Se il "pensionato borghese" è il nuovo nemico

Ecco il nuovo bersaglio dei tagli alla spesa pubblica

Se l'Italia fosse un'azienda privata, il malcapitato amministratore delegato uscirebbe di buon mattino con i libri contabili sottobraccio per sbolognare la pratica a un giudice fallimentare. Debito pubblico a 2.089 miliardi di euro, e va beh, troppo facile. E tante altre voci in rosso che fanno cascare le braccia: dal buco previdenziale Inps di 12 miliardi allo Stato prepotente che deve 100 miliardi ai fornitori privati.

Quando gli affari vanno male qualsiasi comunità, da quella politica a quella familiare, si butta a caccia del presunto privilegiato che per troppo tempo ha vissuto alle spalle di tutti, fischiettando con le mani in tasca. Ed ecco materializzarsi il nuovo bersaglio che per qualche settimana si attirerà inediti rancori, in attesa che faccia la «sua parte». Nessuno l'ha ancora ribattezzato, ma l'identikit è molto preciso: corrisponde a quello del «pensionato borghese». Stride accostare a una nuova figura sociale una terminologia vetusta e vagamente dispregiativa, soprattutto se letta da sinistra. Il «pensionato borghese» non è giovanissimo, ha almeno 65 anni, ha lavorato per decenni da dipendente sempre con stipendi sopra la media. Ed ora, lasciato il lavoro, campa con una pensione minima di 2.500 euro netti, ma spesso anche con molto di più.

È lui il nuovo parassita che nelle ultime settimane sbuca da ogni dibattito, da ogni spending review che sta divertendo gli italiani come un tema da bar sport. Da membri di governo al commissario Cottarelli, dai blog di sinistra ai talk show urlanti, persino con incursioni nella destra sociale in Parlamento, la formuletta viene scandita con sicurezza: contributo di solidarietà. Quasi che un vitalizio costruito su una carriera di vertice senza buchi previdenziali costituisca una colpa a posteriori, una sinecura insostenibile. E allora dàgli al «pensionato borghese» che non percepisce la minima e che non ha mai lavorato in fabbrica. Un brutto soggetto da assimilare alla peggiore casta, un ceffo da dare in pasto alle famiglie disperate che ogni tanto Santoro ospita in studio invitandole a mostrare i denti marci e mal curati come schiaffo ai benpensanti.

È curioso peraltro come questo contribuente aggiuntivo da tosare per sedare un'opinione pubblica tumultuante, sia anch'esso soggetto a epoche e mode. Negli anni '70, quando un italiano su tre votava il Partito comunista, l'odio sociale era verso il «ricco». Poi nei grassi anni'80 la tregua fu raggiunta verso l'«evasore», e qui tutti d'accordo. Per ripartire nelle ultime magre annate con le partite Iva, che a furor di popolo sanno solo scaricarsi la benzina e fare giochetti con le fatture. E a forza di erigere fantocci da impiccare, si arriva ad additare come ultimi «borghesi» dei signori a riposo a reddito fisso. Guarda caso quelli senza la tessera Spi Cgil.

Commenti

Mechwarrior

Gio, 20/03/2014 - 11:28

"mostrare i denti marci e mal curati" con quello che costano i dentisti in italia solo i ricchi hanno i denti a posto ;-P

cicero08

Gio, 20/03/2014 - 11:28

Un nemico c'è di sicuro e sono tutti coloro che percepiscono pensioni esorbitanti senza aver versato contributi congrui. La battaglia della Meloni deve trovare alleati sicuri...

laura

Gio, 20/03/2014 - 11:35

Non hanno la tessera della CGIL, hanno sempre pagato le tasse all'aliquota massima (nessuno lo ricorda) e contributi su emolumenti di gran lunga superiori alla pensione.Questi mostri VANTANO UN CREDITO nei confronti dell'INPS dove sono stati COSTRETTI A VERSARE. Non hanno ricevuto regali ne' dalle aziende PRIVATE dove hanno sgobbato e fatto un po' di carriera, ne' dalle varie leggine per pensionati baby, statali, sindacalisti (legge Mosca), politici, ne' dall'integrazione al minimo (ci cui godono anche evasori di tasse e contributi)dall'elargizione delle pensioni sociali agli anziani degli immigrati, ne' da false pensioni di invalidità' e amenità' varie. Questi signori hanno subito un trattamento peggiorativo rispetto a quelli che guadagnavano meno e avrebbero un assegno più' alto se calcolato col sistema contributivo. Questi signori si sono rotti di essere considerati dei parassiti e se ne ricorderanno quando andranno a votare. Oppure oltre la pensione DOVUTA vogliamo togliere loro anche il diritto di voto?

roseg

Gio, 20/03/2014 - 12:13

I diritti acquisiti valgono solo per i politici???

glasnost

Gio, 20/03/2014 - 12:28

Pensioni di 2000euro netti per chi ha lavorato 40 anni e vive in città, non costituiscono segno di smodata ricchezza da tassare (e se ne accorto anche Damiano non sicuramente un berlusconiano). Tuttavia nel momento di fare cassa per sostenere le Banche si potrebbe davvero analizzare chi i contributi li ha versati e chi invece è vissuto e continua a vivere sulle spalle degli altri. In ogni caso mi sembra assurdo e paradossale equiparare chi prende 2000EU con il Sig. Amato o i nostri ex giudici che ne prendono 30.000. E' possibile che su questo tema non si senta la voce di FI che pur credo rappresenti molti di questi pensionati o quasi tali.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 20/03/2014 - 12:30

Sono andato in pensione,10 anni fa , come Dirigente di Industria dopo 42 anni di versamenti ed a 66 anni La nostra categoria ha subito : -Creazione di un tetto sui redditi su cui calcolare la pensione -Blocco della scala mobile da circa 5 anni. Conclusione oggi il mio potere di acquisto è sceso circa del 18 % ,e continua a scendere. Col passare degli anni il potere di acquisto continuerà a scendere ,fra l'altro quando le esigenze crescono . Direi a Renzi&C di approvare la legge sull'eutanasia,una delle poche mosse giuste di Napolitano, in fretta ; Sarà possibile uscire dall'angoscia di una vita difficile per l'età e la mancanza di mezzi.

Roberto Casnati

Gio, 20/03/2014 - 13:25

Un applauso a Laura che ha perfettamente dipinto la situazione. Brava!

Ettore41

Gio, 20/03/2014 - 13:56

Vivo nel Regno Unito dove quest'anno il PIL e' stato del 2,7% superior a quello della Germania che e' stato del 1,9%. In questo paese il pensionato e' un signore che ha contribuito alla ricchezza della nazione ed ha diritto ad alcune agiovalazioni, tipo le medicine gratuite (non c'e' ticket per loro) ed una tessera per viaggiare gratuitamente su tutti i mezzi pubblici di superficie del territorio, tutto questo a prescindere da quanto sia l'ammontare della pensione. Sempre in questo paese le ragazze madri (tanto per darvi una idea della spesa sociale) vivono a spese dello stato ed hanno altre agevolazioni. In questo paese nesssuno si azzarda a toccare i pensionati perche' sarebbe un suicidio politico. Neanche i Laburisti ci pensano. Qui pero' non esistono falsi invalidi e chi non paga le tasse va in galera immediatamente e la chiave della cella gettata a mare. Recentemente ho incontrato molti giovani specialmente del NORD che anche se laureati lavorano come camerieri. Alla domanda "rientrerete in Italia" la risposta e' sempre la stessa. "Non ci penso lontanamente". Ecco i nostril politici, a prescindere dal colore di appartenenza, dovrebbero chiedersi perche'.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 20/03/2014 - 13:57

Vai vai vai con il taglio delle pensioni al di sopra dei 2500 euro …… quanti lavoratori dipendenti e pensionati non arrivano a quella cifra !!!!!!!!!!!!!!!!!! SEMPRE DALLA PARTE GIUSTA

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 20/03/2014 - 14:01

Vai vai vai con il taglio delle pensioni al di sopra dei 2500 euro …… dove sono i pensionati da 1550 eruo netti !!!!!!!!! ma + che altro chi sono ??????? Non hanno la tessera della CGIL ne quella dei pensionati!!!!!! forse quella dei POLITICI delle caste di vario genere giornalisti e uomini di spettacolo non sarà per questo che il giornale è cosi contrario al taglio di certe pensioni ???? Gabriele Barberis DESIDERO UNA RISPOSTA

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 20/03/2014 - 14:04

glasnost Gio, 20/03/2014 - 12:28 Pensioni di 2000euro netti !!!!!!!!!!!!! ma tu me conosci tanti ??????

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 20/03/2014 - 14:25

Questi politici, incapaci naturali, che aspettano pazientemente che altri creino ricchezza e poi, come fanno i ladroni organizzati, spuntano periodicamente fuori e vanno all'assalto del bottino, questi politici devono essere costretti a vivere come vive un pensionato con la minima. Se ce la fa il pensionato, ce la devono fare anche loro, che, tra l'altro, credono di essere più intelligenti.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 20/03/2014 - 14:25

Pensioni di 2000euro netti !!!!!!!!!!!!! Gabriele Barberis ma tu me conosci tanti ?????? sinceramente di pensionati ex dipendenti privati o pubblici con un assegno cosi non ne conosco uno !!!!!!!! forse quella dei POLITICI delle caste di vario genere giornalisti e uomini di spettacolo non sarà per questo che il giornale è cosi contrario al taglio di certe pensioni ????

laura

Gio, 20/03/2014 - 14:39

@Ettore41. A differenza di un paese civile come il Regno Unito, in Italia non c'e' rispetto per i vecchi e già' solo questo e' indice di grande inciviltà'. Inoltre, per faciloneria diffusa e forse insita nel DNA dell'italiano e del politico medio, si generalizza e si fa d'ogni erba un fascio, soprattutto quando conviene. Siccome nella parola "pensioni" ci fanno stare di tutto (le vere pensioni (ovvero la previdenza) sono solo una parte di tutto quello che il calderone INPS eroga) e l'ignoranza in materia regna sovrana, tutti si sentono in dovere di considerare chi riceve un assegno dall"INPS, un parassita che drena risorse pubbliche, LA realtà' e' molto diversa, ma ai politici inadeguati e impreparati fa comodo così'. Non si entra nel merito, non si fanno distinzioni fra assistenza e previdenza e, subdolamente, si evita di dire la verita'.Ovvero che per quanto riguarda le pensioni dei lavoratori dipendenti del settore privato, che hanno versato, appunto, nel FPLD (peraltro in attivo) e' SBAGLIATO e DISONESTO considerarle "spesa pubblica". Infatti si tratta di un DEBITO dell"INPS, nei confronti dei propri assicurati e che deve essere onorato. PACTA SUNT SERVANDA. il metodo di calcolo delle pensioni, peraltro cambiato diverse volte nel corso degli anni, tendeva a favorire i percettori di redditi bassi ((2% di conversione per anno contributivo) e a penalizzare le retribuzioni medio-alte e alte (percentuali decrescenti fino allo 0.90%), di fatto finanziando con i contributi dei percettori di queste ultime, le pensioni integrate al minimo e medio basse. Invece di fare le dovute distinzioni, fa comodo procedere in modo quantitativo, penalizzando proprio quelli che hanno un maggior rapporto contributi/assegno. Questa e' l'amara realtà' e chi ha lavorato, contribuito alla ricchezza del paese viene considerato un peso e una spesa da tagliare. Se in Italia va tutto a catafascio e' proprio perché' si nega il merito, anche quello passato, e si massacra il risparmio. Tutto a favore dei veri parassiti e ad una politica acchiappavoti a suon di assistenzialismo. E poi parlano del voto di scambio? E rubare ad una categoria di cittadini, per dare ad altri, in cambio di consenso, cosa sarebbe??

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 20/03/2014 - 15:18

scassa Giovedì 20 marzo ore 14.50 Pensione contributiva ? E allora cosa c'è di strano ,e' perfettamente guadagnata ,è giustamente fruibile,il pensionato non ha succhiato il sangue a nessuno e gode di una rendita rapportata ai versamenti contributivi effettuati ,e per qualsivoglia cifra . Parliamo invece delle pensioni frodate al contribuente italiano alle centinaia di MONTI ,invalidi fasulli,parlamentari lat minut ,consulenti imbonitori ,regali di Battesimo ,voto di scambio ,regalie a vita per occulti servigi a chi conta e agli amici degli amici degli amici ...ecc ecc ecc ! E soprattutto la parola usata " Borghese " ,proveniente dalla turpe fraseologia discriminatoria che puzza tanto di concetti BOLSCEVICI , che fanno intravedere la famigerata caccia alle streghe ,tanto care ai nipotini di Baffone !!! Per nascondere le loro ruberie ,questi BUOI DANNO DEI CORNUTI AGLI ASINI !!!! Silvana Sassatelli.

ferry1

Gio, 20/03/2014 - 15:34

Laura delle 11.35 BRAVA !

Giuseppe Borroni

Gio, 20/03/2014 - 15:35

I due interventi di LAURA sono centratissimi nel dipingere la reale situazione del sistema pensionistico Italiano e del carrozzone INPS, vero strumento di raccolta voti per I politicanti di turno. Il sistema per correggere le storture, ed eliminare I MALEDETTI DIRITTI ACQUISITI (veri/abusi/furti legalizzati) che hanno affossato il sistema c'e' ed e' molto semplice; e' quello proposto dalla Meloni, che pur provenendo da un partito che non mi piace, ha fatto una proposta eccellente che ridarrebbe, fra l'altro, equita' al sistema. Per pensioni oltre le dieci volte il minimo pensionistico, effettuare il ricalcolo della pensione con sistenma contributivo. Pertanto oltre quella cifra, l'eccedenza di pensione viene corrisposta solo e se ha la dovuta copertura contributiva. Veri furti sono le scandalose pensioni da 20/30000 mensili (ed oltre) dei numerosi boiardi di stato, ma anche chi percepisce pensione calcolata col retributivo, dovrebbe avere la coscienza che rimorde nei confronti di chi oggi e' e sara' trattato col contributivo.

lorenzo464

Gio, 20/03/2014 - 16:04

Questa è la realtà della "civile" secondo qualche anima bella qui dentro; Nello stesso giorno del discorso di Osborne al congresso arrivano però due notizie, entrambe trascurate o valutate con scarso interesse dalla stampa britannica, che fanno riflettere. Un britannico su cinque, ogni inverno, quindi quando il costo dell’energia si fa più alto, è messo di fronte al dilemma se “heat or eat”, un gioco di parole che più o meno significa “riscaldarsi o mangiare”. L’altra notizia, arrivata proprio in contemporanea alle parole di Osborne, è poi stata che quatto su cinque di coloro che si rivolgono a società di leasing per avere un prestito immediato lo fanno per poter fare la spesa al supermercato. Il fatto che ci siano italiani che fanno i camerieri può voler dire due, cose o sono lì ad imparare la lingua o sono italiani privi della minima dignità, il cameriere lo puoi fare a casa tua

rorey36

Gio, 20/03/2014 - 16:11

Cominciamo a colpire le pensioni superiori a 2500, se poi non incasseremo quello che abbiamo previsto potremo sempre colpire le pensioni superiori a 2000 , poi quelle superiori a 1500 e così via. firmato Matteo Renzi

enzo1944

Gio, 20/03/2014 - 16:55

Domandiamo tutti ad amato(il ladrone dei C/Correnti degli Italiani),come fa a beneficiare di 4 pensioni( e presto di una quinta dal CSM),per il cui calcolo non è stato applicato il sistema contributivo!!.....e a D'antoni,l'ex sindacalista siciliano del PD,che gode di 3 pensioni,e la più ricca percepita a 49 anni con 40 anni di contributi!!.....mi sa che questi boiardoni di Stato,si sono fatti ricchi,senza mai aver lavorato veramente,e,ancora oggi,insieme a tanti altri delle Caste di Stato,sfruttano i poveri Contribuenti Italiani,costretti a mantenerli per leggi e leggine, fatte ad hoc per loro! Vergogna, Ladroni!!

Ettore41

Gio, 20/03/2014 - 16:57

@lorenzo464........ come tutti i comunisti hai utilizzato solo parte della notizia che ti faceva comodo. Infatti quel britannico di cui parli fa parte dei fancazzisti che tu ben conosci in quanto li frequenti quotidianamente. Hai anche dimenticato di dire che il governo britannico eroga, agli anziani bisognosi un contributo per il riscaldamento. Per quanto riguarda i ragazzi italiani che sono qua hanno maggiore dignita' di te che spari a vanvera C A Z Z A T E. Prima di scrivere minchiate, come siete abituati voi bolscevichi figli del piu' spregevole comunismo, impara a rispettare chi prima di te ha lavorato e lavorato sodo. Non a caso Laura distingue tra pensioni e pensioni. Tu sicuramente fai parte di quelli che pretendono soldi dallo stato standosene seduti al bar a giocare a briscola. PS: Per fortuna non sono un pensionato ne avro' mai a che fare con il sistema pensionistico italiano quindi come vedi non sono di parte come te.

eloi

Gio, 20/03/2014 - 17:11

Perchè prendersela tanto con i pensionati della politica. Essi nin incassano la pensione di anzianità ma un semplice vitalizio, il quale a differenza delle pensioni è esentasse.

unosolo

Gio, 20/03/2014 - 17:24

possono tassare tutti eccetto loro stessi , possono assumere impiegate a 12,000 euro al mese , possono mangiare nella buvette tanto la differenza è a nostro carici , possono recarsi nei posti più cari sempre a nostre spese con scorte e segreterie al completo possono e noi dobbiamo essere soggetti da tassare , abbiamo sindacati silenti che prendono soldi senza tutelare i tesserati o le categorie deboli , prendono soldi dallo Stato ( 1 miliardo ) per reggere il gioco delle tassazioni e ritenute , possono pagare l'IRPEF a metà mentre a noi ce la alzano oltre il necessario , essi possono e non esiste corte , corte di cassazione o magistrati o legislatori che possano mettere in discussione se o non è legale abbassare la irpef a tutti , i trattamenti di miglior favore devono essere estesi a tutti i cittadini , nessuno tutela i cittadini anzi si rintanano e proseguono a tassare , abbiamo oltre 500 ministeri inutili e non si abbattono perche servono a dare soldi ad amici , compagni o mafiosi , la casta ha paura di tassarsi ma la domanda : devono passare soldi a qualcuno o sono proprio ladri ? loro possono avere più pensioni , più vitalizi e possono cumulare le varie entrate a ad una vedova gli tolgono la reversibilità , ladri o no ci fregano moltissimi miliardi per loro scopi politici e istituzionali .SPENDING REWIEV solo per chi da ricchezza gli altri se la mangiano tutta.

unosolo

Gio, 20/03/2014 - 17:28

sbaglio o ai pensionati è rimasto solo imprecare contro i ladri visto che pagano tutto a metà in parlamento e il resto tutto a carico sempre dei soliti che producono ricchezza .HANNO LAVORATO una vita per avere servizi e pensione adeguata , sbagliato era meglio evadere e crearsi un impero , oggi sappiamo di aver mantenuto moltissimi parassiti e ancora ne manteniamo , pagare tutto a metà bella vita del parlamentare anche se grillino.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 20/03/2014 - 17:48

C'è nessuno che mi versa un CONGRUO vitalizio a mia insaputa?

giovanni PERINCIOLO

Gio, 20/03/2014 - 18:02

Forse é il caso di organizzare una class action per permettere a tutti i "pensionati borghesi" che hanno regolarmente e in toto pagato i contributi di chiamare in giustizia sia il "maestro" sanguisuga cottarelli che gli apprendisti sanguisughe del clan di renzino!

liberitutti

Gio, 20/03/2014 - 18:11

alfredido2, ci vuole SERIAMENTE raccontare che dopo 42 anni come Dirigente di Industria non ha nulla da parte oltre ad una pensione ottenuta (in parte) con sistema retributivo? Vuole dirci che è priorità dello stato aiutare lei e non chi lavora a 600 euro al mese?

liberitutti

Gio, 20/03/2014 - 18:11

tomari, chieda a scajola come si fa..

vincenzo1956

Gio, 20/03/2014 - 18:24

gentilissimo Alfredido2. come lei sapra' il fondo dirigenti e' stato inglobato nell'inps in quanto era prossimo al fallimento ed all'impossibilita' di pagare le prestazioni.Situazione dovuta a versamenti e procedure non in linea con quanto erogato.Altri fondi autonomi od integrativi( veda ad esmpio enasarco che lei certamente conoscera' bene) hanno dovuto ricorrere ad aumento dei contributi nonche' ad allungamento dell'eta' lavorativa ,per permettere il bilanciamento del sistema.Il fondo dirigenti mi risulta che pur essendo confluito nell'inps sia profondamente in rosso.tanto esposto,secondo lei la sua pensione alle condizioni precedenti di cui fa lagnanza,dovremmo pagarla noi ?

Pigi

Gio, 20/03/2014 - 18:26

L'Italia spende per le pensioni, rispetto al PIL, il doppio degli altri paesi. E sono aoldi tolti ai giovani, reperiti tartassando le attività produttive (fino a quando non chiudono), gli immobili, l'aria che respiriamo. Che fare? Bisogna difendere ad oltranza le pensioni, anche correndo il rischio di mandare in malora tutto il resto? E se va in malora tutto il resto, da dove arrivano i soldi per le pensioni? Vanno ridotte: niente quelle fino a mille euro, poco quelle tra mille e duemila, di più quelle superiori ai duemila e ancora di più le superiori ai tremila. Nessuna pensione superiore ai cinquemila. Brava Giorgia Meloni.

vincenzo1956

Gio, 20/03/2014 - 18:30

Scusatemi tutti.Io sono un povero ignorante che non sa ne' leggere ne' scrivere.Aiutatemi quindi a fare di conto e a dare una risposta. Col metodo contributivo,si fa riferimento per il calcolo all'aspettativa di vita media.RIPETO MEDIA.Ora per gli uomini in italia l'aspettativa attuale e' di 79 anni circa.Gli uomini vanno in pensione a 67 anni e pertanto prenderanno ( mediamente ) la pensione per 12 anni.Il sistema contributivo eroga annualmente sotto forma di pensione il 5,4% di tutto cio' che e' stato versato.In 12 anni verra' versato in pensione il 65% di tutto cio' che e' stato versato.Domanda a tutti voi : il restante 35% dove finisce?

Ettore41

Gio, 20/03/2014 - 18:35

@Giuseppe Borroni....... Se mi permette anche la Meloni ha fatto la pipi' fuori dal vasino. Chi e' andato in pensione con il Sistema retributivo ci e' andato in base ad un contratto di lavoro in auge quando e' stato assunto ed ancora in auge quando e' andato in pensione. Le leggi non le hanno fatte loro. Rivedere oggi unilateralmente quel contratto comporta ancora una volta un sopruso da parte di uno Stato che si rimangia la parola e di cui i cittadini non si fidano piu'. Mi risulta che l'attuale governo sta pensando ad una condono, od altro, per facilitare il rientro dei fondi fuggiti all'estero. Avrebbe lei fiducia in uno stato che dopo aver promesso una tassazione minima, di non ricordo quanto, si e' rimangiato la parola e con il governo Monti ha aumentato quella aliquota una volta che i fondi sono rientrati? Io non mi fiderei. Lei?

ferna

Gio, 20/03/2014 - 18:38

ma ci rendiamo conto che questo signore Mr Cottarelli, mette in raffronto le pensioni tedesche con quelle italiane senza che si menzioni 1)il tipo di contribuzione in Germania e 2)la tassazione delle pensioni, il primo è vicino al 19 pct mentre le pensioni godono di grosse agevolazioni fiscali, per non parlare del metodo di indicizzazione..... Ottimi interventi di Laura ed Ettore41, UK un paese liberale e democratico fuori dall'Euro e forse un giorno anche dall'Europa visto il referendum che è stato indetto. Mentre noi siamo commissariati dalla Troika (FMI=Cottarelli), conduciamo una guerra fra classi sociali e poveri mentre l'Evasore ed il Corrotto gode e prospera, purtroppo ambedue supportati dalla nostra MALA POLITICA.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 20/03/2014 - 18:39

Da potenziale bersagliato chiedo: ma tutti i milioni (non pochi) confiscati ai malfattori che giornalmente con precisione assoluta vengono resi pubblici ai cittadini tramite televideo che fine fanno? Forse nelle tasche sbagliate e bucate. Per questo, secondo i nostri maleamati politici, è meglio andare a rompere i sacri bronzi ai pensionati (quelli veri che hanno pagato fino all'ultimo centesimo).

peroperi

Gio, 20/03/2014 - 19:12

Sig. Barbaeris, sappiamo tutti in che condizioni si trova l'Italia e che bisogna salvarla bene o male. Lei che farebbe continuerebbe a punire i poveri?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 20/03/2014 - 19:43

Quanti dei pensionati "sociali" altro non sono che dei lavoratori "in nero"? Basterebbe incrociare i dati con il catasto.....

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Gio, 20/03/2014 - 19:58

Forse ci si e' dimenticati del punto focale e cioe' che siamo Italiani (un nome una garanzia di qualità).In Gran Bretagna o in qualunque paese civile del Nord Europa non si sognano di toccare un diritto acquisito come la pensione per un semplice motivo,,il giorno dopo ci sarebbe una rivoluzione popolare ,tutti in strada a fare fuoco e fiammeì.Non lo scioperino di mezza giornata proclamato dalla triade sindacale che non serve a nulla ma mobilitazione popolare continua. Ma L'ITALIANO VERO e' bravo al lamentino ma non all'azione diretta e quindi becchiamoci cio' che meritiamo..Fonzi e Co balzelli,accise,tasse, taglia alle pensione e chi piu' ne ha piu' ne metta. Un ultima cosa sempre riguardo la Gran Bretagna.Un ministro si e' dimesso solo perché(per errore) ha inserito nei rimborsi il costo di una videocassetta x i figli. I nostri politici mettono a rimborso praticamente tutto compresi vibromassaggiatori e spese per i matrimonio dei figli. ITALIANI c......i PARDON brava gente.

Holmert

Gio, 20/03/2014 - 20:42

Ma voi lo sapete che l'Italia ha dato soldi a cani e porci e continua a darli a regalarli. A prescindere dalla moltitudine che ci assale dal continente nero, cui versiamo circa 40 euro a persona al giorno, ma quello che fa storia è la pensione sociale data a migliaia di cittadini argentini, venezuelani, americani etc.,che lontani da anni ed anni dall'Italia, sono tornati appositamente per prendere la cittadinanza e con essa la pensione sociale. Per poi tornarsene nei paesi ormai di stabile residenza e domicilio. Ed i comunistazzi, sempre più stazzi, che fanno? Vanno ad erodere le pensioni di chi ha versato fior di quattrini durante la vita lavorativa. Con somma gioia dei soliti, il cui odio di classe non muore mai. Io sto male, anche tu devi stare con il clo per terra. La grande filosofia riformatrice dei comunistazzi, sempre più stazzi. Vai Renzi undertaker, che sei solo. Povera Italia, ormai susciti solo ilarità nei nostri partner europei. Sei una specie di Pulcinella con le toppe nel clo. La rana che ha voluto imitare il bue ed è alla fine scoppiata. Al peggio non c'è mai fine.

Antonio Chichierchia

Gio, 20/03/2014 - 21:33

Ma si, aboliamole proprio le pensioni. Però ridateci i soldi versati... poi vediamo chi se li cura i denti e chi li deve cacciare da sotto al mattone ( se ne trovano a centinaia di milioni di lire ... proprio quelli che percepivano la pensione sociale. ENNESIMO CONDONO CRIPTATO.

piedilucy

Gio, 20/03/2014 - 21:49

io invece abbassarei tutte le pensioni a 2500 euro e i porci di politici si dovrebbero accontentare di un unica pensione...il bilancio sarebbe in positivo e risolveremmo molti problemi...in quanto agli stipendi di quei farabutti ladri porci delinquenti che hanno fatto vedere alle iene qualche giorno fa gli darei 800 euro al mese vivete con quelli faccanzisti

Loris44

Gio, 20/03/2014 - 23:48

Ho lavorato per più di 40 anni e mi sono guadagnato onestamente la mia pensione che mi vogliono rapinare è sempre la solita storia SONO SEMPRE I SOLITI MALEDETTI COMUNISTI

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 21/03/2014 - 00:12

cicero08: se c'è qualcosa di peggiore della sinistra è la cosiddetta destra sociale. Nella mia esperienza in azienda, ho potuto constatare che quei dipendenti che erano talmente pigri o disonesti da essere respinti perfino dalla triplice confederale, trovavano un sicuro asilo nei sindacati di destra. Ecco, è a questa gente che si rivolge la Meloni per cercare di rimediare qualche votarello.

fiorsue

Ven, 21/03/2014 - 02:23

Purtroppo qui non si tratta più di appartenenze politiche che inducono ad argomentare in un modo o in altro né di ingiustizie sociali da abbattere, non si può più parlare di un nemico da colpire, lo Stato in Italia ormai attinge soldi là dove si puo', come si fa in Grecia da qualche anno e come si fece a Cipro qualche tempo fa. Nei Paesi nordeuropei queste misure sono sconosciute anche in tempi di crisi. Però, attenzione, gli altri Paesi le riforme difficili le hanno fatte 20 anni fa. Es. il Belgio, dove tutti i pensionati percepiscono l'assegno pensionistico con un tetto massimo di 1.200 euro al mese. Chi vuole e puo' farlo, deve costituirsi una rendita a parte prima di andare in pensione.

ferna

Ven, 21/03/2014 - 15:30

@fiorsue, pensioni con tetto massimo?, ma anche contributi con tetto massimo non in base al reddito...troppo comodo.la solidarietà sociale la si attua con fiscalità generale non con monte contributivo......