Stop in Rai ai cachet stellari. Dopo Crozza salta Benigni

Lo show "Dieci comandamenti" è rinviato: fonti Rai sostengono che l'attore è impegnato all'estero. Per averlo la Rai avrebbe speso quattro milioni. Ma i conti dell'azienda sono in rosso

Anche gli artisti piangono. Non è più tempo di cachet stellari e anche i grandi volti dello spettacolo italiano devono stringere la cinghia (si fa per dire...). Pare infatti che, dopo la rottura delle trattative che avrebbero portato Maurizio Crozza su Raiuno, sia saltato anche lo show natalizio di Roberto Benigni. Quello dedicato ai Dieci Comandamenti, sullo stile della seratona sulla Costituzione italiana dello scorso dicembre. Un evento che fece altissimi ascolti - 12,6 milioni di spettatori - ma che quest'anno non potrà essere «repricato». Pare che il premio Oscar abbia deciso di saltare l'appuntamento con il suo vasto pubblico italiano a causa di impegni molto importanti all'estero. Magari un film: lui stesso ha parlato recentemente della volontà di realizzare una pellicola sulla sua amatissima Divina Commedia.

Ma è difficile escludere che a questa scelta sia estranea la questione dei costi e dei compensi stellari dei personaggi famosi che provocano indignazione fra la gente comune. La televisione di Stato si trova in cattivissime acque e a fine anno chiuderà il bilancio in forte perdita. Dunque, facile immaginare che si sia preferito rimandare l'appuntamento a periodi più rosei. Come nel caso di Crozza, che ieri sera nella copertina di Ballarò, con la sua consueta verve, dopo aver ripetutamente chiesto «quanto costa Floris, quanto costa Ballarò, quanto costa il meteo, quanto costa un cavo....» ha fatto ironia sul suo mancato ingaggio Rai: «Sono un Raiuno mancato: nel dubbio che non fossi un investimento proficuo mi sono fatto da parte. Chissà se mai si leggerà sul Giornale: “sfuma la trattativa Stato- Brunetta“».

La spesa complessiva per avere su Raiuno il regista de La vita è bella sarebbe stata, secondo indiscrezioni rilanciate dal «fustigatore» Renato Brunetta ma non confermate in Rai, di 4 milioni di euro (lo show in diretta sarebbe stato ampiamente ripagato dagli spot pubblicitari, inseriti prima e dopo, non durante lo spettacolo, come successe lo scorso anno). Un contratto che avrebbe compreso sia la prima serata sui Dieci Comandamenti, sia la serie di dodici appuntamenti di esegesi della Divina Commedia che avrebbero dovuto andare in onda in coda allo show di Crozza il venerdì sera a partire da marzo. Insomma, un accordo simile a quello dell scorso anno, quando la serata sulla Costituzione più le puntate dantesche furono unificate in un unico «pacchetto» da 5,8 milioni. Peccato però che la (coraggiosa) operazione culturale in prima serata su Raidue non fu apprezzata dagli spettatori: in pochissimi seguirono Benigni nei gironi dell'Inferno.

Dunque, lo show in diretta sui Dieci Comandamenti per ora è rinviato. Stesso discorso per il lungo viaggio nei canti della Divina Commedia cominciato nel 2006 dall'attore toscano. Peccato, però, che le puntate di Tutto Dante siano state già registrate quest'estate, come tutte le altre, a Firenze: sono distribuite dalla Melampo, la casa di produzione della famiglia Benigni. Dunque, o troveranno uno spazio nel palinsesto della Rai, oppure il manager dell'attore Lucio Presta potrebbe rivolgersi ad altre aziende. È intuibile però che solo il servizio pubblico potrebbe accollarsi l'onere: in cambio ovviamente di seratone da showman.

Comunque, se, dopo quella di Crozza, anche l'operazione Benigni, come è altamente probabile, non andrà in porto, il primo canale si troverà sguarnito di due dei punti chiave della programmazione 2013-2014. È non è una situazione semplice, nonostante allo stato attuale la rete guidata da Giancarlo Leone sia ancora leader negli ascolti. Peccato, però, che le casse siano esangui. E siano rimasti pochi soldi per pagare i cachet dei grandi volti.

Commenti
Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 16/10/2013 - 08:18

Notizia molto positive. Su questa strada la RAI e di riflesso il paese diventa più credibile. Faremo a meno di Crozza ,Benigni,Fazio etc.,non credo si ammalerà nessuno, ma almeno la RAI avrà una dignità .

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Mer, 16/10/2013 - 08:28

Ma insomma, con tutti questi campioni dell'ascolto che fanno guadagnare la Rai (Fazio, Crozza, Benigni, Littizzetto, Guzzanti, Floris, Augias ecc...) com'è che siamo in rosso?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 16/10/2013 - 08:30

PERCHE' NON FARE UNA TRASMISSIONE IN DIRETTA TIPO " UN'ORA DI GOGNA " CON PROTAGONISTI I NOTRI POLITICI ? La GOGNA nobile strumento educativo era usato per permettere alle vittime di furti , truffe ed alre nefandezze, di potersi attivamente confrontare e vendicare. Certo se ne vedrebbero delle belle, ma quanto sarebbe salutare per la nostra politica.

Romolo48

Mer, 16/10/2013 - 08:33

Meno male ... dopo Dante, la Costituzione, ci mancava anche la Bibbia. Brunetta sei grande!

Accademico

Mer, 16/10/2013 - 08:36

Ancora un compenso immorale per un saltimbanco che non sa più cos'altro inventarsi per prenderci in giro. Saltella con ineffabile grazia dal Sommo alla Costituzione che definisce "la più bella del mondo" e infine (?) sbarca ai "Dieci Comandamenti". Da uno così, ormai... possiamo aspettarci di tutto. Avrà sicuramente in animo un'abusiva rivisitazione, questa volta, in danno anche delle Sacre Scritture. E basta! Che la finisca costui di mancare di rispetto alla nostra intelligenza. Che Rai senta il dovere di amministrare cum grano salis, più responsabilmente, i denari della comunità.

cgf

Mer, 16/10/2013 - 08:36

Certo che 'mauri' ha un bel coraggio! Sempre a criticare che c'è gente che non arriva alla terza settimana, ok, solo quando al governo c'è il PDL, e poi... manco fosse Robin crozza Hood!! Oltre a Fazio che fa guadagnare molti soldi all'azienda CMQ vorrei fare le somme io però e ci metto dentro anche tutti i costi dello studio TV!! senza contare che c'è anche da manTenere il carrozzone TG3, così tante persone in quelle redazioni che neanche la CNN ed Al Jazeera messe insieme possono permettersi!!

Beaufou

Mer, 16/10/2013 - 08:41

Bene, anzi male, per la Rai come per tutti. La crisi si sente anche in Rai ed è giusto che si cominci anche lì a fare un po' di conti e a tagliare ingaggi e contratti assolutamente improponibili, fra l'altro con "artisti" e "professionisti" il cui unico merito è di essere allineati al politically correct italico. Se è merito di Brunetta, onore a Brunetta, checché ne dicano i detrattori di professione che non perdono occasione per sbertucciarlo (ci si mette anche Crozza con la storia della "trattativa Stato-Brunetta": evidentemente la cosa gli brucia un po', al Crozza, e con quello che c'era in gioco è anche comprensibile). Si spera solo che non siano fuochi di paglia, e che la spulciatura della Rai continui per un bel po' anche per altri aspetti (produzioni e concorsi).

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 16/10/2013 - 08:50

CROZZA FAZIO BENIGNI:Ha paura di andare a mangiare alla CARITAS? BEL CAPELLO SIAMO NOI ALLA FRUTTA COSA CHE INVECE LEI VUOLE MANGIARE OSTRICHE E CAVIALI.POVERI NOI POVERI ANCHE VOI FIGLI DEL CIRCO EQUESTRE DEL PALAZZONE RAI.DA CHI E' STATO RACCOMANDATO?CHI I SINISTRI DA RAI TRE RAIUNO?

m.m.f

Mer, 16/10/2013 - 08:52

SAREBBE IL CASO CHE SALTASSERO TUTTI E PER SEMPRE!

Macchianera

Mer, 16/10/2013 - 09:37

Non amo Benigni ma in alcuni film mi è piaciuto molto (La vita è bella) (la tigre e la neve). Mi annoia nelle sue interpretazioni teatrali, è ripetitivo fino alla noia nelle sue esibizioni sul palcoscenico.Cosa fa di così interessante per meritarsi un cachet stellare in RAI? forse perchè ama così tanto Berlusconi da non aver altri commenti o soggetti cui rivolgere le proprie(solo per lui) spiritosate?

Baloo

Mer, 16/10/2013 - 09:40

Per leggere e capire Dante non mi serve cotanto genio. Il mio insegnante di liceo era migliore assai e prendeva 4 soldi dallo stato. Che se ne vada e così sia !

LAMBRO

Mer, 16/10/2013 - 10:24

CI COSPARGIAMO IL CAPO DI CENERE E CI STRACCIAMO LE VESTI !! CI NEGHERANNO I 10 COMANDAMENTI ILLUSTRATI DA UN KOMUNISTA? SARA' IL PROSSIMO PAPA?

guidode.zolt

Mer, 16/10/2013 - 10:24

Beh...! per forza non trasmetteranno i Dieci Comandamenti ... c'è dentro anche quello che recita: "non rubare" e avrebbe dovuto saltarlo, ma non aveva una scusa valida...!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 16/10/2013 - 10:24

Questi giullari si rivolteranno.

Ritratto di n€uro TRUFFA...

n€uro TRUFFA...

Mer, 16/10/2013 - 10:24

la rai faccia servizio pubblico in modo efficiente, trasparente, obiettivo, senza ingerenze esterne dei partiti, senza sprechi e ruberie, altrimenti chiuda o venga privatizzata liberando i contribuenti della tassa carrozzone-rai al secolo canone

schiacciarayban

Mer, 16/10/2013 - 10:32

Fazio sostiene che lui fa guadagnare la RAI, la Litizzetto anche, Benigni pure, Ballando non le stelle straguadagna anche se elargisce milioni a cadaveri di vario genere, ovviamente Ballarò è una gallina dalle uova d'oro, e non parliamo di Crozza, sarebbero milioni! Ma llora chi è che la fa perdere visto che i bilanci sono perennemente in perdita nonostante la rapina del canone? E' ovvio che qui c'è qualcuno che le spara grosse e qualcun altro che non sa fare il proprio mestiere. La RAI è un carrozzone vergognoso!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 16/10/2013 - 10:32

Contro la Littizzetto per favore no,si è già accanita madre natura.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 16/10/2013 - 10:34

E NON DIMENTICHIAMO FLORIS CACHET €400.000,00 IN VIDEO PER 30 TRASMISSIONI DI BALLARO',E I SALAMI PRODOTTI DA UN ALTRO MAIALE COME CROZZA ,BENIGNI DEL RECINTO "LA FATTORIA RAI"DI TARANTOLE E GUBITOSI >DI €650.000,00

cast49

Mer, 16/10/2013 - 10:34

Roberto53, evidenemente i soldi prendono altre vie...non sappiamo quanto prendono gli oltre diecimila giornalisti...

honhil

Mer, 16/10/2013 - 10:35

Bene, se la Riai non è più la Rai, come più di uno si affanna a sostenere, allora la tassa su la Rai (il canone questo è) va eliminata. Poi, senza la stampella fornita dagli italiani, che la Rai si diverta a fare i contratti che vuole. Ma fino a quando chi, per il solo fatto di tenere in casa un televisore, indipendentemente dell’utilizzo che ne faccia, deve pagare il “pizzo”, ogni contratto come quello di Fazio è scandaloso. Anzi doppiamente scandaloso, visto che è la vetrina catodica appositamente allestita per incensare gli amici e dove i non amici vengono, tutte le volte che a Fazio gli riesce, messi alla berlina. Con l’aiuto della valida spalla, anch’ella con tessera Pci,Pds,Ds, Pd, in portafoglio. O no?

kaleo

Mer, 16/10/2013 - 10:35

Investire in prodotti di qualita' che possono essere anche venduti all'estero no?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 16/10/2013 - 10:37

Qui' c'e' un intreccio di problemi.Anzitutto la rai e' in mano ai partiti,problema sempre denunciato ma mai risolto.Poi c'e' l'illogica decisione anti-mercato di fare fuori tutti quei personaggi che piaccia o meno,condivisi o divisivi che siano,fanno programmi che costano,hanno compensi roboanti ma...ma il tutto viene compensato e addirittura vien portato in attivo von le entrate pubblicitarie che per quelle trasmissioni pagano e pagano tanto.Allora se faccio una trasmissione che costa 100(compenso incluso)e di pubblicita' ne incasso 150,ho portato un utile all'azienda di 50.Chi e' per il mercato non puo' prescindere da cio'.Si dira',ma la rai e' in rosso!che si veda allora dove e perche' sia in rosso,saranno forse tutti quei pseudomanager?saranno stati forse quei programmi controproducenti?Infine il paradosso di avere un partito di proprieta' della concorrenza privata che interferisce ed ostacola la rai.E' illiberale,e' contro la logica ed il mercato,e' solo uno degli effetti di un insostenibile conflitto di interessi.Brunetta parla da dirigente mediaset che devr ostacolare la concorrenza.Inacettabile questo gioco.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 16/10/2013 - 10:38

......mmmmm Mi domando ma i conti RAI si controllano solo adesso o COSA???.....ma poi CHI li ha controllati in tutti questi anni??

maxaureli

Mer, 16/10/2013 - 10:41

I comici non servono piu'... sono i politici e governanti a farci ridere!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 16/10/2013 - 10:42

@Roberto53. Già, come mai? Bella domanda. Ma Lei certamente conosce bene la risposta: troppa gente mangia e si ingrassa a quel piatto, dove impera la politica e l'interesse "personale", però con la bella scusa di fare un servizio al Paese, un servizio non richiesto naturalmente. Si privatizzi la RAI o quanto meno si abolisca il canone iniquo. Una “tassa” che non c'è alcuna ragione di pagare e che per giunta intacca il regime di libera concorrenza. Cordialità

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 16/10/2013 - 10:44

e vai! altri due in meno! comunisti !!!!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 16/10/2013 - 10:44

Quindi l'anno scorso Benigni ha guadagnato una barcata di soldi ma la Rai ne ha incassate due? E siete tutti contenti che sia saltata la replica quest'anno? A me ricorda tanto la storia del marito che si taglia le pal.. per far dispetto alla moglie...... attenzione che il seguito della storiella è che la moglie, se cerca .... altre due pal.. le trova sempre ........ ma al marito non è che ricrescono! Personalmente mi "indignano" molto di più i 100.000 a puntata di Ferrara che riuscivano addirittura a far perdere ascoltatori al TG1 che i 4 milioni a Benigni che escono per rientrare raddoppiati nelle casse di mamma Rai. Per carità, in Rai c'è tantissimo da tagliare, io però comincerei da dove i soldi escono per mai più rientrare però ..... e senza essere un "quasi Nobel" per l'Economia. Credo che a La7 stiano stappando bottiglie di champagne.

Ritratto di sergio la terza

sergio la terza

Mer, 16/10/2013 - 10:46

era ora che si finisse di elargire danaro (nostro)a gente che si illude di fare ridere.-Basta fare qualche nome e l'italiano poco intelligente ...ride..e riempe il portafoglio ai truffatori della risata.-

Ritratto di sergio la terza

sergio la terza

Mer, 16/10/2013 - 10:46

era ora che si finisse di elargire danaro (nostro)a gente che si illude di fare ridere.-Basta fare qualche nome e l'italiano poco intelligente ...ride..e riempe il portafoglio ai truffatori della risata.-

Mr Blonde

Mer, 16/10/2013 - 10:47

fantastico, gli scagnozzi di mediaset in parlamento che bloccano contratti e assunzioni dell'unico concorrente di mediaset, e poi questo è un paese normale?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 16/10/2013 - 10:47

L'Italia democratica ed antifascista, nata dalla resistenza e dotata della costituzione più bella del mondo, si merita solo questo varipinto campionario di guitti superpagati. Contenta Lei, contenti tutti... Finchèqualcuno non si romperà i cosiddetti in maniera apocalittica. Ed allora saranno krauti amarissimi per nani e ballerine dello schermo (grande e piccolo).

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 16/10/2013 - 10:47

Peccato che la RAI abbia fatto in tempo a ingaggiare Fazio e la Litizzetto però. O no ?

cicero08

Mer, 16/10/2013 - 10:48

Ma a drogare questo mercato non era stato mister B. Fin dagli inizi delle sue TV commerciali?

Ritratto di sergio la terza

sergio la terza

Mer, 16/10/2013 - 10:49

oltre a Crozza e benigni chi altro ci mettiamo?andiamo a spulciare i nomi di coloro che mangiano abbondantemente con i nostri soldi

eloi

Mer, 16/10/2013 - 10:49

Proverbialmente parlando. Ad un genovese è già difficile sfilargli di dasca un euro, Brunetta è riuscito a sfilargli ben quattro milioni. Bravo Brunetta. Però, adesso dovrà mettere in piazza tutte la Sue entrate.

michetta

Mer, 16/10/2013 - 10:51

Ci fa piacere pensare che, anche se infinitesimamente, pure noi, abbiamo contribuito a far smettere queste cattive abitudini! Ci riusciranno a mentenerle? Speriamo, altrimenti, ricominciamo a dargli sotto!

eloi

Mer, 16/10/2013 - 10:53

Benigni ti aspettiamo in T.V. per illustrarci non solo a parole ma anche mettendoci tanta pratica i testi di Marx.

bruna.amorosi

Mer, 16/10/2013 - 10:53

ma perchè le tv private senza canone fanno ascolti e pubblicità ? ecco quando mi risponderete a questa domando mi convincerete che questi pagliacci dovrebbero essere pagati a peso d'oro .

Mr Blonde

Mer, 16/10/2013 - 10:54

invece i soldi a barbareschi erano giusti no? a cagare...

guidode.zolt

Mer, 16/10/2013 - 10:55

Tutto 'sto cancan, cari sinistronzi, avviene perchè la RAI è in rosso perenne, che non vuol dire soltanto che è piegata politicamente a sinistra, ma che ha speso 250 m. più di quello che ha incassato... chiaro? ..e smettiamola con la tiritera che "questi" fanno guadagnare la RAI, solo i più imbecilli ci possono cascare, ormai!

m.m.f

Mer, 16/10/2013 - 10:55

Quella della Rai è una delle situazioni più sconce più scandalose del paese e,più dannose,tra le tante altre.Qui non funziona nulla.! Servizi,giustizia,sanità,trasporti,turismo,industria,commercio,innovazione,commercio ! Nulla. L'unica cosa che funziona sempre meglio e sempre più affinata è la pressione fiscale,lo sperpero di soldi pubblici,la corruzzione e le ruberie o estorsioni dello stato sui cittadini.Su questi temi siamo tra i primi al mondo! Stupisce che in Italia ci siano ancora degli italiani che come dire si rendono disponibili a questa situazione...........

coccolino

Mer, 16/10/2013 - 10:56

Berlusconi e' riuscito a fare i soldi con le televisioni senza aver il contributo del canone...dirigenti rai, nonostante il canone, chiudete esercizi in forte perdita, vergognatevi!

m.m.f

Mer, 16/10/2013 - 10:57

Che si faccia come in Grecia ,paese molto più simile al nostro di quanto si voglia credere! la Rai va chiusa e riaperta con un asseto nuovo. Ancora meglio privatizzata! La Rai cosi come è,è un altra riprova che in Italia vi è in atto una dittatura sotto falso nome.

guidode.zolt

Mer, 16/10/2013 - 10:57

Di solito salta sul palco dietro un ricco ingaggio, stavolta lo fa gratis... salta che ti passa!

pinolino

Mer, 16/10/2013 - 10:58

Ecco spiegata la presenza di un furgoncino della Dom Perignon a Cologno Monzese. L'ennesima scelta fallimentare presa con criteri demagogici e politici invece che manageriali, degna prosecuzione delle migliaia di assunzioni clientelari.

Damiano Guerra

Mer, 16/10/2013 - 11:01

#roberto53 Perchè la Rai è in rosso nonostante i campioni di acquisti? Per mille motivi immagino, struttura enorme e costosa, soldi dati a gente che non ha portato guadagni (non per infierire sui soliti Ferrara e Sgarbi ma tant'è), soldi dati a Barbareschi per le sue fiction scadenti per aver mollato Fini, soldi dati a parenti delle stesso Fini per altre fiction che non fanno ascolti, miopia delle agenzie di raccolta pubblicitaria che avevano venduto gli spazi durante lo show di Fiorello sottocosto nonostante gli ascolti enormi di quest'ultimo; sicuramente non per colpa degli artisti da lei citati, anzi senza le loro trasmissioni la situazione sarebbe ancora peggiore. Diciamo la verità, se la polemica sui compensi è fatta solo perchè costoro non sono schierati a favore di Berlusconi, ditelo chiaramente ma sia chiara una cosa, la maggioranza dei telespettatori ama guardare questi artisti e li premia negli ascolti, la gente che ama vedere Berlusconi deriso e preso in giro è la maggioranza e dovete farvene una ragione, se così non fosse questi artisti non avrebbero ascolti e non potrebbero richiedere i compensi così alti, quello che però voi fate è negare una semplice regola di mercato: più ti faccio guadagnare più mi paghi... alla faccia dei liberali.

moranma

Mer, 16/10/2013 - 11:08

x schiacciarayban : hai idea che percentuale rappresentino rispetto al totale gli spettacoli che tu hai nominato? Una perc. molto bassa evidentemente, quindi se tutto il resto fosse in perdita ( come purtroppo lo è)sarebbe chiaro perchè la rai è in perdita: Che ci sia da migliorare la gestione è indubbio, ma prendersela con quelle trasmissioni che fanno guadagnare mi sembra tafazziano...poi se mi dici che quelle trasmissioni non ti piacciono perchè condotte da persone di sinistra...alora è un altro discorso!

tiro

Mer, 16/10/2013 - 11:09

Finalmente qualcuno di buon senso ha spazzato via questi menestrelli, prodi zerbini della satira obbrobriosa da “Feste dell'Unità”, dal servizio pubblico evidentemente quest’ultimo meritevole di maggior rispetto. A questo punto il bravo Brunetta con il suo intervento è riuscito, perlomeno, a conferire alla TV di stato una sorta di “par condicio della moralità intellettuale”, visto che la Presidente della Camera ultimamente ha bandito dallo stesso servizio pubblico manifestazioni innocue e innocenti come quella storica di Miss Italia. In tempo di crisi è giusto che ci sia una sorta di convivenza dell’austerità “more uxorio”. E comunque vada, la Costituzione è giusto che la si spieghi nelle aule scolastiche sin dalle scuole Primarie, come logica vuole.

Ritratto di Chichi

Chichi

Mer, 16/10/2013 - 11:10

Poverini, ci deve essere di sicuro lo zampino del riccone Berlusconi. Vanno a prendersela proprio con i paladini del dei poveri e del popolo sovrano. Che mondo, voglio espatriare!... Calma ragazzo! Espatriare perché? Benigni non lo sopporto da una vita, Crozza... l'ho seguito una sera, ma non ce l'ho fatta ad arrivare alla fine della puntata. mi sbaglierò, ma non credo che valgano tutti quei soldi.

Ritratto di n€uro TRUFFA...

n€uro TRUFFA...

Mer, 16/10/2013 - 11:10

Agrippina - la rai DEVE fare servizio pubblico... se si vuole che competa sul libero mercato come le altre aziende private lo faccia SENZA chiedere il PIZZO ai contribuenti

Ritratto di bassfox

bassfox

Mer, 16/10/2013 - 11:11

finalmente abbiamo ripianato il debito pubblico, giusto? dalle altre parti fanno a gara per avere Benigni, noi invece...

Roberto Casnati

Mer, 16/10/2013 - 11:12

Come mai i komunisti alla Benigni si riempiono le tasche e dimenticano le regola base del loro credo: la proprietà è un furto. Forse i soldi fanno perdee la memoria?

Ritratto di bassfox

bassfox

Mer, 16/10/2013 - 11:12

Sedriano, il primo comune lombardo sciolto per infiltrazioni criminali, notizia del Sole. e indovinate di che schieramento è....?

linoalo1

Mer, 16/10/2013 - 11:13

E ci voleva Brunetta per far capire quanto la RAI,stesse dilapidando?Se così fosse,sarebbe meglio mandare a casa tutti i Dirigenti e,per premio,senza Buonuscita e senza pensione!Lino.

Roberto Casnati

Mer, 16/10/2013 - 11:14

Quando penso che Benigni è stato pagato con soldi nostri per massacrare Dante Alighieri mi viene l'orticaria!

24 Febbraio 2013

Mer, 16/10/2013 - 11:17

Senza compensi vi faccio ridere io: Io sono il Cavaliere, tuo Silvio... 1. Non avere altri Premier al di fuori di Me… 2. Non nominare il nome di Silvio invano... 3. Leggi ogni giorno “Il Giornale” per sostenerlo... 4. Onora tuo padre e tua madre... questo vale per dx e sx! 5. Non uccidere…come sopra! 6. Non commettere atti impuri… solo Bunga-Bunga! 7. Non rubare…al massimo qualche mancata dichiarazione dei redditi… accusa cmq da dimostrare! 8. Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo… e chi batte la sx nel raccontare balle? 9. Non desiderare la donna d’altri… e chi la desidera la Rosy??? No, grazie! 10. Non desiderare la roba d'altri…. al limite tassala !!!

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Mer, 16/10/2013 - 11:17

Bene bene tagliamo i compensi a questi giullari di regime e diminuiamo o aboliamo il canone. Gli italiani non possono più vivere.

canaletto

Mer, 16/10/2013 - 11:18

Per me Benigni può anche andare all'inferno. da sfegatato comunista pieno di miliardi che nn fa più ridere, io, quando c'è lui spengo la tv. Non sapevo che avesse l'Oscar, di cosa???? della imbecillità e demenzialità?????? sembra che la Rai non ne possa fare a meno di certi squallidi personaggi, anche Crozza, ormai la mucca non ha più latte da mungere e basta coni supercompensi vista la povertà in cui ci troviamo: BASTA!!!!!!!!!!!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 16/10/2013 - 11:19

Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e aspra e forte che nel pensier rinova la paura DI UNA SI' MISERA PREBENDA ! Di tanti milioni si è partato ma il contratto ormai pare evaporato ...............

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 16/10/2013 - 11:21

@schiacciarayban. In Rai c'è un dirigente ogni 20 dipendenti, nella media delle aziende ce n'è uno ogni 110. L'anno scorso il TFR medio erogato a chi ha lasciato l'azienda è stato di 326.000 euro! Le lascio immaginare di quanto superiori alla media di settore siano le retribuzioni ...

Duka

Mer, 16/10/2013 - 11:24

BENISSIMOooooooooooo!!!!! UN GIULLARE DI MENO.

cameo44

Mer, 16/10/2013 - 11:31

Ci spieghino come fà la RAI ad avere i conti in rosso dato che i vari Fazio Santoro e tanti altri ancora hanno sempre detto di essere una risorsa per la RAI ma tutti questi milioni introitati sia dal canone che dalla publicità dove vanno a finire? come si fa a difendere i com pensi milionari eleragiti ai soliti quando non passa giorno che si par la di crisi di fare sacrifici e rinunce ma forse Fazio Benigni e tan ti altri ancora non vivrebbero abbastanza bene con dei compensi com misurati a quelli di un dirigente statale o a un professore Universi tario ricordiamo a tutti che la RAI è Statale e come tale deve adegua re i compensi è semplicemente immorale pagare dei saltibanchi perchè di questo si tratta molto di più di un Primario che magari ci salva la vita senza di questi non si vive senza Fazio Benigni Clerici si vive lo stesso e forse meglio

Triatec

Mer, 16/10/2013 - 11:32

El Presidente @ Si continua a sostenere che i programmi sono totalmente coperti dagli introiti della pubblicità, anzi la RAI ne trae gran profitto. Vorrei sapere dove reperire queste cifre, io non credo alla difesa, sic et simpliciter, alla quale si aggrappano questi fenomeni, con stipendi faraonici. Mi piacerebbe controllare. Capisco ancor meno quando si dice che i loro compensi sono soggetti a un accordo di riservatezza, così parlò Fazio.

Ritratto di Stefano251

Stefano251

Mer, 16/10/2013 - 11:35

"Patto di stabilità" anche nella RAI: finché hai i conti in rosso, non puoi spendere. Semplice. Ci faremo una ragione di non avere questi (inutili) shows...

Damiano Guerra

Mer, 16/10/2013 - 11:43

Ok, niente Crozza e niente Benigni, potendo via Fazio e Littizetto.. Celentano non se ne parla, Santoro nemmeno nominarlo e se possibile basta Floris, arrivati a questo punto la racolta pubblicitaria la Rai su quali trasmissioni la fa? Cosa propone in periodo di garanzia? No vorrete mica che lasci campo aperto a mediaset..... oops.

Damiano Guerra

Mer, 16/10/2013 - 11:44

Comunque dai, fate voi dei nomi di personaggi che possano garantire ascolti e introiti, avanti vediamo cosa proponete, sono curioso.

Damiano Guerra

Mer, 16/10/2013 - 11:45

In ogni azienda chi è più bravo (leggi ti fa guadagnare di più) viene pagato maggiormente, se così non fosse si vivrebbe in un regime comunista.

FRANCO1

Mer, 16/10/2013 - 11:47

ogni tanto una bella notizia, spero sia vera.

agosvac

Mer, 16/10/2013 - 11:50

Se benigni, crozza e fazio sono così bravi e sicuri di sè perchè non fanno come altre persone di spettacolo un tour nei teatri di tutta Italia? Si vedrà così se riusciranno a prenderci almeno le spese!!! Il fattto è che una cosa è un contratto tv ( chi non è attratto cambia canale ma loro sono pagati lo stesso) cosa ben diversa è riuscire a riempire un teatro.

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 16/10/2013 - 12:08

GRANDE BRUNETTA PER AVERE SVENTATO L'ENNESIMO FURTO ALLE TASCHE DEGLI ITALIANI DA PARTE DI AMBIGUI PERSONAGGI DELLA SINISTRA

guidode.zolt

Mer, 16/10/2013 - 12:10

cicero08 - l'ammasso dei cervelli è in fondo a sx...

nonna.mi

Mer, 16/10/2013 - 12:17

Stringo la mano a Brunetta da me definito un "piccolo,grande uomo" Se è riuscito a stoppare questa indecenza di sperperi in RAI, insieme alle rimostranze scritte e orali di tanta gente comune come me,gli dobbiamo riconoscenza e...spero che Benigni in particolare non riesca a demolire uno dei grandissimi italiani come Dante,facendo un film sulla Divina Commedia, così come ha fatto con Collodi col suo insuccesso colpevole nell'affondare mondialmente Pinocchio! Myriam

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 16/10/2013 - 12:29

Agosvac,ma perche' la rai deve perdere dei guadagni certi rinunciando ad artisti che con i loro spettacoli permettono alla rai di pagargli il compenso,il costo del programma ed in piu' avanza anche per coprire i buchi di altri?I prezzi li fa il mercato giusto?se uno vale 100,tanto lo devi pagare anche perche' ti fa incassare 150.O forse adesso dovremmo diventare socialisti e quindi pagare tutti uguale,uello che ha mercato come quello che non lo ha?e perche' tutto cio' avviene grazie all'opera scorretta della concorrenza che impedisce alla rai di avere il meglio dal mercato?il pdl purtroppo e' in conflitto di interessi quando interviene sui programmi rai.Ma lei e tutti gli pseudo-liberal,sostenitori a chiacchiere del mercato,perche' poi nei fatti vi comportate come i piu' nostalgici dei sovietici?molto meglio sarebbe dire che a voi stanno sulle scatole questi artisti per cui del mercato e della rai non vi frega nulla,per cui andate contro le stesse idee che dovrebbero animarvi pur di fare dispetto,nell'ennesimo controsenso berlusconiano.

michetta

Mer, 16/10/2013 - 12:49

Urge una spiegazione all'odio ormai instaurato per la Rai, i suoi rappresentanti, dirigenti, giornalisti, opinionisti, impiegati, star e starlette che vi gozzovigliano a spese nostre. Questa azienda, nacque per stare al passo, con gli altri Paesi, piu' evoluti. Ma, come si evince dai risultati ottenuti dal 1954, ad oggi (2013), e' andata sempre piu' rovinando le sue peculiarita', che magari prima erano piu' adeguate all'Italia ed agli Italiani. Non ci sono motivi e scusanti, che tengano. L'unico vero risultato ottenuto e' li, che parla chiaro, anzi chiarissimo: AUTENTICA DEBACLE SU TUTTO. Iniziando da Uno Mattina, fino a mezzanotte, le trasmissioni piu' imbecilli e senza nerbo e senza senso, si susseguono, una dopo l'altra e lo stesso telegiornale, ormai, non lo si vede nemmeno piu', viste le inutili notizie e banalita' che vengono raccontate giornalmente. Le ex miss-Italia (quando presenti in orario), che non sanno nemmeno spiccicare parola, i giornalisti inutili, inviati a josa, al seguito di avvenimenti sportivi, gli speakers quasi analfabeti, i talk-show da cancellare immediatamente dopo la prima puntata. Insomma, non c'e' nulla, che possa essere chiamata, tramissione idonea per il Servizio Pubblico. Eppure, gli Italiani pagano da sempre il canone! Eppure, la Rai e' sempre piena di pubblicita' (truffando noi che gia' paghiamo il canone per il servizio....)! Eppure, quasi ogni anno cambiano i consigli di amministrazione, che dovrebbero far diminuire le spese, per rientrare almeno nei bilanci! Eppure, esiste un Parlamento, che dovrebbe saper porre fine a quel guazzabuglio di regalie continue, di pacchi e pacchetti, cuochi e girotondi con balli sotto le stelle e senza stelle, inventati, senza motivo alcuno e senza che ci sia un tornaconto per l'azienda almeno! Se una trasmissione come quella di Rete 4 del Del Debbio delle 20.30, riesce a prendere tutti quegli spettatori, un motivo c'e'! E' la rabbia, che gli spettatori, hanno, nell'apprendere e veder sviscerati tutti i problemi esistenti per organizzazioni e Pubblici Servizi, come la Rai, che non sanno e non fanno, quello che competerebbe loro! E l'Italia va a rotoli, anche per i vari stipendi di Crozza, Fazio, Bonolis, Benigni, e chi vuole aggiungere altri nomi, li aggiunga.Dimenticavo, in una cosa sono veramente bravi pero', nel "vendere" bene le immagini pietose e raccapriccianti degli invasori che con tinuano imperterriti a venire in Italia senza essere stati invitati. Forse, perche' sperano di essere intervistati proprio da loro, quelli della RAI!

precisino54

Mer, 16/10/2013 - 14:10

Sono certo che ai tempi gloriosi della tv in bianco e nero, dei grandi romanzi e del teatro portato in video, gli attori non avevano chissà quale compenso. Certo erano i tempi di un unico canale, e la Rai aveva un potere contrattuale molto elevato e dettare le condizioni, oggi con le soap imperversanti, e la infinità di canali la contrattazione ha necessariamente dovuto seguire le regole del mercato, ma non c'è dubbio che queste regole non possano passare sui più banali e quotidiani problemi della gente comune. Come accettare compensi stratosferici sulle spalle di chi viene costretto al pagamento di un canone pur essendo in grosse difficoltà? Come accettare poi le "omelie" degli stessi soggetti erettisi a moralizzatori degli altri ma non dei propri compensi. Da qual pulpito queste prediche?

bruna.amorosi

Mer, 16/10/2013 - 14:57

LA RAI deve decidersi se o prendere il canone oppure fare pubblicità .è tanto duro capirlo ? poi può prendere tutti i saltimbanchi del mondo ma rinunci al canone .personalmente la DIVINA COMMEDIA la recitava meglio mio padre a mia madre che quella bocca storta di BENIGNI .

nonna.mi

Mer, 16/10/2013 - 15:01

Forse non ricordo bene (nel qual caso vogliate correggermi) ma nel breve periodo in cui è stata Direttrice della RAI Letizia Moratti,era riuscita a pareggiarne il Bilancio finanziario. A questa signora ,cui è stato preferito come Sindaco di Milano l'Avvocato Pisapia (simpatizzante di Vendola)i cittadini ambrosiani rivolgono spesso un nostalgico pensiero o no?? Myriam

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 16/10/2013 - 15:08

Qualcuno si chiede chi chiamare se non vengono questi saltimbanchi strapagati. Semplice, basta andare a cercare in una trasmissione di concorsi canori o simile dove ci sono veramente dei bravi cantanti e ballerini e imbastire una serie di trasmissioni con loro, SENZA presentatore. Non chiederanno sicuramente delle cifre astronomiche e divertiranno il pubblico lo stesso.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mer, 16/10/2013 - 18:45

I soliti ridicoli e vigliacchi. Perche' non scrivete un bell'articolo su quanto e' costato il flop del programma del pregiudicato Sgarbi sulla RAI soppresso dopo la prima puntata? Ve lo dico io: una frode da un milione di euro solo per il cachet di Sgarbi (corresposto in toto anche con cancellazione del programma) e otto milioni per tutte le puntate mai andate in onda. Siete squadristi smidollati, non liberali. Fazio "il comunista" compete sul mercato molto meglio dei vostri politici marchettari da strapazzo e frodatori. Lui i soldi alla RAI li porta, non li prende frodando i contribuenti.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mer, 16/10/2013 - 18:50

Una RAI competitive danneggia la concorrenza. Cioe’ Mafiaset, peraltro in passivo. Ecco che allora i giannizzeri del pregiudicato pretendono di eliminare gli “sprechi” impendendo la messa in onda di trasmissioni di successo (Fazio, Crozza, Benigni) e conseguente perdita di introiti, con la scusa demagogica che sono pagati troppo. Molto meglio la propaganda sfacciata di Minzolini, Ferrara e Sgarbi. Oltre che squallidi, quelli si che hanno danneggiato la RAI.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mer, 16/10/2013 - 18:54

Perche’ da queste parti si negano i giusti compensi per chi porta soldi alla RAI (Fazio, Crozza, Benigni) e non si accenna minimamente al milione di euro dato a Sgarbi, anche se la sua trasmissione flop fu cancellata dopo la prima puntata, generando un buco complessivo di circa otto milioni? Il suo contratto prevedeva che fosse pagato in toto anche se I programma saltava. Forze perche’ siete degli squadristi smidollati e vigliacchi?

lorenzovan

Mer, 16/10/2013 - 19:40

xroberto 53 e cst 49 o forse ancora stanno pagando i buchi aperto da...rai londra..o sgarbi..o il minzolini...dopo le loro strepitose prestazioni e gli ascolti al top...lolololololo

lorenzovan

Mer, 16/10/2013 - 19:44

sia ben chiaro e' una vergogna sentir parlare di certi cachet ma e' vergogna pure pagare 120 milioni le Pedate di un certo BALE..e aggiungo se crozza o fazio fossero di destra,,,ululereste nella stessa maniera? io si voi?....ne dubito

BAT 21

Mer, 16/10/2013 - 20:58

Brunetta ha ragione è ora di finirla con questi stipendi faraonici a fronte di gente senza lavoro e senza soldi neppure per mangiare! E che cavolo...un minimo di senso della misura! Per i comuni mortali c'è rimasto ben poco da ridere!

Gioa

Mer, 16/10/2013 - 21:17

Grande Brunetta!! Continua a dagliele secche a questi poracci...che non fanno più neanche ridere..Crozza te la prendi con Brunetta per il mancato stipendio? Ma con tutti quelli che hai preso fino ad oggi...altro che grattaceli d'oro!! E poi qualche allungo di salsa...anche tu lasci tutto..dimenticato? Sei Crozza ma sei un numero come tanti...per cui...le vie del signore portano dritti verso una direzione...Crozza o non Crozza, Fazio o non Fazio, Benigni o non Benigni...Guadagnate più soldi voi che i miliardari

Pincopallo222

Mer, 22/10/2014 - 16:09

Volevano pagare Benigni e Crozza per poi "segare" Onder che di stipendio percepiva 500 euro al mese. Al posto di Onder chi invece ? Chiaramente un signorone proveniente probabilmente dal fior fiore dei baroni universitari che percepirà centinaia di migliaia di euro. Fosse per me si dovrebbe chiudere la RAI e licenziare in tronco chi ci lavora, sistemando chi lavora dietro le quinte in posizioni attinenti al loro lavoro. Idem Sanremo che è una rassegna della peggiore musica italiana e di molti cantautori mai sentiti, o ripescati dal dimenticatoio. Ora comprendo di più il titolo della canzone del principe (dei miei maroni) Emanuele Filiberto "Italia amore mio". Ovvio che l'amano visto che fanno quello che gli pare e vengono pure protetti, pagati ed osannati. Poi cara RAI ricordati che siamo uno stato laico e che certe tematiche le puoi benissimo abbonare a Telepace, perché sinceramente di Benigni che spiega i 10 comandamenti, che fortunatamente non accadrà, non me ne può fregar di meno.