I poliziotti ora dicono basta: siamo stufi di prenderle

Dopo gli scontri con gli antagonisti a Roma, il Sap chiede ai magistrati di andare in piazza con loro

Roma - Magistrati a fianco dei poliziotti per legge nel corso delle manifestazioni a rischio, in modo da procedere immediatamente la convalida degli arresti. È la proposta del Sap, un sindacato di polizia, dopo il sabato di follia dei «blu bloc» nella capitale. «A Roma - denuncia Gianni Tonelli, presidente del Sap - si è consumata l'ennesima mattanza e le forze di polizia hanno pagato un nuovo, pesante tributo con molti feriti. Ormai nelle nostra piazze e negli stadi vi sono soggetti che in maniera sistematica commettono attività eversiva e violenze». Persone che, come ricorda Tonelli, «fanno della guerriglia una professione». E si avvalgono dell'impunità garantita di fatto dalla lentezza della giustizia, visto che spesso i processi a loro carico finiscono in prescrizione. Da qui l'idea di uno strumento ad hoc. «Al governo - dice Tonelli - chiediamo un disegno di legge per cambiare finalmente le regole in materia di ordine pubblico e durante le manifestazioni, prevedendo la presenza obbligatoria di un magistrato al fianco delle forze di polizia per giudicare subito i fatti che costituiscono reato. Solo così potremmo davvero garantire la certezza della pena e svolgere al meglio il nostro compito per la sicurezza dei cittadini». La presenza dei magistrati a fianco delle forze dell'ordine durante gli scontri non servirebbe, secondo il sindacato di polizia, solo a dare maggiori garanzie ai poliziotti, ma offrirebbe un vantaggio per i cittadini, che saprebbero di poter contare su soggetti terzi e garanti sulla scena di eventi in cui democrazia e libertà sono sempre in bilico.

L'idea del Sap non è campata per aria ma si ispira a quanto avviene da qualche tempo in Val di Susa, dove i due pubblici ministeri in prima linea contro le violenze dei No Tav, Antonio Rinaudo e Andrea Padalino, spesso affiancano fisicamente i poliziotti in occasione delle manifestazioni a più alta tensione. «Stanno con gli agenti dietro le reti - spiega Tonelli - e quando vedono un manifestante compiere qualche reato ne convalidano subito l'arresto, in modo che venga processato per direttissima. Altrimenti la denuncia a piede libero prelude spesso a un nulla di fatto, dati i tempi biblici della giustizia». Nel caso della Val di Susa si tratta semplicemente della buona volontà di due magistrati coraggiosi, che peraltro pagano un conto pesante a questo modo di intendere in prima linea il proprio mestiere: qualche giorno fa l'autista di Rinaudo è stato aggredito e malmenato da tre personaggi coperti dai cappucci (il coraggio, si sa, non appartiene a tutti) sotto casa, in pieno centro a Torino. «Servo dei servi dei servi», avrebbero gridato i vigliacchi aggressori al malcapitato, dando quindi una chiara matrice politica a un gesto altrimenti inspiegabile. Naturalmente che i picchiatori dell'autista provengano dalla galassia antagonista è al momento solo un'ipotesi investigativa, ma accreditata dalle prime indagini e soprattutto dal buon senso. E anche dalla frase pronunciata ieri a Radio Black Out che suona quasi come una rivendicazione: «Caro ex carabiniere, se si frequentano certe persone quelli sono i rischi che si corrono». Anche Padalino in passato è stato oggetto di minacce e intimidazioni.

Sabato a Roma ci sono stati cinque arresti: tra essi ci sarebbero personaggi già noti alle forze dell'ordine per «precedenti reati di piazza», mentre altri sono descritti come più lontani dalle «strutture di movimento». Si attende la data dell'interrogatorio di garanzia o del processo per direttissima. Il gruppo di manifestanti che ha trascorso la domenica a Porta Pia, in un accampamento che ricorda quello dell'«Occupy Porta Pia» dell'ottobre scorso e che ieri ha inscenato un'assemblea pubblica per stabilire gli strumenti con cui proseguire la protesta, ha dichiarato che non lascerà la piazza fin quando non avranno notizie degli attivisti fermati. E in agenda sono prossimi altri appuntamenti ad altissimo rischio: a Torino il prossimo 10 maggio è in calendario una maxi manifestazione; e il 22 parte il processo, contro i quattro No Tav arrestati per terrorismo.

Commenti

bret hart

Lun, 14/04/2014 - 08:52

questi signori andrebbero presi a bastonate e mandati a calci nel culo nelle patrie galere in più chiudere i centri sociali dove si annida terrorismo droga eversione più pura ma si sa se in questo paese 6 un comunista puoi fare quello che vuoi vergognaaaaaaaaaaaaaaa

angelovf

Lun, 14/04/2014 - 08:56

Se leggete i miei commenti troverete che già molto tempo fa scrissi che nelle manifestazioni di piazza deve esserci un giudice di turno, in modo che, ciò che lui descrive della manifestazione viene subito presa per buona dalla magistratura inquirente e non sempre messo in dubbio, perché i manifestanti gli ricordano la loro gioventù e l'appartenenza a centri sociali, se poi gli rompono il c....o, capiranno bene che qualcosa debba farsi a favore dei lavoratori della polizia. Prima di tutto ci vogliono le pene certe a chi danneggia ciò che non suo, e che non ha comprato di tasca sua, sono solo dei magnoni a sbafo dei genitori, poi non ho capito chi mantiene queste persone che vivono al di fuori della società normale.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 14/04/2014 - 08:58

Cominciassero a ridarle .Sono tenuti a far rispettare l ordine , e con i violenti l´´ unico rimedio e la forza.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 14/04/2014 - 09:00

Sarebbe veramente il momento di avere tolleranza zero con questa gente. Invece la tolleranza zero è contro ch promuove l'idea "Veneto indipendente" : Un carro agricolo diventa carro armato argomentazione fumettistica che purtroppo arriva dai vertice del Paese. Invece per I ribelli di Roma ,tolleranza , 6 arresti su duecento devastatori senza una parola dai vertici. Ma perchè il Veneto dovrebbe rimanere Italiano ?

linoalo1

Lun, 14/04/2014 - 09:17

Poliziotti,fate di più!Pretendete,ad ogni costo,di potervi difendere seza poi essere indsgati per eccesso di legittima difesa!Altrimenti,lasciate che siano i vostri detrattori a contrastare queste manifestazioni!Comunque sia,prendetevela con chi ha dato il permesso alla manifestazione!Ossia il Sindaco!Lino.

egi

Lun, 14/04/2014 - 09:29

Come possono fermare i propri figli indottrinati da loro, è impossibile, purtroppo la situazione della magistratura è questa e la barca affonda.

Ritratto di destito francesco

destito francesco

Lun, 14/04/2014 - 09:33

No..adesso non si debbono lamentare..per tanti anni hanno servito i magistrati..invece di arrestare i delinquenti cercavano prove su Mediaset..promettevano immunità per i reati.Sconti di pena o addirittura archiviazioni dietro notizie su Berlusconi...Gli intoccabili non possono scendere in strada..siedono alla destra del Padre.

Cinghiale

Lun, 14/04/2014 - 09:39

Sono ragazzi e studenti che manifestano le loro idee, direbbe qualcuno. Io domando quali idee?

canaletto

Lun, 14/04/2014 - 09:41

hanno perfettamente ragione. loro rischiano la vita e se fanno male a quei bastardi vengono anche condannati mentre quelli continuano a fare quello che vogliono e non fanno un giorno di galera. I Forconi invece per la loro sacrosanta manifestazione sono inquisiti ed anche arrestati. Galera a vita a quei bastardi

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 14/04/2014 - 09:41

A "discutere" con i manifestanti potrebbero essere mandati, per esempio, Boccassini, Ingroia, Di Pietro e compagnia bella. Se non danno retta a loro, a chi volete che diano retta? Vero?

no beluscao

Lun, 14/04/2014 - 09:51

certo , bastonate anche quelli per terra che non fanno niente , veri esponenti dei veccchia destra

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 14/04/2014 - 10:05

Forse non è tutta colpa dei magistrati ma delle leggi che devono applicare.

Caballero65

Lun, 14/04/2014 - 10:19

Stiamo finendo come la Grecia. Ormai ogni manifestazione degenera. Tutta colpa della casta e della mala politica. Solidarieta a quei poveri ragazzi delle forze dell' ordine che per 1200 euro al mese rischiano la pelle in piazza. Proteggono "personaggi" che guadagnano 30 volte tanto, pronti a scaricarli alla prima occasione. Iddio aiuti i ragazzi delle forze dell' ordine a tornare sani e salvi alle loro famiglie. Spero che la casta capisca che la gente è disperata.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 14/04/2014 - 10:38

consiglierei questi poliziotti di prendere come esempio la Germania o meglio ancora i paesi sudamericani quando c' una rivolta prendere esempio dai paesi più civili e meglio organizzati.Capisco anche gli ordini che hanno ma in mezzo a una rivoluzioni i manganelli devono volare facilmente sulle teste di questi terroristi in maggioranza comunisti.Necessita metodo Pinochet.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 14/04/2014 - 10:40

vedo che tutti vi lamentante però nessuno dice che un fascismo sarebbe ideale per troncare questa delinquenza rossa o avete paura anche voi?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 14/04/2014 - 10:40

vedo che tutti vi lamentante però nessuno dice che un fascismo sarebbe ideale per troncare questa delinquenza rossa o avete paura anche voi?

vittoriomazzucato

Lun, 14/04/2014 - 10:43

Sono Luca. Ma abbiamo voglia di scherzare. I magistrati con le Forze dell'Ordine alla manifestazioni. Ma non bastano dopo azioni come quelle di Roma gli arresti per due o al massimo tre attivisti per far capire che non è più il caso di mettere a "ferro e fuoco" interi quartieri di una città. Ora vogliono anche i magistrati e poi...GRAZIE.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 14/04/2014 - 10:59

questo dimostra che i magistrati fanno le bella vita mentre i poliziotti se le prendono e quando manganellano, rischiano anche il carcere. ma i magistrati che scuola hanno fatto? quella di topolinia? o di paperopoli? e cosa hanno studiato? tutto tranne che le leggi.... ennesima constatazione dell'incapacità della magistratura!

Holmert

Lun, 14/04/2014 - 11:08

I poliziotti non saranno mai ascoltati. O si consegnano tutti nelle caserme, quando vengono comandati a far fronte alle sommosse, con le altre forze dell'ordine, o i politici continueranno a fare orecchie da mercante. Carlo Giuliani, un tossicodipendente che stava scagliando un estintore contro dei carabinieri imprigionati in un defender, venne freddato da un colpo di pistola da uno di questi che non voleva ricevere sula testa l'estintore. Apriti cielo. Giuliani fu fatto martire della resistenza dai soliti comunisti, che ne presero le difese. Gli fu dedicata alla memoria un'aula del parlamento, gli furono intitolate piazze e vie. La madre fu eletta parlamentare . Cari poliziotti, da tanto tempo i compagni comunisti remano contro le forze dell'ordine. Sin dai tempi del vecchio PCI la polizia fu descritta come assassina e si parlò di disarmo. Nemmeno un manganello volevano che si portasse. Quando le BR ammazzavano carabinieri e poliziotti, per dotare le pattuglie del mitra ce ne volle. Quando con atto intrepido i corpi speciali della polizia, liberarono il generale americano Dozier rapito dalle BR, più di uno della polizia ,venne accusato di violenza ed incarcerato dai magistrati. Viste le premesse chi potrebbe ascoltarvi? Se vi capita di andare ad una manifestazione dei casa Pound, allora date mazzate a più non posso, sicuramente essendo quelli di destra, nessuno avrà da ridire. Andate là a sfogarvi, ne avete facoltà con tanto di carta bianca. C'est l'Italie.

mikybr

Lun, 14/04/2014 - 11:09

Ma la domanda è: perché se si sa che queste manifestazioni degenereranno si continuano ad autorizzare? Chi le autorizza può cortesemente andare a fare servizio pubblico assieme agli agenti che rischiano ogni volta la pelle? Caro sindaco ricordi il casino che hai fatto per non aver autorizzato il sit-in pacifico del PDL? Ah già quelli erano pericolosi, mica come questi simpaticoni di sabato scorso....

rigadritto

Lun, 14/04/2014 - 11:26

Piena solidarietà ai poliziotti in prima linea. La proposta di avere a fianco i magistrati non è stupida. Si puo protestare e manifestare ma mai in modo violento pero' certe persone non lo capiranno mai. Pero' una cosa mi permetto a dire ai poliziotti: da cittadino di questo Paese io ho sempre l'impressione che la nostra Polizia è dura coi deboli e debole coi veri cattivi. Mi spiego: non voglio citare tristi episodi del passato, troppo facile: ma á queste manifestazioni spesso picchiano persone che manifestano pacificamente. Poi invece al contrario nella vita di tutti i giorni non mi sento protetto dalla Polizia quando vedo i delinquenti che fanno bello e il cattivo tempo in modo arrogante. Quando si assiste a episodi di delinquenza vera, violentatori, rapinatori e cetera perchè la polizia non li massacra di botte quando li prende? Nessuno si lamenterebbe quella è feccia. È stato facile picchiare quella gente che dormiva in una scuola (ecco, scusatemi l'ho citato a quell'episodio...). Ma quei rumeni che violentarono quella ragazza nel 2008 credo? Se volete trovo il fatto... io me lo ricordo O altri 1000 che non dico? Ma vengono sempre trattati coi guanti e cosi' si diffonde l'idea che l'Italia è un paradiso per criminali.

sordo

Lun, 14/04/2014 - 11:28

Devo ricordarvi che siamo in Italia? Se i poliziotti sono stufi di prenderle alla prossima manifestazione si mettano seduti a guardare le devastazioni.(perchè altri metodi non sono che palliativi) In un paese civile l ordine pubblico si fà con gli idranti(acqua sparata ad alta pressione) , se non bastano con munizioni di gomma(pallottole di gomma) , non si mandano allo sbaraglio le forze dell ordine. Il problema non è portare sulla scena un magistrato( gli si possono rovinare le unghie smaltate di rosso) ma applicare le leggi che già ci sono.A partire dal sindaco , che pur sapendo come sarebbe andata a finire ha autorizzato(per pavidità) la manifestazione. Le leggi ci sono , mancano come al solito i magistrati che le applicano.Consiglio alle forze dell ordine di darsi malati alla prossima manifestazione , alla fine nessuno si accorgerà che mancano.

AndreaT50

Lun, 14/04/2014 - 11:33

Basta girare un po' per l'Europa per rendersi conto che solo da noi i poliziotti vengono menati e se rispondono, vivaddio casca il mondo. Ho assistito personalmente in Spagna e Germania come agisce la polizia, se gli tiri una pallina di carta ti menano e ti sbattono dentro e ci resti!!!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 14/04/2014 - 11:42

Queste cose succedono solo in Italia. Prendete ad esempio la Cina. I dimostranti non si permettono di sfasciare e mettere a fuoco una città: La polizia spara.

gneo58

Lun, 14/04/2014 - 11:49

io, al posto dei poliziotti e carabinieri manderei in strada per un annetto tutti i giudici ed affini (logicamente per 1200 euro al mese) a reprimere il crimine, poi voglio vedere quanti ne faranno uscire. Nel frattempo qualcuno di questi ci avra' rimesso le bucce perché e' tutta gente che sa solo dar fiato ai polmoni per parlare a vanvera e scarabocchiare un foglio per far rimettere in liberta' gente che meriterebbe solo una palla al piede per tutta la vita).

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 14/04/2014 - 11:58

Sono anni che mi chiedo: QUANDO SI SVEGLIA LA POLIZZIA??? SPERIAMO CHE MANTENGANO LE LORO PAROLE!!! ALLORA SI VEDRÀ LA VERA FACCIA DELLA POLITICA E DELLA MAGISTRATURA.

Libertà75

Lun, 14/04/2014 - 11:59

In Italia basta progettare una nuova opera che subito accorrono protestatori... A volte protestano pure per cose che non sanno.

gneo58

Lun, 14/04/2014 - 12:00

per NO BERLUSCAO - vedo che l'unico neurone che le e' rimasto si sta ammalando........ ma forse lei e' uno di quelli a cui piace andare in giro a sfasciare tutto - c'e' modo e modo di manifestare, quello pacifico va benissimo sempre l'altro no - per me possono suonali all'infinito

maurizio50

Lun, 14/04/2014 - 12:04

A forza di chiudere tutti e due gli occhi sulle (!)bravate delle canaglie che albergano nelle decine e decine di movimenti della sinistra, i signori giudici hanno di fatto affermato l'impunità garantita per tutti i delinquenti che devastano le nostre città sotto la protezione delle bandiere rosse. La polizia ed i Carabinieri hanno paura a muoversi perchè, nel momento in cui reagiscano in modo adeguato, subito si scatenerebbero contro di loro processi sommari orditi dai soliti noti orchestrati da Repubblica, con conseguenti incriminazioni non a carico dei delinquenti devastatori, bensì a carico delle Forze dell'Ordine. Credo che la questione non sia tanto quella di mandare dei giudici di turno alle manifestazioni dei criminali rossi, quanto quella di pretendere che i giudici applichino le leggi già esistenti, non consentendo loro le abituali libere interpretazioni che, di fatto, legittimano i facinorosi a devastare le città, sicuri dell'impunità garantita.!!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 14/04/2014 - 12:06

Anche i politici dovrebbero andarci.

Noidi

Lun, 14/04/2014 - 12:22

@AndreaT50: Con la piccola differenza che in Germania se un poliziotto usa la forza in maniera non consona passa dei guai, e non pochi. Infatti tutti i poliziotti tedeschi in tenuta anti-sommossa sono riconoscibili dal numero d'identificazione sul casco. In Germania chi oppone resistenza al pubblico ufficiale se la passa male, ma se il pubblico ufficiale va oltre i suoi compiti se la passa ancora peggio. Quindi diciamola tutta, altrimenti non si dice nulla.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 14/04/2014 - 12:34

giorgio.peire, la faccenda è che in Italia se la polizia menasse come in Cina o in Germania voi direste, caxxo sono dei fascisti e votereste alle prossime elezioni quel partito che mena di meno e che lascia correre, quindi i vostri politici pur di prendere voti lasciano correre la politica ovvero la mano forte, importante pensano che sia meglio prendere dei voti .

makkivi

Lun, 14/04/2014 - 12:35

Che cosa ci si può aspettare da una classe dirigente che ha generato l'8 settembre e che può vantare" un gran parte della magistratura politicizzata? I poliziotti e i carabinieri (i gradi più bassi e più esposti) devono sapere che sono soli e devono tutelarsi per conto proprio.

moshe

Lun, 14/04/2014 - 12:45

I poliziotti HANNO PERFETTAMENTE RAGIONE. Questo governo stalinista, ha sempre dimostrato di difendere i delinquenti a scapito delle persone oneste e di castigare selvaggiamente e vigliaccamente gli onesti che hanno tentato di difendersi dalle angherie dei delinquenti. Abbiamo pluriomocidi e pluri condannati all'ergastolo che vivono tranquillamente liberi e perdipiù mantenuti da noi, abbiamo centri sociali, no tav, antagonisti, disobbedienti, che sono la feccia del paese e vengono protetti dallo stato! E' ora di smetterla, la sinistra va messa off limits e va dichiarata illegale!

ferry1

Lun, 14/04/2014 - 12:50

FINALMENTE è stato chiesto ai Magistrati di condividere con le Forze dell' Ordine i momenti democratici espressi dai manifestanti in modo che possano immediatamente prendere provvedimenti sulla base dei fatti e non dopo anni su teoremi!

Raoul Pontalti

Lun, 14/04/2014 - 13:16

Un magistrato a fianco dei poliziotti per giudicare subito i fatti che costituiscono reato? Si fanno i processi penali per strada? senza difesa? Ma forse si intendeva dire per convalidare subito il fermo, ma a che serve? Hanno 12 ore di tempo i pulotti per informare il PM. Non hanno proprio voglia di lavorare 'sti pelandroni e tirano stipendio pagato dal contribuente. Non sono capaci di fare indagini, di impedire violazioni dell'ordine pubblico, di reprimere i reati conseguenti e nemmeno di identificare i responsabili. Ma perché li dobbiamo pagare...

unosolo

Lun, 14/04/2014 - 13:32

ma come , manteniamo in piedi centri sociali e sappiamo chi li frequenta , nessuno a sorpresa entra ad ispezionarli , e nelle manifestazioni , se presi , non vengono manco incarcerati , i magistrati o i giudici li lasciano liberi anzi fanno causa alla polizia per percosse o maltrattamenti ricevuti , ecco come hanno aiutato la delinquenza , scusandoli ed aiutandoli , ci vuole solo un giudice che almeno usi la mano vera quella che non scusa la mancanza di rispetto della persona che lavorano per il bene di tutta la società , poliziotti carabinieri sono presi di mira come se fossero nemici mentre rischiano la vita ogni momento anche quando sono fuori sevizio , mancanza di rispetto solo per questo andrebbero condannati , usando bombe carta , bilie d'acciaio , picconi ecc, ecc , quelli sono bravi e tutelati mentre il poliziotto ? condannato , non doveva reagire ? che pena.

NON RASSEGNATO

Lun, 14/04/2014 - 14:10

Sperare che la sinistra faciliti l'arresto degli pseudomanifestanti equivale a credere nell'immacolata concezione.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 14/04/2014 - 14:16

Io sono dalla parte di coloro che hanno partecipato alla manifestazione gridando slogan in maniera pacifica e sono dalla parte di coloro che hanno garantito l'ordine pubblico anche usando la forza ma senza mai andare oltre. Io condanno senza mezze misure chi si infiltra nella folla per saccheggiare, rompere, provocare e condanno chi si nasconde dietro una divisa per calpestare impunemente e in maniera gratuita una ragazza riversa a terra. L'atteggiamento schifoso di alcuni non giustifica una risposta altrettanto schifosa di altri.

Giuseppe Borroni

Lun, 14/04/2014 - 14:28

idranti con acqua colorata per innaffiare e dipingere tutti I delinquenti che vanno alle manifestazioni con il casco in testa o la faccia coperta

Ritratto di kinowa

kinowa

Lun, 14/04/2014 - 14:30

L'idea non sarebbe male anche perche è molto facile giudicare dei comportamenti essendo molto ben pagati,stando comodamente a sedere in uffici con aria condizionata e nella massima calma possibile sorseggiando anche un caffe,volendo. Il magistrato di turno dovrebbe stare in piazza coi poliziotti non solo per assumersi la responsabilità dell'O.P.ma anche per evitare abusi e rendersi conto personalmente di come sono andate le cose, subendo anche la stessa paura che hanno i poliziotti da lui spessi giudicati. Perchè questi signori sono stati messi in grado di assumere la responsabilità di indagini di polizia giudiziaria (spesso sbagliando per mancanza di nozioni investigative, cosa che invece hanno i funzionari della P.S. e dei Carabinieri) e non della responsabilità dell'ordine pubblico o almeno facenti parte del coordinamento delle forze dell'ordine assumendo in prima persona l'onere delle decisioni nell'ambito dell'O.P. Capisco perche i poliziotti vogliono in piazza i magistrati perche questi essendo irresponsabili delle loro azioni, di fatto non avrebbero piu problemi.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 14/04/2014 - 14:41

Che strano stato fasullo. Contro questi facinorosi sischierano forze di sicurezza con l'ordine di non disturbare troppo questi delinquenti, altrimenti poi la magistratura colpevolizza le forze dell'ordine. Al contrario sono bravissimi a prendersela con quttro indipendisti veneti. Alfano ma che razza di ministro dell'interno sei?? Quelli che fanno ridere sono molto più seri.

maubol@libero.it

Lun, 14/04/2014 - 14:51

menare gli scalmanati no? E' poco democratico? chi lo dice?

lamwolf

Lun, 14/04/2014 - 14:59

Sempre considerati carne da macello, un uomo delle forze dell'ordine per questa democrazia scalcagnata e per un sistema vergognoso non vale nulla. Mal pagati, nessun diritto e solo doveri e con i politici al comando prima e come adesso Alfano che se ne frega. Il garantismo per chi commette reati, devastazioni, lesioni, ecc... è assicurato da una giustizia lenta, macchinosa e garantista all'eccesso per il delinquente ma in questo modo penalizza l'onesto, il lavoratore il cittadino indifeso e quindi l'operatore di polizia. Con questa gente in Parlamento e al Governo sarete sempre carne da macello.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 14/04/2014 - 15:13

Sono ormai DECENNI che tutte le FORZE DELL'ORDINE vengono impunemente bistrattate selvaggiamente da giovani che si divertono a fare la Guerra. Giovani nati sotto la stella del permessivismo, della disubbidienza, della bistecca e della banana. Da soli non valgono NULLA ma in gruppo diventano feroci e spietati. Tutto ciò deve finire assolutamente e colui che danneggia anche una sola piantina del verde pubblico (Non dico di altro ben più grave) dovrebbe essere subito arrestato senza pietosismi o comprensioni politiche. Dipende Si dai genitori MA SOPRATTUTTO DAI POLITICI ISTIGATORI che parimenti andrebbero subito arrestati. Vogliamo vedere le Forze dell' Urdine malmenate e sempre perdenti ? Allora non rimarrebbe che invitare queste Forze dell' Ordine ad associarsi ai dimostranti per arrivare ai palazzi di Potere per mettere la parola FINE a queste VERGOGNE.

Libertà75

Lun, 14/04/2014 - 15:19

basterebbe dare 10 anni di carcere a chi manifesta mascherato e 20 a chi oltre la maschera ha pure nelle mani mezzi utili ad offendere (bastoni, spranghe, estintori, cartelli stradali, bombe carta, ecc...)

nonnoaldo

Lun, 14/04/2014 - 15:59

Raul Pontalti, sia più chiaro, a chi si riferisce dopo la sigla PM?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 14/04/2014 - 18:41

menare gli scalmanati no? E' poco democratico? chi lo dice? Dico che menarli è un dovere per il bene dei cittadini e della nazione , daltronde le pagate voi per questo le forze d'ordine.