Pomarici contro Bruti: per favorire Ilda tradisci Md

In due lettere del 2010 ora al Csm, il pm accusa il capo sul caso Ruby: "Non avallo le tue scelte"

La crepa si allarga. Alla procura di Milano non c'è solo il duello fra Edmondo Bruti Liberati e il suo aggiunto Alfredo Robledo. No, c'è almeno un altro scontro in atto: Bruti è ai ferri corti con un altro peso massimo della magistratura ambrosiana, Ferdinando Pomarici, uno dei pm più noti della città. Addirittura dal 2010, come racconta Panorama oggi in edicola, i rapporti fra i due si sono incrinati. E si sono fatti tesissimi. Qualcosa era già emerso dalle successive puntate della querelle sul processo Ruby: fra un'audizione e l'altra al Csm, Pomarici aveva fatto capire di non condividere la scelta da assegnare al pool di Ilda Boccassini il delicatissimo caso. Ora però scopriamo che non si trattava di perplessità; no, di più, dal 2010 i due sono separati da un muro. Il muro della procura. E Pomarici, ascoltato dal Csm, ha depositato due lettere inviate proprio a Bruti Liberati che la dicono lunga sulle asprezze di una divisione ormai insanabile. Attenzione: tutti e due i messaggi sono del novembre 2010, un'epoca non sospetta, una stagione precedente a quella degli scontri di oggi.
La prima missiva è un vero e proprio atto d'accusa al collega che avrebbe tradito gli ideali di Magistratura democratica, la corrente di sinistra delle toghe italiane. Pomarici fa sapere al capo dell'ufficio che non intende più partecipare alle riunioni della dirigenza: «Il disagio - scrive - si è fortemente acuito per effetto di alcune tue scelte che assolutamente non condivido e che non voglio in alcun modo avallare». A cosa si riferisce Pomarici? «Alla nomina - spiega lui stesso - di una collega alla Direzione distrettuale antimafia». «Mi sembra - prosegue implacabile il pm - priva di alcun requisito idoneo all'assegnazione alla Dda se non quello, pare, di essere stata uditrice giudiziaria dell'attuale coordinatore». Che poi è Ilda Boccassini. Per Pomarici, pur di favorire l'«allieva» della Boccassini, Bruti è venuto meno ai suoi principi. Testuale: «Mi stupisce che un esponente storico come te di Md, che si è sempre caratterizzata per le battaglie più decise in tema di concorsi interni, abbia poi rinunciato a tali principi quando, forse, richiesto di derogarvi da chi gradiva l'assegnazione di colleghi di propria personale fiducia». Insomma, la spaccatura viene da lontano e si consuma sullo sfondo di antiche battaglie e di vecchi ideali.
Ma questa è solo la prima puntata. Poi arriva l'affaire Ruby. E qui i ragionamenti di Pomarici si fanno, se possibile, più nitidi e netti. La decisione di affidare l'esplosivo fascicolo alla Boccassini non quadra. Pomarici invia al collega, sempre nel novembre 2010, un'altra lettera altrettanto dura in cui parla di una sorta di «autoassegnazione» degli incartamenti. Anzi, della violazione «di una norma che ha costituito per anni cavallo di battaglia di Md proprio per evitare il fenomeno delle assegnazioni pilotate fonte di diffuso timore che anche la successive indagini possano apparire all'esterno parimenti pilotate».
Così nel 2010. Sembra quasi un'anticipazione del conflitto esploso nelle scorse settimane con le reciproche scomuniche fra Bruti Liberati e Robledo. Ora si scopre che quella guerra ha radici ben più profonde. Ragioni personali, legate al temperamento dei singoli pm. Ma anche strutturali: dietro il velo dell'obbligatorietà dell'azione penale si consumano scontri furibondi che toccano le indagini più complesse, la loro evoluzione, l'iscrizione di imputati eccellenti nel registro degli indagati. L'azione penale sarà pure obbligatoria, ma è condotta con un alto tasso di discrezionalità.

Commenti
Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 29/05/2014 - 08:27

non si puo' fare di tuttaun erba un fascio, (non quello fascista )ma è evidente che molti magistrate usano questo incarico per pura convenienza personale, economica e politica, senza averne le minime responsabbilita',la Rossa avventuriera, carente di pisello ed altro , ha solo Saputo seminare ,odio , e cattiverie,sul suo idelale comunista,che speranza avremo di avere una vera giustizia? una Rossa che squallidamente fa accuse inesisrtenti ,un compagno, un certo INGROIA , che manda in galera un INNOCENTE per 10 anni solo per avere agito con superficialità , incompetenza e presunzione,se questa è la ITALICA giustizia siamo tutti nella merda....sperando che ci sia merda per tutti ...

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 29/05/2014 - 08:40

Io so che questi Giudici sono soli e si sa, quando non si hanno o si rifiutano Conasiglieri o Guide nella propria vita, quasi che se ne potesse fare a meno, infine la solitudine porta ad odiare il genere umano considerandolo scoria; aprite gli occhi e guardate come guarderebbe un bambino altrimenti morirete di solitudine cari Giudici (fossero come Gedeone, umili e di fede). Shalom

bruna.amorosi

Gio, 29/05/2014 - 08:53

niente di nuovo sotto al sole . l'alternativa quale è ?? non esiste perciò bisogna abbozzare e far gioire i poveri scemi di sinistra che credono che la magistratura sia cosa loro .invece non capiscono che quelli lavorano solo x la loro gloria specie quella personale e poveretto chi non gli piace .e BERLUSCONI non dandogli la soddisfazione di togliersi il cappello ne fa le spese . tutto quà .provate a negarlo se ci riuscite .

stesicoro

Gio, 29/05/2014 - 09:02

Da tutto ciò, l'imparzialità dei magistrati appare evidente (agli occhi degli ingenui e degli ottusi)!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 29/05/2014 - 09:13

Quando la barca affonda i topi scappano e la meringa galleggia.

angelomaria

Gio, 29/05/2014 - 09:14

laguerra per SILVIO!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 29/05/2014 - 09:18

alto tasso di discrezionalità: è cosi che gli imputati, pur essendo innocenti, spesso vengono puniti! non solo per incapacità giudiziaria ma anche per menefreghismo e opportunismo! lo dimostrano i casi giudiziari su Berlusconi, possiamo trovare circa 20 anni di esempi!!! bastardi sinistronzi!

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 29/05/2014 - 10:00

@stesicoro: si è dimenticato di citare, in riferimento agli occhi, anche i compagni (che per quanto mi riguarda sono ottusi) ma meglio specificare. Buona giornata

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 29/05/2014 - 10:03

Persone davvero piccole questi magistrati. Poi l'esistenza di MD è un'anomalia di una gravità inaudita. Giudici orientati politicamente: in qualunque paese civile sarebbe impossibile. Ma un paese dove il 40% vota PD per 80 euro non può essere un paese civile.

pittariso

Gio, 29/05/2014 - 10:10

Separazione delle carriere ed elezione popolare dei Capi delle Procure e Presidenti dei Tibunale,Corti ecc.

pittariso

Gio, 29/05/2014 - 10:10

Separazione delle carriere ed elezione popolare dei Capi delle Procure e Presidenti dei Tibunale,Corti ecc.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 29/05/2014 - 10:12

Mi sembra che nell'articolo ci sia poca sostanza. Caro Zurlo, se avete notizie di reati commessi dai magistrati, o anche soltanto di irregolarità disciplinari nell'assegnazione o ricezione delle pratiche giudiziarie, denunciate e procedete a termini di legge (compreso il decreto legislativo 23 febbraio 2006, n. 109 "disciplina degli illeciti disciplinari dei magistrati, delle relative sanzioni e della procedura per la loro applicabilità"). Diversamente, il riportare divergenze sui principi sindacali nello svolgere il lavoro, diventa solo gossip, utile però a delegittimare la magistratura, lasciando intendere la solita tesi farlocca delle inchieste "pilotate", assurta a metodo sistematico complottista.

Ritratto di celerino

celerino

Gio, 29/05/2014 - 10:16

a chi servono ed a che cosa servono questi commenti? forse e un altra invenzione come il calcio, far sfiammare le anime depresse.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 29/05/2014 - 10:21

Nonostante i tentativi dei media di regime complici dei Magistrati eversivi di MD di coprire le porcherie che hanno fatto..la merda sta venendo a galla!!

Triatec

Gio, 29/05/2014 - 10:45

liberopensiero77 Non occorre delegittimare la magistratura, sono bravissimi a farlo da soli. Un ultimo esempio in ordine di tempo? L'inchiesta sulla maxi-truffa a Carige si trasforma in uno tsunami per pezzi da novanta della magistratura ligure, assunte 28 persone tra parenti o amanti di giudici....

millycarlino

Gio, 29/05/2014 - 10:54

Ora i pasticci ce l'hai in casa. Ma quando vai in pensione? Milly Carlino

stesicoro

Gio, 29/05/2014 - 10:55

@lettore57: effettivamente, così l'elenco delle categorie è meno incompleto. Buona giornata anche a lei.

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 29/05/2014 - 11:02

@liberopensiero77 Mi domando in quale galassia, non pienata, Lei viva. Al di là dell'articolo io credo che se si ha anche un solo briciolo di obbiettività, la magistratura si delegittima da sola e poi, per favore, non sia patetico bollando come "divergenze sindacali" le beghe della magistratura (milanese nello specifico) che sono ben oltre.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 29/05/2014 - 11:06

@Aulin- Sottoscrivo. Devo però puntualizzare che, mio malgrado, non ho mai considerato il nostro, un paese civile. Ci son troppe differenze, nei nostri comportamenti, con quella tacita regola di vita che, altrove, vien chiamata civiltà. Basti pensare quali individui, per decine d'anni si sono proditoriamente ammantati dell'appellativo "democratico". Costoro, non sanno neppure dove abiti la Democrazia.

ciannosecco

Gio, 29/05/2014 - 11:11

"liberopensiero77"Lei è uno dei pochi che "resiste " all' evidenza. Tutto ciò che è umano è taroccabile,compresa l'estrazione del Lotto.Le inchieste possono essere pilotate con opportuni accorgimenti e quelli che dovrebbero controllare,possono essere scelti in base al loro orientamento più o meno colpevolista.In pratica quest era l'accusa che hanno fatto al Giudice Carnevale.E se l'accusa all'ammazzasentenze, ovvero,di aver pilotato l'assegnazione dei processi e delle sentenze è stata ritenuta plausibile,questo sta a dimostrare che ,almeno in teoria si può fare.Persino Ferruccio Sansa in un suo editoriale del Fatto Quotidiano,ammette con colpevole ritardo le omissioni investigative e le collusioni politiche dei Magistrati. In base al Decreto Legislativo da lei enunciato, e limitatamente all'articolo 1,se venisse applicato,metà Magistratura verrebbe sanzionata.Riguardo alla sua pretesa,di denunciare i fatti descritti da Stefano Zurlo all'autorità competente,ritengo non sia necessaria.I reati della pubblica amministrazione sono procedibili d'ufficio.In pratica,il pm competente ,letto questo articolo,avrebbe dovuto aprire un fascicolo d'indagine.Su questa faccenda,in verità ,un fascicolo è stato aperto a Brescia su denuncia dei Radicali.Forse è per questo che i Magistrati gareggiano tra loro per prendere le distanze da Bruti Liberati,volendo rimarcare ogni possibile estraneità con eventuali irregolarità.Dopo l'ennesimo episodio di Malagiustizia,quello pubblicato ieri,su un Tizio che si è fatto 10 anni di galera per una omonimia e la "passione" subita dagli imputati di Rignano,ritengo che,la Magistratura si sia delegittimata abbondantemente da sola,senza avere la necessità di un "aiuto"esterno.Saluti.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 29/05/2014 - 11:14

liberopensiero77. Cio' che ti sfugge é il fatto che non é Zurlo a mettere in discussione il comportamento di Bruti Liberati ma i colleghi magistrati. Se poi le questioni sollevate siano o meno sanzionabili spetta al CSM deciderlo. Il tuo commento quindi si risolve nel solito appoggio incondizionato ai magistrati "amici" teso a minimizzare tutto quanto ti sembra lontano dal fine di MD. Fine perseguibile a prescindere dai mezzi usati, perché secondo la filosofia tua e dei trinariciuti tutti e, più recentemente dei grillini, é il fine che giustifica i mezzi, vero??

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 29/05/2014 - 11:30

Sarà una domanda stupida ma è possibile avere una GIUSTIZIA di sinistra o di destra che a dir si voglia????Ma i reati sono diversi se giudicati da una parte o dall'altra???? Io sinceramente sono allibito pensavo che la giustizia fosse una ed una sola.!!!!!!!!

pino48

Gio, 29/05/2014 - 11:31

Tranquilli!!! Non succederà proprio niente e, salomonicamente, il C S M imporrà ai litiganti di moderare le loro esternazioni. Questa è la nostra integerrima Magistratura notoriamente garante dei diritti di tutti noi!!!!!!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 29/05/2014 - 11:44

Ciannosecco, certo che i reati contro la pubblica amministrazione sono procedibili d'ufficio, a condizione che ci sia la "notizia criminis". Qui dov'è la notizia del reato? Quale sarebbe il reato? Lei può ricondurre i fatti esposti nell'articolo a qualche specifica fattispecie di reato? Se no, allora La smetta di dire sciocchezze del tipo che "metà della magistratura dovrebbe essere sanzionata". Io sono abituato a ragionare in modo serio parlando di fatti e coi codici alla mano. Il resto è fuffa. @giovanni PERINCIOLO, di recente 62 magistrati della procura di Milano hanno criticato l'iniziativa di Robledo di attaccare l'operato di Bruti Liberati, rilevando che rischia di delegittimare la magistratura (ovviamente ci vuole anche la collaborazione di qualche giornale …). 62 non sono pochi, mi sembra, posto che poi Robledo non parla di "complotti" e di sentenze pilotate, ma di divergenze nell'assegnazione delle pratiche. C'è una bella differenza ...

gionaelabalena

Gio, 29/05/2014 - 12:04

Povera Italia! E' tempo di migrare! Fino a quando questi signori magistrati possono esercitare il "terribile potere penale" senza controlli (effettivi), responsabilità (accertate con terzietà) e sanzioni (reali) è meglio cercare altri lidi ed altre sponde...

narteco

Gio, 29/05/2014 - 12:23

Servopensiero77 fa solo copia e incolla con le rimasticazioni del fatto quotidiano di travaglio,gomez ecc,un minus habens che ripete ottusamente come i tanti agit prop sinistrati che la magistratura è super partes ed immacolata specie magistratura democratica che lo è come quella della corea del nord viste le sentenze di condanna emesse a senso unico.Per smascherare le toghe rosse basta analizzare una delle tante indagini farsesche e relative sentenze di condanna emesse contro berlusconi per averne la prova irrefutabile.Dal caso ruby a quello di mediatrade è tutta una buffonata volta a condannare Berlusconi con motivazioni nulle e basate su violazioni dei codici procedurali del diritto nazionale e internazionale come la legge severino applicata in modo retroattivo,unico caso al mondo,ma innanzi a simili infamie irrefutabili i poveri sinistrati cerebrolesi per puro servilismo continuano a negar tutto belando come delle capre o ragliando come somari,belate pure caproni comunistoidi ma nulla potrà smentire il fatto che AVETE USURPATO IL POTERE USANDO I VOSTRI MILIZIANI TOGATI,li avete disseminati ovunque attuando il criminoso progetto di Togliatti di okkupate tutte le case matte,avete l'egemonia in tutti i gangli vitali dello stato dal csm,corte costiutzionaletre,tar,varie procure,questo vi ha permesso di attuare i vostri sordidi e golpisti intenti nascosti dalla dicitura la legge è uguale per tutti, ad eccezione di penati,fini,bassolino,fassino,dalema,vendola,monti,napolitano,ingroia,bocassini,esposito,coop rosse monte dei paschi di siena,debenedetti,ecc ecc.Con ben 3 governi non eletti dal popolo monti,letta,renzi,ed espulsione golpista di Berlusconi dal senato vi siete autosmascherati per l'ennesima volta,l'ultimo governo eletto democraticamente fu proprio quello del super despota Berlusconi,sinistronzi siete solo dei buffoni fate la morale a silvio e votate per tangentari doc come il compagno greganti o per penati,bassolino,vendola,dipietro,poi applaudite la vostra giustizia cubana che emette sentenze di condanna a senso unico da oltre 20 anni per cercar di coglionare gli italiani e far credere che siete puliti,onesti e democratici ahahahahaha.La morale è l'alibi dell'ipocrita,del corrotto,del golpista ossia del comunista di turno che si finge pure vittima del despota Berlusconi.La magistratura da oltre 20 anni non ha più alcuna credibilità e non solo per il caso Berlusconi ma per tutti i casi di malagiustizia e tempi biblici, le sentenze sono super veloci solo per Berlusconi, gli investitori esteri e nazionali scappano in altri paesi con danno economico mostruoso per l'italia,per i sinistronzi la malagiustizia e relative criticità sono sempre colpa di Berlusconi perchè coi suoi falsi e indegni attacchi la rallenta e delegittima,parola di ingroia, zagrebelsky,bocassini,esposito ecc ossia il nec plus ultra dell'imparzialità,apoliticità nonchè deontologia professionale.ahahahahahahahahaha siete un circo sinistrense vomitoso!!!

agosvac

Gio, 29/05/2014 - 12:47

In effetti fina dall'inizio è sembrato strano che del caso Ruby fosse stata interessata ( o si fosse impossessata) la signora boccassini pezzo da novanta dei reati di mafia! Quì di mafia neanche i nemici più acerrimi di Berlusconi ne possono ravvisare i connotati!!! Semmai si può trattare di sesso, anche se gli interessati hanno sempre negato e la procura non è mai stata in grado di provarne la certezza! Però sembra che nella sua lontana gioventù anche la boccassini sia stata piuttosto "allegrotta" in questo campo quindi magari ci si è rivolti ad una esperta per esperienza diretta anche se ormai dimenticata da "lungo" tempo!!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 29/05/2014 - 12:48

liberopensiero77..sei ridicolo..secondo me sei un magistrato di MD che cerca di difendere i colleghi..comanda il CSM controllato da MD e dal Bolscxevico 90enne del kolle..è ovvio che i 62 tuoi colleghi..si sono schierati con il rappresentante del partito kommunista di Magistratura Democratica..tengono famiglia e magari vogliono fare anche karrierra..libero77 sei diventato un makkietta..persino Debenedetti ha ammesso che i magistrati kommmunisti hanno esagerato con il Mitico Silvio..anche Caselli si è dimesso perchè non si riconosceva più nella corrente di Magistratura Democratica che accettava di pubblicare sul suo giornale un'articolo di Erri De Luca..un'esponente di Lotta Continua..apertamente schierato con i NO Tav..solo tu sei rimasto a credere che Magistratura Democratica sia una partito di sinistra che condiziona la giustizia in Italia utilizzata da ventanni come clava contro il Mitico Silvio!!!

ciannosecco

Gio, 29/05/2014 - 13:19

"liberopensiero77"Tanto per cominciare,si potrebbe procedere per falso e omissione d'atti d'ufficio.Falso procedibile a querela della persona offesa e omissione o ritardato inizio termine d'indagine (inchiesta SEA),procedibile d'ufficio.Dalle successive perquisizioni e verbali di dichiarazioni spontanee ,potrebbero subentrare altre fattispecie di reato.Che le sentenze o i procedimenti possano essere pilotati è un fatto conclamato,bisogna stabilire se con colpa o dolo. Le porto un'esempio emblematico.La vicenda Unipol e il trasferimento della Gip Forleo.Gli elementi che supportano l'inchiesta di questi giorni sono riferibili al quel periodo.Quindi è più che evidente che l'inchiesta era finita su un binario morto con il trasferimento illegale del Gip scomodo.Un'ultima cosa,la sua replica stizzita e il suo invito a non dire sciocchezze ,non cambia la realtà delle cose.Anch'io,come lei mi ritengo una persona seria e baso il mio giudizio,con la competenza che la materia richiede.Saluti.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 29/05/2014 - 13:24

Il solito sproloquio di Narteco si commenta da solo, non avendo argomenti seri da sviluppare, appena può parte e se ne va per la tangente ... Penso abbia bisogno di uno psicologo, se non proprio di uno psichiatra, mi sembra messo molto male ...

LAMBRO

Gio, 29/05/2014 - 13:27

SI TRADISCONO FRA DI LORO .... IMMAGINARSI CON GLI AVVERSARI.

LAMBRO

Gio, 29/05/2014 - 13:29

MI RISULTAVA CHE LA Fedeltà FOSSE DOVUTA ALLA GIUSTIZIA DEL POPOLO ITALIANO E ALLA COSTITUZIONE ..... CERTAMENTE NON A MAGISTRATURA DEMOCRATICA CHE NON è UNA ISTITUZIONE.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 29/05/2014 - 13:50

Ciannosecco, allora il reato di falso si distingue in falso materiale negli atti pubblici (regolato dagli artt. 476, 477 e 478 del codice penale, parliamo di falsificazione di documenti), e in falso ideologico (regolato dall'art. 479, parliamo dell'attestazione di fatti non veritieri). L'omissione di atti d'ufficio è invece regolato dall'art. 328 del codice penale (parliamo del pubblico ufficiale che omette di procedere immotivatamente entro 30 giorni dal ricevimento di una istanza). Per quanto scritto nell'articolo di Zurlo i 2 reati non vedo come si possano riscontrare, anche facendo uno sforzo di fantasia. Poi non cambi il discorso su altre inchieste e altri casi, stavamo discutendo dei contenuti dell'articolo di Zurlo. Lo so anch'io che i magistrati non sono perfetti, qualcuno è stato anche condannato penalmente. Cosa MOLTO diversa è sostenere che tutti i magistrati sono comunisti che truccano i processi, in Italia mi pare che c'è la presunzione di innocenza, giusto? Vale solo per Berlusconi, o per i magistrati c'è una presunzione di colpevolezza?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 29/05/2014 - 14:21

Liberopensiero77..il solito kommmunista furbetto.."Cosa MOLTO diversa è sostenere che tutti i magistrati sono comunisti che truccano i processi, in Italia mi pare che c'è la presunzione di innocenza, giusto? "..innanzitutto le domande retoriche le fai a tua sorella...poi qui nessuno sostiene che "tutti i magistrati sono comunisti"..se ti piace mettere in bocca le cose alle persone..vai da Sventola..qui si afferma in maniera chiara e precisa che la corrente di Magistratura Democratica è KOMMMMUNISTA..e questo è un dato di fatto che non deve essere contemplato dal Codice Penale ne Civile..il resto della categoria è pesantemente condizionato dal CSM che è controllato da MD che esprime la maggioranza dei propri rappresentanti nell'organo governativo del consiglio..anche questo un dato di fatto..che si vuole tenere nascosto..come il nome del magistrato che deve indagare sul complotto al governo del Mitico Silvio..perchè la magistratura è efficiente, indipendente e soprattutto trasparente!!

Libertà75

Gio, 29/05/2014 - 14:58

@liberopensiero, aldilà della mera diatriba sindacale interna, c'è da constatare che l'accentramento di pratiche anticav in mano a Ilda Bocassini ha screditato la magistratura milanese. Anche Pomarici, membro di MD, è un anticav per definizione, probabilmente però non era così spregiudicato come la Bocassini. Allora a chi giova tutto questo? Solo a far nascere il sospetto che a Milano si sia usata la giustizia per fini politici. Questa notizia non getta discredito sulle sentenze contro SB ma sul modo con cui si è gestita la procura. Secondo me, buoni motivi per scandalizzarsi dovrebbe averli anche lei, dato che se proprio in procura si evita un percorso di super partes non c'è da meravigliarsi poi che gli stessi imputati ne parlino male.

m.nanni

Gio, 29/05/2014 - 15:03

poveri cittadini che incappano nella "discrezionalità" di questa magistratura irresponsabile. possono anche ammazzare il cittadino di crepacuore, ma senza risponderne a nessuno, forse neppure a Dio, di cui si credono al di sopra!

ciannosecco

Gio, 29/05/2014 - 15:16

"liberopensiero77" Quello che francamente non capisco è che, prima sostiene una tesi nella quale non ravvede il reato,poi addirittura mi fa una disamina giurisprudenziale sul reato di falso applicato alle varie fattispecie.Lei non può far finta di niente,Zurlo racconta fatti che avvengono negli uffici giudiziari(almeno quelli che si possono pubblicare)e che fanno parte di temi già trattati.I due reati che ho ritenuto di ravvisare,se non specificati in questo articolo,fanno senz'altro parte dei precedenti, e tutti fanno parte della profonda convinzione che hanno molti che, i processi possano essere guidati o segnati dall'inizio,da opportune strategie.I Magistrati non sono assolutamente perfetti,ma hanno una potere enorme.Ebbene,in 20 anni su migliaia di casi avente il dolo come errore,solo 4 hanno subito la decadenza.Se poi lei reputa la misura della censura come una punizione,faccia come crede e si tenga pure le sue convinzioni.Ho detto,ripetuto e ribadito,che ho cognizione diretta di Magistrati serissimi e con alcuni di loro,mi pregio dell'amicizia e frequentazione.Posso testimoniare che ci sono delle giovani promesse ,e di una di loro, ho avuto il piacere di vederla all'opera solo pochi giorni fa al Tribunale di Asti.L'esempio che le ho fatto sull'Unipol è pertinente,perchè si parlava di un caso dove l'allontanamento di un Magistrato ha causato l'arresto di un'indagine.Riguardo ai processi a Berlusconi,oltre l'evidente sproporzione dei numeri,la critica verso quei Magistrati è dovuta principalmente all'applicazione della norma penale.In pochi caso al mondo si è assistito a forzature giurisprudenziali come quella di spostare la prescrizione con una sentenza unica nel suo genere,oppure quella ancor più assurda dove si stabiliva che la corruzione si compie non alla dazione di denaro ma quando, questo inizia ad essere speso.Se mi ha sentito dire che tutti i Magistrati sono dei comunisti la invito a segnalare quando,come e dove avrei mai scritto questa affermazione.Saluti.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 29/05/2014 - 15:32

Egregio Libertà75, Lei è troppo informato per non sapere che i magistrati devono attenersi comunque alle leggi ed essere imparziali, prescindendo dal loro orientamento politico. La validità delle sentenze quindi non dipendono dall'assegnazione della pratica e da chi ha condotto le indagini preliminari, ma dal fatto che la sentenza sia appunto fondata nel merito, contro cui si può comunque sempre fare ricorso (fino al 3° grado). La diatriba fra Bruti e Robledo è ancora al vaglio del CSM, ma è chiaro che non ha giovato alla credibilità delle istituzioni. Di pratiche della P.A. me ne intendo per esperienza diretta, il problema principale di solito non è la persecuzione contro qualcuno (visto che, nel caso giudiziario, esiste la ricusazione del giudice e il ricorso), ma la possibilità della connivenza e del favoritismo. Quando in passato mi è toccato di eseguire procedure di elargizione di contributi, il dirigente, conoscendo il mio orientamento di destra, mi ha sempre affidato pratiche che riguardavano soggetti di sinistra, immagino perché così non avrei corso il rischio di fare favoritismi. Non so se Bruti ha seguito la stessa logica, oppure semplicemente il fatto che la Boccassini era solo "specializzata" in materia. Saluti.

ciannosecco

Gio, 29/05/2014 - 15:34

"liberopensiero77"Dimenticavo,se un Magistrato in una udienza davanti al CSM afferma circostanze che risultano false,può essere perseguito ai sensi dell'articolo 595 del Codice Penale dalla persona offesa.Saluti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 29/05/2014 - 16:09

E se togliessimo l'obbligatorietà all'azione penale tornando a com'era una volta quando la Giustizia funzionava ed era una cosa seria, per cui chi denuncia, magistrato o peones, se si sbaglia paga per le sue false accuse? Chi sono i PM, forse la "razza superiore"? E allora basta con queste menate da "Messico e nuvole".

ciannosecco

Gio, 29/05/2014 - 16:11

"liberopensiero77"Lei,replicando all'utente Libertà75,spiega che,nel nostro ordinamento esistono ricorsi e norme che proteggono l'imputato nel processo.Lei dovrebbe spiegarmi come sia possibile,avendo letto quello che ha appena scritto,casi di malagiustizia,come uno scambio di persona o addirittura condanne all'ergastolo passate in giudicato,per poi scoprire che erano innocenti.Lei parla della macchina della Giustizia in linea prettamente teorica.La realtà è ben diversa,è stra dimostrato che si può essere condannate solo dal convincimento del Giudice anche se manca la prova.Anche il pm avrebbe l'obbligo di cercare prove a favore dell'indagato,ma le risulta che avvenga?A me sembra di no,specialmente nel caso Rignano.Per non parlare del processo della compravendita dei senatori.Un gip si era espresso in una ordinanza,dichiarando la mancanza totale della prova e della inaffidabilità del correo.Eppure,nonostante la prescrizione certa e l'insussistenza delle prove si è aperto un processo penale.E lei mi parla di imparzialità?Riguardo alla Boccassini è stabilito che non era ne specializzata ne competente.Saluti.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Gio, 29/05/2014 - 17:11

Chiedo a qualche milanese di lanciare una petizione popolare acchè si cancellino le stupende parole scolpite sul frontespizio del tribunale di Milano : "HONESTE VIVERE, ALTERUM NON LAEDERE, SUUM CUIQUE TRIBUERE" e far scolpire la dicitura : "QUI REGNA IL CASINO"

giovanni PERINCIOLO

Gio, 29/05/2014 - 17:31

liberopensiero77. Lei afferma in uno dei suoi post : "...per non sapere che i magistrati devono attenersi comunque alle leggi ed essere imparziali, prescindendo dal loro orientamento politico!..." Bravo, bravissimo, direi che lo sappiamo tutti, sopratutto lo verremmo tutti che quello fosse il comportamento dei magistrati. Resta il fatto che l'esistenza stessa delle correnti politiche, ripeto politiche, nella magistratura sconfessino il dettato. Se si volesse rispettare integralmente la legge le "correnti" andrebbero non solo tutte abolite ma i magistrati inscritti dovrebbero se non radiati almeno puniti. E non mi riferisco solo a MD ma a tutte le correnti. Quanto poi al fatto che il Giornale, secondo il suo parere, pregiudichi la credibilità della magistratura mi sa tanto di battuta. La magistratura infatti ci riesce benissimo da sola a, mi perdoni il termine, sputtanarsi senza alcun bisogno di interventi esterni.

michele lascaro

Gio, 29/05/2014 - 18:23

L'aspetto più esilarante di certe situazioni è quando, nello stesso gruppo, ci si rompe le corna simultaneamente.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 29/05/2014 - 18:27

giovanni PERINCIOLO, Lei vuole sopprimere le "correnti", cioè le associazioni sindacali, nella magistratura? E addirittura punire i magistrati iscritti? Mi sa che non è possibile, a Costituzione vigente, perchè in violazione degli articoli 18 (libertà di associazione), 21 (libertà di espressione), e 39 (libertà sindacale) della nostra Costituzione. Non è che poi, nella mera ipotesi di eliminazione dei sindacati nella magistratura, si sopprimerebbe l'orientamento politico dei magistrati, perché quello sta nella testa comunque di tutte le persone, visto che poi andiamo tutti a votare, e non vedo come si possa eliminare (e non mi sembra neanche auspicabile). Quello che i magistrati devono fare, come qualunque impiegato pubblico, è sforzarsi di non farsi condizionare dal proprio orientamento politico quando lavorano. Non è che è facile, però bisogna sforzarsi, anche se non tutti ci riescono. Confermo poi che scrivere articoli tutti i giorni volti a insinuare l'idea dei processi "pilotati", non migliora certo l'immagine della magistratura. Tenga presente che la magistratura ha pagato un grosso tributo di sangue combattendo contro il terrorismo rosso (erano comunisti anche i magistrati caduti sotto i colpi delle BR?) e contro la criminalità organizzata, la sua delegittimazione avrebbe come risultato indiretto l'aumento dell'illegalità e il disprezzo per le leggi e le istituzioni che dovrebbero garantire la loro applicazione.

Corleone

Ven, 30/05/2014 - 00:27

Se una volta per sempre questi buffoni magistrati la smettessero di lottare ingiustamente su chi non gli garba,forse l'Italia potrebbe cominciare a funzionare meglio,il vero problema irrisolvibile è che sono intoccabili e impuniti,si spera di arrivare a una rottura completa e rinnovare la giustizia per farla lavorare del tutto imparziale,chi sbaglia verrà escluso e senza potere entrare in politica…

ciannosecco

Ven, 30/05/2014 - 10:23

"liberopensiero77" Corte Costituzionale , sentenza 17.07.2009 n° 224

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 30/05/2014 - 11:38

Ciannosecco, embé? E' una sentenza che ha confermato la legittimita del decreto legislativo 23 febbraio 2006, n. 109, cioè in particolare del divieto dei magistrati di iscriversi ai partiti politici e di essere eletti. Dov'è il problema? Sindacati e partiti politici sono cose diverse, non trova?

narteco

Ven, 30/05/2014 - 13:07

La cosa vergognosa e vomitevole è che corrottopensier77 pur di difendere miliziani togati antiberlusconiani doc che da oltre 20 anni attaccano Berlusconi calpestando ogni codice del diritto nazionale ed estero, e di esempi concreti ed irrefutabili su sto forum se ne sono citati a profusione, in primis le sentenze farsesche di condanna emesse da bocassini ed esposito con violazioni procedurali di ogni tipo,falsopensiero77 non potendo negare tutto ciò,li liquida senza entrare in merito come pure farneticazioni,provocazioni di gente berlusconiana malata,e poi sfrutta da vero miserabile mistificatore il valore assoluto ed imparziale di quei grandiosi magistrati super partes che hanno pagato con la vita per combattere la mafia e le brigate rosse e che nulla hanno a che fare con quelli come la bocassini,esposito,depaqsquale,mesiano,gandus,ingroia,dipietro,d'ambrosio,caselli,borrelli,davigo,fiorillo ecc ecc che hanno dimostrato somma faziosità e militanza antiberlusconiana poco importa se alcuni di loro hanno comabattuto anche la mafia,si sono distinti come toghe rosse sub partes delegittimando in modo indelebile l'onorabilità di quei magistrati apolitici e super partes che sono quelli che tutti gli italiani vorrebbero avere,ossia quelli come falcone,borsellino,pierluigi vigna,carlo nordio ecc ecc che sono per fortuna la maggioranza. Le canaglie come sinistropensier77 possono solo sortire battutte dementi sardoniche come:( erano comunisti anche i magistrati caduti sotto i colpi delle BR?) solo per coprire le infamie di un manipolo di miliziani di magistratura democratica e affiliati avariati vari che combattono una guerra personale dilapidando inutilmente decine di milioni di euro di soldi pubblici per cercare di elimnare dalla scena politica Berlusconi nascondendosi cialtronamente dietro le figure eroiche e super partes di falcone,borsellino.Il messaggio è chiaro chi osa attaccarli,attacca e delegittima tutta la magistratura compresi quelli come borsellino,falcone.Le gigantografie esposte al tribunale di Milano confermano questa infamia o mesaggio non certo subliminale,ossia far credere agli italiani che loro sono come Falcone e Borsellino che mai fecero processi politici contro leader di partito per sovvertire il voto popolare, .Urge una severe riforma della giustizia e misure durissime per chi fa politica indossando la toga con unico scopo quello di eliminare i leaders di partito a loro politicamente sgraditi,il magistrato miliziano che fa politica con la toga va arrestato e buttata via la chiave lo disse anche Montanelli sempre citato ma solo quando parlava male di Berlusconi."Quello che i magistrati devono fare, come qualunque impiegato pubblico, è sforzarsi di non farsi condizionare dal proprio orientamento politico quando lavorano. Non è che è facile, però bisogna sforzarsi, anche se non tutti ci riescono"(ecco l'ultimo pensiero ridicolo di corrottopensier77 che considera le toghe rosse come bocassini ed esposito e compagni associati come unici magistrati ad essere non solo apparsi super partes o apolitici bensì ad averlo ampliamente ed irrefutabilmente dimostrato,il caso Berlusconi non corrobora o smentisce alcunchè sono solo farneticazioni Berlusconiane,confermato anche da umberto eco, debenedetti e zagrebelsky.

ciannosecco

Ven, 30/05/2014 - 16:29

"liberopensiero77" Perchè lei trova che sindacati e partiti politici sono diversi tra loro?La sentenza non dice solo quello,parla di come il Magistrato deve apparire oltre a essere imparziale.Stabilisce norme di comportamento ben precise.Saluti.

ciannosecco

Ven, 30/05/2014 - 19:50

"narteco"Non ho mai avuto l'impressione che l'utente liberopensiero77 abbia mai avuto simpatia per l'ideologia di sinistra.Il voler difendere i magistrati a tutti i costi e contro ogni evidenza ,è si prerogativa degli anti berlusconiani,ma di questi ce ne sono sia a destra che a sinistra.Penso che sia un convinto sostenitori del fu ,Fini Gianfranco.Saluti.