Il Senato ora stanga i suoi ex presidenti: basta privilegi a vita

D'ora in poi benefici solo per due legislature. Ma c'è la deroga per i predecessori di Schifani

Roma - È un taglio che riguarda quattro persone in tutto. Un taglio piccolo piccolo, ma dall’alto valore simbolico, perché colpisce la seconda carica dello Stato. Gli ex presidenti del Senato non continueranno a godere dei benefit legati alla carica anche dopo aver lasciato Palazzo Madama. O meglio, potranno continuare a contare su una stanza al Senato, segreteria, collaboratori in numero di quattro, auto blu e via beneficiando ma solo per le successive due legislature, e quindi per massimo dieci anni. Una decisione fortemente voluta dall’attuale presidente Renato Schifani e decisa all’unanimità il consiglio di presidenza del Senato, che ieri ha approvato ieri la normativa di attuazione dell’articolo 4 del decreto-legge di luglio 2011 sulla temporaneità dei benefit delle alte cariche.

Come detto la notizia interessa direttamente quattro persone. Tanti infatti sono gli ex presidenti del Senato in vita che attualmente godono di queste facilities. I due che in teoria già da domani dovrebbero perderle, essendo trascorse le due legislature di proroga, sono Carlo Scognamiglio, che sedette sullo scranno più alto di palazzo Madama nella XII legislatura, dal 1994 al 1996, e Nicola Mancino, che prese il suo posto nella XIII legislatura, durata dal 1996 al 2001. Una norma transitoria consente però loro di mantenere i auto blu, segreteria eccetera fino alla fine di questa legislatura. A Marcello Pera, terzultimo presidente del Senato, e a Franco Marini, penultimo, sono stati concessi dieci anni cuscinetto dal termine del loro mandato. Quindi Pera lascerà i benefit il 27 aprile 2016, e Marini il 29 aprile 2018. Poi, da Schifani in poi, tutti si atterranno alle nuove regole.

Quella che riguarda gli ex presidenti non è l’unica decisione presa ieri dal consiglio di presidenza, che su proposta del presidente Schifani ha approvato le linee guida per la redazione di un regolamento interno della rappresentanza di interessi, i cosiddetti lobbisti, al fine di «disciplinare i rapporti tra senatori e portatori di istanze della realtà economica, sociale e culturale alla luce dei principi del pluralismo e della trasparenza», come recita una nota del Senato. Sarà istituito un apposito registro, suddiviso per settori di attività, che sarà pubblicato sul sito del Senato e nel quale saranno elencati gli enti e le associazioni che richiedono gli accrediti con l’indicazione delle persone fisiche abilitate all’accesso. Il regolamento definirà la disciplina delle presenze dei lobbisti nei giorni di seduta dell’assemblea e delle commissioni ed eventuali sanzioni per comportamenti ritenuti lesivi del libero esercizio del mandato parlamentare. «I lobbisti fanno il loro lavoro ma che non possono intralciare i lavori parlamentari come, purtroppo, è successo in questi giorni», spiega Schifani riferendosi all’affaccendarsi dei rappresentanti degli interessi delle categorie coinvolte nel pacchetto di liberalizzazioni in discussione in questi giorni. «Saremo celeri e tempestivi», promette Schifani.

Commenti
Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 29/02/2012 - 09:10

Piu che una stangata pare un buffetto sulle guance.Dieci anni ed auto blu,ma per favore.....

Ritratto di giancarlo

giancarlo

Mer, 29/02/2012 - 09:37

Altri dieci anni di privilegi? ma non ne hanno già avuti abbastanza? ma quanto ingordi sono? Speravo li dimezzassero (meglio sarebbe eliminarli) e questi, invece, parlano di farci spendere soldi per altri dieci anni dopo la fine del loro mandato. Altro che onorevoli: questi possiamo solo chiamarli SPREGEVOLI.

km_fbi

Mer, 29/02/2012 - 09:52

"Gli ex presidenti del Senato non continueranno a godere dei benefit legati alla carica anche dopo aver lasciato Palazzo Madama....potranno continuare a contare su una stanza al Senato, segreteria, collaboratori in numero di quattro, auto blu e via beneficiando ma solo per le successive due legislature." SOLO PER LE DUE SUCCESSIVE LEGISLATURE??? Ogni persona di normale intelligenza e dotata di una qualche conoscenza del mondo capisce che quanto previsto fino ad ora (in perpetuo!) e d'ora in poi corretto come sopra... NON HA ALCUN SENSO! PERCHE' PROTRARRE PER UN DECENNIO PRIVILEGI DI QUEL TIPO? L'ex presidente del senato (o della camera) torni ad essere un cittadino italiano come tutti gli altri, torni alla sua professione se non continua ad essere eletto, e la smetta di mungere la vacca! Altrettanto deve essere per tutti gli ex-QUALCHE COSA... FORSE (NON TUTTI) HANNO GIA' DATO, MA SENZ'ALTRO TUTTI HANNO GIA' PRESO!

Holmert

Mer, 29/02/2012 - 09:59

Nei crani refrattari di questa gente non esiste la parola sacrificio. Paradossalmente sono bravi ad imporli al popolo che li ha eletti a suoi rappresentanti,ma il loro vocabolario non contempla la parola sacrifico.Come certi semidei che fanno vita terrena,preferiscono gli agi e le comodità,pagate naturalmente dal popolo Pantalone,tassato e tartassato,tosato e pure spellato. Avete sentito? La presidenza del senato ha abolito i benefit degli ex presidenti ,Pivetti compresa;ma.. li ha lasciati decorrere per soli 10 anni,poi stop. Secondo voi se uno di essi,lascia a 70 anni la presidenza,Schifani pensa che costui porebbe vivere 100 anni? Mica sono tutti come la Pivetti,che divenne presidente della camera a soli 30 anni e passa. Ergo si desume che è la solita bufala che ci rifilano,sperando che noi abbocchiamo. Io a questi non ci credo più,falsi e bugiardi,di qualsiasi colore essi siano.Stanno là solo per fregarci.

GUGLIELMO.DONATONE

Mer, 29/02/2012 - 10:14

Vorrei tanto riuscire a capire i motivi per i quali questi personaggi debbano comunque conservare certi privilegi. A cosa servono a ciascuno di loro una stanza a Palazzo Madama, una segreteria, quattro collaboratori (a far che?) e infine l'auto blu, se non a perpetuare quelli che a me, e non solo, appaiono come veri e propri furti autorizzati? Si spediscano a casa a fine mandato, ormai tutti vecchi rinco......., a godersi il maltolto dalle tasche degli italiani togliendo loro ogni possibilità di riaffacciarsi con la congenita tracotanza sulla scena politica!

Ghiringhelli Mario

Mer, 29/02/2012 - 10:20

amici, sono con voi: tutti gli ex siano ex fino in fondo e non ex solo nel titolo ma in carica per il portafoglio. Monti nel salva Italia, oltre a "grattare" nei salvadanai di chi ce li ha, potrebbe togliere queste spregevoli prebende? o ci dobbiamo sentire ancora in una dittatura centroafricana?

piertrim

Mer, 29/02/2012 - 10:27

Mi sembra giusto non più privilegi a vita, ma solo a mezza vita e naturalmente con tutte le deroghe possibili! Mi scoppierebbe da ridere se non stessimo già piangendo.

BENNY1936

Mer, 29/02/2012 - 10:45

Se lasciare quei benefit per 10 anni è considerato una "stangata"...per piacere! Ma perchè non si pubblica una semplice tabellina comparativa con dei paesi forse civili anche loro, come ad esempio Germania e Inghilterra, per vedere se anche da quelle parti c'è l'uso di prolungare indecentemente dei benefit come nel nostro paese di cicale con le pezze al sedere?

tartavit

Mer, 29/02/2012 - 10:55

" Gli ex presidenti del Senato non continueranno a godere dei benefit legati alla carica anche dopo aver lasciato Palazzo Madama. O meglio, potranno continuare a contare su una stanza al Senato, segreteria, collaboratori in numero di quattro, auto blu e via beneficiando ma solo per le successive due legislature, e quindi per massimo dieci anni."" Ma perché questi ex Presidenti del Senato devono godere di simili privilegi per altri 10 anni dopo aver lasciato Palazzo Madama? Perché, per quale motivo e per fare che cosa questi politici devono avere ancora questi benefit? Quale vantaggi ne trae il paese da queste spese che paga il contribuente? Che cosa fanno concretamente Pera, Marino, Scogliamigio e Mancino per il Paese per giustificare tali esose spese? Tutti a casa e solo con le loro pensioni che sono già ben sostanziose. Altro che segnale positivamente simbolico! Per me è un segnale negativissimamente simbolico.tartavi

madaiii

Mer, 29/02/2012 - 11:12

questa é un'altra presa in giro... ;) questo ribadisce ancora una volta che quando gli si tocca il borsello non si riesce a farli pagare e a restituire i benefici etc che hanno accumulato in tutti questi anni di mal governo e leggi per la casta..!!! é incredibile!!! sono anche loro cittadini italiani e come tutti i comuni cittadini italiani dovrebbero non aver nessun diritto quando finiscono il loro lavoro!! se avevo l'auto aziendale e mi licenziano, non mi rimane l'auto per 10 anni a spese della mia ex azienda!!!! proprio buffoni, ladri, disonesti, mascalzoni e abbuffini sti parlamentari!!! fate un po' schifo!!! e nn vi lamentate se per caso un giorno vi ciccano in un occhio, tante x guidare no problem avete l'auto blu!!! ;)))

Loreno Bardelli

Mer, 29/02/2012 - 11:22

Ma per gli ex presidenti della Camera la pacchia continua? Considerato che Mr Monti insiste nel farci vari predicozzi ,a partire dal fatto che TUTTI dobbiamo fare sacrifici , ritengo sia ormai venuto il momento di abolire tutti i privilegi che sono ancora erogati , a spese nostre , a chi non ricopre più cariche istituzionali , senza quindi tener conto del numero delle legislature o della durata ( 10 anni di tempo ? ). Non c'è più trippa per i gatti ..... ed inoltre abbiamo gia dato !

kikidm

Mer, 29/02/2012 - 11:54

Beh, mi sembra giusto! Una specie di buonuscita, come i dirigenti che escono dalle aziende. Qui per esempio, paghiamo benefit per dieci anni a questi dignitosi manager che hanno rimesso a posto le casse di stato e hanno portato risultati di bilancio davvero consistenti. Una barzelletta poi il prode Schifani che invece subirà la "stangata" fin da subito! L'ha fortemente voluta. Povero, solo due legislature successive al mandato, sono sempre le persone per bene a sacrificarsi...

paolajoinville

Mer, 29/02/2012 - 12:03

Ma perche´per 10 anni ??? sono stati pagati profumatamente per un lavoro, bonta´mia che lo chiamo lavoro,quindi che vogliono di piu´??Finito il lavoro basta !!! e si ha il coraggio di chiamarla "stangata" ?? ma per favore sono stanca di essera presa in giro

GaeCig

Mer, 29/02/2012 - 12:36

Presidenti, senatori, deputati di ieri e di oggi..... FATE TUTTI SCHIFO !!!

scipione

Mer, 29/02/2012 - 13:22

Si devono eliminare tutti i benefit DA SUBITO, FINITO IL MANDATO FINITI I SOLDI E I PRIVILEGI A SPESE DEI CONTRIBUENTI.

agostino.vaccara

Mer, 29/02/2012 - 13:33

Non si capisce bene il perchè un ex Presidente del Senato debba avere ulteriori benefici oltre quelli avuti durante la sua carica. Che senso ha avere abolito la monarchia per poi avere tanti piccoli monarchi che godono di benefici strani e non meritati??? Io abolirei anche questa stupidaggine che un presidente della Repubblica, eletto non dagli italiani direttamente, debba diventare di diritto senatore a vita!!! In virtù di quale principio devono costare allo Stato, quindi a tutti noi, un mare di soldi dopo avere espletato il loro mandato "elettivo"???? Almeno la storia dice che gli antichi Re lo erano per "diritto divino" e , sempre nell'antichità, questo era sancito dal fatto che erano incoronati dalla massima autorità religiosa del periodo. Ma questi nuovi Presidenti non hanno nessuna legittimazione a succhiarci il sangue anche quando scade il loro mandato. Se ne vadano a casa tranquilli a godersi quanto guadagnato e pagato da noi, ma non una lira, pardon , un euro in più!!!!!!!!!!!

morganaflo

Mer, 29/02/2012 - 14:05

Questa situazione è una vergogna planetaria che merita vendetta,non ci sono altre considerazioni da fare.

nonnocarlo

Mer, 29/02/2012 - 14:14

Ci Vogliono Prendere In Giro,vogliono Far Credere Cha Stanno Facendo Un Po Di Sobrieta ....e Tutto Fumo In Realta Non Tolgono Niente......buffoni.... Dopo 10 Anni Con L'eta Media Che Hanno Non Gli Servono Piu Tutti Quei Privilegi E Intanto Quanti Sono Quelli Che Invece Non Ce La Fanno Oggi Ad Arrivare A Fine Mese Schifani Sei Una Delusione........ma Non Mi Gabberai Ancora------

enzo1944

Mer, 29/02/2012 - 14:15

come tutti gli EX-SINDACALISTI,tutti finiti a fare carriera tra i Deputati,Senatori,Funzionari di Ministeri(benvenuto),anche marini,continuerà a beneficiare di LEGGI AD PERSONAM(riservate a ex Presidenti Camera e Senato),fatte per la CASTA POLITICA.....che paghiamo noi!!.....ma dove stavano i sindacalisti quando ciampi e prodi ci hanno portati in Europa,con un CAMBIO SCANDALOSO,che paghiamo ancorta oggi e che,DIFATTO CI HA DIMEZZATO IL NOSTRO POTERE D'ACQUISTO?????.... ora sono preoccupati dei nostri Salari,stipendi e pensioni che,anche se Monti ha avuto il coraggio di SMENTIRE-(BUGIARDO-BUGIARDO-BUGIARDO!retribuzione media in Germania 41.500 Euri,in Italia 22.150euri),perchè temono una reazione violenta della gente e dell'elettorato!!....Caro Monti,.....te lo dice un compagno di scuola,....LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE...,CORTE!!!

lot

Mer, 29/02/2012 - 14:27

E' la solita presa in giro dei politici che cercano di far vedere agli italiani lucciole per lanterne. Un Presidente del Senato solitamente ha più di 60 anni o forse 70 quando finisce il suo incarico, questo vuol dire che mantenendo i privilegi per altre due legislature, in pratica li mantiene vita natural durante come prima. I nostri politici quando non hanno i soldi per far contenti o fessi gli italiani, lo fanno o cambiando le parole o cambiando la disposizione dei fattori del problema, tanto il risultato non cambia e loro possono far mostra di avere cambiato le cose quando invece hanno fatto come il Gattopardo di Lampedusa, cioè CAMBIANDO TUTTO NON HANNO CAMBIATO NIENTE.

Ritratto di maurofe

maurofe

Mer, 29/02/2012 - 14:37

Il concetto.......benefici a vita.......deve sparire dal vocabolario italiano!! I benefici devono essere per la durata del mandato!! Gli stipendi dei manager pubblici.....TUTTI.......parametrati alle condizioni di mercato.....con conseguente valutazione sui reali benefici apportati dai manager! In caso di gestioni fallimentari devono pagare di tasca propria......non prendere ancora buone uscite faraoniche!!!!!!

fossog

Mer, 29/02/2012 - 14:56

Il senato stanga i parassiti a vita ? a me basterebbe che morissero, e quanto prima anche.

giancarlo busso

Mer, 29/02/2012 - 15:04

Le organizzazioni mafiose costituite dai partiti, sorte solo per mettere in condizioni degli esseri di poter in mutuo soccorso di poter realizzare le condizioni per poter aumentare il loro portafogli a qualsiasi costo, Adesso facendo come i coccodrilli hanno dato il libera uscita a personaggi pagati dal loro Pres, della Repubblica, per scarnificarci senza remore e garantendo ancor più i loro priviligi. Non bisogna mai dimenticare la cosa schifosa e vorgognosa fatta ad es, dalla Ragione Lazio con sommo gaudio di tutti i consiglieri, mentre a noi Monti e company approvavano leggi che solo Bokassa o Mobuto avrebbero pensato con una certa reticenza, ebbene alle 2.30 di notte come i ladri di Pisa, si approvavano un vitalizio di 3800€ al mese a partire dai 50 anni d'età a loro e a tutti gli assessori, vigliacchi vigliacchi, siete degli esseri spregevevoli ve lo dico dai miei 71 anni e dai 45 anni di onesto lavoro, La polverini presidente che non ha mai lavorato uin giorno della sua vita.

Lino1234

Mer, 29/02/2012 - 15:11

Il primo gesto che avrebbe dovuto fare il governo, a crisi iniziata, era quello di dire al popolo: dobbiamo sanare la nostra economia. Ce lo impone l'Europa e non ci sono alternative. Ciò comporta imporre sacrifici a tutti. Al fine di dare il buon esempio dimezzeremo o, almeno adegueremo alla media europea, i costi e previlegi dei parlamentari tutti ed alle rappresentanze politiche di regione, provincie, comuni ed enti pubblici nazionali e locali, a partire da domani e concluderemo in una settimana al massimo. Dopodiché procederemo, se sarà necessario, ad imporre sacrifici anche alla popolazione; sacrifici che saranno rimborsati il più presto possibile. Credo che nessun italiano vero avrebbe detto di no. Lino.

giancarlo busso

Mer, 29/02/2012 - 15:20

Questi nuovi gozzovigliator senza scrupolii voluti dal loro Pres. della Repubblicachiedo di approvare per il bene dell'Italia, tre leggi. 1 - Tutti coloro che con vari tipi di movimenti provocano danni di qualsiasi natura a qualsiasi patrimonio in Italia, dovono essere identificati e chiamati a risarcire i danni prodotti. 2- Ogni comune deve provvedere in proprio alla soluzione del problema dei rifiuti urbani, permettendo accordi con comuni liomitrofi. (questo risolverebbe tutti i problemi dei rifiuti e ci toglierebbero di mezzo tutti coloro che sfruttano sempre queste problematiche per poter fare caos nell'interesse personale onde potersi candidare alle elezioni come salvatore della Patria posizionandosi al solito "NO" a tutto. 3-

carlenrico

Mer, 29/02/2012 - 15:36

Hanno fatto il minimo dei minimi che potessero fare..la montagna, vien proprio da dire ha partorito il topolino, e gli ex Presidenti della Repubblica che tra l'altro superano con disinvoltura i novant'anni, a quando qualche risparmio anche su di loro??

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 29/02/2012 - 15:44

Complimenti per la stangata. Quella inflitta ai cittadini come dovrebbe essere definita, allora? Un'idea l'avreai: furto!

il consumatore

Mer, 29/02/2012 - 15:46

Perché con le mie tasse devo contribuire a mantenere certi privilegi? Hanno avuto incarichi importanti, erano retribuiti adeguatamente ed ora che non sono più in quei posti, perché devono godere di quei benefit? Chiunque, smesso un incarico, deve riconsegnare tutto, pertanto non mi sembra giusto che devono avere ancora dei privilegi. Piuttosto, quando toccherà anche agli ex presidenti della camera?

terzino

Mer, 29/02/2012 - 15:51

Ennesima presa per i fondelli. Una volta fuori dal Parlamento, dove sei un privilegiato, sei un italiano come tutti gli altri, niente più benefit.

alberalle

Mer, 29/02/2012 - 16:31

Vergogna ,dovrebbero Essere Loro A Rigettare Questi Regali,in Un Momento Come Questo Dovrebbero Aver Vergogna A Girare Per Strada E Incrociando Un Senzatetto O Pensare Che Esistono Le Mense Dei Poveri,dovrebbero Sprofondare Perchè Moralmente E Eticamente Ciò Non E' Umanamente Accettabile.

Nonmimandanessuno

Mer, 29/02/2012 - 16:42

A noi applicano le tasse anche con effetto retroattivo mentre a questi privilegiati ultrasettantenni aspettano ancora dieci anni a togliergli qualcosa. In pratica restiamo come sempre dei sudditi. E' proprio vero quello che diceva Orwell nella "Fattoria degli animali": solo che oggi i "maiali" sono i componenti di tutti i partiti non solo i comunisti.

nonna.mi

Mer, 29/02/2012 - 16:54

Questa protesta vera, sentitissima e pienamente condivisibile mi trova molto, molto d'accordo: se c'è una Autorità che ne abbia il potere cambi subito questa enorme ingiustizia: gli italiani hanno dimostrato una pazienza grande e sottovalutata,ma potrebbero giustamente sdegnarsi e avere reazioni non abbastanza percepite da chi ha sempre approfittato della nostra debolezza nel permettere queste indecenze... Myriam

laura

Mer, 29/02/2012 - 16:55

Veramente tutti i politici, tutti proprio tutti, a partire dal Presidente della Repubblica', una volta finito il mandato, dovrebbero tornare ad essere cittadini come tutti gli altri. PUNTO. Così' si fa nei paesi civili. Cosa vuol dire mantenere privilegi? Anche se fosse per un solo giorno in più', sarebbe troppo. Basta anche col parassitismo dei senatori a vita. Sono tutte pagliacciate.

Nonmimandanessuno

Mer, 29/02/2012 - 17:15

PROPOSTA. Questi nostri post sul forum, perchè non trasmetterli anche, con le dovute regole democratiche, al presidente della Repubblica? Magari non se ne farà nulla ma, per la Storia...