Ora Renzi disconosce Letta: "Niente in comune con lui"

Renzi prepara alla spallata: "Con Letta e Alfano non ho niente in comune". Rimpasto più vicino: in bilico le poltrone di Cancellieri e Saccomanni, ma Napolitano le difende

La strategia è semplice, eppure corrosiva. Da quando ha scalato i vertici del Partito democratico, Matteo Renzi non ha fatto altro che alzare il livello dello scontro, un pressing costante e sfinente su Palazzo Chigi per arrivare gradualmente alla caduta di Enrico Letta. Se non è la richiesta di accelerare sulle riforme, è la presa di distanza dalle mosse del governo: il neo segretario piddì non ne lascia più margini di manovra al premier. Fino a ricordargli, in una intervista alla Stampa, di non aver niente in comune con lui e con il suo vice Angelino Alfano. Una presa di distanza che mette una pietra sopra la premiership di Letta che, stando a un retroscena pubblicato dal Corriere della Sera, avrebbe iniziato a valutare la possibilità di cambiare la squadra di governo, in concomitanza con la firma del contratto di coalizione. Potrebbe essere questa l'occasione per dare un segnale di discontinuità facendo fuori figure tecniche come il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni o il Guardasigilli Annamaria Cancellieri.

I toni si stanno scaldando. I renziani non nascondono più i propri maldipancia nei confronti di un esecutivo che non solo non ne ha mai imbroccata una, ma che nelle ultime settimane ha inanellato una serie di pasticci e figuracce da farsi ridere dietro da tutti. Proprio per questo dalle colonne della Stampa Renzi ci tiene a ricordare di essere "totalmente diverso" da Letta e Alfano. "Le cose bisogna raccontarle per come stanno - spiega - Enrico è stato portato al governo anni fa da D’Alema, che io ho combattuto e combatto in modo trasparente. Alfano al governo ce l’ha messo Berlusconi, quando io non ero ancora nemmeno sindaco di Firenze". Il segretario del Pd sventola in faccia al premier il "mandato popolare" che gli è stato conferito alle primarie dell'8 dicembre lasciando intendere che il governo in carica non è stato voluto dagli italiani, ma dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Una differenza non da poco che, con l’anno nuovo, intende far pesare il più possibile. "Si passa dalle chiacchiere alle cose scritte", assicura indicando il job act e le riforme come "i due temi capitali" su cui confrontarsi. L’idea di Renzi è di continuare a sostenere il governo, a patto che faccia quel che deve: "Potevano risparmiarsi e risparmiarci tante cose. E la faccenda della nomina da parte di Alfano di diciassette nuovi prefetti è soltanto la ciliegina sulla torta...".

Negli ultimi giorni si è fatto un gran parlare di rimpasto. Lo ha chiesto a gran voce l'ex premier Mario Monti, lo hanno lasciato intendere alcuni renziani. Il sindaco di Firenze, a suo dire, non vuole sentirne parlare: "Quella parola non l’ho mai pronunciata e mai la pronuncerò". "Non ho alcun interesse a mettere pedine e scambiare caselle - assicura - chiedo solo che si cambino stile e velocità nel governo". Epperò di rimpasto continua a parlarsi. Da Palazzo Chigi fanno sapere che "la squadra non si cambia". Tuttavia, stando a quanto riporta il Corsera, Letta ci starebbe pensando su: "Si parlerà di tutto a gennaio con il contratto di coalizione". Intanto, nei corridoi dei palazzi capitolini, iniziano a girare i nomi dei "rimpastabili". Stando all'Huffington Post, nella black list di Letta sarebbero finiti il ministro del Lavoro Enrico Giovannini e il collega allo Sviluppo economico Flavio Zanonato. Non sela passa bene nemmeno ma anche Massimo Bray (Beni culturali) che, dopo l'ultima sconfitta di Massimo D'Alema, è rimasto senza referenti politici. Ma i nomi di peso si guardano tutti dal farli ad alta voce. In primis, la Cancellieri, ancora sub iudice per l'affaire Ligresti. E, poi, Saccomanni, inviso sia a Renzi sia ai sindacati. Due nomi che continuano a passare sotto traccia, sebbene il malcontento sia generalizzato. "E non solo perché Saccomanni lo ha messo e lo vuole lì lui, Napolitano, come la Cancellieri, peraltro – spiega un ministro all'Huffington – ma anche perché, poi, chi ci mettiamo, al posto suo? Monti? Ma suvvia!".

Commenti
Ritratto di ..gli...Abusivi.

..gli...Abusivi.

Dom, 29/12/2013 - 12:56

nulla in comune con lettaJunior? ah,ah,ah,ah,ah DEGNO erede del CAV

Ritratto di silos

silos

Dom, 29/12/2013 - 13:01

Il Titanic Italia sta affondando e questi ballano una musica suonata da una orchestrina impazzita

viento2

Dom, 29/12/2013 - 13:13

dalla foto si capisce che gli da i 7 giorni

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Dom, 29/12/2013 - 13:13

Fonte: Radio Radicale: Alfano & Co. è invitato a dimettersi in blocco dal Parlamento. Una mossa astuta che previene Renzi e lo spiazza. Vediamo se Angelino è così intelligente.

agosvac

Dom, 29/12/2013 - 13:17

Per come la penso, renzi ha perfettamente ragione: questo governo Napolitano/letta ( alfano neanche lo cito perchè conta poco e niente) non ha alcuna ragione di esistere visto, tra l'altro, gli enormi danni che sta facendo! Dove ha torto è nel non andare dal Presidente della Repubblica a dire: io, come segretario del Pd, non posso più continuare a sostenere questo governo inutile, pertanto tolgo il disturbo e chiedo, rispettosamente, di andare a nuove elezioni il più presto possibile!!! Un vero "statista" come lui crede di essere, farebbe così! Lo farà??? temo di no. Questo Governo, infatti, nasce come "larghe intese" tra Csx e Cdx, ma ormai di "intese" non ce ne è più. Allora meglio fare chiarezza e vedere cosa gli italiani vogliono realmente: vogliono il Csx? benissimo! vogliono il Cdx, altrettanto bene! Ma che si faccia chiarezza. Se poi gli italiani risultassero ancora divisi, allora sia renzi che gli altri dovrebbero prendere coscienza della situazione ed accettare che si faccia un Governo "reale" di coalizione. Ma a decidere devono essere gli italiani tutti, non il Presidente della Repubblica che, tra l'altro, secondo la Costituzione attuale, non ha neanche alcuna valenza politica nè la potrebbe avere!!!

scipione

Dom, 29/12/2013 - 13:44

Dai Renzi,avanti tutta e alla svelta altrimenti ti ROSOLANO.

fabrizio50

Dom, 29/12/2013 - 13:45

lasciamoli fare, come ha detto martelli con renzi in campo ci porteranno loro alle elezioni e cosi' daremo il giusto premio ai tromboni traditori di cl a cominciare da formigoni

dukestir

Dom, 29/12/2013 - 13:57

Unico riformista del Paese. Sono curioso di sapere chi gli verra' contrapposto, la compagna del direttore forse? Io sono un moderato, tra un moderato riformista come Renzi e un'estremista poltronara come Santanche non posso che votare il primo.

Anita-

Dom, 29/12/2013 - 14:23

Il segretario piddì gela Renzi e Alfano: "Mai fatto accordi con loro". Ma non è Renzi il segretario piddì? che fa, gela se stesso? So bene che intendeva "Letta e Alfano", ma ha una certa responsabilità come giornalista, qui c'è gente che si beve qualsiasi cosa.

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 29/12/2013 - 14:26

renzi=berlusconi junior

honhil

Dom, 29/12/2013 - 14:27

Da Il Fatto Quotidiano, a commento di “Una favola impossibile” , con negli occhi una tragedia più che possibile. Non per niente, su per la china malata della politica italiota, ad un discorso presidenziale in calendario (anche se per la verità scontatissimo), si annuncia un 'contro-discorso' altrettanto scontatissimo . Concime buono soltanto per alimentare le erbacce che in ciascuna sponda accerchiano la residua speranza rimasta a guardia della buona fede. «” Una favola impossibile – Testo da concerto per l’orchestra ‘Archistorti’ di Reggio Emilia di Dario Fo” : honhil • in secondi 28/12/2013 ore 19:38 Nella realtà di tutti i giorni, dove Landini apre a Renzi per “aprire una fase nuova”, invece, le nevicate giganti creano immani problemi, valanghe di ogni genere e grado e, a volte, come sta avvenendo in queste ore , anche morti. E può anche capitare, come una volta succedeva nei paesi più sgarrupati del mappamondo delle terre estreme, che due signori, uno della politica e l’altro del sindacato, per meglio metterla, con licenza parlando, in quell’anfratto del volgo dove mai batte il sole, decidano di rinfoderare le spade e le mazze e aprire le porte del proprio maniero alla pace di convenienza. Dato che nessuno dei loro omologhi precedenti, nei lungi anni di guerra, aveva l’altro sottomesso. E una volta siglato l’accordo cominceranno a giostrare con le proposte. Che, ovviamente, dato che verranno preventivamente concordate, scivoleranno tranquillamente sul binario ben oliato della comune convenienza, tra gli applausi degli sgarrupati sudditi . Forse nella speranza di potere varcare più e più volte quel ponte levatoio e approdare alla scodella di minestra quotidiana promessa. »

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 29/12/2013 - 14:46

quelli che perdono sempre sono i cittadini italiani quelli onesti, che lavorano e credono nel futuro che questi cogl***ni politici stanno distruggendo ogni giorno supportati dai tanti babbei che li votano senza pensare e riflettere.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 29/12/2013 - 14:57

E' il primo governo dei successi. Tagli alla politica e diminuzione delle tasse. Non accadeva da immemorabile tempo. Chi lo critica gode nello stare peggio.

scipione

Dom, 29/12/2013 - 14:59

Dai Renzi,che sono curioso di vedere la FINE del TRADITORE.

linoalo1

Dom, 29/12/2013 - 15:12

Renzi è un gran furbone!Segue la corrente per paura di naufragare!Si rende conto che sta navigando su una barca che sta per affondare,e si affanna a svuotarla per non naufragare!Lino.

palllino.

Dom, 29/12/2013 - 15:34

NON STRUMENTALIZZATE come e' vostro solito fare(mi rivolgo alla sinistra) la notizia data dalla CGA di Mestra... La pressione fiscale sulle famiglie e' calata si ma grazie a cosa???In minima parte al taglio del cuneo fiscale ma per la MAGGIOR parte grazie all' ABOLIZIONE dell IMU sull abitazione principale che e' una battaglia non certamente di Letta!!!!

palllino.

Dom, 29/12/2013 - 15:36

Poi voglio vedere quest'altr'anno con le nuove imposte..le previsioni,sempre della CGA sono tutt altro Che rosee.... A meno che non venga abolita la IUC...

scipione

Dom, 29/12/2013 - 15:38

luigipiso,le tasse sono diminuite grazie al NON PAGAMENTO DELL'IMU sulla prima casa FORTEMENTE VOLUTO ( IL NON PAGAMENTO ) DA BERLUSCONI E CRIMINALMENTE OSTEGGIATO SEMPRE DA LETTA E SINISTRONZI COME TE.Comunque non godere,stronzo, perche' nel 2014,di tasse ti faranno il culo quanto il colosseo.

palllino.

Dom, 29/12/2013 - 15:49

Io rimango,sempre piu esterreffatto,da come parla certa gente!!!!! Se fosse solo per Letta altro che IMU!!!!! E quando arrivera' Renzi ci sara' da Piangere!!! Gia si parla di rendite catastali da rivedere!! Vorra dire che nei prossimi anni la tassazione sulla casa raggiungera livelli insopportabili per la gente Comune..

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 29/12/2013 - 15:52

Come "niente in comune"?? Ma se sono entrambi democristiani! ;-)

Max Devilman

Dom, 29/12/2013 - 15:56

luigipiso: una sola domanda mi devi rispondere: CHI DIAVOLO SONO I FINANZIATORI DI 2 ANNI DI CAMPAGNA ELETTORALE DI RENZI?? CHI??? VOGLIO I NOMI!!! SUBITO!

albertzanna

Dom, 29/12/2013 - 16:05

PER ..gli...Abusivi.Dom, 29/12/2013 - 12:56 - ""nulla in comune con lettaJunior? ah,ah,ah,ah,ah DEGNO erede del CAV "" SCUSI, genio della politica, ma saprebbe spiegarmi il suo commento? Oppure per un grillino è sforzo intellettuale troppo arduo......

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 29/12/2013 - 16:11

Benebenebene: E mica solo da una parte va la spola. Se non proprio un "dividi et impera", almeno sto' renzino lo puncica, il "bello-al-letta-to nel bosco". Di fatto sbugiardandoli, quel vanesio pallette-di-latta e quel pistola d'un alfan-omega che all'unisono affermano di aver arricchito gli Italiani proprio negli ultimi mesi. - Che koglni questi Italiani che non se ne sono neanche accorti!

vince50_19

Dom, 29/12/2013 - 16:26

Vediamo, Renzi, se le tue saranno emerite bischerate, ragli d'asino, discorsi da quaquaraquà, oppure farai sul serio (!!!).. Ci vuole una vita per "omologarsi", un secondo per squagliarsi. Vedi tu..

Ritratto di dade962

dade962

Dom, 29/12/2013 - 16:28

Cgia di Mestre ?covo di kompagni ve l assicuro....

michetta

Dom, 29/12/2013 - 16:29

Non ho affatto paura che venga stabilito un balzello per la casa riferentesi ai metri quadri di ogni singolo appartamento. Ed anche se mi ci rode in continuazione dover pagare una tassa per una abitazione che ci ha letteralmente sacrificato per ben 25 anni, pazienza, se il Paese lo chiedera', lo faro'. Pero', prima devono cancellarmi la meta' dei parlamentari, vendere il Quirinale con tutti i corazzieri e cavalli compresi, togliere una Camera di mezzo, dimezzare gli stipendi ai politici, presidenti, magistrati, colonnelli e generali, cardinali e Papi. Dopo, potranno anche rimettermi la tassa al mq sulla prima casa. E che sia equa, perche' le case che posseggono, gente come i D'Alema, Verdini, Casini ed altri, debbono sborsare quanto devono, senza se e senza ma! Se poi, infine il Giovane Renzi,piaciuto, quando ha sbattuto la porta in faccia alle Bindi ed ai D'Alema (...che ricorrenza continua!?), si dimostrera' anche Capace ed Onesto, potremo farci un pensierino affinche' vada, dove deve (o dovra') andare.....

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 29/12/2013 - 16:29

@scipione fatevi meglio i calcoli. fino a 250 euro di risparmio non dipendo da quella miseria di imu sulla prima casa. Ringraziate Alfano e la sua serietà. e cercate di offendere di meno, anche se è nel vostro dna, sforzatevi di non essere bestie.

gigetto50

Dom, 29/12/2013 - 16:33

...la faida dei quarantenni nel PD....é cominciata... Chissa' se Alfano capisce che mai momento fu piu' opportuno per sganciarsi...

michetta

Dom, 29/12/2013 - 17:06

x GIGETTO50 - Quel bischero di Alfano, potra' sganciarsi quando e come vuole, ma ricordiamoci che un TRADITORE e' e restera' sempre un TRADITORE, poiche' chi ha tradito una volta, sara' sempre pronto a tradire di nuovo! E noi, vorremmo avere questa serpe nel seno di Forza Italia? No, proprio no. Alla malora lui e tutti quelli come lui. au revoir

Max Devilman

Dom, 29/12/2013 - 17:07

NON HAI ANCORA RISPOSTO! Non avete argomenti, non siete preparati, competenti e venite qua a scrivere sciocchezze. La rovina di questo pianeta è l'ideologia di Sinistra, i danni che in Italia sta provocando sono sotto gli occhi di tutti, immigrazione incontrollata, tasse a non finire, salvaguardia di lobby di sinistra, caccia alle streghe contro il ceto medio, denigrazione di chiunque non sia allineato con il loro folle pensiero, elettori che sono una manica di statali incompetenti e nullafacenti o messi in multinazionali dove si entra solo con la tessera del partito o del sindacato. Siete la rovina di tutti, la vergogna della razza umana.

Franco60 Ferrara

Dom, 29/12/2013 - 18:23

renzi a quando diventerai serio e farai quello che dici, che sono anni che minacci di qua e di la e alla fine diventi una pecorella????????

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Dom, 29/12/2013 - 18:47

Rompetevi pure le corna! Ma Renzi ha fatto i conti con "Re Giorgio"?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 29/12/2013 - 19:12

letta oggi ha fatto la barzelletta del coglione: dopo aver aumentato le tasse e aumentato i costi, ha detto che le tasse caleranno e gli italiani potranno avere fiducia :-) ci credo che renzi prenda distanze da lui....

Anonimo (non verificato)

meloni.bruno@ya...

Dom, 29/12/2013 - 19:38

Trà i due democristiani,il terzo (Renzi)gode! un vecchio film già visto,primo ministro Letta con il suo PORTABORSE Alfano.

Anonimo (non verificato)

ghorio

Dom, 29/12/2013 - 20:08

Ho sempre più la sensazione che Renzi non sappia cosa vuole realmente. Ogni giorno cambia parere e chi ci va di mezzo sono gli italiani. Va bene che siamo alla personalizzazione sfrenata dei partiti ma mai un segretario di partito ha scorazzato sui giornali e tv, come sta avvenendo per Renzi.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 29/12/2013 - 22:55

x luigipiso & trinariciuti vari. I dati della cgia di Mestre bisognerebbe leggerli fino in fondo e non solo cio' che serve. Infatti la cgia parla di una diinuzione minima di tasse ma solo per i lavoratori dipendenti mentre per tutti i lavoratori autonomi, i pensionati e i professionisti sono state batoste dure! Nel complesso si sono pagate comunque più tasse e la botta peggiore la hanno presa i pensionati, come dire che lorsignori sono forti con i deboli e a novanta gradi con i forti, sopratutto con quelli maggiormente sindacalizzati. I pensionati invece non hanno più nessun peso e possono essere tosati senza correre alcun rischio, forse. Lo vedremo comunque alle prossime elezioni!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 30/12/2013 - 00:05

Se le danno e se le cantano tra loro. Del nostro paese con l'acqua alla gola manco se ne occupano. Siamo tornati alle lotte medievali dei signorotti che si scannavano per il potere. IL POPOLO DEI TRINARICIUTI, DA BRAVI ZERBINI, SOSTENGONO QUESTE FAIDE CON L'AIUTO DEI CAGNOLINI DI RAZZA ALFANIANA.

LAMBRO

Lun, 30/12/2013 - 06:51

IL COLLE , LETTA E ALFANO HANNO QUEL CHE SI MERITANO !! ANCHE IL PD DI RENZI SI VERGOGNA DI LORO!!

angelovf

Gio, 02/01/2014 - 11:54

Mentre Letta disconosce Letta le leggi che fregano gli Italiani vanno avanti, a che gioco giochiamo? dico a questi due stronzi. Cercate di essere chiari,o è tutto un accordo?