Anche An vuole rinascere: "Usiamo il simbolo storico"

La Poli Bortone raduna a Lecce i reduci di via della Scrofa: da Alemanno a Storace

Giorgia Meloni e Ignazio La Russa a Montecitorio

Roma - Non è impresa facile ricostruire la casa della destra e ricomporre la diaspora degli ex An. Se da una parte si rafforza la consapevolezza che la sommatoria dei tanti piccoli partitini fioriti negli ultimi anni produce come unico risultato l'irrilevanza politica, dall'altra il cantiere dei reduci di via della Scrofa sembra poter contare su tanti mattoni asimmetrici.
La guerra dei personalismi, insomma, non è ancora superata. E soprattutto manca all'orizzonte un leader - a parte forse la riottosa Giorgia Meloni - che possa convincere chi si è costruito un piccolo spazio da primadonna a fare un passo indietro e retrocedere in un ruolo da ufficiale di complemento. Certo le prove tecniche di ricomposizione, andate in scena sabato a Lecce sotto la regia di Adriana Poli Bortone, hanno tentato di superare il problema con una platea disposta in cerchio, come a voler mostrare la volontà di superare le antiche gerarchie. Ma mettere da parte gelosie e difficoltà di convivenza non è facile. Tanto più che i distinguo tra sigle e correnti sono tutt'altro che archiviati. Non è certo passata inosservata l'assenza degli ex An confluiti in Fratelli d'Italia, ovvero di Giorgia Meloni, Ignazio La Russa e Fabio Rampelli, con unico «testimonial» quel Guido Crosetto che proviene da tutt'altra storia politica. E poi ci sono Maurizio Gasparri e Altero Matteoli, un tempo capicorrente, oggi decisi a restare nel Pdl anche nel caso si consumi il ritorno a Forza Italia.
La squadra dei volenterosi scesa in campo a Lecce è comunque nutrita e composta da dirigenti che hanno scritto pagine importanti della storia del Movimento Sociale prima e di An poi. L'aggregazione nascente potrebbe, infatti contare su Francesco Storace, Adriana Poli Bortone, Pasquale Viespoli, Andrea Ronchi, Roberto Menia, Adolfo Urso, Silvano Moffa, Domenico Nania, Mario Landolfi, Salvatore Tatarella. A loro si aggiungerà, con ogni probabilità, Gianni Alemanno. «Dobbiamo prendere atto della proposta di Berlusconi di riorganizzare il centrodestra sulla base di più soggetti partitici. C'è quindi spazio per creare un nuovo soggetto che, partendo dai valori della destra, sia proiettato verso il futuro e ancorato nel popolarismo europeo. È un percorso che dobbiamo fare per unire in modo nuovo il centrodestra italiano». Chi già detta i tempi e indica una data vicina per avviare concretamente il discorso - aprendo la querelle sul simbolo - è Francesco Storace. «A Orvieto, a metà luglio lanceremo il nostro messaggio sui contenuti. Nessuno si tiri indietro e soprattutto non si saboti, in una misteriosa fondazione, il diritto di chi ha militato in An a riprovarci. Se altri credono più a Forza Italia, è stravagante ma legittimo. Sarebbe intollerabile inibire a milioni di persone il simbolo che hanno amato. D'altra parte se si ricostruisce Forza Italia con quel simbolo, perché non dovrebbe essere lo stesso anche per una destra che conservi il simbolo di An?».

Commenti

Lino.Lo.Giacco

Lun, 01/07/2013 - 09:03

Peccato Vedere frantumato quello che poteva essere un grande partito dj centro destra È la dimostrazione che tutti si credono leader anche se rappresentano 25 persone Non ci sono vocazioni e passioni solo voglia di primeggiare Peccato che dopo Berlusconi non c'è un personaggio in grado di coordinare un partito

bruna.amorosi

Lun, 01/07/2013 - 09:10

politicamente mi sembra giusto però consiglio a questi poveri cristi di stare LONTANI DA FINI .altrimente sono morti (come partito) prima di riaccendere la fiamma . .e ..loro imparassero ad essere coerenti con le idee e le persone che gli serviranno per esistere . una che vi ha votato e oggi non lo rifarà .io non tradisco ..siete voi che lo avete fatto IERI .

Ivano66

Lun, 01/07/2013 - 09:35

Morti che camminano.

tofani.graziano

Lun, 01/07/2013 - 09:43

Il tentativo di riunificare e quindi di rifondare una destra che conti nel panorama politico italiano,e' cosa senz'altro giusta.Attenzione pero' a non imbarcare in un simile progetto, il virus dei traditori, il popolo non dimentica, e porterebbe senza dubbio alla fine dell'esperienza

Klotz1960

Lun, 01/07/2013 - 09:52

Lo dico con tristezza: dove erano i nostri prodi, durante la vergognosa, indegna, meschina epopea di Fini (e Bocchino), che ha catalizzato l'ostilita' interna ed internazionale verso il centrodestra italiano e rappresentato l'inizio dell'agonia del Governo di Berlusconi? Dove erano i grandi colonnelli? Come mai non sono riusciti a fare nulla per arginare il tradimento del loro leader? Hanno preferito lasciar correre ed attendere i risultati. Scommessa persa, insieme alla credibilita'. Adesso, francamente. e' durissima.

tartavit

Lun, 01/07/2013 - 10:06

Tutti in fibrillazione questi incapaci della politica italiana che hanno portato l'Italia allo sfascio. Adesso c'è la corsa al percorso storico, un ritorno ai vecchi partiti e ai vecchi simboli. Una vera iattura per il nostro povero Paese che arranca ancora immerso nella crisi. E questi furboni e queste intelligenze a che cosa pensano? A ritornare nel passato. Nessuna proposta seria per riformare il Paese, nessuna intenzione di tagliare i costi della politica, nessun provvedimento serio di dimezzare le spese, che per la maggior parte sono inutili. Niente di niente. Ma quanto durerà ancora tutto questo? Quando si deciderà il popolo di scendere in piazza contro queste sanguisughe ingorde, ignoranti, spendaccione e inconcludenti?

pagano2010

Lun, 01/07/2013 - 10:27

già che ci siamo avrei rifondato il MSI! Mancano le idee e le persone per portarle avanti: avete presente La Russa in pubblico? e smettetela di prenderci in giro: andate a zappare che fate meno danni!

Ritratto di deep purple

deep purple

Lun, 01/07/2013 - 10:36

Mantenuti politicanti di professione, degni dei peggiori democristiani e di Fini. Ecco cosa siete. Silvio, tronca con loro per sempre!

michele lascaro

Lun, 01/07/2013 - 10:38

Le divisioni, che tra l'altro non poggiano neppure sul tema ideologico, non fanno bene a nessuno. Si riuniscano, finalmente, ora che Gianfregato è sparito, e ripristinino la Destra tradizionale cui noi siamo stati legati. Ricordo che la Poli Bortone e Storace furono i primi ad andarsene, gesto per noi , allora, incomprensibile. Poi si è chiarito tutto. La riunione sarà augurante per tanti giovani che si vedevano orfani.

G_Gavelli

Lun, 01/07/2013 - 10:46

Era evidente! L'importante è che Berlusconi possa riuscire a tenere unita la coalizione PdL, recuperando addirittura La Russa & Co.

gigi0000

Lun, 01/07/2013 - 10:58

Devono tentare di giustificare il distacco dal PdL effettuato quando Berlusconi sembrava perduto, senza comprendere che il bipartitismo (Grillo non conta) è l'inevitabile destino della politica. Anche i SINISTRI BUFFONI non l'hanno ancora capito, ma, peggio per loro. Tutti gli altri sono destinati a sparire o restare mezze calzette.

peter46

Lun, 01/07/2013 - 11:29

x bruna.amorosi...Lei afferma""imparassero ad essere coerenti con le persone e le idee...ecc ecc".Tolga per un attimo il problema dell'innominabile e dell'insignificante codazzo(FLI) e parliamo del resto.Il resto è sempre rimasto nel PDL,esclusa la Destra(non accettata(nel 2006) nella coalizione col suo simbolo come la Lega) per la ricattabilità di Berlusconi o per la sua inconsistenza da leader a seguito dell'imposizione finiana. Inconsistenza acclarata per aver permesso anche a Vendola di vincere in Puglia(ci aveva perfino fatto pensare che certi suoi gusti fossero cambiati,almeno questo ce lo ha risparmiato)non candidando la Poli Bortone alla PDRegione,ma il pupillo di Fitto che ha perso come tutti sapevano sarebbe successo(non voluto dall'udc).E tutti ripresi in coalizione...figuriamoci dopo quei sondaggi al 13-14% se poteva permettersi di lasciarli fuori...quei"poveri cristi"hanno condiviso e determinato tutto quello che,di bene o di male'ha combinato il cdx.In qualche occasione anche più determinanti e determinati dei "meno male che Silvio c'è".E questo significa che se loro hanno tradito,tutto il cdx ha tradito...le aspettative,non solo loro.Ma veniamo al dito alzato:quel dito(Sbagliato per il luogo e solo per il luogo)avrebbe dovuto far aprire gli occhi su quello che girava nel partito e su cosa stava per succedere in un partito soggetto alle "eiaculazioni"precoci o no del capo.Quel dito voleva dire "aprite gli occhi":non può tirare avanti un partito dove per il godimento del capo può entrare,senza alcuna distinzione o filtro d'entrata,l'arrivista,il pappone,le squinzie i cortigiani a libro paga...Il partito è una cosa seria.E loro,i privilegiati di corte :ma non facciamolo partito.E perchè?Perchè la maggioranza dei congressi provinciali per eleggere l'eventuale segretario erano stati nel frattempo vinti proprio da quei "poveri cristi"che potrebbero alzare la testa e oltre alle primarie potrebbero intanto(subito)chiedere che Villa Certosa rimanesse solo sede dei 'sollazzi'serali e basta e Palazzo Ghigi sede degli incontri istituzionali e basta e non senza alcuna distinzione(Non lo sapevano?C'è un'intercettazione in cui risulti che uno qualsiasi dei deputati o Senatori abbia mai partecipato alle 'serate'non istituzionali di villa Certosa?Non esiste:non volevano implicazioni,o no?).....Consigli,pure giustamente ,di stare "lontani da Fini",ma solo per quella casa.Ma ricordi anche che quella casa(Lei dice che li ha votati,per cui vale anche per Lei)è "Cosa Nostra",'quello'deve rendere conto solo a Noi'di quella casa.Tutti gli altri,compresa anche la sx,hanno le loro case su cui pretendere chiarezza.Ognuno si faccia le case(tante,tantissime)sue,e Noi la nostra ,o no?...E' chiaro che ognuno può interpretare il tutto a suo piacimento.E sia anche chiaro che non ci potrà mai essere giustificazione per il comportamento dell'innominabile...(Le volevo dire:non trovo interesse per nessuna parte.Se decidessi di non esercitare più il diritto all'astensione ed essendo fuori discussione(senza se e senza ma,come si diceva)il mai a sx,...chissà che non riaffiori l'antica militanza,ma solo se ci saranno 'soldati semplici').Buona giornata.

Gianca59

Lun, 01/07/2013 - 11:35

UNo più o uno meno non sarà certo un problema nel caotico scenario della politica Italiana. L' unica cosa che chiedo a questi signori è di non resuscitare Fini !

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Lun, 01/07/2013 - 11:57

La destra in Italia è stata una cosa seria perchè si è ispirata anche a principi di solidarietà, socialità e liberismo. Poi si è fatto un minestrone con quanto di peggio la prima repubblica aveva espresso e si è creato un centrodestra al soldo di affaristi e ricattatori. E' bene che la destra si riprenda gli spazi che le competono.

CALISESI MAURO

Lun, 01/07/2013 - 11:58

L'Italia muore e da dx a sx o viceversa e' solo una corsa per le poltrone. Nessun movimento o partito puo' creare qualcosa senza un ideale o una ideologia, vale per la sx avvezza alle banche vale per la dx amante delle poltrone. E' proprio finita accidenti!!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 01/07/2013 - 12:09

Personalmente ci metto la firma, Almirante non può "morire!" per le colpe di un infame traditore. E gradirò le battaglie di La Russa e Storace i quali sapranno dare la meritata lezione a tale fini. Il resto conta poco, ritrovato l'onore i più si accodano!

Azzurro Azzurro

Lun, 01/07/2013 - 12:22

Sono anche io di Destra e Berlusconiano. Ma ho sempre visto i Fratelli di AN come amici. Pertanto se ricostituissero il Partito, con gli inevitabili "ammodernamenti" nelle idee (No al Fascismo, No alla Destra Sociale e statalista, lo statalismo lasciamolo ai sinistri), sarei solo contento. Per intenderci un moderno partito di destra come e' quello della figlia di Le Pen in Francia. Marciamo insieme contro il cancro Komunista e verso la liberta' Amici di AN!

Azzurro Azzurro

Lun, 01/07/2013 - 12:24

Aggiunta: per carita' pero' lontani da Fini....quello e' impresentabile e ha tradito tutto quello che poteva tradire

Rossana Rossi

Lun, 01/07/2013 - 12:25

Basta che lascino a casa fini.......

bruna.amorosi

Lun, 01/07/2013 - 13:17

PETER46 meno male una persona che articola, il suo pensiero .che condivito quasi su tutto .l'unica cosa che non accetterò mai è il tradimento .lei parla del dito .ma quel giorno per il traditore era già tutto scritto . non credo lo abbia fatto di proposito (troppo stupido ) ma si è guardato bene di proteggere qui voti che l'allora ALMIRANTE gli affidò .di soluzioni ne aveva tante ma ha scelto quella a lui più congeniale non assumersi responsbilità.Lei conosce una famiglia che non litiga ? io no. ma in casa mia ci si mette d'accordo anche dopo nottate di strilli ,ma il mattino siamo tutti d'accordo .ma a casa mia la casa la abbiamo fatta con le nostre forse e non ci vogliono magistrati che debbo difendere ..per questo io non li voterò più sono vecchia e per me l'onore è tutto e quella parte lo ha perso magari non per colpa di tutti ma chi è rimasto non ha avuto il coraggio di sputargli in faccia .

peter46

Lun, 01/07/2013 - 14:04

bruna.amorosi...mi sono rivolto a Lei perchè era l'unico commento quando ho iniziato a scrivere il mio.Nessun altro particolare motivo. x Azzurro Azzurro...sempre per la partecipazione.Mi sembra che sia rimasto un po indietro...e sarebbe un auto-offesa,se veramente pensa quel che ha scritto, aver convissuto,cioè, per 20 anni con coloro che "speravano di far rinascere il Fascismo".Penso che non ci abbia mai creduto,come loro del resto,per cui eviti di pensarlo e 'scriverlo'.Per il no allo statalismo...Lei vorrebbe il 'liberismo'assoluto?E quale liberismo?Facciamo un esempio terra-terra,così ci comprendiamo meglio.E' sicuramente 'liberismo' la possibilità delle compagnie petrolifere di abbassare,a turno,il prezzo del carburante di qualche centesimo a litro a seconda del giorno,dell'ora o della posizione delle loro pompe distributrici?Siamo sicuri che sia "liberismo" e non "cartello",come più volte sanzionato dalle varie autorità di controllo?Va bene per Lei un tal loro 'liberismo'?Ma...non andrebbe meglio,però,se la compagnia di bandiera(ENI-Agip)su imput dello Stato,"calmierasse"il mercato con un prezzo,indubbiamente non da perderci,ma "onesto"?E questo non significa che il "liberismo"delle compagnie non deve esistere,ma solo che non sia "cartello" contro gli utilizzatori,o no?E questo non è il solo campo,ci pensi.Sulla DX sociale:vuol lasciare i diseredati e coloro che son rimasti indietro a (---Luigipiso e al suo nuovo capo con l'orecchino?---)alla sx "bancaria?Un giorno parleremo dei tempi di """Torre Melissa"""e di quelle lotte(certo con altri uomini,soldati e non colonnelli)originarie e locali quanto si voglia,ma connaturati nella dx.Alla FN della Le Pen:se ne può parlare,perchè no sugli ultimi temi proposti dalla stessa.Nessuno ne ha parlato delle elezioni di una settimana fa per la sostituzione di un inquisito,dimessisi,in Francia in una delle zone a più tendenza di sx.Alle elezioni il candidato della Le Pen è risultato secondo dopo l'umc(cdx alla sarkozy)estromettendo la sx ed al ballottaggio perdendo col 47% dei voti...ma è un segnale sulla scia dei primi.E infine...se hanno dovuto far posto a Bondi,Galan,Biancofiore...hanno o no il diritto di cercarsi una nuova casa ma rimanendo nel cdx?O veramente volete scendere sotto il 10%?

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Lun, 01/07/2013 - 14:17

Il fondatore di questo Giornale lui si un grande liberale, capì perfettamente in quale mani era caduta la testata e non tralasciò occasione per denunciare la calata dei nuovi barbari.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Lun, 01/07/2013 - 14:18

Il fondatore di questo Giornale lui si un grande liberale, capì perfettamente in quale mani era caduta la testata e non tralasciò occasione per denunciare la calata dei nuovi barbari.

bruna.amorosi

Lun, 01/07/2013 - 14:55

ben arrivato l'imbecille di turno che non avendo altro da fare scrive le stesse frasi su qualsiasi commento beh!! contento lui ....da farsi prendere per il ...........ma è una cosa che piace ai kompagnucci .

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 01/07/2013 - 15:26

Creare una destra VERA non è sbagliato ma partire dall'ANnacquato AN mi sembra partire con il piede sbagliato. Esiste già Fratelli d'Italia che sembra appetibile come valori di destra, anche se dovrebbero darsi una limata alle idee d'accoglienza d'immigrati tra le loro file. Non vedo un filo ideologico ma una riunione di orfani in questo progetto. Le cose o le fanno seriamente o è meglio che lascino perdere, se devono fare la ruota di scorta a Berlusconi o ai loro interessi politici individuali, in altre parole alle loro poltrone.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 01/07/2013 - 16:03

questi due finiranno a nozze, voglio dire Bruna e Peter, e ne avranno così di chiarimenti da farsi. Però una cosa: chi è per l'ordine può pure cercarsi un altro leader, ma non si 'ritrae' ! -In particolar modo adesso che è di moda andare in parlamento col vincente ( non vincitore ) farsi cacciare per poi migrare verso altri schieramenti e potersi comprare casa, poverelli. E' recente la cronaca sopra un deputato assenteista cronico che interrogato sulla cosa ha detto che è perfettamente inutile andare in parlamento e che non può dimettersi perché la paga gli è necessaria per pagarsi il mutuo!-----

Azzurro Azzurro

Lun, 01/07/2013 - 16:21

peter46 Carissimo, credo ci sia un equivoco. Come ho detto siete degli Amici per me. Sul Fascismo: non ho mai detto che lo vogliate far rinascere, intendevo che negli anni c'e' stato quealche personaggio che in modo esplicito vi faceva riferimento. Non mi pare che una Destra moderna possa ancora rifarsi in -toto- a quelle idee. Tra l'altro ricomincerebbe la manfrina dei soliti "antifascisti" a parole, visto che i rossi sono stati tutti fascisti come credo tu ben sappia. Tralascio un sacco di cose valide fatte dal Fascismo perche' mi porterebbe troppo lontano. Mi riferivo quindi alla dittatura, alla guerra con hitler, ecc.. Per quanto riguarda lo statalismo, intendevo le aziende sovvenzionate dallo stato che producono solo perdite e in italia sono almeno 20.000 (Esempio eclatante: Alitalia). No non intendevo il liberalismo assoluto, credo che lo stato debba non cercare di produrre in perdita, come fa ora, ma limitarsi ad una giusta funzione di controllo. Secondo me una Destra moderna, che tenga conto dei bisogni del suo elettorato, ad esempio che gli immigrati vadano respinti perche' sono troppi (anche qui sorvolo sul perche' e il percome se no vado fuori strada) ha tutto il diritto di esistere. Per quanto riguarda la parte -sociale- intendevo l'assistenzialismo, in questo senso questi voti se li prenda pure vendola. Se stiamo fallendo e' perche' abbiamo una pletora di aziende, commissioni, consulenti, municipalizzate tutte in perdita che servono solo a produrre voti. Prendi la RAI, 13.000 dipendenti, il canone e 200 milioni di euro di perdita annua media. Per essere chiaro, non possiamo piu' permetterci simili sprechi se no tra poco falliamo. La RAI va chiusa, come moltissime altre finte aziende che producono debito invece di ricchezza.

Azzurro Azzurro

Lun, 01/07/2013 - 16:24

Aggiunta: non facciamoci la guerra tra noi, con il Komunismo ancora vivo e vegeto unico paese in Europa. Ricordo nel 92 mi pare, che il Cavaliere sdogano' l'MSI e appoggio' Fini come Sindaco di Roma, se ricordo bene, scelta che condivisi. In conclusione: prima sconfiggiamo il komunismo che e' il male assoluto, poi se avremo voglia, ci faremo le pulci tra di noi, ma dopo, non prima. Un saluto :)

peter46

Lun, 01/07/2013 - 16:32

bruna.amorosi..il secondo commento l'avevo inviato prima della comparsa del suo secondo.Siamo in sintonia...ma la sua 'rabbia' è troppo unilaterale.Non ci si sveglia una mattina(Fini) e si fa quel che è stato fatto senza mettere preventivamente in conto le inevitabili conseguenze:le avvisaglie c'erano state tutte,le discussioni all'interno del partito PDL anche,le critiche,anche di persone non all'area AN,ma più all'area FI,anche.Le critiche non venivano alla luce:si poteva non essere più fra i nominati e fuori da quel partito(PDL)rimaneva un posto solo nell'udc,ma in fondo alle liste(neanche Casini e Buttiglione erano sicuri di farcela,figuriamoci se mettevano gli altri ai primi posti).Lo sapevano tutti l'andazzo villa Certosa.Glielo ripeto:possibile che non ci siano intercettazioni di frequenze,in quelle serate,di nessun parlamentare?Neanche un Bondi,un Galan,una Biancofiore...insomma di uno"culo e camicia"col capo?Non esistono...dunque ognuno si rifiutava di "apparire"in quei momenti.E criticava di nascosto.Ecco perchè qualcuno doveva farlo.Ma non in quel luogo e momento in cui è stato fatto.Prendersi un po di tempo...cercare alleanze all'interno che non potevano non esserci(guai se non esistessero uomini d'intenti e non di solo d'interessi),costringere gli altri ad un congresso(facendo prima quello degli Aennini beninteso)stabilire i metodi e i paletti delle candidature(che ancora non ci sono)....e magari stemperare l'impulso espresso, anche se, gente con quella faccia e col solo merito di ridere,non a-gratis,alle barzellette del capo,pretendevano di superarlo....Poi ognuno è libero di pensarla come meglio ha voglia di pensarla,non ho alcuna pretesa di convincere alcuno...nè IO nè figli miei(come si dice)voteremmo per l'innominabile...ma solo per la casa e le cose,richieste,ma non fatte.

Azzurro Azzurro

Lun, 01/07/2013 - 16:48

Aggiunta 2 sempre per peter46 Il prezzo di un bene o servizio lo fa il mercato, in un paese democratico. Segue altresi' la legge della domanda e dell'offerta. Il problema e' che in Italia i prezzi carburanti, le assicurazioni, l'energia elettrica, etcetera sono gravati da troppe tasse. Per fare un esempio, su 320 euro di assicurazione di un motorino, ho pagato 120 euro di tasse: mi pare immorale oltreche' sbagliato. Tutto questo perche' lo stato spende piu' di quanto incassi e deve finanziare il debito. Ma noi stiamo diventando sempre piu' poveri. Sui cartelli ti do pienamente ragione, e' ora di abbatterli. Ma qui il liberalismo o il liberismo non c'entrano nulla. Noi andiamo male non perche' ci siano troppe liberalizzazioni e concorrenza, ma perche' ce ne sono troppo poche :)

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 01/07/2013 - 17:04

peter46 le riconosco una ricostruzione degli accadimenti di quel periodo molto attendibile,verosimile e criticamente valida,segno che col passar del tempo ed il raffreddarsi degli animi e' possibile ragionar meglio sui fatti.La faro' breve,ho sempre reputata suicida la politica di quel delfino bolognese ed il suo tardivo e intempestivo ravvedimento,furono la ciliegina sulla torta di un autocastrazione,ma ancor piu' devastante fu per lui e gli altri i due mesi di tempo che napolitano concesse alle borse del silvio prima del fatidico 14dicembre.

peter46

Lun, 01/07/2013 - 18:30

nuvmar...un giorno ci spiegherai meglio cosa vuoi sempre dire nei tuoi commenti,vero?Oggi Ti mancano forse i commenti dove si parla di idioti,imbecilli e... vaffanculo?Ma se dovesse succedere quel fatto fra Me e Bruna ...Tu(che sarai invitato)come sei messo col tenere il piattino...Hey,che ti aspettavi....schweeppes(il piattino delle fedi).cosa avevi capito?

peter46

Lun, 01/07/2013 - 18:42

Azzurro Azzurro...,altrocchè se non è un piacere discutere...sarebbe bene che i "panni sporchi si lavino in famiglia",accolgo il suo invito...ora devo uscire e quasi sicuramente i commenti non usciranno più.Lei ricordi(insieme a coloro solo di cdx indubbiamente che vorranno partecipare)che domani "c'è posta per Lei".E giacchè son pochissimi,quasi zero coloro che vanno a rileggersi il giorno dopo...sarà tutto per noi il tempo dell'approfondimento.

Nadia Vouch

Lun, 01/07/2013 - 18:48

Ooooo! Oooo! C'è qualcuno lassù? No, dico, noi cittadini stiamo qui, qualora voi politici ve ne foste scordati, così presi come siete da simboli e sciogli di qua e metti assieme di là, e mescola e attenzione che l'entusiasmo non evapori. Che stress.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 01/07/2013 - 19:46

Come si fa con una donna con le palle di nome Poli Bortone in Puglia , farsi governare da un uomo mancante delle medesime.?