La scelta dei servizi sociali per restare leader politico

Il pool difensivo di Berlusconi consulta un esperto di affidamento in prova. Già arrivate molte offerte dalle Onlus. Unico vincolo l'orario: rincasare entro le 20 e uscire dopo le 7-8

Roma - Mentre il Senato litiga sulla decadenza del senatore Berlusconi, la data dell'esecuzione (penale) del condannato Berlusconi si avvicina inesorabile. I difensori del Cavaliere hanno chiesto una consulenza ad un avvocato di Milano, esperto di affidamento in prova ai servizi sociali, per mettere a punto l'eventuale richiesta al Tribunale di Milano. Per decidere tra la «rieducazione» di Berlusconi e la detenzione domiciliare c'è tempo fino al 15 ottobre, ma le valutazioni, anche dentro il pool difensivo, sono discordanti. La via dei servizi sociali è considerata più umiliante («Non accetto di essere trattato come un criminale da rieducare» ha detto lo stesso Berlusconi), ma presenta dei vantaggi. Intanto un margine di libertà più ampio rispetto ai domiciliari, che comportano la permanenza a casa, a meno di diverse prescrizioni del magistrato di sorveglianza (qualche ora al mattino, uno spostamento fuori città purché motivato). Se Berlusconi optasse per i servizi sociali, e il Tribunale di Milano accogliesse la richiesta, avrebbe invece solo due vincoli orari: rientrare a casa entro le 22 e uscire dopo le 7-8. Per il resto sarebbe libero di uscire, incontrare persone, lavorare, ovviamente prestando il suo servizio a qualche onlus o associazione o istituto, come prevede appunto l'«affidamento in prova ai servizi sociali».
Tutto ciò se si guarda alle consuetudine, poi è il magistrato che predispone il piano rieducativo per il condannato, con le prescrizioni adeguate al caso singolo, in questo caso molto peculiare, un condannato che è nel frattempo leader politico, magari in campagna elettorale (Amministrative ed Europee, primavera 2014). E qui si capisce l'altro vantaggio dell'affidamento ai servizi, il contatto con l'esterno. «Quando uscirà da Palazzo Grazioli troverà i giornalisti, e poi la sua gente... insomma potrà continuare a fare il leader - ragiona un falco Pdl - mentre ai domiciliari sarebbe un recluso...». Un detenuto ai domiciliari può ricevere solo i famigliari, salvo diverse disposizioni, mentre una volta fuori, ai «servizi sociali», Berlusconi potrebbe incontrare chi vuole.
A chi verrebbe «affidato» Berlusconi? L'iter prevede che sia la difesa a prospettare una struttura di cui ha verificato la disponibilità, e poi sta al Tribunale accettare e disporre il piano rieducativo. Ma il giudice potrebbe limitare l'attività politica di Berlusconi, prescrivendo ad esempio che non possa parlare in tv, o che debba circoscrivere i contatti politici? «Sarebbe una forzatura - spiega l'avvocato Massimo Teti, esperto di esecuzione penale - L'affidamento ai servizi sociali deve tendere, per sua natura, alla rieducazione. Parafrasando una sentenza della Corte Costituzionale, è come la cura di una malattia. In questo caso si tratta di reato societario (frode fiscale, ndr) e non commesso in ambito politico. Se dunque bisogna rieducare il condannato e prevenire la reiterazione del reato, non avrebbero senso prescrizioni che limitino l'agibilità politica».
C'è un altro vantaggio dell'affidamento. Mentre i domiciliari si concludono con la semplice estinzione, il periodo ai servizi sociali termina con un giudizio positivo del magistrato sul buon esito del servizio. Un «attestato» spendibile per eventuali sconti, nel caso si abbiano altri processi. Il caso di Berlusconi (Ruby innanzitutto).
Poi ci sono gli svantaggi. L'umiliazione di essere «rieducato», come succede a spacciatori e rapinatori. Il fatto poi che la vita di Berlusconi sarebbe sottoposta al controllo dei funzionari dell'Uepe, l'ufficio ministeriale per l'esecuzione pene esterne. Dovrebbe incontrarli periodicamente, rispondere alle loro domande, tese a capire se si sta comportando bene oppure no... Una condizione difficile da accettare per uno con la storia di Berlusconi. Certo, associazioni e onlus pronte ad accoglierlo non mancano. Alle molte, si aggiungono anche i Radicali, con l'ex segretaria Rita Bernardini che si unisce a Pannella e dice: «Invece di subire la gogna della giunta, Berlusconi si dimetta, come fece Tortora. Noi lo accoglieremmo nella nostra associazione “Non c'è pace senza giustizia”».

Commenti
Ritratto di Utente nome

Utente nome

Mar, 17/09/2013 - 08:29

Non vi starete illudendo un pò? Nelle disposizioni per l'affidamento in prova il giudice introdurrà sicuramente il divieto per il condannato di intrattenersi in pubblico pena l'annullamento della misura di affidamento e il confinamento ai domiciliari.

xgerico

Mar, 17/09/2013 - 08:51

Ricapitolando, la grazia non la chiede (credo neanche possa, avendo altri processi in corso) cè rimasta la galera, ma troppo anziano, l'unica cosa rimasta, la fascia e la paletta, mattina e sera, ad aiutare i bambini ad attraversare, mentre vanno a scuola.

xgerico

Mar, 17/09/2013 - 08:54

Ricapitolando, la grazia non la chiede (credo neanche possa, avendo altri processi in corso) cè rimasta la galera, ma troppo anziano, l'unica cosa rimasta, la fascia e la paletta, mattina e sera, ad aiutare i bambini ad attraversare, mentre vanno a scuola.

unosolo

Mar, 17/09/2013 - 08:59

specifichiamo "UNICO LEADER POLITICO IN CARICA " nessun altro partito ne ha , ne piccolo ne grande , sono tutti prestanome pronti a lasciare il posto ad altri , partiti pieni di ex segretari ma non leader. Scoccerà che Berlusconi è il più longevo e il più amato dal popolo.

m.nanni

Mar, 17/09/2013 - 09:13

Capito come va la politica sporca? Quella destabilizzante ed eversiva? Monti diventa senatore a vita, mentre Berlusconi, presidente del consiglio e democraticamente eletto, viene deposto dal capo dello stato, mentre in piazza la platea festante impazzava con Bella Ciao. Deposto non per alto tradimento ma per altro ragionamento: in forza dello spread e dell'offensiva giudiziaria e mediatica. Berlusconi non reagisce, eccome se avrebbe dovuto reagire, non rovescia tavoli, eccome se avrebbe dovuto rovesciare tavoli, a costo di rompersi l'osso del Colle ed anzi rinnova la sua offerta di responsabilità per il bene, ovviamente, del Paese. Monti viene imposto a Palazzo Chigi in spregio al voto (e la pazienza) degli italiani e, nell'accettare l'incarico, giura che non sarebbe sceso in politica, che non avrebbe creato alcun soggetto politico antagonista, giura, insomma fedeltà alle forze politiche che lo sostenevano. Arriva la sentenza bolscevica con la condanna aberrante ed anche l'interdizione dai pubblici uffici in misura superiore a quanto previsto dalla legge: che ne prevede al massimo tre ma i giudici sono stati larghi di maniche: cinque anni. I giudici si sono messi sopra e non sotto la legge. Ed è già questo motivo di denuncia penale nei loro confronti. Poi arriva l'attuazione da parte senatoriale sulla decadenza di Berlusconi da senatore e il partito creato da Mario Monti che fa? Ieri ha dichiarato che voterà per cacciare(cacciare è mio) Berlusconi dal senato. Lo ha dichiarato con largo anticipo senza neppure attendere la discussione. Fuori Berlusconi se il senato sarà sciocco come quando s'è imprigionato cancellando l'art. 68 cost e vi entrerà un altro senatore che magari sarà grillino o della sinistra. Quindi saranno sei ostili a Berlusconi e tutti imposti dal capo dello stato. Io non mi pronuncio perchè magari se ripetessi di rovesciare tavoli qualcuno potrebbe malignare che voglio prendermela con qualcuno. Prudenza, signore e signori, in Italia c'è un acre profumo di regime. E la mia è soltanto un’ironia molto innocente. mn

macchiapam

Mar, 17/09/2013 - 09:19

La soluzione dell'affidamento ai servizi sociali è tatticamente la migliore. Anzitutto l'immagine di Berlusconi che adempie disciplinatamente ai servizi avrebbe un effetto straordinario sull'opinione pubblica. Poi, sicuramente, gli verrebbero affidati servizi coerenti colla sua personalità e lui, altrettanto sicuramente, riuscirebbe ad adempierli in modo tale da guadagnarsi ampia popolarità e rispetto. Alla fine rientrerebbe da vincitore. Non ci sono dubbi.

WSINGSING

Mar, 17/09/2013 - 09:21

Non voglio che Berlusconi vada in carcere. Non voglio neanche che scelga di domiciliari. Non voglio neanche i servizi sociali presso un cronicario o ospizio per persone anziane ovvero presso una struttura per malati terminali con l'obbligo di cambiare le traverse e i pannoloni ai ricoverati. Sarebbe troppo....... Personalmente credo basterebbe che Berlusconi vivesse per almeno sette mesi (non dico un anno, ma un semestre più un mese) presso una casa propria di tre vani con moglie ed un figlio (o figlia) adolescente da mantenere, pagare le bollette di gas luce, acqua tarsu, benzina ed assicurazione ad una piccola Fiat Punto, eccetera eccetera, IL TUTTO CON MILLEDUECENTO EURO AL MESE. Questa è la pena che Berlusconi dovrebbe scontare!!

Amon

Mar, 17/09/2013 - 09:29

si un egocentrico come lui lo vedo bene ad espiare ai lavori socialmente utili che magari impari al fine vita come ha ridotto il "sociale"

xgerico

Mar, 17/09/2013 - 09:40

Ricapitolando, la grazia non la chiede (credo neanche possa, avendo altri processi in corso) cè rimasta la galera, ma troppo anziano, l'unica cosa rimasta, la fascia e la paletta, mattina e sera, ad aiutare i bambini ad attraversare, mentre vanno a scuola.

xgerico

Mar, 17/09/2013 - 09:43

xgerico Scusate ma Il sito del Giornale, da un paio di giorni almeno a me, si blocca spesso e volentieri, e manda ripetutamente lo stesso messaggio!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 17/09/2013 - 09:47

Io ho i miei dubbi che basti un anno ai servizi sociali per rieducarlo.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 17/09/2013 - 09:53

Ah!ah!ah!ahah!ah! "In prova" per qual fine? "In prova" ai servizi sociali? A questa sinistra invenzione, unicamente utile per dare occupazione ai tesserati di sinistra, quasi fossero "dèi" al di sopra della "plebe"? A questi "efori" che dovrebbero essere perfetti al posto di Dio? A questi scaltri ciarlatani che, invece, rappresentano la più squallida esperienza di stampo sovietico, sfacciata ed assurda ingerenza nel privato che è sempre più succube di questa intrusione legalizzata, fatta credere un "toccasana" per la gestione del cosiddetto "sociale"!.... Ma Berlusconi ed i suoi non hanno ancora capito che i sinistri li vogliono MORTI, come si desume dalla tronfia affermazione renziana dell'"asfaltatura"????? Stacchino la spina a questa accozzaglia di sinistri! Infatti sapranno sempre addossare agli altri le colpe che - invece - sono il frutto dell'ipocrita malafede di cui i sinistri son ben maestri!... Per malaugurata sorte, in fattispecie minorile, il sottoscritto ha avuto alle calcagna i servizi sociali per ben 19 mesi, giungendo alla conclusione dell'esecuzione d'un verdetto antecedentemente già scritto, nonostante la ben chiara evidenza contraria: "decadenza della potestà genitoriale", decretata da ineffabili magistrati... Manco fossi l'autore di chissà quale strage!.... Ostracizzato, quindi, come ostracizzato è Berlusconi in base ad aizzamento d'inaudito odio nazionale, mascherato con tante e troppe taroccate "carte"... Taroccate al pari delle mie, per ben 16 anni, tra le tante taroccate ai danni di troppi cittadini italiani, nelle mani di tanti (troppi) ipocriti sciacalli, sepolcri imbiancati della (soltanto) verbale "democraticità" declamata dall'invasivo italico sinistrismo! E' GIUNTO IL MOMENTO DI PORRE FINE A QUESTE RIDICOLE SCENEGGIATE!!!!

timoty martin

Mar, 17/09/2013 - 11:33

Il Cavaliere farà la Sua scelta ma tutto il PDL gli rimarrà accanto. Il sistema Italia ha rarammente riconosciuto e dato spazio alle persone utili ed intelligenti; prova è l'elevato numero di "grandi cervelli" scappati all'estero. Visto come lo trattano da 20 anni, e quanta riconoscenza per le migliaia di posti di lavoro che ha creato, fossi al posto di SB da tempo sarei scappato sull'isola di Moustique, a Bora-Bora,o Saint-Pierre-et-Miquelon, le Comores, Saint-Pierre-et-Miquelon o meglio ancora nell'arcipelago di Fernando de Noronha (Brasile). E al magistrato che ha volutamente "sviato" i processi applicando sempre - modo suo- "la legge è uguale per tutti" che pena daranno?? Aspetto l'esito dell'inchiesta....

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 17/09/2013 - 11:58

Forse è la volta che farà qualcosa per gli altri. Intanto con l'orario imposto potrà anche dedicarsi ad ospitare nella sua residenza altre smarrite nipoti di capi di stato arabi con l'intento di toglierle dalla strada per avviargli una attività. L'uomo è generoso. Forse è il caso di chiedere anche a chi vive ancora con 300,00 € di pensione nonostante avesse promesso di portarle a 512,00 €.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 17/09/2013 - 11:58

Forse è la volta che farà qualcosa per gli altri. Intanto con l'orario imposto potrà anche dedicarsi ad ospitare nella sua residenza altre smarrite nipoti di capi di stato arabi con l'intento di toglierle dalla strada per avviargli una attività. L'uomo è generoso. Forse è il caso di chiedere anche a chi vive ancora con 300,00 € di pensione nonostante avesse promesso di portarle a 512,00 €.

ex d.c.

Mar, 17/09/2013 - 12:21

Ci rendiamo conto di quanto siamo penosamente ridicoli.

Giorgio Rubiu

Mar, 17/09/2013 - 12:23

# marino birocco - Magari non basterà un anno per rieducarlo, però, una volta scontato l'anno di cui alla condanna, rieducato o no che sia, tornerà ad essere il Sig. Berlusconi, padrone di dire ciò che vuole, inclusa la carica di capo del proprio partito e la possibilità di partecipare alle campagne elettorali. Che, da "martire", potrebbe essere efficacissima e devastante per la consueta controparte, PD o M5S che sia, per allora.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 17/09/2013 - 12:59

Il cav che assiste le vecchiette e i disabili....col tipo che è dopo una settimana ci sarebbero frotte di sinistrati adoranti! Manco a pagarla una campagna politica così ....sai che rodimento i secco i rossi.

Atlantico

Mar, 17/09/2013 - 13:02

@nanni. Guardi che a Napoli l'inchiesta sulla compravendita dei senatori è praticamente già finita con la confessione di De Gregorio. Un ex presidente del consiglio che fosse ritenuto colpevole di aver corrotto dei senorati per far cadere un governo legittimamente scelto dal popolo elettore configurerebbe un attentato alla costituzione ed un lato tradimento proprio in considerazione della personalità del condannato.

gianni59

Mar, 17/09/2013 - 13:08

che tristezza...come al solito un utilizzo delle leggi come "scappatoia", come al solito si cerca di sfuggire al giudizio. Ne sono la prova frasi come: "...libero di uscire, incontrare persone, lavorare, ovviamente prestando il suo servizio a qualche onlus o associazione o istituto (quindi del servizio sociale non gliene fregherebbe nulla), oppure "...Un «attestato» spendibile per eventuali sconti, nel caso si abbiano altri processi. Il caso di Berlusconi (Ruby innanzitutto)..." e nel frattempo l'Italia va a rotoli...

gianni59

Mar, 17/09/2013 - 13:16

timoty martin "Il sistema Italia ha rarammente riconosciuto e dato spazio alle persone utili ed intelligenti; prova è l'elevato numero di "grandi cervelli" scappati all'estero".. se non sbaglio Berlusconi ha governato per diversi anni il "sistema Italia" di cui lei parla...

gianni59

Mar, 17/09/2013 - 13:17

timoty martin "Il sistema Italia ha rarammente riconosciuto e dato spazio alle persone utili ed intelligenti; prova è l'elevato numero di "grandi cervelli" scappati all'estero".. se non sbaglio Berlusconi ha governato per diversi anni il "sistema Italia" di cui lei parla...

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Mar, 17/09/2013 - 13:30

La Micoperi ha annunciato un'operazione di rimessa in asse del Cavaliere: dopo il successo dell'operazione Concordia, un'altra operazione di para-buckling per la nota societa' di ingegneria. Questa volta pero' data l'eta' del relitto sara' molto piu' difficile rimetterlo in asse. Una sfida che la societa' di ingeneria ha accolto con queste parole: "Abbiamo studiato il caso attentamente ed analizzato tutte le eventualita'. Il calcolo strutturale della tenuta della facciata presenta delle perplessita' dovute alla tenuta del lifting. In ogni caso l'alto coefficiente di sicurezza utilizzato potrebbe da solo compensare tutte le incertezze dell'operazione. Se dovessimo osservare deformazioni delle orecchie eccessive durante l'operazione si procedera' al piano alternativo che consiste nel tirare i capelli con esattamente 60 tonnellate di tiro; procedimento doloroso ma che non presenta particolari rischi data la resistenza del materiale sintetico di cui sono costituiti.".

agosvac

Mar, 17/09/2013 - 13:31

Egregio leopardi50, Berlusconi si è impegnato ed ha ottenuto di portare le pensioni sociali, cioè quelle dovute a chi non ha mai lavorato e maturato una qualsivoglia pensione, da 500.000 lire ad un milione( gli attuali 512 euro). Questi 300 euro di cui lei parla sono di sicuro dovuti a chi ha lavorato, essendo in regola, solo per pochi anni e quindi non rientrano nelle pensioni sociali. Se lei invece di dire sciocchezze s'informasse, sarebbe meglio.

rokko

Mar, 17/09/2013 - 13:48

agosvac, Berlusconi non ha mai parlato di pensioni "sociali", bensì di pensioni "minime". La differenza non è da poco e lei sta cercando di risalire uno specchio.

Alessio2012

Mar, 17/09/2013 - 13:53

Viene da piangere, ma questi comunisti vogliono proprio la guerra. Capiscono solo la violenza...

marcosol

Mar, 17/09/2013 - 14:22

rientrare a casa entro le 22: in tempo per il bunga bunga

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 17/09/2013 - 14:29

@agosvac - 13:31 - Egregio, le consiglio di aggiornare il suo calendario perchè o è in ritardo per quello passato o è in anticipo per il carnevale futuro. Nel suo post prima parla di chi non ha mai lavorato e maturato "qualsivoglia" pensione poi parla di quelli che hanno lavorato "solo" per pochi anni. Fatto stà che in questi vent'anni generazioni di vecchi ci hanno lasciati ma le loro pensioni sono rimaste da fame, contrariamente a quanto sbandierato dall'imbonitore di Arcore.

m.nanni

Mar, 17/09/2013 - 14:38

Non accetto che il leader del Pdl venga umiliato degradandolo ai servizi sociali. La ribellione, anche forte e ad oltranza, deve improntarsi a rigettare una sentenza abominevole e leggendo le motivazioni credo che oltre ai senatori del Pdl anche la componente socialista del senato voti contro la pretesa del decadimento di Silvio Berlusconi. ne vale anche il primato della politica contro lo strapotere dei magistrati. se una volta ci sono cascati sotto il terrore di mani pulite ad affossare l'articolo 68 cost. non mi pare sia il caso di ripetere il catastrofico errore.

trinariciutaefiera

Mar, 17/09/2013 - 14:55

M.nanni..la.sentenza che tu chiami bolscevica é argomentata da non so quante pagine di atti e prove concrete sulla colpevolezza del tuo leader..altrimenti, se non fossero stati sicuri, non avrebbero certo rischiato così tanto..siete davvero dei poveretti indottrinati per non capire che qua l'unico rischio per la democrazia é sto vecxhio babbione di berlusconi..non di certo i giudici!! É un colpevole condannato per frode..se ne deve andare, sparire per sempre come succede nelle normali democrazie..invece qua sette milioni di mentecatti ne tengono in ostaggio 30 di milioni di elettori che non ne possono proprio piu..fate solo pena e rabbia!!

Ritratto di caribou

caribou

Mar, 17/09/2013 - 14:59

Soldato dell`ULcera: Va benissimo la sua proposta con le vecchiette! L´importante è che resti lontano dalle scuole e dagli asili!!

trinariciutaefiera

Mar, 17/09/2013 - 15:04

Caro sergio sanguineti, bisogna fare qualcosa di veramente grave per vedere caduta la propria patria potestà..prendersela con una immaginaria giustizia bolscevica e con i servizi sociali mi sembra davvero immaturo e ridicolo..cmq si capisce bene chi siano i sostenitori di berlusconi: evasori, mezzi analfabeti, gente a cui han tolto la patria potestà..la meglio italia..davvero i miei complimenti!!!!

Ritratto di jeff di rivombrosa

jeff di rivombrosa

Mar, 17/09/2013 - 15:04

non è sufficiente che berlusconi opti per l'affidamento ai servizi sociali. ci vuole anche l'ok del magistrato di sorveglianza, che non mi sembra così scontato. berlusconi non ha accettato la sentenza, il ché potrebbe essere un motivo formalmente valido per non concedere l'affidamento.

precisino54

Mar, 17/09/2013 - 15:06

"Sta al Tribunale accettare e disporre il piano rieducativo", ecco il punto critico! Visto il pregresso, non si può dire certamente che da quelle parti SB goda di favoritismi, per cui a parte la degradante umiliazione come detto, ci sta pure che il tribunale per accettare l'affidamento ai servizi sociali possa inserire qualche ulteriore paletto. Tra l'altro, e riferendosi alle parole dell'avv. Massimo Teti, mi chiedo che senso ha l'interdizione dall'attività politica quando il reato contestato è di natura fiscale? A buon senso, dovendo la pena essere oltre che afflittiva anche rieducativa, si sarebbe dovuto impedire al condannato B di assumere cariche in ambito amministrativo societario, ecco una ulteriore dimostrazione che trattasi solo di sfegio gratuito; in questa visione del problema ecco che sarebbe interessante una ulteriore quesito per la Consulta sulla logica della pena accessoria in relazione alla condanna: totalmente distaccata o con una relazione al reato?

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Mar, 17/09/2013 - 15:08

tanto silvio ci va già poco ora in parlamento, e può ben fare come grillo

Atlantico

Mar, 17/09/2013 - 15:17

@nanni, sei divertente ma devi essere più chiaro. Quando scrivi che la sentenza abominevole non deve essere accettata, cosa intendi ? Insurrezione armata ? Fuga all'estero di milioni di italiani ? Colpo di stato ? Illuminaci, di grazia.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mar, 17/09/2013 - 15:26

Gli orari gli dovrebbero far bene visto le dormite che si faceva la mattina negli incontri pubblici un pò di sana vita regolare sarà un toccasana!

Mr Blonde

Mar, 17/09/2013 - 15:27

che bello pensate una cena da g8 che alle 21.55 saluta putin obama perchè deve correre a casa, novello cenerentola!

trinariciutaefiera

Mar, 17/09/2013 - 15:35

Precisino 54...ma come cavolo ragionate???? Ma come uno che é stato condannato per frode non ha senso che non faccia politica..ma stiamo scherzando???? Truffatore fiscale = = truffatore ai danni dello stato..quindi un truffatore fiscale é uno che ha rubato allo stato..E LE SEMBRA LOGICO CHE UNO CHE RUBA ALLO STATO LO GOVERNI??? CHE UNO CHE HA GRANE CON LA LEGGE FACCIA UNA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA??? Ma é come mettere un pedofilo all'asilo, uno stupratore in uno spogliatoio femminile, una volpe nel pollaio!!! Ma mangiate sassi o siete.proprio scemi così??

baio57

Mar, 17/09/2013 - 15:52

Ecco ci mancava proprio l'ennesima trinariciuta, e per giunta fiera d'esserlo. Nonostante novella del forum,dall'alto della sua cultura ,lei si è laureata alla Sorbona non in un'universitatucola qualsiasi sia ben chiaro,si permette di giudicare e di apostrofare l'elettore di CDX come "evasore" o "analfabeta". Pensando di far parte dell'"Intellighenzia" ambisce ad un posto di rilievo nella Nomenklatura del forum ,ma ne deve fare ancora molta di strada ,se questi sono i commenti. Scarso contenuto ,stereotipi dejavù triti e ritriti ,una liturgia del pensiero unico imparata a memoria nella sezione "Palmiro", che abbassa notevolmente il livello culturale del sinistro medio .... Imsomma impegnati di più trinariciutaefiera. (p.s.) Ah dimenticavo,fai una capatina da queste parti anche quando si parla di Forteti, di MPS, di Presidenti di Regioni o di Province rosse,o di molte altre nefandezze riconducibili ai moralmente ineccepibili scarafaggi rossi.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 17/09/2013 - 22:29

Ma il caribou non è la bestia con delle corna enormi?