L'amnistia? E' tabù Se salva il Cavaliere

La sinistra la odia da quando potrebbe essere utile a Silvio Berlusco­ni

La sinistra odia l’amnistia anche solo come ipotesi. Da quando? Da quando non le serve più e potrebbe inve­ce essere utile a Silvio Berlusco­ni per liberarsi dalle grane giu­diziarie, inclusa l’imminente galera o roba simile: arresti do­miciliari e affidamento ai servi­zi sociali. L’ostilità dei compa­gni all’­azzeramento di certi rea­ti non è una questione di princi­pio.Figurarsi. Se c’è qualcuno che in passato ha abusato dei colpi di spugna, questi sono proprio loro, comunisti ed ere­di. Nel 1989, con la fattiva com­plicità dei democristiani di sini­stra, essi si adoperarono con grande vigore per approvare una sanatoria che nel giro di cin­que minuti cancellò­tutte le por­cherie commesse dalla nomen­clatura rossa: una serie di reati concernenti le organizzazioni legate al Pci e alle cooperative, per non parlare dei rubli piovu­ti su Botteghe Oscure dall’Urss.
La storia, si sa, viene  spesso accantonata, spe­cialmente se fa comodo, ma ri­mane scritta. Invito a rileggerse­la tutti coloro che oggi si scanda­lizzano anche solo all’udire la parola «amnistia». Basta che pi­gino un tasto su Internet. Sco­priranno che, non paghi della festa del perdono del 1989, i compagni ne organizzarono una seconda nel 1991, buona per depennare altri atti crimina­li sfuggiti alla misericordia del legislatore due anni prima. So­no fatti arcinoti a chi, alcuni lu­stri orsono, si occupava di poli­tica, tranne che al mio amico Gad Lerner,il quale ieri sulla Re­pu­bblica si è lanciato in un’inte­merata contro coloro che osa­no pensare alla suddetta amni­stia come a una soluzione accet­tabile dei problemi­gravissimi - delle patrie galere, la cui popo­lazione vive peggio che nei «de­mocratici » gulag tanto amati dai tifosi della dittatura del pro­letariato.

La proposta di essere clemen­ti, ora, verso i detenuti pigiati nelle celle come sardine in spre­gio ai più elementari diritti umani, è stata avanzata da Mar­co Pannella e ha trovato l’ap­poggio del ministro della Giusti­zia, Anna Maria Cancellieri, gente al di sopra di ogni sospet­to. Ciò nonostante, fa ribrezzo non solo a Lerner, amico di quel Romano Prodi che del­l’­amnistia beneficiò per azzera­re qualche peccatuccio, ma an­ch­e alla massa di sedicenti pro­gressisti ormai asserviti al giu­stizialismo più vieto, e dimenti­chi perfino dell’operazione di Palmiro Togliatti tesa a oblitera­re condanne d’ogni specie emesse per punire delitti perpe­trati in «zona» fascista.
Per quale motivo i compa­gnucci osteggiano l’iniziativa meritoria del leader radicale e dell’ex prefetto cooptata nel go­verno? Sentite il loro ragiona­mento. È vero che i carcerati su­biscono torture criminali nelle prigioni di Stato, talché esso stesso si macchia quotidiana­mente di intollerabili infamità, tuttavia un’amnistia,sacrosan­ta onde ripristinare la legalità dietro le sbarre, non è praticabi­le in quanto finirebbe per favori­re il Cavaliere.
Effettivamente un provvedi­mento del genere, che interes­sa almeno 30mila carcerati e che solleverebbe la magistratu­ra dall’obbligo di celebrare un milioncino di processi arretra­ti, mettendola quindi in condi­zione di lavorare su imputati di maggiore pericolosità sociale, agevolerebbe anche Berlusco­ni. Non sia mai. Piuttosto che da­re una mano, indirettamente, a costui, è preferibile per gli ex pci sacrificare tutti gli altri disgra­ziati e lasciarli marcire in topaie impropriamente definite stabi­limenti di pena.
Capito, i progressisti illumi­nati? Pur di evitare il rischio che l’ex premier rimanga a piede li­bero, bloccano una legge essen­ziale per ridare dignità umana a 30mila detenuti trattati colpe­volmente dallo Stato quali polli d’allevamento. Altro che legge ad personam. Questo è mene­freghismo contra personas, mi­gliaia e migliaia, che pagano sul­la loro pelle l’infingardaggine di politici dalla coscienza dor­miente. Ciò dimostra che la sini­stra non dà peso agli affanni di chi patisce in cella sofferenze supplementari rispetto a quelle previste dal codice; le preme sol­tanto che Berlusconi sparisca dalla circolazione. Come e con quali conseguenze per il siste­ma carcerario più sgangherato del mondo, non le importa. 

Commenti

Ivano66

Dom, 25/08/2013 - 18:36

Berlusconi nemmeno accetta la sentenza: come si fa a parlare di grazia? Che si dimetta, vada ai domiciliari o a cambiare pannoloni ai vecchi e poi ne parliamo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/08/2013 - 18:42

per il partito dei delinquenti (ossia PD) invec ci vorrebbe il 41 BIS!! delinquenti mafiosi criminali!!

carpa1

Dom, 25/08/2013 - 18:59

E' tutto vero caro Feltri. Del resto che cosa può fregare a loro di questi tra cui, probabilmente per la maggior parte, hanno perso diritto di voto o sono stranieri? Quanti voti possono portare al loro mulino? Meglio soprassedere ed evitare di ritrovarsi ancora davanti, in futuro, un Berlusconi. Ma non fanno i conti che, Berlusconi o no, il popolo di centrodestra non permetterà mai che si approprino del potere sfasciando ancora quel poco che è rimasto del "bel paese".

simone_ve

Dom, 25/08/2013 - 19:07

1989 ...quale? la stessa di cui ha usufruito Berlusconi (processo P2) .

cicero08

Dom, 25/08/2013 - 19:10

Francamente pensavo che per un giornalista di tale collaudata professionalità e bravura potesse avere un senso lo sprezzo fino a ieri mostrato da tutto il PDL e dalla Lega quando il provvedimento di clemenza era richiesto da Marco Pannella che per sensibilizzare il resto della politica ha messo jn pericolo la propria vita. Cosa sarebbe cambiato oggi?

Lawrence Law

Dom, 25/08/2013 - 19:18

Ok Vittorio occorre insistere e divulgare questo principio ! L'Amnistia e' la SOLA via d'uscita x TUTTI i problemi socio/economici Italiani , xche' ha ragione M Ainis (anche Lui CdS !!) dopo la modifica introdotto durante Tangentopoli in cui occorre la maggioranza qualificata x l'approvazione , la Politica si e' consegnata totalmente nelle mani della Magistratura , che ha , con l'ausilio della Sn , condizionato l'intero ventennio Belusconiano , impedendoGli ogni modifica alla Giustizia ! L'unico lucido in tutto questo e' sempre stato solo Pannella , ecco perche' Gli auguro di vincere questa battaglia , spero con l'appoggio di TUTTA la Ds..!! Altrimenti occorrera' far intervenire CONTINUAMENTE la EU , tramite i Suoi Trib contro l'uso distorto e inumano della Giustiazia e delle carceri in Italia ! Io crerei una Associazione che possa fare il legal aid x aiutare chiunque voglia far causa alla malagiustizia Italiana presso i Trib Internazionali ! Perche' questa situazione e' divenuta insostenibile x chiunque rispetti i diritti umani...!! Forza Marco , Forza Silvio , Forza Italia , W Vittorio

killkoms

Dom, 25/08/2013 - 19:31

l'amnistia se salva il cavaliere è oscena!detto da quelli che la volevano per i terroristi degli anni di piombo!

Guido_

Dom, 25/08/2013 - 19:45

Caro Feltri, la storia di una magistratura così organizzata politicamente è una frottola, perchè gli stessi che hanno indagato Berlusconi si sono adoperati per inquisire Penati, Del Turco o altri esponenti della sinistra. Riguardo Tangentopoli invece non fu solo il PCI a salvarsi ma tutti gli schieramenti politici, non è infatti un caso che quasi tutti i dirigenti ed indagati dell'epoca hanno continuato a stare comodamente in parlamento come se niente fosse. E non si può dire che non sapessero cosa succedeva all'interno dei loro partiti... A Milano poi non ci sono state condanne ad esponenti del PCI per il semplice motivo che lì il PCI non ha mai governato, quindi aveva più difficile accesso ai finanziamenti illegali (io a differenza vostra preferisco chiamarle tangenti) in quella regione. Come sempre lei ci intrattiene con graziosi discorsi... campati in aria! Cordiali saluti

LAMBRO

Dom, 25/08/2013 - 19:47

TUTTI DEBBONO RISPETTARE LA LEGGE!!! MENO LORO e I LORO ACCOLITI!! LA LEGITTIMA SUSPICIONE è UNA LEGGE DEL CODICE MA NON VALE PER BERLUSCONI...NEANCHE QUANDO CI SONO LE PROVE PIU' ECLATANTI !!! LE PERQUISIZIONI E LE INTERCETTAZIONI SONO CONSENTITE PER LEGGE IN FASE ISTRUTTORIA ...MA PER MUSSARI SONO VIETATE !!! LA SOLITA DEMAGOGICA IPOCRISIA CON LA QUALE CERCATE DI PRENDERE IN GIRO TUTTI GLI ITALIANI CHE....NON SONO SCEMI E VI PUNIRANNO!!!

LAMBRO

Dom, 25/08/2013 - 20:00

CERTO CHE NON VOGLIONO LA SOLUZIONE!!! L'HA DETTO D'ALEMA CHE CONSIDERA LETTA UN GOVERNO DI TRANSIZIONE IN ATTESA DI RENZI!!!! UN GOVERNO CHE FARANNO CADERE QUANDO FARA' LORO COMODO!!!! ALLORA A COSA SERVE ?? A INGABBIARE BERLUSCONI e PUGNALARLO ALLE SPALLE!!! COSI' SE NON SONO CONTENTI DELLE PUGNALATE LORO FARANNO CADERE IL GOVERNO!!! NON HANNO PENSATO CHE SOSTENERE LE ANGHERIE PREMEDITATE ,mascherate da sentenza, emesse da un figuro BUGIARDO,INQUISITO,VENALE ecc... LI RENDE COMPLICI !!!! DI DITTATURE NE ABBIAMO AVUTA UNA ...BASTA E AVANZA!!!RIBELLIAMOCI!!!

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Dom, 25/08/2013 - 20:12

L'amnistia è una boiata, da qualunque pulpito provenga. Darei subito il mio voto a qualsiasi partito proponesse in campagna elettorale la costruzione di nuovi penitenziari. Se i soldi per le nuove carceri non ci sono, ripristiniamo la pena di morte e svuotiamo le malridotte celle che ci ritroviamo SENZA NESSUN INDULTO.

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 25/08/2013 - 20:12

scassa domenica 25 agosto Cucù ,c'è nessuno ? A nessuno interessa riportare di attualità le prodezze di coloro che si sono autorifatto una verginità per poi sbandierarla ad uso e abuso dei fessi che credono a tutto ciò che vomita quella cloaca di Repubblica di quel l'altro bandito di dEBENEDETTI ? Due volte l'amnistia per ripulirsi la sporca storia e dopo essersi irrobustito le saccocce ,erigerai a Catone il Censore con la puzza sotto il naso !!!!!!! Leggete e vediamo chi è il delinquente !

pastello

Dom, 25/08/2013 - 20:15

E' la sinistra bellezza. Nulla di più nulla di meno.

giottin

Dom, 25/08/2013 - 20:21

E...Feltri crederà mica che qualche trinaciuto dopo aver letto questo articolo si redima o cambi idea??? Ah bon.

Felice48

Dom, 25/08/2013 - 20:28

Ma loro amano il popolo anche se lo fanno stare ai ferri. Chi se ne frega l'importante è mettere in galera l'odiato cav..

KARLO-VE

Dom, 25/08/2013 - 21:16

Provate pensare ed a ragionare un attimino, se ne siete capaci: ma perchè mai il pd dovrebbe essere d'accordo sull'amnistia per favoriew colui che si è comprato i parlamentari per fargli cadere il governo? Come se uno che venisse derubato poi facesse una colletta per pagare l'avvocato per il ladro.

davidebravo

Dom, 25/08/2013 - 22:24

Feltri, che blateri? L'amnistia sarebbe una cosa bella? Siccome quei porci del PD hanno fatto amnistie a iosa significa che è una cosa bella? Che va fatta? Il fatto che si parla di almeno 30mila carcerati, cioè che ci ritroveremo altri delinquenti per strada, e che chi delinque vedrà ancor di più l'Italia come il paese della cuccagna, sarebbe una cosa bella? L'amnistia è il fallimento di uno Stato, il castigo degli onesti, l'incentivo a fare del male.

gzn663

Dom, 25/08/2013 - 22:43

O bella ora i bananas vogliono la grazia.Quindi fuori extracomunitari,romeni,latinos,e solo per salvare il predone della libertà?

Ritratto di CesareAugusto

CesareAugusto

Dom, 25/08/2013 - 23:21

Caro Feltri, ricordati che i detenuti 'pigiati come sardine' sono i nordafricani che spacciano e stuprano nelle stesse strade in cui passeggiano i nostri figli. Mi dispiace Direttore, qui la soluzione è un'altra: grazia presidenziale o elezioni.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 25/08/2013 - 23:41

Sono passati da paladini di soluzioni di clemenza all'esatto contrario. L'odio per Berlusconi è una patologia che ha devastato le menti di molti sinistrorsi. Vi rendete conto che MIRABELLA (il noto conduttore RAI) DURANTE LA PRESENTAZIONE DI UN LIBRO A BOLZANO HA PARAGONATO BERLUSCONI AD AL CAPONE? Questo è L'ACUME INTELLETTUALE raggiunto dai trinariciuti. Cioè, la stupidità senza fondo.

rotto

Dom, 25/08/2013 - 23:57

Guarda caso voi ve ne ricordate ora che serve a Berlusconi. Voi è la sinistra due facce della stessa medaglia, a vittò, è condannato! Abbia il pudore di prenderne atto, per l'Italia!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 26/08/2013 - 00:04

Non facciamoci illusioni, Feltri. Non molleranno mai. Adesso sono loro a tenere il pallino in mano. Quel che dispiace è che un'intera nazione debba andare a meretrici per una questione di principio, di mala giustizia o la chiami come le pare. Io mi auguro che Berlusconi si renda conto che deve mollare, accettare di aver perso un set, e organizzare, anche da fuori e con l'aureola del Martire, una Destra che dia un colpo mortale a questi sinistri in perenne malafede.

gianni59

Lun, 26/08/2013 - 01:19

beh...veramente l'avete rinfacciata fino alla morte al governo Prodi.....ma ora serve al caro Silvio...

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 26/08/2013 - 05:02

Caro Feltri,e'inutile istruire l'asino perche'rischi di innervosire la bestia e tu ti sfianchi per nulla, giusto per definire il 50% degli italiani.

Sapere Aude

Lun, 26/08/2013 - 08:16

Caro Feltri, i costanti inviti dell’Onu ad accogliere milioni di derelitti ha in Gad Lerner (serpente, con DNA levantino, pronto a vendersi al miglior offerente) l’esempio classico di cosa ci stiamo portando in casa. Che costui possa essere un suo amico (come scrive) mi pone nella condizione di chiederle “amico de ché”? C’è un detto che certamente conosce “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”. O usa la parola amico per conoscente, o non ha amici. Il che è possibile in un mondo, il suo, pascolato da sciacalli. Risparmi ai suoi lettori di raccontarci che prima vi prendete a sberle pigiando su una tastiera e dopo continuate la conversazione in tutta amicizia. C’è qualcosa di sbagliato, diventate non credibili. Esattamente come i politici.

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 26/08/2013 - 08:35

No a mio avviso l'amnistia non è una strada percorribile, in quanto implicitamente c'è una implicita ammissione della validità di una sentenza e della giustizia che l'ha creata. Per me va prima dichiarata fuorilegge la sentenza e poi si puo' discutere della giustizia, in ultima analisi del repentino tentativo di attacco probatorio della sinistra di voler far valere una sentenza fuorilegge per eliminare un avversario politico.

Angel59

Lun, 26/08/2013 - 08:49

Caro Feltri, sono contentissimo del tuo articolo...meno male che ogni tanto c'è qualcuno che rispolvera il passato e ne canti quattro agli amici compagnucci che quando a loro fa comodo difettano di memoria.Nel Vangelo simili personaggi sono additati come sepolcri imbiancati pieni di marciume, almeno i sepolcri del vangelo erano belli fuori, i compagnucci al contrario sono marci anche nell'aspetto esteriore.Per quanto riguarda il tuo amico Gad, credo che se non fosse un accanito difensore dei compagni dovrebbe darsi alla coltivazione di patate per potersi sfamare poiché con la presupposta professione di giornalista, che non gli appartiene, non camperebbe di certo.Ai balordi della sinistra, che sono la metastasi del nostro fu bel paese, andrebbero ricordate tutte le loro malefatte comprese quelle perpetrate attraverso la loro manovalanza sindacale ai danni della classe operaia e dell'industria italiana. Sarebbe opportuno delucidare la mente del popolo di sinistra sul loro idolo Palmiro, che credo il solo nominarlo faccia rigirare le tombe di tutti i nostri patrioti che hanno dato la vita per la nostra Italia e non certo parlo di Garibaldi, vero campione e maestro di ipocrisia. Berlusconi, certamente, non è una persona in odore di santità, anzi, però non è nemmeno il male assoluto per come viene dipinto da quei farabutti della sinistra che sono stati e lo sono ancora la peggiore sciagura che la nostra bella patria potesse mai patire.Caro Feltri aspetto di leggere ancora simili tuoi articoli..perché è ora di fare chiarezza sulla nostra onestissima sinistra.