti sei giocato la possibilita' di fare qualcosa di concreto per i tuoi concittadini.

Claudio53

Ven, 07/09/2012 - 13:48

Poverino ! L'anno incastrato. Collegare il cervello prima di parlere ?

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 07/09/2012 - 15:11

Non ho nessuna simpatia per Grillo, ma questo attacco concentrico dei media di regime (di destra e di sinistra) è quanto meno sospetto.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Ven, 07/09/2012 - 16:04

la casta unita è pronta a schiacciare il m5s usando i mezzi di informazione come clava e qualche vecchio trucchetto...un movimento che rinuncia a vitalizi, prebende, finanziamento pubblico,privilegi, in cui al max si può essere rieletti due volte fa paura...chi nel m5s non ha le pa@@e o non crede nella bontà del progetto è ora che scenda perchè solo quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare

Ritratto di pacioccone

pacioccone

Ven, 07/09/2012 - 17:48

una domanda per il Sig Aliberti... Mi scusi ma se uno é cretino perché deve essere rieletto una seconda volta, e se uno é bravo perché non può essere rieletto per più di due volte?

ffortini

Sab, 08/09/2012 - 08:00

Due risposte per pacioccone: 1. aspettiamo le elezioni per capire chi prendera' i cartoni piu' grossi in faccia 2. nessuno deve essere eletto piu' di due volte perche' fare il deputato non e' un lavoro, ma solo un intervallo di servizio civile all'interno di una vita professionale diversa. Poi mi fa ridere l'obiezione "ma se uno e' bravo..." ma perche' lei di "politici bravi" ne conosce anche solo uno? Comunque anche i direttori di banca "bravi" li fanno girare, anche i "commissari bravi" li fanno girare, ecc. ecc. sempre per evitare che si formino "amicizie locali" poco pulite. Per i politici "bravi" non ha senso farli girare, c'e' solo un parlamento nazionale, e farli girare nelle istituzioni locali e' bruttissimo, l'amministratore locale deve essere uno del posto (conosciuto e stimato dagli abitanti locali)