Israele, il pressing dei coloni Sul web i numeri dei ministri

Per qualche minuto i numeri di cellulare privati di tutti i ministri del governo Netanyauh, tranne il suo, sono apparsi su una pagina web. Il tutto per convincere il governo a non approvare una nuova moratoria di tre mesi sugli insediamenti in Cisgiordania

Tel Aviv - La trovata è delle più belle. Penalmente rilevante in tema di privacy, ma sicuramente originale. Al fine di convincere il governo israeliano a respingere l'iniziativa Usa per una nuova moratoria di tre mesi nelle costruzioni degli insediamenti cisgiordani, alcuni coloni hanno oggi pubblicato in un sito web i numeri dei telefoni cellulari privati di tutti i ministri di Benyamin Netanyauh, con l’eccezione di quello del premier. "Telefonate subito, o almeno inviate un sms, per dire il vostro parere": era questo il consiglio dei promotori della particolare iniziativa. Non si sa quanti telefonate abbiano ricevuto gli esponenti del governo israeliano. Probabilmente poche, visto che la pagina è stata subito oscurata.

Negoziati Il tutto è successo mentre Netanyahu attende di ricevere dagli Stati Uniti precisazioni scritte sugli incentivi militari e politici che il presidente Barack Obama offrirebbe a Israele nel caso in cui accettasse di congelare le colonie per tre mesi allo scopo di rilanciare i negoziati di pace con l’Autorità nazionale palestinese. Secondo Nir Hefetz, un consigliere di Netanyahu, non appena ricevute le precisazioni Netanyauh convocherà il Consiglio di difesa del governo per metterle al voto. Per la stampa sono prevedibili sette voti favorevoli, sei contrari e due astensioni: quelle dei ministri del partito ortodosso Shas.