L'ex premier pensa alla grazia ma teme nuove imboscate

Vertice con figli e fedelissimi che spingono per la clemenza Berlusconi ancora indeciso: troppe le incognite in campo

Colombe, famiglia e legali in pressing. Chiuso ad Arcore, Berlusconi ascolta di nuovo i tifosi dell'ipotesi «grazia». Con lui, come tutti i lunedì, i figli, Fedele Confalonieri, Ennio Doris, Bruno Ermolli. E poi: Gianni Letta e i legali Franco Coppi e Niccolò Ghedini. Sul tavolo la carta che, come conferma Coppi, resta nel mazzo in mano al Cavaliere: «Fino adesso non è stata fatta nessuna scelta né in un senso né nell'altro - dice Coppi - Non è stata presentata alcuna domanda di grazia al capo dello Stato, ma resta una delle ipotesi. Non è escluso che decida in tal senso». A spingere, con motivazioni diverse, gli interlocutori di ieri. I figli, che vogliono sottrarre il padre alla durezza di una misura - gli arresti domiciliari - che non è certo una passeggiata: visite, telefonate, contatti con l'esterno sarebbero da concordare con il magistrato. La figlia Marina assieme a Confalonieri, Doris ed Ermolli, sottolineano anche l'aspetto economico. Se Berlusconi scegliesse la linea dura e facesse saltare il banco di palazzo Chigi, a soffrire sarebbero pure le aziende. Più si addensano nubi sul governo, più i titoli Mediaset vanno in sofferenza. Non solo: Napolitano è stato chiarissimo: per lui la priorità è che il governo regga. E ancora più chiara la mossa di nominare quattro nuovi senatori a vita, come profilo pronti a far da stampella a un Letta bis. Insomma, che il capo dello Stato stia tentando di disarmare Berlusconi è pacifico. Le colombe gli ribadiscono che si tratta di percorrere il sentiero stretto di una exit strategy che limiti i danni, per arrivare a fare come Grillo. Ossia il padre nobile, seppur condannato, del grande centrodestra italiano.
Il Cavaliere ascolta. È ancora indeciso. Tanti, troppi dubbi affollano ancora la sua mente. Primo: Napolitano ha detto chiaro che «valuterà» la richiesta di grazia a precise condizioni: Berlusconi deve iniziare a scontare la pena; accettare una sentenza che ritiene scandalosa e ingiusta; fare mea culpa per aver frodato il fisco. Cosa che non potrebbe fare senza smentirsi e violentare se stesso. Certo, la domanda dell'atto di clemenza al Colle potrebbe partire dai legali. Ma sarebbe condizione sufficiente per il Quirinale per avviare la pratica e sottoscrivere un atto di clemenza individuale?
Secondo dubbio: la grazia o la commutazione della pena principale da arresti domiciliari o servizi sociali a multa, avrebbe effetti sulla pena accessoria? C'è chi giura di sì e chi giura di no. Questione fondamentale perché attiene allo scudo di cui ancora gode Berlusconi in quanto parlamentare. A questo proposito, dalla giunta che il 9 inizierà a studiare il suo dossier arrivano segnali parzialmente positivi. La senatrice del Pd Doris Lo Moro, per esempio, al Giornale ammette: «La posizione di Violante è ineccepibile, tutte le garanzie del senatore Berlusconi vanno assicurate fino in fondo». Boccata d'ossigeno in arrivo e plotone d'esecuzione rimandato, quindi? Forse, anche perché pure Rosanna Filippin e Felice Casson aprono alle garanzie di Berlusconi, mentre il montiano Benedetto Della Vedova potrebbe votare in modo garantista. Così si ribalterebbero i numeri, da 14 a 9 per l'opposizione a 13 a 10 per il centrodestra, con un rinvio della questione alla Consulta, che comporterebbe un allungamento dei tempi. Il motivo politico, che toglierebbe al Pd il problema di dover condannare l'alleato, lo spiega il senatore Pd Stefano Esposito: «Quando il tribunale di Milano ridefinirà l'interdizione, e passeranno tre o quattro mesi, a quel punto non sarà più il Senato a decidere la decadenza. Sarà la prefettura di competenza della Provincia dove è stato eletto Berlusconi, che con una comunicazione lo fa decadere. La giunta a quel punto non deve fare più niente». Insomma, melina e palla alla Prefettura per lavarsene le mani.

Commenti
Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 03/09/2013 - 10:23

il colpevole.

jovac

Mar, 03/09/2013 - 10:26

Ma non aveva escluso l'ipotesi? Solita banderuola

tuccir

Mar, 03/09/2013 - 10:28

Bene, ammetterà di essere un criminale. Chiederà la grazia, MA NON GLI VERRA' CONCESSA!

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 03/09/2013 - 10:29

l'ospizio come soluzione alternativa no?

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 03/09/2013 - 10:31

Berlusca, non pensare alla GRAZIA. Se le ultime rivelazioni sono ESATTE, se il MEDIATORE AGRAMA esiste e con lui tutti i documenti, devi andare a STRASBURGO e contestare questa giustizia Italiana fatta su complotti e menzogne. Questo non vale solo per la tua persona, ma per TUTTI gli Italiani. L'Europa ed il MONDO INTERO, devono sapere come in questo paese la GIUSTIZIA viene amministrata.

Rooster69

Mar, 03/09/2013 - 10:34

Ma che si decida.......

pinux3

Mar, 03/09/2013 - 10:34

E' ovvio che se vuole la grazia deve FARSI DA PARTE...Altrimenti Napolitano non gliela darà mai. Non pretenderà di avere la grazia e continuare a far politica, per caso?

J.J.R

Mar, 03/09/2013 - 10:34

Berlusconi pensa alla grazia...solo lui però. Oppure nel senso che rin-grazia e si toglie di mezzo? Sarebbe ora.

Ritratto di all@ frutt@

all@ frutt@

Mar, 03/09/2013 - 10:38

il CAV chiederà la grazia? lo scopriremo nelle prossime puntate, ed ora... PUBBLICITA'

marcus57

Mar, 03/09/2013 - 10:39

Quindi ammette di essere colpevole. E' passato da dichiarazioni nobili, sul tipo andrò in galera, alla richiesta di grazia con il cappello in mano. Berlusconi era una bandiera dei moderati e di chi ha sempre disprezzato il comunismo e i suoi metodi. Ora appare sempre di più come un tipico italiano. Mediocre e vile di fronte al suo destino, che se percorso tutto l'avrebbe consegnato alla storia come un eroe. Di ben altra tempra Craxi.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 03/09/2013 - 10:43

Cavaliere,non scherziamo,non dia questa soddisfazione al compagno,tanto la rigetterà.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Mar, 03/09/2013 - 10:45

Come chiederla ad Alvan T. Fuller, che fu Governatore del Massachusetts.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 03/09/2013 - 10:46

La grazia si chiedeva al "sovrano", nel caso in questione invece si dovrebbe chiederla al carnefice e dopo la nomina dei quattro senatori a vita direi che dubbi su tale qualifica ne restano ben pochi! Sicuri che ne valga la pena??.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 03/09/2013 - 10:49

Altro che attendere o prudenza! Qui, come ho già detto, ci vuole un colpo di stato che porti alla destituzione di Napolitano, all'annullamento della condanna, all'eliminazione dell'indipendenza della magistratura e a una legge che dichiari fuorilegge il partito comunista (come negli U.S.A.)

GianfrancoNapolitano

Mar, 03/09/2013 - 10:52

No,Berlusconi,non lo fare.Non chiedere la grazia!Una persona che grida al mondo intero la propria innocenza non può chiedere genuflettersi e chiedere la grazia, che ha comunque implicito il concetto di colpevolezza.Questo vale per tutti : nemici ed amici.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/09/2013 - 10:53

grandissima strategia dell ex-cav.,ogni giorno una piroetta,avversari disorientati ed incerti sul da farsi,sostenitori tenuti sulla graticola e giustamente sempre piu' nervosi e arrabbiati.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 03/09/2013 - 10:55

Con tre ulteriori vertenze giudiziarie sul groppone? Qualcuno vive nel mondo dei sogni. Le uniche imboscate dimostrabili sono quelle che lui, quotidianamente, tende alla destra di questo paese. Smontando con scientifica determinazione le leggi a suo tempo deliberate.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/09/2013 - 10:55

deep.purple

aredo

Mar, 03/09/2013 - 10:58

Chiedere la grazia al comunista Napolitano è pura follia... Ma anche ammesso che il capo comunista Napolitano lo faccia per questa volta.. la concederebbe solo ben sapendo che poi Berlusconi tanto nei prossimi mesi sarà condannato a molti più anni per gli altri processi dai magistrati comunisti. E poi che dirà Napolitano? Semplice! Che non si può graziare ancora ed ancora un pluripregiudicato.. che Berlusconi dovrà scontare la pena ed andare in carcere per rispettare la legge.. sì, la legge della dittatura comunista di cui Napolitano è uno degli artefici principali assieme a D'Alema.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mar, 03/09/2013 - 10:58

Capisco l'amarezza di Silvio, chiedere la grazia pur essendo innocente. Napolitano non lo congederà mai. Anche Lui come i suoi compagni non vedono l'ora dei festeggiamenti per aver eliminato, non politicamente, il nemico storico di sempre.

disaccordo

Mar, 03/09/2013 - 10:58

Oggi pensa alla grazia, domani minaccia di far cadere il governo, dopodomani rassicurerà il governo per poi ricominciare a pensare alla grazia...

aredo

Mar, 03/09/2013 - 11:00

@deep purple: negli USA i comunisti '68ini dei Kennedy hanno messo alla Casa Bianca l'islamico cellula di Al Qaeda Barack Hussein Obama sfruttando l'imbecilittà del popolo mondiale con le vaccate sul "nero è bello" e razzismo.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 03/09/2013 - 11:01

@deep purple- Sottoscrivo totalmente il suo commento, tranne sul fatto che "ci vuole un colpo di stato". La obbligatoria destituzione del comunista mai pentito Napolitano dovrà essere salutata come l'unico atto "DEMOCRATICO" che permetterà all'Italia di risorgere e tornare ad essere un Paese Civile!

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 03/09/2013 - 11:02

La prego, Cavaliere: NON SI FIDI! Nè di Napolitano (che se avesse voluto avrebbe fatto lei senatore a vita e,invece... ha nominato quattro suoi avversari) nè di nessuno. Meglio che si tolga il pensiero chiedendo l'affidamento ai servizi sociali: la pena cadrebbe e così potrebbe continuare a fare gli interessi del suo partito e degli italiani. Anche la questione della decadenza da senatore andrebbe a farsi benedire e, nell'insieme, darebbe una bella lezione ai sinistri. Del resto, se chiedere l'affidamento comporterebbe un qualche riconoscimento della sentenza di condanna (ma non per noi, suoi fedeli elettori, che abbiamo capito tutto!), la grazia non sarebbe meno umiliante, anzi. E se la giocherebbe in relazione ad eventuali prossime condanne da questi magistrati politicizzati.

Noidi

Mar, 03/09/2013 - 11:07

@deep purple: Certamente, come no. Adesso si fanno le rivoluzioni non per il lavoro o per la salute o per la democrazia. Cavolate, ora si fanno le rivoluzioni per salvare un pregiudicato. E poi vi lamentate che tutto il mondo ci deride. Le ricordo che negli USA si và in galera per l'evasione fiscale, per la frode ci vanno giù ancora più duri.

unosolo

Mar, 03/09/2013 - 11:07

ma quale grazia , a CRAXI dopo la morte volevano rifarsi dandogli i funerali di stato , da pazzi volere la grazia senza essere quello di cui è accusato solo per teoria , nessuna prova certa. Per lo stesso reato migliaia di personaggi se la cavano per vari cavilli creati appositamente o per amicizia o per altri motivi immaginabili .

godot_mi

Mar, 03/09/2013 - 11:09

Gentile e sovversivo Deep, le sfugge forse che dal momento che solo pensi alla grazia si dichiara colpevole, ecco finalmente gettata la maschera, ora capite con chi avete a che fare?

Cristina Ulcigrai

Mar, 03/09/2013 - 11:10

Il mio appoggio a Silvio Berlusconi,uomo politico e buon padre di famiglia.Ciao e buona giornata.Cristina.

m.nanni

Mar, 03/09/2013 - 11:13

puzza di bruciato. SALLUSTI LIBERO!!!!SALLUSTI LIBERO!!!

ilbarzo

Mar, 03/09/2013 - 11:20

Cosi facendo,ammettera' di essere colpevole di evasione fiscale e sicuramente Napolitano non gli concedera' la grazia,anche perche' e' il primo a volere che Berlusconi sia fatto fuori,altrimenti uscirebbe dal coro comunista .Infine sono certo, che chiedendo la grazia,andrebbe contro l'elettorato di centrodestra e molti elettori uscirebbero dal pdl.

bruna.amorosi

Mar, 03/09/2013 - 11:24

NO AGRIPPINA SA QUALE E' LA DIFFERENZA TRA NOI ? che noi un laeder lo abbiamo e dalle vostre parti vi tocca tirare a sorte a chi tocca giorno per giorno . poi potranno fare quello che vogliono i magistrati ma in ITALIA lo decide il POPOLO chi eleggere e chi no ! DI PIETRO INGROIA insegnano . un consiglio non vivete di speranze morirete disperati .

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 03/09/2013 - 11:27

Come al solito i sinistri fraintendono. Il Cav. potrebbe essere disponibile ad ACCETTARE la grazia presidenziale, ma che presenti la domanda è escluso in quanto ritiene, giustamente, che la condanna sia politica e quindi meriti una risposta politica. Potrebbero essere i suoi avvocati a chiedere un atto di giustizia , che, senza mai ammettere una colpa inesistente, dia a Napolitano lo strumento giuridico necessario per agire. E poi, dopo le elezioni, il nostro nuovo governo riformerà la legge Severino eliminandone le parti palesemente anticostituzionali.

milo del monte

Mar, 03/09/2013 - 11:29

LA grazia si concede uan volta sola..eh berlusca ha altri processi sul groppone

ilbarzo

Mar, 03/09/2013 - 11:30

Se Berlusconi chiedera' la grazia a Napolitano(che sicuramente da buon comunista quale egli e',non gliela concedera').Cosi facendo Berlusconi riuscira' soltanto ad uscire di grazia da milioni di militanti del pdl,che sono contrari a questa opzione.

janry 45

Mar, 03/09/2013 - 11:31

La grazia è una ammissione di colpa ed è la resa totale alla persecuzione,vanificherebbe i venti anni di lotte, sue e di tutto il suo popolo.Se fossi in lui invece di chiedere la grazia venderei tutte le aziende e le andrei a rifondare in Russia, che oltretutto ha una popolazione cinque volte la nostra ed oggi differentemente da noi, è un paese in pieno sviluppo.

godot_mi

Mar, 03/09/2013 - 11:50

@pierailvio46: al solito non capisco se lei è serio o sarcastico, detto questo la grazia non verrà mai concessa a un condannato che nega il giudizio del popolo italiano (le ricordo che i giudici si pronunciano nel nome del popolo!). Se è convinto di essere innocente non delegherà mai nessuno a chiedere la grazia per lui, o è convinto che i suoi avvocati la invochino alle sue spalle? Stiamo sfiorando il ridicolo!

xgerico

Mar, 03/09/2013 - 11:50

@Agrippina - Agrippina ha letto la Bruna? Quando prende le medicine la mattina presto si "esprime" quasi normale! Peccato che non ha ancora finito il libro dei proverbi!

Howl

Mar, 03/09/2013 - 11:53

La grazia non è un diritto , è una possibilità QUALORA ve ne siano i presupposti ( che è palese che non sussistono ) Se il Pdr prenderà in considerazione una proposta di grazia voglio vedere con quali motivazioni la giustificherà senza violare la Costituzione !? ( artt. 48 e 54 Cost. )

bruna.amorosi

Mar, 03/09/2013 - 12:03

XGERICO E AGRIPPINA lo avete fatto il bonifico al vostro comune per l'i.m.u che vi piace tanto pagare ? ecco andate a fare la vostra buona azione quotidiana così lo STATO STARA' MEGLIO . invece di cercare di convincere chi NON vuole essere convertito\a patetici tutti e due . che è vi fate forza con la lingua ? anzi con i tasti ....

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/09/2013 - 12:04

Bruna buongiorno,la ringrazio per le attenzioni ed on parte condivido cio' che dice,effettivamente noi liberali oggi siamo senza un leader,ma di quello ci importa poco,piuttosto siamo senza rappresentanza parlamentare e' questo e' un problema non solo nostro ma di tutto il paese che si ritrova solo partiti statalisti e tassaroli,con una classe politica incapace e fallimentare.I personaggi che lei xita non li prendo nemmeno in considerazione,li lascio volentieri alle sue attenzioni.

monitor

Mar, 03/09/2013 - 12:04

Alejob ha ragione. Se chiede la grazia perde la faccia e il suo prestigio sarà ridotto a zero. Se non la chiederà diventerà un eroe nazionale e un esempio per tutti. Anche per i suoi nemici.

pinux3

Mar, 03/09/2013 - 12:11

@aredo...Obama "cellula islamica di Al Queida"? Ma tu pensi di essere "normale"? Va beh, dimenticavo che forse anche dagli ospedali psichiatrici ci si può collegare a Internet...

benny.manocchia

Mar, 03/09/2013 - 12:12

Deep Purple - Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire come dovrebbero andare le cose.Ebbene negli Stati Uniti molta gente importante e'convinta che andra' proprio cosi'in Italia perche' il comunismo e' un cancro da debellare.E cosi' sia. un italiano in usa

roberto78

Mar, 03/09/2013 - 12:12

@bruna.amorosi: se non ricordo male dicevi che avevi comprato casa ai tuoi figli ma che avevi preferito non intestarla a loro... sei pronta al salasso per le seconde case? e (domanda sincera) ci farai poi sapere se a conti fatti hai risparmiato qualcosa nel bilancio "zero per la prima casa - aumenti per le seconde case"?

Howl

Mar, 03/09/2013 - 12:17

Cramer,tre falsità nel suo articolo : 1) non c'è alcun processo-bis ; non si deve decidere SE interdire ma per quanto tempo 2) gli arresti domiciliari ad Arcore non sono una passeggiata ??!!!! io spero la leggano e reagiscano tutti coloro che sono riusciti ad ottenere ( non tutti ci riescono......) i domiciliari magari in 40 mq.... 3)Lo Moro o meno la decadenza sarà questione di giorni oppure i giorni li ha contati il Pd

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 03/09/2013 - 12:34

C'è quasi da augurarsi una condanna per Berlusconi, così diamo il 51% dei voti all'alleanza che lo sostiene, e lo mandiamo al Quirinale. Poi ci pensa lui a mandare a casa i papponi del pubblico impiego. Garantito che farebbe un bel repulisti. Del resto anche Pertini fu condannato dalla magistratura fascista e neanche Napolitano, in teoria, doveva essere ancora sul colle.

macchiapam

Mar, 03/09/2013 - 12:34

Gli italiani hanno simpatia per le vittime; e i sondaggi indicano che sono poco sensibili verso i reati addebitati a Berlusconi. Perciò il nostro deve fare la vittima, sottomettersi alla sentenza e farsi assegnare ai servizi sociali, dove la sua straordinaria personalità riscuoterà un successo immenso. Per aspera ad astra!

luigi civelli

Mar, 03/09/2013 - 12:42

Grazia sì,grazia no,governo sì,governo no,Severino sì,Severino no,Strasburgo sì,Strasburgo no:più che una margherita,Silvio sta sfogliando un mazzo di crisantemi.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 03/09/2013 - 12:46

Silvio Berlusconi deve decidere tenendo presente quanto segue. Come gli sto ripetendo da un po'di tempo, se darà retta alle cosiddette "colombe", tipo Gianni Letta, sarà sicuramente ricordato come uomo pavido, corrotto e colpevole. E dopo, nessuno si ricorderà più di lui. O sarà ricordato nel peggiore dei modi anche dai suoi più fedeli berlusconiani, che si allontaneranno. Se vuol essere ricordato, invece, come uomo fermo e pronto al sacrificio, deciso, incrollabile, onesto, non colpevole e, soprattutto, come eroe moderno e come grande politico e statista e innovatore riformista, qual è, deve scegliere l'altra opzione, seguendo le indicazioni dei cosiddetti "falchi", tipo la Daniela Santanché. Le "colombe", benché consapevoli, lo stanno spingendo sicuramente verso il baratro. Col temporeggiare, si sta perdendo tempo prezioso. A lui la scelta. Se vuol seguire le "colombe", chiede pure la "grazia" a quel galantuomo di Napolitano, che non sta aspettando altro per distruggerlo insieme al gruppo comunista e catto-comunista e a quei magistrati e a quelle procure che tutt'insieme hanno lavorato e voluto tutto questo. Un ulteriore avvertimento Silvio l'ha avuto con la nomina a senatori a vita di quattro "gran signori", che, guarda caso, hanno il cuore a sinistra. Se vuole scegliere, con tutte le sue forze, la seconda opzione, rifiuti la "grazia" ed ogni ipotesi di questa, senza se e senza ma, e butti al mare quest'odioso governicchio che è venuto fuori e che leva da una parte alla povera gente per mettere all'altra parte sempre della stessa povera gente, nell'indifferenza generale del PDL che aveva promesso di sorvegliare. E muoia Sansone con tutti i filistei. Il tuo destino e quello di tutto il centro-destra sono nelle tue mani. Noi elettori non sapremmo che farcene di un cosiddetto "padre nobile". Che può essere nobile quanto si vuole, ma per noi non conta nulla e non interessa. Vogliamo Silvio Berlusconi. Vogliamo un leader attivo e a capo e al di sopra di un gruppo di nullafacenti e incapaci. Vogliamo battere alle prossime elezioni quell'ulteriore leaderino del pd, Renzi. E solo col leader Silvio Berlusconi riusciamo a farlo.

Il giusto

Mar, 03/09/2013 - 12:50

a Gianfranco...la condanna c'è già :4 anni piu' interdizione!Sono in arrivo le altre,in primo grado al processo ruby ha beccato 7 anni!!!

Ritratto di Orientale

Orientale

Mar, 03/09/2013 - 12:52

Una bella campagna acquisti in Giunta, così risolviamo il problema.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 03/09/2013 - 13:04

Errata corrige: "Se vuol seguire le "colombe", chiede pure la "grazia" a quel... ". Leggere "chieda" al posto di "chiede".

Rooster69

Mar, 03/09/2013 - 13:06

Caro Pannocchia - guardi che in Italia ha fatto più danni il fascismo del comunismo. Lei vaneggia.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Mar, 03/09/2013 - 13:13

@ilvillacastellano le colombe in questo articolo non é Gianni Letta ma i figli e gli amici piu' vicini (Confalonieri, Dori ed Ermolli) che sono preoccupati per le sorti delle sue aziende qualora cadesse il governo. Berlusconi dovrebbe (o potrebbe) si pensare a lei che lo ha votato, ma visto che é un problema personale di silvio Berlusconi (e non un problema degli italiani, quindi mio e suo visto che lei si può trovare un'altro leader all'altezza e io non l'ho mai votato) anche ai suoi figli, alle sue aziende e ai suoi soldi. Perciò alla fine nella sua decisione, giustamente, peseranno di più e probabilmente le sue ragioni personali e non quelle dei votanti del PDL e ribadisco giustamente visto che é un problema di Berlusconi.

soldellavvenire

Mar, 03/09/2013 - 13:14

anche se noi comunisti tifiamo per la grazia previa relativa ammissione di colpevolezza, pur tuttavia mi sento di solidarizzare con coloro i quali, e sono la maggior parte qui, che chiedono la linea dura: l'umiliazione di silvio sarebbe il colpo di grazia per il pidielle e per il vostro fegato già così provato dall'attesa di un destino ineluttabile

xgerico

Mar, 03/09/2013 - 13:15

@bruna.amorosi- Ecco fatto! Non faccio in tempo a far complimenti alla Bruna che dopo 1 ora aver preso medicine, risclera di nuovo! A Bruna che cacchio centra L'I.M.U con il post precedente l'hai capito solo te!!!

CARLINOB

Mar, 03/09/2013 - 13:17

Ma la grazia che cosa? Questi presunti super esperti ci prendono per i fondelli!! La grazia la chiede chi ammette la coplpa , si pentisce di quello che ha fatto e non ha altri processi imminenti!! E questo quì per tutte le dichiarazioni fatti sui Rappresentanti del Popolo Italiano vi sembra un pentito in ordine di chiedere la grazia!! Ma non diciamo fregnacce compreso il Coppi che ora sembra essere per tutti il Dio del Foro . Dovrebbe essere dentro come tutti quelli come lui . l'Ex presidente della Germania si è dimesso ed è sotto processo per aver omesso il pagamento di 700 Euro di contributi alla colf !!! Ragazzi ma noi a che mondo apperteniamo , a quello dei Reina ???

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/09/2013 - 13:47

Bruna (riferito al post di ieri)liberista non significa liberale,il liberismo e' una teoria economica,il liberalismo una piu' completa teoria politica,mannaggia a questa informazione cosi' superficiale che la confonde.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 03/09/2013 - 14:24

chiedere la grazia e' disonorevole.

Sabino GALLO

Mar, 03/09/2013 - 14:27

Che tristezza!! Non si sente neppure la forza di commentare. E' difficile suggerire qualcosa. Chiedere la grazia per una ingiustizia subita è umiliante! Non chiederla salverebbe, forse, la dignità di un uomo! Non abbiamo la forza di scegliere. Un uomo è stato umiliato con maligna intenzionalità. Solo la storia potrà vendicarlo. E' accaduto tante volte. Intanto tutti i fedeli di Forza Italia si stringono intorno al Presidente per difenderne l'onore e per difendere la libertà che Egli rappresenta. E' in corso un linciaggio!! Non è la prima volta! Coraggio Silvio ! Resteremo vicini a te. Non meritavi anche questa! Ma questo ti farà più grande!! Difficile dire come comportarsi, ma io propendo per non chiedere la grazia. Sono altri che non devono essere in pace con la loro coscienza!! E se resterai chiuso in casa, spero che molti di noi verranno ogni giorno a trascorrere qualche ora in silenzio seduti per terra intorno alla casa per mostrarti affetto e per protestare contro coloro che hanno scagliato la pietra. Non ci arrenderemo! Ogni giorno vediamo i tuoi nemici. E le forze ci ritornano . Non alzeremo la bandiera bianca. Che i loro sogni siano turbati!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/09/2013 - 14:38

@Deep,aredo e benny,inguaribili nostalgici.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 03/09/2013 - 20:36

Certuni commentatori, prima di accusare altri di essere "inguaribili nostalgici" o non realisti o, anche, giusti, farebbero meglio a riconoscere le proprie nostalgie armai desuete dal lontano 1989. Né c'interessa sapere, di questi certuni che si rifanno ai nostri commenti, per chi hanno o non hanno votato loro. Poco ce ne cale, se non affatto. Anche perché, quel che noi diciamo, non è diretto a chi ha le menti ottenebrate dall'odio e dal rancore. Perciò, migrate per altri lidi più a voi confacenti.