Ritenzione idrica: come sconfiggerla in estate

L’alimentazione unita a stile di vita salutare e a un’attività sportiva regolare può fare la differenza. Verdura e frutta di stagione gli alleati naturali contro la ritenzione idrica

La ritenzione idrica è un disturbo molto diffuso, soprattutto tra le donne, di cui spesso ci si accorge in estate a ridosso delle vacanze quando il corpo è più scoperto; l’alimentazione unita a stile di vita salutare e a un’attività sportiva regolare può però fare la differenza, aiutando a risolvere il problema.

In tema di alimentazione, la frutta di stagione rappresenta un ottimo alleato contro la ritenzione idrica. L’anguria per esempio favorisce l’eliminazione dei liquidi trattenuti dall’organismo e responsabili dei principali inestetismi cutanei come la cellulite, mentre l’ananas, dissetante e drenante, favorisce la digestione grazie a un enzima, la bromelina, contenuto nella sua polpa gialla.

Anche i frutti rossi sono indicati nel trattamento della ritenzione idrica; in particolare i mirtilli per il loro potere antiossidante in grado di prevenire l’attacco dei radicali liberi e il ribes, ricco di vitamina C, che svolgono un’azione diuretica e antinfiammatoria, soprattutto delle vie urinarie. Un’altra fonte naturale di vitamina C è il pomodoro, che mangiato cotto o in insalata è perfetto per contrastare gonfiori, edemi e ristagni.

Tra le verdure amiche c’è la lattuga, che fornisce vitamine e sali minerali necessari per rinfrescare e donare energie all’organismo. L’insalata per eccellenza è un vero toccasana perché, come ricordano gli esperti nutrizionisti, ha proprietà depurative ed antispastiche, analgesiche e sedative. Oltre alla lattuga, sono altamente consigliati i cetrioli, dal noto effetto depurativo e diuretico, e le cipolle, che favoriscono la diuresi.

La barbabietola rossa è invece perfetta per espellere le tossine e aiutare la funzionalità, mentre gli asparagi disintossicano il corpo e migliorano le funzioni renali, eliminando il ristagno dei liquidi in eccesso. Al contrario di frutta e verdura andrebbero ridotti gli alimenti industriali contenenti sale e zuccheri e quelli troppo elaborati come i fritti. Per quanto riguarda infine l’idratazione, sì ad acqua, tisane disintossicanti e infusi naturali, da preferire alle bevande alcoliche e gassate.