Tagli degli stipendi ai giudici, i togati chiedono al Csm di intervenire

I togati contro Renzi: "Così si attacca il ruolo e la funzione della magistratura". E l'Anm: "Iniziativa grave"

"Non corrisponde alla realtà" che i magistrati siano "superstipendiati". "Dicendo il falso" sulle loro retribuzioni "si finisce con l’attaccare anche il ruolo e la funzione della magistratura". In una proposta di risoluzione presentata al plenum, sei consiglieri togati del Csm contestano i tagli che si prospettano agli stipendi dei magistrati. "Parlare della retribuzione dei magistrati significa parlare della loro indipendenza", scrivono sollecitando l’intervento doveroso del Csm di fronte al "pericolo di interventi lesivi di tali principi". Firmato da tutto il gruppo di Magistratura Indipendente e dai consiglieri Roberto Rossi (Area), Alberto Liguori e Mariano Sciacca (Unicost), il documento sarà però discusso nel prossimo plenum, su richiesta del togato di Area Vittorio Borraccetti.

Per contrastare i tagli voluti dal premier Matteo Renzi, i firmatari della proposta di risoluzione fanno un confronto con gli altri paesi europei. Dai dati dell’ultimo rapporto Cepej sull’efficienza della giustizia civile risulta, infatti, che, tra i 46 Paesi europei censiti, i magistrati italiani si collocano al sesto posto come stipendio lordo di un giudice della Corte Suprema, al quindicesimo posto come stipendio lordo di un giudice all’inizio della carriera e all'undicesimo posto come stipendio lordo di un pm all’inizio della carriera. "In molti paesi - fanno notare - sono previsti benefits addizionali, quali pensioni speciali, abitazioni, assicurazioni sanitarie o spese di rappresentanza". Quanto al confronto con altre professioni in Italia, i dati presentati al Csm dicono che i magistrati ordinari guadagnano in media meno dei diplomatici, degli alti dirigenti della pubblica amministrazione, dei prefetti e dei magistrati amministrativi e contabili.

Nella proposta viene citata una pronuncia del 2010 nella quale la Corte costituzionale sottolineava tra l’altro che "l’indipendenza dei magistrati va salvaguardata anche dal punto di vista economico", così come un documento dell’Onu sul diritto dei magistrati a "una remunerazione adeguata". I togati del Csm richiamano, poi, le "attuali condizioni e carichi di lavori dei magistrati italiani, che in una situazione difficilissima (sotto il profilo delle risorse e dei mezzi) hanno un produttività a livelli record in Europa". Da qui la richiesta al Csm si intervenire.

Anche l'Associazione nazionale magistrati è intervenuta per denunciare "la gravità di una eventuale iniziativa unilaterale del governo che, senza alcun confronto con le categorie interessate e in via d’urgenza, procedesse a una riduzione strutturale delle retribuzioni". "La magistratura, consapevole delle forti difficoltà che investono vasti strati della popolazione - spiega l'Anm - non vuole sottrarsi all’impegno di solidarietà ma la redistribuzione delle risorse deve avvenire in modo equo, a parità di capacità contributiva, e dunque con strumenti di natura fiscale, e non con soluzioni inaccettabili, che incidono unicamente su una parte del pubblico impiego, senza colpire gli evasori, le grandi rendite e le retribuzioni del settore privato".

Commenti

giottin

Gio, 17/04/2014 - 19:30

Troooooppo bello e adesso vediamo che succede, fino a dove riescono a tirare la corda o se proprio non tirano!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 17/04/2014 - 19:40

Sono Manager anche loro e forse bisognerebbe tagliare anche le Toghe; la S. Scrittura parlando dei due Giudici che volevano lapidare Susanna senza processo, dice che furono divisi a metà; io sarei contento se gli togliessero un terzo dello Stipendio. Magari, per dare loro il buon esempio, io direi di tagliare del 10% lo Stipendio di tutti i Dipendenti dal Presidente della Repubblica all'ultimo degli Operai; questa sarebbe cosa buona e giusta e sarei contento di me stesso anche se ci rimetto. Shaòlom

rennox60

Gio, 17/04/2014 - 19:43

e' da restare senza parole....veramente.

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 17/04/2014 - 19:49

La prima cosa da fare è che i magistrati siano giudicati da giurie popolari estranee alla magistrature. Vedreste come filerebbero diritti !

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 17/04/2014 - 19:58

Se lo fa e' finito.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 17/04/2014 - 20:21

"Così si attacca il ruolo e la funzione della magistratura" ..... ..... ..... invece, attaccare il ruolo e la funzione delle famiglie che devono pagare un mutuo, crescere i figli e farli studiare, prendersi cura degli anziani e lottare contro la perdita del lavoro, E' FORSE LECITO? Purtroppo non è possibile esprimersi come si vorrebbe, ma a leggere la prima frase mi viene da vomitare.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 17/04/2014 - 20:23

Se gli stipendi dei magistrati italiani si collocano al 6° posto tra quelli dei 46 Paesi europei censiti, vuol dire che in altri 40 (quaranta) i magistrati incassano meno di loro, magari lavorando anche di più e meglio (lo dico dubitativamente). Poi, cosa vuol dire "Parlare della retribuzione dei magistrati significa parlare della loro indipendenza"? Che rapporto c'è tra l'indipendenza, e l'omertoso silenzio sui loro compensi? Temono che la divulgazione dell'entità dei loro emolumenti possa suscitare un po' di astiosa invidia verso la categoria? Sì, ma basta questo a rimuoverli? Sekhmet.

marcello. marilli

Gio, 17/04/2014 - 20:34

ma chi cazzo credono di essere i magistrati ? non sono cittadini come tutti gli altri ? se tutti tiriamo la cinghia perchè loro no ? . abbiamo letto di vedove che hanno richiesto ed ottenuto la pensione di reversibilità del marito giudice in base a non si sa bene quale legge ( meglio privilegio), ma siamo impazziti ? ed hanno anche il coraggio di sostenere che questo fatto è un attentato al loro dicastero. ma se ne vadano affanculo . pensino a fare i processi invece di perdere tempo .

marcello. marilli

Gio, 17/04/2014 - 20:35

svevus , è una grande proposta , ma vedrà che non se ne farà ovviamente nulla

agronauta

Gio, 17/04/2014 - 20:40

Il magistrato è un funzionario statale con enorme potere sugli altri cittadini italiani. Ciò non toglie che se tutti devono fare sacrifici economici, anche detti funzionari ne debbano fare, specie se finora ne hanno fatto pochini.

cast49

Gio, 17/04/2014 - 21:32

"l’indipendenza dei magistrati va salvaguardata anche dal punto di vista economico", ANCHE QUANDO SBAGLIANO? ANCHE QUELLI POLITICIZZATI? ANCHE QUELLI CHE SE LA PRENDONO SEMPRE CON BERLUSCONI E CO. TRALASCIANDO I KOMUNISTI DI MERDA? LI MANDEREI A ZAPPARE LA TERRA, ALTRO CHE!!!

terzino

Gio, 17/04/2014 - 23:43

La legge è uguale per tutti. Lo dicono loro. Ogni cittadino deve contribuire alle finanze dello Stato in relazione al proprio reddito, lo dice la Costituzione. Perchè deve valere per gli italiani meno che per i soliti intoccabili?

Massimo Bocci

Gio, 17/04/2014 - 23:53

Hanno ragione per chi li hanno presi, per dei miserabili ITALIANI. Bue, Questi vincitori di SCONCORSO DI COOPTATO PUBBLICO???? E come dicono a Napoli: O SCONCORSO PER FARE "O RE"!!!, e cosa vuol fare il pischiello tagliare gli emolumenti,i viveri DI REGIME a "O RE", farà una BRUTTA FINE DI REGIME, perché IL REGIME SONO.... LORO è LORO!!! E SENZA DI LORO CI SAREBBE SOLO UNA MISERA DEMOCRAZIA..... E ALLORA VORREBBERO CAPIRE COME SOPRAVVIVEREBBERO MILIONI DI LADRI!!!! COOP!!! COMUNISTI-CATTO e UN REGIME MARCIO DI MARCI GLI E' INDISPENSABILE, non gli vorreste mica far fare i democratici

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 18/04/2014 - 00:49

Si ritengono così al di sopra di tutti noi da rifiutarsi di collaborare alla revisione delle spese del paese. NOI SIAMO IL POPOLO ITALIANO E LORO SONO QUELLI CHE STANNO SEDUTI SULLE NOSTRE TESTE. Accampano sempre la VERGOGNOSA MENZOGNA dell'indipendenza della magistratura CHE GUARDACASO PER LORO HA SOLO UN RISCONTRO MONETARIO. Dobbiamo ribellarci a questa casta di sanguisughe che ci sta imponendo un INACCETTABILE POTERE ANTICOSTITUZIONALE. I giuristi si sveglino e denuncino questa anomalia antidemocratica.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 18/04/2014 - 00:59

Bisognerebbe che i magistrati si degnino di spiegarci cosa intendono per INDIPENDENZA DELLA MAGISTRATURA. A me risulta che questa indipendenza non esista, CONSIDERANDO CHE M.D. È PALESEMENTE ASSERVITA ALLA SINISTRA. Allora ci dicano in cosa consisterebbe questa loro indipendenza. VORREBBERO CONTINUARE AD IMBAVAGLIARE GLI AVVERSARI POLITICI DELLA SINISTRA COME HANNO FATTO CON BERLUSCONI?

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Ven, 18/04/2014 - 01:58

QUINDI LA MAGISTRATURA FUNZIONA SOLAMENTE SE I MAGISTRATI E I GIUDICI GUADAGNANO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI € ALL'ANNO ............PENSAVO CHE NON CENTRASSE LO STIPENDIO PER LAVORARE BENE !!!!!!

electric

Ven, 18/04/2014 - 06:36

La faccia di bronzo di questi individui non ha limite. Specie quando affermano, sapendo di mentire, che 'hanno una produttività a livelli record in Europa.'. Tranne che intendeva dire 'livelli record negativi'.

Iacobellig

Ven, 18/04/2014 - 07:21

immagino, a risentirsi così presto sino proprio gli incompetenti, e sono a mio avviso la maggior parte. per troppo tempo hanno fatto il bello e cattivo tempo, mi auguro che il governo faccia sul serio e non sia soltanto uno slogan. i magistrati devono lavorare e non passare il tempo, le cause giacenti, le sentenze in forte ritardo emesse e riformate successivamente ne sono un prova. dpo tre sentenze sbagliate quel giudice deve andare via!!! ridurre i loro lsuti stipendi è un pensiero sicuramente di moltissimi Italiani e siccome il popolo deve vontare, i giudici stiano zitti invece di reclamare al CSM. Avanti così, governo.

Alessandro Rendine

Ven, 18/04/2014 - 07:56

Ho sempre sostenuto che i Magistrati sono fermamente ancorati al principio della "giustizia ad libidum" (ovvero "due pesi e due misure"), ora aggiungo: che buffoni! Quale è il nesso tra la presunta indipendenza (!) dei Magistrati e la loro retribuzione? Ripeto: sono solo buffoni!

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Ven, 18/04/2014 - 08:03

Non volendo incappare in una denuncia,letto quanto scritto sulla diffamazione via web;lascio loro"magistrati" immaginare cosa penso della loro presa di posizione sugli stipendi..-.-.-.-.-..-.-.-.-.

angelomaria

Ven, 18/04/2014 - 09:41

e non li smuovi non fanno che perseguitare certi elementi ed in questo sono velocissimi il resto SECOLIche casta di inetti ladroni falsi

roberto.morici

Ven, 18/04/2014 - 10:55

Quale sarebbe il limite minimo sotto il quale si sarebbe autorizzati a cedere alle tentazioni?

Bellator

Dom, 04/05/2014 - 13:12

Ma perché, l'onestà e l'indipendenza da chi !!,si crea con lauti Stipendi, quanti in Italia compreso il sottoscritto, tecnici e non ,abbiamo avuto responsabilità di lavori, per importi miliardari, a prescindere che i nostri Stipendi, di gran lunga inferiori a quelli dei Magistrati !!, io mi sono sempre sentito indipendente, nel dare giudizi oggettivi sulla condotta dei lavori e sulla loro contabilizzazione e che nessuno poteva decidere sul mio operato o poteva interferire. I Giudici, forse mi sbaglio !!, per essere bravi Lavoratori della Giustizia, per essere sereni, incorruttibili e giusti, per far questo debbono essere pagati meglio,degli a cittadini, altrimenti la loro funzione ed il loro rendimento sarebbe riprovevole ??.