Renzi vince le Europee e rispuntano Prodi, D'Alema e Veltroni

C'è chi dispensa consigli, chi propone ricette, chi si mette a disposizione per eventuali incarichi in Europa. D'Alema, Prodi e Veltroni salgono sul carro del vincitore

Renzi ha fatto il pieno di voti alle Europee e in meno di 24 ore si sono riaffacciati i soliti noti. Ringalluzziti dal risultato, che loro mai si erano sognati, rilasciano generose dichiarazioni, dispensano consigli (spesso non richiesti) e, sotto sotto, sognano un posticino al caldo, magari in quella Commissione europea per la cui formazione il leader del Pd potrà far sentire con forza la sua voce. Di chi stiamo parlando? Sono sempre loro, i soliti D'Alema, Prodi e Veltroni... Sono rispuntati fuori dall'ombra come se nulla fosse. Staremo a vedere quanto verranno ascoltati e coccolati dal presidente del Consiglio. Ma andiamo con ordine.

"Non esistono candidature, decide il presidente del Consiglio in base all’interesse del Paese". Massimo D’Alema risponde così a SkyTg24 a una domanda sulla sua possibile candidatura a un ruolo in Europa. "Renzi ha la delega piena per capitalizzare il risultato elettorale e sceglierà le persone più adatte". L’ex premier analizza poi il voto europeo, che definisce "un voto contro le politiche di austerità e dalle gabbie del monetarismo". Un "campanello d’allarme» anche per Angela Merkel che non ha mantenuto il suo consenso, anzi lo ha perso a favore del Spd. "La Cdu di Angela Merkel rimane il primo partito ma ha subito una flessione a favore dell’Spd. Per lei è stato un campanello d’allarme".

Una punzecchiatura (non troppo cattiva) la rivolge al leader del suo partito: Renzi è stato "protagonista di un balzo in avanti" ma nel risultato elettorale pesa anche la "forza tradizionale" del Pd. "Non si arriva al 40% solo con i nuovi elettori di Renzi ma anche con l’elettorato tradizionale che ci ha seguito". E va aoltre nel ragionamento: "La struttura delle preferenze è impressionante perché si dimostra che tutti abbiamo concorso a questa vittoria - osserva D’Alema - Molti candidati non renziani sono stati eletti: il nostro elettorato tradizionale ha tenuto, è rimasto. Abbiamo dimostrato di essere un grande partito, di avere un leader con forza espansiva ma anche di essere un partito in grado di rappresentare una varietà di elettori. Siamo stati uniti in questa campagna elettorale - conclude - Il Pd è partito pluralista ma in grado nelle battaglie che contano di essere unito".

Poi D'Alema si sofferma sul centrodestra, azzardando un'analisi che, ovviamente, parte dall'attacco a Berlusconi. Sentite cosa dice: "Se uno mette insieme i pezzetti che ci sono in giro, si vede che la destra c’è. Una destra che sta vivendo una grave crisi di leadership e la vera generosità di Berlusconi sarebbe fare un passo indietro, lasciare campo a una nuova leadership. Le leadership passano, uno si deve ritagliare ruoli diversi nella vita. Quando un uomo non è in grado di lasciare spazio a una generazione, si dimostra ingeneroso. Credo che il problema della destra italiana sia trovare una nuova leadership in grado di renderla più europea. Non si può fare parte del Ppe e poi attaccare la Merkel, così si fa solo confusione. La destra c’è, è minoritaria, ma se stanno tutti insieme arriva quasi al 30%".

Il sogno di Veltroni

"Grazie a Renzi si è avverato il mio sogno: dare all’ Italia quel grande partito riformista di massa che non aveva mai avuto. Un partito a vocazione maggioritaria". E' al settimo cielo l’ex segretario del Pd Walter Veltroni nell'intervista al Corriere della Sera.
"Renzi e io veniamo da mondi diversi, ma abbiamo la stessa idea: il Pd non deve limitarsi a riempire il proprio recinto per poi unirlo al recinto dei vicini. Il Pd deve saper parlare a tutti gli italiani", afferma Veltroni, secondo cui "questo risultato storico è frutto di due circostanze oggettive: il fatto che Renzi sia al governo da poco, e abbia indicato la possibilità di un cambiamento; e la crisi di Berlusconi. Ma c’è anche una circostanza soggettiva: la personalità stessa di Matteo, la sua determinazione, la cattiveria che io non ho saputo avere, cosa che mi sono sempre rimproverato come un difetto. Se il sogno si è avverato, il merito è suo. Compreso il merito di aver sfidato, da riformista, tutti i conservatorismi". Su Grillo Veltroni osserva che "l’esasperazione del linguaggio non ha pagato, né ha pagato la logica dello scontro tra amico e nemico. Detto questo, è ancora sopra il 20%", rileva Veltroni. "Non ho mai creduto al parallelo con Marine Le Pen: l’ elettorato dei Cinque Stelle è molto più complesso, esprime una richiesta di innovazione che in parte Renzi è riuscito a intercettare". Quanto a Berlusconi "se con tutto quello che è successo riesce ancora a mettere insieme il 16,8%, vuol dire che ha ancora un’ area
di consenso", osserva Veltroni. "Cercherà di mettere in campo una nuova leadership, probabilmente quella di sua figlia Marina".

E Prodi sprona Renzi

"L’Italia era da tutti indicata come l’anello più debole del contesto europeo. E così non è stato - sentenzia Romano Prodi in un’intervista ai quotidiani il Mattino e il Messaggero -. Di fronte alle difficoltà francesi e al non entusiasmante risultato spagnolo, il forte progresso del Pd italiano dà all’Italia la possibilità di prendere iniziative per proposte di politica economica nell’interesse di tutti i Paesi e non solo della Germania". Per Prodi "ci vuole una politica di ripresa. Una politica energetica investendo in gasdotti, oleodotti, energie alternative, reti elettriche. Dobbiamo integrare le linee ferroviarie e stradali tra i vari Paesi europei. Abbiamo bisogno di una politica di raddoppio degli investimenti in ricerca e sviluppo. Tutte queste eventualità - sottolinea - sono molto più possibili oggi che non in passato e l’ Italia, avendo acquisita una nuova credibilità, può indirizzare in questa direzione la sua presidenza del semestre europeo", arrivando al vertice d’ autunno "preparata e con le alleanze giuste". "L’ avanzata degli antieuropeisti in Francia preoccupa ma era prevedibile", osserva Prodi, secondo cui i populisti "non agiranno mai con un’ iniziativa unitaria, però possono fare azioni di sabotaggio della vita parlamentare". Di fronte a questo, "se c’è un minimo di intelligenza politica, vi è l’obbligo e la convenienza di dar vita a una più forte politica europea. Una grande coalizione che potrà finalmente fare ciò che negli ultimi dieci anni le istituzioni europee non sono riuscite a realizzare. Le principali forze politiche si dovranno unire, perché capiscono che andando avanti così la stessa idea di Europa va a finir male".

Che farà ora il premier?

Resta da capire cosa deciderà di fare Renzi. Darà ascolto ai vecchi leader che lui (in parte) ha rottamato conquistando prima il partito e poi il governo? Continuerà a "rottamare", facendo terreno bruciato rispetto al passato (non molto tempo fa dissse: "con me il Pd può arrivare al 40%, con loro si ferma al 25%"), oppure accetterà di fare qualche compromesso cercando di dare spazio a qualcuno di loro? E, poltrone a parte, ascolterà i grandi vecchi del partito? Oppure andrà avanti facendo tutto di testa sua? Tra poco lo scopriremo.

Commenti

maubol@libero.it

Mar, 27/05/2014 - 11:29

Matteo, ci aspettiamo una sana rottamazione! Grazie

canaletto

Mar, 27/05/2014 - 11:34

SEMPRE COSì I LECCACULI. PRIMA CRITICANO E POI COMPRANO TONNELLATE DI ATTAK PER RIMANERE BENE INCOLLATI ALLE SEDIE......

emilianocerasi

Mar, 27/05/2014 - 11:35

Avanti Renzi continua a rinnovare, largo alle nuove generazioni

teramano

Mar, 27/05/2014 - 11:38

Ma chi scrive il titolo lege l'articolo? E' l'opinione di tre personalità che, a vario titolo, hanno avuto a che fare con il PD e non una richiesta di posti. Un po' di onesta intellettuale ci starebbe bene ma, forse, è chiedere troppo.

teramano

Mar, 27/05/2014 - 11:39

Ma chi scrive il titolo legge l'articolo? E' l'opinione di tre personalità che, a vario titolo, hanno avuto a che fare con il PD e non una richiesta di posti. Un po' di onesta intellettuale ci starebbe bene ma, forse, è chiedere troppo.

salvatorico

Mar, 27/05/2014 - 11:41

Ma non vi siete ancora accorti che Renzi ha seppellito il sarcofago ingombrante del vostro morto vivente?Ecco i tre assi nella manica riesumati dal delfino di Berlusconi per calmare gli elettori di sinistra: tre morti viventi.Tra una promessa e l'altra, ecco l'evoluzione della specie: dal caimano all'alligatore.

sdicesare

Mar, 27/05/2014 - 11:45

Gli impresentabili vengono fuori. Si sono nascosti dietro il faccino dell'ebetino ed adesso vengono all'incasso. Quando finirà la luna di miele degli italiani con l'ebetino si renderanno conto di quanto e' stato costoso il matrimonio e come sono stati e stanno per essere spolpati. E' gia' perche' l'ebetino non e' altro che la lunga mano della troika e delle banche, che stanno li' come iene per spolparsi i migliori pezzi di carne di questo splendido paese ormai moribondo. E gli impresentabili saranno i becchini che lo seppelliranno definitivamente.

82masso

Mar, 27/05/2014 - 11:48

Perchè B. invece è un ventenne aitante.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 27/05/2014 - 11:49

Dopo tanti flirts con la sinistra ve ne siete accorti, finalmente? Non c'è che dire: il frottoliere fiorentino vi ha giuocato bene, bananas!

MEFEL68

Mar, 27/05/2014 - 11:51

Tutti pronti a salire sul carro del vincitore. Ma attenzione, quanto più agili sono nel salirvi, altrettanto agili sono nello scendervi. Il loro ideale politico è solo quello di rimanere a galla. Ma senza che lo dica apertamente, tutti sanno cos'è quella cosa che galleggia.

El Chapo Isidro

Mar, 27/05/2014 - 11:53

Non discuto sull'antipatia, incapacità e meschinità di questi personaggi, non c'è dubbio che si tratta di squallidi individui ma se loro sono morti viventi allora cos'è una cariatide come berlusconi??? Come possiamo definire al rudere della politica italiana, l'ex-cavaliere berlusconi??? Vi siete resi conto che è cosi vecchio che ormai biascica a pronunciare certe parole tipo..."distruttore, dittatore, vincitore"...e che dimentica quello che ha detto pochi secondi prima? Se volete insultare qualcuno dovete selezionare meglio le offese perchè vi si possono rivoltare contro!

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 27/05/2014 - 11:54

Io vi faccio tre nomi: Dell'Utri, Scajola, Cosentino. Cosa li distingue dai tre di cui sopra? Sono tutti frequentanti le patrie (o estere) galere. Ecco, il giornalista Raffaello Binelli potrebbe dedicarci un articolo.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 27/05/2014 - 11:56

"C'è chi dispensa consigli, chi propone ricette, chi si mette a disposizione per eventuali incarichi in Europa". Togliersi definitivamente dai coglioni NO???? Non hanno forse saputo che Renzi dopo la vittoria ha ribadito che la vera "rottamazione" comincia ora??? Per sicurezza sarebbe il caso di notificare a queste cariatidi in decomposizione questo chiarificatore aforisma romanesco: "Possibile che al culo ve c'entra ma in testa no"????

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 27/05/2014 - 11:57

Io so di cosa è fatto l'Uomo e Vi dico che avendo ormai raggiunto l'età dove ogni cosa si appalesa per quello che è e non per quello che vuole apparire, mi accorgo sempre più che nel mio Ufficio Pubblico tutti hanno ambizione di emergere ma quando c'è da risolvereun problema corrono tutti da me. Ringrazio Dio che mi ha dato consiglio dice la S. Scrittura e di questi Personaggi che vogliono a tutti i costi emergere dalle nebbie direi finché sono in tempo di ritirarsi come ha fatto il buon Bertinotti; anche se era comunista ha capito cos'è la vera vita (almeno alla fine si capisce). Shalom

eso71

Mar, 27/05/2014 - 12:01

Bravo Matteo, continua a rottamare il vecchio che "avanza"...Silvio incluso!

syntronik

Mar, 27/05/2014 - 12:03

Questi mi sembrano zombi rossi, che all'ultimo minuto, pur di non mollare la poltrona, si adattano a salire sul carro del vincitore, dopo quel popó di pattume lasciato sulla strada, i rottami stanno bene rottamati, non riciclati, magari dopo essere stati rifusi, Renzi dice che chiamerá il,carro attrezzi per soostare i ruderi, somo curioso di vedere se mamtiene quello che dice.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 27/05/2014 - 12:07

Moltissimi di questi soggetti come anche moltissimi giornalisti lo hanno preso tutti nel cuore.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 27/05/2014 - 12:10

Bella questa riedizione del TRIO LESCANO a cui si aggiungerà magari anche il DUO FASANO e tutti insieme penseranno di ricominciare la sinfonia degli uccelli paduli. Ma che andassero tutti morie ammazzati sti lestofanti.

agosvac

Mar, 27/05/2014 - 12:10

Mi sembra che le tre vecchie cariatidi si stiano arrampicando sugli specchi! Non è stato il Pd a stravincere, è stato Renzi aiutato ,in parte, anche da quel poco che è stato consentito a Berlusconi dai magistrati. Il messaggio di Berlusconi era: attenti a grillo, perchè è molto pericoloso. Non essendo Berlusconi candidato per i motivi conosciuti, molti moderati, ma non tutti, per evitare il pericolo grillo hanno votato Renzi. Ed hanno fatto più che bene. Se non ricordo male scelta civica aveva superato di poco la soglia del 10% alle politiche del 2013, oggi, anzi ieri, ha preso solo lo 0,7% il resto è andato a Renzi. Alcuni dicono che Renzi ha preso i voti di FI, non è vero perchè sommando i voti di FI a quelli del Ncd si arriva a quel 21% preso nel 2013. mentre invece grillo ha perso quasi il 4% che è andato, insieme ai voti di SC a Renzi. Se consideriamo l'astensione si evince che gran parte di quelli che avrebbero votato per il "candidato" berlusconi non sono neanche andati a votare, io per primo. In pratica il serbatoio di voti di Berlusconi è inalterato ma inespresso perchè Berlusconi non poteva essere candidato. Questo, ovviamente, nulla toglie alla vittoria di Renzi che è stata più su grillo e monti che sugli altri!

max.cerri.79

Mar, 27/05/2014 - 12:13

Perché, chi dovrebbe fare opposizione e invece preferisce le larghe intese è meglio, secondo voi?

T.J

Mar, 27/05/2014 - 12:13

Renzi chieda ai suoi vetusti del PD quanto segue: "fiscal compact": Il trattato prevede che i Paesi con un debito pubblico oltre il 60% del prodotto interno debbano ridurre la parte eccedente di un ventesimo l'anno...a partire dal 2015. Quindi ora siam al 135%? per il 2015 dobbiam porarlo a 128...ca 30 milardi di euro. Dove li recupererà? non si scappa, o Tasse o taglia la spesa (quella mai!,senno' come fa a pagare D'Alema, Prodi...e Veltroni..ma questi due.non erano andati in Africa a fare del Bene e scrivere libri?...mo' ritornano)

@ollel63

Mar, 27/05/2014 - 12:15

erano dei boglioni prima, ora ancora di più. L'Italia dei boglioni è questa. Andate tutti a cag

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 27/05/2014 - 12:18

Prodi, parla Prodi. Lui e Ciampi sono stati gli artefici dell'intempestivo ingresso, con un concambio astronomico, dell'Italia nella UE,come paese fondatore solo per farsi belli fregandosene delle conseguenze per l'Italia e per gli italiani. Mortadella che è stato commissario UE adesso dice "basta rigore" ma prima dov'era? Forse dormiva.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 27/05/2014 - 12:18

Lo squallido espediente di saltare sul carro del vincitore(?) non riesce a nascondere le divisioni e l'odio che lacerano il PCI-PD in tante fazioni, una vera lotta per bande, e che rende la posizione di renzi assolutamente precaria ed instabile. Impossibile non rilevare la differenza con FI, granitica, compatta, coesa nel nome di SILVIO BERLUSCONI. E' questa la nostra vera forza.

AH1A

Mar, 27/05/2014 - 12:19

Ma lo sapete che Berlusconi è più vecchi di loro? State dando del morto al vostro amatissimo padrone?

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 27/05/2014 - 12:23

Da rottamare, tutti. Di danni ne hanno fatti già troppi e di poltrone ne hanno avute già abbastanza, fin troppe.

gagx

Mar, 27/05/2014 - 12:27

Soliti titoli che caratterizzano quelli del popolo dell'amore......bastonate a titti , tutti stromzi , e solito articolo dello zerbino solito....il dio è deluso ma ha già deciso. Ma io mi dico , e dico ai soliti fan del commento pro-dio ( il vostro), ma provate a leggere l'editoriale di travaglio ( si dai non vi duccede nulla se uscite una volta dal vostro mondo e vi informate) e forse si vede la differenza tra giornalismo e propaganda. Ma mi sa che sarà diffile dirvelo visto la censura solita di wuesti commemti.

Ritratto di bassfox

bassfox

Mar, 27/05/2014 - 12:29

sempre e comunque tutti più giovani del vecchio pregiudicato ex cav...

titina

Mar, 27/05/2014 - 12:29

Scusa; Renzi, ma non dovevi rottamarli? Se questi signori anzianotti avessero un po' di coscienza se ne andrebbero da soli, per il bene del partito: la gente NON LI VUOLE più e finirà che non vi voterà più. Io per prima.

titina

Mar, 27/05/2014 - 12:32

xsdicesare. una persona che chiama ebetino un'altra persona, per giunta presidente del consiglio, per giunta ripetendo le parole altrui, non vale niente.

roberto.morici

Mar, 27/05/2014 - 12:34

Non sono un elettore di sinistra, da sempre. Considerando, però, che il giovane Renzi possa riuscire a riporre nel sarcofago tali mummie mi regala qualche speranza per il futuro di chi un futuro può ancora sperarlo; se non altro per motivi anagrafici.

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 27/05/2014 - 12:38

a volte ritornano,questi cadaveri che hanno fatto più danni delle sette piaghe d'Egitto sono ancora lì a pontificare e non si rendono conto che sono dei falliti tout court,andate al RICOVERO

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/05/2014 - 12:38

PERDE IL PAESE ... Perde una destra populista e furbetta per non avere avuto il coraggio della Veritá, per avere rinnegato la Rivoluzione Liberale, avere occultato la necessitá, a 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, di abbattere il peggior Muro di un apparato burocratico statale sopra chi lavora e produce mai esistito al mondo, quello della dittatura dello stato mafioso italiano sopra la pelle della gente onesta ... La necessitá di sgonfiare un apparato burocratico pubblico senza eguali sopra le forze produttive, imprese e lavoratori ... Una destra senza il coraggio della Veritá, governata dalla meschinitá che ha saputo solo scagliarsi contro i Paesi europei piú virtuosi, ha abdicato a una sinistra statalista ortodossa che é la causa primaria della distruzione e la disgregazione in atto nel Paese .... Un Paese ottuso senza cultura, governato dalla menzogna e dalla violenza della miseria intellettuale al potere deve andare a sbattere forte la fronte per dare la opportunitá a ognuno di farsi molto male e spingerlo quindi ad una necessaria rinascita di un ordine di valori.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/05/2014 - 12:39

PERDE IL PAESE ... Perde una destra populista e furbetta per non avere avuto il coraggio della Veritá, per avere rinnegato la Rivoluzione Liberale, avere occultato la necessitá, a 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, di abbattere il peggior Muro di un apparato burocratico statale sopra chi lavora e produce mai esistito al mondo, quello della dittatura dello stato mafioso italiano sopra la pelle della gente onesta ... La necessitá di sgonfiare un apparato burocratico pubblico senza eguali sopra le forze produttive, imprese e lavoratori ... Una destra senza il coraggio della Veritá, governata dalla meschinitá che ha saputo solo scagliarsi contro i Paesi europei piú virtuosi, ha abdicato a una sinistra statalista ortodossa che é la causa primaria della distruzione e la disgregazione in atto nel Paese .... Un Paese ottuso senza cultura, governato dalla menzogna e dalla violenza della miseria intellettuale al potere deve andare a sbattere forte la fronte per dare la opportunitá a ognuno di farsi molto male e spingerlo quindi ad una necessaria rinascita di un ordine di valori.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/05/2014 - 12:40

PERDE IL PAESE ... Perde una destra populista e furbetta per non avere avuto il coraggio della Veritá, per avere rinnegato la Rivoluzione Liberale, avere occultato la necessitá, a 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, di abbattere il peggior Muro di un apparato burocratico statale sopra chi lavora e produce mai esistito al mondo, quello della dittatura dello stato mafioso italiano sopra la pelle della gente onesta ... La necessitá di sgonfiare un apparato burocratico pubblico senza eguali sopra le forze produttive, imprese e lavoratori ... Una destra senza il coraggio della Veritá, governata dalla meschinitá che ha saputo solo scagliarsi contro i Paesi europei piú virtuosi, ha abdicato a una sinistra statalista ortodossa che é la causa primaria della distruzione e la disgregazione in atto nel Paese .... Un Paese ottuso senza cultura, governato dalla menzogna e dalla violenza della miseria intellettuale al potere deve andare a sbattere forte la fronte per dare la opportunitá a ognuno di farsi molto male e spingerlo quindi ad una necessaria rinascita di un ordine di valori.

ferna

Mar, 27/05/2014 - 12:41

questi signori si preparano per la prossima nomina del Presidente della Repubblica....... Prodi adesso addirittura dice che bisogna rivedere l'Europa da lui tanto caldeggiata al servizio della Merkel e Commissione........ purtroppo sarà cosi....speriamo nella Francia ed Inghilterra.....

Duka

Mar, 27/05/2014 - 12:42

Questi sono sempre a caccia di una busta paga. Importante NON lavorare e vivere lussuosamente a sbafo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/05/2014 - 12:44

PERDE IL PAESE ... Perde una destra populista e furbetta per non avere avuto il coraggio della Veritá, per avere rinnegato la Rivoluzione Liberale, avere occultato la necessitá, a 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, di abbattere il peggior Muro di un apparato burocratico statale sopra chi lavora e produce mai esistito al mondo, quello della dittatura dello stato mafioso italiano sopra la pelle della gente onesta ... La necessitá di sgonfiare un apparato burocratico pubblico senza eguali sopra le forze produttive, imprese e lavoratori ... Una destra senza il coraggio della Veritá, governata dalla meschinitá che ha saputo solo scagliarsi contro i Paesi europei piú virtuosi, ha abdicato a una sinistra statalista ortodossa che é la causa primaria della distruzione e la disgregazione in atto nel Paese .... Un Paese ottuso senza cultura, governato dalla menzogna e dalla violenza della miseria intellettuale al potere deve andare a sbattere forte la fronte per dare la opportunitá a ognuno di farsi molto male e spingerlo quindi ad una necessaria rinascita di un ordine di valori.

rosa52

Mar, 27/05/2014 - 12:44

facile eh farsi avanti ora per questi marpioni che prima hanno contribuito a sfasciare l'Italia e ora si arrogano il merito di aver vinto le elezioni...dovrebbero solo vergognarsi e sparire definitivamente .

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 27/05/2014 - 12:44

#perSilvio46. "FI, granitica, compatta, coesa nel nome di SILVIO BERLUSCONI." In epoca prebasagliana un'affermazione come questa sarebbe stata più che sufficiente a garantirti un soggiorno a vita in una confortevole camera imbottita.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 27/05/2014 - 12:49

il mortadella non se pò guarda, né sentì, il veltroni pacatamente è un quaquaraqua, D'Alema forse poteva fare di meglio, ma a 'sto punto ....basta. Lasciatelo lavorare Renzi. Gli basta e avanza l'appoggio e l'aiuto di SILVIO.

AH1A

Mar, 27/05/2014 - 12:50

...ci riprovo visto che quel che pur essendo vero non fa comodo non viene pubblicato. BERLUSCONI è PIU' VECCHIO DI PRODI!!! Se vogliamo parlare di morti viventi.

moshe

Mar, 27/05/2014 - 12:55

L'alba dei morti viventi ..... ..... ..... niente di più azzeccato; con un titolo simile si potrebbe fare tranquillamente a meno dell'articolo. Volendo fare una critica costruttiva, aggiungerei "..... e dei parassiti".

nonna.mi

Mar, 27/05/2014 - 12:56

Se Matteo Renzi non è sciocco (e penso non lo sia) credo sappia che il suo indiscutibile grande successo è dovuto alla realtà che Lui non è creduto,dai tanti che l'hanno votato non dei suoi,un vero sinistro, inteso come comunista, ma come rappresentante ,finalmente ,di un Partito che sa trovare anche negli avversari di pensiero politicamente diverso,un vero aiuto nel concludere ciò che è necessario per la Salvezza del nostro Paese: non per nulla si è rivolto direttamente a Berlusconi, perché ha capito che era più utile di tanti dei suoi che , come vediamo,adesso si ripropongono come suoi amici...Matteo,disfatene al più presto di questi tre vecchi arnesi,adesso pronti a lodarti,ma già squalificati dal loro negativo passato, obsoleto da dimenticare. Myriam che non ti ha votato ma che spera in te per la qualità tua che ho enunciato prima.(Anche Berlusconi è quasi vecchio, ma ha un curriculum di lavoro in ogni campo dove si è cimentato,talmente enorme, rispetto a questi tre, che merita tutto il nostro rispetto)Mi "rifirmo" Myriam

Ritratto di combirio

combirio

Mar, 27/05/2014 - 12:58

Renzi ci ha preso pìù degli altri perchè non è molto che si è insediato al governo. Nel breve che finora ha governato ha fatto molto poco. Ha saltato la riforma del senato, ha saltato la riforma della legge elettorale, non ha fatto nulla per le aziende. Però ispira fiducia all' italiano medio, arrivando a dimenticare i maneggioni e gli incompetenti che ha dietro. In compenso aspettiamoci un altra gragnola di tasse. Per cui vive ancora di rendita. Gli italiani d'altra parte non hanno un grande memoria , per cui prepariamoci a pagare! Solo alla prossima tornata elettorale se continuerà a spostare prenderà una trombata, solo per il fatto che ci vogliono capacità non comuni a risolvere i problemi enormi che ci affliggono. In pratica lui è il nuovo ma coloro che ci hanno dato un anno di mortimer che ci ha distrutto chi erano? E coloro che ci hanno dato un anno del Molletta che ci ha derenato chi erano? Ottimo risultato della lega, peccato per Fratelli d' Italia. Occorre ora definire una strateggia e un cambio di marcia deciso.Lasciando fuori le facce marce e i bacia pile democristiani a vita inclini a vendersi per trenta denari. Solo se si dimostreranno capacità, rispetto dell' elettorato e serietà il centro destra può sperare di vincere le nuove elezioni. Fondamentali essere innovativi. Una idea che mi è piaciuta di Grillo è il Politometro per i nosti politici, perchè non applicarlo? Fare votazioni online ! Snellire procedure e pratiche. Fare tutto il possibile per fare perdere meno tempo e soldi ai cittadini.

meloni.bruno@ya...

Mar, 27/05/2014 - 13:00

Renzi a differenza di Berlusconi è molto determinato,lo dimostra la sua insistenza con le primarie che aveva già vinto la prima volta neutralizzato dallo zoccolo duro del suo partito,cioè i rottamati,sa anche che nella medaglia c'è Giano bifronte,Berlusconi ha avuto,fini casini alfano che si sono presi i suoi meriti e alla fine c'è stato il tradimento,a Roma si dice di stare in campana perchè i traditori nel nostro paese abbondano.

tuccir

Mar, 27/05/2014 - 13:08

Rosicate bananas, rosicate!

soldellavvenire

Mar, 27/05/2014 - 13:15

ne manca uno: amato. poi ci sono tutti i candidati alla presidenza della repubblica. da destra tutto tace: eppure, é ora! napo per natale si dimette, SVEGLIA!! altroché rottami, questi sono ben vivi

Sonia51

Mar, 27/05/2014 - 13:24

Ancora queste facce da culo... ma perchè qualcuno non li abbatte?

ugsirio

Mar, 27/05/2014 - 13:30

Ho apprezzato molto l’affermazione di Renzi che la nostra amata Angela nutre un grande affetto per l’Italia. Meno male altrimenti non saprei proprio dove ci avrebbe stivati. Dalle elezioni si evince che almeno n 15% di italiani sono stati attirati dal suono armonioso del piffero magico di Renzi e si sono tuffati allegramente nel fiume logorroico soggiogati e frastornati dalla musicalità soporifera di questo novello incantatore. Aspetto con impazienza gli eventi del prossimo semestre quando saranno chiari a tutti gli effetti economici messi in cantiere e opportunamente nascosti dentro il porto delle nebbie degli 80 euro di cui quasi tutti si sono detti entusiasti. Quando sarà chiaro e tangibile il carico fiscale che ci spremerà come limoni e le riforme di Renzi sono bufale vedremo quanti di questi topolini saranno ancora allegri.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 27/05/2014 - 13:34

Oggi dopo la schiacciante vittoria del PD le correnti bersaniane, lettiane, dalemiane, prodiane,fassiniane-chi ed altre, fino al giorno prima del voto tutte palesemente anti-renziane sono li a giubilare, a pretendere parte dell'onore e festeggiare a voce alta la grande vittoria il cui merito va tutto ed esclusivamente al loro odiato rivale, MATTEO RENZI. Quanta inutile penosa ipocrisia sinistrorsa, si vergognino invece!

roseg

Mar, 27/05/2014 - 13:45

IL ROTTAMATORE AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHhahahahahhabahhahahahahahha

syntronik

Mar, 27/05/2014 - 13:46

Che fine hanno fatto quei boriosi urlanti che sparano sempre le solite tiritere in favore del guru dalla bava alla bocca, é stato in tv una volta ed ha perso meta elettori, forse se andava due altre volte non avrebbe superato il 4%

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 27/05/2014 - 13:50

Questi individui che fino a ieri hanno cercato di codardamente eliminare Renzi, pretenderebbero oggi di condividerne il merito della grande vittoria del PD. Chi invece potrebbe reclamarne parte del merito è non altri che il Presidente Berlusconi che con il suo partito ha salvato Renzi in extremis dai codardi attacchi nelle Camere da parte di coloro che fingono oggi di essere suoi fedeli alleati. Guardateli bene in faccia, noterete facilmente che rispecchiano tutti una plateale netta falsità personificata. Sono dei veri e propri Giuda!!!

Franco65

Mar, 27/05/2014 - 13:51

Ma io mi chiedo: qualcuno di voi ha anche letto l'articolo o si è fermato al titolo prima di inviare il suo commento...??!!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mar, 27/05/2014 - 13:52

L'Italia ovvero la vecchia Signora in rosso. Buona Fortuna vecchia Signora. Ne avrai tanto bisogno. Dalton Russell.

Franco65

Mar, 27/05/2014 - 13:54

inoltre chi ha votato per il PD, ha votato CONTRO la Merkel... chi ha votato per FI ha votato per l'Europa dei Bachieri e della Merkel. Ma questo non vi entra nelle vostre piccole testoline, vero?!

mantiga

Mar, 27/05/2014 - 13:57

non capisco il senso dell' articolo piuttosto guardatevi in casa vostra. silvio si è già messo a disposizione del vincitore per le riforme, non capisce che in questo modo farà la fine di monti?

Ritratto di massiga

massiga

Mar, 27/05/2014 - 13:59

Si', e a destra invece Berlusconi dice che lui e' indispensabile per le riforme. Un'altra mummia che parla.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 27/05/2014 - 14:22

Rottamazione? ... per cortesia ... questi fanno solo un "tagliando" e riprendo a scorrazzare per le strade con le auto blu.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 27/05/2014 - 14:39

Per noi italiani basta un ducetto che prometta che subito tutti saltino sul suo carro.: E successo nel 1928, con il Mussolini, dopo con De Gasperi, dopo con Berlusconi, Oggi tocca a Renzi in particolare anche chi nel suo partito anelava di disarciornarlo oggi si sente Renziano. Siamo fatti cosi, siamo un popolo di voltagabbana, si aggrappiamo a chi promette.Forse conoscendoci bene e analizzandoci a fondo,la Germania non ha tutti i torti a come ci considera, simo un popolo inaffidabile da qualsiasi punto ci prendano, E' vero abbiamo dei geni,degli imprenditori capaci, ma non abbiamo la classe politica intelligente a affidabile.Ho una certa eta e pertanto ho vissuto per vedere dal 1930 in poi l'evoluzione italiana, fascisti diventati comunisti, democristiani diventati non si sa bene cosa oggi rappresentano, basta vedere Casini, alcuni centristi oggi con il PD. Questa confusione non ci rende molto credibili sia nel mondo che in Europa.Non illudiamoci che Renzi ci porti fuori dal solito sistema,ci sono già chi prima non le andrà più bene.

Carmine Pirozzi

Mar, 27/05/2014 - 14:51

E' assurdo! Questi vecchi volponi della politica, prima litigano senza concludere nulla e fanno finta di sparire, accusando a destra e a sinistra, senza mai prendersi le proprie responsabilità. Poi arriva un "giovane sbarbatello" pieno di forza e gioia di fare, scopa tutto, e questi vecchiacci del PD, come per magia ricompaiono! Ma hanno dimenticato le loro dichiarazioni su Renzi, quando quest'ultimo sembrava andare contro corrente? Andate tutti a quel paese, anzi, chiedete alla Fornero un eventuale pre-pensionamento! Matteo, fai attenzione, questi ti ruberanno il posto: tu hai stravinto, e loro faranno in modo di prendersi i meriti ... e i posti migliori!

hectorre

Mar, 27/05/2014 - 14:53

Andrea123....cosa li differenzia??? Le amicizie con la magistratura....arcobaleno,telecomserbia,sistema penati,mps,coop,iri,cirio.....devo continuare??????.....evita di dire fesserie,fai solo brutte figure.

Accademico

Mar, 27/05/2014 - 15:12

Rottamateli, nulla interposita mora. Sono tre cialtroni che, in vita loro, non hanno mai lavorato.

ilbarzo

Mar, 27/05/2014 - 15:27

Il trio degli avvoltoi:D'Alema,Prodi e Veltroni,che non intendono affatto di essere rottamati dal Premier Renzi,sono disponibili a silire sul carro del vincitore ,pur non avendo fatto nulla per meritarselo.

zadina

Mar, 27/05/2014 - 15:28

Dalema,Veltroni, Prodi cercano di salire sul carro in corsa del presidente Renzi non dovrebbe mai riciclare quei vecchi rottami lasciandoli al loro destino dal momento che sono stati LORO al potere e non siano riusciti a fare progredire l'Italia e neppure il LORO partito che gli ha consegnato il potere significa che non anno le capacità si trovi dei giovani come Lui stesso con forza e volontà di fare la gioventù ha una forza che noi vecchi abbiamo perso e non la recupereremo mai più lasciare spazio ai giovani aiutarli e non intralciarli tanti auguri presidente Rnzi non ascolti quelle vecchie sierene STONATE.............

ilbarzo

Mar, 27/05/2014 - 15:34

Mai avrei immaginato che i vecchi politicanti quali: D'Alema,Prodi e Veltroni si prestassero cosi sfacciatamente e senza alcuna vergogna a leccare il culetto del loro capo,pur di avere dallo stesso Premier qualcosa in cambio.Magarai un posticino nel governo,anche come sottosegretario.

honhil

Mar, 27/05/2014 - 16:06

Renzi sbanca. Da adesso e fino alla vigilia delle prossime elezioni politiche sarà intoccabile. E’ il conquistatore. L’unto delle urne. Ai dissidenti di ogni ordine e grado non resta che andarsi ad accucciare, per metabolizzare quel non loro successo che aggiunge castrazione a castrazione. E ancora. In un’Italia tutta rossa e tutta ai suoi piedi, chi mai potrà fermare il rottamatore? Chi potrà mai avere la forza e il coraggio di aprire bocca? Sarebbe immediatamente tacciato di lesa maestà. Invece, all’improvviso, quando tutt’intono è buio pesto, il cielo dei contestatori si apre. La stagione della rottamazione è finita. Ed è finita perché era tutto un gioco delle parti. Bisognava prepararsi alla meglio alle elezioni europee. Ed ora di D’Alema, ed di altri candidati o possibili canditati alla rottamazione, si parla soltanto in termini di prossimi “commissari europei”. Amen.

cameo44

Mar, 27/05/2014 - 16:36

Siamo alle solite tutti pronti a dare consigli e salire sul carro del vincitore con la speranza di restare ancora sulla scena vien da ridere nel sentire Dalema che consiglia a Belusconi di passare la mano come Veltroni anche lui prodico nel dare consigli ed anche Prodi torna sul la scena questi aspirano ad avere incarichi sia in Europa che in Ita lia non dimendichiamo la veneranda età di Napolitano e quindi alla sua successione Dalema non si è fatto da parte è stato estromesso da Renzi Veltroni ha detto che si voleva dedicare all'Africa ma è sempre in mezzo ai piedi Prodi anche lui ha detto di ritirarsi dalla politi ca ma in cuor suo spera sempre di divenire il Presidente della Repu blica questo è il paese degli immortali escono da una porta per far rientro da un'altra porta per i trobati si trova sempre qualche siste mazione presso i tanti enti inutili o con vari incarichi mentre negli altri paesi quando si perde si esce dalla scena qui abbiamo sempre le stesse facce magari riciclati in fantomatici nuovi partiti basta vede re Casini Tabacci Mastella Cicchitto e tanti altri ancora Tabacci e Mastella hanno avuto il fatto loro sono stati bocciati dagli elettori come la Lorenzin ma certamente troveranno una ricompensa

Ritratto di Biancofiore

Biancofiore

Mar, 27/05/2014 - 16:43

Cera da aspettarselo. Io sono in sanguigno, mio padre lo era e mi ha educato che a tradire, Sì finisce poi per essere traditi. E fa male. Per queste elezioni mi aspettavo un risultato di questo tipo , ma Renzi deve stare attento (credo lo sia) she non completa l'opera di rottamazione, non fscendoci vedere piu in giro I vecchi cialtroni che hanno distrutto l'Italia, non arrivera alle prossime elezioni. Occhio Renzi. Adesso pensa al popolo dei pensionati che non arrivano a fine mese.

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 27/05/2014 - 17:56

antico e vergognoso costume italico.Tutti a salvare il vincitore.Ce l'ho insegnano i vari Fini,Casini,Alfano e tanti altri.E' vero l'inno di Mameli "si scopron le tombe si levano i morti " ed ecco gli zomi tipo Prodi o Veltroni.

fabio tincati

Mar, 27/05/2014 - 18:27

certi italiani, Mussolini era appena morto e loro già correvano in aiuto al vincitore! Un vizio difficile da perdere, certo la dignità dove ce la mettiamo?! Massì: Franza o Spagna purchè se magna!! Anche se un certo "pilotaggio" secondo alcuni c'è stato eccome! Diciamo un ordine di scuderia, contentino al alfino e pieno al Renzino, tanto poi ora si va tutti al mare, poi a ottobre crisetta e se il Renzino non ci sente rimpasto con solo fedeli così può dire quello che vuole tanto gli ordini li dà il partito.

fabio tincati

Mar, 27/05/2014 - 18:27

certi italiani, Mussolini era appena morto e loro già correvano in aiuto al vincitore! Un vizio difficile da perdere, certo la dignità dove ce la mettiamo?! Massì: Franza o Spagna purchè se magna!! Anche se un certo "pilotaggio" secondo alcuni c'è stato eccome! Diciamo un ordine di scuderia, contentino al alfino e pieno al Renzino, tanto poi ora si va tutti al mare, poi a ottobre crisetta e se il Renzino non ci sente rimpasto con solo fedeli così può dire quello che vuole tanto gli ordini li dà il partito.

Maurizio Fiorelli

Mar, 27/05/2014 - 18:29

Mi auguro che Renzi continui a rottamare.Soprattutto che non ascolti questi tre ipocriti che fino a ieri se avessero potuto gli avrebbero fatto la festa.Da ridere l'analisi dell'ultimo decennio europeo da parte del signor Prodi;prima c'era lui e tutto filava "lisssio" vero? In merito al mancato africano, Renzi gli ha fregato il programma mentre per il brontosauro se non ci fosse stata la base comunista dei suoi commilitoni pecoroni come avrebbe ottenuto un risultato simile? Invidia? Gelosia?Mediocrità? Tutte e tre. Eppure voto da sempre F.I.

ilbarzo

Mar, 27/05/2014 - 18:38

Questi tre pagliacci da circo equestre, pur di tornare in auge ed essere al centro dell'attenzione,sarebbero disposti pure a parare i loro sederoni placcidi al capo e padrone Matteuccio Renzi.Vergognosi!

maubol@libero.it

Mar, 27/05/2014 - 18:42

82masso nessuno ha mai detto che sia un 20enne aitante, ma un signor industriale sì! la politica per lui è arrivata molto dopo!

Accademico

Mer, 28/05/2014 - 10:52

@82MASSO - Berlusconi non è un ventenne, infatti è nato il 29 settembre 1936. Diversamente dai cialtroni raffigurati nella foto però, Berlusconi ha sempre lavorato e - Le piaccia o no - nella sua vita ha costruito. Lo sanno anche le pietre. Sono 56.000 (cinquantaseimila) le famiglie che operano nella galassia fondata dal Cavaliere del Lavoro Berlusconi: pari una città italiana di medie dimensioni. Si tacci, 82MASSO !!!