Perché la sinistra non può scagliare la prima pietra

Se il Cav finisse in galera, qualche problema sorge­rebbe per Enrico Letta e anche per il Pd

Al ministro Maurizio Lupi, reo di aver detto alla radio che «anche il Pd deve prendersi le sue responsabilità», tira le orecchie Michele Serra nella propria rubrica quotidiana ( L’amaca ) su Repubblica , po­nendogli, fra l’altro,un quesito retorico.Che rias­sumo: è il Pd o il Pdl a ritrovarsi con un leader con­dannato definitivamente per frode fiscale? Ov­vio, è il Pdl. Sul punto ha ragione Serra. Al quale però ricordiamo un dettaglio: il condannato in questione, e cioè Silvio Berlusconi, è il capo del partito che, insieme con Pd e Scelta civica, costi­tuisce la maggioranza di governo. Pertanto, se questi finisse in galera, qualche problema sorge­rebbe non solo per Lupi, ma anche per il presi­dente del Consiglio, Enrico Letta, che se non sba­glio è un democratico.
Il rischio sarebbe il seguente. L’alleato Pdl, non sentendosi appoggiato dall’alleato Pd in una fase drammatica come sarebbe quella del­l’arresto del Cavaliere, forse non avrebbe più tanta voglia di continuare la collaborazione per so­stenere l’esecutivo. È pur vero che morto un papa se ne fa un altro, figuria­moci un premier, transeunte quant’al­tri mai. Però non si può dire che priva­re della libertà Berlusconi sia una fac­cenda di cui i progressisti possano di­sinteressarsi, quasi si trattasse di ordi­naria amministrazione giudiziaria.

Immagino che Serra abbia seguito la politica negli ultimi vent’anni e si sia reso conto che la destra, in particolare il suo leader, abbia avuto molte più gra­ne della sinistra. La quale sarà moral­mente e culturalmente superiore ( tale almeno si considera), ma non ci ha mai spiegato come abbia fatto a cavar­sela sempre a poco prezzo, anche quando pareva sommersa dai guai. Qualche esempio. Ai tempi di Tangen­topoli e Mani pulite, Antonio Di Pie­tro mi disse personalmente che tutti i partiti erano coinvolti in eguale misu­ra nello scandalo e che le indagini avrebbero fatto chiarezza senza ri­sparmiare nessuno. Obiettai che fino a quel momento comunisti e postco­munisti nonché democristiani di sini­stra non risultavano sotto inchiesta. Al che l’allora Pm rispose:calma,arri­veremo a colpire anche quelli, dato che non ne hanno combinate meno degli altri. Ne fui rassicurato e attesi, fi­ducioso, sviluppi. Invano. Mentre il pentapartito venne sbaragliato, e i suoi leader processati e condannati, il Pds andò al governo. Un trattamento di favore? Non so. Ma so che Di Pietro aveva promesso ben altro: non farò di­stinzioni.
Recentemente l’ex magistrato, in un’intervista al Corriere della Sera , ha dichiarato: il suicidio di Raul Gardini mi ha impedito di accertare in quali ta­sche fosse finita la stecca di un miliar­do di lire (tangente Enimont) giunta a Botteghe Oscure e poi misteriosamen­te scomparsa. Chiedo a Serra, uomo spiritoso: non ti scappa da ridere al­l’idea che tanti quattrini siano entrati nel Bottegone e poi si siano volatilizza­ti? Possibile che il famoso pool di Ma­ni pulite si sia un po’ disunito proprio quando aveva l’opportunità di mette­re in difficoltà i compagni?
Sorvoliamo sulla circostanza che nel 1997 Di Pietro fu eletto deputato nelle liste della Quercia. Un caso? Non lo escludo. Però è duro da digeri­re senza l’Alka Seltzer. Sorvoliamo an­che sulla storia di Primo Greganti. Sor­voliamo perfino su Filippo Penati. Ma a te non è mai venuto il sospetto che esistano sul serio toghe non dico ros­se, ma leggermente abbagliate dal ros­so? Non ti è mai venuto il retropensie­ro, nell’intimo della tua cameretta, che la giustizia talora si sia impegnata con slancio speciale per stroncare (lo chiamano accanimento giudiziario) Berlusconi, e che la sinistra abbia evi­tato con cura di reclamare perché, tut­to sommato, le faceva comodo sbaraz­zarsi di un avversario ostico da batte­re alle urne?
Caro Michele, te lo domando senza spirito polemico, come avrai notato dalla mia insolita pacatezza. Sono convinto che, se non pubblicamente, dentro di te converrai: i miei dubbi non sono completamente infondati.

Commenti

battistafesta

Sab, 24/08/2013 - 16:28

Caro Feltri, potrebbe andare avanti per giorni, con la sua dietrologia da 2 soldi. Ma ciò non sposterebbe di una virgola lo status quo: Berlusconi è stato condannato in via definitiva e quindi è un delinquente pregiudicato. Il resto sono solamente chiacchiere e, come tali, la nuova, dolce, brezza che soffia sull'Italia se le porta via. Felicemente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 24/08/2013 - 16:35

Grazia o amnistia? Commutazione della pena o qualche altro marchingegno? Tutti i giorni pensose riflessioni. Nemmeno Kant nella sua "Critica della ragion pratica" aveva profuso tante energie intellettuali. E intanto l'Italia si sta trasformando in una provincia africana. Ve ne rendete conto sì o no?

cicero08

Sab, 24/08/2013 - 16:36

Appunto tutto scorre e tutto passa. Premiers ed anche capi partito. Senza contare quanti ogni giofno nel nostfo Paese vengono privati della libertà. Non bisogna drammatizzare, ci vuole solo serenità

comase

Sab, 24/08/2013 - 16:38

Con i comunisti non si parla si combatte

@ollel63

Sab, 24/08/2013 - 16:53

perché la sinistra non solo non ha testa, non ha nemmeno palle, manca pure di braccia per scagliare alcunché. Ha solo boccaccia per ciarlare e ciurlare nel manico degli impegni che non mantengono.

gigi0000

Sab, 24/08/2013 - 16:57

La dignità a cui si riferisce il Direttore Feltri, non c'entra niente con Berlusconi, ma coll'indegno senso di superiorità che i SINISTRI BUFFONI ostentano sempre, senz'accorgersi - o accorgendosi, ma facendo finta di niente - di essere essi stessi peggiori di coloro che criticano. E' soltanto questione di dignità e d'intelligenza che sembrerebbero latitare tra le schiere di sinistra. La mancanza d'intelligenza è dimostrata soprattutto dagli insulti, che costituiscono reato perseguibile d'ufficio. I SINISTRI BUFFONI non lo sanno, ma non si può dire ladro al ladro, o assassino all'assassino: è diffamazione. Se i magistrati si svegliassero e facessero una retata all'interno di questo blog, pensa quanti "superiori" diverrebbero pregiudicati.

agosvac

Sab, 24/08/2013 - 16:57

Egregio battistafesta, lei come tutti i sinistroidi doc, è in errore. Ancora non sono state pubblicate le motivazioni della sentenza della sezione feriale della Corte di Cassazione emessa dal suo presidente esposito. Pertanto la sentenza non è ancora effettiva essendo oppugnabile per giuste cause. Mi sembra che il pregiudizio di uno dei giudici, specie se presidente del colleggio giudicante,nei confronti dell'imputato sia più che giusta causa. L'errore di voi sinistroidi è che cercate di vendere la pelle dell'orso con l'orso ancora vivo e vegeto dentro di essa. Magari questa volta potreste farvela franca, ma prima o poi l'orso vi si rivolterà contro e di voi si farà un bel boccone!!!

coccolino

Sab, 24/08/2013 - 17:04

GRANDE FELTRI, COME SEMPRE!

luigi1947

Sab, 24/08/2013 - 17:07

Dott. Feltri, ottimo articolo. Ma non c'è peggior sordo di chi non vuole intendere, purtroppo per la gente di sinistra l'obiettività è una virtù molto rara, si ragiona solo a senso unico. Saluti

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 24/08/2013 - 17:07

Caro Feltri, si dice che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire e gli uomini della sinistra sono sordi.... mi ricordano una canzone di Jannacci che a un certo punto diceva...l'ha detto il telegiornale, l'ha detto il telegiornale. Tali figuri sinistri si bevono inconsciamente (? forse non tanto inconsciamente) tutto quello che viene detto dalla loro area. Berlusconi è stato condannato, e per loro quella è la verità assoluta. Mi fanno ridere, come se la giustizia fosse infallibile, specialmente quando espletata con pregiudizi e solo tramiti teoremi e formulazione di indizi. Io sostengo che invece di avere come ordine del giornoi l'incandidabilità o meno di Berlusconi, si dovrebbe affrontare il problema della decapitazione di Magistratura Democratica e l'annullamento delle sentenze e dei processi da loro emesse ivi comprese quelle nei confronti di Berlusconi.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 24/08/2013 - 17:26

Se il Cav finisse in galera, qualche problema sorge­rebbe per Enrico Letta e anche per il Pd. Date retta a me miei cari Bananas preoccupatevi per voi , che per gli altri si preoccuperà qualcun'altro.

pgbassan

Sab, 24/08/2013 - 17:29

Caro Vittorio, se la conclusione è ironica ("i miei dubbi non sono completamente infondati") sta bene. Altrimenti "i miei dubbi non sono ASSOLUTAMENTE infondati".

icarius

Sab, 24/08/2013 - 17:47

ma non è che il giudizio della Cassazione in quanto tale deve essere considerato ''scritto su pietra'', specialmente se emesso da una Corte che ha dimostrato che non è stata del tutto super partes (almeno nel suo presidente) in una sentenza che fa acqua da tutte le parti e che ha molte possibilità di essere ribaltata dalla Corte di giustizia europea

tonipier

Sab, 24/08/2013 - 17:57

" X AGOSVAC " Non si tratta di una responsabilità oggettiva che si intende introdurre od affermare per perseguire e reprimere la condotta riprovevole del giudice, ma di un criterio di discriminazione e di valutazione degli errori giudiziari, idoneo, sia pure approssimativamente, ad impedire, come sovente avviene, che atti o comportamenti dolosi possano essere assorbiditi, circoscritti, mimetizzati sotto le mentite spoglie della qualificazione colposa.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 24/08/2013 - 18:03

Lei ha tutte le ragioni, caro Feltri, ma dimentica chi è il suo interlocutore! Uno che scrive, o meglio tuona dal pulpito, su repubblica, un comunistoide in perenne malafede. Si aspetta proprio che quello ammetta che sì, in effetti, una certa propensione alla parzialità c'è e c'è stata da parte della magistratura (tutta rivolta a sinistra ovviamente)? Non lo farà mai! D'altronde, bisogna capirli, poverini! Sono quasi vent'anni che i compagni prendono regolarmente calci nei denti da Berlusconi, a partire da occhetto, per finire a bersani. Sono vent'anni che venderebbero anche la loro mamma, che non indietreggiano di fronte a nessuna porcata pur di farlo fuori. Come si può pretendere che questo branco di cagnacci assetati di sangue, aizzati da abili addestratori e abbagliati da chissà quali promesse, adesso mollino la preda, la volpe che sono finalmente riusciti ad azzannare e che giace lì a terra, indifesa, alla loro mercè? Pensa proprio che a loro freghi qualcosa delle sorti di letta, del governo, del Paese intero, di fronte alla possibilità, che sognano dalla primavera del '94, di dare il colpo di grazia al loro grande e unico nemico? No, non facciamoci illusioni, e soprattutto non contiamo su nessuna autorità "superiore", come quel vecchio comunista che sta al Quirinale e, ne sono certo, che si sta segretamente fregando le mani.

paolonardi

Sab, 24/08/2013 - 18:23

Ci sarebbero da scrivere tante cose sulla leggerezza intellettuale dei sinistri, ma e' tempo perso perché quando la materia grigia e' carente la logica, la storia, gli esempi e il raziocinio non servono a chi ha una fede cieca nel sol dell'avvenire nonostante le evidenti dimostrazioni dei loro fallimenti. Come e' possibile che ci siano persone con un minimo d'intelligenza che ancora credano alle parole dei repubblicones.

Giacinto49

Sab, 24/08/2013 - 18:38

Gent. Dott. Feltri, non ci sarà mai peggior sordo di chi non vuol sentire!!!

Sapere Aude

Sab, 24/08/2013 - 18:59

Feltri, come ci va soffice. Se aspetta che quello le risponda con trasporto sincero, se lo scordi. Adesso che l'osso ce l'ha in bocca non se lo fa scappare solo per un rigurgito di sincerità. E poi, caro Feltri, più lei si fa ossequioso mendicando che la ragione si faccia strada più lui si convince di aver ragione. Lo lasci sproloquiare sui giornaletti per cui scrive!

benny.manocchia

Sab, 24/08/2013 - 20:18

I comunisti insistono sul fatto che Berlusconi e' un pregiudicato, relegandolo in un girone inesistente di Dante.Pero' non esitano un istante allorche' si tratta di pregare in ginocchio l'altro pregiudicato,ossia il signor Beppe Grillo... Un italiano in usa Un italiano in usa

'gnurante

Sab, 24/08/2013 - 20:20

Veltri, la tua coerenza e il tuo attaccamento ai princîpi (che so, l'uguaglianza di fronte alla legge) mi lascia esterrefatto.

fernando.zambardi

Sab, 24/08/2013 - 20:40

vi piace vincere facileeeeee.

acam

Sab, 24/08/2013 - 20:53

avevo scritto che il cav non è il problema ma la ...mancanza di... se non trovate il seguito a quel di... il problema rimane tutto cari concittadini che che ne scrivano i pennini d'oro

acam

Sab, 24/08/2013 - 20:58

dovremmo trattarli come un ammasso di caproni allora la superiorità sarebbe finita

fernando.zambardi

Sab, 24/08/2013 - 20:58

compagni comunisti vi piace vincere facile.verooooooo.

Guido_

Sab, 24/08/2013 - 21:43

Caro Feltri, la storia di una magistratura così organizzata politicamente è una frottola, perchè gli stessi che hanno indagato Berlusconi si sono adoperati per inquisire Penati, Del Turco o altri esponenti della sinistra. Riguardo Tangentopoli invece non fu solo il PCI a salvarsi ma tutti gli schieramenti politici, non è infatti un caso che quasi tutti i dirigenti ed indagati dell'epoca hanno continuato a stare comodamente in parlamento come se niente fosse. E non si può dire che non sapessero cosa succedeva all'interno dei loro partiti... A Milano poi non ci sono state condanne ad esponenti del PCI per il semplice motivo che lì il PCI non ha mai governato, quindi aveva più difficile accesso ai finanziamenti illegali (io a differenza vostra preferisco chiamarle tangenti) in quella regione. Come sempre lei ci intrattiene con graziosi discorsi... campati in aria! Cordiali saluti

antiom

Sab, 24/08/2013 - 22:06

Caro Feltri, nella sua pacatezza ha dimenticato, non so quanto volutamente, che anche serra, l'odioso mauro, giannini e tutti i giornalisti, tanto a chilo, di cui è composta la redazione di repubblichella 2000, hanno un padrone! Eh che padrone, eh che uomo di.....!

Ritratto di anna.bell

anna.bell

Sab, 24/08/2013 - 22:51

caro Feltri i suoi articoli non sfondano i vari "battistafesta" a loro fa comodo così, non credo che siano del tutto incapaci di capire l'evidenza. Ricordiamoci che quando tutti conoscevamo perfettamente cosa era il comunismo, e cosa combinava, gli amici di Dalema ci raccontavano le favole. Sono dei disonesti, sfacciatamente, protetti. a volte mi viene da pensare come sia potuto passare inosservato, che a suo tempo quella che era stata L'amante di Togliatti, personaggio importante nel partito diventò poi, "presidente della camera" Pensate se questo fosse successo ad altri...le virtuose donne rosse, avrebbero inscenato le barricate.

giottin

Sab, 24/08/2013 - 23:38

...e continueranno ad essere dubbi non completamente infondati, ma non corroborati da altrettante indagini e inchieste perché NON VOLUTE. E allora vuol dire senza ombra di dubbio che esistono le toghe rosse e non solo leggermente abbagliate dal rosso.

giuliana

Sab, 24/08/2013 - 23:57

Senza Berlusconi la sinistra non avrebbe più un capro espiatorio e portare avanti il suo gioco senza qualcuno da incolpare, sarebbe dura. Se andassimo alle elezioni, Berlusconi potrebbe, dicendo la verità sull'euro, fare un grande gesto nei confronti degli italiani e contemporaneamente tarpare per sempre le ali alla sinistra, che è l'unica vera colpevole dell'attuale crisi studiata a tavolino. Paolo Barnard, che pure mostra di essere totalmente disinformato e non sopporto quando difende i palestinesi contro Israele, ha fatto un lavoro formidabile per arrivare alla verità sull'europa e sull'euro. Ho trovato il testo di una sua lettera per Berlusconi, è possibile leggerla qui, con la speranza che qualcuno gliela recapiti: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=257

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 25/08/2013 - 00:07

Fanno pena questi trinariciuti ora che possono dare del delinquente condannato a Berlusconi. A loro non interessa che sia stato calpestato UNO DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA DEMOCRAZIA. A LORO BASTA RIEMPIRSI LA BOCCA CON QUESTO NUOVO INSULTO. SONO PROPRIO DEI MISERABILI NANETTI PRIVI DI MORALE.

thelonesomewolf97

Dom, 25/08/2013 - 00:43

BRAVO FELTRI! UN VELOCE MA CONDENSATO ESAME DEI "BECERI" E DELLE LORO MARACHELLE. MA TANT'E', LORO NON PAGANO MAI. CHISSA' PERCHE'. TUTTAVIA, LA DESTRA STA RINFORZANDOSI SEMPRE PIU' E ARRIVERA' IL MOMENTO IN CUI DOVRANNO RISPONDERE LORO DI TUTTO QUELLO CHE HANNO OCCULTATO.

un saluto romano

Dom, 25/08/2013 - 01:58

Ha ragione sig.Feltri a dire che non si spiega come mai tutte le loro malefatte non vengono mai a galla. Si è solo dimenticato di aggiungere Monte dei passchi di Siena e Forteto. Già, c'è anche questa di storie che solo Forza Nuova continua a portare avanti e nessun altro giornalista sta scavando in quest'altra melma. Andate anche voi ad indagare e vediamo cosa ne viene fuori.

arcanolsd

Dom, 25/08/2013 - 03:53

La sinistra ha già scagliato la prima pietra! E lo ha già fatto ufficialmente proprio oggi. Io dico la sinistra anche se dovrei dire più esattamente D'Alema. Ma la vera sinistra è lui, non Epifani o Bindi o Fassino ecc. Lui che se ne sta generalmente quieto e si occupa di faccende all'estero, tra una vendemmia e l'altra del suo casolare a Otricoli (mi sembra) ha decretato la fine della legislatura e non solo, ma anche la fine del suo compagno Letta. Come? Tirando fuori dal cilindro il rottamatore Renzi, che fino a poco tempo fa avrebbe cancellato dal partito. Forse in questo frattempo Renzi ha imparato ad obbedirgli, talvolta parla troppo - dice lo stesso D'Alema che con qualche scappellotto di correzione politica lo ha gia messo al posto di Premier. Ma che non si azzardi a pensare di fare il Segretario di partito... anche li ha un suo personaggio! Povero Letta! Baluardo estremo del binomio Pd-Napolitano, rovesciato non dagli eventi elettorali, non dal governo del fare niente, non dalla prevaricazione berlusconiana, ma rovesciato proprio dalle viscere del suo stesso partito! E chi glielo dice a Napolitano che forse, se si fosse verificata una crisi da scissione del Pdl, avrebbe potuto pensare ad un Letta 2 pur di non andare al voto!

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 25/08/2013 - 08:12

Ancora stiamo a dissertare, a "sfrucugliare", su sta' "robba"? Da scompisciarsi dalle risate. - Per di più e "pubblicamente", pretendiamo che un sinistro, un "reduce" del PCI(1989), dica tutto quello che sa, o che fortemente sospetta? Ma andiamo, alle domande "retoriche" non si risponde. Lasciatela a loro la risposta, altrettanto retorica. Questi sono tutti da psicanalizzare e possibilmente da internare: Sono "malati dentro"! - Ma cosa credete che, unico caso al mondo, i Komunisti in Italia non usino la Menzogna come fosse un "Kalasnikov", per insediarsi al "Palazzo" e quei "Magistrati, abbagliati dal rosso", come "carri armati"? Da sbellicarsi dalle risate! - Ma via, o siamo(siete) degli ingenui, o più semplicemente, dei complici, come tal M.Serra.

bruna.amorosi

Dom, 25/08/2013 - 09:22

NON MI STANCHERO' MAI DI RIPETERE CHE FINTANTO CI SARANNO KOMPAGNI ASSOLTI DA MAGISTRATE AMICHE DI FAMIGLIA IO ANZI NOI DI FORZA ITALIA QUELLA SENTENZA CONTRO IL NOSTRO BERLUSCONI .NON LA ACCETTEREMO MAI . FINCHE' PENATI NON VA IN GALERA SENZA PRESCRIZIONE DEL CAVOLO LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI ANCHE PER I KOMPAGNI .

guidode.zolt

Dom, 25/08/2013 - 09:33

veramente la voglia di scagliare la prima pietra alberga in noi e poi di continuare...sampietrini, per la precisione!

chinawa58

Dom, 25/08/2013 - 09:35

Giuste affermazioni fatte dal Direttore Feltri,mettendo in risalto anche con un semplice illustrazione di vicende passate,che purtroppo restano avvolte nel mistero,giusto riproporre il quesito "Di Pietro e mani pulite"ricorrendo la vicenda Gardini,e non solo quella il fatto che ogni qualvolta si cerca di indagare su vicende dei Compagni Comunisti,la Magistratura cerca vari scavigli per eludere l'indagine,e di scheletri negli armadi ve ne sono anche troppi.

guidode.zolt

Dom, 25/08/2013 - 09:49

Alla base della strenua difesa, da parte degli aderenti, ai dogmi della sx e di magistratura democratica stanno i "favori" che la sx sparge, a pioggia, sui suoi tesserati e su tutto il territorio nazionale e non con denaro suo, ma usando quello dello stato, in particolare della P.A. e quindi quello di tutti partecipando, in tal modo, al default italiano; infatti la spesa della P.A. è aumentata del 69%. Come dire: Tu mi dai la palla a me ed io ti dò la palla a te, antica filastrocca, ma attualissima! Togliendo le prebende ed i favori i trinariciuti si assottiglierebbero impietosamente! Non conosco il costo annuo di iscrizione al pci, diciamo la verità perchè questo è, ma è un impiego proficuo del proprio denaro.

angelomaria

Dom, 25/08/2013 - 09:51

sicuramentr piu' che fondati resta da chissersi tutte le prove che fine abbiano FATTO!

pgbassan

Dom, 25/08/2013 - 10:17

Prima hanno costretto in pratica Titti Parenti, la rossa, in quanto ex accanita PCI e poi avversaria dei comunisti, a dimettersi dal pool di Milano e poi hanno lavorato su Di Pietro, di estrema destra, nel momento di incastrare il PCI (molto dubbia quella dismissione della tonaca-toga, e anche plateale). Egli si è dimostrato in effetti un ottimo utile idiota, senza offesa. E poi il famoso suicidio di Gardini: non è che lo hanno suicidato?

killkoms

Dom, 25/08/2013 - 10:25

@battistafesta,voi comunisti avete mandato in parlamento uno pseudopartigiano che era scappato all'estero dopo una condanna all'ergastolo per 7 delitti!

guidode.zolt

Dom, 25/08/2013 - 12:03

Credo che l'erosione delle coste, da parte del mare, sia una bufala...credo piuttosto siano le "camionate di sabbia" usate dalla sx e da magistratura democratica, cioè comunista, ad uso e consumo dei compagnuzzi loro che sbagliano!

Ritratto di anna.bell

anna.bell

Dom, 25/08/2013 - 23:34

Tutti i commenti dei non comunisti sono tutti validi, ma non servono a niente perché loro hanno molto potere. L'unica nostra arma è il VOTO, ma succede spesso che si prendano sottogamba le elezioni. Se non si vota ci ritroviamo questa gente. Anche Renzi che potrebbe.. sembrare meglio, ricordate che dietro ha Dalema poi avrà Prodi personaggio che lui stima. Come dire al peggio non c'è fine.