L'ex ministro Corrado Clini sotto indagine anche a Roma

Ai domiciliari per peculato, è accusato anche di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione

Da ieri ai domiciliari, con l'accusa di peculato su fondi destinati a un progetto in Iraq, l'ex ministro dell'Ambiente Corrado è ora indagato anche a Roma, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione con l'aggravante della transnazionalità.

Clini è indagato nella Capitale insieme alla moglie, Martina Hauser, e ad altre cinque persone, funzionari del ministero e imprenditori, per cofinanziamenti concessi a Cina e Montenegro. L'indagine romana va di pari passo con quella di Ferrara, che ieri ha portato all'arresto dell'ex ministro e alla perquisizione dei suoi uffici.

L'indagine romana contesta le procedure di aggiudicazione dei finanziamenti per le opere di riqualificazione. Si ipotizza un giro di mazzette.

Commenti

mich123

Mar, 27/05/2014 - 21:37

Incredibile. Non c'é giorno in cui non si peschi un politico con le mani nel sacco. La casta e i suoi cortigiani hanno fatto (e fanno tuttora) cose talmente imperdonabili che dopo la galera ci vorrebbe l'esilio. Per essere sicuri di non ritrovarseli davanti più tardi.

Duka

Mer, 28/05/2014 - 06:58

Per costui e tutta la cricca Monti non è bastato RUBARE il grasso stipendio per fare danni-

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 28/05/2014 - 09:10

Monti poteva non sapere?