Il giudice chiacchierone svela alla stampa le motivazioni della condanna di Berlusconi

Il presidente del collegio che ha condannato il Cav anticipa le motivazioni della sentenza, poi smentisce. Ma il Mattino lo sbugiarda: ASCOLTA L'AUDIO

Il presidente della sezione feriale della Cassazione Antonio Esposito

Parla, anzi straparla. E non solo alle cene allegre in cui gradisce raccontare amabilmente particolari piccanti e anticipare le sentenze ancor prima che queste vengano pronunciate. Anche coi giornalisti il giudice Antonio Esposito non riesce proprio a fare a meno di parlare. A scatenare una vera e propria tempesta sul presidente del collegio della Cassazione, che ha condannato a quattro anni di reclusione Silvio Berlusconi al processo Mediaset, è una lunga intervista rilasciata al Mattino. "Berlusconi non è stato condannato perché non poteva non sapere, ma perché sapeva: era stato informato del reato", ha spiegato la toga anticipando, in questo modo, le motivazioni della sentenza. Uno strappo senza precedenti che getta un'ulteriore ombra sull'imparzialità del collegio che ha giudicato il Cavaliere.

Quando questa mattina l'intervista firmata da Antonio Manzo è stata letta dai vertici del Pdl, si è alzato un coro unanime. "I magistrati dovrebbero parlare solo con le sentenze e questo principio dovrebbe valere oggi più che mai, per non alimentare tensioni ed esacerbare un popolo di milioni di persone che vuole giustamente reagire a quella che ritiene una grave ingiustizia", ha tuonato il segretario della commissione Giustizia della Camera, Luca D’Alessandro, invitando il Guardasigilli Anna Maria Cancellieri a promuovere quanto prima un'azione disciplinare. "Il fatto è gravissimo - ha commentato l'avvocato Niccolò Ghedini - gli organi competenti dovranno verificare l’accaduto che non potrà non avere concreti riflessi sulla valutazione della sentenza". Mentre Il consigliere del Csm Bartolomeo Romano ha fatto sapere che il caso sarà affrontato al più presto, la Cassazione si è affrettata a spiegare che l'intervista "non inficia né cambia" la sentenza. Tuttavia, il primo presidente della Cassazione Giorgio Santacroce ha ammesso che l'intervista è stata "inopportuna". La stessa Cancellieri ha chiesto a Santacroce "elementi informativi" per conoscere la vicenda nei dettagli. Al momento non è stata avviata alcuna azione sul piano disciplinare.

Aldilà dei provvedimenti che verranno presi dal ministero della Giustizia, l'intervista resta e va a confermare tutti i dubbi che nei giorni scorsi erano stati mossi rispetto a una sentenza politica che, anzichè fare giustizia, ha puntato unicamente a far fuori il leader del centrodestra. Coperto da una selva di accuse e critiche, Esposito ha provato a difendersi accusando il Mattino di aver inventato buona parte delle risposte a lui attribuite. Una accusa che è subito stata fatta cadere pubblicando l'audio sul sito del Mattino. "L'intervista è letterale - ha commentato il direttore Alessandro Barbano - sono stati riportati integralmente il testo, le parole e le frasi pronunciate dal presidente di cui ovviamente abbiamo prova". Secondo il direttore del quotidiano partenopeo, il presidente della Cassazione avrebbe infatti valutato a posteriori che "spiegare le motivazioni della condanna prima di averla emessa possa avere per lui un ritorno non positivo". "Però - ha concluso Barbano - non è una colpa da attribuire ai giornalisti ma alla responsabilità e alla maturità di chi parla".

Basta leggere l'intervista per capire che Esposito, di responsabilità, non ne ha affatto. Nell'intervista rilasciata a Manzo, il giudice racconta che il processo sui diritti tv non è stato portato avanti di fretta: "Abbiamo solo attuato un doveroso principio della Cassazione, quello di salvare i processi che rischiano di finire in prescrizione". E il caso Mediaset sarebbe andato in prescrizione il primo agosto scorso: "Abbiamo deciso con grande serenità". Parlando del motivo che ha portato la sezione feriale della Cassazione a condannare il Cavaliere, Esposito è entrato nei minimi particolari anticipando, così, le motivazioni del verdetto che devono ancora essere pubblicate. "Noi potremmo dire: tu venivi portato a conoscenza di quel che succedeva, non è che tu non potevi non sapere perchè eri il capo - ha spiegato nell'intervista - teoricamente, il capo potrebbe non sapere. No, tu venivi portato a conoscenza di quello che succedeva. Tu non potevi non sapere perché tizio, caio o sempronio hanno detto che te lo hanno riferito. È un po' diverso da non poteva non sapere".

Tra i vertici del Pdl lo sbigottimento è grande. "È andato oltre ogni limite", ha chiosato Mara Carfagna. "Credevo che i giudici parlassero attraverso le sentenze, anche se controverse, e che i magistrati fossero la bocca della legge - ha fatto eco Sandro Bondi - ma vuol dire che mi sbaglio". Che a Esposito piaccia parlare e subito dopo rimangiarsi tutto, lo sa bene anche Stefano Lorenzetto che sul Giornale aveva raccontato le cene allegre del giudice della Cassazione. Racconto in prima persona che Esposito ha provato a smentire sulle pagine del Fatto Quotidiano. Smentita che non ha retto al confronto con la cronaca di Lorenzetto. Il problema, quindi, resta. "Non è importante ciò che il giudice dice - ha commentato D'Alessandro - ma è inquietante che intervenga pubblicamente e lo faccia anche prima delle motivazioni".

Annunci
Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 06/08/2013 - 12:25

Non vedo cosa abbia detto di strano. Si è dimostrato che sapeva e quindi ha agito illegalmente, altrimenti ci sarebbero stati gradi di giudizi diversi. La conseguenzialità logica è probelma?

Maura S.

Mar, 06/08/2013 - 12:25

Ora aspettiamo il commento di Re George, che naturalmente trovera' una scusa plausibile

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/08/2013 - 12:27

ora tutti possono constatare quanta "imparzialità" vi è nella magistratura! quanti altri giudici che vendono il segreto istruttorio? quanti giudici che vanno a pranzo con i delinquenti per "aggiustare" il processo? quanti giudici "raccomandati" per essere da prima pagina sulla stampa e in televisione? questa non è la magistratura: è mafia. e li paghiamo noi, con le già esose tasse!!!

benny.manocchia

Mar, 06/08/2013 - 12:27

Povera italia mia gettata al vento... un italiano in usa

Gius1

Mar, 06/08/2013 - 12:30

Ma perche´sono in 5 i Giudici ? penso che ognuno dobvrebbe decidere per se, poi si riuniscono , decidono ed emettono il verdetto . Ma allora lui gia sapeva della decisione degli altri 4 colleghi e questo gia molto prima. Veramente interessante.

godot_mi

Mar, 06/08/2013 - 12:40

Molto bene, credo che il diritto di parola sia sacro e che un Giudice possa, anzi debba, informare la stampa del suo pensiero. Come è diritto di un pregiudicato andare in onda a reti unificate mentendo perché non potrebbe un giudice rilasciare un'intervista?

milo del monte

Mar, 06/08/2013 - 12:44

Io mi verognerei davvero a fare questa campagna di fango..Berlusconi sapeva..e' un corruttore e pregiudicato ...

Accademico

Mar, 06/08/2013 - 12:46

Bravo Mattino. Che figura di Merda!

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 12:47

Ma non è il Guidice che giudica nel Merito! Lui giudica solo se i processi di primo e secondo grado erano regolari! Tutt'alpiù ha espresso quello che vi era scritto nelle sentenze precedenti. E non occorreva che lo dicesse lui. Sapevamo tutti cosa vi era scritto! Rilassatevi. Berlusconi è sempre colpevole!

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 12:51

attenzione, parla delle motivazioni dopo aver già emesso la sentenza e quindi quando la Corte ha già deciso, evitando quindi di influenzare gli altri componenti... gombloddo!!!!! Ma fatemi il piacere!

fabianope

Mar, 06/08/2013 - 12:51

"Non è importante ciò che il giudice dice - ha commentato D'Alessandro - ma è inquietante che intervenga pubblicamente e lo faccia anche prima delle motivazioni". mi permetto di di accondiscendere al 50%, cioe' per me: 1) E' IMPORTANTE ciò che il giudice dice 2) è inquietante che intervenga pubblicamente e lo faccia anche prima delle motivazioni saludos, amigos!

godot_mi

Mar, 06/08/2013 - 12:55

@mortimermuose: commento qualunquista, se dovessero esserci prove di giudici che pranzano con criminali la prego di illistrarle.Trovo più grave che i politici del PDL difendano un pregiudicato (e questo è dimostrato da una sentenza).Dovrebbero a mio avviso allontanarlo ed emarginarlo dal partito altrimenti scenderete al 2% se vi va bene.

@ollel63

Mar, 06/08/2013 - 12:56

QUESTA NON E' MAGISTRATURA QUESTA LA PIU' PERICOLOSA DELLE MAFIE. QUEL PROCESSO VA ANNULLATO E VANNO CONDANNATI I GIUDICI PER ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE E AL POPOLO ITALIANO. O debbiamo farlo noi popolo!?

godot_mi

Mar, 06/08/2013 - 12:58

@maura s.: secondo lei cosa dovrebbe fare il Presidente Napolitano?non è molto chiara nel suo commento. Grazie

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mar, 06/08/2013 - 12:58

Come si può dare fiducia e responsabilità a un Giudice simile? Cosa pensa di fare il CSM con questo individuo che anticipa a fini propagandistici, una sentenza ancora non pubblicata? Napolitano dovrebbe mettere anche questo nella sua bilancia di giudizio.

agosvac

Mar, 06/08/2013 - 12:59

Questo magistrato, dall'alto della sua appartenenza nientemeno che alla Cassazione, sta coprendo di ridicolo TUTTA la magistratura anche quella che fa giornalmente il suo dovere senza avere nessuna esposizione mediatica (e sono in tanti, per fortuna).Forse, a questo punto, sarebbe bene che il Csm, magari sollecitato dal suo "reale" Presidente, facesse un'approfondita inchiesta sull'operato di questo tristo magistrato! E' gentaglia come questa che rende la magistratura invisa agli italiani seri( ovviamente escludo, in quanto poco seri, i sinistroidi doc ed i grilletti cerebrolesi).

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 13:01

Ed ora aspettiamo che qualche "diversamente intelligente di sinistra" se ne esca con qualcosa tipo"e' uno solo dei cinque giudici, gli altri sono a posto per cui la sentenza e' valida": li aspetto al varco...

salvas

Mar, 06/08/2013 - 13:02

questi possono distruggere chiunque, ci vorrebbe una riforma della giustizia ,ma nessuno oserà pronunciare parole a riguardo, hanno già visto la fine che si potrebbe fare.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 06/08/2013 - 13:03

scassa martedì 6 agosto In un Paese con un governo democratico ,non nel nostro ,si invaliderebbe questo processo farsa per legittima suspicione e sotto accusa andrebbero i giudici che l'hanno condotto . Ma il nostro paese non è democratico bensì democrat.,la magistratura non è espressione popolare tanto che ha un organo di autogoverno ,che neanche nel terzo mondo esiste ! Di conseguenza ........scordate i la Giustizia !

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 13:04

Ma... Com'era quella faccenda che la Cassazione non entra nel merito della sentenza, come qualche "diversamente intelligente di sinistra"aveva improvvisamente ricordato, qualche articolo fa?

ex d.c.

Mar, 06/08/2013 - 13:06

Sembra quasi una persona seria. Ha dimostrato di non esserlo. Davvero non possiamo fare niente per fermare questi magistrati che stanno rovinando il paese? La riforma della giustizia invocata in ritardo sembra comunque ridotta e il referendom, ammesso abbia successo,è limitato e non impone ai giudici i limiti che dovrebbero avere in un paese garantista e liberale

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/08/2013 - 13:06

de benedetti sapeva tutto, ma non è stato condannato, nè ha subito la pubblica diffamazione. berlusconi invece non solo non poteva sapere perchè NON era nelle condizioni di sapere, ma perchè questi fatti furono compiuti da altri soggetti. ed è stato condannato ugualmente, oltre che diffamato pubblicamente. come mai? qualche sinistronzo mafioso è in grado di spiegare questo mistero? che razza di delinquenti!!!

gioch

Mar, 06/08/2013 - 13:07

Ma quanti di noi-voi avrebbero il coraggio di contrastare il giudizio delle "amazzoni rosse" del tribunale di Milano?Tutti tengono "famiglia".

adp

Mar, 06/08/2013 - 13:09

Tre gradi di giudizio, colpevole! Quindi mi spiegate perchè dovrebbe ricevere un trattamento diverso il sig. Berlusconi? Essere votato da 6 milioni di italiani, non significa immunità. Se uno sbaglia, sbaglia. Arrampicarsi sugli specchi non serve a nulla, da buon italiano (quale si definisce) vado in galera e lascia in pace questa nazione, la quale viene gestita da 20 anni ad uso e getta. Sicuramente non pubblicherete, voi siete liberali?

gioch

Mar, 06/08/2013 - 13:10

luigipiso! Silvio ha inventato il meccanismo truffaldino(come hanno scritto i precedenti giudici) oppure è stato informato(come dice l'esponente della Esposito's Dinasty)?Mi scuso per il tentativo di farla ragionare.

Gero53

Mar, 06/08/2013 - 13:18

Anche gargamella, secondo la decisione della cassassione, deve essere condannato, perchè non poteva non sapere, "scusate" doveva sapere che la sua segretaria era pagata dalla regione emilia romania.

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 13:18

luigipiso e dintorni: che Berlusconi sia "il capo" e' una chiacchiera da bar, non un argomento giuridicamente rilevante, ed e' stato applicato solo per Berlusconi, per De Benedetti no... O volete sostenere che CDB non e' il capo delle sue aziende?

honhil

Mar, 06/08/2013 - 13:20

"Però - ha concluso Barbano - non è una colpa da attribuire ai giornalisti ma alla responsabilità e alla maturità di chi parla". Responsabilità e maturità. Esatto. A questo punto della querelle, delle due una: o responsabile e immaturo e quel “presidente del collegio della Cassazione” o quel “direttore di giornale.” Che per i lettori pari sono. Ma gli italiani (e le Istituzioni tutte: dalla prima carica dello Stato a scendere) hanno il diritto di sapere chi è il mentitore. E poi si aspettano che la magistratura, poiché un reato di certo è stato consumato, apra la sua brava pratica. A meno che la legge, quella che dovrebbe essere uguale per tutti, non si trova in libera uscita. A diporto. Come capita spesso. Di certo, una cosa è sapere che l’abito non fa il monaco e altra cosa è avere la certezza che gli ermellini e tutto il resto, a volte, giocano a rimpiattino con la verità. Altra cosa ancora è non avere la certezza che chi ti sta giudicando, magari con il potere di mandarti in galera, è una persona poco affidabile.

ABU NAWAS

Mar, 06/08/2013 - 13:23

GIUDICE "CHIACCHERONE" CHE ANTICIPAVA LE SENTENZE????????????? E ALLORA???? IN ITALIA, GIA' PATRIA DEL DIRITTO, CHI DI DOVERE COSA STA ANCORA ASPETTANDO PER ANNULLARE LA SENTENZA, CON TANTE DOVEROSE SCUSE AL POVERO BERLUSCONI??????? LA VERGOGNA E' FORSE UN SENTIMENTO ORMAI SCOMPARSO TRA I RESPONSABILI DELLA NS. IN.....GIUSTIZIA????

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 13:23

gian paolo cardelli: mi spiega cortesemente dove sarebbe il problema se la sentenza è già stata emessa e l'intervista è stata raccolta DOPO la lettura della sentenza e non prima, quindi a processo ormai concluso? Dove sarebbe la frode processuale, quando il provvedimento è già stato reso? Sono curioso

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mar, 06/08/2013 - 13:24

benny.manocchia, mi piacciono i tuoi commenti quotidiani. Ti ho scritto su Facebook. Un saluto

antoniopochesci

Mar, 06/08/2013 - 13:24

No, ragazzi, è la "solita macchina del fango" : così reagiranno i Travagliones e i Republicones che della macchina del fango, di cui hanno la patente e il copyright, hanno fatto la ragione sociale. Comunque nihi novi sub sole. E' vero, Berlusconi condannato continua a parlare, ha scritto qualcuno; ma - giusto o non giusto quello che dice - è un suo diritto sacrosanto. Direi costituzionale, se questo aggettivo fosse stato meno banalizzato. Un giudice non è un privato cittadino, ma un operatore della giustizia che, proprio perchè ha il potere di privare un cittadino del suo bene più prezioso, cioè la libertà, ha il dovere non solo morale ma anche giuridico di fare qualche piccolo "sacrificio" e rinunciare ad esprimere giudizi su cause da lui giudicate, anche perchè il giudice parla solo dopo e non ante, con le sentenze emesse e con le conseguenti motivazioni. Se poi vuole liberamente parlare, rinunci alla toga. Ancor più vergognoso sarebbe adesso se il Mattino lo sbugiardasse con le registrazioni dell'intervista che questo giudice adesso sta cercando pateticamente di smentire. P.S. Ma in Italia, ci sarà mai un giudice a Berlino !..

janry 45

Mar, 06/08/2013 - 13:25

Questi parlano e se ne fregano di tutti,sono troppo potenti,non li riducete alla qualifica di comunisti,perché i comunisti li usano solo.come avrebbero fatto con qualsiasi partito che avesse in mano la piazza violenta e il sindacato.

Ritratto di gattafelly

gattafelly

Mar, 06/08/2013 - 13:26

Mille e più uomini che si accapigliano per emanare decreti e leggi, poi basta uno ....che decide su tutti. L'intoccabilità di certi istitutori sembra ripeto sembra (OPINIONE) di essere sotto dittatura : NON SI CRITICA, SI CONDANNA SENZA PROVE, E DELLA "INTERPRETAZIONE" VALE SOLO LA MIA. Almeno certi dittatori avevano rispetto per gli Italiani che lavoravano e producevano (anche per loro)

Marale

Mar, 06/08/2013 - 13:27

@ godot_mi: "se dovessero esserci prove di giudici che pranzano con criminali la prego di illistrarle". Lo faccio io al suo posto: Vendola a pranzo con il giudice cho lo assolverà, giudice amico della sorella. A me basta, ovviamente a lei, acciecato di antiberulsconismo idiota, scommetto di no.

Gero53

Mar, 06/08/2013 - 13:27

godot_mi togliti i paraocchi, sveliati.

godot_mi

Mar, 06/08/2013 - 13:29

@tutti: spiacente di informarvi che il suddetto Giudice e' di estrazione derstrorsa. Purtroppo non attaccano le accuse di toghe rosse...

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 06/08/2013 - 13:32

chissà se alla sfilata delle toghe rosse del prossimo anno, al posto delle tradizionali bordature in ermellino le sostituiranno con quelle del giaguaro

J.J.R

Mar, 06/08/2013 - 13:35

nella sostanza B. è colpevole.

Efesto

Mar, 06/08/2013 - 13:36

Le accuse di mancata professionalità denunciate dai giornali a carico del giudice Esposito dovrebbe provocare o la querela dei mass media o le dimissioni. Dopo queste notizie chi crede più nella inviolabilità delle sentenze e del rispetto ad esse dovuto?

timoty martin

Mar, 06/08/2013 - 13:38

Ma che bravi giudici abbiamo in Italia! come sono imparziali! Siamo veramente in ottime mani. E per di più sono anche brutti

godot_mi

Mar, 06/08/2013 - 13:39

@Marale: grazie per la precisazione, mi informeró al riguardo. Non credo sia questione di antiberlusconismo, mi chiedo peró spesso come anche voi elettori del PDL (massimo rispetto per le idee) non siate annoiati di questa presenza davvero pesante, non vi piacerebbe una bella rinfrescata? Cordialmente

canaletto

Mar, 06/08/2013 - 13:39

CERTO SE E' VEO COME E' VERO E' VERAMENTE SCONVOLGENTE E HA COMMESSO UN GRAVE REATO ANTICIPANDO MOTU PROPRIU LE MOTIVAZIONI DI UNA SENTENZA COSI' IMPORTANTE. TUTTA LA QUESTIONE VA RIVISTA IMMEDIATAMENTE ALLA LUCE DI QUANTO SOPRA, LA SENTENZA CANCELLATA E ISCRIVERE NEL LIBRO DEGLI INDAGATI QUEL'ELEMENTO OLTRE CHE A CACCIARLO DALLA MAGISTRATURA SENZA PENSIONE. HA FATTO TROPPI DANNI.

Prameri

Mar, 06/08/2013 - 13:42

Il Presidente Napolitano aveva detto 'I giudici devono considerare le conseguenze delle loro sentenze'. Come dobbiamo giudicare un giudice che si ostina a scindere le questioni private di una persona trascurando le implicazioni pubbliche. Un giudice che agisca da specialista della mano sinistra ma che non capisce e non gli importa nulla dei problemi della mano destra? Berlusconi sapeva! Dunque ha le prove. Coppi e Ghedini sapevano che il giudice aveva le prove. Perché sono rimaste sempre nascoste? Per non passare pure da millantatore sconsiderato, ormai che ha cominciato a parlare è bene che tiri fuori queste prove.

smithjosef

Mar, 06/08/2013 - 13:42

MA L'AVETE VISTO BENE IN FACCIA QUESTO antonio esposito?? SPRIGIONA DAL SUO SGUARDO TUTTO CIO' CHE E'. POVERA ITALIA, COME SEI CADUTA IN BASSO!!!!!

Nickulow

Mar, 06/08/2013 - 13:44

le formichine che corrono a portare chili di fango...bravi ( finchè vi dura ).

andreadello

Mar, 06/08/2013 - 13:45

ma con tutto quello che "avrebbe fatto" Berlusconi, secondo i sinistri, come si puó accusare di evasione fiscale uno che paga,in media, 750.000,00 (settecentocinquantamila) euro di tasse al giorno al fisco? Siamo davvero al ridicolo!Trovate qualcosa di piú sostanzioso da azzannare!E tu, si propio tu che leggi ed accusi, sei sicuro di non aver mai evaso o contribuito a che qualcun altro lo facesse???!!! Meditate gente,meditate...

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mar, 06/08/2013 - 13:48

"Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non capire la differenza." Arthur Bloch."Il cretino oggi è specializzato". Ennio Flaiano.Vero luigipiso?Dalton Russell.

egi

Mar, 06/08/2013 - 13:50

In che mani siamo, insisto sono tutti di loro, porca miseria Bossi sei stato un pirla.

roliboni258

Mar, 06/08/2013 - 13:52

oltre che essere un cialtrone chiacchierone beve come una spugna

21v3

Mar, 06/08/2013 - 13:52

Lo sapete vero che state difendendo uno che ha evaso 400 milioni di dollari solo dal 93 al 97? (la pena si riferisci a 7mln perchè gli altri sono stati prescritti) Conti all'estero che ha tentato di intestare ai figli? Lo sapete che B. ha più di un miliardo di euro all'estero con questo sistema? Contenti voi.

ZIPPITA

Mar, 06/08/2013 - 13:53

Quanti commenti assurdi siete capaci di produrre voi comunisti per non ammettere che tutto era gia' stabilito ed avete fatto una bella figura di merda!!!! Complimenti

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 13:53

walter78: PRIMA RISPONDA LEI alla mia domanda sulla Cassazione e sul merito delle sentenze e poi cercherò di farle capire perché esistono delle procedure scritte suo modo di comunicare al pubblico atti rilevanti come una sentenza di Cassazione.

21v3

Mar, 06/08/2013 - 13:54

Ma la conoscete la differenza fra evasione fiscale e frode fiscale? Siamo proprio alla frutta. Avete paura di informarvi perchè altrimenti verrebbero meno le vostre certezze?

ZIPPITA

Mar, 06/08/2013 - 13:57

x godot mi: Essendo il Presidente della Repubblica Italiana anche a capo della sua Magistratura, qualche cosina dovrebbe metterla a posto. Non poteva non sapere neppure Lui!!!!!! Invece di tagliare nastri tricolori e basta facesse il Presidente della Repubblica

21v3

Mar, 06/08/2013 - 13:57

15 giudici all'unanimità hanno condannato B. 4 procure diverse, 2 gradi di giudizio. Adesso veramente credete che Silvio P2 Berlusconi non abbia portato soldi all'estero. Cosa se ne fa di decine di società off-shore?

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 14:00

Se non azzanno nessuno per 750 mila volte, posso poi azzannarti sul collo liberamente? Continua a non meditare che è meglio!

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 14:01

JJR nella sostanza Berlusconi e' innocente perché condannato senza prove, ed avrebbe dovuto essere proprio questo giudice a chiarire la loro esistenza, cosa che ha invece sostituito con requisizioni pseudo-filosofiche sul "sapere".

7768angelo

Mar, 06/08/2013 - 14:03

sapete quanti soldi paga di tasse berlusconi, il fatto è che poteva anche sapere non mi importa un fico secco ha portato e porterà moltissimi introiti nelle casse dello stato ... questi che li hanno giudicato non fanno altro che mungere dalle stesse casse, ora ditemi chi sono i VERI CRIMINALI

achina

Mar, 06/08/2013 - 14:04

In un paese del quarto mondo un magistrato non avrebbe MAI rilasciato un'intervista prima ancora di aver scitto le motivazioni. In un paese normale, ma l'Italia non rientra in questo novero, si aprirebbero solo due strade: O la denuncia da parte del giudice Vs il giornalista per vilipendio della magistratura, calunnia, falso e ....... o dovrebbero intervenire pesantemente il CSM e/o il Presidente della Repubblica; ma nella nostra repubblica vi saranno solo smentite e "macchine del fango" e fra un paio di girni tutto tornerà come e peggio di prima: così i magistrati raggiungeranno il delirio di onnipotenza.

Ritratto di romy

romy

Mar, 06/08/2013 - 14:04

Il minimo da dare a Berlusconi,è il massimo della stima oltre alla maggioranza assoluta alle prossime elezioni,altrimenti si rischia la fine della fine di tutto.

Romolo48

Mar, 06/08/2013 - 14:05

@luigipiso ... mi scusi, ma lei ha veramente capito di cosa si sta parlando? Non si tratta di stabilire la verità di ciò che ha detto questo giudice, ma del fatto che l'abbia detto. Questo solo fatto, è motivo di sanzione disciplinare nei suoi confronti. Attendiamo con impazienza!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 06/08/2013 - 14:06

@gioch che c'è da ragionare. una cosa rafforza l'altra. Ha inventato il meccanismo ed è stato informato dell'illegalità. Nonostante ciò ha perpetrato e portato a fine il suo disegno Secondo lei ragionare significa Silvio è innocente e la magistratura è comunista? E poi perchè dovremmo ragionare per Silvio?

Gioa

Mar, 06/08/2013 - 14:06

Bravo Barbaro. Basta leggere l'intervista per capire che Esposito, di responsabilità, non ne ha affatto..E' vero basta lavorare all'interno della pubblica amministrazione e nonostante Brunetta sia riuscito in parte a realizzare la riforma PREMIANDO I MERITEVOLI...di fatto i sindacati o chi per loro la modificano. Esposito come hai vinto il concorso?...ormai certo non te ne ricorderai più perchè sono passati tanti di quegli anni che è SUPERORA che tu vada via..Poi dei tuoi problemi non te ne ricordi nessuno quelli di Berlusconi e dei Suoi tutti. Memoria corta quando serve. Tu esposito graziato per la cena con la Minetti... a SILVIO PER NON AVER FATTO NESSUNA CESA QUANDO LO GRAZI? complimenti per il ruolo che rivesti e che ti permette di fare tutto....luigipiso solo per Berlusconi la conseguenzialità logica è problema per te ed esposito no!! Ti conviene guardare nell'armadio per controllare se hai degli SCHELETRI..già tu neanche uno perché per te la conseguenzialità logica non è un problema...CHI VIVRA' VEDRA'. Obiettivo. esposito quante grazie hai concesso nella tua vita? Scrivici quante...la tua no? Obiettivo.

andri75

Mar, 06/08/2013 - 14:06

Il problema di fondo e' che anticipare le motivazioni di una sentanza puo' (e anzi per Legge deve) portare all'annullamento immediato della sentenza stessa che andra' ridiscussa da altro collegio (che non potrebbe far altro che constatare la prescrizione) oltre ad azione disciplinare nei confronti dei colpevoli di quello che e' un reato. Stante lo stato della giustizia (con la g minuscola) in Italia il risultato sara' pero' una pacca sulla spalla e null'altro.

Ritratto di topbrianza

topbrianza

Mar, 06/08/2013 - 14:07

Espresso multato di 225 milioni. Per l'Ingegnere BENEDETTI "solo" un procedimento tributario che guarda caso a settembre va in prescrizione mah il caso !!!. Perché? Risposta: è del PD .......... meditate gente meditate..........

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 14:09

21v3 Barilla' fu condannato da VENTISETTE giudici, se e' per questo, ma era innocente. La giustizia non si basa sul calcolo delle probabilità, come lei stupidamente sembra voler sostenere, ma sulle prove, e qui di prove nemmeno l'ombra: solo teoremi, pseudo-filosofia sul "sapere" e cieco fanatismo di come abbattere il "nemico".

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 14:13

X godot_mi 12:40: IGNORANTE! A parte che un giudice come tutti può esprimere la sua opinione su una sentenza, ma deve farlo dopo che la stessa sia stata resa pubblica e non prima; in tal caso, se nella stessa esprime giudizi personali, allo stesso modo è previsto dai codici che lo stesso possa essere ricusato nei casi in cui lo stesso non si astenga autonomamente per le sue posizioni già espresse. È comunque noto che al primo articolo delle guarentigie della magistratura viene espresso il principio cardine della funzione che appunto dichiara che il giudice non solo deve essere imparziale ma fare di tutto per apparirlo, non sono quindi lecite prese di posizioni o esternazioni di parte a meno di non astenersi successivamente dal giudizio come già detto. Ma altresì il magistrato così come qualunque professionista è tenuto al segreto d'ufficio, e le norme sulla privacy danno ulteriore conforto in ciò, in ogni caso allo stesso modo in cui un medico non può parlare delle malattie dei suoi pazienti a meno di rischiare la radiazione dall'albo il giudice non può di certo esternare su una sentenza ancora da completare per lo meno nella parte motiva. Per tutto quanto detto eccoti dimostrato che straparli ed il giudice Esposito deve essere sottoposto a procedimento disciplinare d'urgenza vista la intollerabile "gaffe" fatta.

andri75

Mar, 06/08/2013 - 14:14

E' comunque bello constatare che l'Italia sia diventata anche un Paese di avvocati, oltre che di allenatori. Il fatto che prima che vengano pubblicate le motivazioni un procedimento non e' formalmente concluso non dice nulla a nessuno? Il fatto che la Cassazione non possa e non debba entrare nel merito delle motivazioni e quindi debba basarsi solo sul rispetto formale delle norme e delle procedure, anche ? Non entro poi nei tecnicismi regolamentari per non tediare la platea di illustri avvocati iscritti all'albo dei patrocinanti in Cassazione. Povera Italia!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 06/08/2013 - 14:15

La cassazione cassa l'eventuale errore e invita a modificare il perfettibile. E', per l'appunto, quello che ha fatto, nulla da annullare e invito alla modifica sugli anni della interdizione. Sentenza indiscutibile e non perfettibile. Peggio per chi non lo capisce e ancor peggio per chi fa finta di non capire.

Giuliano

Mar, 06/08/2013 - 14:22

Questo individuo è la rappresentazione reale della nostra attuale giustizia ed ancor di più di chi questa giustizia ne fa uso secondo le loro idee politiche : una banda di megalomani che si dilettano ad andare sui giornali con interviste e partecipare a tavole rotonde dove disquisiscono senza ritegno tanto sanno che mai verranno richiamati ai loro reali compiti e puniti come dovrebbero. Questo ed altri fatti analoghi (ci sarebbe da scriverne un volume) mi fanno paura e nel contempo mi fanno cadere sotto le scarpe la fiducia per questa giustizia in Italia.

topogigio100

Mar, 06/08/2013 - 14:22

questo e il blog dei comunisti falliti vengono a sfogare la loro pochezza sul blog , dai e ridete un po mi sembrate tutti dei repressi psichici! sorridete hahahahha mi fate pena ragionate tutti con la testa dei vostri soviet!,,, hahahahahh

Triatec

Mar, 06/08/2013 - 14:23

luigipiso@ Se non c'è nulla di strano, perché vuole smentire l'intervista? Se prima di smentire ti avesse interpellato lo avresti rassicurato.

giovauriem

Mar, 06/08/2013 - 14:24

non vi fidate de il mattino,dietro c'è casini

Ritratto di il bona

il bona

Mar, 06/08/2013 - 14:27

Che sia anti- cav, è palese (bastano le prove di Lorenzetto). Tali dichiarazioni, comunque, inquietano. Ma come: Berlusconi (semplice azionista) non poteva non sapere, e lo condannano penalmente; de maledetti (editore e azionista di maggioranza) poteva non sapere di un'evasione di 225 mln di € (non bruscolini), e lo condannano ad una sola pena tributaria? Mah, praticamente una doppia giustizia.

Ritratto di giusdange

giusdange

Mar, 06/08/2013 - 14:31

Perché i detrattori del Cav. si accorano? Perché hanno reazioni scomposte? Perché rosicano ancora? Speravano nella demolizione politica di Silvio e del proprio elettorato, ma le cose non sono andate così..ah ah ah ah!

Gioa

Mar, 06/08/2013 - 14:34

esposito beve? il dipendente pubblico può anche bere ecco allora svelato l'ARCANO della condanna di BELUSCONI..il bere gli ha "inebriato e modificao" il cervello..il dipendente pubblico che bene so benissimo cosa combina: VEDE LUCCIOLE PER LANTERNE...

andri75

Mar, 06/08/2013 - 14:35

Ancora piu' incredibile leggere il virgolettato del Mattino. Me ne sono andato anni fa perche' era impossibile fare impresa in Italia ma ora c'e' veramente da avere paura! Berlusconi, ammesso che il virgolettato fosse vero, sarebbe stato condannato perche' sapeva! A parte il fatto che la Cassazione non puo' e non deve assolutamente entrare nel merito dei fatti ma giudicare su motivi tecnici, questi giudici veramente hanno almeno frequentato giurisprudenza ? Anche un allievo alle prime armi sa che l'essere a conoscenza di un reato e' fattispecie completamente differente dall'aver commesso il reato stesso. Per un reato di questa natura e' necessario che ci sia la prova che Berlusconi abbia aveuto direttamente o indirettamente accesso ai fondi neri creati e l'esistenza di detti fondi. Per la Legge Italiana non esiste nulla d piu' e nulla di meno, il resto e' gossip. Se una persona, che si chiami Berlusconi o Sig. Rossi, fosse stata veramente condannata perche' a conoscenza di un reato come se lo avesse in prima persona e materialmente compiuto, sarebbe la fine del Diritto. Non avrei mai pensato di votare Berlusconi in vita mia ma, come gia' detto, alle prossime elezioni avra' il mio voto e quello di molte persone che conosco che sono schifate da cosa l'Italia sia diventata in questi anni.

vykort

Mar, 06/08/2013 - 14:35

In qualunque paese civile questo magistrato sarebbe espulso dall´ordine. In tutti i paesi possono succedere fatti incresciosi, ma poi vengono corretti e chi ha sbagliato paga. Qui da noi le bolle rimangono per un po´ e poi tutto torna come prima. Magari ci vanno di mezzo i giornalisti. Quanto restera´ questo personaggio a far danno? I cittadini non hanno alcuna garanzia perche´ non esistono controlli.

benny.manocchia

Mar, 06/08/2013 - 14:35

Comincio a capire:i comunisti (o come diavolo si chiamano)si accorgono che tutto il loro castello di sabbia sta per venire giu' e cosi' non sanno piu' che cosa dire. Nel frattempo i loro fegati diventano come prugne rinseccolite... un italiano in usa

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 14:36

Luigipiso le prove... le prove... LE PROVE! Compito di questo giudice era mostrarcele, non ribadire le convinzioni di chi l'ha preceduto, PERCHÉ QUESTO È IL SUO COMPITO, e se lei ovvero i suoi compari ideologici non lo ritenete, andate a studiare prima di aprire bocca!

Gioa

Mar, 06/08/2013 - 14:36

esposito vuoi ancora stare sulla breccia? hai anche tu 90anni come regiorgio....LA GIUSTIZIA IN MANO A GENTE CHE DI DIRITTO VEDE LUCCIOLE PER LANTERNE...solo che per loro vedono lucciole..EVVIVA BERLUSCONI, EVVIVA NOI CHE LO SOSTENIANO. SI RIPARTIRA' CON FORZA ITALIA ALLA GRANDE E ALLORA ADDIO ESPOSITO E LE SUE BOTTIGLIE...GRANDE SILVIO, GRANDE FORZA ITALIA SENZA BOTTIBLIE...

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 14:38

gian paolo cardelli: le ho già risposto, la sentenza è stata emessa una settimana fa, il giudice è stato intervistato sul perchè Berlusconi sia stato condannato, il giudice ha anticipato ciò che sarà un'argomentazione delle motivazioni... il termine per depositare le motivazioni nel penale esiste perchè, differentemente dal civile, l'imputato ha diritto a sapere subito la sentenza e il ragionamento logico giuridico (spesso e volentieri non condensabile in poche righe) nei termini successivi (e infatti i termini per l'appellabilità o la ricorribilità delle sentenze decorrono dal deposito delle motivazioni e non dalla pronuncia della sentenza)... sulle "procedure scritte suo modo di comunicare al pubblico atti rilevanti come una sentenza di Cassazione" mi illumini lei, perchè in dieci anni che faccio l'avvocato questa mi è nuova, le sentenze sono atti pubblici e non coperti da alcun segreto, quindi non servono formalismi o riti pagani per parlarne... si intervista il diretto interessato il quale, qualora la sentenza non sia stata ancora emessa, ha il dovere di tacere pena la nullità della sentenza stessa, successivamente alla sua emissione e in pendenza dei termini per il deposito delle motivazioni tale dovere non sussiste, proprio perchè la decisione è già stata assunta e passata in cosa giudicata, e pertanto non si può influenzare chi ha già deciso (nello specifico gli altri giudici che hanno già statuito)... posto questo, vuol cortesemente spiegarmi ora dove il giudice esposito potrebbe, con la sua intervista, influenzare persone che hanno già reso la sentenza, si da renderla nulla?

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 14:38

gian paolo cardelli: le ho già risposto, la sentenza è stata emessa una settimana fa, il giudice è stato intervistato sul perchè Berlusconi sia stato condannato, il giudice ha anticipato ciò che sarà un'argomentazione delle motivazioni... il termine per depositare le motivazioni nel penale esiste perchè, differentemente dal civile, l'imputato ha diritto a sapere subito la sentenza e il ragionamento logico giuridico (spesso e volentieri non condensabile in poche righe) nei termini successivi (e infatti i termini per l'appellabilità o la ricorribilità delle sentenze decorrono dal deposito delle motivazioni e non dalla pronuncia della sentenza)... sulle "procedure scritte suo modo di comunicare al pubblico atti rilevanti come una sentenza di Cassazione" mi illumini lei, perchè in dieci anni che faccio l'avvocato questa mi è nuova, le sentenze sono atti pubblici e non coperti da alcun segreto, quindi non servono formalismi o riti pagani per parlarne... si intervista il diretto interessato il quale, qualora la sentenza non sia stata ancora emessa, ha il dovere di tacere pena la nullità della sentenza stessa, successivamente alla sua emissione e in pendenza dei termini per il deposito delle motivazioni tale dovere non sussiste, proprio perchè la decisione è già stata assunta e passata in cosa giudicata, e pertanto non si può influenzare chi ha già deciso (nello specifico gli altri giudici che hanno già statuito)... posto questo, vuol cortesemente spiegarmi ora dove il giudice esposito potrebbe, con la sua intervista, influenzare persone che

Lino1234

Mar, 06/08/2013 - 14:40

Scommetto che per ciò di cui è accusato il segretario di Bersani, di cui mi sfugge il nome, inquisito per aver "grattato" alla Regione, della quale è un "capataz", qualche miliardo di euro, i nostri signori inquirenti non hanno neppure interrogato, il Bersani. E se l'anno fatto l'interrogatorio si sarà svolto più o meno così : Bersani, lei è informato del comportamento del suo segretario inquisito per.....ecc. ecc. Risposta del Bersani : no, no, io non ne so nulla. Il Giudice : ahhhh, va bene. La pratica è chiusa. Nessun giornale e giornalista: del Fatto, di Repubblica, dell'Unità, ecc. ha avuto nulla da ridire. C'è qualcuno, in buona fede che può credere che un segretario di partito possa non sapere cosa fa il suo segretario personale ? NO. Solo gli avversari del comunismo NON possono NON sapere. E debbono essere NON creduti. Loro e solo loro comunisti sono onesti a prescindere e vanno creduti sulla parola. Poi dicono che siamo in democrazia e che le leggi sono uguali per tutti. Da sbellicarsi dalle risate. Saluti. Lino W Silvio.

janry 45

Mar, 06/08/2013 - 14:43

Comunisti servi della finanza mondiale,andate a lavorare e producete ricchezza invece di campare sul sudore degli altri, solo allora le tasse saranno più eque per tutti.

tony10

Mar, 06/08/2013 - 14:46

Sono schifato da questa magistratura. Una vergogna senza fine

david71

Mar, 06/08/2013 - 14:48

Indubbiamente una uscita che si poteva risparmiare date le attenzioni chirurgiche dell’universo PDL negli operati della magistratura inquirente a carico di Silvio Berlusconi. In un momento in cui anche un colpo di tosse di un giudice avrebbe fato gridare al complotto, Esposito (se sarà accertato) entra nel merito quando non dovrebbe. L’unica motivazione plausibile di un errore talmente banale potrebbe nascere dalla volontà di dare finalmente una risposta alla domanda regina:” Dove sono le prove?” la cui assenza di risposta ha sorretto fino ad ora la tesi del “complotto dei giudici comunisti”. Da ciò Esposito può aver pensato: ”Ora gliela do io, Berlusconi era avvisato da Tizio e da Caio di ciò che succedeva” comunicando cioè la prova che lo ha condannato e che tutti aspettavano. Le testimonianze.

carvan1234

Mar, 06/08/2013 - 14:48

Presto per Berlusconi sarà un ONORE essere stato condannato da questo tipo di magistratura, come i condannati dalla magistratura di un altro famoso ventennio. Siccome, con i parametri che usano, inevitabilmente troveranno altre maniere per condannarlo, Berlusconi dovrebbe con un atto da vero Statista dimettersi dal Senato, per facilitare l'attuale Governo, indispensabile in questo momento al Paese.

levy

Mar, 06/08/2013 - 14:51

Questo giudice fa' il giudice non perché conosce il diritto e lo applica, ma perché é stato messo lí per fare quel che gli comandano.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Mar, 06/08/2013 - 14:51

Molto spesso alcuni argomentano sapientemente la loro tesi. Quasi sempre danno forza a un loro pregiudizio. Distinti saluti. Roby

levy

Mar, 06/08/2013 - 14:53

Anche Pertini fu' condannato e incarcerato.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 14:54

X Accademico- 12:46; mi auguro che la figura di m a cui fa riferimento sia del giudice che ha straparlato, e non del giornale che ha pubblicato l'intervista!

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 06/08/2013 - 14:56

Il vostro è proprio delirio persecutorio. Vedete i reati degli altri in ogni dove e in ogni luogo e vi cullate con il fatto che in questo paese tutti lo fanno, come sosteneva Ghino di Tacco in parlamento. I vostri reati rimangono però piccole marachelle solo da redarguire. Se il giudice Esposito si è comportato in maniera inappropriata è giusto che se ne assuma tutte le responsabilità altrimenti....fatevi curare da uno psichiatra.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 06/08/2013 - 14:58

E c'é ancora chi chiede di "non delegittimare" la magistratura! Non ce n'é nessun bisogno, i magistrati ci riescono benissimo da soli a qualificarsi. Alcuni "agendo", gli altri ignorando volutamente quello che avviene! Il risultato non cambia.

miaopinione

Mar, 06/08/2013 - 14:58

Ma basta...per favoreee...tutti a casa, ma proprio tutti e poi subito nuove elezioni. Mi sono proprio rotto, come penso quasi tutti gli italiani. Per carita´non sono del PDL, pero´ormai mi sono ridotto a voler solo un governo stabile di destra o di sinistra, un partito con una maggioranza certa, che possa governare e dopo 4 anni il popolo potra´ esprimersi sull´operato. Pero´proprio stabile, in modo che dopo nessuno (di destra o di sinistra) possa dire "Si´, ma non mi hanno fatto lavorare!" Voglio solo che l´Italia si muova...tutta l´Italia non solo singole persone!

qualcuno

Mar, 06/08/2013 - 14:58

Già i magistrati che danno interviste sono uno scandalo ormai continuativo- Che lo facciano anche i giudici dell'istanza più alta rende ridicolo tutto il sistema, a prescindere del contenuto rilasciato. Ormai è un sistema che un giorno condannano sismologi per non aver predetto un terremoto ad anni di galere, l'altro giorno un altro sismologo per aver predetto uno poi non avvenuto per procurato allarme. Il problema della giustizia italiana non è la base giuridica ma il personale di bassissimo livello intellettuale. Come si vede non solo dei magistrati a partire dalla rossa ma anche dei giudici della cassazione. Una riforma non serve, bisogna proprio cacciarli, tutti quanti. Una giustizia non funzionale come quella italiana è una tragedia, perché da il diritto ad ogni delinquente condannato, di essere stato candannato se non da un collega in delinquenza da un deficiente. La delinquenza ormai non è più una categoria morale come dovrebbe essere ma una di opportunità attuale, politica o diversamente o di follia di un folle togato. Non so se Berlusca e/o Grillo siano buffoni, le toghe certo che lo sono.

paomoto

Mar, 06/08/2013 - 14:59

E' normale (e giusto) che i sinistri difendano questo tipo di magistratura: sono stati certi giudici e pm a fare politica al posto della sinistra a suon di processi, sopperendo al suo fallimento politico e morale. Senza il salvagente di certe procure la sinistra sarebbe sparita e nonostante questo per 20 anni ha preso sganassoni. Urlano, strepitano, si impancano (detentori della morale in stile MPS) ma al massimo hanno pareggiato le elezioni, salvo poi far morire di eutanasia i propri ridicoli governi. L'incredibile in Italia è che nonostante B. fosse B. la sinistra non ha mai saputo batterlo. Piccoli pagliacci dal fegato a pezzi.

Prameri

Mar, 06/08/2013 - 14:59

@J.J.R. - Walter78, Mettetevi d'accordo. La condanna di Berlusconi è stata fatta su una persona singola per questioni formali assolutamente indipendenti dalla sostanza di un super contribuente del fisco e indipendentemente dalla sostanza di essere leader di un grande partito e leader dell'equilibrio politico su cui si basa l'attuale governo italiano. Adesso cianciate di gaffe formale del supremo giudice che avrebbe sostanziale ragione. A voi della sostanza non ve n'è mai fregato e ora non venite a proporla. Il giudice si è incasinato proprio nella formalità giudiziaria, unica fonte di diritto per lui. I giudici a latere servono esclusivamente da comparse. Non devono mai aprir bocca per criticare alcunché pena l'esclusione. Se un giudice a latere avesse buone idee e coraggio deve aspettare il momento, se mai arriverà, in cui poter raggiungere il più alto scranno e gelare tutti. 'La legge è uguale per tutti' Non è reato - è stato sentenziato - dare del buffone a Berlusconi. Perché siamo in democrazia. Siamo tutti uguali tutti fratelli coltelli e tutti bastardi a cominciare dal giudice supremo di cassazione.

Atlantico

Mar, 06/08/2013 - 15:01

Sinceramente non si capisce lo 'scandalo'. In tutte e tre le sentenze si dice sempre che "Silvio Berlusconi è l'ideatore del meccanismo di frode fiscale" ( come è del tutto ovvio, visto che solo uno che non conosce il mondo delle aziende potrebbe pensare che un 'movimento' di circa 400 milioni di euro possa essere messo in piedi all'insaputa del vertice aziendale ), quindi siamo del tutto fuori dall'ipotesi del 'non poteva non sapere' che non ha nulla di giuridico ma siamo in pieno riconoscimento della responsabilità personale e penale dell'imputato poi condannato. Basta leggersi i verbali degli interrogatori di molti dipendenti sia di Fininvest che di alcune majors americane coinvolte nelle compravendite dei diritti di trasmissione.

Aam31

Mar, 06/08/2013 - 15:01

Poveri noi. Povera Italia. Fermateli!!!

Ritratto di ashton68

ashton68

Mar, 06/08/2013 - 15:02

e ora che il sedicente magistrato è stato smascherato, sarei curioso di conoscere i dettagli della sua carriera, del concorso pubblico che ha ..... diciamo "superato" e perchè no, ....... un'analisi dei suoi conti correnti e delle sue entrate (solo per aver conferma che siano "solo" le nostre tasse), per escludere che abbia avuto mandanti, oppure per conoscerne il nome. Giusto per trasparenza, visto che questo piccolo uomo ha il potere di fare carne da macello della democrazia (ai brigatisti che sparano, ad esempio, non è permesso).

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 15:03

X godot_mi- 12:55; se vuoi le prove basta che le chiedi al procuratore Desiree di Geronimo, faceva parte della procura di Bari credo, che ne ha fatto un fascicolo con annesse foto pubblicate su vari quotidiani e anche su Panorama, che ne fece lo scoop iniziale sulla vicenda, in cui lo stesso procuratore denunciava appunto questa intima conoscenza negata dal "poeta" del tavoliere di orecchino provvisto. Sono sicuro che la cosa ti sarà sfuggita, ma non dovrebbe essere difficile recuperare on line le foto in questione.

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 06/08/2013 - 15:09

Di @luigipiso non si capisce la testardaggine nel voler apparire a tutti i costi il più cretino dei partecipanti al blog. Mah.! E' proprio arduo capire anche quel poco che rimane in un cervello bacato.

marco.iso

Mar, 06/08/2013 - 15:11

di sicuro questo giudice manca di bon-ton a livello personale e forse anche istituzionale. in ogni caso, non c'è da meravigliarsi. se berlusconi è stato condannato è perché tutti i giudici che lo hanno giudicato in 1 e 2 grado lo hanno ritenuto non solo consapevole ma ideatore e gestore della frode. e la cassazione (tra cui il giudici chiacchierone) ha decretato che i giudici di 1 grado e di appello hanno fatto bene il loro lavoro.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 06/08/2013 - 15:11

Anche in questi popolari commenti vi sono sempre diversi che hanno il "CHIODO FISSO" di un colore politico e quindi potete anche operarlo chirurgicamente ma i risultati saranno sempre quelli di prima. Praticamente è come il TIFO -malattia infettiva grave.E proprio da questa malattia derivano anche i TIFOSI POLITICI, SPORTIVI o di ALTRO GENERE. Anche in questi altri casi oserei dire che trattasi di una PATOLOGIA GRAVE che non solo porta scompensi al fisico ed in alcuni casi anche al portafoglio ma soprattutto va incidere in modo ben determinato nel cervello rendendolo sempre più sterile ed in alcuni casi anche violento e non più capace di vedere esattamente le cose come sono realmente. Un giudice affetto da "TIFO POLITICO O DA ALTRA QUALSIVOGLIA DEBOLEZZA TIFOIDA " dovrebbe essere sicuramente eliminato dal suo incarico. Purtroppo si diventa Giudice tramite un non difficile concorso pubblico e non da altri esami come avviene per i piloti di aerei ogni sei mesi od anno e così anche severamente come avviene per altre categorie come gli autisti di corriere o di autotreni o treni. I tifosi portano di solito SCOMPIGLIO, CONFUSIONE ed anche LITIGI E LOTTE CRUENTE anche con morti. I tifosi vogliono sempre PREVALERE e tutte le armi sono buone per raggiungere il loro scopo. Certamente non arreca LIBERTA' e DEMOCRAZIA. Un Giudice - specialmente di Cassazione - dovrebbe essere una persona talmente "immacolata" da eludere a priori qualiasi tipo di critica. Non comprendo quindi perchè dovrei credere che Berlusconi sia un "DELINQUENTE MONDIALE" e "NON" perseguitato da certa MAGISTRATURA POLITICIZZATA e credere, invece, a questa stessa magistratura politicizzata e a quella parte politica che la difende strenuamente. I diversi fatti ventennali, le campagne mediatiche in corso "contro" e i "salotti" instancabili nelle varie Televisioni mi fanno ritenere - libero dalla patologia del tifo - che sia tutto al contrario. L'"INGIUSTIZIA ED IL MALE REGNANO DA SEMPRE" e molto probabilmente anche su questo mio commento.

man87

Mar, 06/08/2013 - 15:13

gian paolo cardelli: lei parla davvero di cose che non conosce...chiede le prove...legga le sentenze di primo e secondo grado: ci sono una caterva di prove contro il pregiudicato! Per il resto, mi sembra molto, ma molto confuso sul ruolo e sui poteri della Cassazione...

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 15:17

@Prameri: guarda che la locuzione "giudice a latere" non vuol dire "conta di meno", ma semplicemente "siedo a lato del presidente"... il voto dei giudici a latere vale tanto quanto quello del presidente e le funzioni ruotano di volta in volta... oggi sei a latere per questa causa, domani mattina presiedi per questa altra...

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 15:21

X godot_mi – 13:29; la tua faziosità è tale che parli prima di leggere: il giudice Di Geronimo, di cui non ho notizia in merito alla sua idea politica, non ha fatto una dichiarazione semplice ma l'ha corroborata con foto inequivocabili in cui si apprezza chiaramente la conviviale amicizia tra l'imputato Vendola ed il suo giudice che di li a poco lo avrebbe assolto, ai festeggiamenti per il compleanno della sorella dello stesso governatore; da notare che in questa foto si apprezza pure che alla sunnominata festa i presenti non erano centinaia ma solo una decina o poco più. Con la suddetta foto viene sbugiardato il poeta che spergiurava di non conoscere il suo giudice e lo stesso giudice che, in siffatta chiara situazione avrebbe dovuto, ribadisco DOVUTO, astenersi dal giudicare.

J.J.R

Mar, 06/08/2013 - 15:26

Prameri...che mi frega. Condannino pure il giudice e tutta la corte per aver fatto trapelare la sentenza e quant'altro. In ogni caso B. è colpevole. Tanto mi basta. LA SOSTANZA E' QUESTA.

gioch

Mar, 06/08/2013 - 15:29

luigipiso! SAPEVO CHE ERA TEMPO PERSO.Una rafforza l'altra????Capisco!Le mancano sempre le mentine che le consigliai la prima volta.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 15:32

X gian paolo cardelli – 14:09; visto il tasso di ignoranza in materia del soggetto a cui ti rivolgi spiegagli bene la vicenda, perché oltre ad avere i paraocchi ha anche i tappi nelle orecchie per evitare le correnti d'aria, vista le chiara mancanza di materia grigia all'interno della scatola cranica.

lovebananas

Mar, 06/08/2013 - 15:34

Effettivamente avete ragione. Vivere in questo paese è diventato impossibile. Potrebbero arrestare qualunque cittadino. Viviamo in uno stato di polizia. Non sono libero di gestire le mie 64 società off-shore. Ho sempre paura di essere intercettato quando telefono alla mamma. Non sono libero nemmeno di andare a minorenni da 5 milioni di euro. Non posso ricattare nessuno pubblicando delle intercettazioni coperte da segreto istruttorio. Nemmeno lo sfizio di segare un po' di segnaletica stradale! Potrei andare avanti per ore. Dov'è finita la democrazia? Dov'è finito lo stato di diritto? Poverini quelli che si preoccupano solo di inezie come il faticare per arrivare a fine mese o fare capriole per non farsi pignorare l'utilitaria da equitalia. Capisco che questi problemucci sono fastidiosetti per ciascuno di noi ma cerchiamo tutti insieme di guardare ai temi più grandi. Quelli che elencavo all'inizio e che attanagliano le nostre esistenze e la nostra quotidianità. E che diavolo, qui non si può manco più delinquere che vogliono arrestarti! Cose da matti

eso71

Mar, 06/08/2013 - 15:41

Italia rovinata dagli Andreotti, Craxi, Berlusconi e Prodi. benny.manocchia rimani pure negli USA che io rimango in Australia. Un salutone!

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 06/08/2013 - 15:47

xeso71-Ci aggiungerei , scalfaro, nenni,berlinguer,dalema,sindacati br,e tanto per essere generoso il PCI.

gibuizza

Mar, 06/08/2013 - 15:50

Ma se un giudice mente spudoratamente (se è vero che nega l'intervista ma c'è prova documentale), non dovrebbe essere ricusato e i suoi atti giustamente annullati? Come fa ad essere considerato indipendente e soprattutto capace di intendere e volere un buffone di cotal razza?

KARLO-VE

Mar, 06/08/2013 - 15:50

Ma cosa vorreste dimostrare con tutto questo livore: che il giudice è di parte? che berlusconi non ha commesso i fatti? che la sentenza non puo' essere valida?

Totonno58

Mar, 06/08/2013 - 15:53

Condannino il giudice...potrebbe fare una bella coppia con Berlusconi, entrambi ai servizi sociali!

GABBIANO51

Mar, 06/08/2013 - 15:53

E' la chiara dimostrazione che per Il Cav. Berlusconi si sono fatti e si faranno solo processi politici! I Kompagni non lo perdonerranno mai di avergli sbarrato la strada con i voti della brava gente e di aver difeso la libertà e la democrazia di questa povera Italia!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 06/08/2013 - 15:55

21v3...Lei è abbagliato...Stiamo discutendo di un ubriacone che invece di fare il suo mestiere con"sobrietà ed imparzialità" ( le dice nulla, vero??)rilascia interviste dove anticipa le motivazioni di un verdetto...Mica la partita all'oratorio, un verdetto di Cassazione!!! Se per lei è normale, capisco che ha delle difficoltà...E.A.

EL AMOR BRUJO

Mar, 06/08/2013 - 15:57

Che merli che siete! ma non capite che più analizziamo e argomentiamo non facciamo altro che suggerire motivazioni ( ancora in via di preparazione) su misura che aggirino le eccezioni. Non vi rendete conto, che è già sparito il NON POTEVA NON SAPERE, e sarà sostituito dal SAPEVA? questo è il libero convincimento del giudice. Arbitrio

moranma

Mar, 06/08/2013 - 15:59

le motivazioni della condanna sono quelle riportate dal primo e secondo grado di giudizio. La Cassazione determina solamente se non ci sono state anomalie procedurali nei due gradi di giudizio...non entra nel merito delle motivazioni della sentenza...quindi si sta ragionando sul nulla!

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 06/08/2013 - 15:59

luigipiso: il problema è che lei non capisce nulla o non vuol capire, (penso la prima soluzione) e non sa leggere.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 06/08/2013 - 16:01

godot_mi: un giudice è tenuto al segreto fino alla sentenza letta, comprende o no?

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 06/08/2013 - 16:02

milo del monte: già, e quelli del suo pd con mps ???

Ritratto di komkill

komkill

Mar, 06/08/2013 - 16:02

Stendiamo un velo pietoso sul desiderio del giudice di essere famoso come "il primo che ha condannato Berlusconi" di fronte ai napoletani che odiano l'ex-premier. E' comunque abbastanza plausibile che dei dipendenti infedeli una volta scoperti a fare qualcosa di illecito (per vantaggio personale, per ruffianeria, per vari altri possibili motivi) dicano di avere informato preventivamente un superiore in modo da scaricare le proprie colpe. Evidentemente ci saranno delle prove più concrete delle loro parole "interessate", altrimenti la condanna resta ingiusta, anche se avallata da quattro babbei di sinistra.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 06/08/2013 - 16:02

certo che voi maldestri siete un po' duri d'orecchia... il giudice in questione ha gia' parlato attraverso la sentenza emessa dalla cassazione, vi piaccia o no. Il resto sono chiacchiere da bar tra un caffe' ed il grappino.

Pinozzo

Mar, 06/08/2013 - 16:05

Ahi ahi ahi che giudice chiacchierone, forza andate a manifestare per l'annullamento della sentenza! PS Levy, Pertini fini' in carcere per attivita' antifascista ai tempi di una dittatura, non confondiamo.

Ritratto di libeccio

libeccio

Mar, 06/08/2013 - 16:06

Secondo fonti della Cassazione l'intervista rilasciata dal presidente Esposito "non inficia, né cambia la decisione sul processo Mediaset", e rilevano come il verdetto sia "già stato emesso e sancito con la pubblica lettura del dispositivo in aula al termine dell'udienza".

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 06/08/2013 - 16:07

@gian paolo cardelli compito della Cassazione è mostrare gli errori del terzo grado di giudizio ed eventualmente cassarli. Non deve mostrare alcuna prova di una condanna già giudicata. Di salvare berlusconi in qualsiasi modo imbecille non se ne parla nemmeno. Possibile che non si vuol capire che non esiste alcun appiglio legale? Volete uscire dal vostro contorto mondo dei sogni!!! @wtrading, ormai ho perso le speranze di ricevere una tua telefonata

Ritratto di libeccio

libeccio

Mar, 06/08/2013 - 16:08

L’intervista rilasciata “non inficia, né cambia la decisione sul processo Mediaset” fanno sapere fonti della Suprema Corte che rilevano come il verdetto “è già stato emesso e sancito con la pubblica lettura del dispositivo in aula al termine dell’udienza”. La decisione, fanno notare in piazza Cavour, è stata emessa “da un intero collegio, e non da un singolo, ed è stata pronunciata sulla base di principi di legalità”. Inoltre si rileva come nei processi penali in Cassazione, diversamente da quanto accade nel civile, “la decisione viene resa nota subito e non solo nel momento in cui vengono depositate le motivazioni”. Dunque “in nessun modo l’intervista in questione può essere considerata come una anticipazione delle motivazioni”.

Prameri

Mar, 06/08/2013 - 16:11

@Walter78, Sì, è relativo, giudici ed esaminatori possono essere colleghi 'parigrado' ed esprimere un ruolo alternativamente. Più spesso però c'è un generale, un leader, un boss, un luminare, un giudice, un professore al di sopra degli altri intorno e guai a chi non si adegua alla sua linea. La situazione sarebbe accettabile se l'arbitro agisse con lo spirito di giustizia 'del buon padre di famiglia'. Se invece il direttore dichiara vincitore di concorso il raccomandato e boccia uno più meritevole dà inizio alla radice marcia della mala giustizia che unita a milioni di malefatte raggiungerà le sue più eccelse e faziose vette come la corte di cassazione. ___ @J.J.R. Ok, Berlusconi non sarà mai dichiarato santo, anche se, essendo capace di tutto, magari lo diventa sostanzialmente non formalmente - santo secondo le fissazioni cristiane significa buon amico di Dio - Berlusconi, dicevo, potrà essere dichiarato più facilmente puttaniere che santo. Ma mi dica il nome di una persona che lei ritiene onesta e partiremo da quella per consigliare l'organizzare un partito e della nazione. Non mi dica che è totalmente anarchico.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 06/08/2013 - 16:11

certo che il berlusca e' proprio sfortunato... in tutti i processi in cui e' stato coinvolto purtroppo non ha potuto dimostrare la sua innocenza perche',poveretto, e' intervenuta la prescrizione. poi ha beccato due gradi di giudizio con i giudici sinistri e la cassazione col giudice dalla cravatta impadellata...

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 06/08/2013 - 16:14

luigipiso: monotono, provi a cambiare maestra d'asilo. Però ha scritto una cosa che veramente è per lei uno specchio: "Peggio per chi non lo capisce e ancor peggio per chi fa finta di non capire", magistrale frase, tutta sua?

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 06/08/2013 - 16:20

La sentenza era già scritta da tempo, udienza in cassazione da farsa, e camera di consiglio da comiche, questi sono i processi che la sinistra cialtrona predilige perché a propria immagine

man87

Mar, 06/08/2013 - 16:27

marione 1944: lei scrive: "un giudice è tenuto al segreto fino alla sentenza letta". Che dire...i giuristi da bar come lei sono sempre molto teneri e simpatici. E' quasi banale doverlo spiegare: l'intervista rilasciata dal presidente Esposito, come specificato (in maniera direi superflua) dalla stessa Suprema Corte, non inficia, né cambia la decisione sul processo Mediaset, dal momento che il verdetto è già stato emesso e sancito con la pubblica lettura del dispositivo in aula al termine dell'udienza. Dunque, sentenza definitiva...punto! Le successive dichiarazioni del dott. Esposito (sicuramente inopportune) non assumono alcuna rilevanza nè sul piano giuridico (ovvio!) nè, direi, su quello disciplinare (il procedimento è, ormai, concluso). Tra l'altro il dott. Esposito non è nemmeno il giudice relatore, ovvero quello incaricato di redigere la motivazione (il consigliere estensore è infatti il dott. Franco). Marione, Marione, abbia l'umiltà di non parlare di cose che ignora!

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 16:30

@ gian paolo cardelli Se la giustizia non si basa sul calcolo delle probabilità... vi sono molte probabilità che chi sostiene che è innocente perche è stato votato da 10 milioni di persone, sia in reatà un IDIOTA!

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 06/08/2013 - 16:34

scassa martedì 6agosto Questa farsa del Mattino di Napoli mi suggerisce anche una possibilità : Non è per caso un escamotage utile a rRe Giorgio per alleggerirsi la coscienza dal NIET concordato con la DUMA ? Perché la frase ottenuta decifrando la Stele di Rosetta " non poteva non sapere " viene decrittata in " il cav. sapeva ,sapeva ,era stato informato " chiude il cerchio . E come accade sempre quando a delinquere e' la sinistra finisce a giudice ,taralli ci è vino ,questa volta "de li castelli con buona pace dei Codici di Giustiniano !

Ritratto di allecarlo

allecarlo

Mar, 06/08/2013 - 16:34

I sinistrati che postano i commenti sono ancor più ipocriti (...se possibile) dell'eccellentissimo (non fatemi dire in che cosa...) giudice ESPOSITO. Di certo i sinistrati non hanno di che preoccuparsi quando le rogne da grattare sono le loro (...MPS) in quanto con il garantito appoggio della magistratura possono dormire sonni tranquilli. Si sa...... cane non mangia cane (....senza offesa per i cani naturalmente). C'è bisogno di un'altro "ventennio" per ripulire certi ambienti!!!

moranma

Mar, 06/08/2013 - 16:35

xbracco : perdinci, lei era presente nella camera di consiglio della Cassazione? Si è anche divertito, visto che era da comiche.complimenti...ci può dire di grazia cosa è stato detto in camera di consiglio così ci divertiamo anche noi!!??

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 16:38

Xmoranma – 15:59; IGNORANTE! Come potrà facilmente documentarsi, ogni sentenza, ogni atto proveniente da autorità giudiziaria, è composta da due parti fondamentali: la parte dispositiva e la parte motiva. Come dice la stessa parola la parte dispositiva è costituita dalla decisione del collegio giudicante, si usa dire così anche se trattasi di giudice monocratico, in merito alla vicenda in esame; la parte motiva, non meno importante, da le motivazioni logiche per cui si è arrivati al giudizio. Questa seconda parte deve dare ampia motivazione, logica-normativa, del perché e del come si arriva al dispositivo di condanna/assoluzione, in maniera tassativa e chiara, tutto ciò infatti è base per le eventuali impugnazioni e/o ricorsi, per questi motivi e per la importanza delle motivazioni, le stesse vengono depositate normalmente in differita, e stranamente senza termini tassativi; caso unico, guarda caso, il processo di primo grado del procedimento in questione, in cui il giudice disorientò tutti leggendo prima la parte motiva e poi il dispositivo, forse non aveva dovuto spremersi troppo nel valutare quanto sentito poche ore prima in arringa dalla difesa: avrà confermato l'arringa di chiusura della procura? Quanto detto è elemento cardine della sentenza, non di rado infatti abbiamo impugnazioni e ricorsi per difetto o per illogica motivazione: non si può per esempio affermare che: visto che c'è caldo bla bla bla ecco che metto il cappotto. Per questi motivi, ecco che in sentenza i giudici di Cassazione dovranno motivare il rigetto di tutte le osservazioni di diritto fatte dalla difesa, in assenza delle quali ho qualche dubbio sulla validità della medesima, in tal caso immagino si possa ricorrere nuovamente in Cassazione.

vaigfrido

Mar, 06/08/2013 - 16:43

Non sono mai stato berlusconiano ma cari trinariciuti piuttosto che voi preferisco lui .

ilbarzo

Mar, 06/08/2013 - 16:44

Magari fino a poco prima della sentenza di condanna a Berlusconi,il giudice Esposito era ancora una persona retta,integra ed onesta poiche' pochi conoscevamo questo giudice fazioso.Cosi facendo,la fatta fuori dal vaso,smerdando il potere giudiziario. Merita di essere radiato dalla magistratura con disonore.Non abbiamo bisogno di giudici faziosi e di parte,naturalmente komunista.

antiom

Mar, 06/08/2013 - 16:47

Che questo signore sia riuscito a portare onore al suo cognome, è una cosa ammirevole che tutti siamo dovuti a rispettare, ma che il figlio e altri componenti della famiglia siano tutti sotto l'ombrello della magistratura puzza di bruciato. Specialmente se si pensi al giovane e atletico figlio, che in virtù del ruolo esca di sera con la Minetti, in Porche: mi fa dubitare e pensare male, perché non tutti i magistrati giovani, come lui, se lo possono permettere!

baio57

Mar, 06/08/2013 - 16:51

@ godot_mi (ore 13,27)....Che pranzano con criminali non lo so,ma che pranzano con "poeti" che poi dovranno giudicare ,quello sì.

ABU NAWAS

Mar, 06/08/2013 - 16:54

IL PRESIDENTE DEL CSM CHE FA? STA RIFLETTENDO ??

EL AMOR BRUJO

Mar, 06/08/2013 - 16:54

MORANMA, che scoperta! il fatto è anche l'accusa aveva riaffermato il principio pseudoprobatorio, aggiustando il tiro Non poteva non avvedersene; si legga le motivazioni dei due gradi di merito; in nessuna parte si afferma che Berlusconi sapeva; ora lo anticipa il canterino. Questa è una distorsione della Cassazione, una diversa valutazione di un dato istruttorio. Lo fanno e basta. Fine della storia. Che le fai? E lei la smetta di credere di parlare agli stupidi. Se vuole discutere di diritto lo faccia sul serio, sono a disposizione, esca dal teorico e non pontifichi, Raffronti, poi, le tre sentenze, le argomentazioni, inferenze, valutazioni. Forse si accorgeà anche lei della porcheria.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 06/08/2013 - 16:57

La gravità del comportamento del magistrato Antonio Esposito, presidente di Cassazione che ha rigettato il ricorso di Berlusconi per la condanna in Appello, è tale da annullare in tronco la sentenza emessa. Primo, è un mentitore, non riconoscendo d'aver rilasciato la dichiarazione al Mattino. Secondo, se la leggerezza deontologica di emettere commenti di merito prima della pubblicazione delle motivazioni, è cosa riprovevole, avendolo egli fatto, impossibile non considerare lo spessore etico-professionale negativo di cui si è colorato, compromettendo l'indispensabile vaglio che legittimi l'affidamento di un fascicolo decisivo delle sorti politiche non solo dell'Italia, ma dell'Europa, con la cancellazione del più importante Partito Europeo. Il Popolo delle Libertà. Terzo, questo magistrato non avrebbe mai dovuto prendere in considerazione quel -poteva o non poteva non sapere- in quanto di pertinenza del grado di giudizio precedente. Ma, limitarsi a considerare soltanto se sono stati commessi errori procedurali nel procedimento d'appello. Avere espresso una sua personale opinione sulle ragioni di colpevolezza, scopre la 'partigianeria' di questo Supremo Presidente di Cassazione. La sentenza deve essere cassata ipso facto. Ed Esposito, radiato da ogni pubblico ufficio.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 17:06

X cartastraccia 16:02; valga per te quanto da me detto a moranma – 15:59; X libeccio – 16:06; rimando anche te al mio precedente commento, ed aggiungo che se è pur vero che il verdetto è stato emesso già, lo stesso deve essere necessariamente corredato dalle motivazioni diversamente si ha come nullo, non a caso abbiamo avuto il caso di fior di mafiosi usciti da carcere per la strana dimenticanza del deposito delle motivazioni. Delle interpretazioni di parte ne facciamo comunque a meno. Per quanto riguarda poi il fatto che la decisione sia stata presa da un intero collegio e non da un solo giudice non fa gioco, ricordo infatti che nella vicenda divisione del gruppo Mondadori-Rizzoli, si ha la certezza che due giudici su tre siano stati corretti, sul terzo si sono fatte varie illazioni sino alla definitiva accusa e condanna per corruzione, e proprio per questo che abbiamo avuto la farsesca sentenza del risarcimento monstre a danno di Fininvest a favore di CdB. Non vale il fatto che la maggioranza sia stata corretta! La decisione viene presa in solido dal collegio! X man87 – 16:27; infatti non era il giudice relatore ma "solo" il presidente del collegio, certo è solo un "primus inter pares" ma ovviamente con un ruolo carismatico notevole! Ha dubbi?

girola

Mar, 06/08/2013 - 17:08

e il presidentr Napolitano che fa? Interverrà presso il CSM e imporrà l'annullamento del processo? chiederà la sanzione disciplinare nei confronti del signor Esposito che dovrebbe essere mandato a casa .... subito? Ma non è amico della sinistra e del PD e qualsiasi cosa loro dicano è doverosa e giusta.

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 17:15

@ precisino54 mi sembra troppo facile risulatare innocente con la tua tesi! In questo caso anche ammettendo di commettere reati a gògò, saresti assolto!

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 06/08/2013 - 17:17

Non si commenta, ovviamente, come è per le sentenze. Del resto chi tocca i fili muore.

man87

Mar, 06/08/2013 - 17:32

precisino54: nonostante il suo nickname, mi duole dover constatare la sua grossolana imprecisione...anzi sta sparando abomini giuridici uno dopo l'altro! Ritenere che la sentenza sia nulla per questa intervista di Esposito è follia allo stato puro, semplicioneria disarmante, ignoranza delle più elementari regole giuridiche. Ma è difficile capire che stiamo parlando di una sentenza IRREVOCABILE e che, dunque, deve essere radicalmente esclusa qualunque tipo di conseguenza processuale visto che non c'è stata alcuna anticipazione di giudizio?

david71

Mar, 06/08/2013 - 17:32

Una domanda. Ma se questo giudice non fosse uscito con questa intervista, avreste dunque accettato la sentenza?

papeppe

Mar, 06/08/2013 - 17:34

Ma nelle carte del processo c'è qualche testimone che afferma di avere informato Berlusconi e se si chi è ? Io credo che questo è veramente importante sapere. Vuole essere, anche, un richiamo all'autore dell'articolo.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 06/08/2013 - 17:35

Ancora non riesco a capire, Vediamo un pò. C'è un giudice chiacchierone per questo berlusconi ha commesso l'errore di sapere a sua insaputa. Se questo giudice oggi non avesse parlato oggi, berlusconi non avrebbe, in precedenza, commesso il reato. E' così o sbaglio?

ego

Mar, 06/08/2013 - 17:39

Questo vecchio bacucco sa di averla fatta grossa e adesso scompostamente, inopportunamente e incredibilmente straparla attraverso i giornali e subirto dopo smentisce di avere straparlato. Insomma, a parte che c'è da inorridire per un simile comportamento da parte di un presidente di Cassazione, tutto ciò è la prova provata che alla base della vergognosa sentenza non c'era una PROVA ma un inammissibile diktat politico. Mai caduri così in basso se anche la Cassazione ha mostrato di essere una istituzione infiltrata.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 17:46

X Cosean – 17:15; il tuo commento di poche parole, mi conferma la tesi che per farsi capire bisogna essere chiari e magari prolissi: che ca..o vuoi dire? Io non ho enunciato teoremi né esposto tesi! Ho solo chiarito alcuni passaggi chiave, diversamente era come parlare del nulla. Non ho fatto neanche valutazioni su colpevolezza o innocenza. È troppo disturbo chiarire cosa ti "risulata"?

Pinozzo

Mar, 06/08/2013 - 17:50

Poveri diavoli, che pena mi fate. Come il Milan nel marzo 1991 contro l'OM, non sapete accettare una batosta neanche quando e' evidente e ormai la mazzulata e' gia' scesa.

cicero08

Mar, 06/08/2013 - 17:51

Ma di quali ombre si va cianciando. Il verdetto letto da Esposito e' stato emesso da un organo collegiale ed è' inscalfibile.bisogna mettersi il cuore in pace ed accettar e le conseguenze.

icarius

Mar, 06/08/2013 - 17:55

a questo punto, dato tutto ciò (neanche la Cassazione è esente dal sospetto che il Cav. gli stia sullo stomaco), il ''delitto perfetto'', del quale è rimasto vittima Berlusconi, è compiuto

Apophis

Mar, 06/08/2013 - 17:57

Ha detto tizio caio e sempronio. Ora l'Italia freme per sapere chi sono questi tre signori. Uno ha detto lo hanno detto tre babbei. Se fosse vero Mister B. Deve scontare la pena. Se i tre Babbei sono onirici allora io come cittadino qualche problema me lo pongo. Cari signori noi che siamo i datori di lavoro di gente che ci giudica dobbiamo essere certi di avere il meglio, non il peggio.

Zizzigo

Mar, 06/08/2013 - 17:58

Be', una certa... "leggerezza dell'essere" satura l'esistenza di certe persone. Occorrerebbe una legge e trovare il sitema per esiliarle.

Giacinto49

Mar, 06/08/2013 - 17:58

Che diavolo deve ancora venir fuori per farvi capire?? Non c'è peggior sordo......

Accademico

Mar, 06/08/2013 - 17:58

Onore al Merito al Ministro Cancellieri. La Cassazione fornisca al Ministro ogni chiarimento al riguardo. Nulla interposita mora!

KARLO-VE

Mar, 06/08/2013 - 18:05

Si sente lontano 1000 km che Vi state attaccando agli specchi per difendere il vostro padrone

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 18:08

@ precisino54 Chiarire un passagio chiave significa esporre una tesi! Cerca di fare pace con i tuoi propositi! Con il tuo passaggio chiave non condannerai più nessuno. Difatti lo hai capito da solo quando hai cercato di arzigolare ed evadere chiamando passaggio chiave quello che io ho chiamato tesi! La valutazione "colpevolezza e innocenza" l'ho fatta io per dimostrare la nullità di quello che hai esposto!

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 18:09

Ok, dopo le ultime farneticazioni su nullità della sentenza ho maturato la consapevolezza che certa gente il codice di procedura penale crede sia un manuale di pratiche sessuali estreme...

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 18:12

Walter78, vedio che non ha capito: la sequenza prevista dal più elementare buon senso è: 1) sentenza emessa, 2) motivazioni pubblicate, 3) intervista concessa, non qualsiasi altra. Compito della Cassazione è, nel caso in esame, rispondere alla domanda: "le prove per condannarlo c'erano?", perchè QUESTO è il compito della Cassazione; sposando invece il merito della sentenza di condanna PRIMA DI AVER COMPLETATO IL SUO DOVERE ISTITUZIONALE adesso è stralecito sospettare che questo giudice NON ERA IMPARZIALE. Ha capito adesso? oso sperare di sì

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 18:15

Man87: ce le elenchi, perchè siamo in tanti a non averle trovate... lei è sicuro delal condanna? allora per lei sarà uno scherzo rispondere: siamo in attesa...

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 18:17

HaHaHa! Intervista inoppotuna! Non Giudice inopportuno. Giudice inopportuno si intende che "TUTTO" il suo operato come Giudice venga squalificato. E siamo a conoscenza del reale intento di questa affermazione. Invece se titolavate "intervista inopportuna" ammettevate che il giudizio sul condannato era immodificabile.

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 18:17

Cosean, è invece certo che chi sostiene la necessità di avere "politici competenti a guidarci, invece di improvvisati dilettanti" lo sia, specialmente quando non sa dirci in cosa debba consistere, questa "competenza".

papeppe

Mar, 06/08/2013 - 18:19

Ma possibile che nessuno sa chi sono questi testimoni che hanno informato Berlusconi della frode fiscale ? Come hanno fatto tutti i giornalisti che hanno seguito i 2 processi precedenti a non informare i cittadini di una cosa così importante ?

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Mar, 06/08/2013 - 18:19

Ha proprio la faccia da ......YODA....

ginomari

Mar, 06/08/2013 - 18:19

E questo sarebbe un "giudice"?? Che il Buon Dio abbia pietà di noi cittadini-sudditi.

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 18:20

Cosean cc precisino: abbiamo capito che per lei chiunque sia indagato e sia della controparte politica sia colpevole "a priori"; dipendesse da lei i tre gradi di giudizio, in questa fattispecie, andrebbero sostituiti direttamente dalla condanna alla massima pena, ma per sua sfortuna la realtà occidentale questo modo imb...erbe di pensarla l'ha abbandonato dal Congresso di Vienna...

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 18:22

ligipiso 17.35: la seconda che ha detto. Rilegga gli interventi che hanno tentato, inutilmente, di aprire una breccia di buon senso nel suo cervello per evitare che se ne uscisse come ha adesso fatto, e forse stavolta capirà.

Capitan Harlok

Mar, 06/08/2013 - 18:26

C.A. DI tutti quelli che dicono che la sentenza non sia inficiata dal modus operandi di Esposito. Il modo sui generis e contra legem di comportarsi di questo Esposito, giunge a coronamento di tutta una serie di sentenze inique perchè volte solo ad incidere sull'indirizzo politico della Nazione, e tutto ciò dimostra, oltre ogni ragionevole dubbio, che c'è fumus persecutionis da parte di alcuni Magistrati in particolare nei confronti del leader politico dei Moderati, l'on. Silvio Berlusconi. Da anni è in atto, a cura di alcune singole persone deviate dall'ambito degli scopi della Magistratura, un'azione pseudogiudiziaria corrotta ideologicamente e perciò delittuosa e violenta, chiaramente tesa ad inquinare il normale funzionamento del Governo e del Parlamento della Repubblica. Il signor Esposito, e tutti i giudici a lui sodali e similari artefici di tali inique sentenze, devono essere oggetto di una qualche commissione parlamentare che ne giudichino severamente se il loro comportamento è, così come sembra, volto a compiere attentati al carattere libero e democratico della Repubblica italiana, poiche si deve costatare come le loro sentenza siano atte, e forse unicamente concepite e finalizzate a coartare l'organo sovrano della democrazia, e cioè il Parlamento. A me sembra tutto ciò di per sè stesso evidente. Evidezio: il Dispositivo dell'art. 289 Codice Penale (Artt. 241-313) → Capo II - Dei delitti contro la personalità interna dello Stato È punito con la reclusione da uno a cinque anni, qualora non si tratti di un più grave delitto, chiunque commette atti violenti diretti ad impedire, in tutto o in parte, anche temporaneamente: 1) al Presidente della Repubblica o al Governo l'esercizio delle attribuzioni o prerogative conferite dalla legge; 2) alle assemblee legislative o ad una di queste, o alla Corte costituzionale o alle assemblee regionali l'esercizio delle loro funzioni. P.S: Esposito-> l'etimo storico del cognome evidenzia una qualche discendenza da padre ignoto e madre, molto probabilmente, notissima. Buon sangue non mente!

cast49

Mar, 06/08/2013 - 18:28

godot_mi, e qui ti sbagli, deficiente, non può fare un'intervista che riguarda il processo prima di aver dato le motivazioni, capito, testa di cazzo?

Walter78

Mar, 06/08/2013 - 18:32

Gian Paolo cardelli, le consiglierei una lettura approfondita di : Conso Grevi "compendio di procedura penale"... Quando avrà completato la lettura (la avverto, sono 900 pagine) saprà dirmi quanti gradi di giudizio di merito ci sono nell'ordinamento italiano, la funzione di legittimità della Suprema Corte e, soprattutto, se esiste una norma del codice di procedura penale che sanzioni con la nullità della sentenza un giudice che, dopo aver reso pubblica la stessa sia intervistato e dica quale motivazione è sottesa al ragionamento che l'ha portato a emettere quel dispositivo...

Ritratto di orcocan

orcocan

Mar, 06/08/2013 - 18:34

Mon Dieu quante cazzate si leggono nei commenti, non solo qui ma in tutti i quotidiani. Oggi quella piu' divertente e' sul "verdetto letto da Esposito e' stato emesso da un organo collegiale ed è' inscalfibile". Ho seguito per molto tempo una furibonda diatriba sul procedimento a carico di un organo collegiale accusato di corruzione. All'epoca era scalfibile.

m.nanni

Mar, 06/08/2013 - 18:34

questo magistrato è da arrestare SUBITO! mobilitazione PERMANENTE del Pdl contro questa magistratura odiosa e schierata. Berlusconi LIBERO! Corte di Giustizia Europea e MOBILITAZIONE anche a livello degli europarlamentari del Pdl. questa mascalzonata occorre farla ingoiare e smettiamolo, per favore, con le minkiate delle richieste di grazia, di domiciliari o dei servizi sociali. Presidente Napolitano, mostri gli attributi; sospenda l'efficacia della sentenza porcata intanto che la Corte di Giustizia europea emette il suo verdetto. chi schifo questa miserabile dittatura italana!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Mar, 06/08/2013 - 18:35

Avete tentato inutilmente di infangare la Boccassini(che tra l'altro non era giudice) ora ci provate con Esposito. Perchè non parlate del vero colpevole che non ha nessuna scusa per i reati commessi ed ha avuto, più di altri, la possibilità di difendersi. X Gian paolo cardelli. Informati su quali siano i poteri della Cassazione, perchè la figura del "diversamente intelligente " la fai tu che parli senza cognizione di causa (cioè a vanvera).

jeanlage

Mar, 06/08/2013 - 18:35

In un paese "normale, oltre a non avere come presidente un Presidente comunista che blatera di democrtazia, un sinistro sindaco democratico che non concede piazze agli avversari (per lui nemici) e limulta, un figuro del genere, starebbe a pulire i gabilenni dei carceri con la lingua, non a presierdere sezioni di Cassazione, Se la Cassazione è questa, è necessario cambiare le "s"del suo nome in "z": si rispecchierebbe la realtà.

m.nanni

Mar, 06/08/2013 - 18:36

Pdl, liberali, NON MOLLARE! MOBILITAZIONE PERMANENTE! Berlusconi LIBERO! Ministri del Pdl, datevi una mossa anche voi.

gemata

Mar, 06/08/2013 - 18:37

Non sono ne' pro ne' contro Berlusconi, non l'ho mai votato e probabilmente mai lo votero'. Detto questo quello che sta succedendo e' la dimostrazione che: a-Berlusconi sara' anche un evasore ma paga solo lui b-la magistratura a certi livelli (ma anche ai bassi, provato di pesrona) non garantiscono assolutamente l'imparzialita' Comunque la si veda, da destra o da sinistra, dopo tutte queste vicende mi aspetterei almeno uno di commento unanime, solidale, che tutti condividono VIVIAMO IN UN PAESE DI MERDA

man87

Mar, 06/08/2013 - 18:38

gian paolo cardelli: lei dice di non aver trovato le prove, ma quale è la sua fonte di informazioni, questo Giornale?? Lei parla per sentito dire e ripete le solite chiacchiere da bar, ma non ha affatto letto le sentenze! Abbia la pazienza di leggere le circa 400 pagine di sentenze (tra primo e secondo grado) e poi ne riparliamo...sono facilmente reperibili sul web! Tuttavia, siccome non voglio sottrarmi al confronto, mi limito a farle notare che B. è stato condannato non perchè "non poteva non sapere", ma perchè sapeva e faceva. Mi spiego meglio. Su B. esistono – si legge già nella prima sentenza – e pesano “piene prove orali e documentali”. Sarebbe impossibile citarle tutte, ma mi creda sono tantissime. Ad esempio, questa è la testimonianza dell’ex Ad Fininvest Franco Tatò: “L’area dei diritti tv era assolutamente chiusa e impenetrabile, gestita da Bernasconi che dava conto direttamente a Berlusconi e non al Cda”. Questa la testimonianza dell’ex responsabile contratti Silvia Cavanna:“Bernasconi mi diceva ‘picchia giù con i prezzi’ solitamente dopo incontri ad Arcore con Berlusconi”. Ed ancora, una mail del contabile della Fox, Douglas Schwalbe: “Non si vuole che Reteitalia (Fininvest) faccia figurare utili… i profitti vengono trattenuti in Svizzera”, le reti tv “sono state ideate per perdere soldi… L’impero di Berlusconi funziona come un elaborato shell game con la finalità di evadere le tasse”. Ancora, la lettera-confessione del produttore-prestanome Frank Agrama: “Ero loro rappresentante” (di Mediaset). Ed ancora, migliaia di pagine di rogatorie che dimostrano inequivocabilmente l'esistenza di società offshore riconducibili a Mediaset...E così via, potrei proseguire per ore...

conversano

Mar, 06/08/2013 - 18:39

In Italia, LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI, Ie sentenze invece sono a discrezione dei giudici. Quindi di che meravigliarsi, se molti amano simili giudizi? Sperando naturalmente che non capiti a loro,forza SILVIO spaccagli il deratano a questi ebiti.

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 06/08/2013 - 18:43

un saluto a benny finocchio e tanti complimenti per i suoi elaborati commenti sempre pieni di grande contenuti culturali.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/08/2013 - 18:47

non solo inopportuno, ma è anche stupido. e questo episodio conferma ancora una volta della necessità assolutamente urgente di una riforma della giustizia, della separazione delle carriere, del sistema giudiziario, in cui il colpevole è nelle mani di un giudice detentore di un potere assoluto. e i comunisti idioti che qui leggono pensando di fare i fighi, dovrebbero riflettere su questi episodi, ormai endemici e virali!

frabelli1

Mar, 06/08/2013 - 18:49

Forse bisognerebbe rivedere l'intero impianto processuale. Che ci siano state delle irregolarità è lampante, che poi la Cassazione agisca in modo così scellerato ed inopportuno è un fatto gravissimo. Urgono chiarimenti ed interventi forti.

@ollel63

Mar, 06/08/2013 - 18:50

è normale che i pisisinistron non vedano cos'abbia detto di strano, e come potrebbero mai vedere!

Vujadin Boskov

Mar, 06/08/2013 - 18:50

Io pensa che se ramo dove sei appeso è marcio, stringerlo di più non servirà a impedire che si rompe.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 18:51

X man87- 17:32; pur ammettendo parecchie mie lacune, non metto tra queste quella della obbiettività, ma neanche della logica, né quella del sapere cosa ho detto, oltretutto di tutti i miei commenti ne ho copia. So bene quanto ho affermato, e ti invito a rileggere attentamente e indicarmi dove avrei affermato che la intervista, che ovviamente ritieni vera, annulli la sentenza! Ho solo ribadito due principi cardine della giurisprudenza: il primo e più banale da capire è che il giudice ex primo articolo sulle guarentigie, deve essere imparziale, ma deve anche fare di tutto perché ciò appaia chiaro, per cui è sicuramente corretto evitare di esternare sui casi in corso, ho pure aggiunto che nel caso si siano espressi giudizi a priori, sarebbe auspicabile astenersi dall'assumere un procedimento su cui si è detto, e ciò per evitare la sgradevole situazione della ricusazione da parte della difesa. Questo per quanto riguarda il giudice, poi mi sono dilungato sui provvedimenti giurisdizionali, che debbono rispondere a particolari caratteristiche tra le quali ho sottolineato le due diverse parti: motiva e dispositiva. Ho pure aggiunto che le due parti hanno entrambe necessità di esistere, a pena nullità. Sulla necessità del dispositivo nessuno ha dubbi, che sentenza sarebbe quella in cui non si sa l'esito: colpevolezza o meno, e la eventuale pena; sulla parte motivazioni invece sembra proprio di parlare ai sordi, eppure abbiamo sentito da più parti, procuratori e legali, affermare: aspettiamo il deposito delle motivazioni per proporre appello o fare ricorso. A questo punto giusto per volere essere garbato e magari didascalico mi vuol chiarire dove avrei fatto le affermazioni di cui parla che la portano a parlare di grossolana imprecisione e di abomini giuridici? Un unica affermazione ho fatto di sicuro: la sentenza deve rispettare i criteri previsti dalle norme e dal codice di procedura a pena di nullità! Giusto per corroborare quanto ribadito in questo post la rimando a quanto da me già affermato nel post delle 16,38 ed in quello delle 17,06! Cordialmente, impari a leggere per cortesia, p-

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 06/08/2013 - 18:51

@gian paolo cardelli Ma allora ci stiamo perdendo in un bicchiere d'acqua, mandiamo il giudice in galera e assolviamo berlusconi. Però facciamogli, almeno, un dispettuccio, facciamo finta di dimenticarci la restituzione del titolo di cav. PS: per fortuna l'Italia non è così misera e a ottobre inizierà la vera stagione calda che travolgerà i berlusconi di turno e i cazzari vari. Molti andranno a casa carichi di meraviglia

Vittorio1972

Mar, 06/08/2013 - 18:52

Quello che bisogna sottolineare e tutti devono farlo per capire quanto questa giustizia influenza il Paese è il seguente: Quante volte notizie, verbali, intercettazioni, avvisi di garanzia sono stati pubblicati sulla stampa ancor prima che il diretto interessato, come la legge prevede, ne fosse venuto a conoscenza? Vi ricordate l'avviso di garanzia a Berlusconi a Napoli pubblicato sul Corriere della Sera?...Queste notizie chi le passa? ecco oggi ne abbiamo la prova. (fatto incontestabile) e per quale motivo queste informazioni riservate sono date in pasto ai giornali? ... Ora è sotto gli occhi di tutti. certa magistratura ha passato informazioni agli organi di informazione per andare addosso al centro destra. Qui ne abbiamo la prova, mai che un magistrato o un giudice passi qualcosa su monte paschi ad esempio o scandali a sinistra...anzi chi le pubblica viene indagato, Che bel Paese e chi dice che la magistratura è apolitica dice una grande balla. E oggi ne abbiamo la prova.

Stefano Fontana

Mar, 06/08/2013 - 18:53

Ora, Sto esposito chiacchiera troppo e "si dice" (aaaa questi si dice) abbia un figlio un po' pirla... SI RIBALTI LA SENTENZA!!! Fate ridere, la terapia del fango in questo caso è talmente scoperta e goffa (forse perchè dettata dalla disperazione) da fare quasi tenerezza. Certo che sarebbe bello sapere da tutti gli indignati con il presidente della cassazione (E si ricorda che gli altri del collegio non eran li a far numero) per i suoi comportamenti se pensano che un primo ministro possa chiamare in piena notte una questura per far liberare una ladruncola perché (DICE LUI) si era fatto infinocchiare credendola nipote di Mubarak (ripeto, dice lui) e affidandola alla consigliera regionale di Lombardia che gli ballava nuda sui tavoli, fin li niente di male, ma sembra sia andata a cena col figlio di un giudice...ECCO IL VERO SCANDALO! Posso capire che questo giornale scriva certe cose, ma che ci siano fessi che lo seguono è roba da far gelare il sangue nelle vene.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 06/08/2013 - 18:53

Sono stati prodotti dei film famosi e di grande successo come matrimonio all'italiana, divorzio all'italiana, ora per completare mancherebbe soltanto " GIUSTIZIA ALL'ITALIANA". Oggi mancano soltanto dei grandi produttori come Germi, De Sica e attori come Mastroianni. Per il resto gli ingredienti sono al completo!

antonio54

Mar, 06/08/2013 - 18:53

Se un caso del genere fosse successo negli Stati Uniti? Non oso immaginare cosa gli sarebbe successo a questo signore. Come minimo veniva immediatamente sollevato dall'incarico, se gli andava bene. Qui siamo in Italia... altra musica. Poi i politici, quando all'estero ci bistrattano, fanno finta di offendersi. Non funziona un tubo; la giustizia che è una cosa importantissima non sono capaci di riformarla; e a dire che, vorrebbe veramente poco...

lamwolf

Mar, 06/08/2013 - 18:54

La Cancellieri chiede chiarimenti!!! ahahahahah!!!!! contro l'onnipotenza giudiziaria altra risata......ma mi viene da vomitare!!!!

DANZA

Mar, 06/08/2013 - 18:55

Cosa c'entra un'intervista, oltrettutto manipolata. La sentenza c'è stata e l'intervista non modifica niente. L'inchiesta ,pare, nasca da un'evasione di 500 milioni di euro , in buona parte prescritti , e la sentenza fa riferimento solo al 2001-2002-2003 per un'evasione di 13,3 milioni di euro. Tutto il resto è la solita caciara

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 06/08/2013 - 18:58

Visto che il reo non poteva non sapere, anzi sapeva (ma che doveva fare giustizia da solo?), lui npn poteva non parlare, anzi ha parlato : bravo ottimo magistrato al disopra delle parti, ma con il vizietto delle pettegole!

Comollo

Mar, 06/08/2013 - 18:59

l'intervista era inopportuna, non il giudice. Siete solo degli schiavi che sfruttano l'ignoranza delle persone.

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 06/08/2013 - 19:00

Non uno dei sinistrioti che risponda alla domanda " Perchè Berlusconi si e De Benedetti no ? ( gli ci vorranno ancora una decina d'anni e poi ...archivio. Site delle merde imbiancate ! Almeno sparite e state zitti!

Asfalto

Mar, 06/08/2013 - 19:02

@gian paolo cardelli: non faccia lo sbruffone. Berlusconi, il suo idolo, resta comunque un DELINQUENTE, e lei dimostra per l'ennesima volta di essere un idiota.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 19:02

X Cosean; esporre una tesi significa enunciare una teoria un proprio pensiero, un proprio ragionamento, una riflessione, non vuol dire spiegare o chiarire quanto detto. Insisto non ho fatto valutazioni personali sulla vicenda ma ho cercato di chiarire quanto previsto dalla norma, per cui non capisco quali sarebbero i miei ragionamenti che portano ad assolvere tutti. Sulle tue ulteriori elucubrazioni sorvolo, prima di disquisire del sesso degli angeli bisogna sapere parlare e capire quanto sentito e/o letto.

m.nanni

Mar, 06/08/2013 - 19:07

Sbaglia, sbaglia, sbaglia Daniela Santanchè; ma quale tutti a casa! Ci mobiliteremo PERMANENTENTE!

tonipier

Mar, 06/08/2013 - 19:10

" LA CRISI DELLA GIUSTIZIA COME CONSEGUENZA DELLA DEGENERAZIONE POLITICA" " Ogni popolo ha i giudici che si meritano- ha scritto Anton Giulio loprete nella introduzione a " La Toga di Paglia"- e gli italiani non potevano avere giudici diversi"anche" se questo non esclude che nella magistratura italiana militino giudici di altissimo livello, persone preparate e soprattutto oneste, che hanno contribuito a bilanciare gli effetti devastanti di altri giudici allo sbando".

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 19:10

Walter78: si offende se le dico che di quello che ho scritto non ha capito nulla? provi a rileggere, e capirà perchè con quello che ho scritto il suo consiglio non c'entra un picchio...

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 06/08/2013 - 19:15

milo del monte -e tu come fai a sapere che Berlusconi sapeva ? hai sbagliato forum mi sa , qui si parla di cose serie non di sodomia.

Ritratto di Zago

Zago

Mar, 06/08/2013 - 19:16

Ecco la volontà di certi Giudixi nel voler condannare Berlusconi a tutti i costi. Il Presidende del collegio Esposito che ha conndannato il Cavaliere, non ha potuto fare a meno di rendere palese il motivo della condanna, e si è comportato come chi è in malafede. I commenti di alcui sinistroidi che ho letto, sono privi di ogni logica e vuoti di ogni contenuto plausibile. E' chiaro, dopo questo episodio, che Berlusconi da ora in avanti, ogni qualvota si presenterà davanti ai Giudici, non avrà nemmeno il tempo di starnutire, perchè verrà condannato.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 06/08/2013 - 19:17

godot_mi - ma di quale pregiudicato parli ? ma vai lavarti la dentiera e lascia perdere

erasmo

Mar, 06/08/2013 - 19:18

Asfalto, che nome appropriato per proclamare la piattezza del tuo cervello! Te l'hanno imposto i tuoi programmatori? Craniovuoto comunista, nel cui vuoto abissale i tuoi capi per anni hanno scaricato immondizia, odio e invidia.

Asfalto

Mar, 06/08/2013 - 19:22

Fanno ridere questi destronzi che si arrabattono come serpi impazzite nel tentativo demenziale di giustificare le malefatte del loro capo delinquente.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 06/08/2013 - 19:22

E aggiungo a quanto detto prima:"Visto che il reo non poteva non sapere, anzi sapeva (ma che doveva fare giustizia da solo?), lui non poteva non parlare, anzi ha parlato : bravo ottimo magistrato al disopra delle parti, ma con il vizietto delle pettegole!" - Non poteva non smentire anzi ha smentito quello che aveva detto smentendo di averlo detto...o viceversa!

LUCIO DECIO

Mar, 06/08/2013 - 19:22

PISO,NON HO CApito se lo sei o lo fai,perche se lo sei fatti curare se lo fai guadati le spalle

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 19:25

X orcocan – 18:34; immagino ti riferisca alla vicenda che ha poi portato al Lodo Mondadori? Per quanto riguarda poi la "inscalfibilità" della sentenza , allo stato avrei qualche dubbio per quanto più volte detto. Anche se ai più sembra una semplice atto formale, il deposito delle motivazioni è di rilevante importanza.

tiro

Mar, 06/08/2013 - 19:25

Vuoi vedere che l'epilogo di questo incidente di percorso sarà emulante a quello del primo cittadino di una città del Sud? Infatti all’illustrissimo Sindaco trovato con le mani nella marmellata, come Winnie the pooh, venne spontanea la seguente giustificazione "scusate, la causa di questo incidente di percorso è frutto del ventennio berlusconiano". In buona sostanza se l’impavido magistrato si è lasciato andare da pivello rilasciando tout court il contenuto della sentenza Mediaset, non è da ascrivere alle proprie deficienze intellettive bensì allo stile di vita di Silvio Berlusconi perpetrato per due decenni. La faccenda è davvero drammatica. Infatti il dramma non consiste solo nella bieca pochezza di comportamento dell’intervistato, ma è devastante se la si legge nei modi e la disinvoltura con cui questi scellerati si muovono negli spazi di potere. A maggior chiarezza questo comportamento si enuclea meglio come “strafottenza” e “insolenza”. Questi termini se esercitati con questa disinvoltura da chi deve interpretare e vigilare sulla tenuta della democrazia suonano come campanello d’allarme. Facciamo attenzione a questi risvolti o pieghe encefaliche, anche perché così facendo questi signori si stanno auto ratificando proiettandosi in evidenti azioni eversive, tra l’altro esercizi spirituali a loro molto cari e carichi di nostalgiche elucubrazioni da soviet-propaganda.

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 19:25

@ wtrading fa niente se ti rispondo io che non sono di sinistra ma di destra? Devi andare a vedere la diversità fra evasione e frode. la diversità è che una è volontaria e l'altra può non esserlo! E' la stessa che vi è nell'omicidio volontario e nell'omicidio colposo! Sparare con una pistola ad un'uomo è diverso da ammazzarlo con un incidente d'auto.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 06/08/2013 - 19:27

Ma che interesse ci sarebbe ad evadere 4 lire se si pagano 5-600 mila euro al giorno di tasse al fisco , qualcuno dice per portare fondi all'estero . Ma uno che naviga nei miliardi cosa gli frega di fare queste operazioni da poveracci .

LUCIO DECIO

Mar, 06/08/2013 - 19:27

ADP COGLIONE PATENTATO SE HAI PAURA CHE LE TUE SCORREGGE COME QUELLE DI TANTI ALTRI IDIOTI DEL TUO STAMPO,NON VENGANO PUBBLICATE VAI SUL BLOG DEL FATTO E DI REPUBBLICHETTA,E SCORREGGIATE LI ,NOI NON SENTIREMMO LA VOSTRA MANCANZA PIRLAAAAAA

LUCIO DECIO

Mar, 06/08/2013 - 19:28

ADP COGLIONE PATENTATO SE HAI PAURA CHE LE TUE SCORREGGE COME QUELLE DI TANTI ALTRI IDIOTI DEL TUO STAMPO,NON VENGANO PUBBLICATE VAI SUL BLOG DEL FATTO E DI REPUBBLICHETTA,E SCORREGGIATE LI ,NOI NON SENTIREMMO LA VOSTRA MANCANZA PIRLAAAAAA

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 06/08/2013 - 19:28

Ma che interesse ci sarebbe ad evadere 4 lire se si pagano 5-600 mila euro al giorno di tasse al fisco , qualcuno dice per portare fondi all'estero . Ma uno che naviga nei miliardi cosa gli frega di fare queste operazioni da poveracci .

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 19:30

@ gian paolo cardelli La competenza è quella capacità che fa di un operatore (Politico) di soddisfare nel migliore dei modi le esigenze della società civile. Ma credo che volevi solo fare una domanda retorica vero?

Cosean

Mar, 06/08/2013 - 19:30

@ gian paolo cardelli La competenza è quella capacità che fa di un operatore (Politico) di soddisfare nel migliore dei modi le esigenze della società civile. Ma credo che volevi solo fare una domanda retorica vero?

electric

Mar, 06/08/2013 - 19:32

Quello che i vari denigratori di Berlusconi fanno finta di non capire e' che lasciare che un processo-farsa e una sentenza-farsa non abbiano alcuna ripercussione nella societa' civile significa legittimare questi comportamenti, e permettere che un domani un qualsiasi laureato in giurisprudenza possa rovinare la nostra esistenza. E la storia purtroppo e' piena di questi esempi. Mi fanno rabbrividire poi le dichiarazioni di certi politici i quali affermano che le sentenze vanno sempre rispettate ed accettate. Vorrei vedere se queste sentenze riguardassero loro...

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 19:32

X orcocan – 18:34; immagino ti riferisca alla vicenda che ha poi portato al Lodo Mondadori? Per quanto riguarda poi la "inscalfibilità" della sentenza, allo stato avrei qualche dubbio per quanto più volte detto. Anche se ai più sembra una semplice atto formale, il deposito delle motivazioni è di rilevante importanza, direi proprio assoluta.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 06/08/2013 - 19:34

andri75 qui non si tratta di essere avvocati o allenatori, ma tutti noi abbiamo avuto a che fare con questa magistratura e tutti sappiamo chi e' questa gente super pagata.

Ritratto di Rondò Veneziano

Rondò Veneziano

Mar, 06/08/2013 - 19:36

Ecco l'ultima riprova, come se ce ne fosse ancora bisogno, dell'accanimento giudiziario con cui una parte politica tenta di eliminare le istanze di libertà e di amore che hanno contraddistinto il pensiero politico di Papi fin dalla sua provvidenziale discesa in campo, salvo poi allearcisi insieme per governare e riformare la costituzione (e con essa mi auguro si provveda quanto prima ad abbassare il raggiungimento della maggiore età visto che ormai i nostri giovani maturano molto prima grazie alle nuove tecnologie di comunicazione). L'arroganza dei giudici che sbandierano sui giornali la loro militanza faziosa e partitica ha da essere contenuta provvedendo immantinente a riformare l'ordinamento giudiziario, approfittandone per eliminare le vecchie toghe in ermellino per fare spazio a nuove divise, almeno quelle femminili, più succinte e trasparenti al fine di snellire le procedure ferraginose che vogliono i nostri processi durare il triplo della media europea, e già che ci siamo prezzi calmierati per la frutta tropicale d'importazione, almeno quella di colore giallo e di forma oblunga.

benny.manocchia

Mar, 06/08/2013 - 19:38

SIAMO UNA RAZZA STANCA,INVIDIOSA,GELOSA,GIUDICI CHE FANNO COME VOGLIONO,ELETTORI CHE NON CONTANO UN ACCIDENTE,QUALCUNO FA IL COMUNISTA PERCHE' E' CONVINTO CHE CON IL COMUNISMO I SIGNORI DIVENTERANNO MORTI DI FAME E I PEZZENTI DIVENTERANNO RICCHI. PUO' ANDARE AVANTI UNA NAZIONE COSI'? ADESSO VEDRETE QUANTA GENTE NON LA PENSA COSI':SIAMO TUTTI SANTI E EROI... E COSI' SIA. UN ITALIANOP IN USA.

benny.manocchia

Mar, 06/08/2013 - 19:38

SIAMO UNA RAZZA STANCA,INVIDIOSA,GELOSA,GIUDICI CHE FANNO COME VOGLIONO,ELETTORI CHE NON CONTANO UN ACCIDENTE,QUALCUNO FA IL COMUNISTA PERCHE' E' CONVINTO CHE CON IL COMUNISMO I SIGNORI DIVENTERANNO MORTI DI FAME E I PEZZENTI DIVENTERANNO RICCHI. PUO' ANDARE AVANTI UNA NAZIONE COSI'? ADESSO VEDRETE QUANTA GENTE NON LA PENSA COSI':SIAMO TUTTI SANTI E EROI... E COSI' SIA. UN ITALIANOP IN USA.

benny.manocchia

Mar, 06/08/2013 - 19:38

SIAMO UNA RAZZA STANCA,INVIDIOSA,GELOSA,GIUDICI CHE FANNO COME VOGLIONO,ELETTORI CHE NON CONTANO UN ACCIDENTE,QUALCUNO FA IL COMUNISTA PERCHE' E' CONVINTO CHE CON IL COMUNISMO I SIGNORI DIVENTERANNO MORTI DI FAME E I PEZZENTI DIVENTERANNO RICCHI. PUO' ANDARE AVANTI UNA NAZIONE COSI'? ADESSO VEDRETE QUANTA GENTE NON LA PENSA COSI':SIAMO TUTTI SANTI E EROI... E COSI' SIA. UN ITALIANOP IN USA.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 06/08/2013 - 19:41

Solo il pregiudicato e i suoi sodali malavitosi hanno il sacrosanto diritto di rilasciare dichiarazioni a reti unificate, organizzare comizi illegali, usare stampa e tg come clava per spargere letame contro il nemico di turno. Nevvero ebetini pidiellini?

yulbrynner

Mar, 06/08/2013 - 19:45

bhe... voglia di protagonismo e di pubblicita' a quell'eta ci vuole anche buon senso ma quanti ce l'hanno? io non mi straccio le vesti per NESSUN POLITICO tanti GRULLI speciualmente x Berlusconi.. I POLITICI HANN OSEMPRE FATTO I FATTI PROPRI E MAGNATO.. c'e chi invoca la guerra civile...?? che mi vengano a rompere i coglioni a casa mia.. li accogliero' a modo mio...e avranno sorprese.

hectorre

Mar, 06/08/2013 - 19:45

quel che sta accadendo mette in risalto la stupiditá dei sinistri....berlusconi in galera e de benedetti libero...non riescono ad essere sinceri nemmeno con loro stessi....accettano di buon grado mister mazzette penati e credono alle parole di bersani....non si indignano se il tesoriere lusi manovra decine di milioni e credono all'assoluta estraneitá del partito...e non oso prendere in considerazione il vergognoso scandalo mps e il suicidio "assistito",toccando il fondo con la banca che non c'entra nulla col partito!!......hanno condannato il cav. e le piccole menti "libere" gioiscono.....

roliboni258

Mar, 06/08/2013 - 19:47

mi vien da ridere quando leggo sul giornale,si muove la Cancellieri,mi auguro che faccia qualcosa,io penso che non succedera' niente ,paura di essere indagata anche lei viva l'Italia,come siamo ridotti male

man87

Mar, 06/08/2013 - 19:50

precisino 54: se ho frainteso mi scuso, ma il suo ragionamento mi sembrava chiaramente preordinato a dimostrare che l’inesistenza della sentenza sino al deposito delle motivazioni, essendo queste ultime una parte indispensabile della stessa. E mi sembrava evidente dove volesse andare a parare: dimostrare che sino al deposito delle motivazioni il giudice non potrebbe parlare e che, dunque, quella intervista costituirebbe una sorta di anticipazione di giudizio, idonea come tale ad invalidare la sentenza. E' l'unico senso che riesco a dare al suo ragionamento (altrimenti la lunga elucubrazione su dispositivo e motivazione che senso avrebbe?). In aggiunta lei scrive "in sentenza i giudici di Cassazione dovranno motivare il rigetto di tutte le osservazioni di diritto fatte dalla difesa, in assenza delle quali ho qualche dubbio sulla validità della medesima, in tal caso immagino si possa ricorrere nuovamente in Cassazione". Beh, immagina male dal momento che non è possibile alcun ricorso ulteriore: questo, senza offesa, si chiama abominio giuridico.

claudio faleri

Mar, 06/08/2013 - 19:52

caro manocchia, dici una grande verità, italia buttata via, italia ballerina, italia, succube, italia servile, italia ruffiana, italiani disuniti, italia occupata, italia senza identità, italia da quinto mondo con tanto degrado, italia sensa amore per il bello, lo vuole la sinistra che innalza lo schifo a stupendo per accontentare chi non ha, chi non fà

Accademico

Mar, 06/08/2013 - 19:52

Il Primo Presidente della Cassazione, Santacroce, non si limiti semplicemente a definire “inopportuna” l’intervista rilasciata da Esposito. Ben troppo poca cosa! Quanto accaduto infatti è gravissimo, sconcertante, inusitato , senza precedenti, tenuto anche conto che l’Esposito ha avuto l’impudenza di mentire - SAPENDO DI MENTIRE - dicendo cioè di non aver anticipato al quotidiano di Napoli le motivazioni della sentenza non ancora depositate. In ciò, clamorosamente smentito dal Direttore del Mattino che ha parlato di “trascrizione letterale, logica e sintattica, virgole comprese” di quanto da lui proferito. Alessandro Barbano ha parlato anche di registrazioni e testimoni. Gran bella figuraccia per un Giudice di Cassazione! Ed io dovrei fidarmi di costui? Delle sue sentenze? E… “visto che ci troviamo”… questo signore risponda adesso alla seguente mia domanda: perché non ha ammesso a testimoniare in favore di Berlusconi, le decine e decine di persone, elencate dalla Difesa, che sotto giuramento avrebbero affermato la totale estraneità dell ‘ex Premier, financo alla conoscenza dei fatti. Mi risponda!

Roberto Casnati

Mar, 06/08/2013 - 19:54

Ma i giudici della cassazione dove li vanno a cercare? Al pio istituto del Cottolengo? Negli ospedali psichiatrici? Oppure vengono preparati dei corsi appositi per essere ammessi ai quali è necessario superare un esame di stupidità?

Giorgio1952

Mar, 06/08/2013 - 19:55

Il giudice Antonio Eapoaito è stato sicuramente inopportuno nel rilasciare l'intervista, mi pare comunque che abbia semplicemente detto quello che è successo e che poteva divulgare, infatti ad alcune domande ha risposto anche : "Non posso svelare quel che è segreto" oppure "Assolutamente non posso rispondere". Non vedo quindi perché l'avvocato Ghedini si scandilizza e dica che "Il fatto è gravissimo gli organi competenti dovranno verificare l’accaduto che non potrà non avere concreti riflessi sulla valutazione della sentenza". Fonti della Suprema corte riferiscono che l'intervista rilasciata dal presidente Antonio Esposito "non inficia, né cambia la decisione sul processo".

claudio faleri

Mar, 06/08/2013 - 19:55

godot-mi quanto sei drammatico, ti piace la tragedia, non dividere fra nero e bianco è semplicistico aggiungici i mezzi toni di colore è meglio

polartwist

Mar, 06/08/2013 - 19:56

Ho smesso di leggere l'articolo quando ho letto "Aldilà". Che credibilità ha un giornalista che confonde "al di là" (oltre) con aldilà (oltretomba)?

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 19:58

Man87,mi tocca fare la laparatomia al suo intervento, visto che sta dimostrando di avere difficoltà a capire il concetto di "prova":“Su B. esistono – si legge già nella prima sentenza – e pesano “piene prove orali e documentali”. Questa non e’ una prova, ma l’affermazione di un magistrato, cioè proprio delle persone di cui si sta dubitando. “ Sarebbe impossibile citarle tutte, ma mi creda sono tantissime.” Le ho chiesto degli esempi, e questi sono quelli che secondo lei sarebbero prove: Ad esempio, questa è la testimonianza dell’ex Ad Fininvest Franco Tatò: “L’area dei diritti tv era assolutamente chiusa e impenetrabile, gestita da Bernasconi che dava conto direttamente a Berlusconi e non al Cda”. Questa è un’affermazione di Tato’, non una prova: a norma di legge andrebbe a sua volta provata con riscontri fattuali (intercettazioni telefoniche tra Bernasconi e Berlusconi in cui il secondo dice al primo cosa fare, email tra i due con contenuti analochi, lettere e/o documentazione scritta con contenuti analoghi a loro volta: QUESTE, sono prove...) “Questa la testimonianza dell’ex responsabile contratti Silvia Cavanna:“Bernasconi mi diceva ‘picchia giù con i prezzi’ solitamente dopo incontri ad Arcore con Berlusconi”. Come sopra: la Cavanna sapeva di quando Bernasconi andava ad incontrare Berlusconi? e sapeva pure cosa gli aveva detto, o si fidava di quello che le diceva Bernasconi al riguardo? Anche questo, andrebbe provato... “Ed ancora, una mail del contabile della Fox, Douglas Schwalbe: “Non si vuole che Reteitalia (Fininvest) faccia figurare utili… i profitti vengono trattenuti in Svizzera”,” Ed i soldi in Svizzera sono stari trovati? Guarda la combinazione: no... “ le reti tv “sono state ideate per perdere soldi… L’impero di Berlusconi funziona come un elaborato shell game con la finalità di evadere le tasse”. Questa è un’opinione, non una prova: ha presente Vito Ciancimino e le sue “affermazioni”? “Ancora, la lettera-confessione del produttore-prestanome Frank Agrama: “Ero loro rappresentante” (di Mediaset). “ Lo era anche della RAI? No, visto che aveva venduto anche ad essa... “Ed ancora, migliaia di pagine di rogatorie che dimostrano inequivocabilmente l'esistenza di società offshore riconducibili a Mediaset...E così via, potrei proseguire per ore...” Rogatorie su Mediaset? E su Agrama, visto che le fatture incriminate erano pagate per intero e che quindi i soldi su eventuali fondi neri ce li poteva mettere solo lui... Se queste sono le “prove” eviti di proseguire per ore con altre dello stesso genere: con queste ha solo dimostrato che non esistono.

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 19:59

Asfalto: qui l'unico che dimostra di essere un idiota sono quelli come lei che se ne escono con frasi come le sue, senza un solo argomento a sostegno.

m.m.f

Mar, 06/08/2013 - 20:00

............solo il putiferio che è venuto fuori e,6 pagine di commenti qui e in altre testate è la ennesima conferma che qui in questo paese la giustizia funziona come in turchia.............forse anche peggio,o meglio non funziona proprio per nessuno!!!!Si va a fortuna........

m.m.f

Mar, 06/08/2013 - 20:00

............solo il putiferio che è venuto fuori e,6 pagine di commenti qui e in altre testate è la ennesima conferma che qui in questo paese la giustizia funziona come in turchia.............forse anche peggio,o meglio non funziona proprio per nessuno!!!!Si va a fortuna........

Rembrandt

Mar, 06/08/2013 - 20:02

QUALCUNO SA DIRMI CHE FINE HA FATTO "LUDOVICUS" ....?? È DA TEMPO CHE NON LEGGO PIÙ LE SUE MAGNIFICHE RANDELLATE AI SINISTROTTI ITALIOTI...SPERO NON L'ABBIANO CANCELLATO...TORNA LUDOOOO!!!!!!

opzionemib0

Mar, 06/08/2013 - 20:04

tra non poter sapere e non sapere c'e' una grande differenza. Sono colpevole se non potevo non sapere che si stava compiendo un reato e praticamente con il mio silenzio ho dato l'assenso al comportamento giuridicamente rilevante. se invece sapevo, occorre capire quando sapevo, se sono venuto a conoscenza dopo che il fatto era commesso...e' lecito tacere. Infatti il codice non si spinge fino a punire le dichiarazioni false del colpevole o a punire il non autodenunciarsi...ci mancherebbe altro.

gian paolo cardelli

Mar, 06/08/2013 - 20:06

Cosean, certo che era retorica, perchè quella competenza non puo' esistere, ed il suo stesso intervento lo dimostra: in quanti modi concreti si puo' concepire il suo "soddisfare le esigenze di una società civile"? a seconda del proprio personale concetto in materia (su cos'è una società civile e su come la si mantiene al meglio: liberismo e statalismo, tanto per dirne una)il "politico" (figura inesistente in qualsiasi legislazione) che fa qualcosa appare come "competente" ovvero "incompetente"... Vuole ancora sostenere che la "competenza politica" è in elemento oggettivo ovvero riconoscibile da chiunque, non importa quale sia il suo credo politico, alla pari, chessò, della "competenza" di un centravanti nel segnare reti?

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 06/08/2013 - 20:06

Ha semplicemente detto una cosa lapalissiana nel mondo dei normodotati. Cioe’ un manager non si sognerebbe mai di evadere le tasse infrangendo la legge senza il consenso del beneficiario di tale evasione. Per due motivi: 1) il manager non e’ il beneficiario e quindi non ha nessun vantaggio diretto 2) se il manager infrange la legge senza il consenso del beneficiato e poi viene beccato, ne risponde il manager personalmente. Mi pare molto semplice da afferrare a meno che siate proprio degli ebetini pidiellini.

swiller

Mar, 06/08/2013 - 20:10

Lo manderanno in pensione con una pensione da nababbo, mmentre la gente comune raccatta nei cassonetti, bastardi criminali.

nino47

Mar, 06/08/2013 - 20:10

Penso a quanto sarebbe successo se, al posto del direttore de Il Mattino, a pubblicare l'intervista fosse stato Sallusti de Il Giornale. Non commento...lascio ai vari Luigipisio la battuta!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 06/08/2013 - 20:12

State cercando un cavillo per mandare a monte una giusta sentenza ? Tutti sapevano che sarebbe stato condannato perche è una cosa normale condannare un evasore fiscale perché non lo si può dire prima ??? era cosa OVVIA

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/08/2013 - 20:15

commenti dei comunisti idioti completamente ridicoli, oltre che mafiosi

giolio

Mar, 06/08/2013 - 20:16

luigipiso vedi la differenza di un giornale liberale edi altri giornali che non ti publicano niente ma perchê non mandi i tuoi commenti alla republica o al manifesto dai sii consequente

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/08/2013 - 20:17

i commenti dei comunisti idioti sono totalmente privi di fondamento, travisati da fonti inattendibili e bugiardi! mafiosi! andate a vergognarvi!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 06/08/2013 - 20:18

La inquisizione di Jagoda, Ezov e Beria per la sottomissione del Paese e i suoi Lavoratori allo stato mafioso e parassita. É tutto normale. ITALIA KAPUT.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 06/08/2013 - 20:18

La inquisizione di Jagoda, Ezov e Beria per la sottomissione del Paese e i suoi Lavoratori allo stato mafioso e parassita. É tutto normale. ITALIA KAPUT.

cicero08

Mar, 06/08/2013 - 20:19

In fondo sembra essere andata in onda una delle tante parodie favorite da comportamenti ondivaghi del condannato eccellente. Comportamenti analoghi a quello di Esposito con una chiara esposizione di fatti ed opjnioni cui sdgue un'altrettanto chiara rjtrattazione cln accuse di travisamento della dichiarazione. A proposito sul web si grkva ancora il documento che vede l'dx cav. Partecjpare ad jna trasmissione di Santoro dove dichiare semza ombra di dubbio che chi si fosse venuto a tfovare in una situazione ckme quella sintetizzata nella sentenza della Cassazione che lo riguarda avrebbe dovuto avere la decdnza di farsi da parte.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 06/08/2013 - 20:21

La inquisizione di Jagoda, Ezov e Beria per la sottomissione del Paese e i suoi Lavoratori allo stato mafioso e parassita. É tutto normale. É l´ITALIA KAPUT.

Ritratto di kinowa

kinowa

Mar, 06/08/2013 - 20:27

Questa è la prova che la magistratura in Italia non và riformata, ma addirittura rifondata, bisognerebbe applicare una sorta di chemioterapia per aggredire il cancro che si nasconde in essa ed ormai le matastasi sono dilagate ovunque. Guai a chi per sua sfortuna ha a che fare con questi figuri purtroppo superpagati in base al "lavoro" che fanno P.S. CHE FINE HANNO FATTO I NOSTRI MARO' ????????????????????????

Ritratto di kinowa

kinowa

Mar, 06/08/2013 - 20:27

Questa è la prova che la magistratura in Italia non và riformata, ma addirittura rifondata, bisognerebbe applicare una sorta di chemioterapia per aggredire il cancro che si nasconde in essa ed ormai le matastasi sono dilagate ovunque. Guai a chi per sua sfortuna ha a che fare con questi figuri purtroppo superpagati in base al "lavoro" che fanno P.S. CHE FINE HANNO FATTO I NOSTRI MARO' ????????????????????????

Tommaso Berretta

Mar, 06/08/2013 - 20:30

Giudice certamente improvvido e che sicuramente non onora la categoria cui appartiene!!! I cittadini come possono avere fiducia in una Giustizia siffatta? Non sono certamente tra quanti ritengono ad ogni costo il Cav scevro da ogni rasponsabilità; ma tale responsabilità va provata e soprattutto la Giustizia non può sostituirsi alla politica!!! Penso ai vari Penati, a MPS, ai Greganti, sino ad arrivare ai De Benedetti!!!! Povera Italia, sei ridotta peggio di una cloaca! La colpa va attribuita ai governi Berlusconi che non hanno saputo trovare la quadra per introdurre i rinnovamenti che vanno fatti, nel campo della giustizia, della amministrazione della cosa pubblica, nel sistema elettorale, ecc.

Ritratto di Zago

Zago

Mar, 06/08/2013 - 20:30

X ASFALTO. Ci vogliono degli argomenti validi per approfondire certi discorsi. A quanto sembra, tu non ne hai e il tuo username lo dice espressamente. sei sull'asfalto. Ci vogliono idee per controbbatere le ragioni e non le cazzatine che non portano da nessuna parte ma fanno passare solo per incompetenti in materia.

BeppeZak

Mar, 06/08/2013 - 20:30

Non si è assulatamente dimostrato che sapeva. Da dove sono usciti tizio, caio e sempronio che avrebbero informato Berlusconi del reato. Non sono mai uscite fuori queste testimonianze tanto e' vero che il magistrato accusa il giornalista di aver manipolato il suo discorso. Prontamente smentito dallo stesso giornalista che ha le prove documentate. Questo non cambia nulla? Non cambia nulla, mi auguro di no, solo per il CSM sempre organo della magistratura che come al solito sonnecchierà. Cambia eccome perché la sentenza lo ha condannato perché non poteva non sapere, c'è una bella differenza tra questa e l'altra motivazione dichiarata dal magistrato. Luigi piso ogni volta che aprì bocca dici una cazzata. Sei semplicemente un fazioso che non sa' neanche di cosa sta parlando.

filospinato

Mar, 06/08/2013 - 20:35

Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca.Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca.Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca.Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca.Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca.Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca.Il Mattino ha l'oro in bocca. Il Mattino ha l'oro in bocca. Ha Ha Ha

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 06/08/2013 - 20:36

praticamente qui beatificano il condannato e crocefiggono il giudice che non ha accettato mazzette come mietta.

CosaStiamoAspettando

Mar, 06/08/2013 - 20:39

Lo stato italiano è terrone e comunista. La crisi pianificata e pilotata dal nemico tedesco forse lo spazzerà via, peccato che il repulisti non si tradurrà in un vantaggio perché gli italiani sono dei grandissimi pirla. Ora censurate questo commento.

precisino54

Mar, 06/08/2013 - 20:40

X man87; sono spiacente dover ribadire che quello che voglio affermare è il principio che la sentenza deve prevedere le due parti di cui a lungo ho già detto; la mancanza di una delle due la rende inefficace e quindi come nulla. Con ciò non sto dicendo che la sentenza pronunciata da Esposito sia nulla ma che deve essere PERFEZIONATA con il deposito delle motivazioni, se le stesse non saranno depositate ecco il problema: che sentenza è quella in cui non si conosce il processo logico normativo che ha portato a deliberare? E nella fattispecie a respingere i ricorsi presentati dalla difesa? avevo a tal proposito fatto l'esempio dei mafiosi usciti dal carcere per scadenza della custodia preventiva, pur essendo stati condannati all'ergastolo, ma senza deposito delle motivazioni i suddetti galantuomini sono andati in libertà vista la dimenticanza del giudice nel depositare le motivazioni. Non sto neanche dicendo che le dichiarazioni intervista rendano nulla la sentenza, ma certamente danno un quadro della situazione per lo meno strano, ricordiamoci sempre del dover di imparzialità alla base della funzione del giudice ma anche del dovere di mostrarsi imparziale. Credo che possa convenire con me che un errore vada cassato sempre e questo al di fuori del caso in esame, non a caso la Cassazione svolge una funzione cd "normofilattica", per cui in un qualche modo sarà possibile far rilevare l'errore e magari proporre ricorso ad altra sezione della stessa Corte di Cassazione. Nella vicenda il problema è nella esecuzione della pena, che con queste premesse credo subirà qualche ritardo per le dovute valutazioni. In ogni caso sembra proprio che le dichiarazioni di Esposito contengano pure degli evidenti errori sull'iter processual probatorio riportando qualcosa che non esiste negli atti Per quanto riguarda poi l'opportunità della intervista, credo che bastino a stigmatizzare il fatto le parole del primo presidente di Cassazione: Santacroce e della stessa presidente della commissione giustizia della Camera Ferranti, del Pd, che entrambi definiscono inopportuna. Ogni altra considerazione mi sembra superflua.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 06/08/2013 - 20:40

Uno degli effetti piu' nefasti del berlusconismo e' che ha trasformato qualche milionata di buontemponi in esperti di diritto. Ma andate a cagare imbecilli.

Asfalto

Mar, 06/08/2013 - 20:40

@gian paolo cardelli: le sto dando dell'idiota perché ciò che lei chiama argomentazioni a sostegno alla sua teoria sono i farfugliamenti di una mente danneggiata irreparabilmente. Non glielo dimostro per il semplice motivo che, essendo lei un patetico imbecille, non le comprenderebbe. cordiali saluti

Giangi2

Mar, 06/08/2013 - 20:43

A quanto pare dopo la sentenza Mediaset tutti gli amministratori delegato che in genere sono i primi e spesso gli unici a pagare, che hanno subito una condanna, potranno dire al giudice che il "padrone" sapeva tutto. E magari la scampano. Questa e' una novità nella nostra guurisprudenza. La cosa vecchia invece è' che Berlusconi essendo un superuomo non può non sapere. Gli altri invece possono anche non sapere o non ricordare. Vai Silvio ti hanno riconosciuto di essere un supereroe ma questo e' il prezzo da pagare.

yulbrynner

Mar, 06/08/2013 - 20:45

moortimeer ma non eri in ferie?=

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 06/08/2013 - 20:47

propongo ghedini e coppi supremi giudici a capo di tutta la magistratura interplanetaria.

ilbarzo

Mar, 06/08/2013 - 20:48

Cosa volete che faccia la Cancellieri! credo proprio nulla,in quanto anch'essa e' dalla loro parte.Siamo nelle mani dei comunisti.Credo che si debba smuovere il popolo,altrimenti non si va da nessuna parte.

Luca Zenari

Mar, 06/08/2013 - 20:49

Va be' ed allora? cosa succede? Il Pedo-Puttaniere deve andare in carcere lo stesso.

Asfalto

Mar, 06/08/2013 - 20:51

@Zago: argomenti validi come quelli dei destronzi che cercano di giustificare in maniera vergognosa e demenziale Berlusconi? Ma mi faccia il piacere e torni nelle fogne da dove uscito, lei e la sua genìa.

Asfalto

Mar, 06/08/2013 - 20:54

Mortimermouse, per favore la smetta di scrivere idiozie. E' ridicolo.

man87

Mar, 06/08/2013 - 20:55

Gian paolo cardelli: non vuole proprio investire 2-3 ore del suo tempo per leggere le sentenze?? Lei parla di prove e nemmeno sa cosa siano le prove! Lei dice, quanto alla testimonianza di Tatò, che “questa è un’affermazione di Tato’, non una prova: a norma di legge andrebbe a sua volta provata con riscontri fattuali”: nulla di più risibile!!! Quella di Tatò si chiama PROVA TESTIMONIALE (dunque PROVA PROVA PROVA)…probabilmente confonde le PROVE TESTIMONIALI con la chiamata in correità (rischierebbe la bocciatura all’esame di procedura penale!). Stesso discorso per la Cavanna: PROVA TESTIMONIALE! Ed ancora stesso discorso per la testimonianza (che è sempre PROVA) di Tronconi. Quanto alla mail del contabile della Fox lei ritiene si tratta di un’opinione! Anche qui mi strappa un sorriso: ma quale opinione, questa è una PROVA DOCUMENTALE! Quanto ad Agrama è lui che in una lettera confessa di essere rappresentante di Mediaset: ancora PROVA DOCUMENTALE! Inoltre, NESSUN testimone ha riferito che tra Bernasconi e Berlusconi vi fosse un altro soggetto. Al contrario, numerosi testimoni hanno riferito che B. aveva rapporti diretti con Lorenzano (anch’egli imputato), precisando minuziosamente che i due avevano incontri periodici sulla questione dei diritti tv, mentre altri testi hanno riferito che Agrama e Cuomo si recavano stabilmente da B. sempre per la questione diritti tv (si chiamano sempre PROVE TESTIMONIALI). Sono inoltre accertate documentalmente (PROVE DOCUMENTALI) le seguenti circostanze: B. si avvaleva stabilmente di fiduciari all’estero lautamente remunerati; erano aperti numerosissimi conti correnti all’estero in paradisi fiscali e numerose erano le società costituite in paesi a fiscalità privilegiata presso le quali giungevano periodicamente ingenti somme di denaro; numerosissimi erano i collaboratori aziendali coinvolti e numerosi furono gli accordi illeciti stipulati con soggetti inizialmente estranei alla sfera di influenza di Mediaset. Si tratta di un preciso e pianificato progetto di frode fiscale finalizzato, in definitiva, a beneficiare B. Ritenere che un qualche dirigente Mediaset possa aver da solo organizzato un sistema di questa entità e, soprattutto, che la società Mediaset possa aver subito per decenni delle truffe colossali senza accorgersene è follia allo stato puro (tra l’altro nessuno ha mai denunciato gli amministratori Bernasconi e Lorenzano, a conferma del fatto che il sistema Mediaset era collaudato e noto a tutta la dirigenza). Si svegli Cardelli e, soprattutto, legga le sentenza e la smetta con le chiacchiere da bar!

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Mar, 06/08/2013 - 20:56

ma dovete morire, balordi. andate affanculo voi ed il vostro premier del cazzo. delinqueste era e delinquente sarà sempre, con voi luridi complici. e giustizia sia fatta.

ilbarzo

Mar, 06/08/2013 - 20:57

La masgistratura,anziche' arrestare Berlusconi,dovrebbe mettere in gabbia questo giudice fazioso,dopo di che buttare la chiave,per evitare che altri usino lo stesso suo metodo.

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Mar, 06/08/2013 - 20:57

Alenovelli voi kommunisti fate finta di studiare filosofia ma dovreste applicarvi sulla matematica..solo un'analfabeta dei numeri non capisce che pagare più di 500 Mio di tasse ed evaderne 7 al lordo del rischio reputazionale è un gioca che che non vale il gioco..tutta la vostra misera esistenza fa leva sulle kazzate di Barbapapà&C. che vi fa credere di essere intelligenti e superiori come i nazisti Ariani.ha, ha..almeno impara a contare Baluba.. PS: stai cercando di trovare una tua nuova identità politica e pubblicizzi il tuo nuovo partito..toglierei la parte verde sopra e lascerei quella Rossa dove c'è scritto Mafia..così rendi meglio l'idea

andri75

Mar, 06/08/2013 - 20:57

Signori state veramente perdendo il senso delle cose : mi spiace di vedere due parti che "tifano" per l'uno o per l'altro. Qui che Berlusconi sia colpevole o innocente non c'entra nulla. E' accaduto un fatto gravissimo che non ha precedente nella storia della pur non perfetta Giustizia Italiana. Qui non e' un problema di interpretazione o altro, e' un problema relativo al fatto che ci sono persone, ormai anche all'Alta Corte, che non fatto il proprio lavoro o comunque lo fanno in modo errato e pregidizievole, due cose che non sono proprie di un Giudice. Qui non e' un piu' un problema di riformare una Giustizia che non funziona ma un problema relativo alle persone che compongono il sistema-Giustizia in Italia. Separare le carriere non basta e non risolve il problema alla radice, qui e' necessario azzerare e ripartire da zero : introdurre carriera SOLO per merito, introdurre la responsabilita' civile con collegio formato da non togati e comuni cittadini che al contempo giudici sul pregiudizio e/o competenza territoriale, slegare i PM dalle Procure, non permettere a PM e Giudici di fare nessun tipo di dichiarazione o intervista, pena la radizione a vita, introdurre la giuria popolare, togliere l'azione penale obbligatoria, parificare tutte le procure (oggi ci sono 3 Procure intoccabili e lo sanno anche i muri), rendere fuorilegge i sindacati delle toghe, almeno come sono organizzati oggi, ossia come organi politici (unicum Italiano), rendere obbligatorio il passaggio da almeno una giuria popolare scelta a caso tra cittadini non legati alla politica, azzerare le carriere ripartando su base meritocratica. Probabilmente non sara' sufficiente ma sicuramente sarebbe un inizio. Quello che non capite (e davvero mi dispiace) e' che per condannare una persona (che puo' anche essere colpevole ci mancherebbe) si sta distruggendo definitivamente quel minimo di credibilita' del sistema giudiziario nostrano. All'estero ci sono persone disponibili a investire grandi somme in Italia, soprattutto oggi, ma non lo fanno perche' sanno che l'amministratore delegato di un'azienda puo' essere condannato perche' i suoi dipendenti hanno fatto un errore, perche' l'imprenditore, in alcune grandi Procure viene chiamato "padrone", perche' l'applicazione della Legge varia da un giudice all'altro, perche' se tocchi gli interessi di chi fa parte del sistema ti colpiscono senza possibilita' di replica. L'Italia e' affossata da tre categorie/corporazioni che non permettono a nulla e nessuno di cambiare : sindacati, magistrati e politici. E' arrivata l'ora che gli Italiani si sveglino, mandino a casa tutti, senza nessuna guerra civile, senza nessun metodo violento, semplicemente votando per riformare un sistema troppo vecchio e ingessato per le esigenze moderne.

ilbarzo

Mar, 06/08/2013 - 20:59

Era proprio necessario pubblicare foto cosi vomitevoli.

Ritratto di siro4747

siro4747

Mar, 06/08/2013 - 20:59

caro pisoluigi, in tutta confidenza, perchè non vai a rompere i coglioni, come te, sui tuoi giornali? komunista del ca@@o!!

cast49

Mar, 06/08/2013 - 20:59

Cosean, nelle sentenze precedenti la cassazione aveva giudicato Berlusconi non colpevole e per due volte, ecco perchè Berlusconi confidava nella non condanna, quindi ciò che dici tu non è verità.

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Mar, 06/08/2013 - 21:00

21v3..Lo sapete vero che state difendendo uno che ha evaso 400 milioni di dollari solo dal 93 al 97? (la pena si riferisci a 7mln perchè gli altri sono stati prescritti) Conti all'estero che ha tentato di intestare ai figli? Lo sapete che B. ha più di un miliardo di euro all'estero con questo sistema? Contenti voi.Se lo dici tu che hai fatto da Spallone sarà vero...21v3 Sei un Cabarettista esibisciti alle Feste dell'Unità che magari qualcuni li ti da soddisfazione..al massimo ti mandano a cuocere le salamelle..

Ritratto di siro4747

siro4747

Mar, 06/08/2013 - 21:01

x godot, eh no mio caro i giudici devono parlare solo ed esclusivamente attraverso le sentenze!! capitooo?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di siro4747

siro4747

Mar, 06/08/2013 - 21:05

caro godot, aspetta e spera che scendiamo al 2%! il tuo nick è tutto un programma, Quanto scommetti che alle prossime votazioni FORZA ITALIA raggiungerà il 35%? pirlotto.

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 06/08/2013 - 21:07

mortimermouse la prego continui a scrivere che ci facciamo 4 risate.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/08/2013 - 21:07

ridicoli siete voi, che venite persino in questo giornale per rompere i coglioni, invece di rimanere nel vostro giornale preferito. quello dei drogati: lo strafatto quotidiano!!!!

Sinistra al caviale

Mar, 06/08/2013 - 21:08

alenovelli, i minkioni rossi come te, sono la diretta conseguenza di quella manipolazione della realtà che lava il cervello..teppistello da quattro soldi vai a lavorare..

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Mar, 06/08/2013 - 21:08

Ho appena ascoltato il Video...da brividi..questo è il killler che hanno mandato a giustiziare Silvio..questo non è un giudice questo è un Guappo..non parla manco l'italiano..non riesce a spiaccicare due frasi consecutive dove si capisca qualcosa..Questo manco l'ha fatto il famoso compitino..é come Dipietro non si capisce come ha fatto a diventare magistrato..tra l'altro della Cassazione.. Bene spero che siano in molti ad ascoltare la registrazione..è ora che a questi killer sia tolto il potere di far male al prossimo..E' la prova vivente del perché la giustizia in Italia è allo sfascio..

FabrizioLUM

Mar, 06/08/2013 - 21:10

Tre gradi di giudizio confermano la colpevolezza di Berlusconi e l'ultimo giudice che lo ha condannato ripete ad un giornalista che Berlusconi è colpevole poichè le prove sono inconfutabili. Lo scandalo dov'è? BERLUSCONI E' E SARA' PER SEMPRE UN PREGIUDICATO!!!!!!!!!!!!!!!

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 06/08/2013 - 21:10

naturalmente l'anm (covo di comunisti) ha subito affermato che la sentenza ormai e' stata scritta e non si pou' tornare indietro e quello che e' successo non e' grave...e' accaduto a Berlusconi. R se fosse accaduto a debenedetti, anche lui evasore, cosa sarebbe successo....uno scandalo internazionale, sarebbero intervenuti tutte le teste di cuoio e le teste di c...o della sinistra a rivendicare qualsiasi cosa. e meno male che nei tribunale c'e' scritto "la giustizia e' uguale per tutti" io ho dei seri dubbi, e non solo io...

gabrieleforcella

Mar, 06/08/2013 - 21:11

per alenovelli. meno male che c'è lei che ci illumina con le sue considerazioni, noi poveri buontemponi.

dukestir

Mar, 06/08/2013 - 21:14

Che capre che siete. Gli chiedono: "E' sostenibile dire che non poteva non sapere?" Lui, in sintesi: no, perche' si dice che sa oppure che non sa, non ci sono vie di mezzo. Quindi non posso scrivere "non poteva sapere" se la cosa non e' accertata; qui invece e' accertata. Fine. Al di la' della cattiva idea di farsi scappare un angolino di motivazioni all'interno di un chiaramento di principio, non c'e' nessuno scandalo. Andate a tirar banane con Calderoli va'...

Amedeo Nazzari

Mar, 06/08/2013 - 21:22

pidiellanti non vi riuscira stavolta di rendere nullo cio che DIO ha scritto! evviva il papa engrlaro!

Pagine