Regioni da rottamare

Uno scandalo al giorno, clientele, sprechi: ogni seggio ci costa 743mila euro. Non volete chiuderle? Almeno fate pulizia

Un momento del consiglio regionale

Lo scandalo appena esploso nel Lazio e quello che cova sotto la cenere in Lombardia (ancora tutto da verifica­re, anzi da accertare) sono la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Un vaso colmo di schifezze che provocheranno negli elettori altra nausea in aggiunta a quella a cau­sa della quale essi si stanno allontanando dalla politica. Un fenomeno da arginare e non da ali­mentare, sia chiaro, di cui però bisogna parlare senza ipocrisie. Il problema non è la gestione di questa o di quella Regione,ma l’esistenza stessa di detti en­ti nati male, cresciuti peggio e, infine, diventati centri di spesa allegra, quindi non enti soltanto inutili, anche dannosi. Da eliminare. Ovvio, al punto in cui siamo non sarà facile abolirli: sono macchine mastodontiche, hanno organi pleto­rici, vere e proprie idrovore che succhiano de­naro e non forniscono alcun servizio degno di nota. Conviene ricordare che i loro bilanci so­no assorbiti per oltre il 70 per cento dai costi ab­normi della sanità, un settore dove gli sprechi e le ruberie sono risaputi.
La Regione Lazio, travolta dalle polemiche per le storiacce d’attualità (fondi pubblici usati per vizi privati), alla voce «salute» presenta bu­chi mostruosi, un passivo accumulato in venti anni di cui nessuno risponde. Un passivo di cui non si cercano nemmeno i responsabili, eppu­re ci sarà qualcuno che ha buttato il denaro dal­la finestra? Possibile che i politici avvicendatisi sulle poltrone più alte non vengano perseguiti? Ecco il dramma. Le amministrazioni hanno divorato capitali pubblici e nessuno indaga, nessuno controlla. Significa che le Regioni so­no marce, poltronifici,
refugium peccatorum .
Un esempio clamoroso di follia gestionale: ogni seggio regionale costa ai cittadini italiani la bellezza di 743mila euro l’anno. Crediamo sia sufficiente questo dato a dimostrare che la politica si comporta con spregiudicatezza,ai li­miti dell’indecenza: siamo più vicini alla crimi­nalità che alla furbizia.
Detto ciò, sottolineiamo di non avercela né con Renata Polverini, che paga le malversazio­ni di tanti colleghi, né con Roberto Formigoni. I due citati governatori però devono, nella pre­sente congiuntura, dirci come mai solo ora è scoppiato il bubbone. Erano o no al corrente di quanto accadeva (e accade) in casa loro? Dor­mivano? Ci sono o ci fanno? Un fatto comun­que è assodato: le Regioni così come sono van­no trasformate in carceri, almeno risolveremo anche la tragedia del sovraffollamento.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 20/09/2012 - 16:05

Ditemi se non ho ragione dicendo che alle prossime elezioni,è meglio che si stia a casa il più possibile,e subito dopo si vada nelle piazze,con una permanenza silenziosa,ma convincente(sperando che Polizia,Carabinieri ed Esercito siano dalla parte "giusta",altrimenti,siamo fottuti)...Robin Hood dove sei?

andrealfonsi

Gio, 20/09/2012 - 16:31

MA COME SI FA A FIDARSI DI QUESTA CLASSE POLITICA ? E NON SI VEDE NULLA ALL' ORIZZONTE !!!

Massimo Bocci

Gio, 20/09/2012 - 16:38

Grande Feltri,….. Chiudere le mangiatoie (di REGIME),fare pulizia (di REGIME), fare e applicare giustizia (di REGIME),applicare l’arbitrio e il diritto vessatori (di REGIME), coltivare, favorire, le compiacenze amicali di VERA MAFIA (di REGIME),ecc. Mi sembrano cose che il REGIME dei senza vincolo e mandato, attui molto bene i suoi principi costituzionali, cioè loro sono li mandati (eletti) da noi Bue (il millantato sovrano) per farsi i CAZZI PROPRI!!!, E secondo lei non li fanno bene?? Loro non si sono mai lamentati!!! Mi sembra. Le vorrei umilmente ricordare che qui siamo in Italia, (La repubblica dei senza VINCOLO DI MANDATO (cioè loro gli eletti,(si fa per dire) fanno quello che cavolo vogliono, figuriamoci se si degnano di rispondere del loro operato ad un messo in mezzo come il Bue, uno che non conta nulla una vola TRUFFATO con il voto (una volta che l’hai fregato mane fregato!!), fuorché quelli INQUADRATI, nel PD ubbidienti compagni (dalle dimissioni in bianco, prefirmate?? Vedi Toscana), anche perché memori delle PURGHE e punizioni Staliniste. Feltri questa è una PAN repubblica fondata sulla SPARTIZIONE PROVVISORIA nel 47 (oggi definitiva), PARA amicale?? Dei ladri di Pisa) “comunista catto”, per poi cercare in competizione (tra ladri) di fregarsi vicendevolmente, con le rivoluzioni Bolsceviche sol dell’avvenire CCCP,COOP da una parte, e con l’asservimento USA, 7 sorelle d’altra, cioè due opzioni senza gli ITALIANI, ma infondo che minchia centrano gli Italiani veri con dei senza vincolo eVERGOGNA?? A meno che uno di questi “senza vincolo” non c’è l'abbia in famiglia e allora VIVA L’ITALIA.

vince50

Gio, 20/09/2012 - 16:40

Queste sono le POCHE porcherie di cui veniamo a conoscenza,ma tutta l'italia è marcia fono all'osso.Del resto se sono responsabili delle peggiori nefandezze per arrivare in alto ci sarà una ragione.Valanghe si soldi pagati dai poveri cristi messi nelle tasche di chi ne ha facoltà.Ma alla fine tutti colpevoli,tutti innocenti ma la refurtiva non torna indietro,sarebbe meglio queste cose non saperle visto che non possiamo ribellarci.

Ritratto di freeskipper

freeskipper

Gio, 20/09/2012 - 16:41

E adesso voltiamo pagina! Scandali, ruberie, impicci e imbrogli fino alla nausea, fino a non poterne più! Basta! Sono tutti uguali, mandiamoli a casa! E non è qualunquismo! Destra, sinistra e centro. E' un continuo susseguirsi di scandali! Dal nord al sud fino ai rumors capitolini del Laziogate, ormai nel Belpaese le furfanterie sembrano la regola nazionale, dall'infame serie del “così fan tutti”! E non è populismo! Vicende squallide, a dir poco imbarazzanti. Ma non per “loro”, che degli scandali se ne fregano e continuano a fare man bassa dei denari pubblici, ad accumulare privilegi e a scalare la carriera politica e sociale a colpi di tangenti, corruttele e ruberie varie. La politica "ostriche&champagne" rigorosamente a spese del contribuente si è mangiata ormai tutto e a questo punto non le resta che mangiare se stessa! E’ la malapolitica che si autofagocita! E’ la fine di una classe dirigente ormai arrivata al capolinea, ma che non vuole scendere! Ma bisogna farli scendere! E questo compito spetta costituzionalmente agli elettori. Lo strappo fra Palazzo e Paese, la frattura fra politica e cittadini è ormai insanabile! La “casta” non ha saputo, né voluto autoriformarsi, né tantomeno fare pulizia in casa propria! “Loro” a forza di scandali sono diventati impermeabili alla “vergogna”! Il rischio è che anche la gente per bene diventi “indifferente” allo schifo, al disgusto, alla nausea e alle immondizie tirategli addosso per decenni da questa classe dirigente che ha sommerso di spazzatura tutte le cose belle di cui gli italiani dispongono e sono capaci, trasformando il Belpaese in una “discarica” a cielo aperto, nella fogna dell'affarismo selvaggio e spregiudicato! Pretendere il ricambio di questa classe dirigente non è un qualsiasi “grillo populista” che salta per la testa della gente da un giorno all’altro, ma un diritto sacrosanto. La politica nel bene anche se fino ad oggi lo è stata soprattutto nel male, è e sarà sempre e comunque la nostra vita. E per tentare di restare vivi bisogna restituire alla politica la dignità, la nobiltà, l’autorità ed il rispetto perduto. La politica è un “cosa seria". Fare politica è una "cosa alta”, resa infima e bassa da “loro” che la hanno calpestata e asservita al proprio tornaconto personale, smarrendo il senso delle istituzioni e dello Stato, perdendo di vista ogni regola etica, morale e giuridica, avvilendo il senso civico, perdendo il rispetto per “loro” stessi, per i “loro” elettori e per la cosa pubblica! Per far risorgere la politica ai livelli che le competono è rimasto un solo modo: cambiare le persone che la fanno!

gamma

Gio, 20/09/2012 - 16:44

Personalmente non consumerò neanche la suola necessaria per percorrere i 3oo metri che separano casa mia dai seggi elettorali.

G_Gavelli

Gio, 20/09/2012 - 16:51

Chiudere le Regioni? ma se perfino la Cina è stupita della celerità con cui as Imola si è costruita una Cantina Sociale! Già, il f ratello di vasco Errani ha impiegato 6 giorni dalla Licenza Edilizia alla fine dei lavori!!!! Rottamare Regioni, Provincie, Piccoli Comuni!!!

lunisolare

Gio, 20/09/2012 - 16:58

La cosa che mi disgusta e che questi liberali sostengono la tesi del pensionamento a 66 anni, l'articolo 18 e poi loro ingrassano come "ciccio bomba" Fiorito, direttore siamo messi male, quello che accade favorisce i partiti dei grillismi.

Aries 62

Gio, 20/09/2012 - 17:01

Grande Feltri,le regioni,come le provincie e tutti i vari enti,vanno trasformate in carceri di lavoro forzato non retribuito con consequente sequestro di tutti beni di queste centinaia di migliaia di ladri parassiti.Dopo si potrà pensare alla crescita.

eugenio.n

Gio, 20/09/2012 - 17:03

Mi sembra che queste sporche faccende siano iniziate almeno 30-40 anni fa.Ricordo di un padre di un socialista di allora che raccontava cose di incredibili scorrettezze.Anche se allora i quattrini da dividere non erano un'enormità.Come invece è ora con quella truffa del finanziamento pubblico dei partiti.Dopo che il referendum lo aveva bocciato con grande numero di voti lo hanno denominato rimborso elettorale e i quattrini hanno continuato a scorrerre.Dopo le ultime vicende Penati, Veltroni, ecc. vengono alla luce malversazioni gigantesche.Però invece di eliminare questa fonte di malaffare la hanno semplicemente ridotta.E Alfano invece di pretenderne l'eliminazione ha concordato con bersanov una misera riduzione.E questo il sig.Alfano non doveva farlo! Quando hanno istituito le regioni ce le hanno fatte digerire con la truffaldina promessa di eliminare il doppione rappresentato dalle provincie.Entrambe sono ancora lì a succhiare quattrini come delle idrovore.A parte il fatto che se le amministrazioni pubbliche fossero informatizzate al 100% queste cose sarebbero difficile da occultare.E questa è una promessa elettorale che il Cav non ha realizzato!

guidode.zolt

Gio, 20/09/2012 - 17:04

Un Miracolo: c'era una vorta un poverello muto che, volenno di' male d'un Governo, agnede a messa e chiese ar Padreterno la grazzia de parla' per un minuto - Fate, o Signore, che, per un momento, je dica chiaro come me la sento...- E er Padreterno, ch'e' bonta' infinita, lo fece riparla' tutta la vita.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 20/09/2012 - 17:06

Il Penati non solo non si è dimesso dal consiglio,(mentre invece il tanto VITUPERATO TROTA lo ha fatto), ma essendo stato espulso dal PD,si è fatto DA SOLO, un nuovo gruppo consiliare cosicchè da prendersi un finanziamento (per intendersi di quelli che il Fiorito usava per se stesso) di quasi 200.000 € all'anno tutti per Lui oltre agli 11000 mensuali di stipendio. NON C'È NIENTE DA DIRE, I SANDÌAS SONO PIÙ FURBI!!! Saludos

vacabundo

Gio, 20/09/2012 - 17:08

Mi meraviglio di lei, sig.Feltri,se devono fare piazza pulita, si dovrebbero dimettere tutti,senza salvare nessuno.

eugenio.n

Gio, 20/09/2012 - 17:08

Mi sembra che queste sporche faccende siano iniziate almeno 30-40 anni fa.Ricordo di un padre di un socialista di allora che raccontava cose di incredibili scorrettezze.Anche se allora i quattrini da dividere non erano un'enormità.Come invece è ora con quella truffa del finanziamento pubblico dei partiti.Dopo che il referendum lo aveva bocciato con grande numero di voti lo hanno denominato rimborso elettorale e i quattrini hanno continuato a scorrerre.Dopo le ultime vicende Penati, Veltroni, ecc. vengono alla luce malversazioni gigantesche.Però invece di eliminare questa fonte di malaffare la hanno semplicemente ridotta.E Alfano invece di pretenderne l'eliminazione ha concordato con bersanov una misera riduzione.E questo il sig.Alfano non doveva farlo! Quando hanno istituito le regioni ce le hanno fatte digerire con la truffaldina promessa di eliminare il doppione rappresentato dalle provincie.Entrambe sono ancora lì a succhiare quattrini come delle idrovore.A parte il fatto che se le amministrazioni pubbliche fossero informatizzate al 100% queste cose sarebbero difficile da occultare.E questa è una promessa elettorale che il Cav non ha realizzato!

Rossana Rossi

Gio, 20/09/2012 - 17:13

E' una scandalosa vergogna a tutti i livelli e colori politici ma il problema è trovare una ricetta valida per risolverla. Io un'idea ce l'avrei, ci vorrebbe un altro Mussolini.........

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 20/09/2012 - 17:19

@Zagovian una volta che protesto incazz..to può venire anche Rambo a provare a farmi desistere. Se vengono Polizia, carabinieri ed esercito fanno 2 fatiche, una per venire e l'altra per tornare a casa.

michele lucera

Gio, 20/09/2012 - 17:21

fin quando mangiano ostriche e bevono champagne e le fanno mangiare pure a noi posso pure chiudere un occhio...ora non ne possiamo piu perchè noi in crisi...non arriviamo a fine mese loro ostriche e champagne...paghero pur volentieri il viaggio a londra al trota, o i computer agli amici di vendola se riavro i servizi che merita un cittadino(tribunale ospedale treni aerei accessibili tasse e non pizzo)e mi va pure bene che salvano i loro tribunali piccoli se pero salvano anche quelli piu grandi...cosi invece mi sento uno stupido...nooi siamo molti di piu di loro, perche parliamo solo e non scendiamo tutti nelle piazze?

cebe40

Gio, 20/09/2012 - 17:32

Il pesce puzza dalla testa. Le responsabilità del degrado della politica sono da attribuire a tutti coloro che di questo circo hannon fatto e fanno parte

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 20/09/2012 - 17:40

cara Sig. Rossana Rossi o lei é molto giovane e quindi non ha la piu' pallida idea di chi sia e che cosa abbia fatto Mussolini, o ha fatto una battuta di pessimo gusto, che offende la memoria delle migliaia di persone che Mussolini ha sterminato (direttamente e indirettamente).

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Gio, 20/09/2012 - 17:49

Caro Zagovian, e voi tutti che partecipate a questo scambio di idee, debbo confessarvelo sono sconfortato. Hai ragione è meglio che alle prossime elezioni si stia a casa il più possibile. Ma non basta. Per loro è sufficente che mille di noi imbecilli ritengano di rendersi più utili andando a votare per spartirsi comunque il potere. Non è un referendum, non c'è quorum. Ormai sono tutti insopportabili, specialmente quelli che fanno le candide verginelle. L'unico loro merito è che non li hanno ancora scoperti. Ma hai sentito Esterino Montino, quello che avallava e difendeva il lavoro di Marrazzo? Adesso fa il puro. Dov'era quando la giunta Regionale ha approvato l'abnorme stanziamento di fondi a favore di ogni singolo consigliere e di ogni singolo gruppo? Non era anche lui tra i votanti a favore del provvedimento? Non ce l'ho con Montino, ce l'ho con tutti loro. Mi viene il mal di stomaco al pensiero che hanno minacciato ed operato tagli ai servizi sociali con la scusa che non c'erano abbastanza fondi. (Mo..acci loro)

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 20/09/2012 - 17:50

guarda caso regione LAZIO E LOMBARDIA sara un caso manca la SICILIA quella del ( 61 a zero)

cebe40

Gio, 20/09/2012 - 17:51

Il pesce puzza dalla testa. Le responsabilità del degrado della politica sono da attribuire a tutti coloro che di questo circo hanno fatto e fanno parte. Non credo, per esempio, che il Presidente Napolitano possa chiamarsi fuori da questo ambiente di ladri e di corrotti dopo avervi sguazzato per tutta la vita. In verità i casi di malaffare sono dovuti ad un peccato originale: un mare di soldi sottratti ai cittadini che tutta la greppia si è attribuita, con la scusa del funzionamento della democrazia, a completa disposizione e senza obbligo di rendiconto. Alla luce di questo ragionamento, l' unica possibilità di vero cambiamento è che dal Presidente Napolitano all' ultimo consigliere del più piccolo Comune , vengano cacciati con ignominia. Una piccola aggiunta : la Magistratura , essendoci l'obbligatorietà dell' azione penale, come mai non si è mai mossa se non quando è scoppiato il bubbone ? e la Magistratura contabile come mai non si è mai accorta di questo fiume di soldi e di questa corruzione ? Molti sono i dubbi sulla buonafede di questi signori.

gbsirio_1962

Gio, 20/09/2012 - 17:58

ADDAVENI' BEPPONE !!!!!

Ritratto di scappato

scappato

Gio, 20/09/2012 - 18:06

Sono antifascista per principio, ma non credo che Mussolini sia stato ( considerando i tempi ) peggio dei politici d'oggi. Se Mussolini ha sterminato migliaia di persone, questi stanno sterminando un intero Paese.

Ricky70

Gio, 20/09/2012 - 18:12

Partiti di ogni colore non meravigliatevi se molti moderati voteranno per protesta il 5 Stelle, perchè il non votare farebbe il gioco dei partiti. Il dissenso nascosto nel non voto passerebbe inosservato. A quanbdo la spending review della politica con la riduzione dei parlamentari, Consiglieri Regionali e le migliaia di persone che campano con la politica?

Ritratto di robert1978

robert1978

Gio, 20/09/2012 - 18:14

è ora di tirare fuori i forconi e fare piazza pulita di questi ladri nulla facenti,se penso che un consigliere regionale prende uno stipendio superiore, e non di poco, alla cancelliera Merkel mi vengono i brividi, in che nazione viviamo, bisogna fargli capire a questi furbetti che è tempo di lavorare seriamente con le buone o con le cattive.

Noel66

Gio, 20/09/2012 - 18:37

Ciao a tutti, vivo in Germania da lotre 15 anni e vi voglio raccontare una piccola storia... Alcuni anni fa, un ministro emergente della coalizione di governo, tale Zu Guttemberg, fu costretto alle dimissioni da ogni carica, anche nel partito, in quanto nella sua relazione allegata alla tesi per il dottorato si dimantico' di segnalare che alcune parti della stessa le aveva prese pari pari da un testo esistente, quindi fu accusato di plagio...per queso motivo, allora era se non sbaglio Ministro della Difesa, diede le dimissioni e, fino ad oggi, scomparve dalla scena pubblica. Cosa pensate che farebbero alla stragrande maggioranza dei nostri politicanti?

Amelia Tersigni

Gio, 20/09/2012 - 18:39

Caro Feltri un metodo per cambiare "tutto" ci sarebbe. Incominciando dal Quirinale, passando per il Governo, Camera e Senato, arrivando alle Regioni, Provincie e Comuni, cacciare tutti i politici a suon di pedate nel sedere. Si può fare ?. Sì!. Loro sono pochi, ma i cittadini incavolati tanti. Azzerare tutto. Ricominciare da capo. E facendo tesoro degli errori passati, riscrivere una Costituzione al passo con i tempi. E' l'unico modo per uscire dalla fogna...attuale. La repubblica nata nel '48 è stata come un ...brogliaccio,... una brutta copia, la seconda potrebbe essere la....bella copia. In fondo noi Italiani conosciamo la Democrazia solo da 64 anni. Nemmeno una generazione !! Troppo pochi anni per non fare errori !!.

Amelia Tersigni

Gio, 20/09/2012 - 18:39

Caro Feltri un metodo per cambiare "tutto" ci sarebbe. Incominciando dal Quirinale, passando per il Governo, Camera e Senato, arrivando alle Regioni, Provincie e Comuni, cacciare tutti i politici a suon di pedate nel sedere. Si può fare ?. Sì!. Loro sono pochi, ma i cittadini incavolati tanti. Azzerare tutto. Ricominciare da capo. E facendo tesoro degli errori passati, riscrivere una Costituzione al passo con i tempi. E' l'unico modo per uscire dalla fogna...attuale. La repubblica nata nel '48 è stata come un ...brogliaccio,... una brutta copia, la seconda potrebbe essere la....bella copia. In fondo noi Italiani conosciamo la Democrazia solo da 64 anni. Nemmeno una generazione !! Troppo pochi anni per non fare errori !!.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Gio, 20/09/2012 - 18:40

Caro mark 61, è vero, ultimamente si è parlato di Lazio e Lombardia. Ultimamente però. Ti manca la Sicilia? Sai, per caso da quale maggioranza era sorretto il governo Lombardo? Ha forse scordato le inchiesta sul malaffare in Puglia? Gli accadimenti nella Calabria di Loiero? La distrazione di fondi in Emilia? Il disastro sanità nell'Abruzzo di Del Turco? Il costo della Regione Umbria alla comunità? Ti stai riconsolando con l'aglietto? Vesto casacche di tutti i colori, non c'è ritegno sotto nessuna latitudine. Dall'Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno, chi ruba un pò di meno è certamente scemo.-

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 20/09/2012 - 18:57

La stessa cosa dicasi per il "debito pubblico nazionale" che sta distruggendo il Paese e strozzando tutti noi. "Un passivo accumulato" in 50 anni "di cui nessuno risponde. Un passivo di cui non si cercano nemmeno i responsabili, eppu­re ci sarà qualcuno che ha buttato il denaro dal­la finestra? Possibile che i politici" o i partiti "avvicendatisi sulle poltrone più alte non vengano perseguiti? Ecco il dramma. Le amministrazioni hanno divorato capitali pubblici e nessuno indaga, nessuno controlla. Significa che" lo Stato era ed è marcio. Questo discorso, dr Feltri, non può valere solo per le Regioni. Uno Stato serio, onesto e non malavitoso perseguirebbe tutti i "signori" ed i vari partiti che hanno causato tale debito pubblico, così come perseguirebbe oggi i malfattori nascosti e protetti nelle amministrazioni regionali causa di tanto ladrocinio e di tanto malcostume. In conclusione, io credo che la casta, che trovasi in Parlamento e nelle Regioni e anche quella che trovasi nelle altre istituzioni dello Stato e tutto il sindacalismo, si sta divertendo a sputarci in faccia più e più volte perché convinta che mai nessuno di noi si muoverà dal calduccio della sua poltrona casalinga e, in uno scatto rivoluzionario, andare a prenderla a calci in cu.lo nelle sedi in cui si è arroccata e di cui si crede padrona.

giovanni58

Gio, 20/09/2012 - 19:08

questi mangiano come i porci e l'inps chiede ai pensionati di restituire i soldi delle quatordicesime ricevute in più forza grillo rifondiamo e ricostruiamo questo grande paese che questi signori hanno distrutto

PIETRO OLIVA

Gio, 20/09/2012 - 19:21

Sono del parere che sarebbe ora di pulizia

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Gio, 20/09/2012 - 19:26

Se questo continuerà ad essere il metodo della politica alle Regioni come al Parlamento (sempre con quattrini nostri) si possono riparmiare il fiato e i discorsi forbiti, la campagna elettorale è finita prima di cominciare.

Giorgio Mandozzi

Gio, 20/09/2012 - 19:30

Non se ne può proprio più! Sarà anche difficile abolirle ma deve essere impegno di tutti quello di provarci. Si vogliono abolire le provincie che una certa logica operativa pure ce l'hanno. Ma le regioni sono proprio degli spendifici pubblici senza mai una responsabilità di alcuno. E non parliamo di quelle a statuto speciale: chè di speciale hanno la capacità di moltiplicare le spese e le follie.

giottin

Gio, 20/09/2012 - 19:50

Questa volta non sono affatto d'accordo con Vittorio Feltri, nel senso che è stato persino troppo tenero quando dice "al limite dell'indecenza", no caro Vittorio, siamo ben oltre il limite. E se non fossero capaci loro di chiudere le regioni lo dovremmo fare noi con ogni mezzo, anche il più cruento (sia chiaro che non voglio ammazzare qualcuno o tutti), ma con questo aggettivo intendo dire tutto ciò che ci è possibile fare, dalla rivolta fiscale al mandarli a casa non presentandoci tutti a votare e via di questo passo. Ma se poi continuano a non capire, beh, non è detto che ci scappi anche qualche goccia di sangue. Non so se si è capito, ma noi e credo di parlare a nome di tutti, non ne possiamo più di questi ladri!!!

giosafat

Gio, 20/09/2012 - 20:08

Rabbia, frustrazione....eppure il popolo ancora non assedia, forconi alla mano, i centri del potere. Mi fa pensare che, in fin dei conti, l'attuale situazione faccia comodo un pò a tutti...l'assalto ai forni è definitivamente accantonato.

vince50

Gio, 20/09/2012 - 20:55

Non è mia intenzione fare polemica oppure fare il fascista o l'antifascista,ma tentare di essere obbiettivo e di IMPARARE LA STORIA VERA.Nel momento in cui si parla di cose negative lo si attribuisce esclusivamente a mussolini,schierandosi dalla parte dei buoni.E innegabile che Benito abbia fatto degli errori e non da poco,ma non tutti qulli che gli vengono attribuiti.Così come è innegabile che alcune cose pensate 80 anni fa,sono più che mai attuali e applicabili.Errori ne sono stati fatti e anche gravi ma un pò da tutti.Non dovremmo dimenticare oppure "sapere" che atroci crimini sono stati commessi A GUERRA FINITA e dai feroci e spietati oppositori del duce.O si cerca la verità"VERA"OPPURE CI RACCONTIAMO LE FAVOLE CHE SI STUDIANO A SCUOLA.Non bisogna avere mai avere paura di fare autocritica nella ricerca della verità storica e non del proprio orticello.

stefano.colussi

Gio, 20/09/2012 - 21:04

Caro Feltri..."le regioni così come sono trasformate in carceri?" non male, non male davvero...è una idea da verificare. Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Udine

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Gio, 20/09/2012 - 22:03

Poltroni e corrotti! Politici da rottamare !

maumen

Gio, 20/09/2012 - 22:24

Le Regioni sono inutili come inutili sono i Dirigenti che ci lavorano. Se proprio non si possono cancellare completamente, si proceda con accorpamenti (max 4: nord est, nord ovest, centro e sud).

stefano2k

Gio, 20/09/2012 - 23:36

Che abbia ragione la Merkel? Finchè non andiamo a fondo non cambieremo mai.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 21/09/2012 - 01:09

Si sta scoperchiando un miserabile mondo di incoscienti che si sono dati al parassitismo sulle nostre spalle con la scusa della politica. Per essere credibile Berlusconi dovrà impegnarsi a far cessare questa orribile deriva del nostro paese.

Ritratto di balonid

balonid

Ven, 21/09/2012 - 07:01

Nulla di nuovo sotto il sole. Nessuno ricorda il film "Le mani sulla città" di Rosi ? Fu girato negli anni 60 e già evidenziava con chiarezza i meccanismi del malaffare che nasce e prospera grazie alla politica. L'insegnamento che ne derivò fu quello di moltiplicare all'infinito, grazie all'avvento delle regioni, i luoghi di potere dove moltiplicare il malaffare. Ma questo sistema si mantiene perché noi eleggiamo questi signori, quindi anche noi siamo colpevoli del degrado in cui versiamo. Allora, basta protestare solo ai forum sul web, bisogna scendere in piazza e fare la rivoluzione. Forza (ahimè') Grillo!

Duka

Ven, 21/09/2012 - 07:30

Sono tutti da ROTTAMARE individui ( non mi azzardo neppure chiamarle persone) e suppellettili. Lo ha detto il Casini..sta nazionale: " Io di mestiere faccio il politico" e certo un impiego simile dove si percepiscono EU/16,800 mese per nulla fare e dire molte cazzate dove lo trovi?

onofri

Ven, 21/09/2012 - 07:54

che articolo patetico e che commenti insulsi. qualcuno ha detto che il pesce puzza dalla testa, ma poi ha indicato la coda. ci dimentichiamo che questa classe dirigente è esattamente quella che CI SIAMO SCELTI, che abbiamo votato. sono quelli dei Penati dei Lusi, degli Scilipoti e dei Razzi. Ma sopratutto, e non lo dico davvero per fare chissà cosa, è il risultato del ventennio berlusconiano. credo che sia innegabile. poco importa se poi alla mangiatoia ci si sono abbeverati tutti, con poche eccezzioni. questa gente è esattamenre come siamo noi. ci rappresenta perfettamente. per noi i furbi sono cool.

Bozzola Paola

Ven, 21/09/2012 - 08:42

Mi trovo d'accordo praticamente con tutti quelli che hanno commentato oggi lo scritto di Feltri. A parte uno o due direi che i commenti veri e sentiti fino adesso sono concordi. E' ora che noi pensionati e lavoratori seri si dia una lezione a questi politici,amministratori, magistratura che ci sta distruggendo. Come dicono alcuni commentatori non è necessario FORSE ANDARE A FINIRE AL SANGUE, ma cominciare una seria rivoluzione fiscale rifiutandoci di continuare a pagare per mantenerli ad "ostriche e champagne".Poi una bella adunata sotto le finestre di tutti i luoghi dove c'è la mangeria Sì. SENZA BANDIERE E SINDACATI PERO'. Deve essere una manifestazione non politicizzata.PULITA E per luoghi intendo oltre a Roma, Milano Bari Aquila Palermo Genova, INSOMMA TUTTE LE CITTA'. DOBBIAMO DECIDERCI A FARGLI PRENDERE UN PO' DI STRIZZA.