Lodo Mondadori, Marina Berlusconi: "Killeraggio politico disgustoso"

Il presidente di Fininvest: la sentenza incide pesantemente sul lato patrimoniale. Ma non ci daremo per vinti

"Gettare fanco su Berlusconi imprenditore per gettare fango su Berlusconi leader politico". È questo - secondo Marina Berlusconi - l'obiettivo dei media, che hanno raccontato in modo da "ribaltare totalmente la storia e il presente" la sentenza sul Lodo Mondadori.

Una decisione, quella presa dalla Corte di Cassazione, che farà finire 541 milioni di euro nelle casse di Cir, gruppo di Carlo De Benedetti. Che colpisce Berlusconi "pesantemente sul piano patrimoniale". Laddove a picchiare sul lato personale ci ha pensato "la grancassa mediatica".

Marina ricorda in una nota che "il gruppo Fininvest deve il suo successo al talento, alla tenacia e al coraggio di mio padre e di tutti coloro che vi hanno lavorato e vi lavorano" e che "siamo un gruppo che occupa migliaia e migliaia di persone", inoltre che "i comportamenti criminali, piuttosto, appartengono a chi non si fa scrupolo di diffamare tutto questo per un killeraggio politico tanto evidente quanto disgustoso".

La presidente di Fininvest sottilinea anche che il gruppo si tutelerà "in tutte le sedi più opportune". E nel frattempo ribadisci "la realtà dei fatti: la spartizione della Mondadori non fu voluta dalla Fininvest ma ci venne imposta dalla politica". Inoltre "De Benedetti non subì alcun danno ma anzi ottenne solo benefici. A lui andò infatti una parte molto rilevante dell’azienda, sia sotto il profilo economico che sotto quello del peso politico: La Repubblica, l’Espresso e i 18 quotidiani locali della Finegil". Conclude dicendo che "Lo stesso De Benedetti in svariate dichiarazioni rilasciate all’epoca fu il primo a dirsi non solo soddisfatto, ma addirittura soddisfattissimo dell’esito della transazione".

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 18/09/2013 - 18:17

Casa Rothschild in un modo o nell'altro parassita sempre

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 18/09/2013 - 18:31

Se le cose stanno così, allora Marina la smettesse di lamentarsi e scendesse in campo. Suo padre il coraggio lo ha avuto; e lei?

Tarantasio.1111

Mer, 18/09/2013 - 18:58

Purtroppo in Italia ci sono i comunisti signora, e il male peggiore lo fa chi li vota.

jeanlage

Mer, 18/09/2013 - 19:37

I giudici, di tre gradi di appello, hanno supinamente ubbidito le lider Maximo (il pacifista bombardatore di Belgrado senza ONU e senza Parlamento) che aveva detto che avrebbe voluto vedere Berlusconi sul lastrico. Il capo esprime un desiderio ed i lacché si affrettano ad obbedire; un posto il lista per il parlamento è sempre ambito da tutti.

glendale

Mer, 18/09/2013 - 19:40

In Questa SPORCA ITALIA contaminata dalla sporca sinistra alleata a certa magistraura politica, non vale la pena rimanerci.Io consiglio alla famiglia Berlusconi di chiudere tutto e andare all'estero lasciando questa Italia indegna di meritare chi da lavoro a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

diodemerf

Mer, 18/09/2013 - 19:56

Ma che cavolo dici fritz1996!!! La magistratura farebbe a pezzi anche lei. Un consiglio da amico a Marina:sta calma a bona e pensa alla famiglia.Chi te lo fa fà.Saluti

roberto78

Mer, 18/09/2013 - 20:00

saranno anche tutte cose vere ... ma intanto un giudice è stato corrotto e previti condannato con sentenza passata in giudicato ...

viento2

Mer, 18/09/2013 - 20:06

fritz1996- lei teme di fare la fine del padre mà può sempre mettere in c.i 10/20.000 dipendenti cosi risparmia i 500 milioni dello scippo

Cosi_la_penso

Mer, 18/09/2013 - 20:16

Lo hanno nel dna di lamentarsi della giustizia , dimentichi delle malefatte , e ritenersi innocenti perseguitati .

Ritratto di lectiones

lectiones

Mer, 18/09/2013 - 20:50

Anche l'Altissimo si zelò e chiese al ROMANO perché aveva accettato il progetto dalla fregata SME offrendo all'insano complice, rifiutando il baratto giusto da Altissimo. "Perché a lui si e a me no"? A te no, rispose il ROMANO, perché all'ingegnere c'è un taglino sul glande che lui, Altissimo, non aveva "UNTO". Anche per Silvio la vendetta aiutata da Bettino è ripagata la Mondadori con truffa commessa.

luigi civelli

Mer, 18/09/2013 - 21:52

Ma la gentile signora Marina è consapevole del fatto di essere a capo di un'azienda della quale il padre suo si è impadronito grazie alla corruzione del giudice Metta? Non prova un po' d'imbarazzo?

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Mer, 18/09/2013 - 22:24

Marina subito a Forza Italia, senza se senza ma!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 18/09/2013 - 22:26

Bah, è abbastanza scontato che la nominata (dal padre) responsabile dell'azienda scippata dica queste cose.

Ritratto di giangilo

giangilo

Mer, 18/09/2013 - 22:53

CARA MARINA, QUESTO E' SOLO L'INIZIO, (MI AUGURO DI NO)PERO' TUTTO MI FA SUPPORRE CHE PRESTO INIZIERA' UNA STAGIONE NERA. VENDI TUTTO,MA SOLO A STRANIERI E SCAPPA CON TUTTA LA FAMIGLIA, L'ITALIA NON VI MERITA.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 19/09/2013 - 00:14

Il miglior modo per difendere suo padre sarebbe quello di sostituirlo alla guida di Forza Italia. VEDIAMO SE QUEI TRADITORI DELLA DEMOCRAZIA E DELLA GIUSTIZIA CHE RISPONDONO AL NOME DI MAGISTRATI ROSSI avranno la codardia di aggredirla come hanno fatto con suo padre. Che farà la Boccassini, spierà anche tra le sue lenzuola?

BRAMBOREF

Gio, 19/09/2013 - 07:42

Gigi, che gentiluomo quel DE BENEDETTI!!! Amico, no amicone, di Prodi, n° 1 del PD e sodale di SCALFARI. Bell'ammucchiata.