La Germania anti-italiana porta a processo Draghi

Guerra all'euro: la tenuta della moneta unica alla prova dei giudici tedeschi. Ma la Bce avvisa: "Niente passi indietro"

«Germania contro Mario Draghi ed Eurolandia, entra la Corte!». Il cancelliere non pronuncerà proprio queste parole, ma in sostanza le due udienze di domani e mercoledì presso l'Alta corte di Karlsruhe possono riassumersi secondo questo semplice schema. Questa volta il supremo organo tedesco è chiamato a giudicare la legittimità costituzionale dell'Omt (Outright Monetary Transactions), lo scudo salva-Stati della Bce voluto fortemente da Draghi per evitare nuove crisi da spread. Saranno ascoltate come persone informate dei fatti sia il componente del direttorio dell'Eurotower, Jörg Asmussen (già consigliere economico di Angela Merkel), sia il numero uno della Bundesbank, Jens Weidmann. Quest'ultimo è la vera incarnazione della «volontà di potenza economica» della Germania: ha votato contro l'Omt e ha favorito l'emergere del dissenso nel direttivo che il 2 maggio ha deciso il taglio dei tassi allo 0,5 per cento. Anche se si tratterà di due testimonianze, in realtà sarà un vero e proprio processo a Mario Draghi. Ecco perché a Berlino e dintorni ha suscitato scalpore il fatto che il presidente abbia deciso di non intervenire personalmente, ma abbia scelto di farsi rappresentare da un esponente tedesco.
La campagna di stampa teutonica contro gli acquisti illimitati di bond sovrani dei Paesi in difficoltà è partita da mesi ma ieri ha raggiunto il suo apice. La Frankfürter Allgemeine Zeitung ha rivelato che Draghi avrebbe deciso di limitare la compravendita di titoli sovrani a una soglia di 524 miliardi di euro (il valore complessivo dei bond con scadenze fino a tre anni di Spagna, Irlanda, Portogallo e Italia) proprio per prevenire un eventuale pronunciamento negativo di Karlsruhe. L'indiscrezione è stata smentita con decisione dall'ufficio stampa della Bce: «La potenza di fuoco a disposizione è illimitata». In un'intervista al settimanale Bild Asmussen, invece, ha difeso l'Omt, in pratica anticipando i contenuti della propria testimonianza. Il programma di riacquisto dei bond sovrani, deciso lo scorso anno e ancora mai attivato, è «economicamente necessario, legalmente permesso ed efficiente nel suo impatto». La Bce, ha ricordato, lo «scorso anno era la sola istituzione europea in grado di agire» durante la fase più acuta della crisi e i mercati «hanno compreso il messaggio». È merito di Draghi, infatti, se lo spread tra i nostri Btp e il Bund dai 537 punti della scorsa estate si è ridotto ai 264 di venerdì scorso.
Ecco, la questione di fondo è tutta racchiusa nelle parole di Asmussen. I 35mila cittadini tedeschi, che hanno presentato ricorso all'Alta corte, vogliono sapere se l'Omt possa mettere a repentaglio la sovranità di bilancio del Bundestag e, soprattutto, se l'eventuale intervento comunitario sui Paesi in difficoltà esuli dalle competenze trasferite da Berlino alla Bce, cioè a difesa della stabilità dei prezzi. Argomenti ai quali Draghi & C. hanno sempre replicato che il problema non si pone giacché la crisi ha rallentato l'inflazione e oggi il vero spettro è la deflazione. Che si combatte proprio attraverso l'immissione di liquidità sul mercato.

Ma Weidmann, banchiere centrale indipendente che interpreta assai bene la politica economica di Angela Merkel, è convinto che «non c'è conflitto tra consolidamento fiscale e crescita»: l'Omt, insomma, è un «finanziamento mascherato» che ricade sulle spalle dei contribuenti tedeschi. Alla faccia della Comunità europea, del principio di maggioranza (la Bundesbank ha solo il 19% circa del capitale della Bce) e della solidarietà fra Stati. Grecia, Spagna e, nel caso, l'Italia dovrebbero togliersi dai guai da sole. Questo ritornello funziona: la Cdu-Csu di Merkel è ampiamente in testa nei sondaggi per le elezioni politiche di settembre con il 42% dei consensi. Ed è difficile che si schiodi da queste posizioni. Certo, occorrerebbe ricordare che nel quadriennio 2009-2012 la bilancia commerciale Germania-Europa è stata sempre in attivo oltre i 120 miliardi di euro e che dal 2002, anno di introduzione dell'euro, il surplus con Eurolandia è stato superiore ai 1.500 miliardi. Allo stesso modo, bisogna segnalare che le manovre taglia-debito, realizzate dall'Italia su input tedesco nel periodo 2009-2013, sono costate al nostro Paese 230 miliardi in termini di mancata crescita economica, come ha recentemente documentato la Corte dei conti. Non è illogico affermare che l'euro a trazione germanica abbia comportato nel decennio un trasferimento di ricchezza verso Berlino dal resto del Vecchio continente.

Questo Draghi non lo dirà mai così come non dirà che, tutto sommato, è giusto che il flusso di capitali possa invertirsi in caso di necessità (soprattutto ora che la stessa Germania sta pagando gli effetti dell'austerity imposta ai propri partner). Semplicemente Draghi non ci sta a farsi processare pubblicamente per entrare proprio malgrado nella campagna elettorale di Merkel. Soprattutto sapendo che il salomonico verdetto dell'Alta corte sarà pronunciato in autunno, dopo le elezioni. Draghi si è imposto una linea neutrale: esterna a fasi alterne (una volta parla di crescita, un'altra di rigore) per non indispettire la Germania e cerca di fare da parafulmine all'euro. Sperando che gli speculatori non si accorgano presto che il cavallo tedesco tira in direzione opposta all'euro-carro.

Commenti

cgf

Lun, 10/06/2013 - 08:26

l'Omt non è altro quanto il Governo tedesco ha fatto su scala nazionale, senza quell'intervento le banche tedesche sarebbero fallite ad effetto domino. Su scala europea invece è anticostituzionale? Se la mettiamo così non esisterebbe più l'Europa, non poche cose non vengono trattate delle varie Corti europee, una su tutte: perché una commissione, neppure eletta, ha più potere degli stessi Governi nazionali?

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 09:29

la Cdu-Csu di Merkel è ampiamente in testa nei sondaggi per le elezioni politiche di settembre con il 42% dei consensi.CHE BELLA NOTIZIA CHE LEGGO STAMATTINA.

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 09:30

Draghi vai le valigie e ritorna a casa

pansave

Lun, 10/06/2013 - 10:09

TUTTI UNITI CONTRO IL QUARTO REICH INVASORE!

egi

Lun, 10/06/2013 - 10:11

Non ci sarà mai l'Europa unita, gli egoismi il credersi superiori non lo permetterà mai, tanto vale vivacchiare alla giornata.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 10/06/2013 - 10:17

L'unico in grado di dar filo da torcere alla storica rapacità germanica è il milanese Silvio Berlusconi. Ma purtroppo, come la Storia insegna, c'è sempre chi per vanagloria è pronto a tradire la Patria. L'ultimi due balordi sono Bersani e Monti che, con l'alibi dell'internazionale comunista, hanno tramato col kapò Schultz e la paesanotta Merkel la distruzione del 15 % delle imprese italiane.

mrkrouge

Lun, 10/06/2013 - 10:23

La Germania non perde il vizio di cercare di invadere l'Europa, anni fa militarmente, oggi economicamente (per ora). Forse è il caso di iniziare a prendere delle contromisure.

pagano2010

Lun, 10/06/2013 - 10:51

Caro franco@Trier -DE le assicuro che Mario Draghi non solo resterà a Francoforte, ma se solo cercano di mettersi di traverso il "sistema" asfalta la Germania: la cara DB ha una tale esposizione in derivati (12 volte il PIL tedesco) che se solo alzano la cresta li vetrificano. Con una tale leva voglio vedere come la nazionalizzano? il giochetto lo hanno fatto con le diverse Landensbank nel 2008 (infatti il rapporto debito PIL tedesco è taroccato e di molto). Qui siamo con una banca privata e il gioco non riesce.... pertanto mettiamoci il cuore in pace e alla fine, tra un paio di anni, avremo una sola valuta al mondo: non ci sarà $, £ o euro o che altro...

a.zoin

Lun, 10/06/2013 - 10:53

La Merkel e i SOCIAL-COMUNISTI Europei non si meritano l`EURO. La loro politica,non ammette che altri partiti abbiano la possibilità di fare cambiamenti positivi per la popolazione. Essi hanno creato un ceto, (una casta),che se non sei dei loro, non hai alcuna possibilità di poter entrare,VOGLIONO DIVIDERSI TUTTO IL MALLOPPO E GLI ALLORI. TUTTI COLORO CHE SONO CONTRO I LORO PRINCIPI,VENGONO COMPERATI,O GLI SI TAGLIANO LE GAMBE, (vediamo berlusconi).Solamente che con Berlusconi non ci sono riusciti,perciò hanno tentato con i loro ALLEATI, senza riuscirci. ( Ciò che cgf scrive sopra è verità.) Berlusconi,porta a casa Draghi e togliamoci dall`EURO.

urgutintu

Lun, 10/06/2013 - 10:54

Speriamo che i giudici tedeschi sanzionino la fine dell'euro. Da quando abbiamo adottato la moneta unica, l'Italia lentamente ma constantemente sta agonizzando. Nessun effetto positivo potranno avere le politiche economiche dettatte dalla BCE. Vedasi quella fallimentare del governo dei professori (Monti & co.), che avevano pure l'ardire di vedere la luce in fondo al tunnel.

Ritratto di pedralb

pedralb

Lun, 10/06/2013 - 11:06

Caro rinnegato tedesco.....tra poco, anzi pochissimo, tornerai a mangiare pelli di patate e forse la domenica crauti.....ah..ah..ah

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 11:11

Draghi non è Italia. Draghi è Goldman Sachs.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 11:11

le pressioni della mafia finanziaria incarnata dalla BCE indicano che trattasi di un regime

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 11:12

Non è la Germania a invadere. E' la finanza e la Germania è serva quanto noi della mafia finanziara.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Lun, 10/06/2013 - 11:12

Sentire un giovane politico come Letta dire che l'euro non si deve discutere perché sarebbe una tragedia mi lascia attonito. Caro Letta , dove dobbiamo finire per capire quello che hanno già capito le vecchie zie e le vecchie nonne ? Quello che stiamo vivendo non è una terrificante tragedia ? Cosa si aspetta ancora , che il popolo si ribelli e ci siano i morti ?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/06/2013 - 11:18

Basta con gli attacchi alla Germania. Pretendere che i contribuenti di questo Paese si accollino i debiti prodotti dall´intoccabile apparato parassitario statale italiano non é altro che espressione di viltá, ottusitá e violenza non tollerabili e non serve al nostro Paese, che ha bisogno di affidarsi al coraggio, alla ragione e alla intelligenza per liberarsi della insostenibile oppressione sopra la sua parte sana che sa e vuole lavorare e produrre.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/06/2013 - 11:21

Basta con gli attacchi alla Germania. Pretendere che i contribuenti di questo Paese si accollino i debiti prodotti dall´intoccabile apparato parassitario statale italiano non é altro che espressione di viltá, ottusitá e violenza non tollerabili e non serve al nostro Paese, che ha bisogno di affidarsi al coraggio, alla ragione e alla intelligenza per liberarsi della insostenibile oppressione sopra la sua parte sana che sa e vuole lavorare e produrre.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 11:22

finiamola con questo antigermanesimo d'accatto. Fate il gioco del regime finanziario che vuole un falso capro espiatorio. I tedeschi sono schiavi quanto noi delle oligarchie finanziarie.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 10/06/2013 - 11:28

Purtroppo questa "culona" ha la mentalità ex DDR, quindi non puo' avere buone idee, infatti vediamo cone sta' andando EU, sono sempre più dell'idea di abbandonare l'euro, la GB insegna

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Lun, 10/06/2013 - 11:43

Egregio Cadaques, nessuno vuole o pretende che altri si accollino i nostri debiti, ma la situazione sta diventando insopportabile sia per le aziende che per il popolo. Però non dimentichi che la riunificazione tedesca e la stupidata del cambio lira / euro l'abbiamo pagata anche noi. Non si può produrre perché costa tutto troppo e ci sono troppe tasse e balzelli, non si può vendere quasi niente se non nel settore lusso, la meccanica è morta, la chimica pure, i posti di lavoro diminuiscono ogni giorno. Non esistono sacrifici per risalire con l'euro, anzi c'è il grave rischio che i Paesi ricchi ci comprino all'asta fallimentare . Via dall'euro prima di morire tutti di fame ! E se all'inizio sarà dura, saranno solo fatti nostri e poi voglio vedere a chi venderanno i loro beni i tedeschi quando saremo seguiti da altre Nazioni in condizioni simili o peggiori.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/06/2013 - 11:51

La GB insegna. Non per non avere l´euro ma per aver avuto politici come la Tatcher e Blair e non rivoltanti buffoni come Bersani e Berlusconi.

chiara 2

Lun, 10/06/2013 - 11:51

Il fatto che la Gran Bretagna voglia lasciare l'euro e che, nello stesso tempo prenda posto al Bildeberg meeting, dovrebbe farci riflettere tutti sul futuro prossimo che aspetta a chi nell'euro rimarrà e, soprattutto, se appartenente alla fascia Sud.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/06/2013 - 11:56

Uscire dall´euro serve solo all´apparato burocratico parassitario statale e non certo alla parte produttiva del Paese che sarebbe svalutata a prezzi da terzo mondo.

Klotz1960

Lun, 10/06/2013 - 12:04

Ma magari - MAGARI!! - la Corte Costituzionale tedesca facesse questo errore! Il colpo sarebbe durissimo, e finirebbe per indebolire il progetto egemonico della Merkel e di Bruxelles.

Simostufo

Lun, 10/06/2013 - 12:04

unione fiscale, stati uniti d'europa, Eurobond oppure fuori dall'euro-truffa e tutti torniamo alle nostre valute nazionali. Questa Europa cosi' com'e' non ha senso di esistere!

marvit

Lun, 10/06/2013 - 12:05

Una domanda seria: ma l'ITALIA è nella capacità di camminare con le proprie gambe senza l'aiuto di nessuno?? O ha bisogno forzosamente di una badante?? ?? ??

Simostufo

Lun, 10/06/2013 - 12:06

@CADAQUES senza i presupposti che troverai nel mio post precedente purtroppo non ci rimane che correre questo rischio.

pier47

Lun, 10/06/2013 - 12:08

buongiorno, italiani senza palle,bisogna uscire dall'europa e dall'euro,in modo disciplinato MA VIA!!!Non comprate piu' prodotti tedeschi,andiamocene che sono anni che ci stanno massacrando in tutti i sensi,ultimamente aiutati anche da monti,pdl,pd,udc che l'hanno sostenuto bisognava ascoltare Bossi:"nell'euro lavoreremo per i tedeschi e i francesi e ci compreranno tutto"PAROLE SACROSANTE!Non possiamo piu' seguire i diktat europei,in tutti i campi,dalla lunghezza dei cetrioli,alle quote latte,al non respingimento degli immigrati,al fiscal compact, alla spada di Damocle sulle multe ecc. ecc. ecc.ogni anno regaliamo all'europa 7 miliardi(differenza tra il dare e l'avere).Il massacro dell'industria poi è la ciliegina sulla torta,grazie monti,berlusconi,casini,bersani.Hanno messo lo spauracchio del fallimento greco davanti a tutti noi,paragonandoci ad un paese senza industrie con l'1% del pil europeo,per accettare le tasse continue ed esose.Il rimedio a tutto ciò?UN UOMO SENZA COLORI MA CON LE PALLE. Saluti

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 10/06/2013 - 12:15

Come fa ad essere indipendente herr Weidemann , essendo capo della Deutsche Bank che a tuttora e´ statale? X franco tier-Mi fa piacere se la Angela ridimenziona il cane comunista di nome steinbrück , ma in quanto a Draghi e meglio che stai zitto. Non devono essere sempre tedeschi o pagliacci manovrati dal duetto francia-germania alla B. C. E.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/06/2013 - 12:18

@Simostufo, non é un rischio é la certezza del disastro.

LAMBRO

Lun, 10/06/2013 - 12:19

L'accoppiata ha la stessa origine Ideologica : IL POTERE SECONDO KARL MARX!! Quindi non poteva mancare lo STESSO METODO ANTI AVVERSARI: LA MAGISTRATURA! Letta prova un po' a esigere parità nelle MISSIONI all'Estero e le BASI di APPOGGIO agli ALLEATI EUROPEI!! Questa è veramente la solita Guerra dei Tedeschi quindi mettiamola alla Francese :"" a la guerre com a la guerre"". Vediamo cosa ne pensano gli Americani di un ns atteggiamento ostruzionistico.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 10/06/2013 - 12:21

xcadaques-La riunificazione del rosso e nero , le due germanie, l´ abbiamo pagata tutti meno che i tedeschi ( quelli rossi ), si intende.Cambio marco rosso , con cambio marco nero-1-3.Cosi abbiamo cominciato a prenderla in quel posto noi europei della prima ora , parlo dei 6 paesi fondatori.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Lun, 10/06/2013 - 12:22

Cara Chiara, il Regno Unito non ha mai adottato l'euro. Cosa scrive ?

usarelatesta

Lun, 10/06/2013 - 12:45

Noi teteschi di Cermania fare voi italiani in tanti piccoli pezzettini... poi soffiare via... Deutscheland Uber Alles!!!

alfa553

Lun, 10/06/2013 - 12:53

Sono convinto che sia l'ora di un referendum, ma No, per uscirne , dall'europa ,ma per cacciare via la Germania, paese incapace di stare e convivere con altri paesi. Andreotti lo disse dopo la unificazione della sunnominata, e ora saranno cavoli!!!!!! Un paese che non mostra la faccia, non va in Iraq, in Afghanistan ma i soldi dell'europa li arraffa senza neanche nulla rischiare del proprio. Un paese da buttar fuori dall'europa, che se la cucchi la russia o la Cecenia.

@ollel63

Lun, 10/06/2013 - 12:56

altra invasione di barbari germanici. Non si acquistino più prodotti di questa gente.

benny.manocchia

Lun, 10/06/2013 - 13:00

Vi siete mai chiesti perche' i tedeschi odiano a morte noi italiani? I tedeschi che vivono a New York (ne conosco diversi) non dimenticano (in ogni occasione) di ricordarci che "siamo noi i traditori che li abbiamo lasciati soli durante l'ultima guerra nonostante il patto".Sara' questo il motivo?O piuttosto perche' i tedeschi vorrebbero avere tutto quanto abbiamo noi in Italia?E non occorre fare la lista... Un italiano in USA

trovatomic

Lun, 10/06/2013 - 13:06

Hitler sicuramente sta facendo le capriole nella ..sua tomba!!! Infatti sta vedendo come (facendo come la Merkel ed i suoi scagnozzi) si può dominare l'Europa intera SENZA SPARARE UN COLPO ...... Poveri NOI !!!!

gemini24

Lun, 10/06/2013 - 13:12

Draghi non ha niente di italiano se non aver avuto sin dagli anni '80 la responsabilità del collocamento della maggior parte del debito all'estero e delle svendite negli anni '90; per non parlare del suo ruolo in Goldman sul debito dei paesi europei. Si spaccia per difesa dell'interesse italico la completa subordinazione agli interessi americani

moshe

Lun, 10/06/2013 - 13:19

Fuori dall'euro, SUBITO !!!!! con più si aspetta, peggio sarà.

lorenzo464

Lun, 10/06/2013 - 13:29

l'europa è finita, non l'euro...

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 10/06/2013 - 13:45

Se bocciano il fondo salva stati, è la volta buona che lo spread ci arriva a 1000 e pure se abbiamo Letta che vuole (farci) morire per l'Euro, il ritorno alla lira sarà inevitabile. Se i titoli di stato non li compra la BCE, li dovrà comprare per forza la Banca d'Italia... Come faceva una volta prima che ci mettessero mano Ciampi ed Andreatta.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 10/06/2013 - 14:39

Uscire dall'euro non ci porterebbe da nessuna parte. Tutto cio' che siamo obbligati a importare, dalle materie prime all'elettricità, dobbiamo pagarlo in euro e purtroppo dobbiamo importare tutto perché se togliamo i prodotti agricoli tutto il resto dobbiamo importarlo per trasformarlo ed esportarlo. Il paragone con l'Inghilterra che é rimasta fuori dall'euro poi non sta assolutamente in piedi, meglio starebbe in piedi se anche noi avessimo una Margeret Thatcher capace di rivoltare i sindacati come un calzino. Ma non é il caso e di politici con gli attributi capaci di tagliare con l'accetta tutte le rendite parassitarie che ci stanno strangolando non ne vedo. La Francia é nella nostra stessa situazione o quasi e cosi via. Quindi a mio avviso la sola soluzione sarebbe quella di buttare fuori dall'euro la Germania. Resta comunque un fatto da tenere ben presente ed é che qualsiasi cosa si faccia l'Europa nel suo insieme non ritornerà mai più agli splendori degli anni del boom economico e anche la superba Germania comincia a vedere segni preoccupanti. Quindi piaccia o non piaccia l'Europa unita puo' stare al passo con l'evoluzione del mercato globale, i singoli stati europei invece possono galleggiare per qualche tempo ma a termini saranno tutti spazzati via dal punto di vista economico/finanziario.

giovanni pecoraro

Lun, 10/06/2013 - 15:11

Da quando abbiamo tolto il rapporto tra oro e denaro, siamo stati preda della speculazione più bieca. Una moneta era tanto più forte quanto più oro c'era nelle casse della banca centrale che garantiva. non dobbiamo uscire dall'euro ma ritornare a quella situazione. E poi c'è l'anomalia che si riassume nella frase comune "giocare in borsa". In borsa non si gioca. Si investe in ciò che si crede e si deve aspettare che l'idea produca, che il tornio sforni dei pezzi, che il personale si specializzi. Oggi "si gioca": se un'azione sale dello zero virgola qualc'osa si vende subito, anche dopo poche ore.E' un'emorragia per chi crede nel lavoro. E'un vantaggio della finanza speculativa. Per la borsa italiana si dovrebbe vietare di vendere azioni acquistate meno di sei mesi prima. Chi vuole investire non deve speculare. Deve credere nell'investimento, nelle persone che lavorano, nel manegement. Gli speculatori vadano a fare le zecche altrove.

Maxforliberty

Lun, 10/06/2013 - 15:11

Se questi sono i toni è chiaro che UE ed Euro sono solo una forzatura intellettuale. L'Europa UNITA NON ESISTE REALMENTE, esiste solo sulla carta. Dobbiamo essere lucidi e freddi sull'argomento: ogni Stato cerca di perseguire il proprio interesse, anche se tale scopo possa causare la rovina di altri. E' come se in una famiglia il marito cercasse il proprio tornaconto, nonostante questo cagionasse la rovina della moglie.

vince50_19

Lun, 10/06/2013 - 15:28

Toh.. la Germania, con il 19% del capitale Bce vuole dettare condizioni a tutti gli altri stati membri fra cui alcuni che stanno agonizzando sotto i "rigorosi" dictat di sora Merkel? E la crescita economica, puro optional??? Dopo due guerre perse ancora non ha imparato a conoscere il significato della parola solidarietà e sussidiarietà verso i paesi più deboli invece di depredarli con ministri "trojans", come sta facendo con Grecia, Spagna, Italia per risolvere propri endemici problemi economici per errori commessi nel passato etc.? Ecco, c'è una soluzione ideale per lei, perfetta: uscirsene dalla Ue, come vado docendo da mesi e dimostraci quanto è forte. Uber (p)alles? Bene bene, vada pure.. Buon viaggio e tanti auguri!

Han Solo

Lun, 10/06/2013 - 15:46

Sono anni che lo dico. L'euro serve solo ai tedeschi. Per noi è stato un danno tremendo. Torniamo subito a una valuta nazionale e lasciamo l'eurotitanic ai tedeschi e ai loro conti fasulli. Nessuno ha bisogno dei soldi tedeschi, basta che ci lascino i nostri e che ci lascino liberi dall'eurofollia. Ricordatevi che il debito pubblico rappresenta la ricchezza che lo stato tresferisce ai cittadini....quindi ci raccontano fesserie! L'austerity non serve a niente.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 15:55

Solo gli ingenui credono che la Germania sia il nemico. La Germania è l'obiettivo, assieme all'Europa intera. Il nemico è l'UE e chi la pilota: i banchieri.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 15:56

I giornali servi della finanza se la prendono con la Germania per sviare l'attenzione dal vero nemico

tai pan

Lun, 10/06/2013 - 15:56

Caro @pagano2010, è encomiabile il suo buon proposito di spiegare in modo approfondito a sua imbecillità il verofinto tedesco @FRANCOTRIER che il suo commento contro Mario Draghi è(come al solito)fuori luogo…nella sua smisurata ottusità lui si scaglia comunque e dovunque contro chiunque sia italiano,ad esempio appunto Mario Draghi;nei numerosi commenti ad altri articoli dei giorni scorsi sulla Germania il verofinto tedesco ha dimostrato ampiamente oltre ad essere un arrogante fanatico esaltato di essere anche un becero incivile visto che nei suoi "pacati" commenti ai messaggi degli altri utenti ha “distribuito” generosamente a tutti termini come coglione,minchione etc.La cosa divertente è che lui è fermamente convinto di essere "superiore" intellettualmente all’Italia e a tutti gli italiani(compreso Mario Draghi)solo perché vive in Germania senza rendersi conto che il suo disordinato e malandato intelletto è a tal punto scarsamente sviluppato che non possiamo anche solo invitarlo ad andare a zappare poichè non sarebbe in grado di svolgere neanche questa semplice mansione...Bisogna solo compatirlo,è nato così poverino e quindi madre natura è stata poco generosa con lui…

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 10/06/2013 - 16:02

La MAGGIORANZA dei tedeschi è contro l'Euro. Piantatela di spargere odio. I tedeschi sono schiavi come noi del regime UE.

-cavecanem-

Lun, 10/06/2013 - 16:16

Penso che la Germania non abbia tutti i torti ad esser contro l'Italia. Sanno bene che i nostri politici vengono pagati uno sproposito, e molto piu' dei loro, quindi perche' dovrebbero appoggiare un governo corrotto che fa l'interesse di questi parassiti.

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 16:43

ollel63 bravo ,comprate prodotti dalla Spagna, dalla Grecia , Portogallo,questi si che sono paesi con una tecnologia molto avanzata.

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 16:46

urgutintu ma non riesci a capire che se ritorna la Lira L'Italia sarà peggio della Grecia?

Maxforliberty

Lun, 10/06/2013 - 18:21

@Ausonio. Ritengo, infatti, che UE e Euro stiano distruggendo la pax Europea. Non esiste un' Europa, se non geograficamente. Il mantenimento di questi 2 mostri farà scoppiare una guerra. Hanno ecceduto nel processo di pacificazione tra Stati. Azioni eccedenti il necessario, ottengono lo scopo contrario di quello prefisso. E' una polveriere pronta ad esplodere: tutti contro tutti. Germania, Italia, Francia hanno esigenze, potenzialità, culture diverse e pensano che trovando una sintesi tutto si risolva. Non è vero! La non coincidenza di interessi, dovuta a specifiche diverse dei Paesi, porta, per forza maggiore, a contrasti o distruzione di interi settori economici nei Paesi in gioco. Non sono supposizioni: è storia, è cio' che è successo e sta succedendo. La casa brucia e ognuno, in maniera talvolta violenta, corre da un punto all'altro dello stabile senza riuscire ad uscirne. Presto o tardi anche chi corre veloce rimarrà carbonizzato. Non è questione di europeismo o anti-europeismo, è questione di logica. Hanno fatto di un esperimento politico ed economico una fede, tra le più irrazionali ed irragionevoli, negando pure le evidenze.

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 20:11

egi e chi vuole la Europa Unita? Io no.

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 20:14

Alfa553 i fessi vanno in Iraq e in Afganistan, però purtroppo ci sono anche i tedeschi.