Lavoro, al via il primo salone della Formazione. Presenti 120 espositori

L'appuntamento con Expotraining è in Fiera Milano City dal 30 novembre

Si svolgerà il 30 novembre e il 1 dicembre 2011 la prima edizione di Expotraining, il primo evento fieristico in Italia dedicato al mondo della formazione. In programma fino al 2015, la manifestazione ha due obiettivi: agevolare lo sviluppo del business per i professionisti della formazione, mettendoli in relazione con i loro mercati chiave, ma anche e soprattutto affermare il ruolo chiave della formazione nella difficile scommessa della ripresa economica.
«C'è tra gli imprenditori della formazione - spiega Carlo Barberis, ideatore di Expotraining - una gran voglia di partecipazione, che consenta di superare i fattori che tendono a impaludare i processi formativi. Nel nostro Paese ci sono ottime buone pratiche di formazione e anche un sistema di finanziamento efficace, se pur suscettibile di miglioramenti. L'obiettivo di questa kermesse è permettere a questi soggetti di assumere un ruolo strategico per agevolare la ripresa economica e far sì che la formazione diventi uno strumento di competitività del nostro Paese». «In una fase in cui l'attenzione generale sta giustamente focalizzandosi sul rilancio della crescita il ruolo della formazione è ancora più cruciale», dichiara l'amministratore delegato di Fiera Milano Enrico Pazzali. «È fondamentale per agevolare il collocamento dei giovani e la riqualificazione della forza lavoro, richiesta dalle profonde trasformazioni in atto».
Ad Expotraining hanno dato la propria adesione circa 120 espositori tra cui primarie scuole di formazione, università e società estere e oltre 500 aziende. L'organizzazione prevede un'area espositiva di oltre 7.000 mq in Fiera Milano City con oltre 200 stand, una serie di incontri one to one tra le società di formazione e gli operatori delle risorse umane, oltre 40 workshop e un ciclo di 14 convegni, aperti al pubblico, che focalizzeranno criticità e buone pratiche della formazione nei settori cruciali della nostra economia: artigianato, turismo, sanità, Ict, moda. Ne parleranno gli esperti tecnici istituzionali, i vertici di associazioni di impresa e dei sindacati, i responsabili della formazione di aziende di eccellenza. Non mancheranno momenti dedicati ai giovani, alle forme di finanziamento della formazione, in prospettiva nazionale ed europea.