Il grimaldello infallibile che mette ko ogni serratura

Un kit da scasso "autocodificante" apre porte e casseforti e clona anche le chiavi più elaborate. È l'arma segreta degli specialisti georgiani supertecnologici

Il sequestro dei grimaldelli bulgari

Entrano, svuotano appartamenti e casseforti e scompaiono nel nulla. Facendo bene attenzione nel riporre al proprio posto la serratura appena fatta saltare. Con che cosa? Si chiama «grimaldello bulgaro», uno strumento sofisticato in mano a pochi esperti, ma «letale» per le nostre porte. I dati confermano: secondo una ricerca Confabitare, i furti in casa nell'ultimo anno sono aumentati del 28%.
I ladri più abili sono i georgiani, fabbri eccezionali come hanno scoperto, dopo due anni di indagini, i carabinieri del comando provinciale Roma, alle prese con una banda in grado di svaligiare case di lusso senza lasciare traccia. «Usano materiali costosissimi, macchinari sofisticati - spiegano i carabinieri - gli unici in grado di produrre il super grimaldello, a un costo di migliaia di euro».
La mappatura dei colpi
Da Milano a Bergamo, da Parma a Firenze, da Ancona a Trapani passando per la capitale: in meno di tre anni sono migliaia i furti in palazzine e ville eseguiti a regola d'arte. Ovvero con l'utilizzo del passepartout ad oggi infallibile.
Secondo una «leggenda» sarebbe stato inventato, appunto, dai servizi segreti bulgari. Gli «spioni» dell'Est lo avrebbero messo a punto per superare le nuove frontiere in fatto di sicurezza domestica: porte blindate e, soprattutto, le famigerate serrature a doppia mappa, da rimettere a posto al termine del «sopralluogo» come se nulla fosse.
I ferri del «mestiere»
Per violare ogni serratura, compreso il «cilindro europeo», basta procurarsi il kit giusto. Un'operazione nemmeno tanto difficile sul mercato tanto da esserci riuscito il responsabile modenese dell'Unione Nazionale Consumatori, Adalberto Biasiotti che ha spiegato alla Gazzetta di Modena: «È un chiavistello per aprire le serrature a doppia mappa, tra le più diffuse in Italia. Il kit è composto da una serie di grimaldelli e chiavi autocodificanti capaci di aprire serrature e casseforti senza lasciare segni di scasso». Secondo polizia e carabinieri in pochi minuti qualsiasi serratura di questo tipo può essere neutralizzata.
«Il proprietario può trovare la sorpresa della casa svaligiata al rientro dal lavoro o dalle vacanze - continua Biasiotti - e ancora peggio, con la serratura richiusa». Molte compagnie di assicurazione, difatti, potrebbero avanzare dubbi se sia realmente avvenuto o simulato, il furto. Il grimaldello bulgaro, una volta inserito all'interno della serratura, assume progressivamente il profilo di dentatura della chiave arrivando infine ad aprire. Volendo, con l'impronta ottenuta sul decodificatore, si possono creare anche i duplicati della chiave originaria.
I casi più recenti
In due distinte operazioni dei carabinieri di Roma Trionfale gli inquirenti hanno messo le mani (nonché le manette) su un'agguerrita organizzazione criminale composta, come detto, da cittadini georgiani. Ben 54 le persone arrestate fra il marzo del 2012 e lo scorso luglio su richiesta del sostituto procuratore Vincenzo Barba. Tutti con compiti precisi all'interno della gang.
Il modus operandi
Sempre lo stesso sistema tanto da permettere ai militari di capire in anticipo le loro mosse e di cogliere i banditi sul fatto. Nell'organigramma anche tre donne, incaricate di far visionare la refurtiva ai ricettatori. Nel gruppo agivano varie «squadre operative», ognuna composta al massimo da quattro soggetti. Di questi, due avevano il compito di individuare, dopo un accurato sopralluogo, l'obiettivo: soprattutto abitazioni con porte dotate di serrature con cilindro di tipo europeo. Successivamente ai primi due il compito di indicare ai complici l'appartamento da colpire attraverso segnali convenzionali, di solito lo zerbino posizionato in un certo modo. In rari casi segni a matita sul muro secondo la tecnica imparata dagli zingari. I due si preoccupavano, poi, di posizionare carta adesiva sugli spioncini delle abitazioni vicine. Infine a questi la funzione di vedetta, ovvero far da «palo» occupando posizioni strategiche (sul portone o in strada).
La tecnica
Agli altri due banditi veniva affidata l'apertura della porta utilizzando il metodo del key bumping, dall'inglese «bump key», chiave limata. Un grimaldello appositamente limato e utilizzato come tensore viene inserito nella serratura seguito da quello decodificatore, la «chiave morbida». Questa ha denti mobili, regolati da una frizione che riesce a rilevare la posizione dei denti della chiave originale. «Con il tensore e la “chiave morbida” utilizzati in sincronia - precisa il responsabile modenese dell'Unc, Adalberto Biasiotti - attraverso colpetti i malviventi procedono al palpeggio grazie al quale la dentatura si adatta alla serratura. La particolarità è quella di aprire la porta senza lasciare segni. In alternativa vengono usate chiavi a bussola per agganciare l'intero cilindro strappandolo dalla serratura».

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 19/11/2013 - 09:03

UN PORTO D'ARMA, UNA BELLA AUTOMATICA O FUCILE GLI ITALIANI SONO DISARMATI ECCO PERCHE' LE CASE VENGONO FACILMENTE DERUBATE, INOLTRE, I LADRI SONO INTOCCABILI DEVONO PRIMA COLPIRVI LORO, PROTETTI DAI GIUDICI CHE COMMINANO PENE LIEVI E AIUTATI DAI POLITICI CHE PROMULGANO AMNISTIE E INDULTI, LE FORZE DELL'ORDINE SI INTERESSANO DI ALTRO QUINDI ITALIANI SIETE SOLI ED INDIFESI E..... LORO LO SANNO.

groverio

Mar, 19/11/2013 - 09:17

il mio abituale fornitore di chiavi e serrature me lo aveva detto da anni che le serrature con chiave a doppia mappa si aprivano come nulla fosse, le ho cambiate con quelle moderne . Amici che noi l'hanno fatto hanno avuto la casa svaligiata anchje in ore diurne, chiudere la stalla quando i buoi sono andati è tardi e credere che certe cose succedanoi solo agli 'altri', è sempre negativo.....

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mar, 19/11/2013 - 09:59

Io ho risolto con un metodo infallibile e letale: mi sono munito di un'assicurazione. Con una spesa annua inferiore al costo della pistola mi sono assicurato contro: incendio, esplosione, scoppio, atti vandalici, eventi atmosferici, danni da acqua condotta, fenomeno elettrico e furto del contenuto.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 19/11/2013 - 10:38

Forse la migliore assicurazione sarebbe quella di mandare a farsi fottere gli accordi di Schengen. Ognuno si tenga i propri farabutti a casa sua.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 19/11/2013 - 10:42

Io sono pericoloso. L'hanno scritto gli zingari con l'uniposca sul muro vicino al citofono.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 19/11/2013 - 10:45

@Dragon_Lord. È pericoloso avere un'arma: la gente per bene, prima di sparare ci pensa un attimo. Il delinquente, magari con svariati omicidi sulla coscienza, se vede che l'altro è armato, non esita e spara per primo... e mira meglio. @hellmanta. Le auguro di non dover mai chiedere alla sua assicurazione un rimborso per furto: sarebbe l'inizio di una guerra (persa).Sekhmet.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 19/11/2013 - 11:14

Sekhmet le armi sono come gli utensili, bisogna adoperarle bene, non si spara a casaccio. Bisogna imparare, come con un trapano o la motosega, ma proprio le persone per bene devono pensare al bene e all'incolumità della loro famiglia. Anche perché non ci sono altri a tutelarti...menchemeno i poveri tutori dell'ordine, che sanno bene che rischi corrono in tribunale, se fanno il loro lavoro....a nostra tutela;-(

smalp77

Mar, 19/11/2013 - 11:36

@HELLMANTA, mi fa piacere sentirla così sicuro, però, visto che una pistola (buona) costa circa 1000 €uri, mi piacerebbe sapere quale assicurazione Le fornisce tutte quelle garanzie e, in particolare, quella sul furto, ovviamente a primo rischio assoluto, per una somma inferiore. Cordialità

FRANCO1

Mar, 19/11/2013 - 11:41

il mestiere di scassinatore è tutelato e va di moda, quindi conviene lasciare la porta aperta e risparmiare su armi, munizioni, assicurazioni,cani,inferriate,allarmi collegati con i vigili ecc., l'importante è tenere il frigo pieno così questi lavoratori possono anche rifocillarsi durante il loro faticoso lavoro, senza stare più in ansia quando si esce di casa.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 19/11/2013 - 12:43

ITALIANI INVECE DI PERDERE TEMPO E SOLDI ALLO STADIO E CONCERTI FATEVI UN BEL CORSO DI TIRO A SEGNO E LOTTA PERSONALE CHE SICURAMENTE VI TORNERA' UTILE IN FUTURO E VI FA BENE AL FISICO. SOPRATTUTTO PER LE DONNE SEMPRE PIU' INDIFESE E MERCIFICATE DALL'ISLAM CHE SI ESPANDE IN ITALIA ED EUROPA.

Zizzigo

Mar, 19/11/2013 - 12:49

Ottima informazione, per chi ancora non l'avesse saputo! Perché non pubblicate anche il sito Internet dove si può acquistare il kit? Ma c'era proprio la necessità di fare questa pubblicità? E dove si trova il manuale *.PDF completo?

paolomed0101

Mar, 19/11/2013 - 12:58

Anch'io ho una assicurazione su tutto, ma questa non ha impedito che mi trovassi degli intrusi in casa di notte, mentre dormivo. E vi assicuro che non è un bel risveglio...

atlante

Mar, 19/11/2013 - 13:18

Sono "notizie" che fanno tanta rabbia. Perchè dimostrano il grado di ignavia e pusillanimità a cui è pervenuta l'Italia, come popolo e come classe politica. Se si fosse trattato di criminali italiani avremmo dovuto rassegnarci. Ma cazzo! si tratta di stranieri, per i quali basterebbe che un Governo degno di questo nome desse rigorose disposizioni, precedute da un'adeguata legislazione, al fine del controllo e della espulsione degli stranieri che non possono dimostrare di avere un reddito ed una fissa dimora. Invece, per colpa di un "buonismo" deficiente e del timore demenziale di essere definiti "razzisti", lasciamo che la criminalità straniera ci venga fin dentro casa a defecare sul letto. La colpa? Più che di questi criminali immigrati e della nostra classe politica di incapaci bisogna darla, nel complesso, ad un popolo (quello italiano) che si è istupidito e rammollito oltre ogni limite della decenza. Se non tiriamo fuori le palle saremo in balìa sempre più di una delinquenza straniera che ha capito che in Italia vige un sistema di sostanziale impunità. Ergo, hanno capito che siamo un popolo di FESSI. Si tratta di una delle tante deleterie conseguenze dell'avere in Italia tanti "sinistroidi" ottusi e settari, che mentre si infervorano di odio contro Berlusconi e la Santanchè, rimangono indifferenti, per puro pregiudizio ideologico, all'ingresso ed alla permanenza in Italia della peggiore feccia criminale immigrata clandestinamente.

lamwolf

Mar, 19/11/2013 - 14:17

Tutti questi zozzi maledetti delinquenti che importiamo specie dai paesi dell'est europeo sono la piaga del nostro paese. Protetti dai partiti di sinistra e della magistratura garantista con il criminale e vessatoria contro chi il reato lo subisce. Siamo stufi di non poter essere padroni di vivere una vita tranquilla tra le mura di casa. Di poter fare una passeggiata serale o di potersi allontanare un giorno senza trovare la casa svaligiata. Che domani qualcuno si svegli e ridia certezze e serenità agli italiani. E che questo lerciume sia bandito con ogni mezzo, maledetto il giorno che il muro di Berlino sia stato demolito e aver ridato potenza alla Germania con l'unificazione.

liibalaaba

Mar, 19/11/2013 - 14:39

No,bisogna armarsi! Ma sul serio! Questa è gente che non ha nulla da perdere!E' inutile passare ore in palestra a praticare varie arti marziali,quando poi ti tocca affrontare delinquenti armati di pistola e fucili a pompa(o peggio mitra AK47). Dobbiamo organizzarci e magari fare ronde,anche notturne:Solo così,quando gli avremo fatto capire che facciamo sul serio e che possono farsi male davvero,forse li vedremo imbarcarsi di nuovo per i patri lidi.

Alfin

Mar, 19/11/2013 - 16:24

E' stato brevettato di recente un nuovo dispositivo contro l'intrusione (cosiddetto "cannocchiale") che si rifà al vecchio ferro dietro la porta ma con la possibilità di chiudere il ferro stesso da fuori: UNA RIVOLUZIONE per le case, i garages, gli uffici, i negozi, ecc. che lascerà tutti questi delinquenti senza...lavoro e noi tutti finalmente...... tranquilli. Questo "cannocchiale" è in fase di produzione in Toscana e presto sarà disponibile.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mar, 19/11/2013 - 16:39

Avevano tirato su il muro di Berlino e la cortina di ferro, il piu' gran favore che potessero farci, noi abbiamo voluto per forza buttarlo giu' in nome della Libertà. Bella idea. Si stava cosi' bene prima del 1989... Ma qualcuno si ricorda ancora di come vivevamo allora? Io raramente per strada vedevo uno straniero o sentivo parlare in una lingua diversa dall'italiano, gli slavi non sapevo chi fossero, i senegalesi neanche, i cinesi neppure, l'islam era una oscura religione che praticavano negli emirati della lontana Arabia, le uniche guerre di cui si sentiva parlare erano Vietnam, Afghanistan e Nicaragua, non esistevano le 'missioni di pace'... Con tutto il rispetto per tutti i popoli della Terra, devo ancora capire a che pro mescolare culture diverse.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mar, 19/11/2013 - 16:42

A cosa serve armarsi??? Quelle 2/3 volte che ho subito tentati furti (dell'auto) e scippi mi sono sempre difeso (e ho sempre fatto pentire amaramente i malcapitati... Ad esempio conservo ancora una ciocca di capelli strappati ad una slava che ha tentato ti sfilarmi il portafoglio). La mia paura è che avendo una vita molto attiva ed essendo fuori casa praticamente 15 ore al giorno i ladri vengano a trovarmi mentre non ci sono. E lì nemmeno un bazooka ti aiuta.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 19/11/2013 - 17:34

Sante parole nowhere71, si stava meglio quando ci dicevano che si stava peggio. Tutto questo comunque è il frutto dei governi più infami e luridi che si potessero scegliere, e purtroppo un branco di idioti li ha votati. Adesso sono cazzi per tutti. Comunque sulla questione della pistola resto dell'idea che è meglio un cattivo processo ( garantito in Italia) che un buon funerale.

giampik

Mar, 19/11/2013 - 20:33

FINALMENTE!!!!E poi dicono che l'arrivo dei ns. FRATELLI EXTRA e anche Comunitari non migliora l'Italia (anche tecnologicamente!). Questi"strumenti" faranno pure giustizia sociale nel ns Paese (pardon, paese, con la p minuscola), togliendo a chi ha troppo (e chissenefrega se se l'è guadagnato!) e dando a chi ha poco!!!! W l'Italia!! W Napoletano! W Alf - àno!

mariolino50

Mar, 19/11/2013 - 20:37

Io ho le armi, ma sono ben chiuse a chiave, non faresti mai in tempo a prenderle, a meno di non tenere la pistola sempre in mano, e non è detto che fai in tempo, ma quella si chiama rapina, quelli di cui parla l'articolo vanno quando non cè nessuno, ed allora puoi avere anche il mitra, i campi minati non si possono mettere, non cè soluzione, l'unica è prenderli e metterli dentro, ma quello lo dovrebbe fare la polizia.

giolio

Mar, 19/11/2013 - 20:48

io la penso in questo modo la mafia a messo capitali immensi per far passare queste leggi ché proteggono assassini scassinatori e tutti i farabutti possibili e credo ché ancora non e finita se il popolo non si sveglia {e non solo in Italia }si arriverá al punto che i soldi bisognerá consegnarceli giá quando ci faranno un segno con il dito E POI CI SONO ANCHE PERSONE RELIGIOSE CHÊ DICONO CHE LORO NON ANNO COLPE