Italia e Usa convinte: l'ottimismo ci farà uscire dalla crisi

La Camera di commercio americana e l'ambasciatore in Italia David Thorne, consegnano un premio agli imprenditori che hanno dato impulso allo sviluppo anche sul mercato a stelle e strisce

Si intitolerà «Transatlantic award» e vuol essere un premio insignito all'ottimismo e al desiderio di ripresa che pervade l'imprenditoria italiana in un momento in cui si vede sempre più vicina l'uscita dal tunnel della crisi economica e quindi in una fase in cui è importante, se non assolutamente fondamentale, guardare al futuro con la convinzione che lo sviluppo è possibile. E proprio in questo senso la serata del 3 dicembre a milano segnerà un momento importante nella vita dell'economia e del lavoro con questo appuntamento che giunge alla sua quarta replica.
«Transatlantic award» è un riconoscimento che la Camera di commercio americana offrirà ad importanti personalità dell'imprenditoria, del management e della cultura che si sono distinte nel favorire un miglioramento delle relazioni, già peraltro ottime, tra l'Italia e gli Stati Uniti.
Nella gala che si svolgerà la sera di giovedì 3 al teatro Dal Verme saranno presenti l'ambasciatore americano David Thorne, il sindaco di Milano Letizia Moratti e il governatore lombardo Roberto Formigoni che, a fianco di altre personalità di spicco, consegneranno riconoscimenti importanti ad alcuni vip dell'industria italiana. Ad essere premiati quest'anno ci sono infatti Giovanni Arvedi (Arvedi), Gianmario Tondato (Autogrill), Flavio Gandolfi (Bai), Giuseppe Bono (Fincantieri), Fulvio Conti (Enel), Benito Benedini (Progetto Grano) e il giornalista del Corriere della Sera Massimo Gaggi che vedranno i loro nomi iscritti nell'albo d'oro del premio accanto a quelli di Ferruccio Ferragamo, Nerio Alessandri (Technogym), Diana Bracco (Bracco) solo per citare i più noti al grande pubblico. Un premio speciale andrà a Titti Postiglione della Protezione civile che quest'anno si è distinta, come raramente in passato, nelle disastrose circostanze del terremoto abruzzese e delle frane in Sicilia e a Ischia.
Proprio per simboleggiare l'ottimistica impronta che si intende dare all'iniziativa, il tema della serata sarà improntato a «La dolce vita» con immagini e oggetti caratteristici di quel periodo. L'obiettivo è infatti quello di ricordare un momento della storia sociale italiana in cui si sono poste le fondamenta per il rilancio dopo una stagione economica di grandi sofferenze. Proprio qualcosa di molto simile con la situazione attuale.